Cerca nel sito

domenica 31 gennaio 2010

UPIM affida la progettazione del nuovo logo alla community di Zooppa

Dopo l’acquisizione nel dicembre 2009 da parte di Gruppo COIN, UPIM ha dato inizio ad una fase di rinnovamento del brand che prevede come primo step la ridefinizione del logo storico. Questa fase è stata affidata a ZOOPPA.COM attraverso la formula del contest online.

Chiunque potrà misurarsi con questa sfida semplicemente iscrivendosi al sito di ZOOPPA.COM e caricando le proprie proposte grafiche. UPIM ha lasciato agli utenti completa libertà, dando così un forte segnale di volersi rinnovare, in coerenza con la nuova vision.

Ma non solo il rifacimento del logo sarà affidato agli utenti di ZOOPPA.COM: anche i nomi delle collezioni abbigliamento private label di UPIM saranno infatti oggetto del contest.

UPIM ha messo in palio per questa iniziativa un montepremi per gli utenti di 14,100$, di cui ben 12,000$ andranno all’autore della proposta grafica vincente, mentre i rimanenti saranno assegnati alle migliori idee per i nomi delle collezioni abbigliamento.

“Il rinnovamento di Upim – ha spiegato Stefano Beraldo, amministratore delegato del Gruppo Coin – passerà anche attraverso la creazione di un nuovo logo che sappia interpretare i nuovi concetti dell’insegna. Abbiamo deciso di rivolgerci al mondo degli internauti lanciando un concorso per la realizzazione del nuovo logo con un premio di 10.000 € per il vincitore. Le bozze verranno valutate da una “giuria” composta da me, Elio Fiorucci e Francesco Morace”.

La decisione dell’azienda di scegliere l’UGC di ZOOPPA.COM per il raggiungimento di questo importante obiettivo dimostra la validità di questo modello nonché una conferma della solidità e competitività di ZOOPPA.COM, in grado di offrire soluzioni innovative in diverse fasi di un progetto di comunicazione.

Zooppa.com rappresenta un nuovo modello di advertising basato su campagne User Generated, realizzate cioè dagli utenti della sua community. Sulla base di un brief, i partecipanti creano pubblicità per brand di alto livello e possono così vincere i premi messi in palio nonché ottenere una fortissima visibilità.

Con oltre 50.000 utenti da tutto il mondo, numerosi brand internazionali ospitati dalla piattaforma, partnership rilevanti e il lancio della piattaforma US nel Settembre 2008, Zooppa.com è diventata uno dei benchmark nella creatività UGC e nel campo dell’advertising.

SKY: NUOVA OFFERTA SKY CON 50% DI SCONTO

NUOVA OFFERTA SKY CON 50% DI SCONTOSKY: NUOVA OFFERTA SKY CON 50% DI SCONTO


Sta per scadere la nuova offerta Sky che offre il 50 % di sconto per i primi 4 mesi di abbonamento. In più, in esclusiva per chi si abbona online, un lettore MP3 in omaggio. Chi volesse aggiungere anche una TV HD dovrà spendere 6 euro in più al mese. Lo sconto del 50% per 4 mesi vale per qualsiasi combinazione di pacchetti sky. (Vedi promozione sky)


Inoltre “Con Sky l’alta definizione è per tutti” con la quale la compagnia promuove con forza il passaggio all’alta risoluzione tramite pacchetti che comprendono abbonamento, decoder Sky e televisore LCD Full HD da 32, 37 o 40 pollici.


L’offerta di Sky è vantaggiosa, e non è un caso se si stia scetenando una vera e propria corsa all’alta definizione. Vedi sky alta definizione.


Per approfondire vedi anche SKY TV FULL HD COMPRESO OFFERTA Nuova Offerta SKY


La promozione è pensata per chi, oltre ad abbonarsi a Sky, vuole anche di cambiare televisore (infatti il costo mensile è più alto di quello previsto per un abbonamento tradizionale senza TV).


Dopotutto parliamo di offerte di televisori LCD Full HD, che in fondo sono la nostra specialità, per cui vediamo velocemente i modelli che Sky ci permette di scegliere e il loro prezzo di mercato (o meglio, quello più basso che possiamo spuntare sul web o con le offerte dei negozi):



  • 32”: Samsung LE32B530 (407 euro) o Sony KDL-32S5600 (460 euro)

  • 37”: Samsung LE37B530 (499 euro) o Sony KDL-37S5500 (575 euro)

  • 40”: Samsung LE40B530 (550 euro) o Sony KDL-40P5500 (690 euro)


In sostanza, Sky ci permette di pagare una cifra mensile che comprende abbonamento e rata della TV, cifra che cambia a seconda dei pacchetti e del formato del televisore; le rate da pagare sono 36, e qui sotto potete farvi un’idea dei vari pacchetti e di quanto possiamo risparmiare approfittando della promo (invece di acquistare TV Full HD e abbonamento separatamente).


Argomenti: promozione Sky sconti - offerta sky sconto 50 - promozioni sky nuovi abbonati


Vedi offerte e promozioni sky e sky offerte nuovi abbonati e NUOVA OFFERTA SKY CON 50% DI SCONTO

Un nuovo condono Edilizio nel decreto legge "Milleproroghe"?

 
 

DL "MILLEPROROGHE" CON 'SORPRESA': SPUNTA UN NUOVO CONDONO EDILIZIO


di Mariano Di Trolio



In questi giorni il Senato della Repubblica – ed in particolare la I Commissione permanente "Affari costituzionali" – sta affrontando l'iter del processo di conversione in legge di un decreto molto composito ed eterogeno, meglio conosciuto con la definizione di "Milleproroghe". Il decreto legge n. 194 è entrato in vigore il 30 dicembre 2009, lo stesso giorno della sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.


È composto di 11 articoli e tratta, nel dettaglio, i seguenti argomenti:


- Articolo 1: proroga di termini tributari, nonché in materia economico-finanziaria;

- Articolo 2: Proroga di termini in materia di comunicazione, di riordino di enti e di pubblicità legale;

- Articolo 3: Proroga di termini in materia di amministrazione dell'interno;

- Articolo 4: Proroga di termini in materia di personale delle Forze armate e di polizia;

- Articolo 5: Proroga di termini in materia di infrastrutture e trasporti;

- Articolo 6: Proroga di termini in materia sanitaria;

- Articolo 7: Proroga di termini in materia di istruzione;

- Articolo 8: Proroga di termini in materia ambientale;

- Articolo 9: Proroga di termini in materia di sviluppo economico;

- Articolo 10: Istituti di cultura all'estero;

- Articolo 11: Entrata in vigore .


In questo contenitore confuiscono, ormai tradizionalmente, tutta una serie di misure che nulla hanno in comune fra di loro. Questi provvedimenti "omnibus" sono particolarmnete 'pericolosi' in quanto, molto sovente, diventano la sede di sgradite sorprese. Quest'anno si segnalano alcune decisioni, a nostro avviso, molto gravi.


La prima segnalazione da fare riguarda la proroga dello "scudo fiscale" al 30 aprile 2010. La riapertura scatta dal primo gennaio al 28 febbraio 2010 con aliquota al 6% delle ricchezze rimpatriate o regolarizzate e una seconda proroga è scadenzata dal primo marzo al 30 aprile con aliquota al 7 per cento.


Questo punto era già presente nel corpo del Dl 194 ed è già stato evidenziato da molti media. Con questa reiterazione, lo "scudo" perde la natura una tantum che è propria degli analoghi (anche se, ad onor del vero, molto più severi) strumenti adottati negli altri Paesi europei e negli Stati Uniti d'America e diventa uno strumento quasi ordinario con cui fare "cassa". Alla profonda ingiustizia che caratterizza, indiscutibilmente, questa prassi si accompagnano gli effetti nefasti (ampiamente affrontati sui quotidiani economici specializzati) nella lotta all'evasione fiscale e, su un piano ancora più grave, si infligge un colpo durissimo al lavoro dei tanti magistrati che si dedicano instancabilmente alla lotta contro le organizzazioni criminali più pericolose. Il riciclaggio del danaro 'sporco' è una conseguenza innegabile ed inevitabile di questo strumento. La prima fase ha fatto incassare allo Stato circa 5 miliardi di euro mentre i capitali complessivamente rientrati sono stati pari a circa 95 miliardi euro. Un bel regalo di Natale per gli evasori italiani che, su importi di diversi milioni di euro, hanno dovuto pagare la misera aliquota del 5% anziché quella 'naturale' del 43% oltre che naturalmente nessuna sanzione.


Ulteriori motivi di preoccupazione sono emersi nell'ambito dei ben 664 emendamenti presentati al Senato nella fase di conversione, ora all'esame della Commissione Affari costituzionali che concluderà il suo esame il prossimo 2 febbraio. Il Presidente della Commissione Vizzini (Pdl) ha stralciato la metà degli emendamenti all'articolo 1 del Dl 194/09. È stato, inoltre ritirato da Malan (Pdl) l'emendamento che voleva far entrare nel Milleproroghe il cosiddetto decreto Calderoli sul rinvio al 2011 del taglio delle poltrone dei consiglieri comunali e provinciali. Il Dl era stato nel frattempo già pubblicato in Gazzetta Ufficiale e viaggerà su un binario autonomo alle Camere per essere convertito in legge.


Tra gli emendamenti presentati se ne segnalano due che ripropongono in forma implicita (il primo) ed espicita (il secondo) un nuovo condono edilizio.


Il primo emendamento, a firma di Malan (Pdl), prevede che le leggi regionali emanate in attuazione dell'Intesa sancita dalla Conferenza unificata nella seduta del 1º aprile 2009, relativa a misure per il rilancio dell'economia attraverso l'attività edilizia, possano «prevedere, con disposizioni aventi validità temporale definita, interventi di trasformazione edilizia e territoriale, in particolare mediante il riconoscimento di forme di incentivazione volumetrica e di semplificazione, anche in deroga alle norme e agli strumenti di pianificazione vigenti in materia territoriale e urbanistica». (Su questo si può vedere, più diffusamente, Ilsole24ore.com del 29 gennaio 2010). Si tratta, evidetemente ed inconfutabilmente, di un condono mascherato.


La proposta di un esplicito condono edilizo è contenuta nel secondo emendamento di cui sopra, a firma dei senatori del Pdl Carlo Sarro e Vincenzo Nespoli. Inizialmente l'emendamento recava la firma in calce anche di Incostante (Pd) che poi, in seguito, l'ha ritirata.


Il condono riguarda alcuni abusi edilizi commessi anche prima del 2003 (con una valenza fortemente retroattiva, dunque). Se l'emendamento verrà accolto, gli interessati potranno presentare domanda entro il 31 dicembre 2010. La norma cancella anche i paletti degli abusi commessi ai danni dei «beni ambientali e paesistici».


Non manca la sospensione dei procedimenti in atto: «sono sospesi - recita l'emendamento - tutti i procedimenti sanzionatori, di natura penale ed amministrativa, già avviati, anche in esecuzione di sentenze passate in giudicato, fino alla definizione delle predette istanze». (Si veda Ilsole24ore.com del 29 gennaio 2010).


Il Dl "Milleproroghe", dunque, lancia un messagio di ingiustizia e di irresponsabilità. In una fase economica tutt'altro che brillante, difatti, si propone – attraverso lo scudo fiscale – una sanatoria a vantaggio dei più furbi che hanno ben pensato di trasferire le proprie ricchezze in qualche paradiso off-shore, sottraendole così al fisco. Ancora più grave è, come già detto, l'enorme regalo che si fa alle organizzazioni criminali operative nel nostro Paese. Spostandoci sul piano del condono edilizio è incomprensibile come una simile proposta possa essere avanzata immediatmente dopo la gravissima tragedia di Favara e a pochissima distanza dall'ecatombe dell'Abruzzo. C'è solo da augurarsi che almeno il condono edilizo venga boloccato grazie ad un'azione coesa delle opposizioni e alla sensibilità di taluni settori della maggioranza (contro il condono si sono già pronunciati il fininiano Fabio Granata e Santo Versace) oltre che, naturalmente, ad un intervento deciso e consapevole dell'opinione pubblica tutta.

 
 
Raffaele Pirozzi direttore giornaleonline"www.notiziesindacali.com"

sabato 30 gennaio 2010

Rifugi montani d'Italia

Gennaio 2010 - Riservato agli amanti della montagna: pronti a partire? Se avete preparato l'attrezzatura, gli sci hanno lamine affilate e sciolina, guanti e scarponi fremono, allora è il momento di scegliere il luogo dove pernottare fra le vette innevate!

In questo sito dedicato esclusivamente ai rifugi di montagna c'è la possibilità di scegliere fra più di 600 strutture dislocate in quasi tutte le regioni d'Italia.
In ogni luogo montano, alle altitudini più disparate, potete trovare un letto accogliente, un camino acceso e, cosa che non guasta mai, un buon pasto cucinato secondo le ricette tipiche della zona.

Alcuni rifugi si possono raggiungere tutto l'anno in auto, altri, nella stagione invernale sono accessibile solo con gli sci e le “ciaspole” (le racchette per camminare in neve fresca), altri, in zone particolarmente impervie, restano invece chiusi nella stagione invernale e riaprono i battenti quando compaiono sui pendii i primi “bucaneve” ed i ruscelli cantano, ingrossati dalle acque limpide del disgelo. Qualunque sia la stagione che scegliete o preferite, per le vostre vacanze in montagna, il soggiorno in un rifugio resta un'esperienza magica, rilassante e conviviale.

Spesso la sistemazione è frugale, il cibo è semplice, la tecnologia lontana …. ma cosa c'è di meglio per ritrovare pace e tranquillità e per “ricaricare le batterie” che dimenticare cellulare e televisione, traffico e rumori, fast-food e social-network e riscoprire i piacere di immergersi in un buon libro con una cioccolata davanti al fuoco scoppiettante di un rifugio di montagna? Se non siete convinti non vi resta che provare, se temete di avere “crisi di astinenza da modernità” potete pianificare anche solo un fine settimana per saggiare la sensazione; una telefonata, qualche indicazione per arrivare e vi troverete in poche ore in un mondo nuovo, fatto di silenzio, di profumo di legna e di luci soffuse.

Perchè i Clienti di questa Libreria di Borsa sono soddisfattissimi ?

Quando si acquista un Libro, certamente si spendono dei soldi per imparare qualcosa di nuovo che sia efficace ed attendibile, e statisticamente testato.

Non sappiamo chi in Italia, nel settore delle Librerie di Borsa, possa essere certo di rispondere a questi canoni.

C'è però, un' Azienda che dall'inizio della propria attività, ha basato la propria filosofia solo su 3 concetti essenziali :
Inovazione
Originalità
Attendibilità ed Efficacia Statistica.

Questa Azienda è Proiezionidiborsa Libreria di Borsa online (http://www.proiezionidiborsa.com) che in meno di 3 anni è diventata ibn Italia leader di vendite di Ebook e Software di Borsa.

Quali sono le ragioni di questo successo ?
Possiamo annoverare alcuni motivi :

Lo scopo
Pubblicare Ebook di Borsa e Softwares innovativi, che rappresentano vere e proprie scoperte scientifiche, e che apportano notevoli cambiamenti all'analisi finanziaria e tecnica classica di borsa.


L'Elemento Contraddistintivo
Ogni Cliente dopo aver acquistato un Ebook o un Software/Trading System riceve ulteriori lezioni e spiegazioni del Metodo per un lunghissimo periodo di tempo,ed inoltre, viene inserito in una apposito servizio assistenza che lo metterà in condizione di capire appieno il Metodo spiegato nell'Ebook o applicato nel Software/Trading System.


L'Innovazione
L'approccio ai Mercati finanziari e alle tematiche finanziarie di questa Azienda, è molto diverso dai competitors : Ogni Ebook e ogni Softwares nasce da statistiche secolari ed ogni argomento è giustificato da studi statistici e di probabilità, elaborati da alti profili professionali, specializzati nei settori della Fisica quantistica e della consulenza finanziaria.

Tutti gli Ebook e i Softwares sono elaborati dai componenti dello Staff di proiezionidiborsa : profili di alta professionalità.

La Mission
Offrire materiale di alto valore aggiunto ai propri lettori, ma soprattutto innovazioni concrete nel settore dell'analisi finanziaria.

La Sfida
è quella di diventare leader nel settore degli Ebooks e Softwares di borsa in Italia.

Il 2010, si presenta come un anno di ulteriori sfide e di ulteriori progressi, e si vocifera di un'importante Joint Venture con una società americana.

CONCORSO UN MONTE DI POESIA ,NUOVA EDIZIONE

ASSOCIAZIONE PRO LOCO Abbadia San Salvatore (Siena)
ACCADEMIA V. ALFIERI di Firenze
in collaborazione con
ASSESSORATO ALLA CULTURA Comune di Abbadia San Salvatore (Siena)
Provincia di Siena

Concorso letterario
“UN MONTE DI POESIA” 2010
Quinta edizione

Regolamento
Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 30 GIUGNO 2010.
E' consentita la partecipazione a tutti i poeti italiani e stranieri (solo testi scritti in italiano).
Sono ammesse fino ad un massimo di tre poesie per ogni sezione.
Si può partecipare a più sezioni, versando per ognuna di esse la quota di partecipazione, consistente in euro 10 per la prima poesia e di euro 5 per ognuna delle successive.
( Es.:per una sola sezione,tre poesie, euro 20),
Gli elaborati, unitamente alla copia di avvenuto pagamento (scannerizzata o fotocopia) dovranno essere inviati ai seguenti indirizzi:

In forma cartacea (per posta):
PRO LOCO di Abbadia San Salvatore
Piazzale Renato Rossaro n°6
53021 Abbadia San Salvatore (Siena)
oppure
Per via telematica (tramite email):
atondi@terreditoscana.it
tizianacur@hotmail.it

Il pagamento della quota di partecipazione potrà essere effettuato:
tramite vaglia postale (stesso indirizzo dell'invio cartaceo degli elaborati)
oppure
tramite pagamento su POSTAPAY N
4023 6004 6563 5961 intestato a Tiziana Curti
 


Le poesie dovranno pervenire in due copie indicanti nell'intestazione la sezione a cui si intende partecipare, il titolo dell'opera e la poesia, fino ad un massimo di venticinque versi, su un unico foglio di formato A4.
In una sola delle due copie dovranno essere riportati:
nome e cognome, indirizzo completo, recapito telefonico (fisso/cell),indirizzo email, firma leggibile.
(Per la sezione GIOVANI, va anche indicata la data di nascita, su entrambe le copie).
L'altra copia dovrà rimanere anonima.
Non saranno accettati elaborati scritti a mano o riportanti dati illeggibili.
Liberatoria
La partecipazione al concorso comporta implicitamente
l' autorizzazione all'uso dei dati personali dei concorrenti
ai sensi della legge 675/96 (relativa alla privacy), per quanto
riguarda le pratiche di gestione del concorso stesso.
Per i minori, è obbligatorio l'invio della copia della carta di identità ed il consenso scritto da parte
di un genitore.
Con l'iscrizione al concorso, i partecipanti accettano tutti gli articoli del regolamento fin
qui esposti, compresa l'accettazione che le loro opere possano essere pubblicate presso le riviste
specializzate.
Le opere presentate non verranno restituite.
I finalisti verranno avvertiti tramite posta, entro il mese di settembre.
Tutte le poesie regolarmente pervenute, saranno giudicate da una commissione di otto persone,
i cui nominativi saranno resi noti il giorno della premiazione.

Sezioni del concorso
Le opere potranno essere sia edite che inedite, purché non abbiano già conseguito primi premi in
altri concorsi nazionali.
Unitamente alla partecipazione, l'autore assume piena responsabilità legale del proprio elaborato soprattutto per quanto riguarda il contenuto e l'originalità dello stesso.

1) Sezione poesia a tema: “La montagna”: vita, costumi, folclore, paesaggio.
2) Sezione a tema libero: poesie edite o inedite, che non abbiano già conseguito primi premi in
altri concorsi nazionali.
3) Sezione giovani: poesia a tema libero riservato ai giovani che, in data 30 giugno 2010, non
abbiano compiuto il diciottesimo anno di età: è obbligatoria la fotocopia della carta di identità.
Per questa sezione non è richiesto il pagamento della quota di iscrizione.

PREMI
PER LA SEZIONE A TEMA
1° premio: Assegno di 200,00 - Coppa e pergamena
PER LA SEZIONE A TEMA LIBERO
1° premio: Assegno di € 200,00 - Coppa e pergamena
PER LA SEZIONE GIOVANI
1° premio: Assegno di € 100,00 - Coppa e pergamena
PER TUTTE LE SEZIONI
2° premio: Coppa e pergamena
3° premio: Coppa e pergamena
4° premio: Targa e pergamena
5° premio: Targa e pergamena
dal 6° al 10° classificato, medaglia e pergamena

La CERIMONIA DI PREMIAZIONE AVVERRA' IL GIORNO:
Domenica 10 Ottobre 2010
in occasione
della FESTA D'AUTUNNO
presso il
CENTRO POLIFUNZIONALE GIOVANI
VIA MENTANA
A tutti i poeti che ne faranno richiesta, verrà consegnato un attestato di partecipazione.
Tutti i premi assegnati dovranno essere ritirati direttamente dai vincitori.
La mancata presenza alla cerimonia di premiazione, comporterà la rinuncia al premio.
E’ obbligatorio comunicare la propria presenza.
A partire dalla seconda posizione, sono ammesse deleghe per il ritiro dei premi assegnati.

Per informazioni e prenotazioni
(per eventuali pernottamenti, ecc.) rivolgersi a:
PRO LOCO e Consorzio Terre di Toscana
tel. 0577 778324 - fax 0577 775221

La stampa su legno per sbizzarrire le proprie idee.

Non ci sono più limiti rispetto ai materiali sui quali da oggi è possibili aggiungere un'immagine. Ma la vera novità è la possibilità di decorare i nostri arredi con delle stampe. Dimentichiamoci del decoupage.

Oggi la tecnologia digitale permette di stampare direttamente sul legno delle nostre ante dell'armadio, sulle porte di casa. Esistono infatti in Italia decine di siti internet, specializzati nella stampa tela o legno, e che tra le loro varie offerte, contemplano anche quelle della stampa su legno. Sono siti che hanno un'interfaccia di utenza che permette a tutti in maniera autonoma, di caricare una foto dal proprio personal computer. Sistemarla nei colori e nel formato, ritagliarla a piacimento. Inoltre consentono di scegliere il formato del pannello su cui andremo a stampare. C'è le possibilità di scegliere tre innumerevoli misure. Infatti, come dicevamo, l'utilizzo che si consiglia di più riguardo alla stampa su legno, è quello di creare pannelli da applicare alle porte di casa per renderle colorate.

Spulciando nei blog arredamento, però, c'è qualcuno che ha condiviso col mondo della rete qualche consiglio che ci sembra utile. Si avvertono i consumatori di stare attenti nel momento di ordinare una stampa su legno perché è meglio scegliere l'opzione col bianco di fondo visto che i colori non sono totalmente coprenti e si potrebbe incorrere nell'inestetismo di vedere il colore del legno sullo sfondo. Pensiamo ad esempio ad una taverna, li dove si fa il maggior uso del legno, spesso a vista nel suo colore naturale.

Per arredare e decorare una mansarda la nuova possibilità di poter trasferire le nostre immagini su pannelli e supporti di legno è una grande possibilità messa a disposizione del nostro lato creativo. Ci riferiamo soprattutto a quelle persone a cui piace studiare le giuste soluzioni di arredamento, a cui piace curare tutti gli ambienti dove vivono nei più piccoli dettagli. O pensiamo ad una porta completamente rivestita da un'immagine. Così da poter sdrammatizzare quel concetto di porta, di chiusura a tinta unita e statica.

La porta diventa anch'essa motivo di arredamento, immagine, complemento di tutta l'abitazione, riprendendo nei toni, nel motivo e nelle tinte i colori e la tonalità del resto dell'arredamento. E' una bella idea regalo, e può portare a degli ottimi risultati. Naturalmente tutti gli acquisti di stampa online, avvengono tranquillamente tramite carta di credito, e il trasporto è da loro garantito attraverso dei corrieri privati. L'unico consiglio che ci sentiamo di dare noi, invece, è quello di fare una scelta oculata dell'immagine che si va a stampare. Cercare di valutare se i colori siano reali, se il soggetto stampato in grandi dimensioni avrà la resa che ci prefiguravamo, e il file di riferimento sia non troppo compresso, per non incappare in spiacevoli sorprese.

Lo Staff di FotoRegali.com

LA T.A.V. INTERESSA TUTTO IL PAESE.

 

PERCHÈ LA T.A.V. IN VAL DI SUSA INTERESSA ANCHE A NOI E QUINDI L'INTERO PAESE!


di: Raffaele Pirozzi e Giuseppe Biasco


Nello scorso fine settimana si sono tenute a Torino due manifestazioni sul progetto della costruzione della linea ferroviaria ad alta velocità, il cui tracciato è previsto nella Valle di Susa. Erano due manifestazioni opposte, l'una contraria e l'altra a favore. Nella prima hanno sfilato i sindaci ed i comitati della valle contrari al progetto, mentre nella seconda, si sono riuniti tutti coloro, che sono convinti sostenitori della T.A.V.. Gli imprenditori, le istituzioni locali, i tecnici ed i ricercatori, sotto la guida del Sindaco di Torino Chiamparino, hanno dato vita ad una riflessione economica e politica sulla importanza di quella infrastruttura per lo sviluppo regionale.

A questa riunione non ha partecipato il candidato del P.d.L. alla Presidenza della Regione Piemonte, il leghista Cota, che ha preferito tenere una propria riunione cercando di assumere una posizione diversa da quelle dell'attuale Presidente Mercedes Bresso, riconfermata dal centro sinistra nella sfida elettorale per la guida dell'Ente piemontese.

Se la si guarda dal punto di vista dello scontro elettorale per le prossime elezioni regionali, la vicenda della T.A.V., sembra essere un problema che riguarda solamente il Piemonte ed in particolare i cittadini della Valle di Susa. Non è così! Qualsiasi progetto di infrastruttura che viene avanzato in qualsiasi parte del nostro paese, riguarda tutti. Per tutti, non pensiamo solo agli italiani, ma agli europei; pensiamo a quella grande realtà economica e politica rappresentata dalla Europa. Infatti, il progetto della linea ad Alta Velocità, non riguarda solo il Piemonte, ma fa parte di un "corridoio" territoriale, individuato dalla Commissione Europea, che unisce il Portogallo con l'Ucraina e che va da Lisbona a Kiev, interessando tutta la Spagna, la Francia del Sud, attraversando le Alpi e sbucando in Val di Susa. Tutte le Regioni del Nord saranno inserite nel tracciato della linea ad alta velocità, consentendo in questo modo il collegamento con l'Austria e i territori dei paesi dell'Est. Un progetto enorme, molto contestato, sia nel suo tracciato francese, che dai cittadini che abitano i numerosi paesi della Val di Susa, che dovrebbe subire il maggiore onere dell'impatto ambientale dell'opera. In quella parte del territorio, oltre che forare le Alpi, devono essere fatti altri interventi per cambiare la morfologia dei luoghi per rendere possibile il passaggio di treni a velocità molto elevata. In questa fase sono iniziati i carotaggi per le necessarie rilevazioni geologiche, fondamentali per poter definire il progetto di massima dell'infrastruttura. Entro il 2012 dovrà essere completata tutta la fase esecutiva della progettazione, delle valutazione di impatto ambientale, per venire approvato definitivamente sia dal nostro Governo che dalla Commissione. Da quel momento potranno partire i lavori per la realizzazione dell'opera.

Siamo coinvolti in questo progetto, perché la linea ad alta velocità, da poco inaugurata, che collega Milano a Roma ed a Napoli, proprio nella capitale lombarda, si intreccerà con la nuova rete, unendola a gran parte di Europa.

Ma, oltre alle valutazioni ambientali e sociali, che si stanno facendo in questa fase, deve essere anche fatta una valutazione economica, per capire in che modo, noi contribuenti pagheremo queste infrastrutture. In uno studio della Università Cattolica di Milano, si valuta, che il costo complessivo dell'opera, per il nostro paese, sarà di 16 miliardi di euro, che lieviteranno fino a superare i 22 miliardi per costruire infrastrutture di servizio alla rete. Il costo complessivo per la gestione annuale della nuova tratta italiana dell'alta velocità, sara di 487 milioni di euro, mentre il possibile ricavato è stimato in soli 140 milioni all'anno. Da un punto di vista costi benefici, l'operazione appare in forte perdita. Questa analisi è stata contestata dall'amministratore delegato di "Treni Italia", Moretti, che ha parlato, della T.A.V. , come di un opera strategica per il nostro paese e che i risultati si vedranno in decenni di attività.

Come affermano i cittadini della Valle di Susa, le alternative alla T.A.V. esistono, basta procedere al miglioramento della rete ferroviaria esistente, per garantire un più che normale collegamento tra i diversi territori, con un tempo impiegato non molto superiore a quello della alta velocità.

Uno spreco di denaro pubblico, questa è la denuncia che viene fatta. Se si pensa a faraonico progetto da sei miliardi di euro che riguarda il Ponte sullo Stretto di Messina ed alle ormai superate centrali nucleari che qualcuno vuole costruire in Campania, ci si rende conto che ci troviamo di fronte ad una politica che incentiva il consumo del territorio facendolo pagare agli stessi cittadini che lo abitano.

Queste grandi opere, favoriscono una cultura dello sviluppo basata sulla distruzione dell'unico bene che ci è rimasto: il nostro ambiente, già fortemente compromesso.

Le opere infrastrutturali non devono essere fatte per consumare il territorio, ma per valorizzarlo, migliorarlo, renderlo sicuro. Di fronte ai continui drammi, a cui siamo costretti ad assistere: crolli di edifici pubblici e privati e dei tanti morti che siamo costretti a registrare; se procedessimo in un progetto di riqualificazione degli edifici pubblici e dei centri urbani storici, avremmo molto lavoro da distribuire, soldi da investire e sicurezza sociale da raggiungere.

"Come facciamo a morire in fabbrica, se ci ammazzate nella scuola?" Questo era l'amara frase scritta sullo striscione che i ragazzi di Casale Monferrato hanno esposto in occasione del Processo per il crollo del tetto in una aula scolastica, che provocò la morte di un giovane studente e l'invalidità permanente del suo compagno di banco. Come darli torto, pensando ai 7 morti della Thyssen di Torino!. Un altro sviluppo è possibile?

 
 
Raffaele Pirozzi direttore giornaleonline"www.notiziesindacali.com"

Internet Saloon - Over 50

    Over 50 dietro i banchi di scuola per apprendere i segreti di Internet. Lodevole iniziativa per avvicinare il mondo degli anziani al mondo digitale. Nell'antico palazzo dei Telefoni di Stato, passato alla Sip di Via De Pretis è stato aperto il Saloon Internet, completamente gratuito. Un solo giorno, muniti di un semplice manuale, uno schermo gigante, un computer davanti, seguiti da un giovane istruttore a fare i primi passi con il mouse nel meraviglioso mondo dell'informatica scoperta per puro caso nell'ottobre del 1969 sulla costa occidentale degli Stati Uniti.
       Le sei ore di corso, la mattina nei primi rudimentali passi come l'accensione del computer e le varie funzioni della tastiera. Il pomeriggio come scrivere un testo, richiedere un dominio, inviare e ricevere e-mail (posta elettronica).
       Per i possessori del moderno mezzo di comunicazione può bastare, per gli altri la scuola dispone di una "palestra" dove per alcuni giorni, dal lunedì al venerdì, ci si può esercitare con l'ausilio di un tutor, sempre gratuitamente.
       L'iniziativa nata a Milano nel 1998, sotto il nome di "Internet Nonni & Nipoti", negli ultimi anni si è trasformata in "Internet Saloon" e, nei mesi scorsi è stata inaugurata nella nostra città la prima scuola con il patrocinio del Comune, sponsorizzata da aziende interessate in questo settore, dove gli insegnanti sono studenti universitari, esperti in informatica. In previsione l'apertura di altre cinque sedi nelle municipalità e, nel prossimo mese di giugno un corso avanzato di Internet.
       A motivare i maturi frequentatori della "palestra", la voglia di tenersi in contatto con parenti lontani tramite web camera, email, chattare, navigare, ricercare amici, leggere giornali ondine, relazionare con enti pubblici locali e nazionali.
       Soddisfazione per la direttrice dei corsi Luisa Toeschi: Il nostro metodo didattico – dichiara - consiste in lezioni brevi, mirate, che in un solo giorno spiegano concetti fondamentali, a seguire un esercizio costante nei nostri laboratori. Anche scegliere i tutor tra gli studenti vuole conferire un approccio confidenziale per i senior, ultrasessantenni".
       Internet Saloon oltre Napoli opera nelle città di Sondrio, Pavia, Catania e, in breve l'apertura di altre sedi a cura dell'Aim (Associazione Interessi Metropolitani) e la partecipazione delle società Hp Personal System Group, Microsoft e Telecom Italia e del Gruppo Bancario Credito Valtellinese.
       Come accennato Internet nacque negli Stati Uniti, in occasione dei lanci interplanetari. Nel 1965 l'Arpa lanciò un bando per la realizzazione di un sistema capace di collegare tra loro i calcolatori delle varie università impegnate in progetti di ricerca militari. Una piccola azienda realizzò i primi sistemi di interconnessione. Il collegamento avvenne tra computer di due grandi università. Nel 1972 le macchine riuscivano a parlare tra loro, nasce cosi l'era della posta elettronica.
       Oggi miliardi di pagine tra loro collegate e ricercabili ci offrono la più grande libertà mai pensata. Oltre alle parole, oggi la rete è ricca di immagini, suoni, film. Ed è solo l'inizio.
      
       Info: 0817810130
       Napoli@internetsaloon.it
mario carillo - Il Roma

Tappeti con licenza ufficiale Disney


L’e-commerce di tappeti moderni propone tra le sue collezioni i tappeti per bambini e ragazzi del noto marchio di fumetti.

Il negozio di tappeti moderni Webtappeti.it che vende online le sue collezioni, propone ai clienti la linea di tappeti per bambini e ragazzi disegnati e prodotti su licenza ufficiale della Walt Disney.
I tappeti, dai disegni originali, rappresentano i vari personaggi che hanno riscosso un grande successo presso il grande pubblico. Tra questi si possono trovare tappeti coloratissimi di Winnie the Pooh, di Bambi, di Minnie, degli Aristogatti e della Carica dei 101.
Il disegno è realizzato tramite un intarsio, per creare un effetto ottico tridimensionale.
Sono realizzati con fibre in acrilico facili da pulire ed anallergiche, che li rendono particolarmente adatti all’uso nella camera dei più piccoli.
E’ possibile trovare maggiori informazioni ed acquistare l’intera linea sul sito ufficiale di vendita online di tappeti moderni.

Dott.ssa Chiara Bardini – Responsabile Comunicazione Webtappeti.it

Webtappeti.it
Largo Ripa 6 - 24020 Ranica ( BG )

Tel 035-363252 - Fax 035-4124035
info@webtappeti.it - www.webtappeti.it


Gli integratori per lo sport Agisko sostengono il Paraciclismo

Il noto marchio di integratori naturali per lo sport sponsorizza la squadra parmense di paraciclismo di Pontetaro di Noceto.

Bioearth, punto di riferimento degli integratori naturali per lo sport con il suo marchio Agisko, annuncia il suo sostegno al Team Endurancenter Paracycling, un gruppo sportivo di atleti diversamente abili che annovera al suo interno grandi campioni italiani e mondiali di Paraciclismo.
Il team, che ha sede in provincia di Parma, utilizzerà i prodotti per lo sport del marchio Agisko, che è diventato lo sponsor tecnico per la parte relativa agli integratori.
E’ possibile reperire maggiori informazioni sul blog ufficiale di prodotti naturali Bioearth.

Dott.ssa Chiara Bardini – Responsabile Comunicazione Bioearth

Bioearth International s.r.l.
Strada Prinzera, 55
43045 Fornovo di Taro (PR)
Tel. +39 0525 3699 - Fax. +39 0525 3799
info@bioearth.it www.bioearth.it

Inaugura Anteprima Amarone millesimo 2006 Ente Fiere Verona 30 31gennaio 2010


Vino. ANTEPRIMA AMARONE MILLESIMO 2006

Verona 30 - 31 gennaio 2010

Salone Margherita Ente Fiere Verona

Amarone Vino Verona Veneto Italia Millesimo

 

Inaugura l'Anteprima dell'Amarone millesimo 2006

 

In attesa della presentazione ufficiale a Verona

 dell'annata 2006 dell'Amarone della Valpolicella e delle novità

 che hanno interessato la denominazione nel 2009,

ecco qualche anticipazione


Inaugura Anteprima dell'Amarone millesimo 2006 Ente Fiere Verona 30 31gennaio 2010

 

Secondo le indiscrezioni uscite dalla commissione del Consorzio che si è riunita venerdì 15 gennaio scorso per degustare e delineare il profilo dell'annata, il 2006 ha caratteristiche molto interessanti, ma diverse dal 2005, che evidenziano il segno del territorio rispetto al metodo di produzione.


Il bilancio di mercato del 2009 è soddisfacente: nonostante il rallentamento delle vendite agli inizi dell'anno,  i mesi successivi hanno dato risultati migliori rispetto al 2008. Un'ottima notizia per tutti i produttori che nel frattempo avevano deciso di autoridurre la quantità di uve a riposo destinate all'Amarone del 30% per mettersi al riparo da sovrapproduzioni e conseguenti cali di prezzo.


Il 2009 sarà ricordato per due tappe importanti. Il conseguimento della denominazione di origine controllata e garantita (docg) per l'Amarone, vino tra i più grandi dell'enologia italiana (e anche per il Recioto della Valpolicella) e per l'ambito riconoscimento di «Regione Vinicola dell'anno 2009» dall'autorevole rivista americana Wine Enthusiast.  Il premio sarà consegnato il 25 gennaio nelle mani di Luca Sartori, presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella, alla New York Public Library.


«Si tratta di un riconoscimento per tutta la denominazione – ha detto Luca Sartori in procinto di partire per gli Usa – che premia non solo il territorio con i suoi vini, ma anche la capacità degli imprenditori, i loro investimenti sia in vigneto che in cantina per migliorare la qualità. Siamo orgogliosi e crediamo che questo premio ci aiuterà sia nella lotta alle frodi e alla contraffazione (nel 2009 è stato smascherato un commercio di Amarone falso di oltre 1 milione di bottiglie), sia a darci migliore visibilità sui mercati anglofoni su cui puntiamo per la promozione nell'immediato futuro».

 

All'«Anteprima Amarone», organizzata dal Consorzio di Tutela Vini Valpolicella in collaborazione con la Camera di Commercio di Verona, la Banca Popolare di Verona, VeronaFiere e con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, parteciperanno 65 aziende produttrici.

Ad oggi i giornalisti accreditati sono circa 35 per la Stampa estera e oltre 110 per la stampa italiana.


Approfondimenti su: Vino. Premiere Amarone DOCG annata 2006. Passito per passione in Valpolicella  e

Amarone D.O.C.G. anteprima2006. Amaroni premiati dalle guide 2010

--
segnalato da Francesco Bonazzi per UrlTube

Cena romantica 14 febbraio 2010 - San Valentino è sempre S.Valentino

Anche quest’anno l’associazione culturale Insolitaguida promette un San Valentino davvero speciale!

L’evento è pensato per le coppie o per coppie di amici che vogliono trascorrere un S.Valentino romantico senza però rinunciare al divertimento e alla buona musica.

La cena, infatti, sarà accompagnata e allo stesso tempo completata da un duo musicale molto ricercato: “ i fantabrazileiros”:i quali promettono di far rivivere in un’unica notte il meglio della passione italiana unita a quella brasiliana, con incursioni nel repertorio partenopeo più toccante.

Ma se tanta cura è stata dedicata alla colonna sonora della serata, i palati non saranno trascurati. In cucina nulla è stato lasciato al caso: lo chef della struttura , proporrà un menù studiato appositamente per l'evento, “rubando” dalle diverse cucine internazionali portate dal garantito effetto afrodisiaco ,aggiungendoci un pizzico di tradizione napoletana.

Location prevista per l’evento è un vero e proprio “nido d’amore” alle porte di Napoli: il Complesso Le Agave di Pozzuoli, che accoglierà i fortunati ospiti con un caloroso benvenuto, visto che per la sera l’illuminazione elettrica sarà sostituita dalle più romantiche candele al fine di creare un’atmosfera unica.

L’occasione, consigliano gli organizzatori, potrebbe essere sfruttata per dedicare una poesia al proprio partner o per rivelare il proprio amore , se non addirittura per chiedere la mano; in tal caso si consiglia di contattare con largo anticipo l’organizzazione.

Il contributo di partecipazione ( cena composta da aperitivo, antipasto di terra, primo, secondo, contorno, dolce, acqua e vino, caffè) è di 30 € / persona. Al fine di far trascorrere una serata piacevole senza gravare troppo sui portafogli dei partecipanti si è pensato bene di offrire gratuitamente i servizi di parcheggio e guardaroba.

L’organizzazione ci tiene a precisare che non sarà prevista alcun doppio turno di cena permettendo di godersi la serata senza guardare l’orologio.

Dato l’esclusività dell’evento, la prenotazione è obbligatoria chiamando il 338 965 22 88 oppure visitando il sito internet www.insolitaguida.it, dove è possibile reperire ulteriori informazioni sulle attività dell’associazione.

venerdì 29 gennaio 2010

FRCProgetti - la nuova progettazione

FRCPROGETTI è la nuova piattaforma web dedicata alla progettazione edile e civile che arricchisce i suoi contenuti puntando ad una migliore visualizzazione dei progetti eseguiti.
La progettazione si evolve e grazie ai nuovi servizi offerti siamo in grado di rappresentare e trasformare in realtà un intero progetto.
Immaginate di dover realizzare la vostra casa, potete affidarci la parte di pura progettazione, partendo dal rilievo, calcoli statici, certificazione, ecc.,ma addirittura potete vivere l'esperienza di 'camminare' nella vostra abitazione.



Infatti tutti i nostri progetti sono realizzati interamente in tridimensionale, un punto di forza per noi progettisti nel valutare le migliori scelte tecniche, ma anche una visione globale e vera dei vostri sogni. Ogni vostra richiesta, su un colore, un tipo di materiale, la scleta dell'arredamento o delle luci, non sarà fatta più a caso, ma valutata con cura, perchè grazie ai nostri rendering sarete in grado di visualizzare in anteprima tutte le vostre scelte.
Visitate il nostro sito e scoprite tutti i servizi offerti o richideteci un preventivo in base alle vostre necessità.

Ecolamp illumina il Carnevale di Venezia

 

Ecolamp illumina il Carnevale di Venezia


29/01/2010. Sarà il Carnevale 'Sensation 2010' il palcoscenico delle iniziative educational e di comunicazione di Ecolamp, consorzio per il recupero e il trattamento delle sorgenti luminose esauste. Obiettivo: diffondere il comportamento virtuoso della differenziazione dei rifiuti luminosi, in particolare delle lampadine a basso consumo energetico.

La scelta di appoggiare Venezia è legata innanzitutto all'interesse e all'attenzione che da sempre la città ha dimostrato nei progetti di Ecolamp e il Carnevale è sicuramente il periodo migliore, data l'affluenza, per riuscire a coinvolgere e sensibilizzare il pubblico sull'importanza della raccolta delle lampadine a basso consumo.

La partnership ha dato vita a un progetto che vuole valorizzare la bellezza della città, soprattutto in quei giorni, cogliendone le potenzialità. Ecolamp sarà presente, per gli undici giorni del Carnevale, con sei Temporary Store dislocati nei principali sestieri, presso i quali sarà possibile trovare informazioni riguardanti il Consorzio e le sue attività.

All'interno di una struttura situata in Campo St. Angelo, verrà inoltre allestita la mostra 'Lamp&RiLamp'. I visitatori saranno accompagnati, attraverso un percorso polisensoriale suddiviso in cinque moduli, in un viaggio di sensibilizzazione e conoscenza.

E' stato inoltre bandito il concorso fotografico 'Love Game', che invita a cercare le due mascotte di Ecolamp, Voltonio e Bidonia, 14 pupazzi animati per la città, a fotografarle e a inviare la foto al sito easyecolamp.it. I fotografi parteciperanno a un'estrazione finale di un soggiorno a Venezia durante la Regata Storica in calendario a settembre. La partnership prevede inoltre operazioni di comunicazione classica sia istituzionale sia educational. Ogni iniziativa e evento del Consorzio sarà presente nel programma ufficiale o sul sito del Carnevale.

Infine, lunedì 15 febbraio si terrà presso il Palazzo del Comune una conferenza stampa nella quale verrà presentata la partnership tra Ecolamp e il Comune di Venezia, nonché i dati di raccolta dall'avvio delle operazioni attraverso le isole ecologiche comunali, con il servizio Extralamp e i collection point destinati agli installatori. Alla conferenza interverranno il direttore generale di Ecolamp, Fabrizio D'Amico, l'Assessore all'Ambiente del Comune di Venezia, Pierantonio Belcaro, e il presidente di Venezia Marketing & Eventi Piero Rosa Salva.

Ecommerce.Dysotek.Eu: fino a febbraio sconti speciali del 15%

Eccezionale offerta speciale, fino al mese di febbraio, sullo store Dysotek di servizi informatici: -15% di sconto su tutti i servizi!

CODICE: scontoweb15
SCADENZA: 28/02/2010
BONUS: 15% di sconto

Il buono sconto può essere utilizzato con un ordine di qualsiasi tipo d'importo e con qualsiasi servizio presente nel sito.
Il buono sconto è inoltre cumulabile con le altre offerte speciali presenti nel sito (per ordini di almeno 2.500 euro).
Per beneficiare dell'offerta sarà sufficiente inserire il codice "scontoweb15" in fase di checkout per ottenere subito lo sconto sul carrello.
Ricordiamo a tutti i clienti che il nostro portale di servizi informatici si rivolge esclusivamente alle imprese d'Italia con P.IVA ed offre oltre 40 servizi suddivisi nelle seguenti categorie:

# SITI
# MARKETING
# CORSI
# HOSTING
# TEMPLATE

I pagamenti dei servizi possono essere effettuati, con formula anticipata, tramite bonifico bancario e carta di credito.
Le transazioni di pagamento con carta di credito vengono gestite, in modo semplice e sicuro, tramite il sistema PayPal.
Il nostro staff è sempre a completa disposizione per qualsiasi richiesta d'assistenza con help desk attivo via telefono, n. verde, email, PEC, fax, posta e skype.

--------------------------------------

Dysotek - Web Agency

P.IVA: IT02049650696
Telefono: +39.050.984287
N. Verde (Italia): 800.135856
Fax (Italia): 178.4415041
Email: info@dysotek.net
PEC (solo da PEC a PEC): dysotek@pec.it
Skype: dysotek
Sede: Via Salemi 33, 56121 Pisa (PI)
Web (Italia): dysotek.it - webmastercf.com
Web (Internazionale): dysotek.net
Web (Store): ecommerce.dysotek.eu

Comunicati.Dysotek.Eu: il nuovo sito Dysotek di comunicati, articoli e news

Il servizio d'invio e consultazione di comunicati stampa, offerto dalla Dysotek alle aziende italiane, si rinnova e diventa più veloce, più semplice, più completo!
Oltre al rinnovato look estetico, Comunicati.Dysotek.Eu presenta una nuova interfaccia di gestione dei contenuti che lo rende molto facile da utilizzare.
Tramite l'area riservata è ora possibile accedere alla lista dei propri articoli e comunicati stampa inviati nel sito.
Sul vecchio sito, attualmente in manutenzione, sarà comunque possibile in futuro continuare a leggere gli oltre 5.000 comunicati stampa inviati fino al 16/01/2010.
Gli utenti del vecchio sito dovranno effetturare una nuova registrazione per gestire i nuovi comunicati stampa.
Come il precedente anche il nuovo sito è completamente gratuito ed automatizzato, ogni comunicato viene visualizzato online subito dopo la segnalazione.
Iscrivetevi subito al nostro nuovo servizio e promuovete gratuitamente la vostra azienda!

--------------------------------------

Dysotek - Web Agency

P.IVA: IT02049650696
Telefono: +39.050.984287
N. Verde (Italia): 800.135856
Fax (Italia): 178.4415041
Email: info@dysotek.net
PEC (solo da PEC a PEC): dysotek@pec.it
Skype: dysotek
Sede: Via Salemi 33, 56121 Pisa (PI)
Web (Italia): dysotek.it - webmastercf.com
Web (Internazionale): dysotek.net
Web (Store): ecommerce.dysotek.eu

Ha superato il milione di iscritti la Autodesk Education Community

Milano, 29 gennaio 2010 — Autodesk Inc. (NASDAQ: ADSK), leader mondiale nei software di progettazione, ingegneria ed entertainment 2D e 3D, annuncia che la propria Education Community online (www.autodesk.com/edcomunity), nata nel 2006, ha superato 1 milione di studenti e docenti iscritti e provenienti da 28 mila scuole presenti in 147 paesi.

L'Autodesk Education Community rappresenta l'impegno tangibile e costante di Autodesk a supportare studenti e docenti offrendo loro le migliori tecnologie e risorse didattiche. Gli iscritti hanno, infatti, la possibilità di scaricare gratuitamente le versioni 2010 di oltre 25 software Autodesk (inclusi Autodesk 3ds Max, Autodesk 3ds Max Design e Autodesk Maya), accedere a risorse di formazione di alto livello (fra cui manuali di istruzione, workbook, data set e video), condividere i progetti con i propri colleghi su scala mondiale e visionare offerte di stage e lavoro in campo architettonico, ingegneristico e nelle arti digitali.

"Siamo felici di annunciare che l'Education Community di Autodesk ha raggiunto questo straordinario risultato. La sua rapida e costante crescita è la dimostrazione degli sforzi e degli investimenti effettuati da Autodesk nel settore education," afferma Joe Astroth, Ph.D., vice president of Learning and Education. "La community offre a studenti e docenti l'opportunità di imparare come utilizzare al meglio le tecnologie che sono impiegate nelle più importanti industrie del mondo, condividere idee e progetti con i propri colleghi a livello internazionale, consentire esperienze di formazione più significative, globali e interattive. La nostra missione è quella di dare alle scuole e alle università la possibilità di accedere alle competenze tecnologiche e alle risorse formative necessarie per preparare gli studenti a carriere professionali di successo"

Per ulteriori informazioni sull'impegno di Autodesk Education e sui progetti delle scuole in Europa, Medio-Oriente e Africa, visitare il sito www.autodesk.com/education-emea

********

Informazioni su Autodesk Education
Autodesk è costantemente impegnata in ambito accademico fornendo a docenti e studenti potenti software di progettazione 2D e 3D, programmi innovativi e risorse pensate per incentivare la nuova generazione di professionisti a sperimentare le proprie idee prima della loro effettiva realizzazione.
Supportando la formazione nelle aree della scienza, della tecnologia, dell'ingegneria, della matematica e della comunicazione visiva, Autodesk offre agli studenti la possibilità di sviluppare competenze essenziali a livello accademico e professionale. Autodesk supporta scuole e istituzioni in tutto il mondo con offerte, programmi, training, curriculum di sviluppo e risorse disponibili su un portale dedicato (www.autodesk.it/education).

Informazioni su Autodesk
Autodesk Inc. è leader mondiale nella fornitura di software per la progettazione, l'ingegneria e l'intrattenimento 2D e 3D per il mercati manifatturiero, architettonico ed edilizio, dei mezzi di comunicazione e dello spettacolo. Sin dall'introduzione di AutoCAD nel 1982, Autodesk ha sviluppato la più ampia gamma di soluzioni per la creazione di prototipi digitali all'avanguardia per permettere ai clienti di sperimentare le loro idee prima di metterle in pratica. Le aziende Fortune 1000, così come tutti i vincitori degli Academy Award® per gli effetti speciali, si affidano ad Autodesk per gli strumenti di visualizzazione, simulazione e analisi di prestazioni reali nelle prime fasi del processo di progettazione per risparmiare tempo e denaro, migliorare la qualità e favorire le innovazioni.  Per ulteriori informazioni su Autodesk, visitare www.autodesk.it

# # #

* I software gratuiti sono soggetti ai termini e alle condizioni stabilite dagli accordi di licenza per l'utente finale relativi al download del software.
Autodesk, AutoCAD, Maya e 3ds Max sono marchi o marchi registrati di Autodesk negli Stati Uniti e/o in altri paesi. Academy Award è un marchio registrato di Academy of Motion Picture Arts and Sciences. Tutti gli altri nomi, nomi di prodotto o marchi appartengono ai rispettivi proprietari.
Autodesk si riserva il diritto di modificare la propria offerta di prodotti e le specifiche in ogni momento e senza preavviso e non è responsabile per errori tipografici o grafici che potrebbero apparire in questo documento.

© 2009 Autodesk, Inc. Diritti riservati.

Disoccupazione, un fantasma sempre più presente nella Sicilia di Canepa


L’Isola dell’orgoglio Sicilianista e del mancato sviluppo economico del dopoguerra stà vivendo nell’ultimo periodo uno dei momenti più neri della sua storia. I posti di lavoro si riducono sempre più e la scure della disoccupazione si acuisce diventando un vera piaga sociale. Sebbene i dati Istat relativi al 3 trimestre 2009 forniscono un dato totale del 13.3% di disoccupazione in Sicilia, migliaia di famiglie anelano fame e pane per i propri figli perché manca lo strumento principe”Il Lavoro”dettato ipoteticamente dalla costituzione della repubblica Italiana negli articoli 1 e 4. Tutti oramai si rendono conto che la perdita del Treno dell’autonomismo indipendente di Canepa, perso nel dopoguerra dalla Sicilia è stato letale per il suo futuro economico. Oggi i fatti della Fiat di Termini Imerese e del Petrolchimico di Gela ne sono l’esempio. Riguardo il caso Fiat-Sicilia da un’ ipotesi lontana e per alcuni impossibile, oggi siamo arrivati ad una realtà. Il futuro in negativo di tanti lavoratori Siciliani, infatti, è stato sancito con l’accordo di Fiat-Chrysler .Un accordo che in America sembra avere salvato milioni di posti di lavoro mentre dalle nostre parti migliaia di lavoratori ritorneranno a passeggiare per le strade e nel loro bisogno di vita alimenteranno le facili ed allettanti proposte della Mafia e del lavoro nero. L’Italia in questo senso ha saputo solo ed a spese dei cittadini Siciliani alimentare milioni di contributi a fondo perduto verso la Fiat che è stata aiutata più volte per assicurare i posti di lavoro, che invece ad oggi saranno ridotti di circa 30.000 unità in tutta l’Italia. Ma allora tutti si chiedono perchè lo stato con i soldi dei contribuenti ha fatto da anni solo gli interessi della famiglia Agnelli? Le stesse cifre astronomiche potevano essere investite nella pubblica amministrazione creando nuovi servizi e benessere globale per i cittadini? Domande importanti che si incardinano nello stesso spirito costituzionale ad oggi disatteso per una Repubblica Italiana fondata sul lavoro. La richiesta a questo punto di nuovi incentivi per l’auto deve essere bocciata dai parlamentari Siciliani perché i guadagni della Fiat avuti nel 2009 non sono appannaggio di un programma di sviluppo dell’Azienda in Sicilia e quindi tutti i Siciliani che si rispettano devono guardare verso altri lidi che possano dare lavoro e sviluppo economico al Popolo Siciliano. Intanto un’altro fronte quello Occidentale compare nel piano di disoccupazione dell’Isola quello della Raffineria di Gela avamposto dell’Eni nel mediterraneo dove nell’ultimo periodo circa 600 persone rischiano il posto di lavoro. I licenziamenti sono alle porte e Febbraio rappresenterà l’inizio di un piano di smantellamento delle aziende che lavorano nell’indotto del Petrolchimico. Tra le cause il mancato finanziamento da parte del Ministero dell’Ambiente dei 500 milioni di euro per la messa in sicurezza degli Impianti e quindi il blocco delle commesse per gran parte delle aziende di Gela che operano all’interno della raffineria. Molti i dubbi dei lavoratori su questa facciata giornalistica, alcuni infatti nell’esasperato bisogno di lavoro credono che ci sia un disegno che viene da Roma che tende a collassare le Aziende di Gela per poi sostituirle con delle Multinazionali che dovrebbero operare in maniera univoca nella manutenzione del Petrolchimico e con costi minori. Solo dubbi naturalmente che però anche in questo altro caso Siciliano si trasformano in Disoccupazione. Tra le note di tutto questo anche una problematica importante quella dei vincoli ambientali e paesaggistici “Sic e Zps” che per colpa di una penna impazzita e forse su consiglio anche di alcune associazioni faunistiche locali ha posto l’Assessorato al Territorio e Ambiente nelle condizioni di decretare l’insediamento industriale sotto i vincoli Sic e Zps, cosa che certamente ha pesato sulle decisioni del Ministero dell’Ambiente. Nota di cronaca a Gela sembrano esistere 40.000 disoccupati su una popolazione di circa 75.000 abitanti. Certamente queste non sono le sole realtà che attualmente possono fare schizzare il dato Istat Siciliano al 40%,infatti molte condizioni sono disattese dal sottobosco del lavoro nero che in Sicilia ancora è presente. Una certezza a questo punto per i tanti lavoratori siciliani è che il fantasma della disoccupazione sembra avvicinarsi sempre più creando un vero disagio sociale.


Maurizio Cirignotta

INCHIESTA SULLA VIOLENZA SULLE DONNE.

 

La Dott.ssa Antonella Lopreiato è da tempo che conduce inchieste sui vari fenomeni sociali e per questo invito i lettori questo "importante articolo"

Il direttore

Raffaele Pirozzi


LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA.

di Lopreiato Antonella


Com'è difficile ricordare con rassegnazione i brutti pensieri, fatti successi nel nostro passato che ci hanno sconvolto e che nemmeno osiamo immaginare che una persona li abbia commessi proprio su di noi che non lo meritiamo. Nel corso dell'indagine sulle violenze che ho affrontato con profondo dolore intervistando a caso delle persone vittime di violenza ho subito dato modo di sfogare i loro istinti e dare voce alle loro parole così da regalare un respiro a chi si sente solo e abbandonato e a chi pensa che questo mondo è fatto solo di gente "cattiva". Nel proporre le domande a coloro che erano vittime, ho notato come la loro voce fosse tremante e il loro animo sofferente. Non importa cosa abbia imparato io ma quello che ho regalato a queste donne, la libertà di esprimere le loro opinioni e in qualche modo dare voce al più debole, e non per questo, fragile animo che si riversa in una società fredda e staccata dal mondo. Non si può esigere la totale dedizione alle loro facce ma la comprensione di chi non vuole essere dimenticato, di chi vuole rinascere e di chi non vuole più violenza. Una donna in particolare mi raccontò la sua storia e ne rimasi colpita, quasi fosse un angelo che dalle ali spoglie, rimane intorpidito, frenante e ostacolato dall'andare avanti nella vita. La riconobbi come se fosse stata una mia cara conoscente eppure quella donna mi ha insegnato tanto. Ella afferma "Nell'educare il mondo gli antenati si sono dimenticati di una cosa sola, la donna". Eppure ella sa che in molte occasioni sono successi accadimenti che non dovevano destare alcun dubbio che fossero anomali e incomprensibili ma sono successe e purtroppo succedono ancora. Ci sono uomini che osano ripudiare la loro donna, che la maltrattano e la fanno sentire inerme, sola e inutile. La donna è colei che come un fiore sfugge allo sguardo a volte indignato, senza motivo, dell'uomo. L'uomo inutile, invidioso e cattivo esiste ed è dappertutto. L'uomo chi violenta lo stato d'animo di una persona per bene purtroppo esiste e la cosa che desta più rabbia è che questo "essere" non si rende conto del male che lascia dentro. Come un pugno logorante, nei giorni che passano, rimane dentro, un dramma incomprensibile, vergognoso e ripudiante che fa sentire la donna inutile. Ma non è così, non è la donna che deve pagare i mali che fa l'uomo violento. Chi commette violenza deve pagare perché ha rovinato un animo puro, ha reso le sue giornate cupe e piene di dolore. Non si può dimenticare, si deve agire contro i sopprusi e i maltrattamenti, "se non lo fa lo Stato ci dobbiamo pensare noi donne". "Non permettere mai più un comportamento di perdono a queste violenze" perché in un secondo momento "saranno più pesanti". Sono le voci di una donna che nell'estate di qualche anno fa si è trovata nell'inferno di un uomo che la torturava e la prendeva a pugni. Parlando mi raccontò un episodio sconvolgente: "ero nella sua camera che dormivo, avevo freddo e gli chiesi una coperta così lui si alzò e mi riempì di botte. "Quella notte piansi, così tanto che mi minacciò, se non la piantavo l'avrebbe fatto ancora"; "un altro episodio è quando tentò di soffocarmi prendendomi dal collo, ero quasi priva di sensi quando si avvicinò un uomo per levargli le mani dal mio povero collo"; "..ero nella mia stanza quando mi lanciò un bicchiere di vetro e per un pelo non mi prese o quando giorno del mio compleanno mi buttò un pugno sul ginocchio che mi rimase per sempre dolorante e con un difetto all'osso"… "la parte più commovente è quando tutto a un tratto se non riusciva a guadagnare soldi o scopriva che un suo conoscente o addirittura amico, aveva trovato lavoro, si arrabbiava così tanto e mi offendeva fino alle botte o alla violenza psicologica"… "una sera mi ricordo che mi dette così tanti pugni alla testa che finì in ospedale, i medici mi trovarono il cranio con diversi ematomi. Fortunatamente non ebbi bisogno di operazioni ma dovetti curarmi e ancora a volte mi fa male la testa". "Chi mi ridarà la mia vita? Cosa può sapere la gente quello che ho vissuto? I nostri conoscenti e amici sanno solo le sue menzogne e le telefonate che registrava di quando ero sconvolta e non capivo come difendermi, ero presa dalla furia, dal troppo dolore, dall'ingiustizia di un malato mentale"…"ricordo che alla fine quando ebbi il coraggio di lasciarlo, lui fece di tutto per rovinare la mia reputazione. Cercò in tutti i modi di raggirarmi e manipolarmi perché lui agli occhi degli amici doveva sembrare la vittima innocente. Mi minacciò, mi usò come un giocattolo tra le sue mani. Era lui che si procurava i nemici ma faceva in modo che quella che li allontanava ero io perché doveva giustificarsi in qualche modo"…"voleva sfuggire dalla sua psiche contorta e malata". Accennando i vari episodi la donna può rendersi conto che da un piccolo gesto o da un piccolo episodio si ripeteranno episodi più gravi come rischiare la vita finendo in ospedale piena di lividi ed ematomi o nel peggiore dei casi la morte. Bisogna denunciare i mali che vengono fatte alle donne, da sole non ce la possono fare. Le associazioni a riguardo hanno preso le difese ma non basta. Esistono le violenze psicologiche che rovinano lo stato mentale della donna. L'esempio sopra menzionato purtroppo è un caso reale che deve far riflettere tutti. Quella povera donna cercava aiuto, lo lasciava sempre ma poi purtroppo tornava insieme perché veniva abbindolata dalle sue promesse e i suoi giuramenti e i suoi continui pedinamenti. La paura che le avrebbe fatto più male la costringevano a tornare insieme a lui, dicendo ai familiari che era tutta colpa sua. "pensava di amarlo perché non immaginava che l'amore fosse tutt'altro, lui le giustificava ogni cosa, facendola sentire in difetto…Le giurava che non l'avrebbe più fatto. Purtroppo chi è violento lo è per sempre, se non lo esprime in un modo, prima o poi lo esprimerà in un altro. Quella donna non lo amava ma sperava almeno di trovare pace, quella pace che lo stesso uomo gli aveva promesso e che non ha mai mantenuto. Ora è veramente felice lontano da lui. Quello che è successo a questa donna purtroppo non è stato denunciato ma pensate quante volte ancora si ripeterà se non si prenderanno provvedimenti seri ed immediati. Ora ella ha un solo desiderio, scrivere la sua storia, per fare in modo che le donne non subiscano più quello che purtroppo è toccato a lei e a tante altre. La giovane afferma con fermezza: "donne non dovete stare zitte ribellatevi a questi sopprusi, questo non è amore, le persone così non riusciranno mai ad amare, pretendono solo quello che interessa a loro e a voi vi useranno come pedine per il loro sporco gioco del successo".



 
 
Raffaele Pirozzi direttore giornaleonline"www.notiziesindacali.com"

giovedì 28 gennaio 2010

VALERIA MARINI ALZA LO SHARE

VALERIA MARINI 

TALENT SCOUT PER RAIUNO 

DALL'8 GENNAIO AL FIANCO DI PUPO NE "I RACCOMANDATI" 
 
 

Terminata con successo l'esperienza di "Domenica In" (che riprenderà a marzo) Valeria Marini torna su RaiUno, in prima serata, come talent scout nel programma "I Raccomandati", condotto da Pupo. Dall'8 gennaio la Marini andrà in giro per l'Italia a caccia di talenti da proporre in trasmissione ogni venerdì sera.

Nel cast anche Emanuele Filiberto e Georgia Luzi.

"Mi sto molto divertendo a girare per l'Italia a caccia di nuovi talenti! Ovviamente ogni volta che arrivo in un paese mi accolgono il Sindaco, la banda e una folla immensa di persone! Ed io arrivo in grande stile a bordo di una limousine".

La Marini sta vivendo un periodo d'oro della sua carriera: oltre ad essersi affermata come conduttrice Rai, continua con successo la produzione di una sua linea di abiti, Seduzioni Diamonds, e il tour al fianco di Gigi D'Alessio (come testimonial della Lambretta), mentre è impegnata in Spagna sul set di un nuovo film presto nelle sale cinematografiche, "I want to be a soldier".

Nel film, da lei co-prodotto, la Marini veste i panni di una insegnante alle prese con i giovani e le loro difficoltà quotidiane. Il film, prodotto dalla Eagle Pictures, è diretto dal regista spagnolo Cristian Molina. Nel cast anche l'attore Danny Glover. La Marini è l'unica attrice italiana del cast

Brillante, solare, curiosa, sempre in cerca di nuovi territori nei quali sperimentare le proprie capacità, il 21 (ore 12), 22 e 23 marzo (ore 10,30) sarà al fianco del Maestro Franco Petracchi, uno dei più famosi contrabbassisti italiani al mondo, che la dirigerà nell'interpretazione di "Pierino e il Lupo" di Prokofiev. Al suo fianco la JuniOrchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Nonostante i numerosi impegni Valeria Marini si dedica anche agli altri attraverso la Associazione AMRI (Associazione per le malattie reumatiche infantili), di cui è testimonial (www.amri.it). 
 

Scuola: Dove finisce il contributo volontario deii genitori?

 
 

SCUOLA: DOVE VA A FINIRE IL

 

CONTRIBUTO VOLONTARIO DEI GENITORI?

 

 

 

Una raffica di domande sul contributo volontario e sul ruolo dei genitori a scuola: ecco la reazione più immediata all'incontro "Bilancio delle scuole: tutto quello che avresti voluto sapere…" che gli esperti dell'A.Ge. Toscana hanno tenuto ad Arezzo in collaborazione con la Consulta Provinciale dei Genitori.

"I genitori non hanno chiaro che il contributo è volontario e che nessuno può pretendere nulla da loro nella scuola dell'obbligo, a parte la quota assicurativa –afferma Rita Manzani Di Goro, presidente dell'associazione genitori A.Ge. Toscana- inoltre le famiglie hanno diritto di sapere come vengono utilizzati i loro soldi. Il suggerimento che abbiamo dato e che molti presidenti dei Consigli d'istituto hanno accolto con favore è stato quello di deliberare i criteri di utilizzo del contributo volontario, finalizzandolo alle attività didattiche. In questo modo i genitori contribuiscono volentieri a tutto vantaggio della qualità dell'offerta formativa".


Per rispondere alle tante richieste giunte dalle varie province della Toscana sono stati organizzati due nuovi incontri su "Il Bilancio delle Scuole visto dai genitori" a PISTOIA presso l'IPSIA "A. Pacinotti", Corso A. Gramsci 71, martedì 2 febbraio dalle ore 17 alle ore 19 e a FIRENZE presso l'I.T.T. "Marco Polo", Via S. Bartolo a Cintoia 19/a, venerdì 5 febbraio dalle ore 17 alle ore 19, nel corso dei quali saranno distribuiti materiali informativi.

 

L'A.Ge. Toscana mette inoltre a disposizione un servizio gratuito di consulenza, cui si può accedere inviando un quesito ad agetoscana@age.it, e la guida al Programma annuale 2010 pubblicata sul sito www.agetoscana.it nella rubrica Speciale Bilancio delle scuole.

 

 

 

agetoscana@age.it

www.agetoscana.it

328 8424375

Moratoria tonno rosso: Sottosegretario Buonfiglio incontra organizzazioni di categoria il 1° febbraio

Moratoria per il tonno rosso: per il primo febbraio è previsto l'incontro con le organizzazioni di categoria

 

Le organizzazioni dei pescatori si dichiarano soddisfatte per la moratoria sul tonno rosso proposta dal Sottosegretario On. Antonio Buonfiglio, in base alla quale è prevista la sospensione della pesca 'a circuizione' - maggiormente invasiva - a cui sono destinate circa 1500 tonnellate di pescato sulle 1935 totali come stabilito in seguito all'ultimo meeting dell'Iccat a Recife.

Fra le motivazioni della proposta vi è il fatto che la pesca nostrana non sia ancora pronta, con 49 barche operative, per affrontare la campagna 2010 con le quote assegnate all'Italia. Nonostante i presidenti delle organizzazioni di categoria sottolineino la necessità di forme di compensazione economica a garanzia della sopravvivenza del comparto, questi si dicono ugualmente soddisfatti per una politica volta a ribaltare la strategia europea di distruzione dell'economia ittica.

Lunedì primo febbraio è prevista, presso la sede del Mipaaf in Via XX Settembre, la Commissione consultiva centrale nel corso della quale il Sottosegretario Buonfiglio incontrerà le organizzazioni di categoria.

 

Roma, 28 gennaio 2010

 

Inaugurazione Teatro San Carlo - Napoli

  Il San Carlo torna agli antichi splendori. Sessantacinque milioni di spesa, meno di due anni di lavori, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, mercoledì 27 gennaio, il vernissage del "più bel teatro del mondo", così come nel 1817 volle definirlo Stendhal.

    "La clemenza di Tito" di Wolfgang Amadeus Mozart con il maestro Jeffrey Tate alla direzione dell'orchestra per la regia di Luca Ronconi, ha dato il via alla nuova stagione del più antico teatro lirico d'Europa. I costumi creati dal couturier Emanuel Ungaro, le scene di Margherita Palli, le luci del light designer A. J. Weissbard, il maestro Salvatore Caputo alla direzione del coro, con Gregory Kunde, nel ruolo di Tito, affiancato in scena da Teresa Romano, Elena Monti, Monica Bacelli, Vito Priante e Francesca Russo Ermolli. Musicata su libretto di Caterino Tommaso Mazzolà.

    L'opera ebbe la sua prima rappresentazione il 6 settembre del 1791, al Nationaltheater di Praga, in occasione dell'incoronazione di Leopoldo II a re di Boemia. Proprio al Teatro di San Carlo, il 14 maggio del 1809, si tenne la "prima" italiana con le scenografie dello stesso Niccolini che, nel medesimo anno, aveva progettato la nuova facciata del teatro e che ne avrebbe in seguito curato la ricostruzione.

     Nel palco d'onore, con Napolitano la signora Clio, il sottosegretario Gianni Letta, in rappresentanza del governo, Antonio Bassolino, presidente della Regione, Rosa Russo Iervolino, sindaco di Napoli, Luigi Cesaro, presidente della Provincia, il cardinale Crescenzio Sepe, l'ètoile Roberto Bolle. A fare gli onori di casa il commissario del Massimo, Salvatore Nastasi, coordinatore dell'immane lavoro di restauro.

     "Oggi il San Carlo è un teatro tecnologicamente avanzato – afferma il presidente della repubblica - come lo sono pochi altri in Italia, in Europa e nel mondo". Ci sono tutte le condizioni perché operi ai massimi livelli", aggiunge. "Un'acustica unica e splendida, un patrimonio da tutelare con cura", raccomanda Salvatore Accardo. Una cassa armonica perfetta, dice Riccardo Muti.

   "Una bellezza strabiliante", il commento del giornalista inglese del Guardian.  Plauso anche dallo scelto pubblico nel constatare l'eccellenza dei delicati e complessi lavori di restauro, ristrutturazione interna e ammodernamento tecnologico della macchina scenica, che hanno interessato la sala, i palchi, il palcoscenico e tutti gli spazi interni alla settecentesca struttura. Lavori all'avanguardia, la torre scenica su tredici livelli di cui tre sotto il livello stradale, impianto di climatizzazione, ottanta motori per movimentare le scene, sessanta chilometri di cavi per le mille prese per le luci. Una ristrutturazione radicale che, nel rispetto delle originarie architetture ricostruite dopo il devastante incendio del 1816 dall'architetto Antonio Niccolini, lo ha però trasformato in uno dei teatri in assoluto tra i più moderni al mondo.

   Successo per la vendita dei biglietti, maggiore dei biglietti d'invito. "La clemenza di Tito", dopo la "prima" sarà replicata il 29 e 31 gennaio e il 2 e 4 febbraio.

Info: www.teatrosancarlo.it

 

mario carillo - napoli-news.net

 

 

 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI