Cerca nel sito

lunedì 13 giugno 2016

Il caffè, dopo Orlando

"Due uomini che si baciano, mi fanno schifo! Si dovrebbero vergognare!!" A questa frase pronunciata ieri tra due clienti, mia madre si è rifiutata di servire il caffè. Senza alcun problema ha detto "la macchina del caffè non funziona".

Quando ho chiesto il perché del rifiuto, lei mi ha risposto "Ho fatto molta fatica per non prenderli a schiaffi. era come insultassero te con l'arroganza di non conoscere nulla. Io e papà  ti abbiamo insegnato, sin piccolo quando ti portavamo in campeggio, ad vivere in mezzo a persone di diverse nazionalità, culture e religioni. A non discriminare per alcun motivo chi era vicino a te e a conoscere ogni persona per quello che è non per quello che fa"

Oggi alla luce di quanto successo a Orlando, ripenso a queste parole  e  capisco che nel rifiuto di mia madre, c'è tutto il mio orgoglio. Il quel gesto c'è il disprezzo verso chi si arroga il diritto di decidere della vita altrui entrando in una discoteca e sparando senza limiti. Li in quel luogo dove per molti, si può baciare una persona del proprio sesso, senza sentirsi aggrediti o derisi. Rappresenta una sorta di isola felice, una boccata di ossigeno prima di uscire nel conformismo che la società impone.

Ecco, credo che proprio questo conformismo sia il combustibile per stragi come quella di Orlando e l'ignoranza il comburente. Orrori, sofferenza e dolore sono molto più vicini di quello che possiamo pensare. Si alimentano con quei "clienti" di mia madre, con "io sono tollerante purché lo facciano a casa loro",  con "quello è un frocio!", con "ci sono problemi molto più importanti". Non ci credete? Provate a vestire i panni di un Gay o di una Lesbica, per una settimana e mettere un registratore nella tasca della giacca di chi vi circonda. Scoprirete quanti "Orlando" sono vicini a voi.



il bubris cristiano fabris


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI