Cerca nel blog

lunedì 12 novembre 2018

Andrea Ubbiali Couture: il lusso che piace ai VIP

Ida Platano
Il noto brand fondato dall'imprenditore digitale e make-up artist conquista molti volti noti della tv italiana e internazionale


Il giovane stilista Andrea Ubbiali, trentenne e originario di Bergamo, conta un successo ed un traguardo ogni nuovo giorno: dopo essere approdato in Rai  in qualità di make-up artist, ora varca le porte della tv nazionale. 


Il suo brand moda Couture è ormai sinonimo di classe, eleganza con un tocco di sensualità.

"Cosa vogliono le donne? Sentirsi belle!" è il motto che rappresenta il suo senso della moda.

Andrea Ubbiali ha rapidamente conquistato il cuore ed il gusto di molte celebrity nazionali come Antonella Mosetti, che ha indossato un suo prezioso capo nel salotto di Barbara D'Urso a Domenica Live, e l'attrice ed ex naufraga della scorsa edizione dell'Isola dei famosi Nadia Rinaldi, che ha indossato un lungo ed elegante abito rosa nel salotto di Porta a Porta condotto da Bruno Vespa.

Maria Francesca Giuliano, la curvy model del format Avanti un'altro condotto da Paolo Bonolis, in occasione di una sua intervista per il magazine Leggo ha indossato uno scollatissimo abito firmato da Ubbiali. Una preziosa fibia con tanto di leone ha cinto il prosperoso seno della modella. 

Sono diverse anche le dame del programma Uomini e Donne di Maria De Filippi ad indossare le sue creazioni, come pure in Temptation Island Vip o nel salotto più chiacchierato d'Italia: da Ida Platano ad Ursula Bennardo, da poco rientrata in trasmissione.

Da Valentina Autiero alle presentatrici tv di canali sportivi come Noemi De Falco, cinta in una preziosa Jumpsuit lavorata a mano. 

Da Romina Parisi a molte altre ancora, prossime ad indossare le sue preziose creazioni. 

Antonella Mosetti
creazioni di Andrea Ubbiali
Il giovane stilista bergamasco è già molto apprezzato anche nel panorama internazionale. 

Clienti fidate e innamorate delle sue creazioni sono Araceli Gallego, editor in chief del magazine Dubai Fashion News, come pure le celebrity americane Farrah Abraham, protagonista del reality Teen Mom, la star dei film per adulti Brynn Tyler, la modella Aryanny Celeste e l'ex playmate Shera Bechard

Una lunga lista, cui a breve si aggiungeranno anche volti della politica femminile italiana.

Andrea Ubbiali ad oggi conta una vera e propria azienda, una socia in affari, due laboratori per le creazioni un nuovissimo studio per consulenza beauty e make-up nel cuore di Bergamo, una prossima esposizione nel centro di Milano da gennaio ed il lancio sul mercato di una nuova collection di intimo da capogiro e tanto altro ancora per un businness crescente. 

Cittadino del mondo, Ubbiali resta comunque un ragazzo semplice e attaccato alle sue radici: "Successo e denaro non mi hanno cambiato la vita. Il lavoro rende onore all'uomo e avere successo è meraviglioso, ma lavorare facendo ciò che amiamo di più è splendido. - commenta Andrea - È importante restare se stessi, con i nostri affetti e il nostro senso della vita che non bisogna mai svendere per nulla al mondo".

Nadia Rinaldi
Noemi De Falco

Notizie correlate:

domenica 11 novembre 2018

RIPARTE LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE AL CYBERBULLISMO CON #CUORICONNESSI2

RIPARTE LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE AL CYBERBULLISMO CON #CUORICONNESSI2 – "LA STAGIONE RITROVATA"

Già da tre anni, Polizia di Stato e Unieuro si impegnano a portare avanti questo progetto studiato e coordinato da PubliOne.

  

Milano – 9 novembre 2018 – È ufficialmente ripartita la campagna di sensibilizzazione sul tema del cyberbullismo e dell'uso consapevole dei dispositivi di connessione, che vede ancora una volta in collaborazione Unieuro e Polizia di Stato. La prima tappa ha visto come sede l'Auditorium Parco della Musica di Roma, alla presenza delle più alte cariche istituzionali, compreso il Capo della Polizia Franco Gabrielli e il Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dell'Interno Matteo Salvini. Entrambi hanno sottolineato con forza quanto sia importante la tecnologia, se utilizzata con scopi corretti, e come sia assolutamente necessario impedire all'indifferenza di prendere il sopravvento.

 

Già da tre anni con questo progetto, studiato e coordinato da PubliOne, Unieuro si impegna a far conoscere e comprendere le conseguenze che questo fenomeno gravissimo può generare: i messaggi, le immagini e i video caricati in rete oggi si diffondono in maniera incontrollata e restano presenti nel web per sempre, creando problematiche che in alcuni casi possono avere anche conseguenze drammatiche. Del resto, l'azienda propone nei propri negozi strumenti di connessione come PC, tablet e smartphone: anche per questo ha sentito il dovere di sostenere una campagna di sensibilizzazione al cyberbullismo, rivolta in particolare ai ragazzi, agli insegnanti, alle famiglie. Un progetto che nelle passate edizioni ha già coinvolto oltre 30.000 studenti e ha previsto anche una formazione specifica per tutto il personale Unieuro, una campagna dedicata ai clienti e la realizzazione del sito nocyberbullismo.it, che ragazzi e genitori possono utilizzare come punto di riferimento per ricevere informazioni utili e consigli su come prevenire il fenomeno.

 

"Per vocazione, la nostra agenzia si è sempre impegnata a stimolare iniziative di corporate social responsibility" – dichiara Elena Babini, Vicepresidente di PubliOne – "Nel caso di questo progetto, l'idea di lottare insieme contro il cyberbullismo è emersa di fronte alla cronaca quotidiana. La tecnologia ha cambiato la vita di tutti noi, così come quella dei nostri figli: perciò ci siamo sentiti coinvolti anche in prima persona. I ragazzi sono il nostro futuro: per questo è importante che abbiano a disposizione le informazioni e la consapevolezza necessarie a usare responsabilmente i potenti strumenti nelle loro mani. Stiamo assistendo ad un cambiamento profondo; fino a qualche anno fa le attività legate alla CSR e, più in generale, al concetto di sostenibilità erano spesso "manifesti di buona volontà" utili ai fini comunicativi ma non oggetto di vera progettualità di impresa. Oggi le imprese stanno capendo che CSR e sostenibilità rappresentano un benchmark di giudizio da parte del consumatore, sempre più attento all'eticità dei brand, e stanno inserendo questo tipo di progettualità all'interno dei cicli aziendali avendone compreso il potenziale sia dal punto di vista socio ambientale che economico. Sono sempre più le aziende che ci chiedono supporto progettuale per attività di CSR e sostenibilità, sintomo di una nuova consapevolezza che accogliamo con il piacere di chi ci crede da sempre".

 

Oggi oltre 1.200 studenti romani delle scuole secondarie di secondo grado sono stati protagonisti di questa prima tappa della nuova campagna di prevenzione itinerante, che è stato anche possibile seguire in streaming all'interno dei punti vendita Unieuro. Il format già collaudato ha previsto l'interazione diretta con i ragazzi, a opera del giornalista e storyteller Luca Pagliari, e la proiezione del nuovo docufilm "La stagione ritrovata" diretto da Stefano Ribaldi, che ha suscitato un grande entusiasmo nei ragazzi presenti in sala. Durante l'evento, è intervenuto il 15enne David Fabbri, che ha subito cyberbullismo e bullismo per cinque anni, e ha portato la propria preziosa esperienza di vittoria. A chiusura della mattinata, Pagliari ha presentato un esempio virtuoso di utilizzo della tecnologia: subito dopo il terremoto di Visso, proprio il cellulare, unico oggetto rimasto in suo possesso, è stato un supporto fondamentale per una ragazza sopravvissuta ai crolli. La prossima tappa si terrà nella città di Verona.

 

"Sono veramente orgoglioso di questo progetto e della grande squadra che l'ha sviluppato" – aggiunge Loris Zanelli, CEO di PubliOne – "Nel corso del tempo, il progetto si è anche aggiudicato diversi riconoscimenti, come il Key Award come miglior campagna istituzionale di CSR e una Stella Mediastars come miglior progetto corporate etico-sociale: questo a testimonianza del fatto che anche il nostro settore riconosce ormai la social responsibility come punto di forza di un buon posizionamento del brand. Colgo anche l'occasione per ringraziare Polizia di Stato e tutto il management di Unieuro, che con grande sensibilità ha sposato un progetto che tocca da vicino i ragazzi e le loro famiglie".

 

"Questo progetto, in cui crediamo già da tre anni, rispecchia perfettamente il nostro cuore pulsante – dichiara Marco Titi, Direttore Marketing di Unieuro – Da sempre la nostra missione è essere vicini alle persone che frequentano i nostri negozi in tutta Italia.  Ogni tappa è un incontro prezioso, in particolare con i ragazzi. Sono proprio gli adolescenti a vivere costantemente a contatto con i dispositivi proposti dalla nostra insegna, gli stessi attraverso i quali un cyberbullo può mettere in atto comportamenti inaccettabili. Quindi non potevamo non rispondere a un'esigenza di informazione, consapevolezza e prevenzione: è una responsabilità che ci assumiamo con passione. E vogliamo continuare a sostenere questo progetto con tutte le nostre forze". 



Nelle immagini: Elena Babini (Vicepresidente PubliOne), Marco Titi (Direttore Marketing di Unieuro), Loris Zanelli (CEO PubliOne); Marco Titi e il Ministro dell'Interno Matteo Salvini


--
www.CorrieredelWeb.it

Assoluzione Raggi, Decaro (Anci): Buon lavoro a Virginia. Stop giustizialismo contro i sindaci

Assoluzione Raggi, Decaro (Anci): "Buon lavoro a Virginia. Stop giustizialismo contro i sindaci"

 

"L'assoluzione della sindaca di Roma è certamente una buona notizia. Lo dico da sindaco e da presidente dell'Anci. Sono contento che la collega Raggi abbia potuto dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati dalla Procura. Mi dispiace invece che esponenti qualificati del movimento di cui è espressione la sindaca, si siano scagliati contro i giornalisti e gli editori: il giustizialismo sempre pronto a buttare fango, anche nelle fasi molto preliminari delle inchieste giudiziarie, attenta costantemente alla credibilità delle istituzioni allontanando i cittadini. 

Ora Virginia, alla quale va tutta la mia stima e solidarietà, può continuare con maggiore serenità e vigore la sua azione di governo in una città difficilissima da amministrare".

 

Roma, 10 novembre 2018



--
www.CorrieredelWeb.it

I disoccupati hanno una vita sessuale migliore. Ricerca Ipsos per la Fondazione Pro - per il benessere maschile


Ricerca Ipsos per la Fondazione Pro - per il benessere maschile

Un disoccupato su tre (30%) molto soddisfatto della qualità della propria vita sessuale.
 Tra chi lavora percentuale si ferma al 23%.

 La ricerca sarà presentata a Napoli il 19 novembre, in occasione della Giornata Internazionale per la Salute maschile 

Il 30 per cento di chi non lavora esprime una elevata soddisfazione per la qualità della propria vita sessuale. Tra chi lavora la percentuale si ferma al 23%. I pensionati al 17%.

Abbastanza soddisfatto il 57% degli occupati, il 51% dei pensionati e il 39% di chi non lavora.

I dati sono estratti da una ricerca commissionata dalla Fondazione Pro – per il benessere maschile – all'Istituto di Ricerca Ipsos.

La ricerca sarà presentata a Napoli in occasione della Giornata Internazionale della salute maschile, il 19 novembre, in un evento in programma presso la sede dell'Unione Industriali Napoli.

Con il Presidente della Fondazione Pro, il professor Vincenzo Mirone, ne discuteranno tra gli altri: il presidente della SSC Napoli Aurelio De Lurentiis, il filosofo Aldo Masullo, il presidente dell'Ipsos, Nando Pagnoncelli, il professor Luigi Nicolais, l'imprenditore Paolo Scudieri e la giornalista Rai Isoradio, Maria Laura Veneziano.

La Fondazione Pro, nata nel 2011 da un'idea del professor Vincenzo Mirone e dell'avvocato Antonio Mancino, è l'unica Fondazione in Italia che si occupa esclusivamente di salute e benessere maschile.
La costituzione della Fondazione è stata resa possibile da una generosa donazione di Maria e Aldo Iacometti, che hanno fermamente creduto in tale iniziativa, sposandone appieno le finalità.
Si propone di diffondere la cultura della prevenzione nella popolazione maschile e promuovere il benessere dell'uomo in ogni fase della vita, dalla pubertà fino all'invecchiamento. 
PRO fa sintesi tra alta cultura scientifica e strumenti di divulgazione per rendere sempre più efficace il diritto a una vita sana anche per l'uomo.



Occupazione e soddisfazione vita sessuale

Quanto si ritiene soddisfatto della qualità della Sua vita sessuale?


lavora
pensionati
altro, non lavora
Molto
23%
17%
30%
Abbastanza
57%
51%
39%
Poco
15%
28%
23%
Per nulla
5%
4%
6%
Preferisco non rispondere
0%
1%
1%

La dichiarazione di Trump per limitare i diritti delle persone che cercano asilo

LA DICHIARAZIONE DI TRUMP PER LIMITARE I DIRITTI DELLE PERSONE CHE CERCANO ASILO

In risposta alla proclamazione del Presidente Trump per limitare i diritti delle persone in cerca di asilo lungo il confine meridionale, il segretario generale di Amnesty International, Kumi Naidoo, ha detto:

"La proclamazione del presidente Trump è un ulteriore tentativo di distruggere la lunga tradizione degli Stati Uniti per garantire il diritto umano fondamentale di cercare protezione da paure e persecuzioni che mettono in pericolo la vita. L'asilo non è una scappatoia, è un'ancora di salvezza. Questa politica mette inutilmente in pericolo la vita di migliaia di persone. La legge degli Stati Uniti afferma che chiunque può chiedere asilo, indipendentemente dal fatto che si trovi o meno in un punto di entrata ufficiale.

"Al di là della retorica disumanizzante di Trump ci sono madri, padri e bambini che fuggono da situazioni estremamente pericolose e sopportano un viaggio molto rischioso perché non hanno altra scelta che lasciare la loro casa".

La direttrice esecutiva di Amnesty International USA, Margaret Huang, ha aggiunto:

"Quando ho visitato Tornillo, nel Texas, ho visto in prima persona l'impatto delle politiche disumane e illegali che hanno traumatizzato persone in fuga dal pericolo. La criminalizzazione dei richiedenti asilo, piuttosto che la compassione, ha creato alcune delle politiche più vergognose che abbia mai visto in questo paese."

"La narrativa che le persone che cercano asilo sono una minaccia alla sicurezza è una crisi costruita dall'amministrazione Trump, radicata nella politica dell'odio e della paura. Dal 2017, Amnesty ha documentato che migliaia di persone già aspettano per settimane nei punti di ingresso, e altri sono ingiustamente allontanati dagli agenti di confine degli Stati Uniti mentre cercano di ottenere protezione".

Ulteriori informazioni

Il mese scorso, Amnesty International ha pubblicato un rapporto in cui rivela che le autorità di frontiera degli Stati Uniti violano regolarmente sia le leggi nazionali che quelle internazionali, allontanando i richiedenti asilo alla frontiera senza registrarli o valutare le loro richieste.

I ricercatori di Amnesty International sono stati sul campo con la carovana centroamericana e hanno parlato con persone che chiederanno asilo, inclusi molti bambini e anziani.

sabato 10 novembre 2018

PokerStars lancia la Realtà Virtuale con Oculus Rift e HTC Vive

POKERSTARS VR PORTA I GIOCATORI IN UN NUOVO MONDO VIRTUALE CON OCULUS RIFT E HTC VIVE

Le esperienze di poker virtuale arrivano in tempo per le vacanze invernali


ONCHAN, Isle of Man – November 8, 2018 – L'ultima innovazione in casa PokerStars è PokerStars VRora disponibile in download gratuito in tutti i mercati di PokerStars. 
Il lancio ufficiale del gioco, anticipato con entusiasmo, segue la fase di test in versione beta provata in anteprima da 150 invitati che hanno utilizzato Oculus Rift e HTC Vive. 
PokerStars VR è ora disponibile in download attraverso gli Store di Oculus e Viveport e attraverso Steam.
I giocatori di tutto il mondo possono ora vivere comodamente da casa e in prima persona tutto ciò che accade quando il poker online incontra il poker dal vivo. 
PokerStars VR, sviluppato con Lucky VR, è caratterizzato da un mix perfetto di puro gameplay, condivisione e interazioni divertenti per far esplorarequesto mondo a nuovi utenti.
I giocatori hanno la possibilità di immergersi completamente in diverse scene di social poker, scegliendo l'ambiente in cui giocare, tra cui Macau 2050, The Macau Suite, The Showdown Saloon, Monte-Carlo Yacht e The Void
Utilizzando i controlli intuitivi per un gameplay fluido, si possono maneggiare anche le carte e le chip, ci si può intrattenere con gli altri giocatori come se ci si trovasse davvero tutti intorno allo stesso tavolo. 
Il gioco è caratterizzato anche da una serie di scenari divertenti e interattivi, da comandi vocali al broadcast di Twich integrato e allo streaming su Oculus Rift per chi volesse giocare e trasmettere in streaming.
WORLD CLASS VR EXPERIENCE
"Quando abbiamo mostrato il prodotto in anteprima è stato fantastico vedere le persone divertirsi davvero diventando sempre più coinvolti nel gioco" ha dichiarato Severin Rasset, PokerStars Director of Poker Innovation and Operations
"Abbiamo voluto avventurarci nel mondo della realtà virtuale perché crediamo sia una strada da intraprendere per far assaporare ai nostri utenti con si può fare con le nuove tecnologie. Consiglio vivamente a tutti di provare il gioco considerando che per capirlo davvero bisogna viverlo in prima persona."
Il nuovo gioco simula accuratamente l'esperienza del live poker riportandone le stesse sottigliezze e interazioni in un ambiente online. 
Molto lavoro è stato dedicato nello svilippo di PokerStars VR nel tentativo di ricreare l'atmosfera di una vera partita di poker, inclusi elementi come le torri di chip, occhiate furtive alle carte degli avversari e le abilità di provare a leggere gli avversari e bluffare in una nuova dimensione.


Informazioni su PokerStars
PokerStars gestisce i siti di poker online più frequentati al mondo, offrendo i propri servizi alla comunità pokeristica globale. 

Dal suo lancio nel 2001, PokerStars è diventata la prima scelta per i giocatori di tutto il mondo, con più tornei giornalieri e i migliori sistemi di sicurezza online rispetto a qualsiasi altro concorrente. 

Sono state giocate più di 182 miliardi di mani su PokerStars, numero che nessun altro sito è riuscito a eguagliare.

The Stars Group è proprietario o licenziatario di marchi e attività correlate al giocotra cui PokerStars, PokerStars Casino, BetStars, Full Tilt, Sky Bet, Sky Vegas, Sky Casino, Sky Bingo, Sky Poker e BetEasy oltre a marchi di tour ed eventi di poker live, inclusi i PokerStars Players No Limit Hold'em Championship, European Poker Tour, PokerStars Caribbean Adventure, Latin American Poker Tour, Asia Pacific Poker Tour, PokerStars Festival e PokerStars MEGASTACK.

The Stars Group è uno dei marchi  che vanta il maggior numero di licenze di gioco a livello mondiale, ed è titolare di licenze o omologazioni correlate in ben 19 giurisdizioni in tutto il mondo, come Europa, Australia e il continente Americano.

Gioca responsabilmente! 


--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 9 novembre 2018

Le età infelici: la presentazione al Candelibro

Continuano gli incontri d'autore al Candelibro, la libreria in via delle Vigne Nuove 4, a Roma. Lunedì 12 novembre alle ore 18 con la giornalista Fiorella Cappelli dialogherà Sara Sajeva, autrice del libro 'Le età Infelici' edito da Castelvecchi Editore. Le letture dei brani saranno a cura di Michela Zanarella e Giuseppe Lorin. Interverrà la D.ssa Psicoterapeuta Patrizia Giungato.

Unione Naz. Consumatori su manovra: Governo trovi compromesso su deficit strutturale

Tria, impegnati in risposta a Ue, confermiamo manovra

UNC: Governo trovi compromesso su deficit strutturale

 

Il ministro dell'economia, Giovanni Tria, ha dichiarato oggi che il Governo intende confermare la manovra nei suoi pilastri fondamentali.

"Al di là del fatto che anche in passato tutti i Governi italiani hanno fatto previsioni di crescita troppo ottimistiche e che anche la Commissione Ue ha fatto spesso stime ballerine, il punto critico di questa manovra è che questa volta viene scritto nero su bianco che l'Italia non ha alcuna intenzione di rispettare gli impegni presi con il Patto di stabilità. Insomma, è evidente che messa in questi termini la Commissione non ha altra scelta che respingere la manovra" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

"Ecco perché se il deficit a 2,4 è ormai diventato un totem, bisognerebbe almeno prendere l'impegno con l'UE di contenere, nel 2019, l'aumento del deficit strutturale o meglio ancora ridurlo anche solo di un punto percentuale. E' questo l'unico compromesso possibile se non vogliamo prendere una multa pari allo 0,2% del Pil, equivalente a 3,45 miliardi" conclude Dona.



--
www.CorrieredelWeb.it

Checkpoint Systems sposa la filosofia Inspire Transformation e partecipa al Forum Retail 2018, il 29 e 30 novembre a Milano

Checkpoint Systems sposa la filosofia Inspire Transformation e partecipa come sponsor al Forum Retail 2018, il 29 e 30 novembre a Milano.

 

Milano, 9 novembre 2018 – Checkpoint Systems, leader mondiale per le soluzioni di disponibilità della merce nel settore Retail, che comprendono la prevenzione delle perdite e la visibilità dei prodotti, parteciperà come Silver Sponsor al diciottesimo Forum Retail, l'appuntamento annuale che raduna la più grande community del comparto in Italia e che si terrà a Milano il 29 e 30 novembre, presso Una Hotel Expo Fiera.

 

L'evento si conferma occasione per raccontare le sfide affrontate dai retailer e dal mondo della distribuzione, analizzate dal punto di vista dell' innovazione tecnologica, grazie anche al coinvolgimento di relatori internazionali e speaker provenienti dalle maggiori realtà e aziende, che condivideranno le loro opinioni e previsioni di crescita del settore.

Nelle due giornate del Forum Checkpoint Systems presenterà le tecnologie e soluzioni più all'avanguardia a disposizione dei retailer per la riduzione delle differenze inventariali e dei casi di disassortimento. Sarà possibile scoprire e provare personalmente i prodotti dell'azienda all'interno del Future Store, una zona esclusiva dedicata all'innovazione, che verrà allestita dall'azienda proprio all'interno dell'Area Espositiva.

Tra i prodotti presenti nello store sarà presentato SmartLink il sistema di monitoraggio della sicurezza, che rende il punto cassa ancora più intelligente e sicuro grazie ai nuovi sensori e servizi integrati come le notifiche real time in negozio, l'archiviazione delle informazioni in un cloud per la reportistica analitica e una piattaforma funzionante in tempo reale. L'altra novità firmata Checkpoint Systems sarà la nuova antenna NEO NP20, progettata per rivoluzionare il settore in termini di performance e di connettività. La nuova antenna, dotata di connettività wireless Bluetooth, novità assoluta, amplia le funzionalità delle soluzioni EAS a radiofrequenza, con un incremento fino al 35% della portata standard di rilevamento, caratteristica tecnica che consentirà ai Retailer di posizionare ciascuna antenna ad una distanza fino a 2,7 metri.

 

Giovedì 29 novembre è in programma, inoltre, una sessione a porte chiuse sulla Retail Security, durante la quale Alessandro Marangoni, Direttore Sicurezza di FinIper La Grande I, porterà come testimonianza la propria esperienza di collaborazione con Checkpoint Systems nell'ambito di una gestione smart della sicurezza e rilevazione dati, raccontando il progetto Connettività.

 

All'interno dello stesso Future Store sarà anche possibile per i visitatori vedere una riproduzione dell'allestimento tecnologico che Checkpoint Systems ha realizzato per FinIper.

Alberto Corradini, Italy Business Unit Director Checkpoint Systems ha commentato: "Oggi più che mai conoscere il mercato di riferimento non è sufficiente a far evolvere le aziende: creare nuovi business model, confrontarsi, stringere sinergie è indispensabile per vincere le sfide del settore. Oggi i retailer devono perseguire innovazione, unicità e passione per emergere tra la concorrenza e noi di Checkpoint intendiamo supportare concretamente l'evoluzione del settore Retail, Gdo & Fashion sapendolo ispirare, facendo nostro proprio lo slogan dell'edizione 2018 di Forum Retail "Inspire Transformation". 




--
www.CorrieredelWeb.it

Btp Italia - IACOVONI, Il capo della direzione del debito pubblico al Ministero dell’Economia a Due di Denari su Radio 24: : “Torniamo alla scadenza di 4 anni perché il contesto è cambiato” - “I risparmiatori retail stanno tornando sui titoli del debit

Sui Btp Italia - IACOVONI, Il capo della direzione del debito pubblico al Ministero dell'Economia a Due di Denari su Radio 24:  "Torniamo alla scadenza di 4 anni perché il contesto è cambiato" - "I risparmiatori retail stanno tornando sui titoli del debito pubblico"- "Buona fidelizzazione, tra il 20 e il 25% della quota del retail è rimasta nelle sue tasche fino alla scadenza"- "Struttura del debito stabile, vogliamo andare incontro al risparmiatore retail "

 

"Siamo tornati alla scadenza 4 anni perché in passato l'aumento della scadenza fu dovuta all'aumento dei tassi di interesse sul mercato. Ora il contesto è cambiato e ci consente di tornare sulla scadenza originale, la stessa dell'esordio del programma nel 2012: una scadenza assolutamente consona per il tipo di investitore che vogliamo soddisfare, quello individuale, al dettaglio. La remunerazione via cedola, in questo caso, sarà sicuramente più interessante". Lo afferma il capo della direzione del debito pubblico al Ministero dell'Economia Davide Iacovoni a Due di Denari di Debora Rosciani e Mauro Meazza su Radio 24.  "Sul lungo periodo, abbiamo visto una riduzione importante della presenza diretta del risparmiatore retail sul debito pubblico, sullo stock dei titoli di stato. Nel 2017 siamo scesi al minimo storico, intorno al 4,8/4,9%. Con i tassi di adesso i risparmiatori retail hanno ricominciato a rientrare sui titoli del debito pubblico in modo diretto"- prosegue a Radio 24 e aggiunge: "C'è una buona base di fidelizzazione, per cui abbiamo seguito il tracciato dei titoli che sono nati e abbiamo visto che tra un 20 e un 25% della quota sottoscritta dal retail è rimasta nelle tasche di questi risparmiatori fino alla scadenza, gli altri hanno rivenduto fino alla scadenza. Però è un dato molto buono se considerato e rapportato rispetto alle emissioni tradizionali. L'effetto premio, seppur contenuto, c'è quindi stato." Iacovoni sui Btp Italia infine conclude a Radio 24: "L'età media dello stock dei titoli di stato a fine ottobre è poco meno di 6,8 anni, quindi durante questi mesi la vita media è rimasta piuttosto stabile. La struttura del debito è rimasta piuttosto stabile e ben immunizzata rispetto a potenziali ulteriori aumenti dei tassi di interesse. La scadenza a 4 anni si inserisce all'interno di un menu di strumenti offerti dal tesoro, tra cui scadenze molto lunghe che saranno in grado di controbilanciare questa scadenza più corta. Il nostro obiettivo è venire incontro alle esigenze del risparmiatore retail".



--
www.CorrieredelWeb.it

Acqua Group è Content Partner di IF! Italians Festival 2018


Acqua Group è Content Partner di IF! Italians Festival 2018

Milano, 6 novembre 2018 - Acqua - gruppo data-driven specializzato nella consulenza e nella comunicazione integrata omnichannel – è Content Partner di IF! Italians Festival – l'evento internazionale dedicato alla creatività, organizzato e promosso da ADCI e Assocom in partnership con Google e patrocinato dal Comune di Milano, che si svolgerà dall'8 al 10 novembre presso BASE Milano.

Acqua Group dà appuntamento al pubblico di IF! Italians Festival per il talk "If We Made It" in programma venerdì 9 novembre dalle 17:30 alle 18:15 in IF! Arena, a cura di Grandi Stazioni in collaborazione con Acqua Group, Ideal e Relata e moderato da Emanuele Nenna (Presidente ASSOCOM). Una sfida avvincente in cui il team di Acqua Group racconterà cosa farebbe e per quale cliente se avesse a disposizione tutti gli schermi di una stazione, un 4*4 metri fisico in stazione e la possibilità di far interagire gli smartphone con questi mezzi.

Dieci intensissimi minuti in cui Luca Negretti e Massimo Del Monaco, Direttori Creativi di Acqua Group, illustreranno l'idea dell'agenzia che, se vincente rispetto alle altre in competizione, si concretizzerà in una vera e propria campagna, da realizzare in partnership con Grandi Stazioni.


Acqua, gruppo data-driven specializzato nella consulenza e nella comunicazione integrata omnichannel, è a capitale interamente privato e italiano. Ha al suo attivo 150 clienti, con alcune concentrazioni nel mondo del retail (fiere, outlet center, centri commerciali, gdo), nel settore assicurativo e automobilistico, nel food & beverage e nella cosmetica. Ha chiuso il 2017 con quasi 15 milioni di euro di fatturato, ha sede a Milano e al suo interno operano 55 persone di comprovata esperienza nel mercato, che hanno fatto convergere le loro competenze in un'unica realtà declinata in otto divisioni operative: ricerche di mercato, media planning e buying, advertising e below the line, web, digital e social marketing, eventi ed engagement, programmi di fidelizzazione e retail activation. Acqua è presente, attraverso una consolidata rete di partnership, in molti paesi europei, in Asia, Nord e Sud America, soddisfacendo le esigenze dei suoi clienti con efficacia e rapidità e garantendo sempre un'elevata qualità nel servizio offerto.




--
www.CorrieredelWeb.it

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *