Cerca nel sito

mercoledì 7 settembre 2016

Interactive Intelligence annuncia i Risultati Finanziari del Secondo Trimestre 2016



Interactive Intelligence annuncia i Risultati Finanziari del Secondo Trimestre 2016


  • Sottoscritti 204 nuovi clienti PureCloud® nel secondo trimestre, oltre il 70% in più del primo trimestre 2016
  • Sottoscrizioni cloud in crescita del 43%
  • Ricavi totali in aumento del 13% a 108,8 milioni di dollari
  • Cash flow operativo generato positivo


INDIANAPOLIS, 7 settembre 2016 - Interactive Intelligence Group Inc. (Nasdaq: ININ), fornitore globale di software e servizi cloud per il customer engagement, le comunicazioni e la collaborazione, ha annunciato i risultati finanziari per il secondo trimestre conclusosi il 30 giugno 2016.

"PureCloud è realtà" ha affermato il Dr. Donald Brown, fondatore e CEO di Interactive Intelligence. "Un solo numero, 204, il numero nuovi clienti PureCloud® nel trimestre, dice molto più di questa storia. Avevamo 24 clienti PureCloud alla fine dello scorso anno. Sei mesi dopo ne abbiamo più di 300. Questa rapida crescita riflette il notevole interesse e la richiesta che stiamo vedendo arrivare sia da piccole che grandi imprese attraverso tutti i nostri maggiori mercati geografici. Questa crescita è dovuta anche al forte sostegno e coinvolgimento da parte dei nostri partner, che contano il 37% degli accordi PureCloud in questo trimestre." 

Brown ha aggiunto: "I nostri solidi risultati top-line nel trimestre sono dovuti alla combinazione del 43% di crescita di sottoscrizioni cloud e dalle forti vendite on premise. In aggiunta a una grande transazione che ha contribuito significativamente alla nostra performance on premise, abbiamo anche 37 nuovi clienti CIC nel secondo trimestre, per un totale di sei contratti sopra un milione di dollari. La nostra crescita top-line ha determinato una migliore bottom line del previsto, e abbiamo continuato a generare cash flow operativi sia nel secondo trimestre che in tutta la prima metà di quest'anno." 

Brown ha concluso: "Guardando al futuro, siamo certi che rimarremo ben posizionati per guadagnare quote di mercato per diventare leader nel mercato della customer engagement. Come unici fornitori "leader" nel Gartner Quadrant per le soluzioni contact center sia cloud che on premise, abbiamo una capacità unica di fornire questa robusta tecnologia alle organizzazioni di ogni dimensione, in ogni settore, ovunque nel mondo, e possiamo implementarla facilmente. Il nostro impegno per l'innovazione continuerà in ogni fase nel nostro business, dalle nostre nuove licenze flessibili ai modelli di prezzo e all'approccio accelerato per soluzioni di implementazione al fine di, naturalmente, sviluppare il nostro prodotto leader di settore."

Risultati finanziari principali Q2 2016:

  • Vendite: il fatturato totale è stato di 108,8 milioni di dollari, con un incremento del 13% rispetto ai 96,3 milioni del secondo trimestre del 2015. I ricavi ricorrenti, che includono le sottoscrizioni cloud e i canoni per l'assistenza di licenze on premise, sono aumentati del 23% raggiungendo i 66 milioni di dollari e rappresentano il 61% dei ricavi totali. I ricavi da sottoscrizioni cloud sono cresciuti del 43% attestandosi a 31,3 milioni di dollari, rispetto ai 21,9 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. Il fatturato per licenze e hardware è stato di 29,7 milioni e l'assistenza di 13 milioni, rispetto ai 27 milioni e 15,5 milioni del secondo trimestre del 2015.
  • Perdita Operativa: la perdita operativa GAAP della società è stata di 7,3 milioni di dollari, rispetto alla perdita di 3,8 milioni nel secondo trimestre del 2015. Le perdite operative non-GAAP* sono state invece di 1,5 milioni, rispetto agli 0,7 milioni dello stresso trimestre dello scorso anno.
  • Perdita netta: la perdita netta GAAP della società è stata di 10,2 milioni di dollari, ossia $ 0,46 per azione diluito sulla base della media ponderata di 22,1 milioni di azioni in circolazione, rispetto alla perdita netta GAAP di 5,1 milioni di dollari o $ 0,24 per azione diluito sulla base di 21,5 milioni di azioni in circolazione nello stesso trimestre del 2015. Le perdite nette non-GAAP sono state di 1,2 milioni di dollari, o $ 0,06 per azione diluito, rispetto alla perdita di $ 0,3 milioni, o $ 0,01 per azione registrato nello stesso trimestre dello scorso anno.
  • Stato Patrimoniale e Flusso di Cassa: le disponibilità liquide e gli investimenti sono pari a 198,2 milioni di dollari, e i ricavi totali differiti erano 133,9 milioni di dollari. L'azienda ha registrato, nel secondo trimestre 2016, 1,7 milioni di dollari di liquidità derivanti da attività operative, rispetto all'utilizzo di 1,7 milioni del secondo trimestre del 2015. Sono stati investiti 1,8 milioni di dollari, principalmente per l'espansione delle infrastrutture dei data center.

* La riconciliazione, tra GAAP e valori finanziari non-GAAP, è indicata nei prospetti di bilancio acclusi a questo comunicato stampa. I dettagli di questi calcoli sono indicati alla voce "valori non-GAAP". 

Informazioni su Interactive Intelligence
Interactive Intelligence (Nasdaq: ININ) fornisce software e servizi cloud per il customer engagement, la comunicazione e la collaborazione unificate alle aziende di tutto il mondo che intendono migliorare i propri servizi, incrementare la produttività e ridurre i costi. Sostenuta da più di 20 anni di innovazioni nel settore, oltre 150 domande di brevetto e più di 6.000 implementazioni presso clienti globali, Interactive offre un rapido ritorno sugli investimenti, oltre a elevata affidabilità, scalabilità e sicurezza. La società è inoltre l'unica riconosciuta dalle migliori aziende di analisi globale come leader sia nel cloud che nel mercato del customer engagement on-premise. La società ha sede a Indianapolis (Indiana) e ha più di 2.000 dipendenti in tutto il mondo. Maggiori informazioni su www.inin.com.



Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI