Cerca nel sito

mercoledì 28 settembre 2016

Amy Schumer è al 1° posto nella classifica McAfee Most Dangerous Celebrities per il 2016

Attori comici, musicisti e presentatori TV ai primi posti della decima edizione annuale dell’elenco delle celebrità più pericolose del web

IN EVIDENZA
        L’attrice comica Amy Schumer si classifica al primo posto nella ricerca del 2016 McAfee Most Dangerous Celebrities™ 2016.
        Giunto al decimo anno, lo studio rivela quali celebrità, musicisti e presentatori TV generano i risultati di ricerca più pericolosi sul web, che potrebbero rendere i consumatori vittime di malware.
       La Top 10 delle celebrità include Justin Bieber, Carson Daly, Will Smith, Rihanna, Miley Cyrus, Selena Gomez e altri ancora.

Milano, 28 settembre 2016. La famosissima attrice e comica Amy Schumer ha scalzato il DJ di musica dance elettronica Armin van Buuren per diventare la celebrità più pericolosa da ricercare online, secondo uno studio condotto da Intel Security. Giunto alla sua decima edizione, lo studio McAfee Most Dangerous Celebrities™, pubblicato da Intel Security, ha preso in esame un ampio elenco di personaggi noti, inclusi attori, comici, musicisti, presentatori TV, atleti e altri ancora. Questa ricerca svela quali celebrità generano i risultati di ricerca online più pericolosi che potrebbero esporre i fan a virus e malware mentre vanno alla ricerca delle informazioni più recenti sulle icone odierne della cultura pop.

Amy Schumer è considerata una delle comiche più popolari ed è anche famosa per il suo lavoro di scrittrice, attrice e produttrice. Ora Amy Schumer può anche fregiarsi del titolo di “prima comica a conquistare la prima posizione nello studio McAfee Most Dangerous Celebrities™” tra i vari riconoscimenti. Justin Bieber la segue a stretto giro al secondo posto, seguito da Carson Daly (N. 3), il presentatore degli show “Today” e “The Voice”. A far compagnia ad Amy Schumer nella top 10 sono i comici Chris Hardwick (N. 7) e Daniel Tosh (N. 8). All’ex rapper ed oggi star di Hollywood Will Smith (N. 4) fanno compagnia musicisti famosi come Rihanna (N. 5), Miley Cyrus (N. 6), Selena Gomez (N. 9) e Kesha (N. 10).

Gli scaltri criminali informatici continuano a sfruttare il fascino che le notizie relative alle celebrità – premi e show televisivi, premiere di nuovi film, nuovi album musicali, separazioni di artisti famosi, ecc. - giocano sui consumatori per indurre i fan ignari a visitare siti web carichi di malware in grado di sottrarre loro password e informazioni personali. Lo studio condotto da Intel Security evidenzia i vari modi in cui gli hacker possono sfruttare l’interesse dei consumatori relativamente alle notizie della cultura pop, i rischi causati dal loro comportamento online e come proteggersi al meglio dalle minacce potenziali.

“I consumatori oggi rimangono affascinati dalle celebrità e vanno online per ricercare le notizie più recenti”, spiega Gary Davis, chief consumer security evangelist di Intel Security. “Con questo desiderio di informazioni in tempo reale, molti ricercano e fanno clic senza considerare i potenziali rischi per la sicurezza. I criminali informatici ne sono consapevoli e sfruttano questo comportamento per cercare di indirizzarli su siti pericolosi pieni di malware. Di conseguenza, i consumatori devono comprendere quali precauzioni adottare per vivere esperienze online sicure e protette”.

La ricerca di ‘Amy Schumer Torrent’ ha il 33% di probabilità di condurre a un sito web dannoso
Il primo posto di Amy Schumer evidenzia la tendenza della gente ad abbandonare la TV via cavo. I consumatori, oggi più che mai, guardano video, show televisivi e film online in streaming. La condivisione di file e l’utilizzo di torrent continuano a diffondersi sempre più, perciò non sorprende che programmi TV e film siano un obiettivo dei criminali informatici che cercano di creare file dannosi.

La top 10 delle celebrità dello studio di quest’anno che comportano le più alte percentuali di rischio include:

Posizione
Celebrità
Percentuale
1
Amy Schumer
16.11%
2
Justin Bieber
15.00%
3
Carson Daly
13.44%
4
Will Smith
13.44%
5
Rihanna
13.33%
6
Miley Cyrus
12.67%
7
Chris Hardwick
12.56%
8
Daniel Tosh
11.56%
9
Selena Gomez
11.11%
10
Kesha
11.11%

Tantissimi comici
Dando il via al suo tour mondiale quest’autunno, la comica Amy Schumer si classifica al primo posto come la principale celebrità più pericolosa. Anche Chris Hardwick (N. 7) di  “Funcomfortable” e Daniel Tosh (N. 8) rientrano nella top 10, mentre Nikki Glaser (N. 15) e Kevin Hart (N. 25) fanno parte della top 25. Altre comiche inserite nell’elenco sono Grace Helbig (N. 26), Mindy Kaling (N. 30), Kristen Wiig (N. 52), Chelsea Handler (N. 54) e Ellen DeGeneres (N. 57).
Musicisti in cima alla classifica
Tra le celebrità più pericolose di quest’anno ci sono alcuni dei più sensazionali artisti pop, star del botteghino, tra cui Justin Bieber (N. 2), Rihanna (N. 5), Miley Cyrus (N. 6), Selena Gomez (N. 9) e Kesha (N. 10). Pop, rap, hip-hop e un po’ di country sono rappresentati da Drake (N. 13), Katy Perry (N. 14), Jason Aldean (N. 16), Justin Timberlake (N. 17), Jennifer Lopez (N. 18), Lady Gaga (N. 19), Nicki Minaj (N. 20), Iggy Azalea (N. 27), Beyoncé (N. 28) e Usher (N. 29).

Gli show televisivi della sera
Il presentatore di “Today” e “The Voice” Carson Daly si classifica al terzo posto, mentre  Most Dangerous Celebrity, i presentatori degli show della notte Seth Meyers (N. 11) e Conan O’Brien (N. 12) entrano nella 15. James Corden, noto per il suo famoso show “Carpool Karaoke,” si posiziona in ventitreesima posizione, seguito da John Oliver al N. 24 e Jimmy Kimmel al N. 32 – in precedenza classificatosi al N. 1 nel 2014 e al N. 26 nel 2015. Bill Maher si posiziona invece al N. 34.

I coach di ‘The Voice’ superano le aspettative
Tre dei quattro coach di questa stagione dello spettacolo “The Voice”, insieme al presentatore, sono tutti nella top 50. Miley Cyrus guida il gruppo (N. 6), seguita da Adam Levine (N. 41) e Blake Shelton (N. 66), come la sua fidanzata e coach a rotazione Gwen Stefani (N. 49). Le superstar del country colleghi di Blake Shelton, Jason Aldean (N. 16) e Luke Bryan (No. 39) seguono a breve distanza.

Come effettuare ricerche in sicurezza
       Pensare prima di fare clic! Se si è alla ricerca dell’ultima puntata dello show “Inside Amy Schumer” non fare clic sul link di una terza parte. Invece, scaricate il contenuto direttamente dalla fonte originale su comedycentral.com per essere certi di non selezionare qualcosa che potrebbe causare danni.
       Fare attenzione quando si cercano “torrent.” Questo termine di ricerca è il più pericoloso. I criminali informatici utilizzano i torrent per incorporare il malware all’interno di file autentici rendendo difficile capire se un file è sicuro. È consigliato evitare l’utilizzo di torrent specialmente quando ci sono numerose opzioni di streaming legittime disponibili.
       Mantenere riservate le informazioni personali. I criminali informatici sono sempre alla ricerca di modi per sottrarre le nostre informazioni personali Se si riceve una richiesta di inserire informazioni come carta di credito, email, indirizzo di casa o dati di login dei social media non fornirli senza pensarci. Effettuare delle verifiche e assicurarsi che non si tratti di phishing o di un tentativo di truffa che potrebbe portare al furto di identità.
      Navigare in modo sicuro utilizzando soluzioni di protezione come il software McAfee® WebAdvisor. WebAdvisor aiuta a proteggersi dai siti web dannosi aiutando a identificare i siti potenzialmente pericolosi. Una versione gratuita del software più essere scaricata qui: www.mcafee.com/mcafeewebadvisor
       Utilizzare protezione su tutti i dispositivi. I consumatori devono proteggere tutti gli aspetti delle loro vite digitali indipendentemente da dove si trovano, quali dispositivi utilizzano o dove archiviano le proprie informazioni personali. Utilizzare soluzioni che funzionino su tutti i propri dispositivi per proteggersi da minacce quali malware, violazioni e attacchi di phishing.


La metodologia di ricerca
Intel Security ha condotto lo studio utilizzando i punteggi del sito McAfee® WebAdvisor per stabilire il numero di siti pericolosi generate dalle ricerche, su Google*, Bing* e Yahoo!*, che includevano il nome di una celebrità e termini di ricerca comune che conducono a malware. Da qui, è stata calcolata una percentuale di rischio complessiva per ogni celebrità. “Most dangerous” ovvero più pericoloso indica che tali celebrità sono probabili argomenti di ricerca popolari.

La tecnologia McAfee SiteAdvisor aiuta a proteggere gli utenti da siti web dannosi ex exploit del browser. La tecnologia SiteAdvisor testa e classifica ogni sito web che incontra, e utilizza icone rosse, gialle e verdi per indicare il livello di rischio del sito web. I punteggi vengono creati utilizzando avanzate tecnologie brevettate per condurre test automatizzati sui siti web e operare con Internet Explorer*, Chrome* e Firefox*. I termini di ricerca utilizzati:

I risultati indicano la percentuale di rischio di incorrere in una minaccia online – se un utente fa clic su tutti i risultati generati dai termini di ricerca. I fan che fanno clic sui siti reputati pericolosi e scaricano file, compresi video e foto, da questi siti potrebbero scaricare anche virus e malware.
 
A proposito di Intel Security
Intel Security, con la propria linea di prodotti McAfee, è impegnata per rendere il mondo digitale più sicuro e più protetto per tutti. www.intelsecurity.com. Intel Security è una divisione di Intel.

Intel and the Intel logo are trademarks of Intel Corporation in the United States and other countries. 
*Other names and brands may be claimed as the property of others.

No computer system can be absolutely secure

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI