Cerca nel sito

venerdì 30 settembre 2016

Fondo Cometa: assegnati i mandati di gestione del più grande fondo pensione negoziale italiano

 Chiusa la gara da 8.3 miliardi per la gestione dei comparti Monetario Plus, Reddito e Crescita:

·       7 società vincitrici:
Allianz Global Investors GmbH; BlackRock Investment Management; Candriam Investors Group; Credit Suisse S.p.a.; Eurizon Capital SGR S.p.A; Groupama Asset Managment Sgr Spa; State Street Global Advisors
·       Conferiti 10 mandati di durata quinquennale

Milano, 30 settembre – Il Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione Cometa - fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori dell'industria metalmeccanica, dell'installazione di impianti e dei settori affini -  riunitosi in data odierna, ha ratificato la conclusione del processo di selezione per il rinnovo dei mandati di gestione finanziaria dei Comparti del fondo.

Cometa è il più grande Fondo pensione italiano con un patrimonio complessivo in gestione, al 31 gennaio 2016, pari a 9.6 miliardi di euro, derivante dall'adesione di oltre 400.000 iscritti e ripartito su cinque linee di investimento.

Il bando di gara ha riguardato il rinnovo dei mandati per i Comparti Monetario Plus, Reddito e Crescita, per una capitalizzazione complessiva di 8.3 miliardi di euro.

La procedura, apertasi nel mese di aprile con la pubblicazione del bando stesso, ha visto la partecipazione di 35 fra le più qualificate società di gestione e compagnie assicurative a livello internazionale.

Dopo un approfondito lavoro di analisi dei profili e delle offerte economiche prospettate dai candidati in short list, e al termine di un ciclo di incontri con i candidati stessi, il Consiglio di Amministrazione del Fondo Cometa ha deliberato di assegnare in gestione:

  • Il Comparto Monetario Plus (comparto di uscita per gli aderenti prossimi a cessare l'attività lavorativa) a Allianz Global Investors GmbH, Eurizon Capital SGR S.p.A e Groupama Asset Managment Sgr Spa attraverso mandati obbligazionari a rischio controllato;

  • Il Comparto Reddito (comparto previdenziale per eccellenza, finalizzato a offrire un rendimento adeguato in linea col TFR) a Allianz Global Investors GmbH, BlackRock Investment Management, Candriam Investors Group, Credit Suisse S.p.a., State Street Global Advisors assegnatari di mandati di tipo multi asset attivo total return;

  • Il Comparto Crescita (finalizzato a consentire agli aderenti con un profilo di rischio/rendimento e un orizzonte temporale idoneo, di sfruttare la maggiore volatilità contenuta in esso) a BlackRock Investment Management, Candriam Investors Group, che opereranno sulla base di mandati di tipo multi asset attivo a rischio controllato;

La formulazione dei nuovi mandati risponde all'esigenza di offrire una copertura ancor più adeguata al profilo, all'orizzonte temporale e alle necessità previdenziali di ciascun aderente.

In considerazione dell'attuale quadro di mercato, caratterizzato da elevata volatilità degli asset e rendimenti negativi, i nuovi mandati, in luogo del tradizionale approccio a benchmark, adotteranno una gestione attiva a rischio controllato.

Alla selezione delle candidature ha concorso anche la valutazione degli standard e dei modelli SRI/ESG adottati nonché l'adesione alla Principles for ResponsibleInvestment (PRI) Initiative, coerentmente con l'engagement del Fondo Cometa sulle tematiche della responsabilità e della sostenibilità degli investimenti.

Roberto Santarelli, Vicepresidente del Fondo Cometa ha affermato: "In un contesto che vede ridursi il grado di copertura pensionistica del primo pilastro, spetta alla previdenza complementare il compito di rispondere in modo efficace ai bisogni dei lavoratori. 
Proprio a partire da questi e dal ruolo fondamentale dei fondi pensione integrativi, abbiamo chiesto ai nuovi gestori un approccio agli investimenti più attivo, in grado di ottenere rendimenti interessanti anche nell'attuale condizione di mercato, e fondato su un'attenta gestione del rischio in tutte le fasi dell'investimento, che da sempre rappresenta un aspetto fondamentale per il Fondo Cometa. Nell'assegnazione dei mandati, oltre all'esperienza e alla competenza delle società nella gestione di portafogli finanziari e previdenziali, abbiamo valutato anche l'attenzione alle tematiche della responsabilità e sostenibilità degli investimenti nella convinzione che sia anche compito di un investitore istituzionale, quale Cometa è, promuovere una cultura dell'investimento responsabile, attenta agli impatti che le scelte finanziarie possono produrre a livello sociale, ambientale e di governance. 
Dopo aver rinnovato l'anno scorso il comparto Sicurezza ed aver ora assegnato i mandati per gli altri comparti, Cometa sarà impegnata a completare la nuova asset allocation del Fondo avviando, all'interno del comparto Reddito, la fase di realizzazione degli investimenti alternativi, anche a sostegno dell'economia del Paese, in un'ottica di diversificazione e di ricerca di rendimenti  sempre  nel rispetto dei limiti di rischio stabiliti per il comparto."


Fondo Cometa
Cometa è il Fondo Nazionale Pensione Complementare per i lavoratori dell'industria metalmeccanica, della installazione di impianti e dei settori affini. 
Dal 1° febbraio 1999 vi aderiscono anche i lavoratori dipendenti del settore orafo e argentiero.
Cometa è un fondo negoziale, costituito come forma di associazione il 21 ottobre 1997 per un accordo tra le organizzazioni di categoria delle imprese (Federmeccanica, Assistal e Intersind) e dei lavoratori (Fim, Fiom, Uilm e Fismic).
È il più importante fondo pensionistico operante in Italia, istituito con lo scopo di assicurare agli aderenti una copertura pensionistica aggiuntiva a quella offerta dal sistema previdenziale obbligatorio. 
Attraverso una gestione multi comparto, basata su cinque diverse linee di investimento, Cometa offre l'opportunità di scegliere la soluzione previdenziale più adatta alle esigenze e alle caratteristiche di ciascun associato.                             


--

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI