Cerca nel sito

lunedì 5 settembre 2016

Italia: cresce la richiesta di prodotti fatti a mano online

2.a-little-market-it-LOGO.jpg

Cresce la richiesta online

di prodotti fatti a mano


Aumenta del 28% la richiesta, da diverse città italiane, nei primi 6 mesi del 2016.

Esperienza d'acquisto più umana, prodotti creativi, qualità e personalizzazione per l'handmade italiano.



Milano, 5 settembre 2016 - a little Market, la piattaforma online leader per la vendita dei migliori oggetti artigianali italiani, ha registrato un aumento del 28% della richiesta di prodotti fatti a mano da diverse città nei primi 6 mesi del 2016.


Gli italiani vogliono prodotti 100% Made in Italy per la cura nella produzione, la ricercatezza dei materiali, la creatività e la personalizzazione.


Il consumo responsabile e conviviale, infatti, è la chiave che differenzia l'esperienza di acquisto dei consumatori che ricercano prodotti fatti a mano, rispetto all'acquisto dei prodotti venduti sui marketplace generalisti.


Il contatto diretto con il creatore e la possibilità di acquistare prodotti unici rende il "fatto a mano in Italia" sempre più interessante per i consumi.


La mappa delle città italiane che acquistano handmade


L'aumento della richiesta è generato da diverse città italiane: in testa alla classifica troviamo Roma, seguita a stretto giro da Milano e Napoli.


A seguire, ma con uno stacco minimo, i cittadini di Torino, Bologna e Firenze, dove l'artigiano sta vivendo una rinascita, grazie soprattutto a molte iniziative locali promosse proprio dagli artigiani stessi.


Ciò che rende il mondo del fatto a mano davvero unico, infatti, è il senso di comunità attorno alla produzione locale, creando sinergie e nuovi sbocchi per i creatori che, online, possono trovare un ulteriore sviluppo per la propria attività professionale.


Aumento della richiesta anche dal sud Italia, con Palermo, Catania e Bari, rispettivamente in settima, ottava e decima posizione, dove la maggior parte delle richieste è relativa proprio a prodotti personalizzati.


Nona posizione per Venezia.


La classifica completa:


  1. Roma

  2. Milano

  3. Napoli

  4. Torino

  5. Bologna

  6. Firenze

  7. Palermo

  8. Catania

  9. Venezia

  10. Bari


"L'aumento della richiesta di prodotti fatti a mano in Italia - o nuovo artigianato - è il riflesso di un fenomeno già conosciuto negli Stati Uniti da qualche anno" ha dichiarato Eleonora Gandini, C&C Lead di A Little Market Italia. "L'acquisto di questa tipologia di prodotti non è solo legata all'esigenza di consumo, ma anche alla condivisione di valori più umani: dal contatto col venditore, all'utilizzo di materiali di qualità, ma anche di riciclo creativo. Questo, fondamentalmente, differenzia A little Market da tutti i Marketplace generalisti, già presenti da anni nel nostro Paese."


I creatori di A little Market per il centro Italia.


Chi è a little Market

a little Market è una piattaforma di vendita online, che mette in contatto gli acquirenti con i migliori oggetti fatti mano in Italia da una vivace comunità di creatori talentuosi.

a little Market vuole valorizzare i prodotti fatti a mano dai creatori locali, mettendoli in contatto con gli acquirenti italiani, permettendo così l'incontro tra tutti coloro che vogliono promuovere e sostenere l'imprenditoria e l'artigianato locali.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI