Cerca nel blog

sabato 15 dicembre 2018

Noleggio idropulitrici industriali, da Socaf la soluzione ideale per la pulizia professionale

Le idropulitrici professionali sono macchine per la pulizia industriale che, utilizzando la potenza dell’acqua in alta pressione e a diverse temperature, sono in grado di rimuovere lo sporco più aderente, anche muffe e muschi, sgrassare le superfici, pulire i pavimenti e sanificare ambienti di ogni dimensione.

Socaf Spa, azienda sul mercato del cleaning professionale da più di trent’anni, offre in vendita o noleggio idropulitrici, lavapavimenti, spazzatrici e prodotti per la pulizia di spazi lavorativi di ogni tipologia: fabbricati industriali, hotel, ospedali, uffici.

In particolare, le idropulitrici professionali Socaf sono ottimali per la pulizia professionale a fondo di pavimenti molto grassi, come per esempio quelli delle officine meccaniche ma anche superfici all’aperto, come asfalto e cemento, piazzali massellati e addirittura tetti o pareti esterne.

La pulizia industriale presenta diverse situazioni in cui diventa necessario possedere un altro macchinario o averne uno più potente per pulizie straordinarie.

Il noleggio delle idropulitrici professionali Socaf.
Il noleggio di un’idropulitrice è dunque un sistema ideale sia per il breve sia per il lungo periodo, non solo per chi non è pronto all’acquisto ed è alla ricerca di una soluzione flessibile o temporanea, ma anche per chi preferisce pagare un canone fisso senza la preoccupazione della gestione e manutenzione del parco mezzi.

Dato che questa possibilità è oggi sempre più comune, Socaf offre opzioni di noleggio di idropulitrici e lavapavimenti industriali attraverso due formule principali:

  • noleggio a breve termine: per soddisfare le esigenze del cliente che cerca soluzioni limitate nel tempo, anche di pochi giorni, e vuole avere accesso a un parco mezzi perfettamente mantenuto;
  • noleggio Full Rent: per soddisfare le esigenze di lungo periodo – da 24 a 60 mesi – offrendo un servizio che include non solo l’utilizzo del bene ma ogni intervento di assistenza tecnica. Il Full Rent è adatto per chi vuole utilizzare i macchinari per la pulizia con canone fisso nel tempo, ma senza la preoccupazione della sua gestione.
I vantaggi del noleggio di idropulitrici, lavapavimenti e spazzatrici professionali sono quindi molteplici:
  • finanziari, perché non è previsto alcun anticipo e il pagamento con canone costante non presenta alcuna sorpresa inaspettata;
  • fiscali, perché non ci sono costi di ammortamento e i canoni di noleggio sono completamente deducibili e in funzione del reale tempo di impiego;
  • gestionali, perché senza avere oneri di proprietà e costi di magazzino si usufruisce di macchinari perfettamente mantenuti, grazie all’assistenza tecnica inclusa e a fine contratto si può avere la sostituzione della macchina con un nuovo modello.
I diversi modelli di idropulitrici industriali Socaf.
Socaf ha prodotto idropulitrici industriali che funzionano sia ad acqua fredda sia ad acqua calda, con impianti fisso, e idropulitrici professionali speciali.

Le differenze principali sono le seguenti:

  • idropulitrici ad acqua fredda rimuovono lo sporco più incrostato da qualsiasi superficie e sono utilizzate anche per la pulizia di veicoli.
  • idropulitrici ad acqua calda svolgono pulizia profonda grazie all’acqua calda e rimuovono grasso e residui oleosi lasciando le superfici asciutte più rapidamente.
  • idropulitrici impianti fissi sono progettate per utilizzi professionali più intensivi e continui.
  • idropulitrici speciali offrono pulizia efficace in qualsiasi settore sono utilizzate.
Per tutti questi motivi le idropulitrici Socaf sono sicuramente la soluzione perfetta per un approccio manageriale alla pulizia di superfici e pavimenti industriali.

Oggi Socaf offre a più di 30.000 clienti servizi di consulenza, manutenzione nonché assistenza rapida online e sul posto entro ventiquattro ore.

Aziende di pulizia, logistica, ho.re.ca., industria e retail possono contare sulla grande esperienza di personale specializzato e sempre disponibile a valutare e consigliare la soluzione migliore, date le caratteristiche dell’ambiente di lavoro interessato.

Per ulteriori informazioni su Socaf Spa:
Numero verde: 800-480110
Web: www.socaf.it

CASTELLABATE - SONO GLI SCAURATIELLI I PROTAGONISTI DEL NATALE / LA RICETTA


Non è Natale nelle case di Castellabate se durante la notte della Vigilia non si preparano gli Scauratielli, i piccoli dolcetti simbolo della tradizione natalizia di questa terra e di tutto il cilento .
Si tratta di un antichissimo dolce preparato e tramandato di generazione in generazione, ha tuttavia smarrito nel corso dei secoli, persino a gli occhi degli stessi cilentani, il suo importante significato simbolico.

Nota storica *

Gli Scauratielli, ricevuti in lascito dai coloni greci che vissero in quelle aree tra il VII e il VI secolo a.C., quando i Sibariti, discendenti degli Achei,  fondarono Posidonia, divenuta poi in epoca romana Paestum, venivano preparati dai coloni greci durante la notte più lunga dell’anno, quella del solstizio d’inverno, quando l’oscurità, prendeva il sopravvento sulla luce, evento individuato all’epoca, proprio nel giorno in cui cade attualmente il nostro Santo Natale. Si celebrava cosi, in quella occasione, il ritorno alla luce, del sopravvento del giorno sulla notte, fissando in un punto preciso dell’anno, ovvero, l’attuale mezzanotte della vigilia di Natale, la chiusura e la riapertura di un nuovo tempo ciclico, da cui tutto, riprendeva un nuovo inizio.

Ingredienti
  • 1 lt di acqua
  • 1 kg di farina 00 (non usare altro tipo di farina)
  • la buccia di 1/2 arancia e la buccia di 1 mandarino
  • la buccia di un limone
  • 2 cucchiai di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 bicchiere di olio di oliva
  • abbondante olio extravergine per friggere
  • dei rametti di rosmarino
  • miele d’api q.b.
Preparazione
Far bollire per una decina di minuti l’acqua con le bucce di arancia, mandarino e limone, il vino, l’olio, lo zucchero, il sale ed il rosmarino. Eliminate a questo punto dall’acqua le bucce ed i rametti e, in un sol colpo, aggiungere la farina rigorosamente “00” già setacciata in precedenza, lasciando continuare la cottura, rimestando con energia, servendosi di una buona paletta di legno finché la pasta degli Scauratielli non si separa del tutto dalle pareti della pentola.
A questo punto adagiate il composto così ottenuto su di un piano di marmo o di legno già oliato e continuate pure a lavorarlo, magari aiutandovi con un mattarello. Lasciate raffreddare l’impasto mentre lo lavorate ancora, quindi ritagliate dei piccoli pezzi a cui darete la tipica forma Alfa e Omega.
Friggete gli scauratielli in abbondante olio extravergine, una volta lasciati raffreddare, disponeteli su di un piatto da portata e condite con miele, buccia di limone, “confetti colorati” e rametti di rosmarino. 

Marco Nicoletti copyright © 2018 

Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2018 Giancarlo Dosi: i vincitori


 


Questione di virgole. Punteggiare rapido e accorto di Leonardo G. Luccone vince la sesta edizione del
Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2018|Giancarlo Dosi

Nelle aree scientifiche di pertinenza premiati saggi su rifiuti, vaccini, industria 4.0, ricerca scientifica innovativa, matematica delle probabilità e mutazioni genetiche.
Uno speciale riconoscimento alla virologa Ilaria Capua per il suo impegno nella divulgazione scientifica



Dai 700 libri, articoli e video candidati per partecipare alla sesta edizione del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica Giancarlo Dosi è uscito il super vincitore. Nella finalissima svoltasi giovedì 13 dicembre al CNR di Roma, serata presentata dal giornalista Guido Barlozzetti che ha visto consegnare anche uno speciale riconoscimento alla virologa Ilaria Capua per il suo contributo fondamentale nella divulgazione scientifica in Italia, numerose sono state le sorprese, in relazione anche ai temi innovativi e attuali prescelti dagli autori delle specifiche aree di pertinenza. A vincere, su tutti, il saggio di Leonardo G. Luccone Questione di virgole. Punteggiare rapido e accorto (Laterza), racconto sobrio e divertente che con semplicità e metodo illustra gli usi corretti ed errati dei segni di punteggiatura, a partire dalla scrittura che abbiamo sotto il naso, nei suoi vari linguaggi.

Nelle cinque specifiche aree scientifiche della sezione "libri" questi invece i vincitori:
Sezione A - Scienze matematiche, fisiche e naturali - Piero Martin e Alessandra Viola, Trash. Tutto quello che dovreste sapere sui rifiuti, (Codice Edizioni, 2017): un viaggio, divertente e scientificamente rigoroso, alla scoperta dei rifiuti fuori e dentro di noi, con curiosità, dati, informazioni tecnologiche, storie su sprechi e soluzioni di un'idea, quella del rifiuto, che nei secoli si è trasformata. 
Sezione B - Scienze della vita e della salute - Pierluigi Lopalco, Informati e vaccinati. Cosa sono, come funzionano e quanto sono sicuri i vaccini, Carocci, 2018: un excursus storico sulla lotta fra l'Uomo e i microbi che evidenzia come nel corso del XX secolo, grazie alla vaccinazione, le condizioni igieniche sanitarie siano migliorate a livello globale e come invece, in alcune scuole di pensiero dovute a disinformazione, i vaccini siano guardati con sospetto.
Sezione C - Scienze dell'Ingegneria e dell'Architettura - Armando Martin, Industria 4.0, sfide e opportunità per il Made in Italy, Editoriale Delfino, 2018: vademecum sulla quarta rivoluzione industriale con un occhio di riguardo al sistema produttivo italiano che offre al lettore strumenti utili strumenti di comprensione sulle tecnologie abilitanti di Industria 4.0 e le implementazioni connesse, senza trascurare l'organizzazione di fabbrica e i risvolti pubblici e sociali.
Sezione D - Scienze dell'uomo, storiche e letterarie - Leonardo Luccone, Questione di virgole. Punteggiare rapido e accorto, Laterza, 2018: il saggio sul valore della punteggiatura e l'importanza della riscoperta di essa nella società contemporanea si è aggiudicato anche il super-premio di questa edizione.
Sezione E - Scienze giuridiche, economiche e sociali - Roberto Defez, Scoperta. Come la ricerca scientifica può aiutare a cambiare l'Italia, Codice Edizioni, 2018: un saggio per valorizzare il metodo scientifico, indispensabile strumento per modernizzare il Paese attraverso scelte concrete, meritocratiche e non ideologiche in tutti i campi. 

Nella sezione "articoli" in testa alla terna è arrivato Franco Bagnoli con Un esempio di teoria dei giochi: i venditori di gelato (Sapere, 2018), incentrato sulla matematica della probabilità, mentre nella neo-costituita sezione "video" si è aggiudicato il podio Assunta Croce con Il cancro è una malattia del DNA (2017), un racconto per immagini su come insorgono le mutazioni nel nostro DNA, quali effetti hanno e che cosa succede quando i meccanismi preposti al controllo dell'informazione genetica non funzionano correttamente.

A votare in sala era presente una giuria di 150 persone presieduta da Giorgio De Rita (Segretario Generale Censis). Tre premi speciali fuori concorso sono stati invece assegnati alle Edizioni Centro Studi Erikson per essersi distinta nella Divulgazione Scientifica rivolta ai ragazzi in particolare per il video presentato al premio "Da dove veniamo?" basato sul libro Mia nonna era un pesce – di Jonathan Tweet e Karen Lewis – che spiega ai bambini la teoria di Charles Darwin; a Stefano Dalla Casa, giornalista e comunicatore scientifico per il suo articolo "Bufale e riscalda-mento globale, che cosa è rimasto del climategate?" (Wired.it), e a Paolo Barucca, Sandro Iannaccone e Letizia Scacchi per il loro libro La scienza coatta (Garzanti, 2018).

Un ricordo speciale è infine andato a Eugenia Ferragina, ricercatrice del CNR scomparsa prematuramente.

Il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica è organizzato dall'Associazione Italiana del Libro con il contributo di BPER Banca e dell'AIRI (Associazione Italiana per la Ricerca Industriale). Hanno concesso il loro patrocinio per l'edizione 2018 il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e l'UNINETTUNO (International Telema-tic University). 




--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 14 dicembre 2018

CIRCLE: al fianco della Commissione Europea (DG MOVE) e dell'Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA) per lo Sportello Unico Marittimo.

CIRCLE: al fianco della Commissione Europea (DG MOVE) e dell'Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA) per lo Sportello Unico Marittimo.

La Società si è aggiudicata insieme al partner belga Portexpertise un tender del valore complessivo di 55.000 euro per attività di consulenza legate allo sviluppo dell'interfaccia informatica e del relativo set di dati.

Il valore della commessa per Circle è di 25.000 euro, la durata del progetto 6 mesi.

 


Circle S.p.A. ("Circle"), società a capo dell'omonimo gruppo specializzata nell'analisi dei processi e nello sviluppo di soluzioni di automazione e per la digitalizzazione dei settori portuale e della logistica intermodale, quotata sul mercato AIM Italia, lavorerà al fianco della Commissione Europea (DG MOVE) e dell'Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA) per lo Sportello Unico Marittimo, che ha l'obiettivo di semplificare le procedure amministrative nel trasporto marittimo in Europa.

 

Nello specifico, Circle si è aggiudicata, insieme al partner belga Portexpertise, un tender del valore complessivo di 55.000 euro per attività di consulenza finalizzate a contribuire alla definizione dei requisiti propedeutici allo sviluppo dello Sportello Unico Marittimo, integrando il lavoro degli esperti della Commissione e degli Stati Membri. Tale attività confluirà nella creazione del set di dati che alimenteranno la rete una rete di infrastrutture informatiche comune a 14 Stati Membri.

 

Il valore della commessa per Circle è di 25.000 euro, la durata del progetto 6 mesi.

 

"Per Circle si tratta di un'opportunità strategica di sostenere in termini concreti lo sviluppo delle politiche comunitarie, giocando un ruolo di prim'ordine nella digitalizzazione e semplificazione del settore marittimo" ha dichiarato Alexio Picco, Consigliere e Responsabile della Divisione Connecting EU di Circle.

 

Il nuovo mandato si aggiunge alle altre importanti commesse recentemente acquisite da Circle in ambito europeo che permetteranno di realizzare progetti pilota di corridoi merci internazionali (International Fast Trade Lanes) tra Italia e Turchia, nonché in Bulgaria nelle connessioni con la TEN-T "Orientale - Est/Med" e "Reno Danubio".

 

Costituita a Genova nel giugno del 2012, Circle S.p.A. è una società di consulenza direzionale con competenze verticali distintive nel settore portuale e della logistica intermodale specializzata nello sviluppo di soluzioni di automazione e per la digitalizzazione della Supply Chain. La Società, con un team dinamico composto principalmente da professionisti esperti nell'analisi dei processi e sviluppatori in metodologia "Agile", ha acquisito a novembre 2017 il 51% di Info.era, software house con esperienza ventennale nel mondo marittimo e delle spedizioni. L'operazione ha garantito a Circle e a Info.era il rafforzamento dei relativi prodotti software, che esprimono una complementarietà di target essendo rivolti, rispettivamente, al settore della logistica intermodale (Milos® di Circle - oggi in uso tra imprese di produzione di primaria importanza, quali Ikea, Sogemar), in diversi porti mediterranei, inland terminal come Lugo e terminal portuali come CILP di Livorno e portuale (Sinfomar® di Info.era, Port Community System del Porto di Trieste). Grazie all'esperienza del management nel campo della progettazione europea, Circle affianca, attraverso la Business Unit Connecting EU, Enti Pubblici e Aziende individuandone il posizionamento a livello Europeo (EU Branding) e le opportunità di finanziamento (Project Anticipation).

Dal 26 ottobre scorso Circle è quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (codice alfanumerico: CIRC; codice ISIN azioni ordinarie: IT0005344996).



--
www.CorrieredelWeb.it

IKN ITALY presenta l’8a EDIZIONE di “ACCISE NELL’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS”

IKN ITALY presenta L'OTTAVA EDIZIONE di "ACCISE NELL'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS",
il luogo d'incontro tra PROFESSIONISTI ed ESPERTI del settore

Milano, 23 gennaio 2019

Dicembre 2018 – UtilitEnergy, la community di IKN Italyspecializzata nel settore, presenta l'ottava edizione di Accise nell'Energia Elettrica e il Gas, l'unico evento in Italia interamente dedicato ai Tax Manager del mondo Gas&Power.

In programma Milano il prossimo 23 gennaio, l'evento, che ha visto la partecipazione di oltre 450 persone in 7 edizioni, mette a confronto Professionisti ed Esperti con l'obiettivo di presentare alla platea interpretazioni ed applicazioni pratiche.

L'appuntamento di riferimento per l'area amministrazione e finanza delle Utilities si rinnova: rappresenta una occasione unica di incontro tra i Responsabili Accise delle Società di Vendita di energia elettrica e gas, Esperti e Tributaristi per una disamina delle problematiche e delle relative soluzioni per la gestione delle accise.
L'edizione 2019 si articola in 3 Sessioni Interattive dal tema "Le domande delle Aziende" e "Le risposte degli Esperti", 4 Focus Tecnici e 1 Case StudyGli argomenti che saranno approfonditi durante l'evento sono:
➢ I criteri interpretativi della Regolazione in merito a esclusioni, esenzioni e agevolazioni
➢ Le procedure corrette per la richiesta di rimborsi, trasferimenti e compensazioni
➢ Individuazione degli aspetti controversi in materia di ravvedimenti operativi per una gestione ottimale dei contenziosi

L'evento prevede, inoltre, lo svolgimento di un Workshop dedicato ai giovani neoassunti, dal titolo "Principi base delle accise: affrontare con successo le professioni amministrativo-fiscali nella aziende fornitrici di EE e Gas" che si svolgerà il 22 gennaio e, a seguire, il giorno 24 è in programma il Corso Avanzato dal titolo "Simulazione pratica della compilazione della Dichiarazione di Consumo (anno 2018) Energia Elettrica e Gas".



Per info e aggiornamenti sull'eventohttps://www.utilitenergy.it/evento/10471/accise/home


Company Profile

IKN Italy è l'acronimo di:

Institute: realtà riconosciuta nel mondo della Formazione e del Content Networking. Competenza ed eccellenza dimostrate negli anni per le seguenti aree di business: Farmaceutico, Sanitario, Energy & Utilities, Assicurativo, Retail & GDO, Bancario, Logistico, FoodSviluppo e Amministrazione del personale, Industrial, Information Technology, Legale e Fiscale, Marketing e Vendite , Project Management e Amministrazione. Questo ha permesso all'Azienda di creare le proprie communities, luoghi fisici e virtuali che racchiudono contenuti esclusivi condivisi da figure dello stesso settore. 
Knowledge: punto di raccolta dei dinamici bisogni dei clienti che vengono soddisfatte attraverso una continua ricerca e analisi del mercato per offrire temi e programmi sempre up-to-date e innovativi, e attraverso una Faculty di esperti in grado di portare un sapere unico e internazionale. Questo permette alle aziende clienti di restare aggiornate e informate su tutte le trasformazioni del proprio settore. Attraverso canali tradizionali, digital e social l'Azienda da la possibilità di condividere conoscenze, esperienze aziendali, best practice e innovazioni.          
Networking: teatro esclusivo di incontro che mette in contatto i professionisti. La creazione di communitiesspecializzate consente di  costruire una fitta rete di relazioni e interazioni tra tutti gli esponenti del settore, attraverso grandi appuntamenti in cui confrontarsi con partner, colleghi e protagonisti di spicco. L'azienda studia e sviluppa continuamente nuovi 
formati per i propri eventi che favoriscano il networking per le aziende partecipanti creando e implementando numerose occasioni di business.

L'Azienda è certificata UNI EN ISO 9001 : 2008 e qualificata per la presentazione di piani formativi a organi istituzionali e fondi interprofessionali che si occupano delle richieste di finanziamento e della gestione dei processi burocratici


--
www.CorrieredelWeb.it

IKN Italy annuncia Procurement Forum 2019, l’evento sulle innovazioni nel Procurement con i Top CPO a confronto verso l’agility management

IKN Italy annuncia Procurement Forum 2019, l'evento sulle innovazioni nel Procurement con i Top CPO a confronto verso l'agility management

Milano, dicembre 2018 – Si svolgerà a Milano il prossimo 27 febbraio la seconda edizione di Procurement Forum, l'evento sulle innovazioni nel Procurement che mette a confronto i Top CPOverso l'agility management.

L'appuntamento si rivolge ai CPO che guidano le imprese per sviluppare strategie e soluzioni alternative al fine di ottenere maggiore competitività sul mercato, approfondire bisogni con gli strumenti forniti dalla digital trasformation per sviluppare metodi e strategie verso l'agile enterprise, gestire il cost saving, misurare i KPI della relazione con i supplier per contenere rischi economici ed operativi.

Un'opportunità unica di networking e contenuti di alto livello per un dibattito diretto con i Top Manager volto a scoprire la trasformazionedel settore e le tecnologie abilitanti il cambiamento. L'appuntamento del 2019, infatti, sarà focalizzato sul tema "Dal Data Analystics al Supplier Performance Managment".

I contenuti della nuova edizione dell'evento si focalizzeranno su:
➢ Innovazione: è previsto un incremento del 18% degli investimenti da qui al 2020. Gli interventi in programma saranno una opportunità di confronto per definire le strategie e le nuove opportunità di crescita attraverso la robotizzazione e intelligent operations;
➢ Condivisione: entro il 2020, è previsto un incremento del 4% nella gestione del cost saving e della trasparenza di spesa, oltre a una crescita del 6% nella fidelizzazione dei fornitori per un continuos improvement  attraverso business planning e sviluppo di operational buying;
➢ Ispirazione: quali sono le tecnologie che nei prossimi 5 anni ridefiniranno la strategia digitale di approvvigionamento? Si parlerà di soluzioni customer oriented e di metodologie di implementazione di Digital Technology – sourcing e supplier management predittivo.
Procurement Forum 2019 propone una serie di novità: una Survey realizzata in esclusiva con ADACI Associazione Italiana Acquisti e Supply Management, che patrocina l'evento, che tratterà di "Skills e competenze trasversali richieste al CPO vs livelli retributivi e assegnazione delle accountability"; un tavolo di confronto CIO e CPO sul tema E-Procurement ed Agility Innovation  - come unire le forze nel processo di digitalizzazione delle attività gestionali del dipartimento acquisti aziendale?; un Market Vision Procure to Pay -  Come la tecnologia può velocizzare la gestione dei processi di Invoice-to-Pay e Accounts Payable?


Il programma completo dell'evento è consultabile sul sito: https://www.ikn.it/evento/10325/procurement-forum/download-agenda




Company Profile

IKN Italy è l'acronimo di:

"I" come INSTITUTE: IKN Italy nasce da Istituto Internazionale di Ricerca. Grazie all'esperienza maturata in 30 anni di attività, si posiziona all'interno di una rete internazionale in grado di proporre sia tematiche di grande attualità e interesse, sia relatori di alto livello. La reale fotografia di IKN la "scattano" i numeri di questi 30 anni: oltre 70.000 partecipanti, 20.000 aziende e 10.000 tra relatori e docenti; numeri che conclamano IKN leader indiscusso nel suo settore.

"K" come KNOWLEDGE: la società lavora in settori strategici. Ricerca continua e ascolto del mercato garantiscono a IKN la messa a punto di una formazione non standardizzata, costituita invece da contenuti unici, esclusivi e non "googlabili". 
I settori sui quali si concentra la società sono: Farmaceutico e Dispositivi Medici, Energy & Utilities, Sanità, Banca e Assicurazioni, Retail e GDO, Industrial, Logistica, Legale e Fiscale, Marketing e Vendite, Project Management.

"N" come NETWORKINGIKN Italy opera all'interno di una rete che le permette di organizzare eventi e iniziative che diventano occasioni di incontro per condividere  esperienze uniche e sviluppare nuove partnership. Le iniziative di IKN Italy generano relazioni ad alto valore aggiunto, attraverso incontri B2B qualificati.

L'Azienda è certificata UNI EN ISO 9001 : 2008 e qualificata per la presentazione di piani formativi a organi istituzionali e fondi interprofessionali che si occupano delle richieste di finanziamento e della gestione dei processi burocratici


--
www.CorrieredelWeb.it

epay lancia sul mercato italiano le tessere prepagate DAZN da 1, 3 e 6 mesi

EPAY LANCIA IN ITALIA LE TESSERE PREPAGATE DAZN DA 1, 3 E 6 MESI

Le tessere potranno essere acquistate presso le maggiori catene della GDO e della GDS e nei punti vendita della rete Lottomatica Italia Servizi


Milano, dicembre 2018 - DAZN, il primo servizio internazionale di streaming live e on demand interamente dedicato allo sport, ed epay (Divisione di Euronet Worldwide Inc. - NASDAQ: EEFT), società leader nel settore dei servizi prepagati, annunciano il lancio sul mercato italiano delle tessere prepagate DAZN, che permetteranno agli appassionati di sport italiani di accedere ai contenuti della piattaforma senza dover utilizzare la propria carta di credito online o altri metodi di pagamento digitali.

 

La tessera prepagata DAZN sarà disponibile, nella versione da 1 mese, 3 mesi o 6 mesi, in tutta Italia presso i partner di epay, quali i punti vendita delle grandi insegne del Food e dell'elettronica (Unieuro, MediaWorld, Esselunga e presto anche in Euronics) e quelli della rete Lottomatica Italia Servizi.

 

Sul retro delle tessere, o sullo scontrino di acquisto nel caso dei punti vendita di Lottomatica Italia Servizi, saranno presenti un codice digitale e le istruzioni per associarlo al proprio account, nuovo o già esistente, sul sito di DAZN. Al termine della rapida procedura sarà possibile godersi tutta l'offerta di DAZN, tra cui le tre partite in esclusiva per ogni giornata di Serie A, tutta la Serie B, il grande calcio internazionale, gli sport americani, la pallavolo, il rugby, gli sport da combattimento e molto altro.

 

"La tessera prepagata DAZN rappresenta un'ulteriore opzione a disposizione degli appassionati di sport, soprattutto per coloro che non hanno ancora troppa confidenza con gli acquisti online, per accedere ai nostri contenuti" – ha dichiarato Giovanni Zurleni, VP Commercial & Partnerships Italy di DAZN"Grazie all'accordo con epay e alla capillarità geografica dei punti vendita dei loro partner, sarà ancora più semplice entrare in contatto con la nostra piattaforma e con l'ampia offerta multisport che propone".


"Ancora una volta epay lancia nel mercato Italiano un nuovo prodotto prepagato che entrerà presto a far parte della vita degli Italiani" - ha dichiarato Sebastiano Benedetto Licciardello, Presidente di epay Italia e Regional Managing Director di epay SE&ME (Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Romania, Middle East), che così continua -  DAZN appaga la passione del calcio e dello sport degli Italiani, epay soddisfa la necessità di quegli italiani che vogliono accedere ai servizi digitali in streaming pagando in contanti.  È poi innegabile che oggi le carte prepagate siano oramai tra i regali preferiti anche dagli italiani. Quindi, quale migliore occasione del Natale per regalare DAZN a un tifoso sfegatato?"


 

epay

epay è la divisione di Euronet Worldwide, Inc. (NASDAQ EEFT), dedicata alla creazione e distribuzione di prodotti digitali. Con i suoi uffici in 23 Paesi nel mondo (di cui uno a Milano e uno a Roma), può vantare dipartimenti tecnologici e di prodotto che servono 45 paesi in tutto il mondo e che l'hanno resa il Partner di riferimento nel mondo dei prodotti digitali prepagati. La mission di epay è da sempre quella di connettere brand e consumatori attraverso tutti i canali di vendita, fisici e virtuali, disponibili nel mercato, distribuendo servizi e carte prepagate (le gift card) dei più noti fornitori di prodotti digitali proprio nei luoghi dove tutti, ma proprio tutti, prima o poi si recano per la spesa quotidiana!

 

DAZN Group:

DAZN Group è il leader digitale e tra le realtà più in crescita nelle sport media company a livello globale. Con headquarter nel Regno Unito e quasi 3.000 dipendenti in più di 30 Paesi, si occupa di ogni aspetto attraverso cui i tifosi possono interagire con il loro sport preferito, dalla pianificazione alla produzione televisiva, passando per la distribuzione e la commercializzazione dei contenuti.

DAZN Group si compone di due distinti brand consumer e B2B: DAZN e Perform Content. La divisione consumer è la casa di DAZN, il primo servizio di streaming live e on demand al mondo interamente dedicato allo sport, e di alcuni dei più noti siti sportivi, tra cui Goal.com, Sporting News e Spox.com. 

DAZN non impone obblighi di durata del contratto di abbonamento e, grazie a un prezzo accessibile, offre l'accesso a tutti i suoi contenuti tramite TV, smartphone, tablet, console di gioco e PC. DAZN è disponibile in Italia, Stati Uniti, Canada, Giappone, Germania, Austria e Svizzera.

 

Access Industries:

Access Industries è un gruppo industriale privato con investimenti strategici in Stati Uniti, Europa e Sudamerica, fondato nel 1986 dall'industriale e filantropo anglo-americano Sir Len Blavatnik. Con uffici corporate a New York, Londra e Mosca, le sue partecipazioni includono una serie di aziende leader nei mercati risorse naturali e chimiche, media e telecomunicazioni, venture capital e immobiliare. Tra le partecipazioni di Access Industries nel settore media e intrattenimento troviamo Warner Music Group, Deezer, AI Film e DAZN Group. 



--
www.CorrieredelWeb.it

Partire e ritornare: la migrazione vista dai migranti

PARTIRE E RITORNARE: LA MIGRAZIONE VISTA DAI MIGRANTI

I risultati di uno studio condotto in Senegal nell'ambito del progetto #CREA

La migrazione è il risultato di una situazione di grande bisogno e di privazione: chi parte lo fa perché non ha abbastanza da mangiare, non ha un'occupazione, non ha un alloggio adeguato alle proprie esigenze. per quanti si trovano in uno stato di necessità lasciare il villaggio è una soluzionebenché non l'unica, anche se si conoscono i rischi della migrazione irregolare. È quanto emerge dall'indagine sul campo "Partire e ritornare" condotta in Senegal, nella Regione di Matam, dal Centro Studi e Ricerche Idos nell'ambito del progetto #Crea, CReation d'Emplois dans l'Agriculture (Creazione di opportunità di lavoro in agricoltura), realizzato da Green Cross Italia e cofinanziato dal Ministero dell'Interno con l'obiettivo di rafforzare le capacità di resilienza delle comunità locali, mitigare le conseguenze dei cambiamenti climatici, dare un impulso alla lotta alla povertà
La ricerca evidenzia anche un altro dato significativo: nessuno vuole emigrare definitivamente. Il 73% degli intervistati afferma che i migranti con cui sono in contatto intendono rientrare, mentre la quasi totalità ha risposto che, nel caso in cui decidesse di partire, lo farebbe solo temporaneamente. I ricercatori di Idos hanno somministrato un questionario a persone di diverse età e status socio-economico e realizzato interviste semi-strutturate con i rappresentanti di istituzioni, economia, organizzazioni di cooperazione internazionale e della società civile. Quello che si delinea è un quadro preciso del fenomeno migratorio che nel 2017 ha portato l'Italia a essere il primo Paese europeo per numero di senegalesi titolari di permesso di soggiorno (97.056), seguita dalla Francia con 68.726 e dalla Spagna con 61.728. Un fenomeno che ha un impatto importante sull'economia del Paese di origine: i senegalesi all'estero ogni anno contribuiscono in modo sostanzioso al benessere delle loro famiglie e dei loro villaggi. Nel 2017 le rimesse hanno raggiunto il volume totale di quasi 2 miliardi di euro (pari al 13,7% del Pil del Senegal), di cui 309 milioni dall'Italiache rappresenta il 15,6% del totale delle rimesse. 
"Percorrendo da oltre sette anni i villaggi più sperduti della valle del fiume Senegal abbiamo constatato che le condizioni di miseria e di esclusione hanno portato a una massiccia emigrazione e a un progressivo impoverimento – dichiara il presidente di Green Cross Italia Elio Pacilio Qui è diminuita drasticamente la capacità di resilienza delle popolazioni rurali agli effetti dei cambiamenti climatici sull'agricoltura e alle trasformazioni sociali in atto, determinate dalla crescita economica del Paese. Per il governo senegalese e per le politiche di aiuto e sostegno allo sviluppo dei Paesi europei, la sfida non riguarda solo l'accompagnamento a una crescita economica ma anche un'azione di espansione dei diritti dei lavoratori e di una protezione sociale sostenibile e solidale".
"L'esperienza migratoria di quanti provengono da aree del mondo così estremamente povere – aggiunge Luca Di Sciullo, presidente di Idos – è spesso sostenuta da un investimento di tutta la collettività di appartenenza. Per questi migranti, la possibilità di alimentare canali di "ritorno" di un simile investimento, in termini sia di rimesse che di reinvestimentosociale e culturale nel territorio d'origineancor prima del loro eventuale "ritorno" fisico, sancisce il successo di quellascommessa di rinascita collettiva di cui sono portatori viventi e che è perciò fondamentale sostenere e favorire quanto più possibile".


--
www.CorrieredelWeb.it

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *