Cerca nel sito

giovedì 16 febbraio 2017

CASTELLABATE - TUTTE LE STATUE PER SAN COSTABILE . DOMANI LA SUA FESTA / DI MARCO NICOLETTI

CASTELLABATE - Sono partite nel tardo pomeriggio dalle loro sedi parrocchiali le statue delle varie figure religiose. San Marco Evangelista, Madonna delle grazie, sant'Antonio, Santa Maria a Mare, madonna dell'annunziata. Sono state condotte a Castellabate capoluogo per celebrare la divina ricorrenza di San Costabile Gentilcore che ricorre domani 18 Febbraio. Su delle macchine scoperte hanno percorso con i rispettivi parroci le strade del comune cilentano, tanta la gente accorsa nella piazza all'arrivo ( vedi foto ) .

Ma chi è San Costabile Gentilcore?

Nacque verso il 1070 a Tresino in Lucania dalla nobile famiglia Gentilcore. A sette anni Costabile fu affidato all'abate di Cava dei Tirreni, Leone I, divenendo poi monaco nella stessa Abbazia. Dimostrò un impegno encomiabile nella Regola benedettina nella vita monastica, tale che fu incaricato dall'abate di importanti trattative di affari. Il 10 gennaio 1118, con il pieno consenso dei monaci, fu elevato dall'abate a suo coadiutore, succedendogli poi nella carica alla sua morte, il 4 marzo 1122. Morì il 17 febbraio 1124 a soli 53 anni. Dopo la morte apparve varie volte agli abati suoi successori, venendo in loro aiuto nelle contingenze. Si ricordano i suoi interventi prodigiosi per la salvezza delle navi, che in seguito appartennero all'Abbazia, al punto che per tutto il Medioevo fu ritenuto protettore dei marinai dell'Abbazia stessa.

Il 21 dicembre 1893 papa Leone XIII, riconobbe l’antichissimo culto tributato e il titolo di santo, ai primi quattro abati, della celebre Abbazia della SS. Trinità di Cava dei Tirreni, fondata nel secolo XI.

Essi sono s. Alferio il fondatore e primo abate († 1050), s. Leone I (1050-79), s. Pietro I Pappacarbone (1079-1123) e s. Costabile o Constabile (1122-24), le loro reliquie riposano nella chiesa dell’abbazia nella ‘Cappella dei ss. Padri’.

Costabile nacque verso il 1070 a Tresino in Lucania dalla nobile famiglia Gentilcore, a sette anni fu affidato all’abate di Cava s. Leone I, divenendo poi monaco nella stessa abbazia. Dimostrò un impegno encomiabile della Regola benedettina nella vita monastica, tale che fu considerato un esempio per i suoi confratelli e incaricato dall’abate di importanti trattative di affari per l’abbazia.

Il 10 gennaio 1118, con il pieno consenso dei monaci, fu elevato dall’abate s. Pietro I a suo coadiutore nel governo dell’abbazia ormai ingranditosi notevolmente, succedendogli poi nella carica alla sua morte, il 4 marzo 1122.

La sua opera si esplicò con amabilità, comprensione per ciascuno dei monaci e dei loro singoli problemi, senza far pesare la sua autorità.

Morì il 17 febbraio 1124 a soli 53 anni e sepolto nella parte della chiesa sovrastante la grotta ‘Arsicia’ usata da s. Alferio. Dopo la sua morte apparve varie volte agli abati suoi successori, venendo in loro aiuto nelle contingenze, si parla di suoi interventi prodigiosi per la salvezza delle navi, che in seguito appartennero alla celebre Abbazia, al punto che per tutto il Medioevo fu ritenuto protettore dei marinai dell’abbazia.

La sua festa ricorre il 17 febbraio.

E' il patrono della cittadina di Castellabate nel Cilento, da lui fondata nel 1123 e il cui nome lo indica chiaramente. Dal 1979 è stato elevato a compatrono della diocesi di Vallo della Lucania.


Marco Nicoletti

- fonti web
- foto Andrea Di Paola

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI