Cerca nel sito

mercoledì 3 agosto 2016

Da Banca Etica 11 milioni di finanziamenti alle imprese sociali in Campania e Sicilia Utilizzati i fondi europei tramite "Jeremie - Finanza Sociale" – Prosegue l'impegno per il Sud

3 agosto 2016 _ Banca Etica tra luglio 2013 e luglio 2016 ha erogato quasi 11 milioni di euro in finanziamenti a tassi agevolati a favore di 140 imprese sociali della Campania e della Sicilia grazie al Fondo Jeremie, promosso da Regione Campania, Regione Sicilia e il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI).
Con l'ultima erogazione della scorsa settimana Banca Etica ha concluso la gestione dei fondi Jeremie per Campania e Sicilia avviata nel 2014: un'esperienza di successo che ha permesso – in collaborazione con le due Regioni interessate - di utilizzare al meglio fondi europei.


Le attività finanziate sono state immobilizzazioni materiali e immateriali (spese di ricerca, sviluppo e pubblicità, brevetti, macchinari, impianti, attrezzature; incremento del capitale circolante per sviluppo dell'attività nonché per fabbisogni di gestione delle imprese). 


Cruciale è stato il ruolo dei partner che si sono occupati di diffondere il progetto e pre-selezionare le domande di accesso ai finanziamenti Jeremie, come Impact HUB Siracusa, Microfinanza srl e Sol.Co Catania.
Ecco i dati in dettaglio per le due Regioni:

Campania

57 imprese finanziate
61 finanziamenti erogati
6.269.741 euro erogati complessivamente
4.012.634,24 euro di risorse Jeremie utilizzate  (provenienti da FESR - Fondo di Sviluppo Regionale Campania)
102.782,64 euro di finanziamento medio erogato con durata media di 6,5 anni;
65.780,89 euro di finanziamento medio quota Jeremie erogato in assenza di interessi (64% del singolo finanziamento);

Sicilia

82 imprese finanziate
83 finanziamenti erogati
4.685.615 euro erogati complessivamente
2.717.656,00 euro di risorse Jeremie utilizzate (provenienti da FSE - Fondo Sociale Europeo Sicilia)
56.453,19 euro di finanziamento medio erogato con durata media di circa 7 anni
32.742,85 euro di finanziamento medio quota Jeremie erogato in assenza di interessi (58% del singolo finanziamento)

"Banca Etica continua a investire nell'economia reale e solidale del Mezzogiorno, dove risiede il 24% dei clienti finanziati – spiega il presidente Ugo Biggeri -. Oggi Banca Etica impiega al Sud più di quanto raccoglie: al 31 luglio 2016 i nostri impieghi complessivi nel Mezzogiorno ammontano a quasi 140 milioni di euro a fronte di una raccolta di risparmio – pure in crescita – che supera gli 80 milioni. Con l'esperienza di Jeremie, inoltre, Banca Etica ha confermato la capacità di lavorare in efficace sinergia con le istituzioni pubbliche, attivando proficue partnership, dal livello locale a quello europeo e internazionale, per lo sviluppo dei territori e la promozione delle imprese sociali e responsabili".



Banca Etica
è la prima e tutt'ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, opera su tutto il territorio nazionale attraverso una rete di filiali, banchieri ambulanti e grazie ai servizi di home e mobile banking. 

Banca Etica raccoglie il risparmio di organizzazioni e cittadini responsabili e lo utilizza interamente per finanziare progetti finalizzati al benessere collettivo. 

Dalla nascita nel 1999 a oggi Banca Etica è cresciuta costantemente e ha erogato crediti per oltre 2 miliardi di euro a sostegno di oltre 25 mila iniziative di organizzazioni, famiglie e imprese nei settori della cooperazione sociale, cooperazione internazionale, cultura e qualità della vita, tutela dell'ambiente, diritto alla casa, legalità. 

Nel 2014 Banca Etica ha aperto la sua prima filiale all'estero, a Bilbao in Spagna.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI