Cerca nel sito

venerdì 15 luglio 2016

Consegnati a Roma dal viceministro Olivero i Premi Biol 2016

Epilogo della XXI edizione, che a marzo ha visto in gara a Lecce 401 extravergini di 16 Paesi

Al Minisitero dell'Agricoltura la cerimonia finale del concorso internazionale per oli biologici. Presentala la Guida mondiale degli extravergini bio 



BARI – "I Premi Biol sono riconoscimenti importanti, certificano la grande qualità e l'eccellenza degli oli biologici: oltre che essere un vanto per il nostro Paese, nel mondo rappresentano produzioni di alto valore alimentare". 

Così il vice ministro alle Politiche agricole Andrea Olivero, alla cerimonia di premiazione del XXI Premio Biol, tenutasi a Roma, nella Sala Cavour del Ministero dell'Agricoltura. 

Scranni riempiti da produttori, operatori e stakeholder, italiani ed esteri, per i riconoscimenti del concorso internazionale riservato agli extravergini biologici organizzato dal CIBi e promosso da Camera di Commercio di Bari e Regione Puglia - Assessorato all'Agricoltura, epilogo della kermesse che a marzo ha visto per quattro giorni in gara a Lecce 401 oli di 16 Paesi.

A consegnare i premi, il coordinatore del Biol Nino Paparella, che ha espresso grande soddisfazione per "gli attestati di stima del vice ministro e di tutto il suo entourage, particolarmente colpiti dalla qualità del Biol e dal seguito che è in grado di muovere". 

La cerimonia è stata aperta da un minuto di raccoglimento per le vittime del disastro ferroviario in Puglia, motivo che ha trattenuto in Puglia l'assessore all'Agricoltura della Regione Puglia Leonardo Di Gioa, come ha lui stesso spiegato in un toccante messaggio di saluto inviato per l'evento.

Durante l'incontro, a ritirare i premi principali assegnati dalla Giuria internazionale sono stati i produttori dei due oli ex aequo sul gradino più alto del podio: Filippo Alampi per l'olio fiorentino "Guadagnolo" della Fattoria Ramerino, e i coniugi andalusi Vañó per il "Picual" dell'azienda Castillo de Canena (primo olio biodinamico - certificato Demeter - a vincere il Biol). 

Per entranbi una particolare opera dell'ecodesigner barese Semmy Marziliano: un blocco lavorato di un olivo di circa 250 anni - parte di una branca più grande spezzatasi per cause naturali nell'area tra Gallipoli e Nardò.

Pergamene per tutti gli altri: per il terzo posto, andato al pugliese Savino Agresti per l'"Eccelso" dell'azienda andriese Agrolio; per il vincitore del Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e marketing), lo spagnolo "Soleale" dalla caratteristica etichetta anche in braille; per il vincitore del BiolKids (progetto che con percorsi formativi e laboratori d'assaggio di oli bio ha coinvolto in sette regioni oltre 1.300 ragazzi di 27 scuole primarie), ossia il greco "Olvia"; e per i tanti vincitori, infine, dei Biol Territorio, eccellenze per aree geografiche italiane ed estere (dettagli su www.premiobiol.it).

Nell'occasione è stata illustrata in anteprima l'ultima edizione della Guida mondiale dei migliori extravergini bio, con schede e profili sensoriali dei vincitori e degli oli aggiudicatisi le Medaglie Extragold: di fatto, una summa del panorama bio-olivicolo mondiale, che sarà poi presentata anche nelle principali fiere internazionali, dal BioFach di Norimberga al Sana di Bologna.

Il Premio Biol è patrocinato da Ministero delle Politiche Agricole, Ifoam, AgribioMediterraneo, Associazione BiolItalia e Consorzio Puglia Natura.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI