Cerca nel sito

lunedì 12 settembre 2016

Catriona Whitford, VP delle Risorse Umane e degli affari generali di NCH Europe: "Prendere una lezione sui marchi dai pirati"

La bandiera Jolly Roger con teschio e tibie incrociate è sinonimo di due cose: pirati e pericolo. 

Dal 2009 è diventato di uso comune poiché utilizzato come icona sui contenitori delle soluzioni pericolose.

Con la nuova normativa introdotta a metà del 2015, le etichette devono contenere informazioni più specifiche sul prodotto. 


Una maggiore pressione sulle informazioni ha richiesto che le etichette fossero più chiare e comprensibili a colpo d'occhio.

In questo breve articolo Catriona Whitford, VP delle Risorse Umane e degli affari generali di NCH Europe, spiega le ragioni che si nascondono dietro al cambiamento normativo. 

Inoltre sottolinea il modo innovativo con cui NCH Europe è all'avanguardia nell'etichettatura. 

Prendere una lezione sui marchi dai pirati
Quando vedi un teschio con due tibie incrociate a cosa pensi? 9 su 10 hanno risposto a questa domanda con "Attenzione, i pirati!". 
Sono pochi gli esempi di marchi riconosciuti a livello universale come quello dei pirati e dei loro macabri teschi, spiega Catriona Whitford, VP delle risorse umane e degli affari corporate di NCH Europe.

Quando gli scambi e il commercio avvenivano solo nei mari aperti i pirati erano temuti da tutti; questo spiega la scelta del teschio con le due tibie incrociate come simbolo di pericolo. Tuttavia i veri pirati non utilizzano la bandiera con il teschio e le tibie incrociate ma preferiscono un semplice pezzo di tessuto nero.

Il simbolo dei pirati che tutti noi conosciamo e amiamo è una campagna di marketing, qualcosa che associamo alle battaglie di Peter Pan contro Capitano Uncino, al buffo capitano Pugwash, o alle riflessioni di Johnny Depp su perché è finito il rum!

Come risultato di questa forte campagna di marchio e posizionamento, la bandiera Jolly Roger è oggi facilmente riconoscibile a livello globale ed ha un significato chiaro, nonostante venga utilizzato raramente dai pirati. Un ulteriore conferma al processo di posizionamento è che l'immagine del teschio bianco su una bandiera nera non fa paura.

Una politica di marchio e posizionamento sta guidando il cambiamento di NCH Europe nell'ottimizzazione del proprio marchio di pari passo all'aggiornamento delle etichette secondo le nuove normative in materia di Classificazione, Etichettatura e Imballaggio (CLP).

Rinnovando l'immagine dei numerosi prodotti all'interno delle nostre sette divisioni, i nostri obiettivi sono: creare un marchio riconosciuto in tutta Europa; trasmettere in modo semplice le informazioni importanti; supportare le richieste delle nuove normative su etichettatura e imballaggio.

A partire da Giugno 2015 il CLP (Classificazione, Etichettatura e Imballaggio) è diventato l'unico regolamento per l'etichettatura e la classificazione di sostanze e miscele, allineandosi al sistema mondiale GHS (Global Harmonised System). Le frasi di rischio e prudenza, indicate sull'etichetta, sono state sostituite da indicazioni di pericolo e consigli di prudenza, più chiari e semplici per il commercio internazionale.

I precedenti simboli, neri con sfondo arancione, come ad esempio il simbolo di pericolo, con teschio e tibie incrociate, sono entrati in vigore nel 2009 e ora sono stati sostituiti dai nuovi pittogrammi conformi al CLP, più chiari e trasparenti nel trasmettere le informazioni. L'obiettivo è assicurare una comunicazione chiara ai lavoratori e ai consumatori in tutta Europa sui rischi connessi ai prodotti chimici, utilizzando un sistema di classificazione e di etichettatura univoco.

In sostanza il nuovo approccio di NCH Europe è equivalente ad individuare all'orizzonte una nave pirata con una bandiera aggiuntiva che chiarisce il tipo di pericolo. Ad esempio, un avvertimento potrebbe essere che Jack Sparrow è il capitano della nave in avvicinamento; ha finito il rum e per questo non è felice, quindi avvicinarsi con cautela o con il rum.

La normativa CLP prevede una combinazione di indicazioni standard, pittogrammi sulle etichette e schede di sicurezza. Ad esempio, quando un fornitore identifica una sostanza con "tossicità acuta, categoria 1 (orale)", l'etichetta indicherà la frase di rischio "Letale se ingerito", la parola "pericolo" e il pittogramma con lo scheletro e le tibie incrociate.

NCH Europe sta inoltre perseguendo un obiettivo simile, ovvero aggiornare il marchio e i nomi dei prodotti per essere facilmente identificabile e riconoscibile in tutti i paesi europei. Questo scopo non interessa unicamente la semplificazione dei nomi dei prodotti ma anche l'adeguamento delle etichette.

NCH ha sviluppato dei nuovi processi per lo stampaggio delle etichette che permettono di inserire maggiori informazioni su un'unica etichetta. Adottando il sistema delle etichette pelabili, la società è in grado di stampare in modo semplice le classificazioni, le indicazioni di sicurezza e i pittogrammi richiesti dal nuovo regolamento, insieme alle descrizioni del prodotto e alle istruzioni d'uso in 21 lingue – tutto in una sola etichetta. Questo nuovo sistema prevede un tempo di preparazione minimo, in quanto non prevede una matrice di stampa; è di conseguenza più flessibile e permette di effettuare dei cambiamenti senza incorrere in costi aggiuntivi.  

L'ottimizzazione del marchio e il nuovo sistema di etichette contribuiscono a sviluppare il business di NCH Europe. In breve tempo il logo NCH sarà riconoscibile quanto la Jolly Roger.    

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI