Cerca nel blog

venerdì 31 luglio 2020

Presentazione dell’antologia poetica Poetry Collection 2020: il 5 agosto a Piedimonte Etneo


 

“[…] la sabbia/ cammina senza sforzo/ volentieri ogni suo chicco/ rinasce estraneo// […]” – Christos Sakellaridis

“Ora che tutto è chiaro/ anima ambulante/ naufraga nel mare inquieto,/ sospesa nel tempo e nello spazio/ con la voglia di fermarsi/ e dire basta,/ […]” – Antonella Vara

Mercoledì 5 agosto alle ore 17:30 presso il Museo della Vite, in via Mazzini 5, a Piedimonte Etneo ci sarà la presentazione delle due antologie “Poetry Collection 2020” pubblicate dalla casa editrice Tomarchio Editore. L’evento è patrocinato dal Comune di Piedimonte Etneo e che vedrà la partecipazione, oltre all’editore Rosario Tomarchio, del vicesindaco Enrichetta Pollicina, dei consiglieri comunali Ivana Pollicina e Salvo Russo.

“[…] Il tempo divora già le nostre grida/ e noi stranieri, dietro perse rotte,/ crocifissi in un silenzio di sale,/ precipitiamo sulla terra inconsistente./ […]” – Claudia Ruscitti

“Poetry Collection” nasce come concorso nazionale di poesia indetto il 23 marzo e suddiviso in due sezioni: adulti e giovani. La partecipazione è stata gratuita e ha visto ben 186 raccolte concorrenti nella sezione A (adulti), fra queste sono state selezionate dieci sillogi che hanno dato vita all’antologia “Poetry Collection 2020”.

“[…] Demiurgo di uomini in uno di santi e predatori;/ viaggio di carta, templi, castelli diruti e perduti tesori;/ grembo di canti e illusione d’inchiostro;/ sasso del deserto, d’eternità Gran Maestro,/ […]” – Francesco Ferro

“Poetry Collection” è, dunque, composta da cinque autori e cinque autrici Claudia Ruscitti, Lorenzo Spurio, Antonella Vara, Massimo Scotti, Filomena Gagliardi, Francesco Ferro, Marika Addolorata Carolla, Christos Sakellaridis, Maria Greco, Guido Burgio.

“Riconduci alla quiete questa anima errante/ nell’inferno del mondo,/ che trova riparo solo nella morte./ […]” – Marika Addolorata Carolla

“[…] Zaffiri fusi che navigo dall'alto/ di questo ponte di luce a rombi/ - prova pure così - nel balzo sicuro/ del ritmo acceso, tra voci e richiami// […]” – Lorenzo Spurio

La sezione B (giovani) ha visto un numero ristretto di partecipanti per la difficoltà di raggiungere le scuole visto il particolare periodo pandemico che abbiamo attraversato, la casa editrice ha comunque deciso di premiare quattro valorose giovani autrici: Emanuela Ferrara, Marika Nistea, Ginevra Puccetti, Melissa Bove.

“Siamo il respiro/ affannoso/ difficile/ delle fibre del Mondo.// Attraversiamo l'Universo/ conservando la nostra cifra.// […]” – Filomena Gagliardi

Oltre alla presentazione delle due antologie, saranno lette alcune poesie selezionate dagli autori ed autrici presenti alla serata, e dai consiglieri Ivana Pollicina e Salvo Russo.

alcuni poeti e poetesse dell’Antologia leggeranno le proprie opere

“È tempo/ di riprendere/ il cammino./ Un pensiero/ pervade/ le vie,/ mentre/ suoni/ echeggiano/ come armonia.// […]” – Massimo Scotti

L’editore Rosario Tomarchio, prima della decisione di aprire una casa editrice, ha pubblicato “La musica del silenzio” (Statale 11, 2010), “Storia d’amore” (Aletti editore, 2012), “Ricordi di poesie” (Rupe Mutevole Edizioni, 2013), “Cielo” (Rupe Mutevole Edizioni, 2014), “Al tuo cuore con la poesia”, l’antologia poetica “Memorie”, gli e-book "Dialogo silenzioso dentro l'anima" e "Sicily Culinary Tradition" e brevi saggi come “Il mito della semplicità”, “In cammino”, “Dalla grotta al tempio”, “In viaggio per incontrare Gesù”.

“[…] La mia matassa di pensieri / Si avvolge insieme ad una vecchia audiocassetta./ Un gabbiano sorvola sugli anni fanciulleschi/ dentro la mia mente./ […]” – Maria Greco

L’ingresso è libero ed all’aria aperta con un mirabile panorama sull’Etna, si ricorda che saranno mantenute le distanze minime di sicurezza tra gli ospiti.

Vi aspettiamo il 5 agosto alle 17:30 presso l’accogliente Museo della Vite di Piedimonte Etneo.

“[…] ascoltami,/ ti parlerò di un’epoca lontana/ nella mia patria siciliana/ quando gli amori eran raggi di luna/ e le case giardini// […]” – Guido Burgio

 

Info

Sito Tomarchio Editore

https://www.tomarchioeditore.it/

Facebook Tomarchio Editore

https://www.facebook.com/Tomarchio-Editore-103044724670916/

 

Fonte

https://oubliettemagazine.com/2020/07/22/presentazione-dellantologia-poetica-poetry-collection-2020-il-5-agosto-a-piedimonte-etneo/


SUPERENALOTTO, COLPO IN PROVINCIA DI RAVENNA CON UN "5" DA 13MILA EURO


 

SUPERENALOTTO, COLPO IN PROVINCIA DI RAVENNA CON UN "5" DA 13MILA EURO

 

Giovedì fortunato in provincia di Ravenna con il SuperEnalotto. A Lugo, nel concorso del 30 luglio, è stato centrato un "5" da 13.647,29 euro, una delle vincite più alte di giornata. La schedina vincente è stata convalidata nella rivendita Romagnoli in Largo della Repubblica 6. La caccia al Jackpot invece continua e nell'appuntamento di domani verranno messi in palio 20,7 milioni di euro. L'ultima sestina vincente è stata centrata il 7 luglio scorso, con i 59,4 milioni di euro finiti a Sassari, mentre in Emilia Romagna, riferisce Agipronews, il premio di prima categoria più recente risale a settembre 2019, con i 66,3 milioni finiti a Montechiarugolo, in provincia di Parma.



--
www.CorrieredelWeb.it

OSS. EUROBET: GP UNGHERIA – HAMILTON VINCENTE CON PIÙ DI 8 SECONDI DI SCARTO

OSS. EUROBET: GP UNGHERIA – HAMILTON VINCENTE CON PIÙ DI 8 SECONDI DI SCARTO

Vettel e Leclerc sul podio per i tifosi

 

Le prime gare di questo mondiale hanno visto un dominio delle Mercedes e di Hamilton e questo weekend si correrà in uno dei circuiti più storici ed emozionanti: Silverstone in Gran Bretagna, dove il pilota della Mercedes correrà in casa. Sono due le principali caratteristiche del circuito, le curve molte veloci che metteranno a dura prova gli pneumatici e la estrema variabilità delle condizioni meteorologiche.

Le qualifiche di sabato giocheranno un ruolo chiave in ottica gara. Secondo l'Osservatorio Eurobet (www.eurobet.it) sarà un testa a testa tra Hamilton e Bottas con le loro Mercedes, rispettivamente attese nella prima griglia per il 48% e 47% degli appassionati, distaccato Leclerc con un quasi simbolico 2%.

La gara che andrà in scena domenica vede Hamilton – padrone di casa – e recordman di vittorie nel circuito, tagliare primo il traguardo per l'86% dei tifosi, seguono i due ferraristi, Leclerc per il 6% quotato a 36 e Vettel per il 3%. I tifosi sono sicuri del dominio del pilota inglese che ha sempre regalato gare perfette nel circuito e con l'88% delle preferenze lo vedono vincente con addirittura 8 secondi o più di vantaggio. Agli appassionati rimane però la speranza di vedere i piloti Ferrari festeggiare sul podio, Leclerc con il 41% delle scelte e Vettel con il 39% chiuderanno la gara sul podio.

Non cambiano le percentuali sulla vittoria del mondiale piloti dove Hamilton rimane il favorito per il 46% degli scommettitori davanti a Verstappen e Leclerc che grazie a quote allettanti riescono a rosicchiare percentuali al campione in carica. La vittoria del mondiale costruttori vede invece la risalita al primo posto della Mercedes ai danni della Ferrari, i cambiamenti apportati alla monoposto italiana e le ultime performance hanno decisamente deluso i tifosi.

 

Osservatorio Eurobet

L'Osservatorio Eurobet nasce in seno ad Eurobet con l'obiettivo di analizzare i comportamenti degli appassionati e rilevare tendenze e preferenze degli stessi sui principali avvenimenti sportivi e non solo.





--
www.CorrieredelWeb.it

GPI ACQUISITA LA TOTALITA' DELLE QUOTE DI BIM ITALIA


GPI: ACQUISITA LA TOTALITA' DELLE QUOTE DI BIM ITALIA
L'operazione è volta a integrare e potenziare sistemi direzionali, Big Data e Analytics,
fulcro della strategia per le strutture sanitarie pubbliche e private.

Trento, 31 luglio 2020

GPI S.p.A. (GPI:IM), società quotata sul mercato MTA leader nei Sistemi Informativi e Servizi per la Sanità e il Sociale, ha acquisito in data odierna, per un corrispettivo pari a 5,1 milioni di Euro, il 29,7% delle quote di BIM Italia S.r.l., divenendone così socio unico.  
L'operazione è stata sostenuta con una linea di finanziamento di Sparkasse Cassa di Risparmio di Bolzano.       

Per il Gruppo Gpi, BIM Italia è strategica perché si occupa di appropriatezza delle cure, fornendo informazioni necessarie ai fini del miglioramento continuo delle prestazioni sanitarie.

BIM Italia opera in un segmento peculiare all'interno del mondo della sanità, vale a dire i flussi delle prestazioni sanitarie, in sostanza i parametri secondo i quali sono misurate tutte le attività.   
In questo ambito la qualità del dato e la performance delle strutture sono divenuti elementi dominanti della cultura introdotta e diffusa da AGENAS (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) con il Programma Nazionale Esiti (PNE). BIM Italia, partendo dalla logica degli indicatori PNE, ha sviluppato sofisticati strumenti di misurazione, analisi, valutazione e monitoraggio delle performance clinico–assistenziali in termini di appropriatezza, in senso evolutivo rispetto al dato puramente descrittivo.

L'appropriatezza è un criterio fondamentale per misurare benefici, rischi e costi delle prestazioni sanitarie, è il parametro che determina quanto le prestazioni siano effettivamente adeguate alle esigenze di cura dei pazienti. Misurare correttamente e rapidamente gli elementi che concorrono a valutare le performance delle strutture ospedaliere è cruciale: oltre ai flussi informativi ministeriali obbligatori, le strutture sono tenute a monitorare oltre 140 indicatori, che spaziano dai giorni di degenza sino agli indici di mortalità, e a rendicontarli puntualmente.

BIM Italia affianca l'alta direzione delle strutture sanitarie e, attraverso un adeguato mix di consulenza e soluzioni software, supporta il management sanitario nel misurare costantemente i parametri durante le attività di cura. Si tratta di un passo in avanti fondamentale rispetto al passato: il ricorso a processi e tecnologie innovative consente di valutare in itinere le performance e di intervenire tempestivamente laddove necessario.

Le soluzioni BIM Italia, presenti in 12 Regioni, sono in uso presso 33 Aziende Sanitarie Locali, 40 Aziende Ospedaliere e 48 presidi distribuiti sull'intero territorio nazionale.

Fra i clienti ci sono Istituti di grande rilevanza, quali l'IRCCS Lazzaro Spallanzani di Roma, l'Ospedale Pediatrico "Bambino Gesù" di Roma, l'Azienda Ospedaliera Universitaria Meyer di Firenze, l'Azienda Ospedaliera della Salute e della Scienza di Torino, l'Humanitas Mirasole di Milano, l'Ospedale Galliera di Genova, il Policlinico Federico II di Napoli, l'Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale Antonio Cardarelli e altre Aziende di rilevanza nazionale quali la ATS Milano Città Metropolitana e la ASL Napoli 1 Centro.

Questa operazione entra a pieno titolo nella strategia di Gpi, che guarda a una visione più ampia, volta a integrare e potenziare l'offerta del Gruppo sui Sistemi Direzionali, Big Data e Analytics. Ne è prova l'operazione Oslo Italia S.r.l. dello scorso maggio che ha visto entrare nel Gruppo una società con esperienze e competenze complementari a quelle di BIM Italia e di Gpi, una società che annovera tra i suoi clienti oltre 70 strutture sanitarie presenti in 11 Regioni, tra cui l'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, l'Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano.

Per potenziare questa offerta di eccellenza è stata creata nell'ambito dell'ASA Software una Business Unit dedicata a Sistemi Direzionali, Big Data e Analytics. Nel 2019 la nuova Business Unit ha realizzato ricavi pro forma per oltre 8 milioni di Euro con EBITDA margin superiore al 45%.

L'operazione BIM Italia avviene in esecuzione dell'accordo quadro stipulato nel dicembre 2017 che prevedeva l'acquisto, da parte di Gpi S.p.A., dell'intero capitale sociale di BIM Italia S.r.l., da compiersi in due tranche: la prima, il 21 dicembre 2017 e comunicata al mercato in pari data, relativa al 70,3% del capitale sociale, acquisito mediante sottoscrizione di aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione liberato mediante conferimento di ramo d'azienda, la seconda, pari alla residua quota del 29,7% del capitale sociale, da compiersi entro il 31 dicembre 2021 a un valore parametrato alle performance economiche e finanziarie.

Nicola Calabrò, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Sparkasse Cassa di Risparmio di Bolzano SpA: «Supportando Gpi in questa acquisizione strategica Sparkasse si conferma partner storico del Gruppo e interlocutore qualificato anche per operazioni straordinarie finalizzate alla crescita e allo sviluppo aziendale. Cassa di Risparmio di Bolzano si conferma molto attenta e presente nel favorire interventi di sostegno territoriale, in particolare nella Provincia di Trento dove la banca è impegnata in diverse importanti operazioni rivolte a supportare gli investimenti pubblici e privati».

Matteo Santoro, Direttore Generale del Gruppo Gpi: «L'emergenza sanitaria degli ultimi mesi ha reso ancor più urgente ridisegnare i modelli di cura adottando tecnologie e processi innovativi in un'ottica di sostenibilità. Il dominio di competenza della nuova Business Unit va dritto al cuore: la sostenibilità del Sistema Sanitario passa proprio attraverso l'appropriatezza della cura e noi siamo pronti a fare la nostra parte, in Italia ma anche all'estero. Che una banca regionale come Sparkasse ci affianchi in questo percorso è un segnale importante per Gpi e per il Trentino Alto Adige Südtirol».

 




--
www.CorrieredelWeb.it

PIL: COLDIRETTI, SUBITO VOUCHER SALVA RACCOLTI

PIL: COLDIRETTI, SUBITO VOUCHER SALVA RACCOLTI

 

Con una radicale semplificazione del voucher "agricolo" è possibile garantire opportunità di lavoro ad almeno 50mila giovani studenti, pensionati, cassintegrati e percettori di reddito di cittadinanza nelle attività stagionali in campagna. E' quanto stima la Coldiretti in riferimento ai dati dell'Istat che evidenziano un calo congiunturale del Pil anche per l'agricoltura nel secondo trimestre 2020. L'allarme globale provocato dal coronavirus – sottolinea la Coldiretti – ha fatto emergere una maggior consapevolezza sul valore strategico della filiera del cibo e delle necessarie garanzie di qualità e sicurezza ma ne sta però mettendo a nudo tutte le fragilità sulle quali è necessario intervenire con misure di emergenza per salvare i raccolti, dopo la chiusura delle frontiere ai lavoratori stagionali agricoli provenienti da Paesi a rischio come la Romania e la Bulgaria.

 

L'Italia in questo momento – continua la Coldiretti - non ha bisogno di posizioni ideologiche ma di scelte pragmatiche e i voucher in agricoltura servono subito per continuare a garantire le forniture alimentari di cui il Paese ha bisogno e non far marcire i raccolti nei campi ma anche per offrire una occasione di integrazione del reddito alle tante persone con difficoltà occupazionali trasformando un problema in opportunità per il Paese. In gioco – sottolinea la Coldiretti – ci sono le operazioni di raccolta estive, che vanno dalla frutta agli ortaggi, ma anche la vendemmia che tradizionalmente inizia in Italia ad agosto e continua in un percorso che prosegue a settembre ed ottobre con la raccolta delle grandi uve rosse autoctone Sangiovese, Montepulciano, Nebbiolo e che si conclude addirittura a novembre con le uve di Aglianico e Nerello. Un settore da primato del Made in Italy – evidenzia la Coldiretti - con l'Italia che è il primo produttore mondiale davanti alla Francia.

 

I voucher – ricorda la Coldiretti – sono stati per la prima volta introdotti in Italia proprio solo per la vendemmia il 19 agosto 2008, con circolare Inps con l'obiettivo di ridurre burocrazia nei vigneti e dare una possibilità di integrazione del reddito a studenti e pensionati che sono andate perdute in seguito all'abrogazione dovuta ai casi di abuso favorito ad un eccessivo allargamento ad altri settori e che in realtà non hanno riguardato il settore agricolo. Nel corso degli anni successivi l'agricoltura – sottolinea la Coldiretti – è stata l'unico settore che è rimasto praticamente "incatenato" all'originaria disciplina "sperimentale" con tutte le iniziali limitazioni (solo lavoro stagionale e solo pensionati, studenti e percettori di integrazioni al reddito) che gli altri settori non hanno mai più conosciuto fino all'abrogazione. Non è un caso – precisa la Coldiretti – che il numero di voucher impiegati in agricoltura sia praticamente rimasto stabile con circa 2 milioni di tagliandi venduti nell'anno prima dell'abrogazione del 2017. Più o meno gli stessi dei 5 anni precedenti, per un totale di 350mila giornate di lavoro che – conclude la Coldiretti – potrebbero aiutare molti italiani in difficoltà per la mancanza di lavoro.




--
www.CorrieredelWeb.it

Analog Devices acquisisce il business HDMI di INVECAS

Analog Devices acquisisce il business HDMI di INVECAS  

Con questa acquisizione ADI amplia il portfolio di soluzioni audio-video ad alte prestazioni


Analog Devices ha annunciato l'acquisizione della business unit High Definition Multimedia Interface (HDMI) di INVECAS, azienda di Santa Clara specializzata in software embedded e soluzioni a livello di sistema. L'acquisizione fornirà ad ADI un portfolio di soluzioni audio-video complete per soddisfare le crescenti esigenze dei mercati enterprise e consumer. I termini finanziari della transazione non sono stati resi noti.

"La tecnologia HDMI è molto richiesta per applicazioni video commerciali, professionali, consumer e automotive", ha dichiarato John Hassett, Senior Vice President, Industrial and Consumer di Analog Devices. "L'acquisizione della divisione HDMI di INVECAS permette ad ADI di proporre un percorso di progettazione più completo - dal chip, alla certificazione, al prodotto finale. Siamo entusiasti di rafforzare l'esperienza di ADI combinando il know-how dei due gruppi ".

Grazie a questa acquisizione, ADI aumenterà anche il proprio contributo all'interno dell'organismo di standardizzazione HDMI, il che plasmerà il futuro di tutte le tecnologie collegate ad HDMI, come i set di funzionalità HDMI 2.1 e la riduzione del consumo di energia. Inoltre, ADI acquisirà le capacità di certificazione e conformità, garantendo il supporto ai clienti durante tutti i loro cicli di sviluppo HDMI, dal progetto alla pre-conformità e al prodotto finito. Con la continua crescita del settore e l'introduzione dell'HDMI 2.1, applicazioni come i video in 8K e 10K, l'enhanced audio return (eARC), la velocità variabile di refresh e altro ancora diventeranno di uso comune. Ciò consentirà una maggiore adozione di queste tecnologie, con la crescita dell'offerta di ADI verso un pubblico più ampio con una serie di funzionalità maggiori e un consumo energetico inferiore.

Il gruppo tecnologico INVECAS HDMI ha una lunga storia che ha origine da Silicon Image, una società di semiconduttori fondata nel 1995, dove la tecnologia HDMI è stata creata per la prima volta. La leadership di questa realtà continuerà a svolgere un ruolo significativo nella combinazione delle unità di business audio e video di ADI.

"La transizione verso l'HDMI 2.1 ci vede impegnati a introdurre tecnologie aggiuntive e innovative, allo stesso tempo i requisiti e la domanda di alimentazione di queste applicazioni di nuova generazione sono cresciuti in modo esponenziale." ha dichiarato Laxman Vemury, Vicepresidente e Direttore Generale di INVECAS. " Combinando questi due grandi team, possiamo ampliare l'offerta consentendo ai nostri clienti una maggiore adozione di queste tecnologie con set di funzionalità ancora più ampi e un minore consumo energetico".

Con l'acquisizione della divisione HDMI di INVECAS, ADI aumenta il suo portfolio di tecnologie e soluzioni di rilevamento che migliorano le esperienze e l'interazione tra persone, aprendo a nuove applicazioni e interfacce utente dinamiche abilitate da un'ampia gamma di tecnologie che, se combinate con le competenze tecniche dell'azienda, permetteranno ai dispositivi di interagire con il mondo in modo innovativo. Queste innovazioni sono volte ad affrontare la crescente domanda di esperienze coinvolgenti.

La suite di prodotti di Analog Devices comprende la più ampia selezione di soluzioni di interfaccia HDMI del settore per applicazioni che includono HDTV, set-top box, ricevitori A/V, proiettori e altri display a ingressi multipli. Per saperne di più sui prodotti disponibili da ADI attraverso le sue soluzioni HDMI e le soluzioni sensoriali visita il sito di Analog Devices.

RELATECH: IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO APPROVA IL PROGETTO “CATCH 4.O AN INTELLIGENT CONSUMER -CENTRIC APPROACH TO MANAGE ENGAGEMENTS, CONTENTS & INSIGHTS”

IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO APPROVA IL PROGETTO "CATCH 4.O AN INTELLIGENT CONSUMER -CENTRIC APPROACH TO MANAGE ENGAGEMENTS, CONTENTS & INSIGHTS" CON DECRETO DI CONCESSIONE TRIENNALE a favore di ITHEA s.r.l. già Spin-Off universitario del GRUPPO RELATECH S.P.A.

Sviluppare Metodologie, Tecniche, Architetture, Soluzioni Software basate su Avanzate Tecnologie di A.I., Machine and Deep Learning, che consentano poi la creazione di una Piattaforma Innovativa capace di gestire grandi flussi di dati provenienti da molteplici contesti ad alta frequenza di produzione e variazione al fine di fare analisi e previsioni utili per nuove forme di Customer Engagement e Customer Satisfaction

Milano, 30 luglio 2020

Relatech S.p.A., Digital Enabler Solution Knowledge (D.E.S.K.) Company e PMI innovativa quotata sul mercato AIM Italia (Ticker: RLT), comunica l'approvazione con Decreto di Concessione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico del progetto di ricerca "Catch 4.0 – An intelligence Consumer-centric Approach To manage engagements, Contents & insigHts" proposto nell'ambito programma operativo nazionale "Imprese e Competitività" 2014-2020 FESR.

Ithea s.r.l., azienda nata come spinf-off dell'Università della Calabria e oggi parte del Gruppo Relatech, focalizzata su R&D nel campo delle tecnologie ICT più avanzate ed innovative, in data 30 luglio, ha ricevuto la comunicazione di aver ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) il Decreto di Concessione per l'avvio del progetto di Ricerca Industriale denominato "Catch4.0".

Il Progetto, proposto in collaborazione con le aziende Jakala S.p.A., capofila, e Subcom S.r.l., ha l' obiettivo di "Studiare nuove metodologie, tecniche, architetture e soluzioni software in grado di svolgere un ruolo abilitante per la creazione di una piattaforma di analisi e previsione applicata al customer engagement e customer satisfaction, attraverso la quale sperimentare nuove opportunità di utilizzo dei flussi di dati provenienti da molteplici contesti ad alta frequenza di produzione e variazione."

Ithea, all'interno del progetto, si occuperà di sviluppare una innovativa piattaforma di Customer Engagement che tramite l'utilizzo di algoritmi evoluti di A.I. e, in particolare, di deep learning, sia in grado di generare un arricchimento automatico di contenuti digitali e la generazione automatica di metadati su cataloghi di dati complessi composti da una combinazione di testo, immagini, audio e video, con l'obiettivo di generare raccomandazioni particolarmente efficaci sulla base del profilo dell'utente.

Ithea per sviluppare la sua parte di progetto, conterà sulle proprie competenze nel campo delle tecnologie digitali di frontiera, i Digital Enabler, e protrà contare sulla consulenza dei propri partner scientifici che, per questo progetto, sono l'ICAR-CNR e il Centro di Competenza ICT-SUD.

Con l'occasione del progetto "Catch4.0" Ithea, grazie alle sue competenze in ambito Big Data analytics, IoT e Realtà Aumentata e Virtuale, raccoglierà ed analizzerà in tempo reale fonti di dati eterogenei provenienti da differenti devices (wearable, driverless cars, smart objects,), al fine di estrarre informazioni, si occuperà di profilare il customer attraverso le più moderne tecniche di Machine e Deep Learning, attivare strategie di engagement e modelli predittivi mediante le potenzialità avanzante di Artificial Intelligence.

Basandosi sulle proprie conoscenze di tecnologie di AR/VR, Ithea sperimenterà nuovi modelli di fruizione, distribuzione e gestione di contenuti aumentati attraverso tecnologie immersive e contenuti digitali on demand attraverso distributed ledger, in particolare per la gestione di diritti digitali e di messaging e reviewing.

Verrà sviluppata anche un'infrastruttura basata su Blockchain per la gestione certificata dei diritti d'uso di contenuti digitali on demand, e la certificazione della reputazione delle recensioni rilasciate da utenti, il tutto attraverso l'utilizzo di Distributed Ledger.

Il progetto prevede una durata complessiva di tre anni (36 mesi) con un costo ammissibile totale di € 4.292.331,26 che verrà sostenuto dalle aziende partner nel corso di tale periodo.

I costi ammissibili di ricerca e sviluppo che saranno sostenuti da Ithea ammontano a € 1.644.700,00.

 

 

Pasquale Lambardi, Presidente e CEO Relatech, commenta "Siamo molto soddisfatti per aver ottenuto l'approvazione di Catch4.0: è un' altra conferma della validità dei progetti di ricerca del Gruppo Relatech che, grazie anche alle collaborazioni con qualificati aziende partner e al nostro ecosistema scientifico di spin-off universitari, Università e Centri di Ricerca, sono validi e innovativi, sono degni di approvazione e di sostegno da parte della P.A., in questo caso, dal Ministero dello Sviluppo Economico."

"La rivoluzione digitalecontinua Pasquale Lambardi - ha completamente modificato le dinamiche di comunicazione ed engagement con il cliente, offrendo nuove opportunità di comunicazione mentre si va affermando un nuovo atteggiamento cliente centrico. La quantità di dati che si possono ottenere dai device digitali e dal web è infinita. Ed è per questo che è necessario elaborare nuove strategie in ingaggio sfruttando le possibilità che gli strumenti di analisi offerti dai recommender systems mettono a disposizione e utilizzando le moderne tecnologie di frontiera Digital Enabler, quali Cloud, Big Data analytics, Machine Learning, Internet of Things. Noi riteniamo possibile gestire e ottimizzare i flussi di dati eterogenei e disporre di una ricchezza di informazioni capace di alimentare dinamiche di marketing e di vendita basate su nuove strategiche."

"Questo progettoconclude Pasquale Lambardi - vede Relatech investire ancora in ricerca considerando tale attività uno degli asset fondamentali del nostro business. Una attività che ci permette di essere sempre innovativi e di sperimentare nuove frontiere tecnologiche. E catch 4.0 sarà occasione di un altro filone: estenderne le funzionalità a Piattaforme di "smart working" con possibilità di visualizzare le interazioni e di definire e monitorare i task, utilizzando i distributed ledger per l'assegnazione e verifica dei rilasci con gestione anche dei diritti digitali della attività svolte. Ambienti intelligenti di smart working permetteranno di gestire le attività di ICT in modo nuovo, disegneranno fabbriche miste (fisiche e virtuali) gestite come se la presenza dei collaboratori fosse fisica. Nuovi feature saranno implementati nella nostra piattaforma digitale e cloud based RePlatform. Il futuro per noi è già oggi."


 *******

Relatech (ticker RLT ISIN IT0005371874), Digital Enabler Solution Knowledge (D.E.S.K.), quotata su AIM Italia dal giugno 2019, è presente sul mercato con soluzioni innovative dedicate alla digital transformation delle imprese. Relatech è una PMI innovativa focalizzata su clienti che ricercano le soluzioni più innovative, diventando partner strategico per la digitalizzazione e i servizi ICT. Relatech investe costantemente in Open Innovation con un'ampia attività di R&D svolta internamente e numerose partnership con le principali Università italiane ed enti di Ricerca. Grazie alla piattaforma digitale e cloud-based RePlatform, eroga servizi e sviluppa soluzioni digitali innovative nelle tecnologie di frontiera Digital Enabler, quali Cloud, Cybersecurity, Blockchain, Big Data, Machine Learning, Artificial Intelligence, Internet of Things.



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 30 luglio 2020

Chiara Pavoni al Mitreo Iside

Sabato 1 agosto alle ore 18 all’interno del Mitreo Iside in via Mazzacurati 61 a Roma l’attrice Chiara Pavoni leggerà la poesia di Angela Maria Tiberi inclusa nella raccolta “Antologia Frida” in omaggio a Frida Kahlo.

Mobilità sostenibile. Italiani alla ricerca di libertà, indipendenza, normalità

Risultati sondaggio

Italiani in sella alla ricerca di libertà, indipendenza, normalità

Secondo i dati raccolti da Wilier Triestina, per l'89% la percezione della bicicletta è cambiata dopo il Lockdown:
simbolo di un cambiamento culturale (37%), nuova mobilità pulita (26%), mezzo di trasporto flessibile (30%).

In molti, non potranno più farne a meno.

 

Milano, 30 luglio  Farina e biciclette non hanno mai avuto nulla in comune. Fino a qualche mese fa, quando sono diventati il simbolo della pandemia globale, nati dal desiderio di riscoprire l'autenticità e la bellezza delle piccole cose,come il profumo del pane che avvolge la propria casa o il senso di libertà di una pedalata all'aria aperta.

Sembra proprio che tutto il mondo stia riscoprendo le due ruoteil mercato negli Usa è raddoppiato a marzogli ordini per le pieghevoli da pendolari sono quintuplicati ad aprileGoogle ha registrato un aumento del 145% delle ricerche per "Best e-bikes", e in Italia le vendite segnano un +60% rispetto al maggio dello scorso anno (ANCMA).

 

Maggior sicurezza rispetto ai mezzi pubblici, scelta sostenibile o voglia di libertà. Cosa rappresenta la bicicletta per gli italiani al giorno d'oggi?

Lo rivela un sondaggio di Wilier Triestinaproduttrice di biciclette sportive di alto livello e portavoce del RebirthMovement, la filosofia di pensiero che esorta a cogliere questa opportunità di ricominciare nel modo giusto, con passione, ostinazione e più rispetto per noi stessi e l'ambiente in cui viviamo.

 

Sicuramente per molti è un mezzo di trasporto smart e funzionale, che risolve problemi di parcheggioconsente di evitare il traffico e, soprattutto, permette di mantenere il distanzamento sociale (39%). La bici è anche uno strumento sportivo per allenarsi  (22%): non dimentichiamo che il ciclismo è uno degli sport più amati dagli Italiani, con oltre 2 milioni di ciclisti praticanti (dati ISTAT). C'è poi chi (20%) lo ritiene solamente un diversivo per una passeggiata nel weekend, mentre altri (19%) ammettono di non averne ancora sfruttato il valore aggiunto negli spostamenti quotidiani.

 

Ma questa percezione è cambiata dopo il lockdown?Risposta positiva per la maggior parte dei rispondenti (84%): il 45% degli intervistati ne ha appena riscoperto bellezza e comodità, mentre il 39% ha acquistato la bici solo dopo la riapertura.

 

"Crescono l'interesse e la domanda attorno alla bicicletta a prescindere dagli incentivi. E come associazione chiediamo alle istituzioni di cogliere questa occasione per investire suinfrastrutture ciclabili più capillari, sicure, equilibrate e rispettose degli interessi di tutti gli utenti della strada", ha dichiarato Confindustria Ancma.

Conferma questa esigenza l'89% dei rispondenti, che utilizzerebbe maggiormente la bici se venissero potenziate piste ciclabili e percorsi limitati al traffico.

 

Pedalando gli italiani si sentono liberi e senza limiti, assaporano il piacere, negato per diverse settimane, di stare all'aria aperta (41%). Ma non solo. Le due ruote sono anche una scelta sostenibile (22%), che inorgoglisce chi la sceglie, forte di dare il proprio contributo per ridurre le emissioni inquinanti. Non manca chi la considera l'alternativa più smart per gli spostamenti urbani (21%).

Per la maggior parte (62%) "una bici non vale l'altra": peil 39% è uno status symbol che riflette il proprio stile, mentre per il 23% è una vera e propria estensione della propria personalità.

Per l'85% l'e-bike potrebbe essere una buona alternativa per affrontare distanze più lunghe (e sudare meno!): il 67% dichiara che la utilizzerebbe esenza problemi, se ci fossero  a disposizione parcheggi sicuri e aree dedicate alle bici.

 

"Libertà, indipendenza, normalità. La bici rappresenta perfettamente ciò che è mancato in quelle settimane immobili", ha dichiarato Andrea Gastaldello, CEO di WilierTriestina. "È il mezzo che più sta riflettendo la voglia di ripartire, di uscire dallo stallodi rinascere. Per molti rappresenta proprio il simbolo di un cambiamento culturale da incoraggiare, per altri una nuova mobilità pulita, per altri un mezzo di trasporto flessibile, per altri ancora un alleato nello sport. 

Per noi, che siamo su questo mercato da oltre 100 anni, la bici è tutto questo. E siamo orgogliosi di cogliere questa nuova opportunità, che sta contribuendo a dare alle due ruote il valore che meritano".

 

 

A proposito di Wilier Triestina

Wilier Triestina è azienda Italiana produttrice di biciclette di alta gamma, fondata nel 1906 e con sede oggi a Rossano Veneto (VI). Una storia lunga più di un secolo contrassegnata da numerosi successi in campo sportivo e tecnologico. Tanti i campioni che hanno fatto la storia del ciclismo in sella a WilierTriestina: Fiorenzo Magni, Marco Pantani, Alessandro Ballan, Michele Scarponi, solo per citarne alcuni.

 

Impegnata nello sviluppo tecnologico di prodotto sportivo, con numerosi award vinti in materia di design ed innovazione (Eurobike Award 2017 e 2019, Design & Innovation award 2019 - solo per citare i più recenti), Wilier Triestina si è affermata oggi come punto di riferimento tra i produttori di biciclette da corsa di alta ed altissima gamma, utilizzate con successo anche dai ciclisti professionisti come quelli di Astana Pro Team e Total Direct Energie. 

 

Pur mantenendo una gestione prettamente familiare, grazie alla famiglia GastaldelloWilier Triestina produce annualmente oltre 20.000 biciclette all'anno ed è presente in circa 1.400 punti vendita sparsi in 45 differenti nazioni.  



--
www.CorrieredelWeb.it

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *