Cerca nel sito

lunedì 1 agosto 2016

Lenti a contatto in viaggio: aereo, traghetto, bagaglio a mano. A cura di Salmoiraghi & Viganò

I nemici degli occhi d'estate: caldo e aria condizionata


L'estate è finalmente arrivata e secondo alcuni studi saranno in media 12 i giorni che gli italiani si concederanno in vacanza, mentre un fortunato 13% potrà contare su ben 20 giorni di relax. Con più tempo a disposizione si può decidere di spingersi lontano, affrontando un viaggio di dieci o anche più ore con mezzi diversi, magari senza possibilità 
di scenderne.

Se indossiamo le lenti a contatto è importante portare con noi l'occorrente per la salute dei nostri occhi, tenendo presente due potenziali "avversari": l'aria condizionata e l'atmosfera calda e asciutta.

Aereo e traghetto: gli svantaggi per gli occhi nel viaggiare a lungo in ambienti chiusi 
Partiamo subito con il mezzo di trasporto più impegnativo: l'aereo. Il primo problema è rappresentato dall'aria condizionata e asciutta della cabina, che può irritare gli occhi

Chi indossa le lenti a contatto giornaliere e affronta un lungo viaggio intercontinentale è bene porti con sé un flaconcino di collirio o delle fialette monouso di gocce oculari. Prima di dormire le lenti vanno tolte. 

Se sono giornaliere bisogna ricordarsi di inserire nel bagaglio a mano un paio di lenti sostitutive; se sono quindicinali o mensili è fondamentale avere con sé la soluzione unica e il cofanetto porta lenti. Identico suggerimento vale ovviamente anche per chi dorme su un traghetto, magari in una cabina interna senza oblò, dove l'atmosfera può essere molto calda.

Bagaglio a mano: posso portare il kit per le lenti a contatto? 
Lasciata al check-in la valigia dove abbiamo riposto la confezione grande di soluzione multiuso con cui puliamo e disinfettiamo le nostre lenti a contatto, possiamo salire a bordo leggeri, passando con serenità i controlli di sicurezza. 

I kit da viaggio oggi in commercio consentono infatti di portare nel bagaglio a mano ciò che occorre per detergere e stabilizzare le lenti quindicinali e mensili. 

Ve ne sono di marche diverse, tutte valide e di prezzo contenuto. Comprendono in genere un flaconcino di soluzione unica che non supera i 100 ml, una custodia porta lenti e un astuccio.

Non dimentichiamo però anche un paio di occhiali da vista. Dopo alcune ore di viaggio, gli occhi potrebbero essere stanchi e potremmo desiderare di togliere le lenti senza smettere di sbirciare dal finestrino o di guardare l'orizzonte dal ponte della nave.
  
Le lenti a contatto proteggono gli occhi dai raggi UV? 
Teniamo presente che durante il viaggio in nave, in treno o in automobileun altro fattore di rischio per i nostri occhi è rappresentato dalla luce del sole che si riflette su un finestrino, una parete di metallo, la superficie del mare. 

Diversi modelli di lenti a contatto contengono un filtro protettivomolto utile, di solito chiaramente indicato sulla confezione. Abbiniamo a questi un buon paio di occhiali da sole, per essere certi di garantire la giusta protezione anche alla parte del viso che circonda gli occhi.

Suggerimenti per una vacanza serena con le lenti a contatto 
Acquistiamo prima di partire tutte le lenti a contatto che ci serviranno per l'intera vacanza: nel nostro luogo di destinazione potremmo non trovare la marca che preferiamo o non poterla comprare perché privi di ricetta medica. 

Se usiamo le lenti quindicinali o mensili, portiamoci un cambio in caso di smarrimento e se abbiamo intenzione di fare un'intensa attività sportiva pensiamo magari a delle lenti morbide che garantiscono una buona aderenza e grande libertà di movimento.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI