Cerca nel blog

lunedì 31 agosto 2020

CASTELLABATE - IL SINDACO LUISA MAIURI COMUNICA I PRIMI DUE CASI DI CORONAVIRUS

CASTELLABATE -  Il Dipartimento di Prevenzione dell’ASL ha appena comunicato la presenza di 2 casi positivi da Covid – 19 a Castellabate.
Le persone interessate,  entrambe asintomatiche, non sono residenti  ma attualmente dimorano nel comune, essendo obbligate all’isolamento fiduciario.
L’Asl ha già provveduto a tracciare la  catena dei contatti  che ha dato esito negativo.
Come per l’altra volta, trattasi di soggetti venuti a contatto con una persona, non residente e di passaggio a Castellabate, risultata poi positiva.
Si comunica che la situazione non desta preoccupazione e si invita la cittadinanza a continuare nel rispetto di tutte le norme anti-covid.

domenica 30 agosto 2020

Giorgio Chiesi in mostra ad Argenta, Ferrara

 Ad Argenta in mostra 50 anni di opere dell’artista Giorgio Chiesi Del remare contro

Giorgio Chiesi mostra personale ArgentaDall’11 settembre al 18 ottobre 2020 presso il Mercato centro culturale arte contemporanea di Argenta in piazza Marconi 1 saranno in mostra significative opere degli ultimi 50 anni di produzione di Giorgio Chiesi.
Artista di origini reggiane (Felina RE) trascorse la sua giovinezza artistica a Milano dove da fine degli anni ’70 fece parte dell’elite artistica milanese e italiana.
Amico di Gianfranco Ferroni, Giuseppe Migneco, Ibrahim Kodra, ebbe modo di conoscere e frequentare tutti gli artisti orbitanti su Milano, come Gianni Dova, Aligi Sassu, Ennio Morlotti, Bruno Cassinari, Ernesto Treccani. Orbitanti su Firenze come Antonio Bueno, Vinicio Berti e orbitanti su Roma come Renzo Vespignani, Ennio Calabria, Franco Mulas e Jose Ortega.

L’11 settembre alle ore 21 vi sarà l’inaugurazione presente l’artista con presentazione di Michele De Palo e testo critico di Clelia Antolini.

L’ingresso è libero e gli orari sono:
martedì e mercoledì 9-13
giovedì venerdì e sabato 9-13 15.30-18.30
domenica 15.30-18.30

Per la fiera di Argenta (12 e 13 settembre) apertura straordinaria 14-24

Mercato centro culturale arte contemporanea, piazza Marconi 1, Argenta (FE)
tel 800111760 0532-330276
r.rizzoli@comune.argenta.fe.it

Ricordate anche che è possibile, previo appuntamento, visitare direttamente lo studio di Giorgio Chiesi a Busseto https://g.page/giorgiochiesiartista
335-8115375
GiorgioChiesi.net


venerdì 28 agosto 2020

CONTROESODO: AL RIENTRO 21 MLN DI ITALIANI

CONTROESODO: COLDIRETTI/IXE', AL RIENTRO 21 MLN DI ITALIANI

 
Si conclude il rientro per i 21,1 milioni di italiani che hanno deciso di concedersi almeno un giorno di vacanza fuori casa nel mese di agosto dell'estate 2020, in calo dell'11% rispetto allo scorso anno a causa dell'emergenza coronavirus. E' quanto emerge dal bilancio Coldiretti/Ixè, diffuso in occasione dell'ultimo weekend del mese di agosto da bollino rosso per il controesodo. Con l'emergenza sanitaria che ha ritardato le partenze si è consolidata quest'anno – sottolinea la Coldiretti – l'abitudine tutta nazionale a concentrare le partenze nel mese di agosto che è stato di gran lunga il più gettonato dell'estate ma anche quello che ha fatto segnare il calo minore delle presenze nazionali dopo il crollo del 54% a giugno e del 23% a luglio. Il timore del virus e la volontà di attendere un miglioramento della situazione ha portato, infatti, molti turisti – precisa la Coldiretti - a rimandare il più possibile la partenza.

 

Nonostante le file agli aeroporti degli italiani provenienti dai Paesi a rischio per i tamponi, il Belpaese – continua la Coldiretti – è stata di gran lunga la destinazione preferita delle vacanze dal 93% rispetto all'86% dello scorso anno. Un incremento significativo che non riesce tuttavia a compensare la pesante perdita delle presenze straniere che sono state praticamente azzerate da fuori dell'Europa ma molto rari – precisa la Coldiretti – sono stati anche i turisti comunitari frenati dalla ripresa dei contagi nel proprio Paese, dalla Germania alla Francia, dalla Gran Bretagna alla Spagna.

 

La novità di quest'estate sta anche nel fatto che – sottolinea la Coldiretti – 1 italiano su 4 (25%) ha scelto una destinazione vicino casa, all'interno della propria regione di residenza.  Se la spiaggia – spiega Coldiretti – è stata la meta preferita, ha tenuto il turismo in montagna e quello di prossimità con la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane, in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, mentre crollano le presenze nelle città. Risultati invece incoraggianti per gli agriturismi anche in previsione del mese di settembre secondo Campagna Amica e Terranostra.

 

La maggioranza degli italiani – continua la Coldiretti – ha scelto di riaprire le seconde case di proprietà, o di alloggiare in quelle di parenti e amici o in affitto, ma nella classifica delle preferenze ci sono nell'ordine anche campeggi con i camper molto gettonati mentre sono in sofferenza gli alberghi. Il risultato – conclude la Coldiretti - è una spesa media destinata dagli italiani alle vacanze estive crollata quest'estate a 588 euro per persona con un calo del 25% rispetto allo scorso anno secondo l'analisi Coldiretti/Ixè.

 





--
www.CorrieredelWeb.it

XONNE, SOCIETA' DEL GRUPPO RELATECH E PMI INNOVATIVA LEADER NELLE SOLUZIONI DI REALTA' VIRTUALE ED AUMENTATA, HA SVILUPPATO L'APP MUSEO DIGITALE DIFFUSO DEL CICLISMO CON IL PATROCINIO DI RAI, GAZZETTA DELLO SPORT GRUPPO RCS E FEDERAZIONE CICLISTICA ITA

XONNE, SOCIETA' DEL GRUPPO RELATECH E PMI INNOVATIVA LEADER NELLE SOLUZIONI DI REALTA' VIRTUALE ED AUMENTATA, HA SVILUPPATO L'APP MUSEO DIGITALE DIFFUSO DEL CICLISMO CON IL PATROCINIO DI RAI, GAZZETTA DELLO SPORT GRUPPO RCS E FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA

 

Milano, 28 agosto 2020

 

Relatech S.p.A., Digital Enabler Solution Knowledge (D.E.S.K.) Company e PMI innovativa quotata sul mercato AIM Italia (Ticker: RLT), comunica che, in data odierna, in occasione dell'inizio del Giro d'Italia Giovani Under 23 2020 (8 tappe dal 29 agosto – 5 settembre), è stata rilasciata l'applicazione mobile e web Museo Digitale diffuso del ciclismo sviluppata da Xonne S.r.l., società del Gruppo Relatech e PMI innovativa leader nelle soluzioni di realtà virtuale ed aumentata.

 

Relatech grazie alla propria piattaforma digitale e cloud-based RePlatform, e Xonne esperta in applicazioni innovative per la Digital Customer experience, hanno realizzato l'App Museo digitale diffuso del ciclismo con il patrocinio di Rai S.p.A., Gazzetta dello Sport gruppo RCS, Federazione Ciclistica Italiana e con il supporto dell'Istituto Luce.

 

L'app, disponibile da oggi sia per il sistema Android che iOS, nasce dalla volontà di divulgare la storia del ciclismo inteso come parte integrante del patrimonio culturale italiano e di raccontarla attraverso i territori, i percorsi ed i protagonisti.

 

L'app, basata sulle moderne tecnologie di frontiera Digital Enablers, quali Augmented, Virtual e Mixed Reality e IoT, consente all'utente di poter esplorare l'epopea italiana del ciclismo attraverso contenuti extra. Infatti, attraverso i moderni sistemi di geolocalizzazione presenti nell'app (sistema gpx mappe scaricabili), l'utente ripercorrendo i percorsi e i tracciati di gara che hanno fatto la storia del ciclismo, può accedere a contenuti riservati ed esperienziali in realtà aumentata, come market video, fotografie, interviste ai campioni di ieri e di oggi, articoli ed approfondimenti inediti appartenenti alle biblioteche private dei ciclisti e agli archivi RAI, della Gazzetta dello Sport gruppo RCS e della Federazione Ciclistica Italiana.

 

Le moderne tecnologie Digital Enabler, VR e AR divengono fondamentali per ampliare ed arricchire l'esperienza dell'utente rendendola unica ed interattiva attraverso tecniche di gamification.

 

L'app, oltre a voler salvaguardare il patrimonio storico del ciclismo digitalizzandolo e catalogandolo, assume un valore aggiunto in termini di promozione dei musei aziendali e di marketing territoriale per il turismo nazionale facendo riscoprire i micro-territori d'Italia attraverso la lente del ciclismo.

 

Silvio Cosoleto, Vice President of sales Relatech, commenta: "Il progetto del museo digitale diffuso del ciclismo, oltre ad avere una valenza elevata per importanza sportiva, culturale e mediatica che un evento come il Giro d'Italia implica, rappresenta per noi il rafforzamento della sinergia tra Relatech e Xonne, finalizzata alla realizzazione di soluzioni digitali innovative per la customer experience. Quella con Xonne è una vera e propria partnership industriale che consente al Gruppo Relatech di accrescere le proprie competenze in ambito AR, VR, IoT e di offrire soluzioni e applicazioni custom centriche che mirano a far vivere all'utente delle esperienze aumentate a 360° attraverso l'utilizzo delle moderne Digital Enabler Technologies. Crediamo che il progetto del museo digitale sia un'idea altamente innovativa che sfrutta a pieno le potenzialità della realtà aumentata e che attraverso la nostra piattaforma digitale e cloud-based RePlatform sia verticalizzabile in diversi settori di mercato, primo tra tutti quello del turismo culturale e museale, ma con una forte affinità anche verso il mondo retail e industry su ampia scala. Siamo molto orgogliosi di aver contribuito con le nostre competenze di Digital Enabler Solution Knowledge Company allo sviluppo di un progetto di rilevanza nazionale come il Giro d'Italia Under 23."

 

Il presente comunicato stampa è online su www.relatech.com (sezione Investor Relations/Comunicati stampa) www.emarketstorage.com.

 

Relatech (ticker RLT ISIN IT0005371874), Digital Enabler Solution Knowledge (D.E.S.K.), quotata su AIM Italia dal giugno 2019, è presente sul mercato con soluzioni innovative dedicate alla digital transformation delle imprese. Relatech è una PMI innovativa focalizzata su clienti che ricercano le soluzioni più innovative, diventando partner strategico per la digitalizzazione e i servizi ICT. Relatech investe costantemente in Open Innovation con un'ampia attività di R&D svolta internamente e numerose partnership con le principali Università italiane ed enti di Ricerca. Grazie alla piattaforma digitale e cloud-based RePlatform, eroga servizi e sviluppa soluzioni digitali innovative nelle tecnologie di frontiera Digital Enabler, quali Cloud, Cybersecurity, Blockchain, Big Data, Machine Learning, Artificial Intelligence, Internet of Things.

 

Xonne S.r.l., nata nel 2011 e con sede a Parma, si occupa dello sviluppo di soluzioni ed applicazioni dedicate al mondo mobile, web, virtual & augmented reality. Grazie alle comprovate competenze, la società realizza piani di comunicazione personalizzati per ogni progetto mobile/web, basati sullo studio ed analisi delle funzionalità, creatività grafica interfaccia, sviluppo applicativo (iOS, Android, Windows Phone) e pubblicazione sugli store, con l'obiettivo di realizzare la soluzione promozionale mobile ottimale. Xonne sfrutta la tecnologia della realtà aumentata e virtuale per realizzare soluzioni mobile innovative ed emozionali creando: cataloghi interattivi AR; fruibilità di funzioni classiche della modellazione 3D (permettendo agli utenti della App di interagire sugli oggetti visualizzati "toccandoli con mano" mediante rotazione, zoom-in, zoom-out); live brochure AR; immersione AR 360°(integrazione della funzione tecnologica evoluta delle Immersioni AR 360°, permettendo alla persona di simulare la sua visita all'interno di questo ambiente 360° navigando lo spazio con il device o con occhiali AR).




--
www.CorrieredelWeb.it

Mario Hubler: la valorizzazione turistica del Mezzogiorno con eventi sportivi e culturali

Gli eventi valorizzano in maniera significativa il patrimonio artistico e culturale del territorio.


“I grandi eventi culturali e sportivi, come fu America’s Cup World Series nel 2013, rappresentano delle straordinarie opportunità per il Mezzogiorno”. Queste le parole di Mario Hubler, ingegnere napoletano ed ex amministratore unico di ACN, la società organizzatrice di Coppa America 2013.

“In quegli anni, ad esempio, si è sfruttata la visibilità internazionale dell’evento sportivo per valorizzare località, paesaggi, musei, chiese, monumenti che, nonostante meravigliosi, erano meno noti da un punto di vista turistico”.

Qui l’intervista completa di Mario Hubler sulla Coppa America a Napoli: https://youtu.be/3IORQHWfB-U

Per ulteriori informazioni su Mario Hubler è possibile consultare i seguenti link:

 

giovedì 27 agosto 2020

FASE 3, PAURA SPINGE +29% CASE IN CAMPAGNA

FASE 3: COLDIRETTI, PAURA SPINGE +29% CASE IN CAMPAGNA

 
L'aumento del 29% delle ricerche di case in campagna, nei borghi e nei piccoli comuni è spinto dal bisogno di maggior sicurezza e distanziamento sociale ma anche dal desiderio di una migliore qualità della vita fatto esplodere dall'emergenza Covid. E' quanto afferma la Coldiretti nel commentare l'analisi dell'Ufficio Studi Idealista rispetto al periodo pre-Covid, che evidenzia la nuova tendenza di mercato esplosa dopo il lockdown con un'impennata a luglio.

 

La ricerca di spazi verdi all'aperto senza la preoccupazione di evitare i pericolosi affollamenti delle città sono alla base – sottolinea la Coldiretti - del crescente interesse per i centri minori con una decisa inversione di tendenza rispetto al passato. Ma ad incidere – precisa la Coldiretti - è anche la diffusione dello smart working che consente di lavorare a distanza e che per molti è destinato a consolidarsi in futuro, anche dopo l'emergenza.

 

In Italia i centri sotto i 5mila abitanti sono, infatti, 5.498, quasi il 70% del totale, secondo un'analisi Coldiretti su dati Istat, ma vi risiede solo il 16% degli italiani, pari a 9,8 milioni di abitanti, pur rappresentando il 54% dell'intera superficie nazionale. Ma in molte regioni il territorio coperto dai borghi arriva anche al 70%. 

 

La conferma del maggior livello di sicurezza delle campagne viene peraltro – sottolinea la Coldiretti - dagli ultimi dati Inail che evidenziano come appena lo 0,1% delle 51363 denunce di contagio da Covid-19 al lavoro registrate dall'Inail in Italia dal 1 gennaio al 31 luglio riguarda l'agricoltura dove nelle 730mila aziende non si è peraltro mai smesso di lavorare per garantire le forniture alimentari alla popolazione.

 

Dopo il periodo di lockdown molti italiani – sottolinea la Coldiretti - hanno riscoperto durante l'estate le seconde case in campagna o hanno avuto l'occasione di apprezzare durante le vacanze la vita nei borghi e nei centri minori che mai come quest'anno sono stati gettonati dai vacanzieri desiderosi di sfuggire dalle mete turistiche più affollate come le spiagge.

 

Il risultato è un diffuso desiderio di trasferirsi in campagna che si esplicita con la ricerca di casali, rustici, fattorie nei centri minori a prezzi molto più bassi delle abitazioni nelle grandi città che possono anche assicurare una migliore qualità della vita a contatto con la natura, alla riscoperta delle tradizioni e della buona e sana alimentazione.

 

Per sostenere questa tendenza la Coldiretti chiede di estendere l'ecobonus del 110% per le ristrutturazioni anche a 2 milioni di edifici rurali per salvare il patrimonio storico unico di malghe, cascine, fattorie, masserie e stalle a rischio degrado lungo tutta la Penisola dove rappresenta un tratto essenziale del paesaggio Made in Italy.  Sarebbe un'occasione importante – sottolinea Coldiretti – per recuperare fabbricati spesso abbandonati e salvare l'architettura rurale che dà forma al paesaggio ed esprime l'identità dei luoghi in una relazione di integrazione tra i sistemi produttivi locali e la conservazione della biodiversità agricola. Una opportunità per rivitalizzare le aree interne valorizzando l'identità territoriale e i sistemi produttivi locali ma anche per promuovere nuovi flussi turistici nelle campagne offrendo allo sguardo del visitatore la bellezza del paesaggio, le tradizioni e la cultura di un'agricoltura in armonia con la storia e l'ambiente.

 

 

 

COLDIRETTI - 335 8245417 - 06 4682487 - relazioniesterne@coldiretti.it - www.coldiretti.it

 

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Redazione Alternativa Sostenibile" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a redazione-alternativa-sostenibile+unsubscribe@googlegroups.com.
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/redazione-alternativa-sostenibile/0694721c527e4032b20d60a2fbdd66eb%40MI-EXCH2013-03.domus.dom.



--
www.CorrieredelWeb.it

KOLINPHARMA(R) AMPLIA IL PORTAFOGLIO PRODOTTI CON IL LANCIO DI IVUXUR(R) COMPRESSE


KOLINPHARMA® AMPLIA IL PORTAFOGLIO PRODOTTI

CON IL LANCIO DI IVUXUR® COMPRESSE

Proseguono i risultati di eccellenza del dipartimento interno di R&D

con lo sviluppo della nuova formulazione

Milano, 27 agosto 2020

 

KOLINPHARMA® S.p.A., PMI innovativa specializzata nella ricerca e sviluppo nel settore nutraceutico e quotata sul mercato AIM Italia, presenta oggi il nuovo prodotto IVUXUR® compresse, che si aggiunge ai 9 prodotti già presenti in portafoglio (Kip®Kit, Almetax, Almetax Easy, Dolatrox, Ivuxur, Milesax, Xinepa, Xinepa Easy, Miledix), già brevettati o patent pending.

 

Il nuovo prodotto è stato formulato nell'innovativa forma di compressa tristrato, frutto di un percorso tecnologico e di sviluppo proficuamente condotto dal dipartimento interno di Ricerca e Sviluppo. IVUXUR® compresse affiancherà il prodotto IVUXUR® buste, al fine di raggiungere un nuovo target di pazienti e ampliare l'offerta commerciale sul mercato di riferimento.

 

IVUXUR® compresse, al pari di IVUXUR® buste, è un integratore alimentare contenente sostanze utili per il benessere delle vie urinarie.

 

Con l'introduzione in commercio di questo nuovo prodotto, KOLINPHARMA conferma concretamente il proprio impegno a supporto del benessere dei pazienti-consumatori, garantendo formulazioni tecnologicamente avanzate e proseguendo gli investimenti nella visione di sviluppo e innovazione che caratterizza l'azienda.

 

Rita Paola Petrelli, Presidente di KOLINPHARMA®, ha commentato: "ciò che contraddistingue Kolinpharma® è la continua ricerca di innovazione e sviluppo nel campo della nutraceutica. Fin dalla costituzione abbiamo posto al centro gli investimenti in R&D credendo nella forza e nell'impegno dei nostri ricercatori e collaborando con il mondo accademico. In questo 2020 "particolare" a causa della pandemia non abbiamo certo deciso di rallentare il nostro percorso di crescita, al contrario, abbiamo portato sul mercato 3 nuovi prodotti, avviato il canale di vendita diretto nelle farmacie con il prodotto KIP®KIT, ottenuta la registrazione dei brevetti in USA, Israele e 12 Paesi europei, rafforzato le collaborazioni scientifiche con i maggiori Atenei italiani sottoscrivendo un accordo con l'Università degli Studi di Milano, investito nella digitalizzazione del CRM con IQVIA e presentato il primo bilancio di sostenibilità. Il nostro obiettivo è quello di continuare ad innovare proseguendo la scalata nel ranking delle aziende nutraceutiche".

 

* * *

KOLINPHARMA® S.p.A., fondata nel 2013, è una PMI Innovativa operante nel settore nutraceutico e specializzata nella ricerca e sviluppo, realizzata internamente e in collaborazione con le maggiori università italiane. I prodotti della Società sono realizzati con materie prime innovative e naturali e hanno lo scopo di supportare i trattamenti farmacologici principalmente per le patologie nei campi ortopedico-fisiatrico e urologico-ginecologico. L'efficacia dei prodotti è dimostrata mediante numerose evidenze scientifiche, attraverso la conduzione di studi in vitro e clinici e pubblicazione dei risultati su riviste tecnico-scientifiche internazionali. KOLINPHARMA® distribuisce i prodotti col proprio brand in tutto il territorio italiano attraverso una rete qualificata di 64 Informatori Medico-Scientifici (IMS), professionisti specializzati laureati nelle discipline scientifiche. Gli IMS hanno il ruolo di promuovere i prodotti nutraceutici di KOLINPHARMA® direttamente presso la classe medica, puntando sulla sensibilizzazione dei medici specialisti. I clienti diretti della Società sono i grossisti, che distribuiscono a farmacie e parafarmacie in tutta Italia. KOLINPHARMA® è titolare di 4 brevetti in Italia, 4 in USA, 1 in Israele, 12 brevetti nei principali Paesi europei e 10 certificazioni, di cui 3 sull'azienda e 7 sui prodotti.

Isin azioni ordinarie IT0005322950 – Bloomberg code KIP IM – Reuters code KIP.MI



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 26 agosto 2020

UNICEF. Libano: consegnate 67 tonnellate di aiuti a Beirut

UNICEF/Libano: consegnate 67 tonnellate di aiuti essenziali per aiutare i bambini e le famiglie colpite dalle esplosioni di Beirut 

26 agosto 2020 - L'UNICEF è riuscito a consegnare in Libano 18 carichi di aiuti umanitari essenziali, per un totale di 67 tonnellate, tramite due spedizioni aeree e rotte commerciali di trasporto merci per aiutare i bambini e le famiglie colpite dalle esplosioni di Beirut all'inizio di questo mese. Gli aiuti comprendono dispositivi di protezione individuale (DPI), materiale medico, igienico-sanitario e nutrizionale.  

L'UNICEF è stato in grado di intervenire immediatamente dopo l'esplosione, distribuendo i rifornimenti preposizionati che erano in stock subito dopo l'esplosione. Allo stesso tempo, l'UNICEF si è adoperato per procurarsi ulteriori forniture umanitarie in loco, ove possibile, compresi i dispositivi di protezione individuale (DPI), i kit di prevenzione e controllo delle infezioni (IPC) e altri articoli per l'igiene, oltre a forniture a sostegno dell'assistenza psico-sociale dei bambini colpiti. Per completare le forniture acquistate localmente, sono stati inviati ulteriori aiuti dal Magazzino generale dell'UNICEF di Copenaghen verso Beirut, con ulteriori spedizioni previste nei prossimi giorni e settimane. 

"Prima che la polvere cominciasse a depositarsi, le squadre dell'UNICEF stavano lavorando per assicurare che i rifornimenti umanitari di cui c'era urgente bisogno potessero raggiungere i bambini e le famiglie colpite il più presto possibile", ha dichiarato la Rappresentante dell'UNICEF per il Libano Yukie Mokuo. "Le vite dei bambini sono state sconvolte. Assicurare che le famiglie abbiano i loro bisogni primari soddisfatti permetterà loro di iniziare a ricostruire la loro vita e di guardare al futuro", ha aggiunto. 

Considerato che il numero di casi di COVID-19 nel Paese continua a crescere, l'UNICEF è stato anche in grado di consegnare più di 3,5 milioni di dollari di Dispositivi di Protezione Individuale e kit di prevenzione e controllo delle infezioni  - particolarmente essenziali dato che 10 container di DPI sono stati distrutti durante le esplosioni.  

"Mentre le famiglie lottano per ricostruire dopo il caos delle esplosioni, insieme alla crisi economica in corso e alla minaccia aggiuntiva del COVID-19, il sostegno dei nostri donatori e partner è stato assolutamente fondamentale, ma bisogna ancora fare molto di più", ha detto Mokuo. "Ora è il momento che la comunità internazionale si schieri con il popolo libanese e si assicuri che riceva l'aiuto e l'assistenza necessari". 

Gli aiuti umanitari sono stati forniti con l'assistenza dell'European Civil Protection and Humanitarian Aid Operations (ECHO) dell'Unione Europea e del governo del Belgio e attraverso una donazione della Sanofi Foundation. 

"L'UNICEF richiede più di 46,7 milioni di dollari per rispondere ai bisogni immediati dei bambini e delle famiglie nei prossimi tre mesi. La risposta si concentra sul mantenimento dei bambini al sicuro, sulla riabilitazione dei servizi essenziali di base e sul fornire agli adolescenti e ai giovani le competenze di cui hanno bisogno per partecipare allo sforzo di ricostruzione del loro Paese - il tutto limitando la diffusione del COVID-19. I bambini del Libano hanno bisogno della nostra attenzione e del nostro aiuto. Non dimentichiamoli", ha detto il Presidente dell'UNICEF Italia Francesco Samengo.   

 




--
www.CorrieredelWeb.it

ECONOMIA: FERRERO, FERRARI E BARILLA PRIME TRE AZIENDE PER REPUTAZIONE IN ITALIA SECONDO L'INDAGINE ALES-MERCO CERTIFICATA DA KPMG SU 346 DIRIGENTI, MANAGER, ESPERTI ECONOMICI

FERRERO, FERRARI, BARILLA SUL PODIO DELLE 100 AZIENDE CON LA MIGLIORE REPUTAZIONE IN ITALIA SECONDO L'INDAGINE ALES-MERCO. 8 AZIENDE DEL MADE IN ITALY TRA LE PRIME 10.

L'indagine è l'unica al mondo sul profilo reputazionale certificata da un ente terzo come KPMG e basata sull'opinione di dirigenti, manager ed esperti del mondo aziendale.

 


Milano 26 agosto - Sono Ferrero, Ferrari e Barilla le tre aziende che conquistano il podio delle 100 imprese con la migliore reputazione in Italia in base alla prima edizione dell'indagine sulla reputazione aziendale elaborata dall'istituto indipendente Ales Market Research, realtà con 20 anni di esperienza nelle ricerche di mercato, che ha utilizzato la metodologia MERCO, l'unico monitoraggio di reputazione al mondo oggetto di verifica da parte di un ente esterno. La corretta e puntuale applicazione della metodologia e l'elaborazione della classifica è stata infatti verificata in modo indipendente da KPMG. Il Made in Italy viene premiato dall'indagine con 8 aziende nella top ten; oltre alle prime tre classificate spiccano Luxottica, Eni, Lavazza, Armani e il Gruppo FCA.

 

Il ranking si configura come unico nel suo genere anche perché elaborato soprattutto sulla base del giudizio di professionisti e addetti ai lavori e non di un campione composto da soli consumatori.

L'indagine, che si è svolta nell'arco di sette mesi a partire dal dicembre scorso, ha infatti coinvolto 1346 profili divisi in tre categorie: 246 dirigenti e manager di aziende che operano in Italia con un fatturato superiore a 10 milioni di euro, 100 esperti (analisti finanziari, giornalisti, responsabili di ONG e social media managers) e 1000 consumatori. Ogni categoria ha analizzato le aziende in base a diversi fattori ed ha ottenuto un peso differente nella definizione del ranking. Caratteristica peculiare della ricerca è stata l'importanza attribuita al campione professionale che pesa per l'80% nella definizione della classifica finale.

I dirigenti e manager d'azienda hanno infatti giudicato aspetti come i risultati economico-finanziari, la qualità dell'offerta commerciale, la capacità di attrarre e trattenere i talenti, l'etica e la responsabilità d'impresa, la dimensione internazionale dell'azienda e l'innovazione. Gli esperti hanno considerato gli elementi a loro più familiari ad esempio la qualità delle informazioni fornite, l'efficacia nella comunicazione aziendale, l'impegno verso la comunità o l'innovazione nella comunicazione digitale mentre i consumatori hanno valutato la reputazione commerciale delle aziende secondo 10 variabili, tra queste il rapporto qualità-prezzo, l'empatia, l'impegno ambientale, ed infine la reputazione generale.

Analizzando le aziende con la migliore reputazione nei singoli settori, Intesa Sanpaolo è in testa nel bancario e assicurativo, Google nell' informatica, IKEA in quello relativo a complementi d'arredo/tessile/casa, Accenture è prima tra le società di consulenza, Eni nel settore energia, acqua e gas, Amplifon nel farmaceutico & apparecchi, Hilton nell'hotel & Turismo, Luxottica nel settore moda & accessori.

Il monitoraggio realizzato dall'indagine è stato aperto e gratuito e l'inserimento nella classifica determinato unicamente dall'opinione espressa da dirigenti e manager. La ricerca ha inoltre rispettato la norma ISO 20252 relativa alle ricerche di mercato e il codice di condotta International Chamber of Commerce/ESOMAR riconosciuto come riferimento su scala mondiale.

 

"La reputazione è un elemento fondamentale, forse il più importante, per il successo di un'azienda sul mercato ed è per questo che la prima edizione dell'indagine ALES Merco Italia costituisce un contributo importante e inedito offerto alle aziende per comprendere i propri punti di forza e di debolezza, perché elaborato soprattutto grazie al giudizio di direttori d'azienda, manager e addetti ai lavori cioè da persone che conoscono profondamente il mondo delle imprese .Inoltre la metodologia risponde a criteri di indipendenza, perché nessuna azienda può pagare per essere inclusa nel ranking, verificabilità e trasparenza, perché viene pubblicato l'intero ranking così come verificato da KPMG– ha affermato Tommaso Pronunzio, Partner e CEO di Ales Market Research – E' importante sottolineare il ruolo da protagoniste giocato dalle aziende del Made in Italy che hanno occupato quasi completamente le prime dieci posizioni, diviso equamente con le aziende estere la loro presenza numerica nella classifica generale e conquistato il primo posto in diversi settori. E' un dato che dimostra ancora una volta la vitalità della aziende italiane e fa ben sperare per il futuro del nostro paese."


LA CLASSIFICA COMPLETA

 

1ºFERRERO 2ºFERRARI  3ºBARILLA  4ºLUXOTTICA  5ºGOOGLE 6ºENI  7ºLAVAZZA  8ºSAMSUNG  9ºARMANI 10ºGRUPPO FCA 11º ESSELUNGA 12ºDISNEY 13ºNETFLIX 14ºENEL 15ºMICROSOFT 16ºAPPLE  17ºIKEA  18º 19ºSONY 20ºLOREAL 21ºDUCATI 22ºILLY 23ºGUCCI 24ºLEGO  25ºBANCA INTESA SANPAOLO

 

26ºLAMBORGHINI 27ºCALZEDONIA 28ºCOOP 29ºMONCLER 30ºGRUPPO CAMPARI 31ºVODAFONE  32ºPIRELLI 33ºHEINEKEN 34ºROLEX 35ºUNICREDIT 36ºGRUPPO MONDADORI 37ºNESTLÉ 38ºPROCTER & GAMBLE 39ºBRUNELLO CUCINELLI 40ºCONAD 41ºASSICURAZIONE GENERALI 42ºLOACKER  43ºAMPLIFON  44ºPRADA 45ºROCHE 46ºFACEBOOK 47ºGRUPPO MENARINI 48ºSKY 49ºTELECOM 50ºTODS

 

51ºAUDI 52ºUNILEVER 53ºBANCA MEDIOLANUM 54ºSIEMENS 55ºDANONE 56ºABOCA 57ºMEDIASET  58ºFINCANTIERI  59ºUBI BANCA 60ºBREMBO  61ºMARS  62ºPONTI 63ºLEONARDO 64ºFABBRI 65ºHILTON HOTELS & RESORTS 66ºCANON 67ºDIESEL 68ºGENERAL ELECTRIC 69ºCITIZEN 70ºCALEFFI 71ºEATALY  72ºNOVARTIS 73ºPRYSMIAN  74ºFASTWEB 75ºBOLTON GROUP

 

76ºJOHNSON & JOHNSON  77ºGLAXOSMITHKLINE 78ºAIRBNB 79ºACCENTURE 80ºCISCO 81ºPFIZER 82ºSC JOHNSON 83ºELISABETTA FRANCHI 84ºBOTTEGA VENETA 85ºCONDE NAST 86ºBASF  87ºBOSTON CONSULTING GROUP 88ºELI LILLY 89ºAIR FRANCE KLM 90ºHEARST 91ºASTRAZENECA 92ºMCKINSEY  93ºFLORIM 94ºABBVIE 95ºCHIESI FARMACEUTICI 96ºALEXION PHARMA 97ºDALLARA 98ºJANSSEN  99ºMERCK 100ºFORD

 

ALES MARKET RESEARCH

Ales Market Research è un istituto indipendente di ricerca italiano, fondato nel 2000, che aiuta i clienti a trovare soluzioni di marketing efficaci e Consumer Insight rilevanti. Lavora con più di 70 aziende ed ha condotto ricerche in 46 paesi in tutto il mondo. Ales Market Research è specializzato sia in tecniche qualitative che quantitative, ed offre soluzioni sia off-line che on-line. Negli ultimi 4 anni il fatturato di vendita è variato tra 2,5 e 3 milioni di euro. 



--
www.CorrieredelWeb.it

Unione Naz. Consumatori su siti fake rc auto: 148 siti nel 2020, 177 mila i multati

Ivass: altri 7 siti fake per rc auto

UNC: bollettino di guerra, già 148 siti fake nel 2020

177 mila i multati per violazione dell'art. 193 Cds

 

L'Ivass ha segnalato oggi di aver individuato altri 7 siti irregolari che distribuivano polizze assicurative false.

"E' un dato in crescita esponenziale. I siti fake sono ormai diventati un'emergenza di cui deve occuparsi anche il legislatore. A fronte di 50 siti irregolari individuati nel 2017, si è passati a 103 nel 2018, il doppio, 168 nel 2019, con un incremento del 63,1% rispetto al 2018 e del 236% rispetto al 2017. Ebbene, nel 2020 siamo già a quota 148. Andando avanti con questo ritmo a fine anno si arriverebbe a 226 siti, un bollettino di guerra" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

"E' evidente che serve anche un intervento del legislatore, sia per inasprire le pene per questi truffatori che per attenuare le sanzioni per il consumatore che in perfetta buona fede sottoscrive polizze false" prosegue Dona.

"Nel 2019, per la violazione dell'art. 193 del Codice della strada, sono state comminate dalle forze dell'ordine 177.029 multe, 66.801 da carabinieri, 55.747 dalla polizia e 54.481 dai vigili dei comuni capoluogo. Multe che variano da 849 a 3.396 euro. Molti di questi consumatori non sapevano che il loro veicolo non era assicurato e di essere vittime di una truffa. Ma l'art. 193, purtroppo, non distingue tra chi, con dolo, decide consapevolmente di non assicurarsi e chi si è incautamente fidato di un sito fake. Ecco perchè abbiamo chiesto al Parlamento di modificare il Codice della strada, ma finora la richiesta non è stata accolta" conclude Dona.




--
www.CorrieredelWeb.it

MASCHERINE, 1 ITALIANO SU 4 LA RIFIUTA

MASCHERINE: COLDIRETTI/IXE', 1 ITALIANO SU 4 LA RIFIUTA

 

Più di un italiano su quattro (27%) rifiuta la mascherina o la indossa raramente senza curarsi del pericolo di contagio e senza rispettare le misure di sicurezza imposte dalla pandemia. E' quanto emerge dall'indagine Coldiretti/Ixè sull'estate ai tempi del coronavirus in riferimento alle ultime aggressioni alle forze dell'ordine incaricate da nord a sud dell'Italia di far rispettare l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione mentre è in corso il dibattito a livello nazionale sul loro uso anche nelle aule alla riapertura delle scuole.

 

L'estate 2020 – continua la Coldiretti - evidenzia la tendenza ad abbandonare alcune delle "buone pratiche" che durante il lockdown e nelle primissime settimane successive erano adottate dalla pressoché totalità del Paese, dall'utilizzo delle protezioni per il viso al distanziamento di almeno un metro, dal divieto di assembramenti al rispetto di norme igieniche fondamentali a partire da lavaggio delle mani.

 

Se una cospicua fetta di cittadini è diventata "allergica" alle mascherine, c'è comunque un 32% di italiani – continua Coldiretti – che dichiara di usarla spesso, mentre un 44% la indossa addirittura sempre soprattutto in vacanza. Esiste però una minoranza rumorosa che sempre più spessa si ribella, anche con violenza, all'obbligo di tutelare la propria salute e quella degli altri, soprattutto fra i più giovani.  

 

Nonostante questo però la preoccupazione per i contagi ha portato il 35% dei vacanzieri a trascorrere l'estate 2020 evitando il più possibile contatti con altre persone e restando da soli o con la propria famiglia, secondo l'indagine Codiretti-Ixe'. A questi si aggiunge un altro 59% - continua la Coldiretti - che per le vacanza ha scelto gli amici più stretti e fidati, mentre un 8% non ha rinunciato alle vacanze di gruppo, cercando anche di fare nuove conoscenze. Una situazione che – conclude Coldiretti – soprattutto in occasione di grandi assembramenti ha portato a un aumento dei contagi. 

 




--
www.CorrieredelWeb.it

Castellabate - La corrispondenza non viene consegnata . La sindaca Luisa Maiuri diffida Poste Italiane .

CASTELLABATE - La corrispondenza in alcune frazioni del Comune di Castellabate continua a non essere recapitata o ad esserlo con estremo ritardo. Considerando che si tratta di un servizio essenziale, il Sindaco f.f. di Castellabate, Luisa Maiuri, ha inviato una diffida alla Direzione di Poste Italiane della Regione Campania segnalando i disservizi anche al Ministero dell’Economia e delle Finanze e presso la Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postaliNonostante le tante note di protesta, inviate dal precedente Sindaco Costabile Spinelli, e le rassicurazioni formulate nel corso di incontri, nulla è cambiato. La necessità della lettera di diffida è scaturita dai continui rallentamenti e dalle mancanze riscontrate soprattutto in alcune frazioni del comune, che hanno indotto l’Amministrazione a manifestare l’intenzione – in caso di ulteriori ritardi nella risoluzione del problema  a produrre ricorso all’autorità garante della corrispondenza e del mercato per pratiche commerciali scorrette. Il Sindaco f.f., Luisa Maiuri,  ( Foto ) dichiara in merito alla questione: «Ci vediamo costretti a procedere ancora una volta con atti di diffida per evitare il ripetersi di quanto sta accadendo ad un servizio pubblico essenziale,nonostante le continue sollecitazioni».


Marco Nicoletti 

@castellabatelive24 / Pagina Facebook 

( fonte comunicato stampa comune di Castellabate) 

Telefono Azzurro sulla vicenda di Modica

Telefono Azzurro sulla vicenda di Modica

 

Milano, 26 agosto 2020 – In relazione alla tragica vicenda di Modica, Telefono Azzurro vuole ribadire la propria presenza costante al fianco di bambini e adolescenti. E' necessario che tutta la comunità si responsabilizzi e si attivi tempestivamente, alle prime avvisaglie di disagio del minore, mettendosi in contatto con l'Associazione. Oltre alla linea gratuita di Ascolto e Consulenza 1.96.96, è operativa anche una chattutti i giorni, sempre. Bisogna considerare che il momento di crisi che stiamo attraversando può contribuire all'aumento delle tensioni familiari. Già nel periodo del lockdown Telefono Azzurro aveva registrato un incremento del 35% delle richieste di aiuto da parte di minori, rispetto ad aprile e maggio 2019; in seguito, durante i mesi estivi, si è ulteriormente innalzato il numero degli episodi di violenza in casa. Tragedie come quella di Modica non devono più ripetersi e per questo serve l'impegno di tutti.

 

 

Telefono Azzurro nasce nel 1987 a Bologna: promotore dell'iniziativa è Ernesto Caffo, all'epoca professore associato di Neuropsichiatria Infantile all'Università degli Studi di Modena. Promuove un rispetto totale dei diritti dei bambini e degli adolescenti. Con le sue attività ogni giorno sostiene le loro potenzialità di crescita e li tutela da abusi e violenze che possono pregiudicarne il benessere e il percorso di crescita.

 

 




--
www.CorrieredelWeb.it

Mario Hubler, ingegnere dalle spiccata vocazione manageriale, vive una quotidianità intensa, ricca di impegni, interessi e responsabilità

Ha l’aria di un ragazzone cresciuto in fretta, Mario Hubler. Oggi ha 48 anni, occhi stretti e incuriositi, mani grandi e voce cadenzata, quando si racconta, parla di tanta fortuna e di responsabilità. Soprattutto le ultime, accumulate rapidamente.

Con una laurea in ingegneria meccanica, ha ben presto maturato esperienze in campo manageriale, tecnico ed economico-finanziario. L’attaccamento alla fede religiosa, ereditato da nonno Mario, è per Hubler la bussola da cui trarre orientamento nel percorso di vita umana e professionale. “Ogni mattina, prestissimo, vado in chiesa a leggere il salmo del giorno, è una tappa di pochi minuti alla quale non rinuncio mai. Il mio preferito è quello dei discepoli di Emmaus, mi piace perché spinge a trovare Cristo ovunque, nelle sfumature quotidiane”.

Sono diverse le sfumature che l’ingegnere napoletano cerca di dare alla sua quotidianità attraverso la collaborazione professionale con note aziende private, mantenendo il dinamismo, la velocità e l’efficacia sviluppate nei settori della trasformazione urbana, del turismo e dell’editoria. Oggi, la sua attività professionale è maggiormente dedicata ai comparti dell’industria, dello sviluppo immobiliare e dell’ambiente.

È, invece, la passione per la politica economica ed internazionale che lo accompagna nell’attività di Segretario Generale della Fondazione Italianieuropei, presieduta da Massimo D’Alema.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare i seguenti link:
Profilo Linkedin ufficiale: https://www.linkedin.com/in/mario-hubler
Sito ufficiale Fondazione Italiani Europei: www.italianieuropei.it

In libreria: Aforismi di luce di Claudio Borghi edito da Negretto Editore


La storia coincide con lo sviluppo immobile dell’eternità pensante, simultaneamente linea e circolo, forma indescrivibile entro la dimensione finita del tempo. La mente si fa storia se riesce a ristorare con l’acqua della visione ultima, ad alleviare il dolore di chi non riesce a elevarsi in volo a percepirla.” – Claudio Borghi

In tutte le librerie virtuali e fisiche dal 1° settembre 2020 sarà disponibile il nuovo libro di Claudio Borghi, “Aforismi di luce – Frammenti filosofici e teologici 1976-78” edito nella collana “Versi di versi” della casa editrice mantovana Negretto Editore.

È lo stesso autore che, sin dal principio nella premessa, presenta le fonti che hanno permesso le riflessioni presenti in “Aforismi di luce”:

Le fonti, seppur molteplici, sono chiare: il libro della Genesi, il Vangelo di Giovanni, l’Apocalisse, i presocratici, Platone, Aristotele, Plotino, Dionigi Aeropagita, Agostino, Meister Eckhart, Cusano, Pascal, Spinoza, Schelling, Novalis, Rimbaud, Nietzsche, Kierkegaard, Schopenhauer, i mistici cristiani, qualche teologo del Novecento, Bergson. L’ispirazione più forte mi venne dalle Enneadi di Plotino, da L’evoluzione creatrice di Bergson e dai Frammenti di Novalis, autentici timoni nella turbinosa navigazione metafisica.”

Claudio Borghi procede con l’avvertenza al lettore riguardo l’importanza dell’atteggiamento contemplativo (propriamente con l’accezione di “Insistenza prolungata dello sguardo o del pensiero su una fonte di meraviglia o di ammirazione”, dal lat. contemplatio -onis: cum templum, con lo spazio del cielo) per le parole che si andranno ad incontrare nei frammenti filosofici e teologi:

La speculazione nasce da parole come sorgenti molteplici di senso, progressivamente svelate: luce, tenebra, io, Dio, Unico, movimento unico, Opera, Disegno sono nuclei linguistici che riverberano potenza e generano le onde guida del pensiero. Lo stile è vertiginoso. Dalle sequenze come dai singoli frammenti emana una luce di scavo profondissimo, all’insegna di una ricerca assoluta, senza interlocutori, in cui avevo attinto una dimensione spirituale unica, una sorta di fascio bruciante di energia interiore. Parole e idee sembrano tratte da un flusso magmatico. Si intravede e intrasente un contatto, la vicinanza di un fondo – o di un apice – sempre imminente.”

Segue una nota critica, avente come titolo “Una metafisica della Figura”, firmata dal cultore di filosofia Davide Inchierchia, ed indirizzata all’esplicazione non solo dell’importante tema affrontato (l’Origine assoluta) ma, come si leggerà in questo estratto, l’accento cade anche sulla forma letteraria utilizzata: il frammento.

Per quanto il frammento, con la sua caratteristica a-sistematicità, costituisca senz’altro la cifra formale dell’opera, non si tratta di un testo ‘frammentario’. Nonostante il carattere visionario, a tratti rapsodico, di un flusso interiore a prima vista di difficile decifrazione, è possibile coglierne – quasi musicalmente, ad una lettura lenta – la pulsante trama unitaria. Come accade negli illustri esempi letterari o filosofici di pensiero aforistico cui l’Autore si volge più o meno direttamente (Pascal, Kierkegaard, Schopenhauer, ma soprattutto Novalis) negli Aforismi ricerca conoscitiva, riflessione speculativa e meditazione spirituale si fondono con sapienza cercando di attingere l’unico Centro: la Cosa ultima, l’Origine assoluta nella quale materia e coscienza, immanenza e trascendenza – anziché ipostasi separabili – entrano in risonanza quali emanazioni sostanziali di una viva Essenza che di sé permea ogni creatura ed ogni natura.” – Davide Inchierchia

“Aforismi di luce” è suddiviso in nove capitoli: “Trasformazioni”, “Il pensiero come visione”, “l’Universo”, “Il movimento unico”, “L’azione creatrice”, “Pensieri della sera (undici movimenti)”, “Nuove trame di luce”, “L’oasi nel profondo”, “Bianche schiume del molo”. Segue una postilla dell’autore e chiude la postfazione dell’editore Silvano Negretto dal titolo: “Dire l’indicibile”.

Ogni giocatore non soltanto gioca, ma è anche giocato. Come il gioco, l’opera poetico-artistica come la speculazione scientifico-filosofica sono esperienze in cui il fruitore – come l’autore – è coinvolto: eventi a cui l’uomo partecipa nel divenire suo proprio e della storia culturale del suo tempo. In sintonia con Sini e Gadamer, gli Aforismi di Borghi viaggiano sulla lunghezza d’onda di una “immaginazione creatrice” che, come annotavamo nella conclusione degli appunti di lettura a L’anima sinfonica (Negretto, 2017), ci pare protesa “ad una cultura del futuro, in direzione di una ricerca sempre in divenire, fonte di ulteriori stimoli per la poesia e la letteratura contemporanea”.” – Silvano Negretto

 

Le librerie, per eventuali richieste dei lettori, sono tenute a rivolgersi ai distributori regionali che sono indicate nel sito Negretto Editore.

 

Written by Alessia Mocci

Responsabile dell’Ufficio Stampa di Negretto Editore

 

Info

Sito Negretto Editore

http://www.negrettoeditore.it/

Acquista “Aforismi di luce”

https://www.ibs.it/aforismi-di-luce-libro-claudio-borghi/e/9788895967387

Postfazione “Dire l’indicibile”

https://oubliettemagazine.com/2020/05/15/dire-lindicibile-delleditore-silvano-negretto-la-postfazione-de-aforismi-di-luce-di-claudio-borghi/

Pagina Facebook Negretto Editore

https://www.facebook.com/negrettoeditoremantova/

Gruppo Facebook di discussione Utopia

https://www.facebook.com/groups/utopiadiscussionefilosofica/

 

Fonte

https://oubliettemagazine.com/2020/08/24/in-libreria-aforismi-di-luce-di-claudio-borghi-edito-da-negretto-editore/

martedì 25 agosto 2020

RETI SI QUOTA IN BORSA: LA PRIMA IPO SOSTENIBILE SUL MERCATO AIM ITALIA


RETI SI QUOTA IN BORSA: LA PRIMA IPO SOSTENIBILE

SUL MERCATO AIM ITALIA

 

 

·       Presentata la comunicazione di pre-ammissione relativa all'ammissione delle azioni ordinarie alle negoziazioni su AIM Italia

·       IPO interamente in aumento di capitale a sostegno di un percorso di crescita organica e per M&A

·       Reti è tra i principali player italiani nell'IT Consulting, specializzata nei servizi di System Integration

·       Asset strategico è il Campus Tecnologico, laboratorio interno di innovazione tecnologica e ricerca suddiviso in 6 Centri di Competenza

·       Reti è precursore di un sistema aziendale fondato sulla sostenibilità e sulla creazione di valore per la totalità degli stakeholder

 

Busto Arsizio, 25 agosto 2020

 

Reti, tra i principali player italiani nel settore dell'IT Consulting, specializzata nei servizi di System Integration, annuncia di aver presentato a Borsa Italiana S.p.A. la comunicazione di pre-ammissione funzionale all'ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie su AIM Italia, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A..

 

Costituita a Busto Arsizio nel 1994, Reti supporta le Mid & Large Corporate nella trasformazione digitale, offrendo servizi di IT Solutions, Business Consulting e Managed Service Provider, realizzati attraverso le principali Key Enabling Technologies (KET). La Società vanta un portafoglio di oltre 100 clienti altamente fidelizzati principalmente operanti nei settori «IT spending» quali BFSI, IT, Telco e Manufacturing, oltre che consolidate partnership di lunga durata con i principali IT Vendor internazionali (Microsoft, Apple, Cisco, Oracle, ecc.). La caratteristica distintiva è il «CAMPUS Tecnologico», laboratorio interno di innovazione tecnologica e ricerca suddiviso in 6 Centri di Competenza: Cloud, Business & Artificial Intelligence, Cybersecurity, Project Management & Business Analysis, ERP e IoT. Reti ottiene l'eccellenza tecnologica e gli alti livelli di qualità che gli vengono riconosciuti dal mercato, grazie alla capacità di unire in maniera virtuosa e strutturata: la scelta delle tecnologie, la formazione continua del personale, lo sviluppo delle proof of concept e la realizzazione degli stress test all'interno dei laboratori del Campus Tecnologico dove nasce l'innovazione. Nel 2019 Reti ha realizzato Ricavi per 21,0 milioni di euro, in crescita del +10% rispetto al 2018, con un EBITDA di Euro 2,2 milioni (10,3% EBITDA Margin).

 

Reti è precursore di un sistema aziendale fondato sulla sostenibilità e sulla creazione di valore per la totalità degli stakeholder. Per questo motivo Reti è diventata una Società Benefit, una forma di società a scopo di lucro caratterizzata da un livello più alto di trasparenza e accountability. La forma giuridica di società benefit dà agli investitori la certezza che un'azienda mantenga la responsabilità di perseguire la propria missione nel futuro. Reti ha inoltre pubblicato il primo ESG Report e ha intrapreso il percorso per l'ottenimento della qualifica B-Corp. Una "B Corp® Certificata" è una società - certificata dalla no profit USA "B Lab" - che soddisfa rigorosi standard di scopo, responsabilità e trasparenza e deve raggiungere gli obiettivi di performance determinati da B Lab e misurati attraverso lo standard internazionale B Impact Assessment.

 

Il commitment ESG di Reti si fonda su 4 pilastri:

·       Interdipendenza: rafforzare legame con il territorio – sostenere la formazione e l'ingresso nel mondo del lavoro di nuove generazioni e categorie svantaggiate

·       Persone: realizzare un sistema di welfare per i propri dipendenti per valorizzare e favorire lo sviluppo delle competenze e l'attrazione di talenti

·       Soluzioni di business: creazione di soluzioni e servizi innovativi e sostenibili, con impatto positivo di carattere sociale ed ambientale

·       Ambiente: adozione di politiche di utilizzo responsabile delle risorse naturali e che riducano l'impatto ambientale

 

Bruno Paneghini, Presidente e Amministratore Delegato di Reti: "Siamo la prima Società Benefit del settore IT che si quota su AIM Italia. Mettiamo a disposizione dei nostri clienti oltre 25 anni di track record e offriamo soluzioni all'avanguardia e completamente customizzate. Il nostro Campus Tecnologico ci consentirà di ricercare costantemente la massima eccellenza all'interno dei 6 Centri di competenza: Cloud, Business & Artificial Intelligence, Cybersecurity, Project Management & Business Analysis, ERP, IOT. Continueremo a incentrare il nostro business sull'ascolto e sul convolgimento della totalità degli stakeholder, seguendo e alimentando la strada della sostenibilità che ci caratterizza. La quotazione rappresenta per noi un'opportunità per accelerare ulteriormente il nostro percorso di crescita, aprendo il capitale a tutti coloro che, credendo nel nostro progetto, intendono condividere con noi il nostro ruolo di innovatori nel mondo dell'IT Consulting."

 

L'operazione di quotazione sul mercato AIM Italia, interamente in aumento di capitale, è rivolta a investitori istituzionali italiani ed esteri e ad investitori professionali e al dettaglio. La quotazione è finalizzata a sostenere una strategia di M&A e l'attività di R&D oltre che ad accelerare il percorso di crescita organica fondato sullo sviluppo del Campus Tecnologico e delle strategie ESG, investimenti nel personale, scouting di nuove partnership strategiche e potenziamento della forza vendita.

 

Il range di prezzo è stato fissato tra un minimo di 1,00 euro e un massimo di 1,20 euro.

 

Nell'operazione di ammissione alle negoziazioni su AIM Italia Reti è assistita da: Integrae SIM (Nomad e Global Coordinator), Banca Valsabbina (Co-lead manager), Directa SIM (Collocatore online), IR Top Consulting (Advisor Finanziario), Grimaldi Studio Legale (Advisor Legale), Rödl & Partner (Advisor Fiscale), Audirevi (Società di Revisione).


 




--
www.CorrieredelWeb.it

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *