Cerca nel sito

domenica 10 luglio 2016

NTT DATA e Canon insieme per il crowfunding della Biblioteca Apostolica Vaticana

Tokyo e Roma, 10 luglio 2016 – È stato annunciato l'8 luglio l'accordo tra la Biblioteca Apostolica Vaticana, Digita Vaticana, NTT DATA Corporation e Canon per regalare delle fedeli riproduzioni di un raro manoscritto di 1600 anni fa, il Folio 22 recto dal Virgilio Vaticano, alle prime duecento persone o organizzazioni che effettueranno una donazione pari o superiore a 500 euro a supporto del progetto di digitalizzazione dei manoscritti della Biblioteca Vaticana.


Il Virgilio Vaticano, uno dei più antichi manoscritti esistenti, risale al 400 d.C. e contiene frammenti dell'Eneide e delle Georgiche di Virgilio, con 76 pagine e 50 illustrazioni. In origine, è molto probabile che comprendesse tutte le opere canoniche del poeta latino. Il Folio 22 recto contiene un'illustrazione dell'Eneide in cui Creusa cerca di trattenere suo marito Enea dalla battaglia.

Le riproduzioni daranno l'impressione di avere tra le mani l'opera originale. Le donazioni potranno essere effettuate tramite Digita Vaticana (www.digitavaticana.org), un'Associazione no-profit che raccoglie fondi per la digitalizzazione della Biblioteca Vaticana. A partire da oggi, effettuando la donazione, sarà possibile "prenotare" la propria riproduzione che l'Associazione invierà ai suoi sostenitori nel mese di settembre.

Il processo di digitalizzazione, che si avvale della tecnologia di NTT DATA, permette di avere delle riproduzioni molto fedeli del manoscritto, grazie anche alla combinazione della tecnologia di elaborazione delle immagini di Canon con la tecnologia di stampa di Océ, azienda che fa parte dello stesso gruppo Canon. Questa collaborazione dimostra come le tecnologie più avanzate possano essere utilizzate per conservare e condividere gli antichi tesori di un patrimonio culturale universale.

NTT DATA collabora al progetto di digitalizzazione della Biblioteca Apostolica Vaticana dall'aprile 2014. Il progetto mira a conservare circa 3.000 antichi manoscritti e a renderli disponibili agli studiosi e agli utenti di tutto il mondo.

"Siamo onorati di mettere le nostre tecnologie a disposizione della Biblioteca Apostolica Vaticana per aiutarla a preservare e tramandare alle generazioni future questo insostituibile patrimonio culturale" ha dichiarato Toshio Iwamoto, Presidente e CEO di NTT DATA. "NTT DATA continuerà a far leva sulla propria esperienza digitale per sostenere l'arte e il mondo accademico, a beneficio delle future generazioni".

"La nostra Biblioteca è un importante centro della cultura globale dell'umanità" ha dichiarato Monsignor Cesare Pasini, Prefetto della Biblioteca Apostolica Vaticana. "Siamo molto soddisfatti del processo di archiviazione digitale, che renderà questi meravigliosi manoscritti accessibili a tutto il mondo, rafforzando un profondo spirito di condivisione per un patrimonio universale che appartiene all'intero genere umano".

"Ogni donazione sarà utilizzata per sostenere la nostra missione: preservare gli inestimabili manoscritti della Biblioteca Apostolica Vaticana" ha dichiarato Maite Bulgari, Presidente di Digita Vaticana. "La riproduzione, che verrà inviata a 200 donatori, consentirà alle persone di capire come la digitalizzazione e le nuove tecnologie siano in grado di catturare l'aspetto reale e l'essenza di una pagina di un antico manoscritto di 1.600 anni fa".

"Siamo onorati che le tecnologie all'avanguardia di Canon vengano utilizzate per creare le riproduzioni di questo importante documento" ha dichiarato Fujio Mitarai, Presidente e CEO di Canon. "Il processo per creare queste accurate riproduzioni impiega numerose fotocamere digitali Canon e una tecnologia di elaborazione delle immagini che facilita la digitalizzazione dell'aspetto di materiali, colori, contorni superficiali e lucentezza. Queste informazioni vengono quindi elaborate per riprodurre l'aspetto del documento originale. Attraverso questa tecnologia, Canon continuerà a contribuire allo sviluppo della cultura e delle arti".

La Biblioteca Apostolica Vaticana e NTT DATA prevedono di completare il loro progetto di digitalizzazione nel marzo 2018. Le persone e le organizzazioni interessate a sostenere il progetto possono contribuire visitando il sito www.digitavaticana.org.

Il progetto di digitalizzazione della Biblioteca Apostolica Vaticana
Nell'aprile 2014, la Biblioteca Apostolica Vaticana e NTT DATA hanno iniziato a lavorare al progetto di digitalizzazione dei manoscritti della Biblioteca, che prevede di digitalizzare circa 3.000 manoscritti entro il 2018. Il progetto complessivo della Biblioteca ha lo scopo di archiviare digitalmente tutti gli 82.000 manoscritti conservati nella Biblioteca (circa 41 milioni di pagine). 

I documenti in alta definizione navigabili sul sito della biblioteca, DigiVatLib (http://digi.vatlib.it), utilizzano lo speciale sistema di visualizzazione progettato da NTT DATA: AMLAD™. Il 17 maggio 2016, il sito web è stato rinnovato per consentire l'accesso all'archivio completo dei manoscritti digitalizzati. DigiVatLab soddisfa l'International Image Interoperability Framework (IIIF), uno standard aperto per facilitare l'accesso da parte dei ricercatori di tutto il mondo.

La Biblioteca Apostolica Vaticana
La Biblioteca Apostolica Vaticana, anche chiamata "Biblioteca del Papa", ha sede nella Città del Vaticano. Fu realizzata da Papa Nicola V Parentucelli (1447-1455) nel Palazzo dei Papi. Nel XVI secolo, fu spostata nel Salone Sistino da Papa Sisto V Peretti (1585-1590), all'ultimo piano di un nuovo edificio costruito per delimitare a nord il Cortile del Belvedere. La sede attuale, voluta da Papa Leone XIII Pecci (1878-1903), include gli edifici adiacenti in cui la biblioteca è stata ampliata per accogliere le acquisizioni e donazioni che si sono susseguite nel corso della sua lunga storia. 
La Biblioteca è una testimonianza della storia del pensiero del genere umano attraverso l'arte e la letteratura, la matematica e le scienze, il diritto e la medicina, dalla prima era Cristiana ai giorni nostri. 
La Biblioteca comprende opere in molte lingue e culture, da quelle Orientali a quelle delle civiltà pre-colombiane. La collezione comprende 82.000 manoscritti, 100.000 unità archivistiche, 1.6 milioni di libri, 400.000 monete, 100.000 stampe, bozze e matrici e 150.000 fotografie.

Digita Vaticana
Digita Vaticana Onlus è un'organizzazione no-profit fondata nel 2014 per la promozione della conversione in formato digitale degli 82.000 manoscritti della Biblioteca Apostolica Vaticana. 
L'Associazione promuove attività di raccolta fondi per il supporto del progetto di digitalizzazione e sta sviluppando nuovi canali di comunicazione per condividere e divulgare l'immenso valore di questi importantissimi documenti storici. 
Per maggiori dettagli e per prenotare una copia della riproduzione in edizione limitata, visita www.digitavaticana.org.


NTT DATA
NTT DATA è un IT service provider e un partner per l'innovazione mondiale, con sede centrale a Tokyo e sedi operative in oltre 40 Paesi. La sua filosofia si basa su obiettivi di lunga durata, capaci di coniugare dimensioni globali e profonda conoscenza dei mercati locali e di fornire servizi professionali di prima qualità che variano dalla consulenza, allo sviluppo di sistemi, fino all'outsourcing.
Canon Inc.
Canon Inc., con sede centrale a Tokyo, è leader nei settori delle attrezzature professionali e di consumo di fotografia, sistemi informativi e attrezzature industriali. La partecipazione di Canon al progetto di digitalizzazione della Biblioteca Apostolica Vaticana è un'iniziativa in linea con la filosofia aziendale del kyosei. Secondo questa filosofia, Canon svolge una vasta serie di attività sociali che hanno l'obiettivo di contribuire ad un mondo in cui tutte le persone vivono e lavorano insieme in armonia. Visita il sito globale di Canon Inc., global.canon


Note
AMLAD™ è un marchio di NTT DATA Corporation.
Tutti gli altri prodotti, aziende e nomi di organizzazioni sono marchi o marchi registrati aziendali.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI