Cerca nel blog

sabato 30 novembre 2019

Cybersecurity: arriva MobiWall, l'app di Mobisec che protegge la privacy e la sicurezza dello Smartphone. Dal 2 dicembre gratis su IoS Store

Sarà disponibile dal 2 dicembre gratuitamente su IoS Store (e dal 2020 su Android) MobiWall, app ideata da Mobisec, azienda trevigiana che dal 2015 lavora per portare le metodologie classiche di cyber security in ambito mobile, adattandole alla specificità delle architetture e dell'ingegneria delle mobile applications.
Un'app per tutelare la sicurezza dei propri dati sensibili e per mettersi al riparo dai più comuni errori degli utenti nell'utilizzo del proprio smartphone

DIFENDERE IL CELLULARE DAGLI ATTACCHI ESTERNI E DALLA PROPRIA DISATTENZIONE 

ARRIVA MOBIWALL, L'APP CHE TI PROTEGGE

Ideata da Mobisec, azienda italiana che dal 2015 si occupa esclusivamente di mobile security, con un nuovo approccio basato sulla semplicità di utilizzo, l'app è progettata partendo dagli errori più comuni che gli utenti commettono durante la navigazione, disseminando dati e informazioni sensibili.
 
Treviso, 30 novembre 2019 – Che lo smartphone sia diventato a tutti gli effetti per un numero impressionante di persone (5,1 miliardi nel mondo, 48 milioni in Italia, 104 milioni di SIM) uno strumento irrinunciabile nella quotidianità è un dato di fatto. 

Ma è altrettanto vero che soltanto in tempi relativamente recenti gli utenti, anche quelli meno smaliziati, hanno cominciato ad intuire che la quantità enorme di dati personali quotidianamente immessi nei nostri dispositivi mobili – volontariamente o a nostra insaputa – si configura come una reale minaccia alla nostra privacy

Lo scandalo Cambridge Analytica, con i dati di 50 milioni di utenti di Facebook utilizzati a fini dell'ultima campagna elettorale statunitense, è stato senza dubbio un punto di non ritorno. Ma che possibilità ha l'utente, anche il meno esperto, di tutelare la sicurezza del proprio smartphone? Una soluzione arriva da MobiWall, app gratuita disponibile su IoS Store a partire dal 2 dicembre 2019, e su Android da inizio 2020.

Ad idearla Mobisec, azienda trevigiana che dal 2015 lavora per portare le metodologie classiche di cyber security in ambito mobile, adattandole alla specificità delle architetture e dell'ingegneria delle mobile applications. L'azienda, che è partner sul tema della sicurezza di grandi gruppi bancari e assicurativi, porta ora l'expertise maturata nel segmento btob al pubblico degli utenti consumer, con un'app progettata partendo proprio dall'analisi dei più comuni errori che tutti compiono durante la navigazione.

MobiWall consentirà in maniera efficace, semplice e intuitiva – caratteristiche, queste ultime, che la distinguono dalle altre soluzioni disponibili sul mercato – di proteggere i dati personali degli utenti, normalmente raccolti ed inviati a player del settore ad insaputa dell'utente stesso, tutelando quindi la privacy, le abitudini e i dati qualitativi che profilano il consumatore e i suoi behaviour.
 
"La maggior parte dei dati che vengono rubati o trasmessi senza consapevolezza del proprietario del Device sono trasferite tramite network a una serie di indirizzi noti o riconducibili a società private che fanno del data gathering la loro fortuna, alle spalle degli utenti" spiega Alberto Zannol, fondatore di Mobisec. - L'applicazione MobiWall permetterà di bloccare (sia in ingresso che soprattutto in uscita) le connessioni verso determinate web url e relative società, impedendo quindi che queste si approprino di dati (sensibili o meno) per loro scopi commerciali o strategici. Sarà dunque possibile agire sulle singole url, o bloccare intere app (Facebook, Instagram, Wechat, etc.), anche temporaneamente nel momento in cui non si stiano utilizzando, per evitare invio di dati non voluti".
 
Ma quali sono i casi d'uso più comuni dell'applicazione? A seguire alcuni esempi tra i più comuni:
- Non è infrequente che l'oggetto di conversazioni, chat e scambi sul cellulare si materializzi immediatamente nella comparsa di banner pubblicitari sulle bacheche dei nostri social e di Google Ads. Attraverso i filtri selettivi (preimpostati e creabili dall'utente), MobiWall evita che i dati confidenziali dell'Utente vengano trasmessi a sua insaputa e usati poi per scopi commerciali e di profilazione.
- Una batteria che si scarica frequentemente o scarsa velocità nella navigazione possono essere sintomo di un attacco alla sicurezza del mobile: MobiWall difende l'utente da pubblicità indesiderate e malware che intaccano il risparmio energetico, la fluidità della navigazione e la protezione delle risorse del sistema.
- Quante volte di ritorno da un viaggio intercontinentale ci accorgiamo di aver esaurito il credito o riceviamo fatture salate perché abbiamo dimenticato di disattivare il roaming sul nostro Smartphone o di abilitare delle opzioni per il traffico dati estero? MobiWall controlla il traffico dati, anche extra UE, per evitare brutte sorprese sul conto telefonico.
- Sempre a proposito di servizi che erodono il traffico telefonico, MobiWall blocca i contenuti dei siti maliziosi che attivano servizi e abbonamenti non voluti, a scopo di frode: l'app riesce a bloccare siti poco onesti che attraverso le loro pubblicità attivano dei servizi e degli abbonamenti indesiderati a solo scopo di frode.
- Le ricerche on line o le funzionalità delle app sono spesso rallentate dalla frequente e invasiva comparsa di pubblicità e gli adv sia nei siti web sia nelle applicazioni: MobiWall consente all'utente di bloccarli. Basta SCAM, basta SPAM.
 
 
Company Profile
Mobisec è un'azienda 100% italiana nata nell'aprile 2015. Inizia il suo percorso nella mobile security nel 2013, su iniziativa di 2 dei suoi fondatori che lavorano per portare le metodologie classiche di cyber security (OWASP, OSSTM, CVSS notation) in ambito mobile. Mobisec analizza la sicurezza delle applicazioni mobile di business, proteggendo i dati del cliente finale ed il business del proprietario dell'applicazione. L'approccio è basato sulla capacità di scovare le falle di sicurezza non solo nel codice dell'applicazione, ma anche nella sua interazione con eventuali altre applicazioni, col sistema operativo e con le sorgenti esterne dei dati. Dal 2015 è partner di grandi aziende nel settore bancario, assicurativo, pubblica amministrazione centrale, online gaming, betting, trasporti, mobilità, automotive.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *