Cerca nel sito

sabato 24 settembre 2016

ITAS Assicurazioni: Risultati semestrali brillanti a soli 6 mesi dall'integrazione con RSA e prossima apertura sede milanese

ITAS: risultati brillanti dopo i primi 6 mesi dall'integrazione

In soli 6 mesi, nel primo bilancio dopo l'acquisizione delle branch RSA, ITAS raggiunge la quota di utile pianificata per fine anno e migliora il combined ratio (89,2%)

 

Ad aprile 2017 l'apertura dei nuovi uffici in centro a Milano, nello storico palazzo di Giò Ponti

 

Trento, 24 settembre 2016 – ITAS chiude il primo bilancio semestrale dopo l'acquisizione delle branch italiane di RSA con una forte espansione del volume d'affari, una crescita della raccolta premi complessivi del 61,3% rispetto al 2015.

 

In soli 6 mesi, ITAS Mutua ha espresso un utile pari a 5,5 milioni di euro, un obiettivo che da piano industriale avrebbe dovuto essere raggiunto a fine 2016. In particolare, è significativa la raccolta premi che si attesta a 363 milioni di euro e il risultato tecnico del conto economico che si porta a 10,1 milioni di euro (nel 2015 era di 8 milioni di euro). In occasione del Consiglio di Amministrazione per l'approvazione dei risultati della semestrale, ITAS Mutua ha inoltre provveduto a finalizzare l'acquisizione della controllata ITAS Assicurazioni S.p.A dedicata alla bancassicurazione.

 

"I risultati di questo primo semestre attestano la capacità di ITAS di rispondere alle numerose sfide che le compagnie di assicurazioni oggi si trovano ad affrontare – commenta Giovanni Di Benedetto, presidente del Gruppo – Con una corretta politica di gestione strategica siamo infatti riusciti a consolidare il nostro posizionamento sul territorio nazionale e oggi ITAS si colloca tra le prime dieci compagnie assicuratrici italiane nel ramo danni. La prossima apertura di una nuova e prestigiosa sede a Milano conferma la volontà del Gruppo di rafforzare sempre di più la propria presenza a livello nazionale pur rimanendo fortemente legata ai valori di mutualità che la caratterizzano. Si tratta quindi di un consolidamento frutto di un gioco di squadra che vede come protagoniste tutte le componenti di Casa ITAS, orgoglio della nostra mission di solidarietà e prestigio dell'intera comunità dei nostri territori".

 

Ad aprile 2017 ITAS inaugurerà infatti una nuova sede nel cuore finanziario di Milano, a due passi dalla Borsa, in via Santa Maria Segreta, in un palazzo storico progettato negli anni '30 dall'architetto Giò Ponti. Sarà la più importante sede dopo quella del quartier generale che resterà a Trento.

 

La semestrale approvata dal Consiglio di Amministrazione evidenzia un netto miglioramento dei parametri che esprimono le performance della Compagnia, nonostante non si sia ancora potuto procedere all'ottimizzazione dei processi in seguito all'acquisizione di RSA: grazie alla riduzione del costo medio dei sinistri, la claim ratio scende al 60,6% (era 67,4 nel 2015) e il combined ratio passa dal 94,5% del 2015 all'89,2%.

 

"Nonostante le sfavorevoli condizioni di mercato, ed in particolare la volatilità del mercato finanziario, esprimiamo soddisfazione per i processi di integrazione: le operazioni e le procedure contabili e informatiche si stanno evolvendo con ampio anticipo rispetto al piano, anche grazie all'importante contributo delle risorse interne. Riteniamo di poter conseguire con successo la maggior parte degli obiettivi concordati entro quest'anno – commenta Ermanno Grassi, direttore generale del Gruppo -  Questa attività straordinaria non incide negativamente sullo sviluppo del portafoglio che, viceversa, mostra segnali importanti. Senza considerare infatti l'operazione straordinaria di acquisizione, la rete agenziale storica cresce complessivamente, in netta controtendenza rispetto al mercato. Altro dato di grande interesse per noi è la costante crescita delle adesioni al Fondo Pensione Aperto PensPlan Plurifonds: in questo comparto il patrimonio netto cresce del 10% raggiungendo quota 534 milioni di euro e gli iscritti salgono a 53.604, nonostante le incidenze dei mercati finanziari. Si attesta invece a 179,4 milioni la raccolta dei premi vita, in linea con il piano industriale che punta ad una maggiore protezione degli interessi dei soci".

 

Cresce anche il numero dei soci assicurati ITAS che salgono a quasi 550.000: l'obiettivo è quello di raggiungere 1 milione di soci assicurati entro il 2018. Significativi anche i broker che oggi sono 251 e che valgono il 10% in più del portafoglio rispetto al 2015. 

I broker, quindi, vanno ad arricchire una rete commerciale nazionale costituita da 636 agenti distribuiti in 700 uffici sul territorio.

 

 

I risultati del Gruppo ITAS nel primo semestre 2016

ITAS Mutua

·         Crescita significativa della raccolta premi di esercizio: 363 milioni di euro (nel 2015 era di 225 milioni di euro)

·         Utile: 5,5 milioni

·         89,2% combined ratio (nel 2015 94,5%)

·         60,6% claim ratio (nel 2015 67,4%)

·         Risultato tecnico del conto economico: 10,1 milioni

 

Itas Vita

·         Contrazione nella raccolta premi di esercizio, in linea con l'andamento che caratterizza in generale tutto il mercato assicurativo: 179 milioni di euro che risulta comunque essere superiore rispetto al trend di mercato ed in linea con quello che è il piano industriale di Gruppo del triennio.

·         Utile: 1 milione

·         Risultato tecnico del conto economico: 1,7 milioni

·         Fondo Pensione Aperto PensPlan Plurifonds: 534 milioni patrimonio netto (+10% rispetto al 2015)

·         Polizza TCM (polizza caso morte): 35.600 contratti (+16% rispetto al 2015)

 

Gruppo

·         Patrimonio netto: 384 milioni di euro (+1,7%)

·         Utile netto ante imposte consolidato: 22,3 milioni di euro

 

Gruppo ITAS Assicurazioni

Fondata in Trentino nel 1821, ITAS (Istituto Trentino-Alto Adige per Assicurazioni) è la Compagnia Assicuratrice più antica d'Italia. 

Il Gruppo ITAS, una delle poche mutue presenti nel territorio italiano, vanta una rete di circa 650 agenti, i quali insieme ai collaboratori e al personale di agenzia, danno vita ad una famiglia di 4.500 persone, dislocate in oltre 750 uffici e agenzie sul territorio italiano, che operano a tutela dei soci assicurati secondo i principi mutualistici della Compagnia. 

Posizionandosi tra i primi 10 gruppi assicurativi italiani, ITAS mette quotidianamente al centro del proprio operato la sicurezza e la mutualità, i valori fondanti della Compagnia.  

La vera forza del Gruppo ITAS, infatti, è data dall'efficacia dell'azione mutualistica, che si concretizza anche nel sostegno di iniziative rivolte alle imprese sociali impegnate nello sviluppo della comunità.

La Capogruppo ITAS Mutua controlla (in via diretta ed indiretta) ITAS Holding S.r.l., ITAS Patrimonio, Assicuratrice Val Piave S.p.A., ITAS Assicurazioni S.p.A. e ITAS Vita S.p.A. 

Ad oggi, la struttura del Gruppo ITAS è il risultato di partecipazioni azionarie incrociate fatte nel corso dei quasi 200 anni di storia della Compagnia, al fine di rispondere in modo più efficiente e puntuale alle diverse necessità dei soci assicurati.




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI