Cerca nel sito

Caricamento in corso...

Le ultime notizie pubblicate

domenica 30 agosto 2015

VINO: COLDIRETTI, VENDEMMIA “DOC” SPINGE RECORD EXPORT (+6%)


PIU' QUALITA' E QUANTITA' DA BILANCIO AD UN MESE DALL'INIZIO

 

Le condizioni climatiche hanno creato le condizioni per una vendemmia ottima dal punto di vista qualitativo con un produzione stimata in aumento dal 5 al 10 per cento rispetto ai valori minimi dello scorso anno. E' quanto afferma la Coldiretti che nel tracciare un bilancio a quasi un mese dall'inizio della vendemmia in Italia che attiva un motore economico che genera quasi 9,5 miliardi di fatturato solo dalla vendita del vino e che da occupazione a 1,25 milioni di persone. Ci sono le condizioni per una annata da ricordare nel settore del vino che ha fatto segnare un valore record nelle esportazioni con un incremento del 6 per cento in valore delle esportazioni, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Istat relative ai primi 5 mesi del 2015. Anche se molto dipenderà dal mese di settembre nel corso del quale si concentrano le operazioni di raccolta, si prevede - sottolinea la Coldiretti - una produzione annuale che oscilla tra i 44 ed i 46 ettolitri al litro stimati da Assoenologi con una indicazione a livello regionale di aumenti dal 5 al 10 per cento per Emilia Romagna, Veneto e Piemonte, Valle d'Aosta, Sicilia, Liguria, Friuli, Marche, Molise, Basilicata e Calabria, incrementi superiori al 10 per cento per Lazio, Umbria, Trentino Alto Adige, Puglia,  Campania ma sostanziale stabilità in Lombardia e un calo del 5 per cento in Toscana. Le condizioni climatiche con il grande caldo hanno accelerato i processi e - precisa la Coldiretti - anticipato la raccolta che si classifica come la seconda piu' precoce dal dopoguerra, seconda solo a quella del 2003, l'anno di una storica siccità, quando iniziò il 2 agosto. In Italia la vendemmia è partita con le uve pinot e chardonnay in un percorso che - precisa la Coldiretti - proseguirà a settembre ed ottobre con la raccolta delle grandi uve rosse autoctone Sangiovese, Montepulciano, Nebbiolo e che si concluderà addirittura a novembre con le uve di Aglianico e Nebbiolo e Nerello. Le stime della Coldiretti dunque saranno progressivamente definite perché molto dipenderà dalle prossime settimane in cui si inizierà a raccogliere tutte le altre uve e dall'andamento climatico del settimane precedenti la raccolta. In ogni caso lo stato fitosanitario dei vigneti è in tutta Italia molto buono con assenza di situazioni di criticità e la qualità attesa è ottima. Se non ci saranno sconvolgimenti si prevede che la produzione Made in Italy sarà destinata per oltre il 40 per cento - conclude la Coldiretti - ai 332 vini a denominazione di origine controllata (Doc) e ai 73 vini a denominazione di origine controllata e garantita (Docg), il 30 per cento ai 118 vini a indicazione geografica tipica (Igt) riconosciuti in Italia e il restante 30 per cento a vini da tavola.



7 ITALIANI SU 10 NELLE SAGRE, MUST ESTATE 201

VACANZE: COLDIRETTI,  7 ITALIANI SU 10 NELLE SAGRE, MUST ESTATE 2015

 

Piu' di sette italiani su dieci (71 per cento) hanno scelto di partecipare quest'anno a sagre e feste di Paese che si concentrano nel periodo estivo lungo tutta la Penisola. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti/Ixe' nell'estate 2015 che evidenzia l'apprezzamento crescente  degli italiani per le sagre che si propongono come momento conviviale alternativo che riguarda sia le località piu' turistiche ma anche piu' spesso le aree interne meno battute. Sui tratta di una vera e propria tendenza che - sostiene la Coldiretti - è il frutto dell'esigenza di contenere le spese ma anche di ristabilire un rapporto più diretto con il cibo, la cultura e le tradizioni territoriali, soprattutto nel momento delle vacanze estive quando si moltiplicano le iniziative di valorizzazione dei prodotti locali con feste organizzate in tutta Italia, nei piccoli e grandi centri. In molti si accontentano di guardare e curiosare tra le bancarelle ma c'è anche chi ne approfitta per acquistare souvenir o ricordi della vacanza e chi invece coglie l'occasione per gustare cibi e specialità locali. Il business è comunque modesto e secondo l'analisi della Coldiretti/Ixe' il 13 per cento dei frequentatori non spende niente, il 51 per cento non più di dieci euro per persona e il 31 per cento tra i 10 ed i 30 euro per persona, mentre gli altri non rispondono. Sagre, fiere e mercati di paese in Italia sono  dedicate a ricorrenze storiche o religiose, ma soprattutto a prodotti tipici dell'enogastronomia locale che sono molto spesso al centro dei festeggiamenti che si concentrano proprio  quando si raccolgono pregiati frutti della terra, dall'uva ai funghi, dalle telline al peperone fino al tartufo. Una tendenza positiva che va accompagnata però - continua la Coldiretti - da una maggiore qualificazione dell'offerta che purtroppo non sempre è all'altezza. Tra i consigli da seguire nella scelta secondo la Coldiretti ci sono infatti la verifica della congruità del "cibo festeggiato" con la realtà produttiva del territorio anche con un occhio alla stagionalità, le garanzie offerte dalla partecipazione delle Istituzioni, dai Comuni alle Parrocchie fino alle organizzazioni di rappresentanza, il coinvolgimento nell'iniziativa di operatori economici locali dai ristoratori agli agricoltori con Campagna Amica. La necessaria qualificazione dell'offerta delle sagre in Italia puo' essere infatti sostenuta da una più forte presenza delle realtà economiche espressione del territorio come ad esempio la vendita diretta dei prodotti agricoli e alimentari delle aziende agricole locali, che garantiscono identità e qualità al giusto prezzo. Una opportunità - continua la Coldiretti - resa possibile anche dal moltiplicarsi dei mercati, delle botteghe e degli spacci aziendali degli agricoltori di "Campagna Amica", che possono contare su quasi diecimila punti vendita in tutta Italia dove e possibile acquistare i prodotti agricoli e alimentari del territorio a chilometri zero.



venerdì 28 agosto 2015

NapoliPizzaVillage

 Lungomare Caracciolo

     Con l’inno ufficiale “My Pizza is Wonderful”, in un clima festivaliero, martedì 1 settembre parte la V edizione del NapoliPizzaVillage sul lungomare di Via Caracciolo.
     Workshop, Arte, Laboratori, Musica e Cabaret ad animare un angolo più bello del mondo con lo sfondo di Castel dell’Ovo, Posillipo, il Vesuvio e Capri in lontananza. Alla prima edizione presero parte 20 pizzerie con centomila presenze; l’anno scorso 50 pizzerie e 500 mila presenze.
     L’assessore alla cultura, Nino Daniele, in assenza dell’assessore al Lavoro e Attività Produttive Enrico Panini, durante la conferenza stampa a Palazzo San Giacomo ha dichiarato: “Il Napoli Pizza Village è tra i più grandi eventi popolari sul tema dell’alimentazione in Europa alla pari dell’OktoberFest, con grandissime ricadute in termini di promozione d’immagine del territorio, del turismo e dell’economia cittadina, motivo per il quale l’Amministrazione comunale ritiene questa manifestazione un vanto per la città”. Presenti Sergio Miccù, presidente Ass.Pizzaiuoli, Claudio Sebillo, brandmanager dell’evento, Antimo Caputo, sponsor della manifestazione.
       Le cinquanta pizzerie storiche, attrezzate con forno e banchi per l’impasto occuperanno i trentamila mq e si sfideranno nello sfornare oltre centomila pizze per un pubblico esigente proveniente dall’Italia e dall’estero per la presenza di navi da crociera e le convenzioni stipulate con linee aeree Meridiana e Trenitalia-Frecciarossa.
     L’evento che durerà sei giorni, fino a domenica 6 settembre, dalle 18,30 alle 24, con ingresso gratuito e ticket per pizza, birra, caffé, dolce o gelato 12 euro, prevede un ricco cartellone di spettacoli e canzoni del repertorio sul tema: “Pizza” di Giorgio Gaber, “A pizzaiola ‘nnamurata” di Antonio Basurto, “Pummarola Blues” di Tullio De Piscolo, “A pizza c’’a pummarola” di Domenico Modugno e le canzoni tradizionali della Nuova Compagnia di Canto Popolare, Fabio Concato, Gigi e Ross di Made in Sud & Swing Orchestra, l’attore Maurizio Casagrande e Lino D’Angiò che proporrà i suoi personaggi, dall’ex sindaco Iervolino a Bassolino per finire con il presidente della Regione De Luca. Radio ufficiale Kiss Kiss, speaker Ida Di Martino.
    Nei primi due giorni, martedì e mercoledì è previsto la finale del 14° campionato del Mondo del Pizzaiolo-Trofeo Caputo. Alla sfida prenderanno parte i vincitori delle varie tappe svoltesi in Giappone, Usa, Israele, Russia, Australia, Dubai, Taiwan e i contendenti provenienti da 40 Paesi che hanno chiesto di partecipare. La gara prevede l’assegnazione di otto titoli riferiti ad altrettante categorie che vanno dalla pizza classica a quella acrobatica.
     Un banchetto accetterà le firme per la candidatura dell’Arte dei Pizzaioli Napoletani nella lista del patrimonio immateriale dell’Umanità dell’Unesco. Per iniziativa dell’ex ministro dell’Agricoltura e dell’Ambiente, Pecoraio Scanio sono state già raccolte oltre 300mila firme, la meta è arrivare ad un milione di sostenitori. Un concorso sulle pizze più originali e belle è stato promosso dalla piattaforma www.pizzenelmondo.org .
      Prevista l’Area Family Village con la “Scuola di pizza di Casa Rossopomodoro” gli adulti potranno fare lezione con 19 maestri che insegnano ad impastare, guarnire e soprattutto infornare la pizza in un comune forno di casa. Per i bambini parco gioco, animazione e nozioni sulla sana alimentazione. Per i celiaci, pizza, birra, dolce e gelato specifico.

    Mario Carillo
    
     


A RUTIGLIANO la Notte Bianca dei bambini con “Il villaggio delle fiabe”


RUTIGLIANO (BARI)-  Domenica 30 agosto, dalle ore 19, torna la Notte Bianca dei bambini VI edizione con “Il villaggio delle fiabe”, evento promosso dall'assessorato alla Cultura, assessore Gianvito Altieri.


Tra sogno e realtà il centro storico di Rutigliano si anima di magia e accoglierà le animazioni fiabesche di oggi e di ieri in un percorso che trasporta i bambini e gli adulti in un mondo fantastico dove imparano a condividere e a socializzare. Così la Notte Bianca dei Bambini va oltre il puro e semplice gioco, è qualcosa di più. Ogni anno in continua evoluzione, valorizza le bellezze artistiche del territorio e abbraccia il senso della fiaba e della narrazione itinerante. Tra interazione e partecipazione, grazie alla guida di animatori artisti e narratori, le favole antiche si incontrano e si trasformano coinvolgendo con la fantasia protagonisti recenti o personaggi inventati al momento, così la storia diventa dinamica e si costruisce volta per volta, lasciando ai protagonisti, i bambini, la scelta del finale.
L’evento di grande spessore culturale è stato ideato da Brigida Forte, curato da Mago Felix, e organizzato insieme allo staff di Mondo Festa.
Tutti loro regaleranno una serata indimenticabile, sotto il cielo di una città che all’occorrenza si trasformerà in un’avventura al di là dei confini del possibile. Regalati un sorriso e costruisci insieme a noi la tua favola dei sogni!

Presentato il NapoliPizzaVillage



Al Comune di Napoli presentato il Napoli Pizza Village 

 Pizza, musica, cabaret tra gli ingredienti della quinta edizione della kermesse dedicata alla pizza. Tra le novità biglietto elettronico per evitare le code e Radio Pizza Village

Napoli, 28 agosto 2015 – "Il Napoli Pizza Village è tra i più grandi eventi popolari sul tema dell'alimentazione in Europa alla pari dell'OktoberFest, con grandissime ricadute in termini di promozione d'immagine del territorio, del turismo e dell'economia cittadina, motivo per il quale l'Amministrazione comunale ritiene questa manifestazione un vanto per la città". L'assessore al Turismo e Cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele, ha aperto così la conferenza stampa di presentazione della V edizione del NapoliPizzaVillage 2015 in programma sul lungomare partenopeo da martedì 1 a domenica 6 settembre.

Cinquanta pizzerie storiche, il XIV Campionato del Mondo del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo (1 e 2 settembre), un'area family dedicata all'intrattenimento dei bambini e agli adulti con la "Scuola di pizza di Casa Rossopomodoro" ed un palco con concerti, musica, cabaret e intrattenimento con Radio Pizza Village sono solo alcuni degli ingredienti di una manifestazione che promuove il prodotto principe della gastronomia partenopea nel mondo: la Pizza.

"Napoli rappresenta l'Italia nel Mondo con la candidatura Unesco per l'inserimento  dell'arte dei Pizzaiuoli Napoletani nella lista mondiale del Patrimonio Culturale immateriale dell'Umanità – ha affermato l'assessore Nino Daniele -, questo è un punto di orgoglio per tutta la città e i cittadini per la grande mobilitazione e impegno profuso, un ringraziamento d'obbligo va ad Alfonso Pecoraro Scanio, alla Fondazione UniVerde ed alla Coldiretti nazionale e all'Associazione Pizzaioli Napoletani per aver attivato e sostenuto questo procedimento". Anche Sergio Miccù – presidente APN – ha sottolineato: "Siano fieri con il nostro lavoro di pizzaiuoli a contribuire al riconoscimento Unesco, all'immagine della pizza e della nostra città".   

Applausi e risate per due principi dell'ilarità napoletana, Lino D'Angiò e Maurizio Casagrande, che saranno alcuni degli interpreti del palco del NapoliPizzaVillage. Il primo ha ufficializzato la sua candidatura a Sindaco: "Vuoi vedere che dopo due legislazioni Bassolino, due della Iervolino e quasi una De Magistris, tutte interpretate come showman, non posso diventare io il prossimo sindaco di Napoli".  Mentre Casagrande ha dichiarato: "E' inutile chiamarla pizza partenopea, si chiama pizza e basta. Oltre la Campania fanno piatti simili: gli stessi ingredienti ma è altra cosa. A Roma ho mangiato una cosa simile, un biscotto che chiamerei procchia".

Soddisfatti gli organizzatori: "Abbiamo lavorato un anno intero per promuovere questa edizione, a Roma, Milano, New York, che segnerà un ulteriore balzo in avanti per l'indotto turistico ed economico della città – ha affermato Claudio Sebillo, brand manager di NPV -. Superate alcune difficoltà iniziali, di carattere gestionale-amministrativo, abbiamo trovato tanti riscontri positivi sia con l'attuale governo cittadino sia con entità private industriali su tutte Molino Caputo che ci sostiene, ma anche i brand partenopei come Ferrarelle e Rossopomodoro". 
            
            Tra le novità del NapoliPizzaVillage 2015 il biglietto elettronico, un ticket per il menù in vendita online grazie all'iniziativa Pizza On Line – Salta la fila che può essere acquistato sul sito www.pizzavillage.it. Ma anche un fitto calendario eventi che avrà come cornice d'intrattenimento Radio Pizza Village che trasmetterà ogni sera per due ore musica napoletana. Questo il calendario eventi: 1/09 - Nuova Compagnia di Canto Popolare, 2/09 - Fabio Concato, 3/09- Gigi e Ross di Made in Sud, 4/09 - Maurizio Casagrande, 05/09 - Lino D'Angiò e 06/09 Radio Kiss Kiss show.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License


CorrieredelWeb
.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota

CONTATTI Redazione