Cerca nel blog

giovedì 29 agosto 2019

Cambium Networks annuncia l'acquisizione delle soluzioni Wi-Fi Xirrus da Riverbed Technology.

Cambium Networks annuncia l'acquisizione delle soluzioni Wi-Fi Xirrus da Riverbed Technology. 


Grazie a questa operazione Cambium Networks amplia e rafforza ulteriormente il suo portafoglio di soluzioni aziendali.

Milano, 29 Agosto 2019 - Cambium Networks, (NASDAQ: CMBM) fornitore globale leader di soluzioni di rete wireless, ha annunciato l'acquisizione dei prodotti e servizi cloud Xirrus Wi-Fi da Riverbed Technology, Inc.

Il portafoglio Xirrus di access point Wi-Fi enterprise ad alte prestazioni e i servizi in abbonamento, tra cui XMS Cloud Management, EasyPass Access, Application Control, Xirrus Positioning System (XPS) e MSP Command Center, miglioreranno e faciliteranno l'implementazione e le funzionalità dei Network Service Application (NSA) esistenti di Cambium Networks, e metterà a disposizione dei clienti un ricco set di nuovi servizi.

"Il wireless è la tecnologia perfetta per connettere persone, luoghi e cose", ha affermato Atul Bhatnagar, Presidente e CEO di Cambium Networks. "Siamo orgogliosi di poterci unire al talentuoso team di Xirrus, che porta con se' una storia di innovazione e una profonda esperienza nello sviluppo di soluzioni Wi-Fi ad alte prestazioni, servizi cloud scalabili, implementazioni ad alta densità, analisi di rete avanzate e servizi in abbonamento cloud. Siamo inoltre felici di dare il benvenuto ai clienti di Xirrus in tutto il mondo e ai partner di canale nella comunità Cambium Networks e non vediamo l'ora di costruire insieme un proficuo rapporto".

"Il team di Xirrus è entusiasta di entrare a far parte di un'organizzazione così fortemente dedicata e impegnata nel wireless networking. La vasta esperienza enterprise di Xirrus e lo sviluppo avanzato contribuiranno in modo sostanziale al successo delle soluzioni Cambium Networks, proprio nel momento in cui le imprese e i service provider stanno migrando a livello mondiale da soluzioni 802.11ac al nuovo protocollo 802.11ax", ha affermato Bruce Miller, il nuovo nuovo Vice President Enterprise Marketing di Cambium Networks, precedentemente con Xirrus e Riverbed Technology. "La base clienti di Xirrus e la comunità dei partner trarranno vantaggio dal portafoglio di soluzioni wireless di Cambium Networks, ampio e perfettamente complementare."

Le soluzioni Xirrus ampliano e rafforzano l'attuale offerta Wi-Fi di Cambium Networks, per garantire ai clienti in area enterprise, istruzione, enti governativi, hospitality e ai managed service provider (MSP), una straordinaria scelta di tecnologie e soluzioni per la connettività wireless. Le soluzioni Xirrus saranno ancora acquistabili presso i rivenditori Xirrus esistenti e saranno rese disponibili tramite i ConnectedPartner esistenti di Cambium Networks nelle prossime settimane.

Cambium Networks
Cambium Networks (NASDAQ: CMBM) è un fornitore leader globale di soluzioni per la connettività wireless, capaci di stabilire connessioni efficaci tra persone, luoghi e cose. Ha sviluppato un ecosistema wireless end-to-end composto da piattaforme affidabili, scalabili, sicure e gestibili dal cloud, che offrono le migliori prestazioni anche in condizioni difficili. Cambium Networks consente ai service provider e agli operatori di rete industriali e governativi di creare connettività intelligente. Il continuo impegno di Cambium Networks per l'innovazione e la diffusione dell'accesso wireless è dimostrato dai milioni di apparati radio installati in migliaia di reti a beneficio delle comunità in tutto il mondo. Cambium Networks, con sede a Chicago e con centri di ricerca e sviluppo negli Stati Uniti, Regno Unito e India, vende attraverso una rete di distributori globali di fiducia.




--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 27 agosto 2019

Cluedo cambia casa: Houzz e Hasbro insieme per il restyling di CLUEDO


Houzz, la piattaforma online leader mondiale nella ristrutturazione e nel design della casa, ha stretto una collaborazione con Hasbro, azienda di giochi e giocattoli, per il restyling della residenza CLUEDO in occasione del suo settantesimo anniversario. A partire da oggi e fino al 9 settembre 2019, visitando houzz.it/clue, sarà possibile decidere tramite voto quale stanza della residenza CLUEDO rinnovare. 

 

Sarà possibile scegliere tra un nuovo bagno, un salotto, una stanza degli ospiti oppure un moderno restyling dell'ingresso, il Tudor Hall. Le nuove idee progettuali sono create dai professionisti della community di Houzz. I risultati del voto saranno svelati il 21 ottobre, mentre la stanza vincente sarà inserita nel nuovo restyling di CLUEDO acquistabile da questo dicembre.

 

A proposito di Houzz

    Houzz è la piattaforma online leader mondiale nella ristrutturazione e nel design che fornisce agli utenti tutto ciò di cui hanno bisogno per migliorare la propria casa, dal primo all'ultimo passo: trovare ispirazione, entrare in contatto con i giusti professionisti e scoprire prodotti e materiale per completare il proprio progetto. Dal rinnovo di una piccola stanza alla costruzione di una casa su misura, Houzz mette in contatto milioni di proprietari di case e appassionati di design con professionisti per la casa in tutto il paese e in tutto il mondo. 

    Più di 2,4 milioni di professionisti attivi sono iscritti ad Houzz in oltre 65 categorie (architetti, interior designer, costruttori, paesaggisti, etc..).

    Houzz conta oltre 19 milioni di foto in qualità retina di interni ed esterni progettati da professionisti. 

    È possibile votare in tutti i Paesi in cui è presente Houzz: USA, Inghilterra, Australia, Francia, Germania, Russia, Giappone, Italia, Spagna, Danimarca, Svezia, Irlanda, Singapore, Nuova Zelanda e India. 

 

A proposito di CLUEDO e alcune informazioni storiche:

      Il gioco CLUEDO è stato lanciato nel 1949 ed è stato inventato dall'inglese Anthony E. Pratt.

    Pratt ha inventato il gioco durante la guerra come passatempo durante gli allarmi di attacchi aerei.

      Il nome originale del gioco era Murder!

      Nonostante sia stato inventato negli anni '40, il gioco CLUEDO è ambientato nel 1926.

      CLUEDO è venduto in oltre 30 Paesi.

      La sfortunata vittima di ogni omicidio è il signor Boddy, l'ospite della cena, e i sospettati sono Plum, il colonnello Mustard, Miss Scarlet, la signora Peacock e la dottoressa Orchid. La dottoressa Orchid ha sostituito la signora White, uno dei sei personaggi originali, nel 2016.

      Le armi classiche nel gioco CLUEDO sono il candeliere, il pugnale, la pistola, il tubo di piombo, la chiave inglese e la corda.

      La prima edizione del gioco includeva anche un'ascia, una bomba, una siringa e un veleno.

      Il classico gioco CLUEDO presenta nove location diverse in tutta la casa: la cucina, la sala da ballo, la veranda, la sala da biliardo, la biblioteca, lo studio, l'ingresso, il salone e la sala da pranzo.

      Ci sono 324 diverse possibilità di trama da risolvere per i detective.



--
www.CorrieredelWeb.it

M COME MOTIVAZIONE: LE 5 REGOLE DI ASPRIA HARBOUR CLUB PER UN RIENTRO DALLE VACANZE ALL’INSEGNA DELL’ATTIVITÀ FISICA

"M COME MOTIVAZIONELE 5 REGOLE DI ASPRIA HARBOUR CLUB PER UN RIENTRO DALLE VACANZE ALL'INSEGNA DELL'ATTIVITÀ FISICA"

L'esperto di fitness Stefano Marini spiega come e perché scegliere il movimento al divano. 

Spinti dall'energia e dalla positività recuperata durante l'estate, il rientro dalle vacanze è l'occasione ideale per stilare la lista di buoni propositi da portare avanti durante il resto dell'anno. Primo tra tutti: fare sport. Ma tra il dire e il fare, ci sono di mezzo gli impegni lavorativi, le prime giornate di pioggia, i malanni di stagione e così via, ed ecco che questo proposito cade nel dimenticatoio. Aspria Harbour Clubpunto di riferimento per il benessere a Milano, con il supporto di Stefano Marini, Fitness Supervisor del Club svela le cinque strategie da adottare per restare motivati nella propria routine di allenamento.

TROVA IL TUO "PERCHÉ". "Senza un obiettivo su cui lavorare - correre 20 km, per esempio, o semplicemente perdere peso - è difficile rimanere motivati. Il "perché" dell'esercizio è la chiave. Chiediti qual è il tuo obiettivo finale e perché è importante per te raggiungerlo."

 

MONITORA I PROGRESSI. "Una volta fissato l'obiettivo, è importante seguire i propri progressi. I personal trainer di Aspria, esperti sempre attenti allesingole esigenze, possono consigliare test per mostrare i progressi fatti da svolgere direttamente presso il Clubo consultabili anche a casa attraverso il supporto di strumenti tecnologici, come la nostra nuova APP".

 

TROVA UN'ATTIVITÀ CHE AMI FARE"Fare sport non significa solo andare in palestra. L'importante è muoversi e aumentare la frequenza cardiaca, il "come" è una scelta personale. E' fondamentale trovare un'attività che piaccia davvero, in modo da trasformare il semplice allenamento in qualcosa che non vedi l'ora di fare.

Ed è proprio qui che Aspria Harbour Club entra in gioco: grazie alla vasta gamma di attività fitness e wellness è possibile trovare quella più adatta ad ognunoIl segreto è continuare a provare!"

 

TROVA UN COMPAGNO DI ALLENAMENTO"Sentirsi responsabile nei confronti di un'altra persona può aiutare a rispettare i propositi. Se accetti prima di allenarti con un amico e poi lo abbandoni, non starai solo facendo un torto a te stesso, ma anche al tuo compagno. Questo può essere un forte incentivo alla motivazione."

 

PAROLA D'ORDINE: NOVITÀ. "Se ci si sente annoiatodall' allenamento, è probabile che la motivazione stia diminuendo. È fondamentale trovare nuovi stimoli per non farsi vincere dalla routine. Ecco perché ad Aspria è possibile creare un nuovo programma personalizzato,ogni volta che se ne sente il ​​bisogno, grazie ai nostri esperti Personal Trainer."

 

Il servizio tailor made di Aspria Harbour Club, oasi di pace e relax in zona San Siro, consente ai propri ospiti di trovare un programma wellness a 360° finalizzato al benessere del corpo e della mente.

 

 

 Milano, 27 agosto 2019

 

 


Aspria Harbour Club

Via Cascina Bellaria, 19

20153 Milano

Profilo di ASPRIA Harbour Club

Nel 2009 l'Harbour Club è entrato a far parte dell'Aspria Collection che, con i suoi club, Spa e hotel, è oggi al servizio di oltre 35.000 soci. Aspria è un gruppo prestigioso e pluripremiato che riunisce i migliori club privati di sport, di benessere e per la famiglia, hotel e centri Spa in tutta Europa. L'ampia "collezione" si estende tra Bruxelles, Berlino, Amburgo e Hannover fino, appunto, a Milano; è caratterizzata da un'offerta di grande qualità, con servizi personalizzati per rispondere alle esigenze di ciascun socio. Tra il 2001 e il 2012 Aspria è cresciuta passando da un club (l'apertura del club Aspria di Bruxelles risale a giugno 2001) a otto (Aspria Uhlenhorst ad Amburgo è stato inaugurato a Marzo 2012), incorporando, inoltre, l'offerta alberghiera ad Amburgo, Hannover, Berlino e ad Aspria Royal La Rasante a Bruxelles.



--
www.CorrieredelWeb.it

L'85% delle app di web banking non supera il test del GDPR


L'85% delle app di web banking non supera il test del GDPR

Ricerca evidenzia che il 97% delle più grandi banche sono a rischio di furto di dati online, e il 20% delle app di mobile banking contiene almeno una vulnerabilità di sicurezza ad alto rischio. Tra le app di web banking esaminate, 85 non superano il test di conformità al GDPR, 25 non sono protette da firewall, e 7 contengono vulnerabilità note e sfruttabili dagli hacker. Necessario clima di fiducia per sviluppo del mercato digitale. Bernardi: "Utenti hanno bisogno di capire di quali siti possono fidarsi". Oltre trenta i siti e le app di banche e istituti di credito che hanno richiesto il marchio "Privacy Ok"

Firenze, 27 agosto 2019 - Se i rischi per la privacy preoccupano sempre più gli utenti che fanno shopping online e usano i social network nel tempo libero, il livello di allerta sale ulteriormente quando ad essere in pericolo non sono solo i dati personali, ma anche i soldi di chi utilizza internet per gestire il proprio conto bancario ed altri servizi finanziari.

Non sono per questo rassicuranti i risultati di una ricerca svolta da ImmuniWeb, dalla quale è emerso che 97 delle 100 banche più grandi del mondo sono a rischio di furto di dati sensibili da parte degli hacker, e tra le app di servizi finanziari esaminate 85 non superano il test di conformità al GDPR, 25 non sono protette da un web application firewall (WAF), e 7 contengono vulnerabilità note e sfruttabili da malintenzionati. Inoltre, il 20% delle app di mobile banking contiene almeno una vulnerabilità di sicurezza ad alto rischio.

Con i pirati informatici che mirano a sottrarre denaro agli utenti in maniera fraudolenta, quella della protezione dei dati è diventata una delle principali sfide che le banche devono affrontare. Infatti, secondo Gartner il settore bancario è leader assoluto della spesa globale per la sicurezza informatica, che nell'insieme supererà i 7 miliardi di dollari entro il 2023.

Quello della privacy online, non è quindi un problema che è salito alla ribalta solo per evitare le sanzioni introdotte dal GDPR, ma anche perché un pieno sviluppo del mercato digitale richiede un diffuso clima di fiducia nel web, come spiega il presidente di Federprivacy, Nicola Bernardi:

«Oggi le persone possono svolgere comodamente dal proprio pc e anche dallo smartphone molte di quelle operazioni che in passato richiedevano spesso lunghe file presso sportelli e uffici. D'altra parte, gli utenti hanno bisogno di capire di quali siti web possono veramente fidarsi, specialmente se devono fornire i loro dati per effettuare pagamenti online - afferma Bernardi - Non è quindi un caso che la maggior parte delle richieste per ottenere il marchio "Privacy Ok" ci stiano pervenendo dal mondo finanziario, e sono oltre trenta i siti e le app di banche e istituti di credito che dovremo esaminare nei prossimi mesi per valutare quali sono idonei per ottenerlo.»

Il marchio "Privacy Ok", già ottenuto dal Gruppo Ferrero in tutti i propri siti web italiani, (compreso quello di Nutella), viene rilasciato ad aziende ed enti che aderiscono ad uno specifico codice di condotta  assumendosi l'impegno vincolante di rispettarne tutte le regole. Per garantire che non si tratta di un "bollino" meramente autoreferenziale, ma di uno strumento concreto per aiutare gli utenti a valutare rapidamente il livello di affidabilità del sito in cui stanno navigando, Federprivacy ha affidato il processo di valutazione a TÜV Italia, che in qualità di organismo di certificazione indipendente assicura l'imparzialità del processo per determinare se un sito è effettivamente conforme per la concessione del marchio.

Ulteriori elementi di garanzia a tutela degli interessati, sono provveduti da un comitato di vigilanza che monitora periodicamente i siti che hanno ottenuto il marchio per verificare che continuino a rispettare il codice di condotta, e in ogni momento gli utenti stessi possono rivolgersi ad uno sportello online per inviare segnalazioni o reclami.





--
www.CorrieredelWeb.it

Ford coccola gli amici a quattro zampe nel MegaBox della nuova Puma, in occasione della Giornata Internazionale del Cane

 

Ford coccola gli amici a quattro zampe nel MegaBox della nuova Puma, in occasione della Giornata Internazionale del Cane

 

Gli adorabili cagnolini vengono sottoposti a rilassanti sessioni di coccole, nel Megabox della nuova Ford Puma, innovativo e versatile

 

Cosa faremmo senza i nostri fidati piccoli amici a quattro zampe? Ci guidano, ci avvisano, ci proteggono e ci intrattengono, ma soprattutto sono i nostri migliori amici. Ford ha celebrato questo stretto legame regalando ai nostri passeggeri a quattro zampe una lussuosa sessione di coccole, in occasione della Giornata internazionale del Cane.

 

Questo salone di bellezza itinerante per cuccioli è stato realizzato grazie all'innovativo MegaBox della nuova Ford Puma, un versatile vano portaoggetti da 80 litri, situato nella parte posteriore della vettura. Il MegaBox impermeabile è dotato di un tappo di scarico che lo rende facile da pulire, ad esempio dopo aver riposto le attrezzature sportive sporche e rendendolo una perfetta vasca di lusso per il bagno dei cuccioli.

 


Pensare fuori dagli schemi

La pulizia dei cani, dopo una corsa al parco, è solo uno dei tanti modi per impiegare la versatilità di Ford MegaBox. Infatti, può essere utilizzato per riporre in modo sicuro oggetti delicati come generi alimentari, fiori o persino ghiaccio. Lo spazio verticale del vano posteriore è aumentato di 267 mm e la profondità extra è ideale per il trasporto di oggetti instabili, come piante d'appartamento e sacche da golf in posizione verticale.

 



--
www.CorrieredelWeb.it

Ginnika 2019: sneakers da tutto il mondo a 35 anni dalla censura delle Air Jordan. Roma, 14 e 15 settembre

35 anni dopo la nascita (e la censura) delle Air Jordan,  le sneaker più iconiche della urban culture, a Roma torna il più grande evento italiano del settore

Ginnika 2019
14-15 settembre al Ragusa Off

Ospiti: Jeremy Fish, DJ Clark Kent, DJ Spinna, Leo Mandella,  Boogie, Speranza, Kish Kash 

Ragusa Off, Via Tuscolana 179. Ore 12.00/ 24:00. Ingresso 7 euro


Simbolo di rottura, rivolta, libertà e contemporaneità, le sneaker, a 35 anni dalla rivoluzionaria (e censurata) Air Jordan, tornano protagoniste dell'evento più atteso dell'anno nonché il più grande del settore in Italia: Ginnika il 14 e 15 settembre al Ragusa Off di Roma, per raccontare una contro-cultura, oggi diventata moda anche per grandissimi brand d'eccellenza, che da quel 1984 censorio al 2019 di "passi" ne ha fatti tanti.

"Il 15 settembre Nike ha creato una nuova rivoluzionaria scarpa da basket. Il 18 ottobre, la NBA ha deciso di bandirla. Fortunatamente la NBA non può impedire a voi di indossarle". Nel 1984 Nike realizzava le Air Jordan, subito vietate dall'NBA, ma diventate simbolo di personalità e anche la prima scarpa che qualsiasi amante delle sneaker deve possedere. Se il mondo del basket non era pronto per una scarpa così innovativa, oggi questa scarpa è un must have per tutti, entrata nell'immaginario collettivo e simbolo di un'epoca: una parabola in grado di riassumere il cammino di una contro-cultura che si è fatta status symbol

Da allora sono passati 35 anni e le sneaker, come la prima Air Jordan, sono state elemento di rottura della cultura pop, musicale, artistica, culturale di diverse generazioni, fino a diventare oggetto di culto per i grandi marchi dell'alta moda.

Un oggetto che si veste di mondi, storie, vite e tendenze che verranno raccontate in una no-stop di eventi, musica, show e market in occasione di Ginnika 2019, il 14 e 15 settembre negli spazi post-industriali del Ragusa Off. Un luogo che racconta la storia della capitale, uno spazio restituito alla città, riadattato a cornice urbana di eventi unici.

Dopo le 6000 presenze all'Ex Dogana, Ginnika si sposta mantenendo il suo stile urban, unendo la solidarietà alla collaudata formula che l'ha reso appuntamento di riferimento della scena nazionale e non solo, con un'iniziativa a sostegno dello sport per i ragazzi diversamente abili, supportata da Alessandro Borghi e Alessio Sakara (per partecipare https://www.eppela.com/it/projects/21356-ginnika-senza-differenze-giochiamo )

Insieme alla solidarietà, per quanto riguarda la cultura street, dopo i "mostri sacri" Staple e Bobbito Garcia presenti lo scorso anno, quest'anno Ginnika 2019 porta a Roma un nome eccellente della scena internazionale: l'illustratore e product designer Jeremy Fish. Con la sua collezione di personaggi e simboli che pone l'accento sul trovare un equilibrio fra immagini a metà strada fra il grazioso e il raccapricciante, l'artista di San Francisco incontrerà il pubblico e allestirà una speciale mostra in esclusiva, come anche il fotografo serbo (newyorkese di adozione) Boogie, protagonista di una speciale retrospettiva fotografica da lui curata. 

Fitto anche, come da tradizione, il programma musicale con sabato sul palco una staffetta in con a partire dalle 19.00 Joes, Mega, Viktor Kwality e Speranza, dalle 21.30 Ernia, domenica dalle 17.00 Leo Mandella e dalle 19.00, direttamente dalla Grande Mela, dj Spinna, dj Clark Kent.

Ingresso diurno 7 euro.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 26 agosto 2019

TEDxCortina, il futuro è nella comprensione della nostra origine



  

 

TEDxCortina, il futuro è nella comprensione della nostra origine

 

 

La terza edizione incentrata sull'ambiente e sullo sviluppo sostenibile infiamma il dibattito e mette il turbo alla voglia di futuro. Nove relatori fra ricercatori, manager, innovatori, un rapper ed un teologo tracciano la via. I suggerimenti di Papa Francesco arrivano via web

 

 

Cortina d'Ampezzo, 26 agosto 2019 _ Bella e sportiva, smart ed internazionale, ma soprattutto positiva. Cortina d'Ampezzo risveglia l'estate e le idee, la coscienza e la voglia di futuro, "travolta" dall'energia dal suo terzo TEDxCortina, il più alto appuntamento fisso in quota, ad oltre 1200 metri, della galassia americana di TED – Technology, Entertainment and Design - ideas worth spreading. Il 23 agosto l'Alexander Girardi Hall si è trasformata in una fucina di idee per il pianeta. Incontro sold out, grandi eventi artistici a corredo, il tema individuato per il 2019 da TEDxCortina verte su una semplice, quanto fondamentale, legge della natura: "Siamo azione, ma anche reazione", ha spiegato Alberto Paccagnella, presidente TEDxCortina, illustrando il progetto di "IOrigine", alla base dell'incontro dove si sono alternati dieci speaker internazionali: L'essere umano inteso come motore principale di qualsiasi cambiamento, ma allo stesso tempo anche come elemento che subisce cambiamenti ed effetti dell'evoluzione del nostro pianeta e del suo delicato ambiente.

 

 

LA SVOLTA GREEN

Fra le novità dell'edizione 2019 la svolta e l'impegno green grazie alla partnership con FSC – Forest Stewardship Council – "Che ci ha guidato nell'avvio di pratiche sostenibili", ha spiegato Jacopo Pertile, licensee manager di TEDxCortina. "Oggi siamo una squadra", ha commentato con orgoglio. Grande soddisfazione anche per il plauso di TED global, direttamente dalla casa madre californiana, all'installazione A thousand trees, realizzata in collaborazione con gli architetti Marco Cellini, Giulia Pecol e Francesco Carraro, nel centro di Cortina d'Ampezzo, vicino a Corso Italia.

L'opera prevede una scatola quadrata, archetipo dello spazio quotidiano, dentro la quale cresce e "respira" un frammento di bosco e di biotopo alpino. Una serie di specchi dilata all'infinito l'abbraccio degli alberi e permetterà al fruitore, che si affacci agli oblò della parete, di immergersi in una vera foresta dolomitica, per non dare mai per scontato la bellezza e l'importanza dell'ambiente.

 

Tema sensibile - e mai di così tanta urgenza come in questi giorni - quello della salvaguardia del nostro pianeta, tanto da essere introdotto già in apertura dell'evento: mentre veniva proiettato un bosco sul pubblico, una voce fuori campo recitava la poesia di Gianni Rodari:

 

"Vattene, Natura!"
E lei se ne andò:
in quattro ripiegò
gli ultimi prati
come fazzoletti.
Lasciò il pianeta
AccaZeta...
Adesso lassù
è tutta una città:
di verde – ve lo posso
giurare – c'è rimasto
solo il semaforo,
quando non è rosso...


(G. Rodari, Il Pianeta Accazeta, 1989)

 

 

NOVE RELATORI, UN'ORIGINE

Psicologi, giornalisti, trader, manager, ma anche fisici ed imprenditori. Ed ancora, il responsabile del dicastero vaticano per la Comunicazione ed un rapper. Ospiti differenti, ma accomunati dal loro impegno in prima linea nei vari settori di appartenenza. Ognuno ha raccontato l'origine del suo percorso su questo pianeta: passione o vocazione, missione ed impegno, ma anche personali ambizioni e inclinazioni.

 

 

I SALUTI DEL PAPA

C'è monsignor Lucio Adrian Ruiz, segretario del dicastero vaticano per la Comunicazione che ha portato anche il messaggio video che Papa Francesco ha mandato a TEDxCortina, legato alla sua seconda enciclica Laudato sii, incentrata sul rispetto dell'ambiente. Ruiz ha raccontato la sua sfaccettata esperienza che nasce da una composita origine come uomo di chiesa e teologo, ed esperto di biotecnologia e comunicazione. "Se potessimo cambiare noi stessi, cambierebbero anche le tendenze nel mondo" ha raccontato citando il Mahatma Gandhi, ponendo l'accento sull'importanza dell'esempio come testimonianza nell'azione.

 

 

L'IMPRESA "SOSTENIBILE"

Citando la filosofia greca, per Alessandro Benetton la sfida moderna più avvincente per l'uomo è ancora quella originale di "conoscere se stessi". Nel suo ruolo di imprenditore e di presidente di Fondazione Cortina 2021, Benetton pone da sempre grande attenzione al contesto ambientale nella sua attività. Il suo speech è stato un'appassionante riflessione anche sul ruolo dell'impresa nel terzo millennio: la costante innovazione ha lo scopo di creare valore in un'ottica sostenibile. Senza dimenticare il ruolo delle passioni che definiscono la nostra identità. "Oggi come ieri la cosa più importante è agire con passione, ma ricercare chi siamo sempre attraverso il fare perché pensare in grande significa agire in grande".

 

 

IL FUTURO CHE CI ATTENDE

Oscar Di Montigny, esperto di Innovative marketing, ha portato la sua competenza, oggi al servizio anche della realtà del gruppo Mediolanum, ma è da sempre alla ricerca di un giusto equilibrio fra business, management, filosofia arte e scienza. Chiara la sua previsione: "Il futuro non sarà più quello di una volta. Le quattro direttrici lungo cui verrà ridisegnato il mondo tra il 2020 e il 2050 sono Demografia, Ambiente, Tecnologia ed Etica e le tre sfide da affrontare si concentrano sul Nucleare, nell'Ecologia e nell'Intelligenza Artificiale". La strategia? "Serve rianimare l'economia, riportando l'uomo al centro di tutti i processi sociali e politici; e con lui, la sua dimensione valoriale più alta e inclusiva".

 

 

IL PRODUCER E LA NUOVA MUSICA

Lo chiamano "il Mozart della trap": Sick Luke porta avanti la sua sfida con estro, irriverenza e tanta gioventù. Il beatmaker della Dark Polo Gang ricorda i suoi esordi a 13 anni, "smanettando col pc di papà" che l'hanno portato oggi ad essere uno dei producer più importanti del Belpaese. Conoscere il mondo, confrontarsi ed aprirsi: ecco le parole chiave della sua missione che ha portato anche a rivitalizzare il ruolo del produttore, storicamente ritenuto "secondario" rispetto a quello dell'artista puro. La sua musica è, sì "computerizzata", ma ha una origine altamente creativa: "L'obiettivo è usare se stessi come campione musicale attraverso un microfono per creare cose mai sentite, usare la propria voce come strumento".

 

 

CI VUOLE PSICOLOGIA

La psicologa e psicoterapeuta Margherita Spagnolo ha portato nel dibattito la sua lunga esperienza nel campo della terapia Gestalt e della percezione dell'altro. Il suo talk si è incentrato sulla desensibilizzazione corporea che deriva dalla mancanza di sostegno nelle relazioni primarie. "Oggi si avverte una difficoltà nel "restare" nelle relazioni", ha spiegato, eppure come una nuova origine "La vita di coppia è un'improvvisazione co-creata che racchiude la dimensione più profonda della vita sociale", paradigma fondamentale per crescere come essere umani individuali, ma anche immersi in un contesto collettivo.

 

 

ALLE TENEBRE E RITORNO

La giornalista italo siriana Susan Dabbous è una delle firme più esperte delle questioni mediorientali. Nel 2013 ha affrontato un rapimento ad opera del gruppo islamista Jabhat al Nusra. Cinque anni dopo ha deciso di andare in Belgio a cercare le madri dei suoi rapitori. "Provo un profondo bisogno di capire la natura umana e l'errore dietro la violazione dei diritti fondamentali". Così Dabbous è andata all'origine del male e nell'abbraccio e negli occhi di quelle donne che pure avevano "perso" i propri figli, ha provato a spiegare a se stessa la grande ingiustizia subita. "Ora quando assisto alla violazione dei diritti umani degli altri - dai migranti, ai detenuti - mi immedesimo e mi arrabbio davanti alla mia impotenza, ma cerco di fare qualcosa nel mio piccolo per aiutare, come sono stata aiutata io ad uscire fuori da quella caverna oscura, che sarebbe diventata la mia vita, se fossi rimasta con i miei rapitori".

 

 

UN UNICO UNIVERSO

Dell' "Eternamente affascinante origine dell'universo" ha raccontato la fisica Maria Alessandra Papa, autrice di oltre 260 pubblicazioni scientifiche. Il suo talk è stato un excursus anche onirico attraverso grandi e svariati esempi per spiegare le forze della natura e di come il passato sia sempre alla base delle nuove scoperte. L'astrofisico Franco Pacini che ha aperto la via alla scoperta delle pulsar, pur senza ricevere il Nobel che nel 1974 premiò, invece, gli studi di Antony Hewish; Albert Einstein senza la cui "relatività generale" oggi non potremmo chiedere al nostro cellulare di geolocalizzarci e condurci a destinazione quando impostiamo il navigatore. E poi la grande avventura della recente scoperta delle onde gravitazionali, inimmaginabile senza le intuizioni dei pensatori precedenti: "Un po' come la Cappella Sistina in pittura", ha provocato la "prof". "Sembra non servire eppure è bellissima. Una conquista per l'uomo e per tutti".  

 

 

IL PAESE DELLE MERAVIGLIE

Andrea Colombo, fondatore di U - Start, principale investment club italiano di Venture Capital, ha raccontato come "Arrivare alle stelle e ricominciare da zero, per tornare alla propria origine", illustrando il suo percorso professionale – dalla Lehman Brothers del crac 2008 alla Venture Capital - come metafora dell'evoluzione e del cambiamento. Per illustrare il suo percorso ha scomodato Lewis Carroll e pure il coniglio di "Alice nel paese delle meraviglie". "Essere presi per pazzi significa creare il cambiamento" ed essere disposti ad intraprendere nuove sfide.

 

 

PAROLA ALLA MONTAGNA

Il geologo Antonio Galgaro, docente all'università di Padova e ricercatore del Cnr con il proprio talk ha fatto ascoltare in modo "aumentato" le nostre montagne. "Le tecnologie ci consentono di fotografare la natura e attraverso dei recettori di temperatura comprendere come si sta comportando, come si sta muovendo e se ad esempio ci sono punti di rottura nella roccia", ha spiegato, "perché è la natura stessa che ci dice come sta e quello che potrebbe avvenire: sta a noi essere pronti ad ascoltare per prevenire". 

 

 

STRUGGENTE CHIUSURA

Gran finale a sorpresa con Belluno alza la voce (bellunoalzalavoce.it) un brano scritto, cantato e suonato da circa 50 artisti bellunesi. Un progetto di raccolta fondi per il territorio della provincia di Belluno messo a dura prova dal maltempo.
"Una canzone che noi artisti bellunesi abbiamo voluto realizzare perché ci sentiamo in dovere di fare la nostra parte. Non saremo forse capaci di usare motoseghe e pale, o di ricostruire in prima persona quello che vento e pioggia hanno distrutto, ma vogliamo comunque aiutare la provincia di Belluno dando un messaggio forte".

 

 

CABINA DI REGIA

TEDxCortina è un evento organizzato con il patrocino del Comune di Cortina d'Ampezzo, Fondazione Cortina 2021, MIB Trieste - School of Management ed in collaborazione con FSC Italia - Forest Stewardship Council. Main Partner della manifestazione sono Deloitte, Audi, Scarabel, Eolo, Enel, Hotel Cristallo Resort & Spa, Grand Hotel Savoia, mentre i Golden Partner sono Cooperativa di Cortina, Lanerossi, BPER:Banca, Dolomia, WOMSH, Bosco del Merlo, Blizzard, TECNICA, Eterno Ivica, C.G.V. Media partner dell'evento sono Fortune Italia, Economy Mag, Tech Economy, Sgaialand La Terra delle Meraviglie, Dolomiti.it, Extramag, Marketers; official radio è Radio Cortina. Allestimenti, Abaco Spa, Marlo, Larin Group e Talent Partners. I Technical Partners sono Sonda, Birra Cittadella, iGuzzini, Delonghi, Ghedina, F.lli Talamini De La Tela.

 

 

LE BIOGRAFIE DEI NOSTRI RELATORI

 

Alessandro Benetton

Imprenditore, presidente e fondatore di 21 Invest, Benetton è anche un grande sportivo e appassionato del mondo digitale. Ha fatto della discontinuità una filosofia di vita e un approccio alla gestione delle aziende. Dopo aver conseguito la laurea alla Boston University con lode, ed un MBA ad Harvard, svolge un'esperienza in Global Finance alla Goldman Sachs International, come analista nei settori Mergers and Acquisitions ed Equity Offering. Tornato in Italia crea un business da zero per diventare imprenditore, staccandosi dagli schemi familiari. A 28 anni fonda 21 Invest, una delle realtà più consolidate del Private Equity in Italia, oggi gruppo europeo di investimenti presente con uffici a Treviso, Milano, Parigi e Varsavia. Le aziende oggi in portafoglio generano complessivamente ricavi per 1,7 miliardi di euro ed impiegano 10.000 dipendenti.

 

Andrea Colombo

Cofondatore di U-Start, il principale Investment Club Italiano in Venture Capital con oltre 50M di Euro investiti, si occupa di supportare un network di oltre 100 investitori privati e aziende nell'individuare opportunità di investimento in ambito digitale e tecnologico in tutto il mondo. Ad oggi U-Start Club ha investito in aziende come Deliveroo, Sum Up ed Airhelp, Freeda e Finless Foods. Andrea è arrivato al Venture Capital dopo una laurea in Giurisprudenza in Bocconi e due stage in banche di investimento a Londra, tra cui Lehman Brothers nel 2008. Siede nel consiglio di amministrazione della startup fiorentina Treedom e nell'advisory Board del Gruppo Colombini.

 

Susan Dabbous

Giornalista italo-siriana, vive tra Beirut e Gerusalemme, collabora con molte testate italiane, tra cui Avvenire. Dopo due anni in Siria per seguire la radicalizzazione del conflitto, nell'aprile del 2013 è stata sequestrata per 11 giorni con altri tre giornalisti italiani. Nel dicembre del 2012 ha, inoltre, contribuito alla realizzazione della sceneggiatura di Border, film di Alessio Cremonini, basato sulla storia vera di una drammatica fuga di due sorelle dalla Siria alla Turchia. Prima di occuparsi di Medio Oriente ha scritto numerosi reportage da Washington e da Parigi dove si è concentrata principalmente su tematiche sociali quali integrazione, razzismo e migrazione.

 

Oscar Di Montigny

Classe 1969, cinque figli, è Chief Innovation, Sustainability & Value Strategy Officer in Banca Mediolanum ed ideatore e fondatore di Mediolanum Corporate University. Esperto di Innovative Marketing, Comunicazione Relazionale e Corporate Education, è ideatore e divulgatore del Movimento dello Sferismo a cui si ispira la teoria della Economia Sferica e i principi della Economia 0.0 in cui coniuga business e management con filosofia, arte e scienza. Keynote speaker di forte impatto motivazionale, contribuisce ad aiutare i giovani e le aziende nell'affrontare le sfide del futuro. Dal 2013 collabora a numerosi progetti editoriali e nel 2018 conduce su Radio Italia la trasmissione "Il tempo dei Nuovi Eroi", in onda anche su Radio Italia TV.

 

Antonio Galgaro

Antonio Galgaro è professore di Geotermia presso il Dipartimento di Geoscienze dell'Università di Padova e Ricercatore associato del CNR, Istituto di Geoscienze e Georisorse. È co-responsabile scientifico di vari progetti internazionali del programma europeo Horizon 2020 sull'utilizzo e sugli effetti indotti dal calore nel sottosuolo. Fra le attività di ricerca si occupa da 20 anni di sistemi innovativi di monitoraggio ed allertamento di frane anche con impiego di droni e webcam. Collabora, con atenei argentini, canadesi e giapponesi, con il Servizio Geologico Americano per la realizzazione di sistemi di allarme da frane. È autore di oltre 120 pubblicazioni internazionali e nazionali.

 

Sick Luke

Rapper, beatmaker e producer, Luca Barker, classe 1994, dopo un'infanzia trascorsa fra Italia e Stati Uniti, si avvicina al mondo della musica, ascoltando i dischi del padre Duke Montana, storico rapper romano. A 13 anni compone la prima base per il brano Making Moves, uscito nel mixtape del padre.
Luke inizia poi a produrre basi per numerosissimi rapper americani e italiani, diventando oggi uno dei producer più ricercati: lavora, fra gli altri, con Sfera Ebbasta, Guè Pequeno, Izi, Tedua, Emis Killa e Marracas. Nel 2015 nascono l'amicizia e il sodalizio artistico con la Dark Polo Gang, una delle realtà più di successo del panorama trap italiano.

 

Maria Alessandra Papa

Classe 1967, fisica, autrice di oltre 260 pubblicazioni scientifiche, dirige un gruppo di ricerca con l'obiettivo di captare le debolissime onde gravitazionali continue emesse da stelle di neutroni ruotanti. Dopo il dottorato, nel 1996 si trasferisce all'estero, Germania e Stati Uniti, per fare ricerca. Torna in Italia 11 anni dopo e come Fellow della American Physical Society, ha ricoperto numerosi incarichi di responsabilità e direzione scientifica nella LIGO Scientific Collaboration, l'esperimento che ha rilevato le onde gravitazionali, progetto premiato con il Nobel nel 2017.

 

Monsignor Lucio Adrian Ruiz

Dal 2015 è segretario del Dicastero per la Comunicazione del Vaticano: argentino, classe 1965, sacerdote dal 1990, parla 5 lingue - spagnolo, italiano, francese, inglese e portoghese - . Ha lavorato nella pastorale giovanile ed universitaria di Santa Fe come Segretario Esecutivo della Commissione Episcopale Universitaria e Assessore ICT della Conferenza Episcopale Argentina e del Consiglio Episcopale Latinoamericano. Si laurea in Teologia Dogmatica alla Pontificia Università della Santa Croce a Roma e approfondisce con un master in Business Administration e un dottorato di ricerca in Ingegneria Biomedica alla Scuola Tecnica Superiore d'Ingeneri di Telecomunicazione dell'Università Politecnica di Madrid. Presidente del Centro Nuestra Señora de Guadalupe per lo sviluppo tecnologico della Chiesa in America Latina; membro del Forum di Teologi della Comunicazione, professore invitato dell'ITEPAL, Bogotà, della Pontificia Università Gregoriana, Roma, e di Comunicazione Digitale presso la Pontificia Università della Santa Croce, Roma. Nel 1997 diviene Ufficiale della Congregazione per il Clero, dal 2019 viene nominato Capo Ufficio del Servizio Internet Vaticano presso il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano.

 

Margherita Spagnuolo

Psicologa, psicoterapeuta, è direttrice dal 1979 dell'Istituto di Gestalt HCC Italy. È stata consigliere del primo consiglio dell'Ordine degli psicologi della regione Sicilia, presidente di diverse associazioni a livello internazionale legate alla terapia Gestalt e membro del New York Institute for Gestalt Therapy (NYIGT). Ha scritto e curato 10 libri e un centinaio di articoli. Il suo libro, Il now-for-next in psicoterapia. La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna è stato tradotto in 8 lingue.



--
www.CorrieredelWeb.it

GIBUS OTTIENE IL BREVETTO EUROPEO PER IL SISTEMA DI BLOCCO MAGNETICO "MAG LOCK"


GIBUS OTTIENE IL BREVETTO EUROPEO PER IL SISTEMA DI BLOCCO MAGNETICO "MAG LOCK"

 

Nel 1H 2019 la Linea Sostenibilità ha registrato una crescita del +28%

GIBUS investe annualmente oltre il 3% del fatturato in Ricerca e Sviluppo

 

GIBUS (GBUS:IM), il brand italiano del settore outdoor design di alta gamma, PMI Innovativa quotata su AIM Italia e fondata nel 1982, comunica l'ottenimento da parte dell'Ufficio Brevetti Europeo del brevetto n. 3312376 a tutela del sistema di blocco magnetico "Mag Lock" applicato sui prodotti ZIP Screen della Linea Sostenibilità.

 

Mag Lock è una tecnologia altamente innovativa ideata e realizzata dall'Ufficio Ricerca e Sviluppo aziendale: attraverso l'utilizzo di un gruppo di piccoli magneti, esso permette di migliorare la resistenza al vento della schermatura solare, raggiungendo con la famiglia di prodotti Click ZIP la classe 6 di resistenza al vento (pari a venti di oltre 100 km/h).

 

Alessio Bellin, Amministratore Delegato di GIBUS: "Grazie alla tecnologia Mag Lock GIBUS offre al mercato una delle linee di prodotto più performanti e complete. Il riconoscimento di questo valore da parte del mercato di riferimento è rappresentato dai dati di vendita: nel primo semestre 2019 la Linea Sostenibilità ha avuto un incremento del +28% rispetto al primo semestre 2018, rappresentando l'11% dei ricavi complessivi."

 

Le ZIP Screen sono tende a caduta verticale, da applicare davanti a vetrate e finestre, in cui il tessuto è guidato lateralmente da zip inserite in guide di alluminio, al fine di ottenere un'ottimale resistenza al vento. Questi sistemi permettono, attraverso l'uso di tessuti tecnologicamente avanzati, di ridurre l'incidenza della radiazione solare sul vetro, e di conseguenza l'effetto serra negli ambienti interni, diminuendo sensibilmente il consumo energetico per il raffrescamento estivo degli edifici.




--
www.CorrieredelWeb.it

On air il nuovo spot di Dash Pods All in 1. Totti protagonista nei panni del Mister

FRANCESCO TOTTI TORNA IN CAMPO, MA COME MISTER

E GRAZIE A DASH PODS ALL IN 1 VINCE LA SFIDA DEL PULITO 

LA PERFORMANCE DA CAMPIONI È PROTAGONISTA DELLA NUOVA CAMPAGNA DIRETTA DAL REGISTA PAOLO GENOVESE. "ON AIR" DA OGGI, ONLINE E OFFLINE.

 

Roma26 Agosto 2019  Le macchie càpitano, anche a un capitàno. Ma non c'è partita, se si può contare sul fuoriclasse del pulito. Atornare in campo per Dash è, anche quest'anno, il campione del mondo Francesco Tottiprotagonista della nuova campagna DashPods Allin1, la variante più innovativa del noto marchio di detersivi di P&G, perfetta su ogni terreno di gioco, dalle macchie ai cattivi odori.

 

Quest'anno Totti - considerato uno dei migliori calciatori al mondo, tra i più forti della propria generazione  veste i panni del Mister, pronto a guidare il "nuovo acquisto", Dash Pods Allin1: un fuoriclasse che da solo vale una squadra di campioni. Così, al bando le solite tattiche, gli schemi di mister Totti sbaragliano ogni avversario nel campo del bucato e con Dash Pods Allin1 l'attacco è sempre vincente. Perché si sa, nessuna sfida è troppo grande per un numero 1 (anzi, un numero 10!) come Totti che si dimostra imbattibile su tutti i fronti: dal calcio, fino al bucato.

 

Del resto, Totti sa bene come raggiugere la massima performance, in campo e fuori. E sa che per vincere bisogna circondarsi dei "giocatori" migliori. Per questo ha convocato le Dash Pods Allin1: imbattibili contro le macchie ostinate, lo sporco e i cattivi odori. Grazie alla loro innovativa tecnologiaaffrontano sia lo sporco visibile che quello invisibile fin dal primo lavaggio, anche con cicli freddi e brevirimuovendo le macchie più difficili e i cattivi odori e donandonuova brillantezza ai capi. Per garantire un'efficacia sempre maggiore nella lotta allo sporco, infatti, le Dash Pods Allin1 sono state testate suuna vasta gamma di macchie e hanno sempre vinto ogni partita, assicurando un livello di pulizia ancora più profondo

 

Insomma, un pulito insuperabile, con colori protetti e un bianco imbattibile: da vedere, annusare e toccare. E tutto grazie a una"magica" Pod a cui non c'è bisogno di aggiungere altro. Una soluzione semplice, ideale per chi ha poco tempo o poca esperienza, ma anche per chi, invece, di esperienza ne ha tanta e proprio per questo vuole solo il meglio in fatto di bucato.

 

«Devo ammettere che me la cavavo meglio in campo che davanti ad una lavatrice ... ma dopo un anno con Dash posso confermare che fare il bucato  è diventato (quasi 😊) semplice come fare goal! E quest'anno girare la campagna delle nuove Dash PODS All in 1 è stato molto divertente: finalmente qualcuno ha deciso di farmi diventare anche Mister e devo dire che abbiamo portato a casa una grande vittoria... tutti all'attacco e per le macchie non c'è stato nulla da fare! Dash PODS All in 1 è un giocatore che va subito a segno e ti cambia il risultato! - commenta Francesco Totti.

 

A firmare la campagna, per il secondo anno consecutivo, è il regista e sceneggiatore Paolo Genovese – sue alcune delle commedie di maggior successo di sempre, come "Immaturi" e "Immaturi – Il Viaggio", "Perfetti sconosciuti" e "The Place" –. La campagna, che si articolerà in diversi spot TV e per il web, accostando, proprio come nella prima edizione, il linguaggio tecnico e le azioni del calcio a quello del pulito, ritrae Totti mentre, con la sua innata simpatia e immediatezza, escogita nuovi schemi d'attacco contro macchie e cattivi odoriCon un obiettivo: alzare la nuova coppa del pulito, respirando l'inconfondibile profumo della vittoria al motto: "IO POD, E TU?".

 

«Ritrovare in campo Francesco Totti, non nei panni del giocatore ma in quelli dell'allenatore, è stato bellissimo. Ha un talento comico naturale e anche quest'anno ha dato il meglio di sé, contribuendo a rendere unica la campagna di Dash, una marca che con la nota dell'ironia arriva dritto al cuore degli italiani» - commenta il regista Paolo Genovese.

 

CREDITS

Agenzia creativa: Enfants Terribles

Client & Strategy DirectorValerio Franco

Creative DirectorsMizio Ratti e Riccardo Quartesan

Creativo polivalente: Roberto Ramaglia

Graphic designer: Antonella Casimirro

Project Manager: Giulia Ratti Claris

Casa di produzione: MADE Production Company

Executive Producer: Nicoletta Gurioli

Regista: Paolo Genovese

Direttore della fotografia: Alessandro Pavoni

Pianificazione media: Carat Italia

Ufficio stampa: SaFe Communications

 

La campagna si compone di diversi spot TV e sarà visibile su TV, WEB e nei punti vendita.



--
www.CorrieredelWeb.it

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *