Cerca nel sito

martedì 21 giugno 2016

People counter: il primo sistema a prova di “furbetti” del cartellino è MadeInItaly


SOLARI UDINE

L'unica tecnologia evoluta a prova di "furbetti" del cartellino

Il primo sistema che integra rilevazione presenze e conteggio persone

Garantisce anche la sicurezza dell'edificio monitorando il numero di presenze in caso di emergenza


Mentre il governo dichiara tolleranza zero verso agli assenteisti del pubblico impiego, è già pronta e 100% made in Italy la soluzione di controllo e sicurezza che unisce il monitoraggio degli accessi e quello del numero delle presenze in tempo reale negli edifici e nelle aree controllate.

Il 15 giugno il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il cosiddetto "decreto fannulloni" che inasprisce le sanzioni e velocizza i licenziamenti nei confronti di quanti timbrano il cartellino per poi assentarsi dal posto di lavoro.

Solari di Udine ha realizzato una soluzione presentata ad ExpoSanità a fine maggio che integra in un unico sistema il rilevamento delle presenze e il conteggio delle persone: mentre il terminale registra ingresso o uscita mediante il badge di riconoscimento, il people counter determina e aggiorna in tempo reale il numero di chi esce o entra nell'edificio o nell'area. Ciò significa che se un lavoratore timbra per sé e per altre persone in entrata o in uscita, il sistema segnala immediatamente l'anomalia tra i due dati, ovvero tra il numero di persone che hanno strisciato e il numero reale di persone entrate/uscite.

In questo modo si previene il comportamento scorretto di chi si presenta davanti al terminale di rilevazione presenze con un mazzo di badge per "timbrare" anche per gli assenti.

Oltre a ciò, il sistema Solari risponde completamente alla normativa sulla privacy in base alla quale è vietato memorizzare i dati biometrici (impronte digitali, ecc..) garantendo tuttavia la sua efficacia senza invadere la sfera privata delle persone.    
In caso di difformità tra entrate/uscite, il sistema è in grado di segnalare in tempo reale via SMS o mail le incongruenze registrate.

Così facendo, si contribuisce a tutelare anche il ruolo dei dirigenti pubblici che, secondo le nuove norme, rischiano di essere pesantemente sanzionati fino a perdere il posto di lavoro se non segnalano l'irregolarità sulle timbrature delle presenze da parte dei dipendenti (la cosiddetta falsa attestazione di servizio).

A ciò si aggiunge che la soluzione proposta da Solari è uno strumento fondamentale di sicurezza in caso di emergenze (incendio, terremoto, atto terroristico) perché fornisce ai soccorsi l'esatto numero delle persone presenti sul posto.  

Solari ha già provveduto a depositare domanda di brevetto per invenzione industriale dell'intero sistema Hardware e Software proseguendo così nella sua tradizione di leader nella gestione delle presenze del personale cominciata fin dalla fine degli anni quaranta con i primi timbracartellini meccanici.




Solari progetta e produce esclusivamente in Italia nel proprio stabilimento di Udine. È un'azienda globale capace di competere con i grandi player internazionali grazie alla flessibilità produttiva e all'approccio sartoriale di ogni progetto che tiene conto delle esigenze del singolo cliente. Il design distingue da sempre le realizzazioni Solari, inconfondibili in ogni parte del mondo e  veri e propri simboli del Made in Italy.
Nata nel 1725 per la produzione di orologi da torre e da campanile, oggi Solari di Udine progetta e produce sistemi per la visualizzazione del tempo e delle informazioni al pubblico utilizzati in tutto il mondo negli aeroporti, nelle stazioni e nel trasporto pubblico, nelle grandi strutture pubbliche, negli uffici, nelle città e nei servizi alla comunità.  






--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI