Cerca nel blog

martedì 17 dicembre 2013

Natale: 8 milioni di italiani sognano il cesto enogastronomico sotto l'albero

Secondo la Cia, la crisi taglia il budget di spesa per le feste (-5,5%) ma il cibo resiste e, anzi, cresce come idea regalo. Sei italiani su dieci dichiarano di optare per doni "da tavola" a parenti e amici. Sempre più famiglie si recano nelle aziende e nei mercatini allestiti dagli agricoltori (+4%), dove si può risparmiare fino al 30%.   

 

            Sono almeno 8 milioni gli italiani che sperano di trovare sotto l'albero il tradizionale cesto natalizio con i prodotti enogastronomici del territorio. Perché nell'ennesimo Natale sotto il segno dell'austerity, con i consumi stimati in calo del 2,4 per cento a fine anno e il budget di spesa per le feste ulteriormente ridotto del 5,5 per cento rispetto al 2012, il cibo è l'unico elemento che non si "taglia", anzi cresce anche come idea regalo. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori.

            Con la crisi e le tredicesime già impegnate tra tasse, bollette e mutuo, si vira verso doni utili, con il 59 per cento degli italiani che dichiara di optare quest'anno per regali "da tavola" a parenti e amici -spiega la Cia-. E vanno bene anche i cesti di Natale, anche se in "versione ridotta" rispetto agli anni scorsi, che il 27 per cento degli italiani riempirà con prodotti locali e "bio".

            Messe da parte le mode esterofile, infatti, vince assolutamente il "made in Italy" e tra i prodotti più gettonati, per tre italiani su quattro ci sono sicuramente vino, spumante, panettone e torrone tradizionale, seguiti da salumi, conserve, olio extravergine d'oliva, miele e formaggi tipici. Per una spesa complessiva -stima la Cia- compresa tra i 600 e i 650 milioni di euro.

            Ma a crescere quest'anno è anche la "spesa in campagna", con un incremento del 4 per cento sullo stesso periodo del 2012. Sono tanti gli italiani che in questi giorni si stanno recando nelle aziende agricole che fanno vendita diretta e nei mercatini allestiti in questi giorni dagli agricoltori, soprattutto nelle zone rurali. Una scelta che premia non soltanto la qualità, la tipicità, la freschezza e la salubrità dei nostri prodotti agricoli -osserva la Cia- ma alleggerisce lo scontrino. Nelle aziende agricole, infatti, si acquista a prezzi molto più contenuti rispetto a quelli praticati da supermercati e centri commerciali, con un risparmio che può arrivare fino al 30 per cento.


 


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *