Cerca nel sito

sabato 17 settembre 2016

Il Made in Italy alle 24 Hours of Elegance a Belgrado

Si è rinnovato, alla sua sesta edizione,  l'appuntamento delle "24 Ore di Eleganza" a Belgrado dal 9/11 settembre, con un Gala di apertura, di quello che è considerato uno degli eventi europei più glamour, presso il Palazzo Bianco a Belgrado.

La manifestazione si snoda come un viaggio affascinante tra  collezioni e suggerimenti delle aziende più importanti italiane, la moda e il fashion tramandati attraverso generazioni e il loro impegno, segnali di lusso nell'elegante ambiente del Palazzo Bianco di Belgrado, da sfondo la bellezza incantata della sua storia, e di scena un patrimonio di manodopera eccezionale, per una scenografia creata dalla Degorsi Luxury Consulting 24 Sata Elegancije, Alexandre Djordevic e Cristina Egger, che ripercorrono insieme, lui con la sua grande classe ed charme e lei, bella ed elegante in un abito couture di Roxana Pansino Couture e calzature di Duccio Venturi Bottier nero e oro, una storia di genialità, artigianalità e lavoro manuale, soprattutto una storia di Famiglie italiane che hanno radicato il senso del made in Italy.

La sesta edizione della 24 Ore di Eleganza di Belgrado ha fatto della capitale serba, proprio nel periodo delle sfilata in tutto il mondo, un punto importante, dove l'attenta regia della Degorsi, spaziando da abiti e calzature, design, arte, gioielleria e orologi, auto d'epoca e whisky e champagne, oltre ad un intermezzo charity di un asta di beneficenza di prodotti offerti da aziende italiane a favore della Fondazione Lifeline Organizzazione Umanitaria della Principessa Katherina di Jugoslavia; infatti nel corso degli anni, Lifeline ha fornito elementi quali le macchine a ultrasuoni neonatali, unità mobili di mammografia, radiologia formazione del personale medico, letti elettrici per unità di terapia intensiva e dispositivi per i bambini con problemi di udito e computer per gli orfani.

L'asta ha visto la "coffa" siciliana di Tizzini aggiudicata da un ospite giapponese.

Nella serata di venerdì 9 settembre, al Palazzo Bianco e alla presenza del Principe ereditario di Serbia Alessandro e alla principessa Katherina, è stata presentata la mostra "Maestri dell'Eccellenza" dedicata all' Italian Style e al fatto a mano, in particolare le aziende di Milano, protagoniste del grande show, la sartoria A. Caraceni, la calzoleria Rivolta, la camiceria Siniscalchi e il Lanificio dei Fratelli Cerruti, serata bagnata dallo Champagne G.H. MUMM; la serata organizzata in partnership con il Gran Casinò di Belgrado, con il supporto della Federazione serba di auto storiche (FIVA), della Città di Belgrado, del Museo dell'Automobile e dell'Ufficio Turistico di Belgrado, ha visto come protagonista Zenith, la celebre Maison svizzera presente con i suoi segnatempo, in particolare con El Primero 36.000 VPH Classic Car, erede del primo cronografo automatico della storia dedicato al mondo delle auto storiche, un segnatempo in cui tradizione ed eleganza trovano la loro perfetta sintesi.

Una serata di così alta classe ed eleganza è stata "bagnata" da ottimi drink, con il sottofondo di una grande musica: Ken Lindsay, Chivas international brand ambassador ha seguito gli ospiti in una degustazione del famoso whisky, mentre il talentuoso pianista italiano Alessandro Martire scandiva con le sue note lo stile e il glamour della sfilata del brand Roxana Pansino Couture, ospitata per la prima volta  sulla scalinata del Palazzo Bianco, in una notte che poteva sembrare una favola con abiti di sogno in una location piena di storia.

E la parte maschile e sportiva della 24 Hours of Elegance esprime la sua allure con una esposizione di spettacolari auto d'epoca, veri gioielli, evento che, da quest'anno, è stato inserito alla lista dei prestigiosi eventi Unesco - criteri di evento FIVA - punto di riferimento per l'automobilismo mondiale: il 10 settembre si è svolto il Degorsi Memorial Grand Prix 1939 nel  Parco di Kalemegdan, il più importante evento automobilistico, che ha preso nome da un famoso e storico Grand Prix  per le strade di Belgrado nel 1939.

L'evento ha avuto il suo culmine nella giornata di sabato dove collezionisti provenienti da tutta Europa hanno presentato auto storiche,  i loro gioielli, e con lo Zenith Concours d'Elegance 2016, premio  a cui hanno partecipato cinque esclusive vetture di altrettanti collezionisti: Corrado Lopresto, Paolo Bianchi, Alfredo D'Angieri, Franco Lombardi e Saso ovat.

La premiazione si è tenuta davanti al Gran Casinò con l'assegnazione del Chivas Best Show 2016.
Organizzazione: Degorsi Luxury Consulting 24 Sata Elegancije, Alexandre Djordevic e Cristina Egger
www.degorsi.com
Crediti ph: Edoardo Tranchese I Fotografi
Press: Cristina Vannuzzi

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI