Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 23 luglio 2014

Il Metro Ethernet Forum annuncia gli Ethernet Excellence Awards 2014

Milano, 23 luglio 2014 - Il Metro Ethernet Forum (MEF) annuncia l'apertura della presentazione delle candidature per gli Ethernet Excellence Awards MEF 2014, che premiano l'eccellenza nella tecnologia, nei servizi e nell'innovazione all'interno della comunità globale Carrier Ethernet. 
Le candidature potranno essere presentate fino al 9 settembre 2014.

I premi verranno consegnati il 18 novembre durante l'Ethernet Excellence Awards Dinner, nell'ambito dell'evento Global Ethernet Networking 2014 (GEN14), che si terrà dal 17 al 20 novembre al Gaylord National di Washington.

Verranno consegnati 29 premi nelle seguenti categorie:

  • Migliore Applicazione dell'Anno per la finanza, la sanità, l'educazione, la pubblica amministrazione, i media e l'intrattenimento, e altri settori verticali
  • Migliore Servizio dell'Anno per i mercati regionali e per il mercato globale
  • Service Provider Retail dell'Anno per i mercati regionali e per il mercato globale
  • Service Provider Wholesale (all'ingrosso) dell'Anno per i mercati regionali e il mercato globale
  • Migliore Tecnologia di Rete per la gestione dei servizi e l'orchestrazione, la scalabilità, l'innovazione (anche multi-vendor)
  • Fornitore di Tecnologie di Rete dell'Anno
  • Professionisti dell'Anno, ovvero Personaggio Ethernet dell'Anno, Professionista Certificato Carrier Ethernet dell'Anno (MEF-CECP), e MEF Distinguished Fellow Award


"La connettività di massa delle persone, delle organizzazioni e degli apparati è una tra le forze che spingono in avanti l'economia globale, e una tra le leve dell'evoluzione verso la tecnologia digitale. I servizi e le tecnologie Carrier Ethernet 2.0 premiate dagli Ethernet Excellence Awards 2014 sono allo stato dell'arte, e hanno un ruolo chiave per la trasformazione dell'economia basata sulle tecnologie di comunicazione", afferma Kevin Vachon, Chief Operating Officer del MEF. "In quest'ambito, il ruolo del MEF è quello di riconoscere sia le aziende capaci di portare l'innovazione tecnologica sul mercato, sia i contributi individuali all'avanzamento del mercato Carrier Ethernet".

I vincitori degli Ethernet Excellence Awards verranno votati da gruppi di giudici indipendenti e qualificati, che saranno diversi per ciascuna categoria. I finalisti verranno annunciati pubblicamente il 21 ottobre, un mese prima dell'annuncio dei vincitori il 21 novembre.

Tutti i dettagli del programma degli Ethernet Excellence Awards si trovano qui: http://metroethernetforum.org/Ethernet_Excellence_Awards#mef-ethernet-excellence-awards

Metro Ethernet ForumIl Metro Ethernet Forum (MEF) è un consorzio globale di imprese a cui appartengono circa 120 aziende, tra cui fornitori di servizi di telecomunicazione, produttori di apparati e software di rete, produttori di semiconduttori e fornitori di servizi di test, che ha la missione di accelerare l'adozione su scala mondiale di reti e servizi Carrier Ethernet. Il MEF sviluppa le specifiche tecniche e gli accordi di implementazione per promuovere l'interoperabilità e lo sviluppo di Carrier Ethernet a livello mondiale. Per maggiori informazioni sul Forum, tra cui una lista completa di tutti i membri, è disponibile il sito del MEF all'indirizzo http://www.metroethernetforum.org

Concorso Cuki "L'orto a cm zero": è possibile partecipare fino al 31/08/2014

"Quest'anno coltivo 
un orto verticale sul terrazzo".

L'ORTO A CM ZERO, il concorso Cuki che premia la filosofia green in cucina.
Valido fino al 31/08/2014.


Poco più di un mese di tempo per partecipare al concorso Cuki "L'ORTO A CM ZERO" valido infatti fino al 31/08/2014 che promuove e premia la filosofia green in cucina e nella vita quotidiana. L'iniziativa è abbinata ai Sacchetti freezer GeloPiù Cuki. Il prodotto oggetto della promozione fa un regalo immediato al consumatore per coinvolgerlo in uno stile di vita più verde: ogni confezione contiene in omaggio una bustina di semi da coltivare sul balcone di casa per insaporire in modo naturale la cucina di ogni giorno. La scelta spazia tra menta, aneto, prezzemolo, basilico, rucola, erba cipollina, salvia, origano o maggiorana.

Le confezioni di Sacchetti freezer GeloPiù in qualsiasi formato danno diritto alla partecipazione al contest "L'ORTO A CM ZERO": è sufficiente collegarsi al sito www.lortoacmzerocuki.com e tentare la vincita immediata dei kit di prodotti Cuki e dei Minigarden verticali, sistemi modulari sovrapponibili per coltivare piante e aromi in casa, sul terrazzo o in giardino.

I partecipanti possono aumentare le loro chances di vincita e accedere all'estrazione di premi aggiuntivi. È sufficiente scrivere il proprio Pensiero Green sull'apposito modulo su www.lortoacmzerocuki.com: un breve testo o una foto corredata da una didascalia in cui esprimere la propria attitudine ecologica: consigli anti spreco, buone pratiche di vita quotidiana, suggerimenti per un'alimentazione sana e una corretta conservazione del cibo. I pensieri green saranno pubblicati sul profilo Facebook di Cuki https://www.facebook.com/Cuki.OfficialPage .

Tutti i partecipanti concorreranno all'estrazione del Superpremio finale il 30 settembre 2014: un soggiorno per due persone a Scicli (RG) in Sicilia alla scoperta degli aromi attraverso indimenticabili percorsi multisensoriali ed esperienze gastronomiche.

Info e regolamento su www.lortoacmzerocuki.com


Photogallery Ford: 10 contrattempi che non ti capiteranno più in auto


10 CONTRATTEMPI CHE NON TI CAPITERANNO PIU'

Le partenze a freddo, l'aria manuale e i nastri srotolati? Oggi la tecnologia si muove così velocemente che a volte pochi anni sembrano un'eternità, soprattutto se pensiamo alle auto di oggi e alle loro comodità. Facciamo un passo indietro e guardiamo, forse nostalgicamente, a cosa probabilmente non ci troveremo più a fare di nuovo:


1.     Maltrattare la tua carta di credito nelle fredde mattine invernali

2.     Avvolgere una musicassetta con una penna

3.     Litigare con una mappa

4. Ricordarsi di estrarre l'antenna
5. Cercare di capire quanta benzina è rimasta

6. Alzare e abbassare i finestrini con la manopola.

7. Tirare l'aria per accendere il motore ...

8. Fermarsi per fare una telefonata ...

9. Mettere o togliere uno di questi!
 

10. Stressarsi per parcheggiare!


Per scoprire come le auto Ford possono semplificarti la vita, vai sul sito:



McAfee per il 25esimo anniversario del Firewall


Ha compiuto 25 anni, ma il firewall è davvero maturo?

Compiere 25 anni costituisce un importante traguardo nelle nostre vite. Ci si sente adulti, terminati gli studi, con un impiego più o meno stabile, e qualche esperienza alle spalle. Ma, visto da un’età più adulta, il percorso dall'infanzia all'età adulta è davvero tutt'altro che finito all'età di 25 anni: c’è ancora tanto da fare, tanto da imparare e tanto da sperimentare.

Osservando l’infografica che raffigura la 'vita' del firewall, certamente si può notare quanto la tecnologia sia cresciuta, evolvendo di pari passo con il mutare dell’approccio alla sicurezza. Ma è davvero una tecnologia “matura” solo perché esiste da 25 anni?

“Una lunga storia, certamente, ma sono convinto che solo ora il firewall cominci a fare sul serio,” dichiara Emilio Turani, regional director network Italy & Greece di McAfee, part of Intel Security. “Ha avuto una grande evoluzione - con alle spalle un’impressionante capacità ingegneristica, per proteggere le reti e stare un passo avanti rispetto agli attacchi, di fronte a minacce mutevoli e in grado di modificarsi e mimetizzarsi sfidando anche le più nuove soluzioni di sicurezza. Ma per ogni passo avanti nei nostri nobili tentativi di creare il massimo in sicurezza informatica, ci risponde dall’altra parte un altro passo in avanti dei cattivi nel tentativo di creare il crimine informatico perfetto”.

Tornando all’infografica [link] e soffermandosi sulla storia di questi 25 anni si può notare come l'evoluzione del firewall coincida con specifici eventi di sicurezza.

·        1995:  WM/Concept il primo virus in grado di propagarsi tramite Microsoft Word.
·        2000:  il primo attacco  denial-of-service rilevato
·        2008:  Conficker infetta 9-15 milioni di sistemi Microsoft

Il firewall ha avuto una grande evoluzione, ma il vero sviluppo e la crescita si sono verificati a seguito di ogni violazione della sicurezza scoperta. Eventi che hanno portato gli sviluppatori di sicurezza a reagire con una sempre più la tecnologia avanzata, verso i next generation firewall:

·        1998: ricerca delle tecniche di evasione
·        2009:  introduzione del clustering native per prestazioni ad elevate disponibilità
·        2012: introduzione dell’abilitazione del software di sicurezza, che ha offuscato la tecnologia blade rendendola obsoleta

In effetti, si può dire che non sia una tecnologia del tutto matura, anche se non si può affatto definirla immatura. Al contrario, ci sono firewall molto avanzati, nel 2008 si è iniziato a parlare dei firewall di nuova generazione, e proprio questa nuova generazione sembra si sta imbarcando in un viaggio alla scoperta di sé. Un firewall in grado di scongiurare le minacce più sofisticate grazie a funzionalità di ispezione profonde che vanno al di là delle capacità tradizionali dei firewall e del filtro dei pacchetti e ha aggiunto un nuovo elemento di sicurezza assai efficace: la consapevolezza del contesto.

All’inizio il next generation firewall era un sistema hardware o di sicurezza di rete basato su software in grado di rilevare e bloccare gli attacchi sofisticati applicando policy di sicurezza a livello applicativo, oltre che a livello di porta e di protocollo. Pochi anni dopo, si possono notare i progressi verso la protezione di reti di grandi dimensioni, l’elevata disponibilità e la protezione dalle tecniche di evasione avanzata.

“Quello che vorrei sottolineare” aggiunge Turani, “sono gli ultimi anni della timeline, che è dove inizia la vera storia in realtà – e coincide con la storia di McAfee. Nel 2012, Stonesoft, società finlandese, ha introdotto il primo motore di sicurezza di prossima generazione del settore davvero all’avanguardia – una soluzione di sicurezza realizzata per proteggere le organizzazioni da tecniche di evasione avanzate (AET) che possono consentire al malware di aggirare quasi tutte le difese di sicurezza - rendendo la maggior parte delle soluzioni di sicurezza stesse inutili perché non le possono rilevare, e tanto meno fermarle. A quel tempo, sebbene McAfee avesse già progettato e implementato un proprio firewall di elevata qualità, era alla ricerca di una soluzione particolarmente sofisticata e flessibile, in grado di soddisfare le esigenze di un nuovo e più grande segmento enterprise”.

Il tempo è denaro, e McAfee ha preso la decisione di acquisire Stonesoft nel 2013. Ma la storia non finisce nemmeno lì. Oggi, a seguito dell’integrazione di Stonesoft in McAfee, la società sta lavorando a pieno ritmo nello sviluppo della soluzione McAfee Next Generation Firewall. Si tratta di soluzioni che integrano il controllo delle applicazioni, il sistema di prevenzione delle intrusioni (IPS) e la prevenzione delle tecniche di evasione avanzate in un'unica soluzione appositamente realizzata. È l'unica soluzione firewall di nuova generazione a combinare la sicurezza anti-evasione con la disponibilità e la gestibilità su scala aziendale. Inoltre, è flessibile - con la possibilità di passare da un firewall di nuova generazione a un firewall L2, a un IPS e una soluzione mista firewall/VPN. Inoltre, con l’approccio McAfee Security Connected - McAfee è all'avanguardia.

“Stiamo integrando e interconnettendo McAfee Next Generation Firewall con funzionalità SIEM e ePolicy Orchestrator, Endpoint Security, Advanced Threat Defense, Global Threat Intelligence (GTI) e autenticazione enterprise,” conclude Turani. “Il futuro della sicurezza della rete richiede un sistema olistico che può combattere le minacce di cui continuiamo a vedere la crescita e la capacità di rendersi invisibile al radar delle difese tradizionali e delle soluzioni mirate del passato”.

In conclusione, sì, il firewall è abbastanza maturo: “Buon 25° compleanno Firewall!”. “Ma, francamente, io non vedo l’ora di assistere ai prossimi 25 anni e al ruolo che assumerà McAfee nel suo sviluppo,” conclude Turani.


A proposito di McAfee
McAfee, società interamente controllata da Intel Corporation (NASDAQ:INTC), consente ad aziende, pubbliche amministrazioni e utenti consumer di usufruire dei vantaggi di Internet in modo sicuro. L'azienda offre prodotti e servizi di sicurezza riconosciuti e proattivi che proteggono sistemi, reti e dispositivi mobili in tutto il mondo. Grazie alla strategia Security Connected, a un approccio innovativo nella creazione di soluzioni sempre più sicuri e all’ineguagliato servizio di Global Threat Intelligence, McAfee è impegnata senza sosta a ricercare nuovi modi per mantenere protetti i propri clienti. http://www.mcafee.com

Per informazioni:
Ufficio Stampa
McAfee
Tel.: 02/55.41.71
Fax: 02/55.41.79.00

Benedetta Campana, Tania Acerbi
Prima Pagina Comunicazione
Tel.: 02/91339820



Consulenti Seo a Palermo: Dai una posizione su Google alla tua azienda

Seo a Palermo: Il “Search Engine Optimization” arriva anche nel capolugo siciliano.
Grazie al Seo a Palermo è possibile fare web marketing, assicurati solo di scegliere il miglio consulente Seo a Palermo, che non ti lasci da solo nel guadagnarti una posizione decente nella Serp (la prima pagina di risposta) di Google.
Quante volte ti sei chiesto come poter ottimizzare il sito della tua azienda, o come riuscire a farle avere una maggiore visibilità nell’immenso mare del web, e, soprattutto, da cosa dipende l’agognata prima posizione nella serp di Google?
La soluzione è davanti ai tuoi occhi, dai un’occhiata ai siti di Seo web agency, e trova quello che a tuo avviso è il miglior consulente Seo a Palermo.

La soluzione per un buon Seo a Palermo a portata di Click

Una volta trovato quello che a tuo avviso è il miglior consulente Seo a Palermo, non ti resta altro che contattarlo. Innanzitutto sappi che se ci sa davvero fare, anche lui ha sicuramente dovuto ottimizzare il suo sito e il suo profilo social, in modo da essere uno dei (se non il) primi nomi sulla prima pagina di risposta di Google. Una volta contattato il tuo consulente Seo a Palermo online, prenota un appuntamento, conoscilo di persona, spiegagli in modo chiaro ciò che vuoi per la tua azienda, e fatti spiegare passo passo il lavoro che intende svolgere: deve farti capire cosa sta facendo.
Il tuo consulente Seo a Palermo dovrà conoscere bene la tua azienda e la sua concorrenza, capire a che tipo di target deve indirizzare il suo lavoro, esaminare attentamente quelli che sono Rischi, Opportunità, Forze e Debolezze della tua azienda, e realizzare per essa un lavoro fatto a misura delle sue possibilità. Un buon consulente Seo a Palermo deve essere in grado di combattere efficacemente la tua concorrenza, vedere come essa si prepara alla lotta per il primo posto, e trovare le armi efficaci per sconfiggerla.

Detto questo, non ti rimane altro che affidare al tuo consulente Seo a Palermo, il lavoro, e capire l’importanza di un buon posizionamento per la tua azienda su Google e sui Social Network, e vedrai che in questo modo essa diventerà a tutti gli effetti un brand.

Organizzazione eventi Assomusica

Cindy Lauper, U2, R.E.M., Celine Dion, Vasco Rossi, Giorgia, Zucchero, Fiorella Mannoia, (e l’elenco potrebbe continuare all’infinito) ecc.. sono solo alcuni esempi di nomi che brillano nel panorama della musica. Nomi che ci capita di ascoltare alla radio, a casa, con amici, e perché no... magari anche durante un concerto!
Chi non desidererebbe vedere il proprio idolo in un
esibizione live almeno una volta nella vita?

Cosa c’è dietro un concerto??

Dietro un grande concerto che si rispetti, c’è una grande organizzazione eventi. Stiamo parlando di un esibizione musicale dal vivo di qualsiasi genere, vocale e/o strumentale di un artista (cantante, cantautore, musicista che sia!), una band, un orchestra,ecc.. con una durata di circa novanta minuti.
Una volta accertati determinati requisiti, durante
l’organizzazione dell’evento si sceglierà il luogo dove ospitare il dato concerto, normalmente su di un palcoscenico collocato all’interno di un teatro, piazza, stadio, un parco. Sul palcoscenico verranno così sistemati i vari strumenti musicali, impianti audio/ luci, scenografie, le apparecchiatura per gli effetti speciali… In altre parole, tutto ciò che occorre per una performance degna del suo nome.

Perché la sola musica non basta

Che si tratti di un festival, rassegna, festività religiose, o di un singolo concerto, la manifestazione musicale va fedelmente seguita e coordinata in tutte le sue fasi di organizzazione. Associazioni di produttori ed organizzatori come ASSOMUSICA da anni si occupano della realizzazione di spettacoli di musica dal vivo, su tutto il territorio nazionale, con la presenza di milioni di spettatori.

Le tappe più importanti di cui si occupa ASSOMUSICA per l’organizzazione dell’evento musicale sono:


  • Promozione e comunicazione
  • Prevendita dei biglietti (in caso di tratti di una esibizione a pagamento)
  • Richiesta delle autorizzazioni e predisposizione della documentazione tecnica in linea con le norme
  • Montaggio dell’attrezzatura necessaria per l’effettuazione dello spettacolo
  • Prove tecniche
  • Esecuzione

Solutions 30 e OKI per il MIUR

La società leader nel settore dell’assistenza tecnica e la multinazionale giapponese sono partner  nella fornitura di servizi e sistemi di stampa per il MIUR.


Sesto San Giovanni, 23 luglio 2014 – A partire dal 2012, il MIUR Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha affidato al raggruppamento di imprese di cui fa parte Almaviva la gestione dell’infrastruttura tecnologica centrale e periferica che eroga servizi a poco meno di  diecimila istituzioni scolastiche, agli uffici scolastici regionali e agli Ambiti territoriali provinciali.

Nella gara, che ha visto competere aziende multinazionali, operatori di telecomunicazioni attivi nel cloud computing e le principali aziende italiane di Ict, il raggruppamento di imprese di cui fa parte Almaviva ha potuto offrire le rispettive esperienze aziendali nel campo della gestione delle infrastrutture dei clienti e nella fornitura per i servizi di telefonia fissa e dati della Pubblica amministrazione. Il progetto ha previsto la realizzazione di un’infrastruttura tecnologica che consente di offrire servizi telematici e di posta elettronica a ottocentomila insegnanti e alle famiglie di sette milioni di studenti.

Sistemi di stampa ad alta tecnologia
A OKI, multinazionale giapponese, è stata affidata l’installazione del parco stampanti, dalle stampanti di rete condivise a quelle Led/Laser. Nell’insieme si tratta di milletrecento sistemi di stampa con tecnologia mista colore e monocromatica; di cui quattrocento Multifunzione a colori “A3” di fascia alta (50 pag./min.) e novecento stampanti monocromatiche “A4” per piccoli gruppi di lavoro da 38 pag./min.
“Siamo molto soddisfatti del progetto e della collaborazione con partner del calibro di Almaviva e Solutions 30”, afferma Romano Zanon, Responsabile Marketing OKI Systems Italia.  “Siamo sicuri che il MIUR trarrà ottimi benefici dalla nuova gestione dell’infrastruttura tecnologica e che le nostre soluzioni di stampa contribuiranno al raggiungimento di tale obiettivo”.

Tutti i dispositivi installati si basano sulla pluripremiata tecnologia Digital LED di OKI, che applicata al singolo passaggio, fa in modo che non ci siano parti meccaniche in movimento all’interno della stampante, garantendo una precisione estrema nella stampa del dato, una maggiore affidabilità e una migliore qualità di stampa. OKI è stata la prima azienda ad applicare la tecnologia LED al mondo della stampa e da allora continua costantemente a ottimizzarla e migliorarla, per offrire soluzioni vantaggiose in termini di minor impatto ambientale, riduzione dei costi e incremento della produttività.


Il servizio oltre al prodotto
Il raggruppamento di aziende titolari del contratto di fornitura per l’infrastruttura informatica,  ha affidato a Solutions 30 l’erogazione di servizi di assistenza tecnica rivolti al personale del Ministero operante presso gli uffici regionali e provinciali.
Dal 2013 quindi, Solutions 30, con il brand PC30, gestisce l’assistenza tecnica del parco installato di pc, monitor e stampanti dislocati presso gli uffici regionali e provinciali del ministero.
Per offrire un servizio di alto livello qualitativo in maniera continuativa, l’azienda opera in Italia con una rete di oltre 50 agenzie presenti su tutto il territorio nazionale.

“Siamo lieti di lavorare con partner così prestigiosi – commenta Ruggero Fortis, direttore generale di Solutions 30 Italia –. Il nostro ruolo di fornitore di un servizio a valore aggiunto è un complemento fondamentale per l’operatività efficiente e sicura di questa complessa infrastruttura e noi ci impegniamo costantemente per garantire a tutti gli utenti l’installazione dei sistemi semplice e veloce e l’assistenza immediata nel corso della vita operativa sia tramite interventi da remoto che on-site ”.

All’affidabilità del servizio, garantita tramite una  presenza capillare sul territorio, si unisce la competenza degli specialisti, aggiornati costantemente sull’innovazione tecnologica di hardware e applicativi.

Certego inaugura la sede di Modena

Modena, 23 luglio 2014. Nata nel maggio 2013, e presentata ufficialmente nel giugno di quest’anno, Certego è la società del gruppo VEM sistemi specializzata nell’erogazione di servizi di sicurezza IT gestita e di contrasto al Cybercrime che ha sede a Modena accanto alla sede di VEM sistemi che ne fa da incubatore.

“Negli ultimi anni gli attacchi informatici hanno progressivamente acquisito la capacità di attraversare le barriere difensive costituite dalle principali tecnologie di IT Security, dal firewall all’antivirus, ai sistemi di prevenzione delle intrusioni (IPS),” sottolinea Bernardino Grignaffini amministratore delegato di Certego. “Nei nuovi scenari di attacco, l’obiettivo principale dell’intrusione non è quello di creare un danno immediato, ma piuttosto di raggiungere una condizione di controllo e ricognizione costante dei sistemi della vittima in modo da valutare le strategie di attacco più efficaci e profittevoli. Per questo motivo è necessario un nuovo approccio che vada oltre la sicurezza preventiva.”
Per rispondere in modo efficace a queste problematiche Certego ha sviluppato PanOptikon, una piattaforma Cloud per l’erogazione di Servizi Gestiti di Sicurezza Informatica in grado di identificare la presenza di nuove minacce e di elaborare la migliore risposta in termini di contenimento, rimozione ed analisi dell’attacco.


Inoltre, con l’obiettivo di offrire maggior valore e competenza ai propri clienti, Certego si avvale di un capitale umano in formazione continua, accreditato con le certificazioni di Information Security di più alto profilo, e sullo sviluppo degli strumenti più indicati per erogare i servizi Cloud di rilevamento delle intrusioni e dei tentativi di effettuare frodi informatiche, consentendo di rispondere efficacemente agli attacchi e di ridurre significativamente gli impatti sul business.
“Certego è un fornitore innovativo di servizi di sicurezza informatica,” aggiunge Gabriella Attanasio, direttore tecnico di VEM sistemi, “connotato da un modello di business e da un’offerta completamente unici ed esclusivi nel panorama italiano e da un team di analisti con esperienza pluriennale nel campo dell’analisi delle frodi online. E la sua offerta è parte di V-Secure, il modello di Gestione Integrata della Sicurezza IT sviluppato da VEM sistemi che indirizza tutte le quattro fasi del Governo della Sicurezza Informatica (Anticipazione del Rischio, Prevenzione, Rilevamento e Risposta agli incidenti).”

Certego
Certego è la società del gruppo VEM sistemi specializzata nell’erogazione di servizi gestiti di sicurezza e caratterizzata da un’offerta innovativa per il contrasto del Cybercrime e delle frodi informatiche.
Grazie alla piattaforma PanOptikon per le attività di Security Intelligence e di gestione degli incidenti informatici, gli specialisti del Computer Security Incident Response Team di Certego sono in grado di identificare e contrastare efficacemente i tentativi di attacco che minacciano quotidianamente organizzazioni di medie e grandi dimensioni.


Per ulteriori informazioni:
Vilma Bosticco, Benedetta Campana
Prima Pagina Comunicazione
Tel: 02/91339811

DHL Express: i triclò arrivano nelle spiagge

Spedire i propri acquisti da sotto l'ombrellone? Da oggi si può! 


A Marina di Porto Cervo, Forte dei Marmi e Riccione i turisti potranno ricevere subito gli acquisti fatti, direttamente in spiaggia, grazie ai Triclò di DHL Express, un modo facilissimo e a impatto zero per spedire in Italia e nel mondo.


Assago, 23 luglio 2014 – A Marina di Porto Cervo, Forte dei Marmi e Riccione i turisti potranno ricevere le spedizioni DHL Express direttamente sotto l'ombrellone. In che modo? Grazie ai Triclò di DHL Express, speciali bicilette a pedalata assistita, particolarmente indicate per la distribuzione e la consegna di merci nei centri storici delle città e in spiaggia, che dal 28 luglio al 22 agosto saranno a disposizione dei clienti nelle vie del centro delle tre località turistiche.
Si tratta di una soluzione comoda, disponibile tutto il giorno, che non richiede appuntamenti, facilissima da utilizzare e a impatto zero.

"Abbiamo deciso di offrire ai turisti e ai cittadini di alcune importanti località turistiche italiane un servizio comodo e che potesse venire incontro alle loro esigenze, forti del fatto che in estate le spedizioni private aumentano del 5% in Italia e del 2% all'estero – ha commentato Alberto Nobis, Amministratore Delegato di DHL Express. Un servizio che mette al centro il cliente, dunque, ma anche attento all'ambiente e a impatto zero".

L'iniziativa, progetto pilota che potrà essere replicato in altre località turistiche, coinvolge attivamente i dipendenti di DHL Express che saranno i superbiker cui i turisti e i cittadini potranno rivolgersi per inviare e ricevere le proprie spedizioni.


 


DHL Express
L'azienda è leader mondiale nel trasporto espresso internazionale. Parte del Gruppo Deutsche Post DHL, DHL Express è specializzata nella consegna di documenti e merci urgenti in oltre 220 paesi in tutto il mondo.

DHL La società di logistica mondiale
DHL è leader mondiale del settore della logistica e opera nei diversi mercati: dalle spedizioni espresse internazionali, al cargo aereo e marittimo, trasporto via strada e ferrovia, soluzioni di logistica e servizi postali. Un network globale di oltre 220 paesi e territori con circa 285.000 dipendenti in tutto il mondo offrono servizi di alta qualità e conoscenza locale, in grado di soddisfare le diverse richieste della filiera delle imprese.
La responsabilità sociale è parte integrante la strategia di DHL, che è costantemente impegnato in progetti di tutela ambientale, emergenze umanitarie e istruzione.
DHL è parte di Deutsche Post DHL. Il Gruppo ha registrato nel 2013 un fatturato di oltre 55 miliardi di euro.

PER INFORMAZIONI SUI SERVIZI DHL:
Sito Internet DHL:
www.dhl.it 
Piattaforma d'informazione DHLLive:  http://www.dhllive.com/

Formula 1, i sapori del Friuli Venezia Giulia al paddock Ferrari. La forza dei motori si abbina all'eccellenza del gusto


I vini dell'azienda agricola Specogna si ritagliano un posto d'onore a bordo pista. Dopo l'Austria, dal 25 al 27 luglio saranno in Ungheria per proporre il meglio dell'enogastronomia friulana nel mondo


Dopo Montecarlo e Spielberg (Austria), la prossima tappa è Budapest. Corrono veloci le perle enogastronomiche del Friuli Venezia Giulia; corrono al fianco dei bolidi di Formula 1. Il vino dei colli orientali dell'azienda agricola Specogna di Corno di Rosazzo (Ud) e il prosciutto San Daniele Levi della Bottega del Prosciutto di San Daniele del Friuli hanno trovato una perfetta sinergia nel parterre della velocità. Cristian Specogna, produttore vinicolo che ha le coltivazioni sulle colline della Rocca Bernarda, e Levi Gregoris maestro d'arte nella produzione del San Daniele hanno dato vita ad un perfetto abbinamento nel paddock della scuderia Ferrari durante il recente gran premio in Austria, un evento che sarà bissato dal 25 al 27 luglio in occasione del GP d'Ungheria. «È un'ottima vetrina per la promozione delle eccellenze enogastronomiche di una terra ricca di perle», premette Cristian Specogna cotitolare dell'azienda agricola friulana che, fondata nel 1963 dal nonno Leonardo, è oggi giunta alla sua terza generazione.

La collaborazione è un elemento fondamentale oggi per far risaltare le proprie specificità, soprattutto in ambito enogastronomico. «E un territorio può farsi conoscere e apprezzare attraverso i propri prodotti. Anche in un periodo di difficoltà economica, ci si accorge che investendo sulla qualità è possibile avere delle risposte da parte del mercato», aggiunge Specogna che ha orientato l'azienda al mercato estero. Annuncia l'imprenditore. «Le esportazioni rappresentano circa la metà del nostro fatturato. Non solamente l'Europa, ma anche i Paesi dell'est e persino l'Australia si stanno dimostrando attenti al made in Italy di qualità. Il circuito della Formula 1 rappresenta un volano importante: l'eccellenza italiana passa attraverso il cavallino rampante nel mondo dei motori, ma passa anche attraverso piccoli produttori come noi che abbiamo la possibilità di portare nel mondo il nome dell'Italia e il nome del Friuli Venezia Giulia».

Per l'occasione, l'azienda agricola Specogna ha proposto in anteprima la linea delle nuove riserve prodotte da quest'anno: il Sauvignon Duality un Sauvignon Blanc che, nonostante sia prodotto in purezza, è fatto con uve che provengono da due vigneti con esposizioni differenti e caratteristiche diametralmente opposte. «Quelle provenienti dal vigneto esposto a sud raggiungono maturazioni più elevate grazie alla maggior esposizione al sole, garantendo struttura, calore, morbidezza e più complessità al vino; quelle provenienti dal vigneto esposto a nord-est invece, risentendo maggiormente delle escursioni termiche, conferiscono un'acidità che dona maggior freschezza e delle note aromatiche più varietali», spiega Specogna. Il rosso Oltre èun blend dei tre vitigni autoctoni a bacca rossa simbolo del Friuli: Refosco dal Peduncolo Rosso, Pignolo e Schioppettino. «Ognuno apporta ciò che manca all'altro: il Refosco dal Peduncolo Rosso dona una nota di colore e acidità che col tempo porta freschezza; lo Schioppettino dona una nota aromatica molto speziata e il Pignolo dona il tannino, che ne conferisce la struttura», continua. «Il bianco Identità è creato con un blend di uve Friulano, Malvasia e Ribolla Gialla. Riesce a rappresentare al meglio il suo territorio, i Colli Orientali del Friuli, grazie al suo gusto deciso e strutturato, con il classico retrogusto di mandorla, accompagnato da un profumo ampio, dolce e speziato». Non certo ultima, una Ribolla gialla spumante. «Vini che sono il perfetto abbinamento per il San Daniele "riserva" di Levi, prosciutti con stagionature di almeno 18/20 mesi prodotti con le migliori cosce di suino selezionate personalmente da Levi Gregoris».

Azienda agricola Specogna - Fondata nel 1963 dal nonno Leonardo, l'azienda agricola Specogna è una solida realtà che produce circa 100mila bottiglie l'anno su una superficie vitata di circa 20 ettari sulle colline della Rocca Bernarda a Corno di Rosazzo (Ud), terre ad alta vocazione viticolo-enologica dei colli orientali del Friuli dove il clima presenta delle peculiarità uniche ed eccezionali per la viticoltura di qualità. Giunta alla terza generazione - oggi è guidata da Cristian e Michele nipoti del fondatore -, Specogna ha una produzione per ceppo estremamente bassa per garantire così una maggior concentrazione di tutti gli elementi che sono fattore di qualità nelle uve. L'azienda inoltre dispone di un piccolo vivaio dove vengono moltiplicati cloni di alcune varietà in via di estinzione. Si rivolge per il 50% al mercato nazionale e per il restante 50% ai mercati esteri esportando in più di 15 Paesi.  www.specogna.it

Il blog di Alessandro Picardi, importante manager nel settore della comunicazione

Alessandro Picardi ha assunto incarichi di prestigio in importanti aziende del settore televisivo, delle telecomunicazioni e del trasporto.

Alessandro Picardi è un giovane manager italiano che nel corso della sua carriera ha ricoperto incarichi di rilievo in importanti aziende internazionali come Sky, Wind, Alitalia e Rai, contribuendo al loro grande successo.


Alessandro Picardi, Direttore delle relazioni internazionali e istituzionali della Rai

La biografia di Alessandro Picardi

Alessandro Picardi, classe 1977, frequenta il Liceo Classico presso l'istituto gesuitico del Pontano, per poi trasferirsi a Roma, dove si laurea in Scienze della Comunicazione all'università Link Campus. Nel 1999 diventa giornalista e si iscrive all'Ordine Nazionale dei Giornalisti elenco pubblicisti; fornisce docenza a diversi istituti della capitale come Ateneo Impresa - Business School manageriale - per il master in Marketing e Comunicazione e il master in Relazioni Pubbliche, l'università LUMSA per il master in Relazioni Istituzionali e Lobbyng & Public Affairs, l'università Tor Vergata per il Master in Comunicazione Istituzionale e l'Università LUISS Guido Carli per il Master in Relazioni Istituzionali, Lobby e Comunicazione d'Impresa.


Alessandro Picardi - Carriera professionale

Alessandro Picardi inizia il suo percorso professionale nel 2003 come Responsabile delle relazioni esterne, istituzionali e Business Development per Strago, società operante nel settore della ingegneria civile applicata alle grandi opere e infrastrutture. Nel 2004 viene chiamato da Sky Italia che gli affida il compito di gestire le relazioni istituzionali e i rapporti con il Vaticano come consulente nell'ambito della direzione comunicazione e relazioni esterne: il ruolo di prestigio gli conferisce buona visibilità in ambito nazionale e internazionale e gli consente di maturare una importante esperienza e conoscenza del settore come avviene quando deve affrontare in Europa temi come la Multimedia Home Platform. Nel 2006 passa in Wind come responsabile degli affari istituzionali e, nei successivi sei anni di permanenza all'interno dell'azienda, sviluppa fortemente le sue competenze affrontando questioni legislative molto complesse, come ad esempio la norma sul teleselling e la liberalizzazione dei servizi ausiliari dell'ultimo miglio. Terminata l'esperienza in Wind nel 2012, viene contattato da Alitalia S.p.a. che gli conferisce l'incarico di Vice Presidente Corporate Affairs: grazie al suo contributo la ex compagnia di bandiera vede risolversi una storica asimmetria competitiva per il settore relativa alla mancata equiparazione fiscale nel trasporto aereo a vantaggio delle compagnie straniere low cost. Dopo circa un anno, nel 2013 passa a RAI S.p.a. dove assume il ruolo di direttore delle relazioni istituzionali ed internazionali.

Per maggiori informazioni sulla carriera di Alessandro Picardi, visita il suo portale.

Logo aziendale, il tratto che ti distingue dalla concorrenza

Il logo aziendale è il simbolo o la scritta che contraddistingue un'azienda e/o il prodotto che essa offre: deve principalmente ispirare fiducia rispetto ad altri marchi, ma anche comunicare un qualcosa di positivo al cliente in modo che questo si ricordi di voi.

Indubbiamente creare un logo aziendale di successo non è impresa facile; questo è proprio la base su cui viene costruita l'immagine dell'azienda ed è il punto di successo delle azienda in crescita.

Creare un logo aziendale richiede impegno e dedizione

Il logo aziendale deve essere curato nei minimi particolari: la sua forma, i suoi segni, i suoi colori e i suoi font. Inoltre, il logo aziendale deve essere coerente ed efficace, ovvero d'impatto. Esistono delle linee guida che possono guidare la creazione del logo, che si intersecano con la creatività e la fantasia.

In due punti possiamo racchiudere la schematicità detta sopra:
  • Coerenza: il logo aziendale deve essere coerente con ciò di cui l'azienda si occupa dando sempre un particolare riguardo al passato ovvero alla storia dell'azienda stessa ma anche al futuro cioè agli obiettivi che l'azienda si prefigge di raggiungere. Bisogna stare attenti a creare un logo aziendale che faccia tendenza ma non troppo, poiché deve essere duraturo nel tempo e non deve mai passare di moda; importante quindi il ruolo che assumono i colori o i font.
  • Semplicità: il logo aziendale deve essere semplice poiché deve essere facile da riconoscere e ricordare per chiunque. L'efficacia del logo dipende dunque dalla semplicità della sua forma (esempio cerchio, quadrato o rettangolo) e bisogna assolutamente evitare di usare numerosi simboli, che confondono solamente i destinatari. La bellezza è in questo caso sinonimo di semplicità. Bisogna ricordare a tal riguardo che una fotografia non può essere usata per la creazione di un logo aziendale, poiché l'immagine finirebbe per spostare la concentrazione del cliente dal punto focale primario.

Per trovare la giusta ispirazione bisogna iniziare con carta e penna a buttare giù qualche idea per poi passare ai programmi di grafica, ma sopratutto studiare molto, documentarsi con libri o anche sul web e poi mettere tanto amore e passione che uniti alla creatività vi porteranno alla creazione di un logo aziendale coerente, semplice, bello e unico.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License


CorrieredelWeb
.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota

CONTATTI Redazione