Cerca nel sito

giovedì 2 febbraio 2017

CHIESA - ORGE IN CANONICA , I PARROCCHIANI PERDONANO DON CAVEZZANA " NON È NE GAY NE PEDOFILO "

I parrocchiani di Carbonara stanno raccogliendo firme per riavere tra loro don Roberto Cavazzana. Dicono che per loro è irrilevante se partecipasse  alle orge organizzate da don Andrea Contin, il sacerdote padovano che gestiva un giro di prostituzione e che dava da mangiare alla sua amante in una ciotola per cani.
Ma sulle pagine del Corriere Veneto che si può trovare una dichiarazione dei suoi compaesani che ben mostra quale sia lo spirito di ipocrisia di chi è sempre pronto a lanciare giudizi morali sulla base del pregiudizio per poi mettere in soffitta i loro dogmi nel garantire piena assoluzione a chi conoscono. Afferma il quotidiano:

I paesani lo difendono a spada tratta: «La sua confessione è già una scusa - dice una mamma con il passeggino -. Non si parla di pedofilia né di rapporti gay, per cui siamo tranquilli. Bisogna distinguere l’uomo dal sacerdote, e don Roberto è un prete in gamba: speriamo che torni presto, siamo pronti a mettere la firma e a perdonarlo». «Don Roberto –aggiunge Maria Elena Sinigaglia, sindaco di Rovolon– ha ben operato e i cittadini hanno sempre manifestato soddisfazione e affetto nei suoi confronti».

Insomma, il sacerdote perdonato perché le molteplici donne con cui aveva rapporti sessuali avevano una vagina. Fosse stato gay e se avesse avuto una relazione stabile con un altro uomo, lo si sarebbe dovuto mettere al rogo.
Ecco dunque la perversa logica di una Chiesa che appare sempre più omofoba, prova di come alcuni vescovi dovrebbero porsi delle serie domande riguardo al messaggio distorto che stanno inculcando nei fedeli solo perché non sono disposti ad accettare che anche i gay meritano rispetto e dignità.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI