Cerca nel blog

domenica 28 aprile 2019

Caso Grappagner, per la falsa grappa scende in campo la Commissione Ue.

Caso Grappagner, per la falsa grappa scende in campo la Commissione Ue

Interrogazione parlamentare dell'On. Mara Bizzotto

Visnà di Vazzola (TREVISO), 27 aprile 2019. La europarlamentare leghista Mara Bizzotto ha presentato alla commissione UE una interrogazione con cui chiede come si intenda rafforzare la tutela di prodotti ad indicazione geografica Grappa per contrastare i tentativi di imitazione fraudolenta di eccellenze made in Italy. Lo spunto giunge dalla segnalazione di alcune settimane fa da parte del distillatore Roberto Castagner, amministratore delegato della distilleria Castagner di Vazzola in provincia di Treviso, che produce l'omonima grappa. Castagner ha reso noto che in Germania viene prodotta e commercializzata la Grappagner, una grappa ottenuta da vinacce usate per lo champagne. Il produttore della grappa Castagner e AssoDistil (Associazione Nazionale Industriali Distillatori di Alcoli e Acquaviti) ritengono che la grappa tedesca Grappagner sia un caso di imitazione fraudolenta di un'eccellenza italiana, un fenomeno definito «Italian sounding». Considerato che questo tipo di contraffazione genera una concorrenza sleale nei confronti del produttore italiano e danneggia i consumatori che vengono ingannati da una denominazione che ricorda il prodotto «Made in Italy». La I.G. Grappa, infatti, può essere prodotta solo in Italia da vinacce italiane ed è vietato l'uso improprio delle denominazioni di origine protetta. Va anche considerato che la Germania rappresenta un importante mercato di destinazione per questa eccellenza italiana, in quanto assorbe oltre il 50 % delle esportazioni di grappa.

Alla Commissione Bizzotto chiede anche se intenda attivarsi presso il governo tedesco per bloccare la produzione e la commercializzazione del prodotto contraffatto Grappagner. Per Castagner "è la dimostrazione che quando si fa squadra e intervengono tempestivamente le istituzioni,  il sistema paese funziona".



--
www.CorrieredelWeb.it

CASTELLABATE - LA SQUADRA DELLA FRAZIONE SAN MARCO VINCE LA TERZA EDIZIONE DEL PALIO “ VIVI SAN MARCO “

SAN MARCO   A vincere la terza edizione 2019  del “Palio Vivi San Marco ” è la squadra della frazione di “SAN MARCO” ( foto )  ecco tutti i componenti che hanno trionfato impugnando l’ambito trofeo . 

1) Rossella Giaimo (Capitano ) 
2) Milena Durazzo 
3) Giovina Ferri
4) Flaviana Pascale
5) Ornella Trama
6) Pamela Allocca
7) Elda Rossi
 Christian Chiariello 
9) Marco Giaimo
10) Marco Meola
11) Andrea Aiuto 
12) Costabile Giannella 
13) Valerio De Luca
14) Massimiliano Meola
15) Carmine Giaimo

Appuntamento al prossimo anno con una nuova edizione di quello  che è diventato oramai un appuntamento fisso e molto atteso . 

Marco Nicoletti 
Per @castellabatelive24 / Pagina Facebook📌

sabato 27 aprile 2019

CASTELLABATE - IL CONSIGLIERE MAURANO RISPONDE AL SINDACO SPINELLI . ECCO COSA HA DETTO .

CASTELLABATE Continua il botta e risposta via social tra il primo cittadino di Castellabate Costabile Spinelli e il consigliere di minoranza Luigi Maurano. Ecco cosa ha risposto poche ore fa l’esponente di “SiamoCastellabate” alle parole del sindaco il quale smentiva in un precedente post ( sempre social ) aumenti di spese e personale a carico dei contribuenti . 

Le parole di Maurano “ Ripetere una bugia tante volte non la fa diventare una verità. Eppure il Sindaco Spinocchio continua a mentire pur di non ammettere l’evidenza dei fatti. 
Le risorse per lo STAFFsono aumentate. Lo dicono i capitoli di spesa del bilancio che già vi ho mostrato, lo dicono le continue determine di impegno spesa per i contratti di nuove figure per la comunicazione. E qui si potrebbe aprire anche un’altra riflessione. Vi sembra giusto che la comunicazione politica personale del Sindaco venga pagata con i soldi di tutti i cittadini? Avete mai  visto negli articoli o nelle interviste del Comune di Castellabate un esponente della Minoranza? 

Mi invita a nozze, poi, con la sua ostinazione a parlare dell’AVVOCATURA. Da persona educata quale sono accetto l’invito. Il Comune spende 18.448 euro per l’avvocatura part-time. Ciò nonostante in questi mesi sono stati affidati incarichi legali ad avvocati esterni. È possibile e giusto tutto questo? Certo che no. La Corte dei Conti, infatti, fa rientrare questa fattispecie nella categoria di “danno erariale”. Vogliamo, inoltre, parlare della procedura di selezione utilizzata per l’avvocatura? Il colloquio finale, la prova principe era un colloquio con il Sindaco. In pratica il Sindaco, con il suo diploma di ragioneria, ha valutato, sulla base di non so quali capacità giurisprudenziali personali, l’idoneità di un avvocato. È questo il vero paese dei balocchi creato da Spinocchio, il Gatto, la Volpe e la Fatina. 
Parla di importi superiori negli anni passati (dove sono gli atti?) non dicendo però che un tempo le cause si vincevano. Dal 2011, invece,  il Comune di Castellabate per la maggior parte delle volte non si è nemmeno costituito in giudizio e per tale ragione ha perso quasi tutte le cause ed è stato costretto a pagare centinaia di migliaia di euro (come riscontrabile dai continui debiti fuori bilancio che vengono portati in ogni Consiglio Comunale). E parlando dell’avvocatura possiamo arrivare al discorso TARI. Spinelli nel sostenere che l’aumento della tariffa (quindi l’ha ammesso finalmente) dipenda dai crediti di dubbia esigibilità certifica il fallimento della sua gestione. L’evasione con la sua Amministrazione è cresciuta e questo si ripercuote su tutti. Ma dimentica volutamente di citare altre due cause fondanti e determinanti per l’aumento che i cittadini hanno avuto in bolletta Tari in questi due anni. Il calcolo illegittimo sui metri quadrati e il mancato introito dei contributi CONAI. Una direttiva europea del 2013 stabilisce che è ingiusto e illogico far pagare la tassa sui metri quadrati in quanto non è la stanza a produrre rifiuto ma la persona. Per cui, chi ha una struttura o una casa non utilizzata in inverno non dovrebbe pagare in pieno la tassa sui rifiuti. Invece a Castellabate si paga sempre, anche quando non si produce rifiuto. 
Se i cittadini vorranno, il principio europeo di “quanto inquini paghi” e quindi la riduzione della tassa sui rifiuti per tutti sarà uno dei nostri eventuali primi provvedimenti amministrativi. Parliamo poi dei contributi CONAI. Ogni anno da Roma inviano un contributo per la quantità di rifiuti raccolti. Per il nostro Comune si parla di 189.000 euro. Con questi soldi si potrebbero abbassare le tasse. Ma il gatto e la volpe hanno deciso che questi soldi debbano andare alla ditta e non al Comune. Per cui i cittadini di Castellabate si sforzano e si impegnano nel fare una raccolta differenziata ottimale ma non hanno un beneficio economico. Anzi, le tasse crescono.

Così come per l’ACQUA. Ad un aumento del 300% voluto e fatto da questa Amministrazione si applica una riduzione del 10%. È come se qualcuno, ora, per strada prendesse 300 euro dalle vostre tasche e vi tornasse indietro 20 euro. Voi lo ringraziereste? Consiglio al Sindaco di andare in ufficio a verificare il numero delle utenze perché ha toppato alla grande nella smania di rispondere e di negare l’evidenza. Infatti una discrepanza così alta tra le utenze domestiche tari e utenze domestiche dell’acqua prospetta scenari grotteschi e  mancato controllo. 

Ma l’arte del mentire raggiunge vette inesplorate quando parla di INDENNITA’. Cita una riduzione del 50% nel 2011 senza specificare che tale situazione era imposta dalla legge, in quanto percepiva anche lo stipendio alla Provincia. Dal 2017, invece, con Delibera di Consiglio Comunale del 30 Marzo 2017, il Sindaco e gli Assessori si sono attribuiti il MASSIMO dell’indennità che la legge permette. Solo il Sindaco costa ai cittadini di Castellabate 2.509,99 euro al mese, al mese, al mese (leggetelo pensando a Sgarbi). 30.119,88 euro all’anno. Solo per il Sindaco. E non riceve neanche i propri cittadini nelle sue lussuose stanze. Questi soldi li prende grazie a loro.  E ricorderete bene il manifesto che dedicammo all’argomento (E io pago….). La cosa sconcertante ed inquietante è che il Sindaco afferma un falso senza precedenti. Infatti queste sono le sue affermazioni: <<Dal 2017 abbiamo invece deciso di ristabilire la somma minima spettante, che per il Sindaco, al netto delle detrazioni, è di circa 1.500 euro, peraltro molto al di sotto di quanto previsto dalla tabella A del DM n.119/2000>>.  Come potete vedere dalla foto l’indennità massima prevista per il Sindaco di un Comune di 9.220 abitanti è di 2.788,86 euro. Ed è proprio la somma scelta dall’Amministrazione di Castellabate, altro che ben al di sotto!! Assistere ad una negazione così palese della realtà da parte di un Sindaco è preoccupante, perché fa capire quante bugie sono state dette e quante ne verranno dette pur di rimanere a galla.
In questa materia,poi, fare accostamenti con il passato è un autogoal evidente. Chi l’ha preceduto ha percepito ZERO. Ripeto ZERO. Qualsiasi sia il pensiero politico una persona onesta e seria dovrebbe solo togliersi il cappello e dare atto di questo gesto. Ma una persona seria e onesta appunto. 
Questa difesa accanita e ripugnante delle indennità nasce dalla presentazione di miei emendamenti al bilancio che proponevano di dare più soldi al settore agricolo, alle associazioni, alle scuole, al trasporto locale, agli anziani e ai disabili tagliando il costo delle indennità, voce aumentata rispetto al 2016. Non gli si chiedeva di rinunciare all’indennità ma solo di tagliarla per dare più risorse ai cittadini. Da qui è nata questa discussione che mi ricorda molto quella dei parlamentari e dei senatori che si lamentano del taglio del vitalizio e che addirittura lo giustificano. Vergogna. In politica bisognerebbe dare non prendere. In generale, chi concepisce la politica come occasione personale per “prendere” dovrebbe stare lontano mille miglia dalle istituzioni perché la sua azione sarà sempre inquinata dal proprio tornaconto.

Cerca, poi, sempre di descrivermi con aggettivi che sono lontani dalla mia persona. Chi mi conosce lo sa come la penso, sa qual è il mio carattere e sa che sono uno strenuo sostenitore della libertà di pensiero. Il cittadino deve sapere, conoscere i fatti per poter scegliere con piena cognizione di causa. Qualsiasi sia la sua scelta. Questo dà un fastidio incalcolabile e tangibile a chi ha costruito la propria carriera politica sull’opacità, sul detto e non detto, sul “poi vediamo e mai facciamo”.  
A tutti i suoi, sempre più pochi, sostenitori faccio una domanda semplice: applaudireste o critichereste un qualsiasi Sindaco d’Italia che aumenta il proprio stipendio e aumenta le tasse (Tari e acqua) a tutti i cittadini? 

Le mie idee sono studiate e ponderate per il benessere di tutto il territorio e di tutti i cittadini, senza distinzioni di appartenenza politica. Le offese personali le lascio alla pochezza politica e morale di chi le fa. Non sarò mai come loro e questo li corrode dentro. “ 
Siamo certi che  arriveranno anche questa volte in breve giro di “post” le parole a replica del primo cittadino di “Benvenuti Al Sud” . 


Marco Nicoletti 
Per @castellabatelive24 / Pagina Facebook📌

giovedì 25 aprile 2019

MAGIC PET, L'IGIENE PRIMA DI TUTTO. ANCHE NELLE VENDITE

Ecco i primi dati sulle vendite di Magic Pet, la linea di prodotti per il pet care distribuita in GDO dal 2018.

MAGIC PET, L'IGIENE PRIMA DI TUTTO

Volumi in crescita per ordinativi e vendite del brand Magic Pet in GDO. I risultati migliori arrivano dalle salviette umidificate, prodotto distintivo della gamma, e dalla sempre più apprezzata linea grooming.

 

Perfette per gli amici a quattro zampe di tutte le taglie di tutte le età, le salviette Magic Pet sono un must - da tenere in borsetta, in macchina o all'ingresso di casa - per detergere e idratare il pelo e le zampe del pet con delicatezza, rapidità ed efficacia.

A renderle irresistibili contribuisce senza dubbio l'ampia scelta di profumazioni a corredo: le più premiate dalle vendite sono per ora il talco e l'aloe vera; distaccate di poco le salviette al latte e vaniglia e quelle all'intramontabile muschio bianco.

 

I brillanti risultati della linea grooming – con particolare riferimento al guanto e al cardatore arrotondato – dipendono con ogni probabilità dalla crescente attenzione che i padroni riservano all'igiene dei propri cani. Alla diffusione capillare dei centri di toelettatura si aggiungono infatti le vendite in crescita di prodotti specifici per chi vuole occuparsi personalmente dell'igiene del pet.

 

I risultati sono molto buoni anche per gli shampoo e gli shampoo mousse, dove la referenza più usata è quella per il pelo lungo e il manto chiaro. Come già per le salviette, la profumazione preferita è quella al talco, particolarmente apprezzata anche nella gamma deo-spray


Oltre ai prodotti per l'igiene, Magic Pet ha in assortimento numerose soluzioni che afferiscono all'area giochi: palle, corde e ossa in latex, capaci di offrire di volta in volta stimoli e occasioni di intrattenimento e relax. La varietà non manca neppure sul fronte degli snack, perfetti come premio/ gratificazione per il pet, ma anche strumento prezioso per la sua igiene orale.

I prodotti Magic Pet – che hanno nell'ottimo rapporto qualità/prezzo uno dei propri tratti distintivi – sono distribuiti negli store Esselunga e nei supermercati del gruppo Dimar.



--
www.CorrieredelWeb.it

World Veterinary Day, boom delle cure laser per il benessere degli animali: le maggiori innovazioni veterinarie arrivano dall'Italia

Boom delle cure laser hi-tech per gli animali: un mercato che secondo recenti stime è destinato a crescere di 929,39 milioni di dollari entro il 2025.

Alcune delle maggiori innovazioni nel campo sono made in Italy: Mectronic, punto di riferimento nel mondo per la realizzazione di laser per la terapia riabilitativa, ha brevettato rivoluzionarie tecnologie finalizzata a cambiare il mondo della veterinaria: dalla tecar-terapia per animali, al laser con lunghezze d'onda ad hoc, fino alle onde d'urto, l'hi-tech made in Italy è in una risorsa irrinunciabile per i veterinari.

WORLD VETERINARY DAY, LA LASERTERAPIA È LA NUOVA ALLEATA NELLA CURA E NEL BENESSERE DEGLI ANIMALI


In Italia sono oltre 60 milioni gli animali da compagnia. Per curarli in maniera più efficace arriva in aiuto dei veterinari la laser terapia, tecnologia con un mercato che crescerà di 929,39 milioni di dollari entro il 2025. Ad abbracciare questo trend in Italia ci ha pensato Mectronic con la realizzazione di prodotti rivoluzionari che utilizzano laser, tecar e onde d'urto: Doctor Tecar Vet, iLux Light Vet e PulsWave Vet.

 

Gli animali sono diventati dei veri e propri membri della famiglia ed è per questo che ricorrere a cure veterinarie specialistiche è diventato un requisito fondamentale per salvaguardare la loro salute. Basti pensare che secondo i dati Censis in Italia gli animali domestici sono presenti nel 52% delle nostre case, e che nel 2017 le famiglie hanno speso 5 miliardi di euro per la loro cura (+12,9% negli ultimi tre anni). E ancora, secondo le stime dichiarate dall'ultimo rapporto Assalco – Zoomark sono ben 60 milioni gli animali da compagnia che popolano case e giardini, facendo dell'Italia il secondo paese più pet friendly in Europa. Dati eloquenti che hanno spinto sempre più aziende a investire nella realizzazione di tecnologie avanzate per curare gli animali, soprattutto nella laser terapia. Secondo un report americano pubblicato su Business Insider, infatti, il mercato del laser applicato al mondo veterinario è destinato a crescere di crescere di 929,39 milioni di dollari entro il 2025. Ad abbracciare questo trend in Italia ci ha pensato Mectronic, punto di riferimento a livello internazionale per la realizzazione di laser per la terapia riabilitativa, che ha brevettato una rivoluzionaria tecnologia finalizzata a cambiare il mondo della veterinaria: dalla tecar-terapia per animali (Doctor Tecar Vet) al laser con lunghezze d'onda ad hoc (iLux Light Vet), fino alle onde d'urto (PulsWave Vet), l'hi-tech made in Italy che cura milioni di persone di tutto il mondo si è trasformato in una risorsa irrinunciabile per i veterinari.

 

"Forti dell'esperienza di oltre 35 anni nella realizzazione di laser per la riabilitazione, abbiamo applicato le più moderne tecnologie mutuate dai dispositivi per terapia fisica sviluppandole specificatamente per gli animali domestici – spiega Ennio Aloisini, CEO di Mectronic – La linea Vet può essere applicata con successo in traumatologia, riabilitazione e in tutte le patologie che presentano dolore, infiammazione, edema, ferite e ulcere. Particolare attenzione abbiamo dedicato alle patologie di cani e gatti, creando protocolli personalizzabili in funzione della taglia, del colore della pelle, del colore e della lunghezza del pelo, dello stato della patologia e della dimensione dell'area da trattare". Tra gli utilizzi delle nuove tecnologie al servizio dei veterinari c'è anche la cura dei danni ai tendini e l'irritazione dei legamenti: grazie ai nuovi trattamenti come la terapia laser ad alta energia, si possono ottenere risultati impensabili fino a pochi anni fa. Pensiero condiviso dal dott. Ralf Pellmann, uno dei pochi veterinari in Germania che lavora con laser di questo tipo e si è specializzato nel trattamento dei problemi ortopedici del cavallo: "Abbiamo osservato in varie diagnosi che tendini, legamenti e muscoli dei cavalli che ho trattato sono guariti molto più velocemente rispetto ai tradizionali trattamenti. Utilizziamo da oltre 2 anni e mezzo la iLux Light Vet, riscontrando negli animali che ho curato un'impressionante riduzione del dolore e soprattutto una rapida guarigione dei tessuti già in pochissime settimane. La laserterapia non è invasiva, è indolore ed è estremamente funzionale alle esigenze e alle problematiche dell'ambulatorio veterinario.



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 17 aprile 2019

PressUp annuncia la partnership con Two Sides

Carta, una nuova primavera

Pressup annuncia la partnership con Two Sides




17 aprile 2019: Che la carta stia conoscendo una nuova primavera? 

Dopo 4 anni di flessione, nelle rilevazioni di Audipress (dicembre 2018) emergono dati positivi a favore della carta: 40 milioni di italiani tutti i mesi scelgono contenuti stampati su carta con un incremento dello 0,7% dei lettori suddivisi tra quotidiani (+0,2%), settimanali (+1,2) e mensili (+0,6%). 

Un trend di crescita confermato da PressUP, tech company italiana leader nei servizi di stampa online, che mette a segno nell’ultimo anno un + 18% per le lavorazioni di riviste, libri e cataloghi

Un amore, quello per la carta, che in PressUP ha origini lontane e che oggi trova nuova linfa nel sostegno, in qualità di Premium Partner, di Two Sides, organizzazione che promuove i valori della sostenibilità della carta, della stampa e del packaging

Un progetto internazionale che mira a divulgare informazioni documentate sostenendo l’impegno di tutta la filiera nell’utilizzo sempre più efficiente delle materie prime in una prospettiva di economia circolare.

Da tempo siamo impegnati sul fronte della sostenibilità ambientale, a partire della proposta di un’ampia gamma di supporti certificati FSC e PEFC”, afferma Vincenzo Cirimele, CEO di PressUP
In linea con la nostra anima green abbiamo accolto l’invito di Two Sides con la volontà di contribuire concretamente al percorso di culturizzazione sull’utilizzo consapevole della carta, ad oggi protagonista del nostro core business”.

La prima iniziativa concreta di PressUP al fianco di Two Sides è stata la produzione della brochure “Carta stampata: luoghi comuni e realtà”, realizzata in collaborazione con Fedrigoni

Un fascicolo informativo che smentisce i principali luoghi comuni sulla sostenibilità della carta. 
Lo testimoniano i risultati dell’indagine promossa da Two Sides e condotta da Toluna in 14 Paesi da cui emerge come la carta sia riconosciuta dagli intervistati tra i prodotti più ecologici (52,72%); permane tuttavia una forte preoccupazione sulla deforestazione. 

Eppure, a differenza di quanto si crede, la produzione di carta non distrugge le foreste, anzi, ne favorisce la crescita. 

L’industria cartaria attraverso le certificazioni FSC e PEFC, infatti, assicura che il legno provenga da foreste gestite in maniera sostenibile, garantendone il mantenimento e la crescita.

Un altro luogo comune che Two Sides si impegna a confutare è il fatto che la comunicazione elettronica sia più sostenibile. 
Un’erronea convinzione spesso alimentata da aziende che prediligendo informazioni per via elettronica, utilizzano messaggi di Greenwashing come “salva gli alberi”, fondati sull’erroneo presupposto che la carta sia nemica dell’ambiente. 

Carta e digitale sono due mezzi complementari che ben si integrano in un piano di comunicazione moderno, ma non approviamo l’utilizzo di messaggi fuorvianti”, commenta Massimo Ramunni, Country Manager di Two Sides
Da questo punto di vista, è estremamente significativo che una realtà tecnologicamente evoluta come PressUP, leader nei servizi di stampa online e grande utilizzatore di carta, abbia deciso di sostenere attivamente la nostra attività”. 


Company Profile PressUP
Attiva sul mercato dal 2010, PressUP è una tech-company pura che offre l'eccellenza nel campo della stampa online, combinando tecnologie digitali e offset. 
Un solution provider globale che fonda la propria crescita esponenziale sulla combinazione virtuosa di know-how tipografico, concept innovativo della vendita online di stampati e minuzioso controllo qualità lungo tutta la filiera. 
Tra gli asset aziendali, il customer care consulenziale, l’attenzione alla sostenibilità ambientale e i servizi a valore aggiunto come PressUP NOW che garantisce la consegna in giornata.

Company Profile Two Sides
Two Sides Limited è una organizzazione senza scopo di lucro, un’iniziativa globale che promuove i valori di sostenibilità della carta, della stampa e del packaging. 
I partner di Two Sides sono aziende della filiera della carta e della stampa, quali le aziende forestali, i produttori di paste per carta e di carta, i produttori di imballaggi, i produttori di inchiostri e additivi, le aziende di finitura e stampa, gli editori, i produttori di buste e gli operatori postali.

martedì 16 aprile 2019

Forum Retail annuncia la partnership con la Camera di Commercio Italo-Cinese

Forum Retail annuncia la partnership con la Camera di Commercio Italo-Cinese

L’Ente ha confermato per il secondo anno consecutivo il patrocinio dell’evento, 
il più grande Hub di Networking e di Experience tecnologica per la community del Retail. 

Milano, 15 aprile 2019 - Forum Retail, l’evento di riferimento del mondo retail di IKN Italyin occasione della sua 19esima edizione, è lieta di annunciare, per il secondo anno consecutivo, la collaborazionecon la Camera di Commercio Italo-Cinesepunto d’incontro per leimprese italiane che operano o intendono operare con la Cina le società cinesi interessate al mercato italiano.
Il turismo cinese in Italia cresce ogni anno dell'11% con una spesa che nel 2018 ha superato i 140 miliardi di euro. -  dichiara Luca Passoni, Amministratore Delegato IKN Italy  La conferma della collaborazione con la Camera di Commercio Italo Cinese in occasione di Forum Retaiè di estrema rilevanza anche in virtù dei recenti accordi bilaterali Italia-Cina. Desideriamo, infatti, dare spazio alla tematica, così attuale e discussadeclinarla nel mondo del retail per analizzare, con gli esperti del settore, quali saranno gli impatti e le opportunità per il mercato italiano.” 

“Alla luce della recente adesione alla Belt and Road Initiative, i rapporti tra Italia e Cina porteranno a potenziali margini di crescita notevoli -  così afferma il Segretario Generale della Camera di Commercio Italo Cinese, Marco Bettin La nostra missione è da sempre quella di supportare le imprese italiane e cinesi nello sviluppo di relazioni commerciali ed economiche. In tal senso siamo felici di poter accogliere gli organizzatori di Forum Retail fra i nostri associati. Crediamo nell’importanza di dare una guida alle nostre aziende che vanno incontro a nuovi scenari culturali e commerciali in una società in continua evoluzione. Basti guardare all’innalzamento della qualità della vita e le opportunità che negli ultimi anni stanno nascendo nel settore turistico e dei consumi per notare che sono costantemente in aumento. Positiva è anche la percezione del Made in Italy  e del settore del lusso: oltre il 30% dei consumi a livello internazionale proviene proprio dal mercato cinese. Non ci resta che essere ottimisti e cogliere le opportunità che si prospettano”.

Forum Retail, grazie anche al contributo della Camera di Commercio Italo-Cinese, si conferma il più grande touch point per la community del Retail italiano che ogni anno guida il mercato alla scoperta dell’innovazione digitale.

Focus dell’edizione 2019 dell’evento -  che si terrà il 29 e 30 ottobre presso presso Superstudio Più – Via Tortona 27 a Milano -il tema “Retail 5.0: l’uomo al centro del Phygital”: due giorni di interventi, discussioni e momenti di networking sul futuro del customer value management dove definire, insieme agli Amministratori Delegati e Top Manager delle più influenti ed innovative imprese italiane, le strategie per rispondere alla esigenze del consumatore e realizzare una piena convergenza dei canali attraverso le nuove forme di tecnologia digitale.

Il programma completo di Forum Retail è consultabile sul sito dell’evento: www.forumretail.com
Forum Retail è un evento di IKN Italy 

L’hashtag ufficiale dell’evento è #forumretail

Community OnForumRetail
OnForumRetail è la community di IKN Italy dedicata al settore: mette a disposizione dei professionisti del Retail contenuti e aggiornamenti continui con conferenze, formazione tecnica, articoli, interviste e video. Attraverso canali tradizionali, digital e social offre la possibilità di condividere conoscenze, esperienze aziendali, best practice e innovazioni grazie al contributo dell’Advisory Board e dei maggiori esperti del settore. OnRetail rappresenta lo strumento più adatto per costruire una fitta rete di relazioni e interazioni tra tutti i professionisti attraverso grandi eventi e appuntamenti in cui confrontarsi con partner, colleghi e protagonisti del settore.

Company Profile
IKN Italy è l’acronimo di:

“I” come INSTITUTE: IKN Italy nasce da Istituto Internazionale di Ricerca. Grazie all’esperienza maturata in oltre 30 anni di attività, si posiziona all'interno di una rete internazionale in grado di proporre sia tematiche di grande attualità e interesse, sia relatori di alto livello. La reale fotografia di IKN la "scattano" i numeri di questi 30 anni: oltre 70.000 partecipanti, 20.000 aziende e 10.000 tra relatori e docenti; numeri che conclamano IKN leader indiscusso nel suo settore.

“K” come KNOWLEDGE: la società lavora in settori strategici. Ricerca continua e ascolto del mercato garantiscono a IKN la messa a punto di una formazione non standardizzata, costituita invece da contenuti unici, esclusivi e non "googlabili". 


I settori sui quali si concentra la società sono: Farmaceutico e Dispositivi Medici, Energy & Utilities, Sanità, Banca e Assicurazioni, Retail e GDO, Industrial, Logistica, Legale e Fiscale, Marketing e Vendite, Project Management.

“N” come NETWORKINGIKN Italy opera all'interno di una rete che le permette di organizzare eventi e iniziative che diventano occasioni di incontro per condividere  esperienze uniche e sviluppare nuove partnership. Le iniziative di IKN Italy generano relazioni ad alto valore aggiunto, attraverso incontri B2B qualificati.

L’Azienda è certificata UNI EN ISO 9001 : 2008 e qualificata per la presentazione di piani formativi a organi istituzionali e fondi interprofessionali che si occupano delle richieste di finanziamento e della gestione dei processi burocratici

sabato 13 aprile 2019

CASTELLABATE - IL 28 APRILE IL TERZO PALIO “VIVI SAN MARCO “ ECCO TUTTE LE SQUADRE E GLI ORARI

CASTELLABATE - Si svolgeranno il 28 Aprile edizione 2019 gli attesissimi giochi del terzo palio di “Vivi San Marco “ . Nei giorni scorsi sono state presentate le squadre e i loro capitani . Vediamo subito come sono composte. 

  • Squadra San Marco 

  • 1) Rossella Giaimo (Capitano) 
  • 2) Milena Durazzo 
  • 3) Giovina Ferri
  • 4) Flaviana Pascale
  • 5) Ornella Trama
  • 6) Pamela Allocca
  • 7) Elda Rossi
  •  Christian Chiariello 
  • 9) Marco Giaimo
  • 10) Marco Meola
  • 11) Andrea Aiuto 
  • 12) Giampaolo Di Luccia 
  • 13) Valerio De Luca
  • 14) Massimiliano Meola
  • 15) Carmine Giaimo

  • Squadra Santa Maria 

  • 1) Clemente Migliorino (Capitano) 
  • 2) Mario Aversano
  • 3) Francesco Federico
  • 4) Michele Vitale
  • 5) Lorenzo Conte
  • 6) Gianni Migliorino
  • 7) Gianluca Di Luccia
  •  MariaRosaria Guariglia 
  • 9) Maria Comunale 
  • 10) Catina Tortora
  • 11) Elena Vitale
  • 12) Chiara Ianni
  • 13) Rossella Desiderio 
  • 14) Marco Amato
  • 15) Alfonso Palmieri 

  • Squadra Castellabate 

  • 1) Antonio Cardone (Capitano) 
  • 2) Sergio Sessa
  • 3) Clara Rodio
  • 4) Orazio Di Luccia
  • 5) Sonia Carpinelli 
  • 6) Bruno Romano
  • 7) Vincenzo Rodio
  •  Imma Durazzo
  • 9) Giovanna Ferri
  • 10) Michela Curcione 
  • 11) Costabile Spinelli
  • 12) Nicola Malzone
  • 13) Mario De Marco
  • 14) Marina Lancuba
  • 15) Natasha Concas

Squadra Ogliastro & Licosa 

  • 1) Benedetta Verrone (Capitano) 
  • 2) Nino Maglio
  • 3) Giuseppe Pascale
  • 4) Pippo Pascale
  • 5) Antonio Russo
  • 6) Antonio Montone
  • 7) Christian Lembo
  •  Angelo Marino
  • 9) Mariano Meola
  • 10) Enza Giaimo
  • 11) Gabriella Pascale
  • 12) Stefania Marya 
  • 13) Giusy Parrillo
  • 14) Francesca Russo
  • 15) Sara Gorga

Squadra Alano 

  • 1) Mariassunta Mazzeo (Capitano) 
  • 2) Mariagrazia Della Torre
  • 3) Francesco Della Torre
  • 4) Claudio Lo Schiavo
  • 5) Cinzia Guariglia
  • 6) Biagio Pascale
  • 7) Angela Coppola
  •  Paolo Pecora
  • 9) Vincenzo Conte
  • 10) Gino Maglio
  • 11) Vincenzo Maglio
  • 12) Stefania Chieti
  • 13) Sabrina Famà 
  • 14) Donatella Avella


  Squadra Lago 

  • 1) Cristina Pascale (Capitano) 
  • 2) Assunta Niglio
  • 3) Antonella Galardo
  • 4) Concettina Federico
  • 5) Yulia Rogozina
  • 6) Antonella Pascale
  • 7) Annalisa Spinelli
  •  Giovanni Pisciottano 
  • 9) Luigi Nese
  • 10) Matteo Kucia Maciej
  • 11) Giuseppe Pisciottano 
  • 12) Giuseppe Villani
  • 13) Bruno Paduano
  • 14) Stefano Russo
  • 15) Rosario Baldi

Ad arbitrare i giochi sarà Nicola Guariglia, mentre come di consueto le presentazioni e saranno affidate alla maestria di Enrico Nicoletta .Quest’anno la manifestazione sarà seguita in tutte le sue fasi dall’emittente radiofonica Radio Castelluccio . 

Ecco il cartellone eventi con orari e location 🔝👍


Marco Nicoletti copyright 2019

Per @castellabatelive24 / Pagina Facebook 

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *