Cerca nel sito

giovedì 19 gennaio 2017

EOS IM acquisisce il Gruppo Telmo. Il fondo Efesto Energy raggiunge i 240 milioni di asset in gestione

Ciro Mongillo
EOS INVESTMENT MANAGEMENT ACQUISISCE IL GRUPPO TELMO.

L'OPERAZIONE POSIZIONA IL FONDO DI ENERGIA EFESTO ENERGY TRA I LEADER IN ITALIA CON 240 MILIONI DI ASSET IN GESTIONE. 

EOS Investment Management (EOS IM), gestore istituzionale di fondi d'investimento con particolare vocazione all'economia reale, raggiunge un nuovo importante traguardo nel processo di crescita e diversificazione tecnologica del fondo Efesto Energy


Milano/Londra, 19 gennaio 2017 - EOS Investment Management (EOS IM) annuncia la firma di un importante contratto di compravendita che porterà il suo fondo di energia, Efesto Energy, all'acquisizione di un portafoglio di circa 40 MW di proprietà del gruppo Telmo di Bergamo.                                                                                                                                    
Il portafoglio è composto da 35 impianti situati in Puglia, Piemonte e Sardegna, suddivisi in 19 impianti eolici e 16 fotovoltaici. Questi impianti sono operativi da almeno tre anni con elevati livelli di performance, generando mediamente 78 GWh l'anno, pari al fabbisogno elettrico annuo di circa 29.000 famiglie italiane e a un risparmio di emissioni di CO2 di 45.000 tonnellate l'anno.

Quest'operazione, il cui enterprise value è di circa 140 milioni di Euro, rappresenta un significativo passo in avanti verso il processo di crescita e di diversificazione tecnologica del fondo Efesto Energy, che raggiunge così circa 240 milioni di Euro, e conferma, inoltre, l'attrattività del mercato italiano delle rinnovabili e la continua fiducia riposta dagli investitori in EOS IM.

A seguito di quest'acquisizione, il portafoglio di investimenti nell'energia rinnovabile di Efesto Energy raggiunge un totale di oltre 66 MW a cui si aggiunge il progetto di efficienza energetica siglato nel mese di dicembre in JV con Unicredit e CONAD del Tirreno che prevede, nei prossimi 24 mesi, il rinnovamento strutturale e impiantistico di 9 punti vendita del retailer situati in Toscana, Lazio e Sardegna.

Ciro Mongillo, Founding Partner e CEO di EOS Investment Management, commenta così l'operazione: "Siamo molto soddisfatti dell'acquisizione di questo portafoglio d'impianti caratterizzato da grande qualità tecnica e proveniente da un operatore di comprovata esperienza come Telmo, che con il suo know-how industriale andrà ulteriormente a consolidare l'expertise del team energia di EOS IM. Trovare portafogli che rispondano ai nostri stringenti requisiti è sempre più difficile, ma è proprio per questo che siamo così orgogliosi quando si giunge al signing di operazioni come questa dove, in linea con le nostre policy, ci si allea esclusivamente con operatori di elevato standing. Con la nuova acquisizione EOS IM si colloca tra i principali player del mercato Italiano, e prosegue il proprio percorso di crescita con l'obiettivo di continuare l'attività di aggregazione di elevata qualità sul mercato delle rinnovabili".

Stefano Zonca, Presidente di Telmo, ha commentato: "Dopo un lungo periodo di analisi e verifiche siamo estremamente soddisfatti di aver trovato un interlocutore estremamente qualificato con il quale confidiamo di intraprendere un percorso di lungo periodo che permetta un ulteriore sviluppo dell'impresa che Telmo ha iniziato quasi dieci anni fa. Il riconoscimento e la valorizzazione non solo della qualità degli asset ma, soprattutto del know how aziendale, sono per noi sia motivo di orgoglio sia sprone per un ulteriore ciclo di crescita nel settore delle energie rinnovabili. I soci di Telmo hanno condiviso questo progetto tanto da decidere di reinvestire una parte significativa del corrispettivo delle loro azioni nei fondi gestiti da EOS IM, puntando sulla creazione di valore di questo business."

EOS IM è stata assistita da Grimaldi Studio Legale per gli aspetti legali, da Moroni&Partners per la due diligence tecnica e dallo Studio Giussani per la due diligence contabile e fiscale. Telmo è stata assistita da R&P Legal per gli aspetti legali. EnVent Capital Markets Ltd ha originato l'operazione e ha agito in qualità di Advisor finanziario di Telmo.


--
www.CorrieredelWeb.it

Come si ottiene l'espresso perfetto? L'1 e il 2 febbraio lo spiega a Lecce il campione di caffè giapponese Hide Izaki // Ospite della "Maestri Caffettieri" di Valentino Caffè

Hide Izaki sarà ospite della scuola di formazione Maestri Caffettieri di Valentino Caffè

mercoledì 1 e giovedì 2 febbraio a Lecce

Come si ottiene l'espresso perfetto? 

Lo spiega il campione e coffee expert giapponese Hide Izaki

Quali sono i segreti per ottenere un perfetto espresso "specialty", di particolare pregio gustativo? Lo spiegherà Hide Izaki, campione di caffè giapponese che mercoledì 1 e giovedì 2 febbraio sarà a Lecce ospite della scuola di formazione "Maestri Caffettieri" di Valentino Caffè.

Il corso si svolgerà dalle ore 10.00 alle ore 18.00 presso la sede della torrefazione (in viale Croazia n.8), e darà la possibilità di ampliare le competenze e le conoscenze dei baristi partecipanti per una visione più ampia della professione e per apprendere le tendenze più avanzate. 

Tra gli argomenti che saranno trattati durante la prima giornata, dedicata alle basi dell'espresso, ci saranno la creazione della ricetta migliore per preparare la bevanda, il lavoro sul profilo del gusto partendo dal processo di estrazione e le tecniche di montatura del latte. 

Durante la giornata successiva si passerà a un livello più avanzato, approfondendo l'uso del rifrattometro, le caratteristiche dell'acqua e l'educazione professionale dei baristi (iscrizioni su www.valentinocaffe.com).

Fondatore della società di consulting Samurai Coffee Experience, Hide Izaki è stato il primo barista asiatico ad aggiudicarsi il titolo mondiale durante i Campionati Baristi del 2014.

Oggi passa la maggior parte dell'anno in viaggio, fornendo consulenze prevalentemente orientate al management del mondo del caffè, al controllo qualità, alla formazione per baristi professionisti e consumatori, e allo sviluppo dei prodotti. 

Appassionato di competizioni baristi, ha formato professionisti da tutto il mondo tra cui il vincitore del titolo mondiale 2015 Sasa Septic.

"L'obiettivo delle mie lezioni è esplorare il processo di estrazione, un universo pieno di possibilità che dobbiamo essere capaci di controllare per ottenere il miglior risultato possibile" – spiega Izaki

E riguardo alla cultura del caffè specialty in Italia continua: "Ho grande rispetto per la tradizione italiana del caffè, il modo in cui i baristi si relazionano con i clienti mi ispira enormemente, e invidio il fatto che per voi bere un espresso sia parte integrante del quotidiano." 

Riguardo ai progetti futuri, aggiunge: "Al momento sto lavorando nel campo della formazione e mi occupo molto del training dei baristi e della filiera del caffè, oltre a collaborare con diverse compagnie che producono macchinari per il settore. Sono molto positivo anche rispetto alle collaborazioni con settori diversi rispetto a quello del food, come la moda ad esempio, in quanto credo che portare la cultura del caffè in ambiti dove non è ancora molto conosciuta sia una splendida opportunità".

Nata nel 1948 e oggi azienda leader tra le torrefazioni del Mezzogiorno d'Italia, la Valentino Caffè ha sviluppato i suoi mercati in Italia e nel mondo contribuendo alla promozione e valorizzazione dell'autentico "caffè espresso italiano", riconosciuto e apprezzato come elemento importante del Made in Italy. 

Un'azienda che si basa su una lunga esperienza familiare ma al tempo stesso moderna, al femminile, sensibile all'ecosostenibilità, alla salute del consumatore e alla qualità del prodotto, dove l'innovazione e le tendenze internazionali si sposano alla tradizione per ottenere un caffè di alta qualità che possa essere apprezzato a più latitudini, da culture diverse.


--
www.CorrieredelWeb.it

Allianz Worldwide Partners diventa partner assicurativo esclusivo di car2go in Europa

·         Copertura assicurativa verso terzi al minuto per oltre 7.000 veicoli
·         Collaborazione promossa dal 1 gennaio 2017 in cinque nazioni, compresa l'Italia


Allianz Worldwide Partners (AWP) e l'operatore di car sharing car2go hanno sottoscritto un accordo di collaborazione esclusiva in Europa. 

Dal 1 gennaio 2017, i clienti car2go ogni volta che noleggiano un veicolo ricevono l'assistenza stradale di Allianz Global Assistance, marchio commerciale attraverso cui AWP opera l'assistenza in Italia. 

Quello che rende speciale questo accordo è che la copertura assicurativa è stata adattata alla struttura dei prezzi utilizzata da car2go, con tariffe al minuto. 

La copertura è fornita a tutti i clienti car2go che noleggiano un'auto in Italia, Germania, Austria, Spagna e Olanda – corrispondente ad una flotta di circa 7.400 veicoli.

Tra le due società sono già in corso le trattative per espandere la collaborazione in ulteriori mercati.

Matthias Wuensche, membro del Consiglio di Amministrazione di Global Automotive, Allianz Worldwide Partners, afferma: "Con car2go abbiamo trovato un forte partner con il quale poter espandere il range di soluzioni assicurative che offriamo nel settore del car sharing. Allo stesso tempo, stiamo sottolineando il nostro ruolo di spicco nel segmento della mobilità nuova, dove vogliamo offrire ai nostri clienti servizi innovativi e copertura assicurativa su misura, non importa dove si trovano e che tipo di mezzo di trasporto utilizzano per spostarsi."

Thomas Beermann, CEO di car2go Europe, aggiunge: "Grazie a questa partnership con Allianz Worldwide Partners, ora i nostri 1.25 milioni di clienti attivi nelle 14 location europee possono trarre ancora più vantaggio dalla mobilità condivisa, godendo di una protezione assicurativa fornita da un importante partner. In questo contesto, la copertura assicurativa che fa parte di un programma europeo, è stata studiata specificamente per soddisfare le esigenze individuali del nostro modello di business."

Nei prossimi anni, le due aziende prevedono di lanciare ulteriori iniziative congiunte con l'obiettivo di allineare la copertura assicurativa ancora più nel dettaglio utilizzando il modello di car sharing free floating.


--

WIKICASA.IT: NEL 2016 SONO STATI 3 MILIONI I VISITATORI

Per Gabetti Property Solutions e RE/MAX Italia è ormai fondamentale che nell'immobiliare si faccia sistema. Vincono cultura della collaborazione e innovazione tecnologica.

Milano, 19 gennaio 2017 - WikiRe (www.wikire.it) è la startup nata come MLS (Multiple Listing Service) che punta a rafforzare la collaborazione tra gli agenti immobiliari e a cui si è aggiunto, fino a diventare elemento strategico centrale del progetto, il portale di inserzioni immobiliari Wikicasa.it riservato esclusivamente ad annunci selezionati e verificati da agenti immobiliari professionisti.

Oggi Wikire conta oltre 600 agenzie immobiliari che utilizzano quotidianamente l'MLS ed è citato come secondo operatore italiano, col 17,70% del mercato, dal Report "Reti e Aggregazioni Immobiliari 2016" pubblicato da Gerardo Paterna (consulente e blogger immobiliare), sotto l'egida dell'Osservatorio Immobiliare Digitale - OID. 

Wikicasa, con più di 5.600 agenzie e oltre 300mila immobili pubblicati, risulta essere il più grande portale immobiliare italiano riservato a professionisti per numero di contenuti (agenzie ed immobili) e per traffico generato (circa 3 milioni di visitatori unici nell'arco del 2016, dati Google Analytics).

Il progetto ha ottenuto l'endorsement istituzionale da parte di FIMAA (Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari), la principale Associazione di Categoria di agenti immobiliari in Italia, interessata a supportare gli agenti in un processo di crescita professionale che non può più ormai prescindere dal controllo dei dati e dalla padronanza degli strumenti più evoluti per metterli al servizio della clientela finale.

"I numeri della ripresa in termini di compravendita sono incoraggianti e le nostre reti di agenzie nel 2016 presentano un saldo positivo. Tuttavia, è necessario rafforzare le sinergie nella filiera dei servizi immobiliari, investendo sugli agenti immobiliari in termini di cultura della collaborazione e utilizzo di tecnologia 'buona', quella che crea opportunità e relazioni per l'agente immobiliare e non disintermedia. Il Gruppo Gabetti è sensibile alla necessità di mantenere politiche commerciali e di investimento in linea con i ritmi digitali del nostro tempo, continuando a credere e a supportare progetti innovativi" ha affermato Marco Speretta, Direttore Generale di Gabetti Property Solutions, intervenuto come relatore alla terza edizione dei Real Estate Awards, svoltasi nei primi giorni di dicembre.

"Una scelta ortodossa quella di Wikicasa di dedicarsi esclusivamente agli agenti immobiliari, rinunciando alle inserzioni dei privati e dei non agenti. Tuttavia dare valore al lavoro quotidiano degli intermediari abilitati, richiede coerenza, investimenti ed etica anche da parte degli operatori della tecnologia" aggiunge Pietro Pellizzari CEO e Founder di Wikire/Wikicasa che chiosa "Gli agenti immobiliari ci stanno scegliendo non solo come fornitore di servizi, ma soprattutto come partner riconosciuto che genera opportunità relazionali ed economiche, una realtà dedicata ai loro interessi e unica nel panorama immobiliare italiano".

Tra gli azionisti di Wikire/Wikicasa ricordiamo, oltre a Gabetti,  anche RE/MAX Italia, il cui Presidente, Dario Castiglia tiene a sottolineare che: "RE/MAX si fonda sulla cultura della collaborazione; per noi è stato naturale riconoscere nel progetto Wikire un'affinità elettiva, un'opportunità sulla quale investire per rendere ancor più performanti tutti i nostri consulenti. WikiCasa inoltre è un canale differenziale che i professionisti devono sfruttare al massimo per garantire alla loro clientela un servizio differenziale, a valore aggiunto, rispetto ai canali direttamente fruibili dai non agenti ".

Wikire/Wikicasa conferma il suo percorso di sviluppo, rinnovando la disponibilità a collaborare con altri operatori della filiera e riservando, agli agenti immobiliari che lo desiderano, la possibilità di diventare azionisti del progetto. L'adesione al sistema MLS e al portale annunci è freemium, garantendo così ai professionisti abilitati accesso e utilizzo illimitato del sistema di MLS e del portale annunci con possibilità di accrescere la visibilità e i contatti generati in maniera dinamica, passando alla versione premium


--
www.CorrieredelWeb.it

TERREMOTO: DECARO (ANCI), SERVE FILIERA PIÙ STABILE PER GESTIONE SISTEMICA DELLE EMERGENZE

"Aprire le strade nelle contrade ancora isolate, liberare le persone ancora ferme all'interno delle abitazioni ma soprattutto, superata l'emergenza, programmare un protocollo, una filiera più stabile tra Comune-Regione e governo per permettere di affrontare in maniera sistematica emergenze come questa". 


Così il presidente Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, a margine del Consiglio Nazionale Anci in corso di svolgimento a Roma nella Sala della Protomoteca del Campidoglio.

"La situazione è molto complicata – ha detto Decaro – e gli eventi meteorologici in atto non fanno altro che peggiorare la situazione in territori già martoriati da mesi di scosse. La voglia di ricostruire è stata ricoperta dalla neve – ha continuato il presidente Anci -  proprio quando, piano piano, era partita la ricostruzione e si stava tornando alla normalità. La concomitanza tra neve e ulteriori scosse ha di nuovo messo in crisi la stabilità degli immobili e la psicologia dei cittadini".

"Sin dalle prime nevicate – ha ricordato ancora Decaro – come Anci abbiamo chiesto un sostegno anche finanziario al governo e proprio ieri abbiamo ribadito la necessità di impiegare l'esercito nelle zone colpite. Alle Regioni coinvolte – ha poi aggiunto il presidente Anci – chiediamo invece di dichiarare lo stato di emergenza, così da mettere in moto tutti gli adempimenti burocratici di rito, tipo la possibilità per i volontario di chiedere giorni di permesso ai datori di lavoro, piccole cose che però aiutano in situazioni come questa".


Roma, 19 gennaio 2017



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI