Cerca nel sito

sabato 10 settembre 2016

Padova festeggia il Confucius Institute Day: film, arte, fotografia, conferenze per scorpire la Cina antica e la Cina contemporanea

Padova festeggia il Confucius Institute Day

film, arte, fotografia, conferenze: sempre a ingresso libero




Mentre fervono i preparativi per i festeggiamenti del Capodanno cinese 2017 - organizzato con il Comune di Padova, Assessorato alla Cultura - con mostre, conferenze, spettacoli, workshop e le spettacolari danze dei dragoni disseminati nei luoghi più rinomati della città, l'Istituto Confucio all'Università di Padova organizza per fine settembre due settimane fitte di eventi culturali per festeggiare con la cittadinanza la giornata internazionale degli Istituti di Cultura cinese nel mondo.





Per celebrare il Confucius Institute Day in occasione del 12° anniversario della fondazione degli Istituti Confucio, evento che viene festeggiato in contemporanea in tutto il mondo, l'Istituto Confucio all'Università di Padova, diretto dai Professori Giorgio Picci e Huichun Liu, organizza un'importante serie di eventi culturali, tutti aperti al pubblico e con ingresso gratuito:



Festival CinaCinema

- evento patrocinato dal Comune di Padova -



Dal 26 al 30 settembre, con proiezioni sempre a partire dalle ore 21.00, si inaugura al Multisala Porto Astra in sala 8 – Fronte del Porto, a Padova, la rassegna "CinaCinema" interamente dedicata alla grande cinematografia cinese.


Si comincia lunedì 26 settembre con la proiezione di "Sorgo Rosso" del cineasta Zhang Yimou. La serata inaugurale sarà presentata da Giuliana Muscio, storica del cinema, professoressa ordinaria all'Università di Padova. 

Muscio ha insegnato anche alla UCLA di Los Angeles e all'Università del Minnesota a Minneapolis. La storica del cinema introdurrà il pubblico alla visione dei film in rassegna, con un particolare focus sulle produzioni cinematografiche cinesi contemporanee.


Sorgo Rosso ha vinto l'Orso d'Oro al 38° festival di Berlino del 1988. Tratto dal romanzo del Premio Nobel Mo Yan, il film è ambientato negli anni '20 del XX secolo in una valle del Nord della Cina. 

Narra le vicissitudini di una famiglia composta da padre, madre e figlio a partire dal fortuito incontro in un campo di sorgo tra una giovane donna in viaggio verso un matrimonio combinato e uno dei suoi portantini, alla nascita del loro amore, della loro famiglia, e fino alle successive violente incursioni dei giapponesi.



Martedì 27 settembre sarà la volta di "Aftersock" del regista Feng Xiaogang. Il film del 2011 fece un vero record di incassi, a riprova del fatto che negli ultimi anni l'industria cinematografica del Dragone è cresciuta moltissimo e su scala globale.


"Aftershock" descrive uno dei più grandi disastri naturali della storia, il terremoto che nel 1976 devastò la città di Tangshan (nella provincia settentrionale dello Hebei) e causò la morte di 240mila persone. Una catastrofe naturale i cui effetti ricaddero a pioggia sulle generazioni successive; una ferita non ancora completamente rimarginata per la popolazione cinese. Protagonista del film una madre, che dovrà fare una scelta tragica che si porterà dentro fino al presente, quando un nuovo terremoto riporterà tutte le vecchie ferite in superficie.



Mercoledì 28 settembre avremo "La strada verso casa" di Zhang Yimou.

Il film racconta la storia di Luo Yusheng che ritorna al villaggio natale nel nord della Cina per l'improvvisa morte del padre. Lo zio e il capo del villaggio lo informano delle ultime volontà del padre e dei funerali che dovranno essere celebrati, secondo la madre, osservando le antiche tradizioni rituali. La donna, affranta da quella perdita, desidera che il marito venga ricondotto a "braccio" sulla strada verso casa e che un drappo da lei tessuto ne avvolga le spoglia. A Luo tutto questo sembra irragionevole, ma la memoria dell'amore straordinario che univa i genitori lo convincerà. E nella lunga "strada verso casa" la storia individuale diventa la Storia di un popolo che può pensare al futuro solo celebrando il passato.



Giovedì 29 settembre "Io sono Li" del documentarista e cineasta padovano Andrea Segre.

Il film narra la storia di Li, una donna costretta a confezionare quaranta camicie al giorno per poter pagare i suoi debiti e riabbracciare finalmente il figlio. Da impiegata in un laboratorio tessile della periferia romana sarà traghettata a Chioggia, città lagunare del Veneto. Qui farà amicizia con un pescatore jugoslavo, anch'esso immigrato in Italia da tempo, con cui instaurerà un profondo rapporto che cambierà la sua vita.



Ultima proiezione venerdì 30 settembre con "If you are the one" di Feng Xiaogang.

Qin Fen, che è molto ricco, intraprende la ricerca della moglie ideale: il titolo cinese del film, feicheng wurao, ovvero "astenersi perditempo", si riferisce all'ultima frase dell'insolito annuncio scritto da Qin Fen.

Criterio fondamentale della prescelta è che dev'essere una persona sincera. Qin Fen si troverà in questo modo ad avere a che fare con tutta una serie di personaggi bizzarri che lo porteranno, alla fine, a trovare forse la persona giusta.



I film sono proiettati tutti in italiano ad esclusione di "If you are the one" proiettato in lingua cinese con sottotitoli in inglese.






MOSTRA FOTOGRAFICA

"LA CITTÀ DI GUANGZHOU"



Dal 19 al 23 settembre sarà visitabile con orario continuato 9.00 – 18.00 nel ballatoio di fronte all'Aula Diano di Palazzo Liviano, in Piazza Capitaniato 7 a Padova, la Mostra Fotografica "La Città di Guangzhou".

La mostra è composta da 50 scatti che ritraggono la celebre città del sud della Cina, luogo perennemente in bilico tra tradizione e modernità.

L'esposizione vuole essere un omaggio alla storia e alla cultura di Guangzhou, evidenziandone anche l'allure avveniristica che fa di questa città uno dei poli più importanti e dinamici della Cina di oggi.

Inaugurazione con brindisi lunedì 19 settembre ore 16.30. Ingresso libero.






CONFERENZA

SINO-ITALIAN WORKSHOP ON THE PRESERVATION OF CULTURAL AND ARCHEOLOGICAL HERITAGE



Il 23 settembre al Museo di Scienze Archeologiche e d'Arte dell'Università di Padova (Dipartimento dei Beni Culturali, Palazzo Liviano, Piazza Capitaniato 7, Padova), l'Istituto Confucio organizza il Sino-Italian



Workshop on the Preservation of Cultural and Archeological Heritage. La giornata, che si articolerà in un fitto calendario di conferenze, protagonisti studiosi e professori del settore provenienti dall'Università di Padova e dalla Guangzhou University, si focalizzerà sulla conservazione, il restauro e il recupero dei beni culturali, in particolare di quelli architettonici.



Le conferenze si terranno tutte in inglese.

Entrata libera fino ad esaurimento posti.

Registrazione obbligatoria:
 

www.istitutoconfuciopadova.it/drupal/conferenza23settembre

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI