Cerca nel blog

martedì 29 settembre 2020

Per onorare la memoria di un grande Maestro, Silvio Eupani, Messa in suffragio il 2 ottobre nella Cattedrale di Malo (VI)

 PER ONORARE LA MEMORIA DI UN GRANDE MAESTRO: SILVIO EUPANI

- MESSA IN SUFFRAGIO  LA SERA DEL 2 OTTOBRE NEL DUOMO DI MALO -

 

Si svolgerà il prossimo venerdì 2 ottobre, in occasione della Festa dei Nonni e a sette mesi dalla sua triste scomparsa, la messa in suffragio per il Cav. Prof. Silvio Eupani, spentosi lunedì 2 marzo 2020 dopo una breve malattia, nato a Costozza di Longare il 28 agosto 1932 e abitante a Malo (VI).

Se, dapprima, le esequie non erano state possibili in quanto, proprio nel giorno del funerale, la Curia aveva emesso restrizioni tassative all'assembramento, in osservanza all'ordinanza ministeriale in protocollo di emergenza anti-Covid, in seguito, data la notorietà del personaggio pubblico, le riserve ancora parzialmente presenti dopo il lock-down avevano sconsigliato di realizzare una celebrazione ecclesiastica senza poter assicurarne la partecipazione a tutta la Comunità. L'ufficiatura é così avvenuta in altra Parrocchia vicentina in forma privata. 

Ora, invece, Il Duomo di Malo (in prov. di Vicenza) potrà finalmente accogliere in maniera plenaria tutti coloro che vorranno intervenire a rendere omaggio alla sua memoria, il prossimo 2 ottobre alle ore 19. 

Si tratterà di una messa cantata, con la partecipazione straordinaria del prestigioso coro dei Cantori di Santomio. Per coloro che desiderassero rivolgere in pubblico o leggere un pensiero alla memoria di Silvio Eupani, ciò sarà possibile durante la celebrazione subito dopo l’omelia.

Silvio Eupani
                                                                                  Silvio Eupani (ph. Lorenza Sardei)

Laureato in pedagogia e filosofia, era stato dapprima, sin dall’età di 17 anni, insegnante elementare e poi, dopo le lauree,  professore di scuola media, Direttore Didattico di diverse scuole in Cadore e  nel Vicentino e negli anni ’70 Sindaco, Presidente dell’Ospedale e fondatore della Biblioteca Civica di Malo, intitolata nel 2008 a Luigi Meneghello e con sala lettura dedicata alla memoria del sacerdote, scrittore ed educatore, Don Tarcisio Raumer che fu anche insegnante elementare di Meneghello.

Nel 2010, per la pubblicazione della sua opera “Biblioteca civica Luigi Meneghello, Intitolazione -Malo: Comunità in cammino. Aspetti dell’analisi di Meneghello e confronto con la realtà storica e attuale” Eupani fu insignito della medaglia d’Argento del Premio letterario Internazionale “Ida Baruzzi Bertozzi” di Chiavari.

Scrittore, educatore e ricercatore storico, Eupani aveva ricevuto oltre 10 premi per il suo libro “Da Quarto dei Mille, al Pasubio, al fiume Don – Epopea di Malo”, una estesa ricerca in 560 pagine, illustrate da 700 fotografie scattate da Eupani stesso in 3 anni di studi e viaggi e dedicata alla storia patria e disponibile in oltre 50 biblioteche del Veneto.

Come educatore, era stato un innovatore dei sistemi didattici ed educativi per la scuola, soprattutto in difesa dei più piccoli ed allo scopo di favorire e promuovere i talenti individuali dei fanciulli ed aveva scritto su numerose riviste e libri di testo tra i quali Scuola Moderna.

Dopo essere stato solista per decenni del celebre coro I Cantori di Santomio, arrivato alla metà dei suoi quarant’anni, aveva preso l’eclatante decisione di dedicarsi professionalmente al canto lirico dopo che la sua straordinaria voce era stata scoperta e premiata da Mario Del Monaco nel quale Silvio ha sempre riconosciuto il suo mentore al punto di aver scritto nelle ultime pagine della sua autobiografia che, nel commiato dalle scene, festeggiando i 30 di carriera lirica internazionale nel 2009, sperava di non aver mai deluso il suo Maestro e mentore.

Affermatosi come tenore lirico drammatico e spinto, dalla voce calda, squillante e segnatamente potente, in particolare nel repertorio verdiano, pucciniano ed anche in opere liriche di Giordano e Leoncavallo, dotato inoltre di una grande forza interpretativa, aveva performato 24 diverse opere liriche in altrettanti Paesi del mondo fino ad approdare in Corea, Taiwan ed in Giappone con alcune tournée di opere liriche e récitals.

 E vogliamo nominarle tutte così come i 23 Paesi  del mondo in cui ha cantato:

Italia, Germania, ex DDR (Germania dell’Est), Polonia, Turchia, Corea, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Bosnia-Erzegovina, Crimea, Taiwan, Olanda, Giappone, Bulgaria, Svizzera, Austria, Spagna, Paesi Baschi, Russia, Grecia, Croazia, Belgio, Irlanda.

Ecco le 33 opere  liriche da lui conosciute, di cui 25 interpretate in grandi teatri internazionali:

 BELLINI: Norma, Il Pirata

BIZET: Carmen

CALDARA: Missa Sancti Joannis  

CHERUBINI: Medea 

DONIZETTI: Lucia di Lammermoor, Maria De Rudenz

DVORàK: Stabat Mater

ESLAVA: Miserere 

GIORDANO: Andrea Chénier

LEONCAVALLO: Pagliacci 

MASCAGNI: Cavalleria Rusticana 

PUCCINI: Tosca, Turandot, Manon Lescaut, La Bohème, Madama Butterfly, Messa di Gloria, La Fanciulla del West, Il Tabarro

VERDI: Il Trovatore, Aida, La Forza del destino, Otello, Messa di Requiem, Nabucco, Rigoletto, La Traviata, Inno delle Nazioni , I Masnadieri, Macbeth, Don Carlo, Simon Boccanegra.

Molte le incisioni di album tra le quali si ricorda la sua ultima compilation “Cd Collection”,tuttora reperibile, composta da 4 Cd contenenti i suoi più grandi successi: “Live arias I e II con brani dal vivo d’opera, di recite e concerti, “Messa di Requiem” di Giuseppe Verdi e “Canti del Cuore” con romanze e lieder.

La sua passione per il canto non lo dissuadeva dall’aiutare con una generosa opera filantropica molte associazioni e gruppi, scrivendo per loro diversi tomi e ricerche che aveva sempre donato.

Aveva ricevuto 5 massime onorificenze  per meriti assoluti al valor civile.

In particolare 4 “Medaglie d'Oro”:

-          come Direttore Didattico di S. Stefano di Cadore e Comelico Superiore,

-          come Presidente dell'Ospedale di Malo,

-          come Amministratore pubblico e poi Sindaco di Malo,

-          per meriti artistici come tenore lirico in carriera internazionale

-          e la 5a, che non è una medaglia rotonda ma una croce d’oro, come “Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana”.

Era molto stimato nella Comunità Vicentina e Veneta e nel mondo musicale della classica e lirica.

La sua inarrivabile voce in alcune romanze e arie d’opera é ascoltabile online su Youtube.

 

Comunicato stampa a cura di Angela Eupani

Uff. Stampa Comunicazione e Marketing Perla 29.09.2020

Diffusione Web: Stefano Wolf

DOXEE: RICAVI E MARGINALITÀ CRESCONO A DOPPIA CIFRA NEL PRIMO SEMESTRE 2020

DOXEE: RICAVI E MARGINALITÀ CRESCONO A DOPPIA CIFRA NEL PRIMO SEMESTRE 2020

  • Valore della Produzione: 9,7 €M, +10% (1H19: 8,8 €M)

  • EBITDA: 1,6 €M, +26% (1H19: 1,3 €M)

  • EBIT: 0,5 €M, +53% (1H19: 0,3 €M)

  • Risultato Netto: 0,3 €M, +100% (1H19: 0,14 €M)

  • Posizione Finanziaria Netta: -1,99 €M (FY19: -2,31 €M)

 

Modena, 28 settembre 2020

 

Il Consiglio di Amministrazione di Doxee (DOX: IM), multinazionale high-tech leader nell'offerta di prodotti in ambito Customer Communications Management (CCM), Digital Customer Experience e Paperless, ha approvato in data odierna la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2020, sottoposta volontariamente a revisione contabile limitata.

 

Sergio Muratori Casali, Amministratore Delegato di Doxee: "Anche in un contesto globale come quello che ha caratterizzato questo primo semestre, abbiamo continuato ad operare come player di riferimento nei processi di digitalizzazione, facilitandone l'adozione e contribuendo al forte incremento nell'utilizzo del canale digitale in sostituzione a quello fisico nei processi mission critical, come la fatturazione, i solleciti ed il digital payment. Unitamente alle iniziative di up selling condotte con successo sulla customer base esistente, è proseguita inoltre la nostra strategia di acquisizione di nuovi clienti, soprattutto nel mercato Utilities, Insurance e Pubblica Amministrazione, con ampliamento delle referenze sia sul mercato Enterprise che SME. Doxee da sempre è in grado di garantire la normale operatività e l'erogazione dei propri prodotti e servizi grazie al suo modello di business interamente basato sull'asset tecnologico in cloud, la Doxee Platform®, interamente in cloud, assicurando in questo modo la piena agilità operativa e la business continuity. I risultati che siamo riusciti ad ottenere confermano la forte richiesta di Digital Transformation fondamentale per la ripresa e lo sviluppo del business in tutti i settori. Intendiamo continuare ad intercettare tale esigenza e ci proponiamo come il partner ideale per supportare questa trasformazione, offrendo competenze e tecnologie in grado di accelerare l'innovazione in questi processi di modernizzazione per renderli parte integrante del digital customer journey dei clienti."

 

 

PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2020

 

I Ricavi delle Vendite, pari a Euro 7,7 milioni, registrano una crescita del +9,9% rispetto a Euro 7,0 milioni al 30 giugno 2019.

 

Le linee di prodotto che maggiormente hanno contribuito all'incremento dei ricavi sono state la Paperless Experience, (Euro 1,7 milioni: +17,7% rispetto a Euro 1,4 milioni nel primo semestre 2019) e l'Interactive Experience (Euro 1,2 milioni: +191,5% rispetto a Euro 0,4 milioni nel primo semestre 2019).

 

I Ricavi ricorrenti, grazie anche all'aumento delle attività erogate in modalità SaaS, si attestano a circa il 70%.

 

Il Valore della Produzione è pari a Euro 9,7 milioni (Euro 8,8 milioni al 30 giugno 2019), in incremento del +10,0%.

 

L'EBITDA si attesta a Euro 1,6 milioni e registra una significativa crescita del +25,7% (Euro 1,3 milioni al 30 giugno 2019). Migliora notevolmente anche l'EBITDA Margin che passa dal 14,9% al 16,9%, grazie al maggior peso relativo delle linee di prodotto più redditizie e al miglioramento dell'efficienza operativa.

 

L'EBIT, pari a 0,5 milioni, segna un forte miglioramento del +53,11% (Euro 0,3 milioni al 30 giugno 2019), dopo ammortamenti, svalutazioni e accantonamenti pari a Euro 1,1 milioni (Euro 1,0 milioni nel primo semestre 2019) derivanti prevalentemente dagli investimenti in sviluppo tecnologico.

 

Gli investimenti in Ricerca, pari a Euro 1,4 milioni, corrispondono a circa il 14,4% del valore della produzione, confermando il trend degli anni precedenti. Tra i principali progetti si segnalano la completa reingegnerizzazione della piattaforma documentale Doxee, nata per offrire un innovativo modello di servizio del settore CCM, nonché i miglioramenti della piattaforma di Legal Electronic Archiving al fine di aumentarne il livello di sicurezza e incrementarne la capacità di gestire flussi di carico elevati. Nel mese di maggio, inoltre, Doxee è risultata l'unica tra le aziende del settore IT ammessa alle agevolazioni concesse dal Bando POR FESR 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna, che promuove le iniziative di innovazione tecnologica di maggior impatto sulla filiera produttiva e sull'incremento occupazionale nel territorio, ottenendo un contributo a fondo perduto per un ammontare pari a Euro 537.313,55.

 

Il Risultato Netto, pari a Euro 0,3 milioni, migliora del +100% rispetto al primo semestre 2019 (Euro 0,14 milioni), soprattutto grazie al sensibile aumento della marginalità e un'efficiente gestione finanziaria.

 

La Posizione Finanziaria Netta, negativa per Euro -1,99 milioni, risulta in miglioramento rispetto a Euro -2,31 milioni al 31 dicembre 2019. Tale variazione è riconducibile principalmente al miglioramento della gestione del circolante.

 

Il Patrimonio netto è pari a Euro 6,8 milioni (Euro 6,5 milioni al 31 dicembre 2019).

 

FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL PERIODO

 

1 luglio 2020: perfezionato il closing dell'acquisizione di LittleSea, start up innovativa che ha sviluppato una tecnologia brevettata nell'ambito della video-automation capace di utilizzare video, dati, immagini e voci da fonti interne ed esterne per realizzare video personalizzati e interattivi in completa autonomia.

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

 

A seguito dell'acquisizione di LittleSea sono iniziate le attività volte all'integrazione tecnologica e commerciale sul mercato Italiano e sui mercati Esteri per estendere offerta Pvideo in modalità SaaS in settori come il Wealth Management, l'editoria e l'advertising, nonché per garantire ulteriore scalabilità e copertura sul mercato SME/SMB, coerentemente con la strategia di estensione su settori verticali nuovi.

 

Il Gruppo intende altresì ampliare la comunicazione digitale e le diverse attività sui canali social, con ulteriori campagne a supporto del posizionamento del Brand e della lead generation, in particolare sui nuovi settori (Retail, Fashion, Pharma, Healthcare).

 

Prosegue inoltre l'attività finalizzata al rilascio della terza generazione della Doxee Platform® per la linea di prodotti paperless experience progettata secondo il paradigma tecnologico dell'API-first, cloud-native e basata su pattern architetturali innovativi come container e micro-servizi.


Doxee intende utilizzare le risorse ottenute dal Bando POR FESR 2014-2020 per sviluppare un progetto di ricerca finalizzato a definire nuovi moduli della Doxee Platform®  attraverso l'impiego di tecnologie come l'Intelligenza Artificiale per analisi predittive sofisticate sulle esigenze di acquisto dei consumatori e per potenziare gli strumenti di comunicazione interattivi e multicanale, che sfruttando al massimo i big data, consentiranno di offrire informazioni sempre in linea con le aspettative degli utenti.

 

Nonostante il reale impatto dell'emergenza legata alla diffusione dell'epidemia di Covid-19

non sia al momento ragionevolmente prevedibile e quantificabile con esattezza, il Gruppo, seppur continuando il massimo livello di allerta nella gestione e nello sviluppo delle iniziative, continua a puntare all'obiettivo di massimizzare la produttività e di proseguire nel percorso di crescita intrapreso. I risultati raggiunti nel primo semestre 2020 in una situazione e in un contesto di incertezza a livello globale, testimoniano la tenacia e determinazione del management e fanno ben sperare per il prosieguo dell'esercizio in corso e degli esercizi a venire. 

Al fine di fornire al mercato un'informazione costante e progressiva sull'andamento della gestione, la Società comunicherà senza indugio gli impatti economici e finanziari derivanti dall'evolversi dell'emergenza Covid-19 sulle proprie attività nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento UE 569/2014 (MAR), ma anche attraverso la partecipazione a conference dedicate.

 




--
www.CorrieredelWeb.it

WEBSOLUTE: APPROVATI I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020


WEBSOLUTE: APPROVATI I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020

 

 

  • Valore della Produzione: Euro 6,75 milioni (1H 2019: Euro 6,81 milioni)

  • EBITDA: Euro 0,75 milioni (1H 2019: Euro 1,15 milioni)

  • EBIT: Euro 0,12 milioni (1H 2019: Euro 0,79 milioni)

  • Risultato Netto: Euro 0,11 milioni (1H 2019: Euro 0,55 milioni)

  • Posizione Finanziaria Netta: Euro 0,93 milioni (FY 2019: Euro 0,88 milioni)

 

Pesaro, 28 settembre 2020

 

Il Consiglio di Amministrazione di Websolute (WEB:IM), tra le principali digital company italiane attiva nei settori della comunicazione e tecnologia digitale e del digital marketing e commerce, PMI innovativa quotata su AIM Italia, ha approvato in data odierna il Bilancio Consolidato Intermedio al 30 giugno 2020, sottoposto a revisione contabile limitata.

 

Lamberto Mattioli, Presidente e Amministratore Delegato di Websolute: "Durante il primo semestre del 2020 il Gruppo ha dimostrato i suoi punti di forza e agilità reagendo prontamente agli impatti negativi sull'organizzazione interna ed esterna conseguenti all'emergenza COVID-19. L'emergenza epidemiologica ha impattato sull'andamento degli ordinati e sull'allungamento dei tempi di programmazione degli ordini già acquisiti per esigenze interne dei clienti, dal mese di aprile fino alla fine del mese di giugno, determinando un rallentamento della fatturazione e conseguentemente dei ricavi di periodo che, ad ogni modo, sono sostanzialmente in linea con il dato al 30 giugno 2019 grazie alla presenza di un ottimo livello di portafoglio ordini pregresso. A partire dal mese di Luglio l'acquisizione ordini clienti evidenzia una positiva ripresa, che si sta ulteriormente rafforzando nel corrente mese di settembre. Le attività di programmazione in produzione degli ordini che erano stati oggetto di proroghe, a causa del fermo delle attività dei clienti, sono state nella quasi totalità dei casi ripianificate nel secondo semestre a fronte della ripresa della piena operatività della clientela. Abbiamo continuato la nostra politica di investimenti finalizzata all'acquisizione di target in nicchie di mercato ad alto potenziale di sviluppo, al fine di accrescere il know-how e gli strumenti interni, mediante utilizzo di risorse interne ed esterne con particolare riferimento a progetti di R&S, software ed in generale le tecnologie di ultima generazione. Abbiamo volto lo sguardo verso realtà con business anticiclici, che si integrano ai bisogni di questo periodo storico, finalizzando a giugno l'operazione nell'area dei servizi digital academy attraverso la creazione di W.ACADEMY S.r.l., in partnership con la specializzata Sida Group srl. La New-co, che in data 23 settembre ha ottenuto, con decreto n. 954 della Regione Marche, l'importante accreditamento come struttura di formazione per le macrotipologie Formazione Superiore e Formazione Continua, con assegnazione di monte crediti standard pari a n. 30 punti, si posiziona nel panorama italiano come "Digital Business School" di riferimento specializzata nell'erogazione di Master Accademici ed Executive Master di alta formazione, proponendosi come vero e proprio "attrattore e generatore di talenti" di riferimento per la formazione digital in un contesto di grande esigenza di competenze in questo ambito oltre che nella formazione interaziendale. Inoltre successivamente alla chiusura del primo semestre, con la costituzione di More Srl abbiamo posto l'attenzione sulla grande richiesta e l'interesse mostrato dalla clientela in ordine a tutto ciò che concerne la realtà virtuale ed aumentata come bisogno di soluzioni digitali che vadano a colmare il limite imposto dal divieto di assembramenti e dal blocco o dalle limitazioni imposte alle attività lavorative esterne ed interne. Ad oggi possiamo contare su un portafoglio ordini che ci consente di avere in pianificazione una copertura della nostra capacità produttiva di circa 4 mesi. Considerando le attività di servizio ricorrenti tale copertura per diversi settori aziendali può estendersi ulteriormente."

 

PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2020

 

Il Valore della Produzione si attesta a Euro 6,75 milioni, sostanzialmente in linea rispetto a Euro 6,81 milioni al 30 giugno 2019; il dato è da ritenersi positivo tenendo in considerazione le gravi problematiche derivanti dall'emergenza epidemiologica COVID-19 che ha colpito fortemente l'economia globale con conseguente rallentamento nel secondo trimestre del 2020 dell'acquisizione e programmazione di commesse da clienti a causa del blocco delle attività produttive in molti settori e all'interruzione di tutte le attività esterne di visita ai clienti da fine febbraio in poi.

Con riferimento alle singole linee di prodotto si evidenzia il contributo positivo del Digital Marketing, la linea più remunerativa nel mix vendita (+13% rispetto al primo semestre 2019), dei servizi di Cloud & System Integration (+13%), E-Commerce Strategy & Management (+23%), dei servizi di formazione, anche in conseguenza dell'avvio di attività di W.Academy (+37%) e della linea Consulenza Digital Strategy (+56%). Le linee di prodotto Piattaforme Digitali, Brand UX, UI, Customer Journey, Mobile Apps e Social & influencer marketing manifestano invece decrementi non significativi. Tali dinamiche di mix vendita sono influenzate dalla modificata esigenza di tipologie di servizi richieste dal mercato che si sono originate durante il periodo di emergenza Covid-19, dove i clienti hanno rallentato le richieste su attività progettuali ma intensificato fortemente quelle riferite ai servizi come il Digital Marketing e l'E-Commerce. In particolare la linea Editoria New Media è stata interessata dal calo dei fatturati originati dal blocco temporaneo imposto dai provvedimenti governativi delle attività esterne di eventi e dal rallentamento di alcuni settori trainanti per il settore dell'investimento pubblicitario come ad esempio il turismo. Relativamente al calo della linea Brand UX, UI, Customer Journey il decremento, in buona parte, fa riferimento alla diminuzione dei ricavi per servizi meno remunerativi e/o in assenza di marginalità (ad esempio in calo il ricavo per riaddebito costi budget media per euro 145.803).

 

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) si attesta a Euro 0,75 milioni, rispetto a Euro 1,15 milioni al 30 giugno 2019.  I Costi per servizi sono in linea con il 30 giugno 2019, un risultato positivo tenuto conto dei maggiori oneri legati al mantenimento dello status di società quotata, parzialmente compensato da minori costi per Consulenze Tecniche; si registrano minori spese Marketing e promozionali e per Trasferte dipendenti per effetto del blocco delle attività esterne in osservanza alle restrizioni dei provvedimenti governativi finalizzati a contrastare l'epidemia Covid-19. Il Costo del personale evidenzia una crescita di circa il 12%: la Società sta applicando un'attenta politica di crescita delle competenze interne aumentando la presenza di risorse qualificate non direttamente riconducibili alle vendite, ma la cui finalità è potenziare, nel breve e medio termine, aree fortemente strategiche, con progetti di sviluppo delle competenze delle risorse umane, della cultura aziendale e dell'organizzazione con l'obiettivo di accrescere complessivamente la capacità di gestione interna per far fronte adeguatamente alle sfide derivanti dagli ambiziosi progetti pianificati dal Gruppo. La maggiore produzione interna ha avuto come diretta conseguenza il decremento di alcuni costi di servizi outsourcing. Il personale interno è stato inoltre utilizzato per attività di sviluppo e di investimento consentendo la realizzazione di prodotti e di utilities meglio integrati ed integrabili fra di loro grazie alle qualificate competenze interne di cui il gruppo può beneficiare, attività che si ritiene produrranno benefici economici gestionali di Gruppo a partire dai prossimi esercizi.

 

Il Margine Operativo Netto (EBIT) è pari a Euro 0,12 milioni, rispetto a Euro 0,79 milioni al 30 giugno 2019, dopo ammortamenti in incremento per effetto degli investimenti di prodotto, produttivi e organizzativi indirizzati a potenziare l'integrazione sistemica delle attività primarie delle controllate con quelle della controllante, la definizione di nuovi ed innovativi prodotti e servizi, l'ottimizzazione di processi primari ed in riferimento ai costi sostenuti nel processo di quotazione che si è concluso positivamente, in data 30 Settembre 2019, con l'ammissione alle negoziazioni delle azioni e warrant della Società sul mercato  AIM Italia.

 

Il Risultato ante imposte è pari a Euro 0,08 milioni, rispetto a Euro 0,76 milioni al 30 giugno 2019. L'equilibrio finanziario del Gruppo, unitamente ad un'attenta politica di controllo e programmazione, hanno consentito di mantenere l'incidenza degli oneri finanziari allo 0,59% del valore della produzione, coerente con l'incidenza del primo semestre 2019 pari allo 0,57%.

 

L'Utile Netto si attesta a Euro 0,11 milioni, rispetto a Euro 0,55 milioni al 30 giugno 2019.

 

Il Patrimonio Netto è pari a Euro 4,30 milioni, rispetto a Euro 4,28 milioni al 31 dicembre 2019.

 

La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 0,93 milioni, in linea rispetto a Euro 0,88 milioni al 31 dicembre 2019, nonostante gli investimenti effettuati nel semestre per Euro 0,69 milioni e la distribuzione di dividendi per Euro 0,17 milioni.

 

FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL PERIODO

 

La situazione in Italia è di grande attenzione generale per lo sviluppo dell'emergenza COVID-19 e siamo fiduciosi che, pur con la necessaria prudenza, si possano presto vedere i miglioramenti della politica restrittiva adottata dal governo per limitarne al massimo gli effetti.

Tutto il Gruppo è attualmente operativo al 100% grazie alla natura dell'attività che ci consente di poter lavorare in maniera efficace ed organizzata anche in smart working.

In tutto il Gruppo è in corso, con il supporto di consulenti specializzati e del medico del lavoro, un'attività finalizzata a pianificare nel breve il rientro delle persone presso le rispettive sedi di lavoro con logiche, modalità e tempistiche che terranno conto del pieno rispetto delle normative e delle disposizioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e della salute delle persone alla luce dell'emergenza Covid-19.

Lo smart working ci ha consentito di lavorare regolarmente, anche nelle attività presale, dove pur non prevedendo trasferte presso le sedi dei clienti, stiamo comunque interagendo con i referenti delle aziende nostre clienti anche su nuovi progetti e proposte in corso di valutazione.

Ad oggi l'attività del nostro Gruppo può contare su un portafoglio ordini che ci consente di avere in pianificazione una copertura della nostra capacità produttiva di circa 4 mesi. Considerando le attività di servizio ricorrenti tale copertura per diversi settori aziendali può estendersi ulteriormente.

Il business digitale del gruppo e le nuove iniziative, in particolare con prodotti e servizi che utilizzano i servizi Academy e la Realtà Virtuale e Aumentata, stanno evidenziando in questo momento di grande complessità l'opportunità per il Gruppo di un nuovo business anticiclico integrativo che nonostante la ragionevole preoccupazione per questo difficile momento sociale ed economico ci fa essere positivi sul futuro e sul bisogno crescente di investimenti in servizi digitali da parte dei clienti.

Il Gruppo sta continuando a valutare le opportunità di crescita per linee esterne in ambiti anche complementari che rafforzino ulteriormente l'offerta commerciale. La società gode inoltre di un ottimo rapporto con il sistema bancario che conferma l'interesse a supportare il Gruppo anche su nuove iniziative, con apertura a concedere nuovi finanziamenti.

Al momento riteniamo la situazione finanziaria solida anche nel caso in cui il problema del COVID-19 perdurasse per un tempo significativo, visto, oltretutto, la possibilità prevista dal Decreto "Cura Italia" di sospendere la sorte capitale delle rate di mutuo e finanziamenti e la possibilità di accedere a nuovi finanziamenti, peraltro già attivate.

Abbiamo attivato monitoraggi specifici circa i flussi finanziari di incasso che ad oggi non evidenziano segnali di criticità stante anche l'ottima qualità in termini di affidabilità della clientela.

Riteniamo che gli andamenti economici e finanziari del Gruppo possano in futuro beneficiare, per i motivi sopra espressi, della positività del percorso già delineato anche grazie agli investimenti che la società ha effettuato, anche durante il periodo di emergenza, e che sono finalizzati a produrre un rafforzamento ulteriore dei volumi d'affari e delle redditività che può generarsi nel prossimo futuro grazie allo sfruttamento di sinergie su cui siamo già impegnati in maniera costante e continuativa da tempo.

 

A fine giugno Websolute ha stretto un accordo commerciale con Alibaba.com Italy che prevede il riconoscimento della qualifica di "Authorized Channel Partner" per il mercato italiano. Questo prestigioso riconoscimento, che attesta l'importanza della società sul panorama digitale italiano, consentirà nei prossimi mesi di integrare il new business della vendita dei servizi offerti dalla nota piattaforma di ecommerce in ambito B2B con possibilità di potenziare l'offerta sui clienti e di acquisirne di nuovi. Il Gruppo Websolute, in virtù di questo accordo e della sua competenza verticale su tutti i temi digital, è un partner ideale per le aziende italiane perché può offrire una consulenza mirata su tutti i temi della digital transformation integrando la strategia Alibaba con le altre opportunità che il Gruppo è in grado di offrire al mercato in ambito digitale.

 

In data 15 luglio la Società ha proceduto alla sottoscrizione di un accordo di investimento con Cadland S.r.l. e Nextlab S.r.l. per la costituzione di More S.r.l., NewCo nella quale Cadland ha conferito il ramo d'azienda "Virtual E-Motions" e della quale, successivamente al conferimento e più precisamente in data 28 agosto 2020, Websolute ha acquistato una partecipazione di maggioranza pari al 55%. L'operazione rientra nella più ampia strategia di sviluppo, dichiarata in sede di IPO, con l'acquisizione di target in nicchie di mercato ad alto potenziale di sviluppo con possibilità di cross selling sul parco clienti, tra cui Virtual e Augmented Reality. Il ramo "Virtual E-Motions" di Cadland vanta un'esperienza pluriennale e un posizionamento sul mercato di fascia alta, con un track record di clienti di standing, tra cui grandi aziende del settore lusso, arredamento, real estate, meccanica industriale, ambiti settoriali in parte complementari a quelli del Gruppo Websolute. La realtà virtuale e aumentata è una competenza settoriale in fortissima crescita in ambito Enterprise e B2B; inoltre, come conseguenza dell'epidemia Covid-19 si è registrata una forte accelerazione nella richiesta di soluzioni VR/AR.

 

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato, in pari data, l'avvio del programma di acquisto di azioni proprie, in esecuzione della delibera dell'assemblea ordinaria degli azionisti del 22 maggio 2020. Si rileva che si è proceduto in più tranches all'acquisto, nel periodo compreso fra il 28 luglio 2020 e il 25 settembre 2020, di n. 39.000 azioni proprie, per un controvalore complessivo di euro 54.536, pari allo 0,4509% del capitale sociale alla data del 25 settembre 2020.

 

In data 20 luglio il compianto dott. Hazan Hasmonai, membro del Consiglio di Amministrazione di Websolute e Senior Advisor, è venuto a mancare. L'Assemblea Ordinaria degli Azionisti ha successivamente deliberato, in data 21 settembre, di nominare Amministratore non esecutivo il dott. Paolo Pescetto.

 

Con decorrenza dal 23 settembre 2020, la Regione Marche ha riconosciuto l'accreditamento di W.Academy S.r.l., società del gruppo specializzata in servizi di formazione, all'esercizio delle attività di orientamento e formazione professionale per le macrotipologie "Formazione Superiore" e "Formazione Continua", con la relativa iscrizione nell'apposito Elenco con assegnazione del "monte crediti". Tale importante riconoscimento, oltre a rispondere alla precisa strategia di essere un partner di riferimento fortemente integrato di servizi specializzati di formazione digitale e di recruiting, consente a W.Academy di porsi come interlocutore credibile e altamente professionale sui temi del digitale, intesi come fattore abilitante al servizio di una corretta ed efficiente oltre che efficace trasformazione digitale da cui oggi ogni azienda non può esimersi. La "Digital Business School" di W.Academy, certificata da un Gruppo esperto di digitale, rappresenta la garanzia di affidabilità per il mercato oltre che un asset fondamentale per lo sviluppo delle competenze e la fidelizzazione delle risorse umane, vero propulsore interno di ogni azienda nell'era moderna.

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

 

Richiamando quanto già espresso in relazione all'emergenza COVID-19, si ribadisce che la società ha attivato sin da subito le prescrizioni e la modalità di lavoro in smart-working per tutte le risorse umane del Gruppo, consentendo quindi la piena operatività e contemporaneamente contenendo le possibili ripercussioni negative sulle dinamiche produttive e di fatturato.

Si segnala che il Gruppo al termine del primo trimestre 2020 evidenziava una crescita del fatturato rispetto al corrispondente periodo dell'esercizio 2019 mentre alla fine del primo semestre il fatturato evidenzia un calo contenuto pari al 3,24%, per i motivi già commentati, dato che se rapportato al valore della produzione si riduce allo 0,92%. Ulteriori elementi positivi sono rappresentati dalla presenza di un portafoglio ordini di vendita che consente una copertura di pianificazione delle attività produttive fino a circa 4 mesi oltre alla generazione di fatturato integrativo su cui il Gruppo potrà contare, nel secondo semestre del 2020, in virtù delle due operazioni di acquisizione di partecipazione di controllo, in riferimento alle attività di vendita dei servizi di formazione "Digital Business School" di W.ACADEMY S.r.l. e alle attività di vendita di progetti e servizi sul business della Realtà Virtuale e Aumentata di MORE S.r.l. incrementando ulteriormente l'offerta commerciale del Gruppo.

 

Infine si richiama il già citato accordo di partnership raggiunto con Alibaba.com Italy a fine Giugno, con il riconoscimento di "Authorized Channel Partner", che si ritiene possa costituire una ottima opportunità commerciale per lo sviluppo integrativo del business del Gruppo Websolute che potrà proporre sul mercato italiano l'offerta dei servizi proposti dalla nota piattaforma ecommerce B2B, servizi che si ritiene siano rispondenti ai nuovi bisogni del target di clientela a cui si rivolge il Gruppo Websolute.

Si ritiene, pur mantenendo le dovute precauzioni ed incertezze che questa fase economica determina, che il Gruppo, sia meno soggetto alle conseguenze negative dovute al perdurare dell'emergenza COVID-19, alla luce dell'attività svolta, orientata da sempre ai servizi alle imprese finalizzati ad accompagnare i percorsi di trasformazione digitale.

Ogni valutazione andrà relazionata al perdurare dell'emergenza, alla rapida ripresa delle attività produttive delle aziende, e non ultimo ai provvedimenti che il Governo adotterà al fine di sostenere la ripresa dell'economia.

Il Gruppo continua il suo percorso, già avviato con gli investimenti del precedente esercizio e del semestre appena trascorso, al fine di ottenere i massimi benefici dalle sinergie ottenibili dalle ottimizzazioni sia delle attività di cross selling con una razionale condivisione delle azioni commerciali a livello di Gruppo e con azioni finalizzate a garantire la massima efficienza sulla dinamica dei costi produttivi e funzionali.

Il Gruppo sta continuando a valutare le opportunità di crescita per linee esterne in ambiti anche complementari alle attività di servizio erogate e a supporto del potenziamento dell'offerta commerciale ai clienti.

 

INVESTOR RELATIONS MANAGER

 

In ottemperanza alle nuove disposizioni di Borsa Italiana inerenti le modifiche al Regolamento Emittenti AIM e che prevedono la nomina dell'Investor Relations Manager, si ricorda che in data 17 settembre 2019 il Consiglio di Amministrazione aveva nominato Maurizio Lanciaprima nel suddetto ruolo. La Società è assistita da IR Top Consulting in qualità di IR Advisor.

 

 




--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 27 settembre 2020

CAMPIONATO CALCIO 2020/21, IN ARRIVO INSTAFANTACHAMPIONS: LA “SOCIAL APP” PER GLI AMANTI DEL CALCIO, DEL FANTACALCIO E DI INSTAGRAM



CAMPIONATO CALCIO 2020/21, IN ARRIVO INSTAFANTACHAMPIONS: LA "SOCIAL APP" PER GLI AMANTI DEL CALCIO, DEL FANTACALCIO E DI INSTAGRAM

L'IDEA, NATA DA UN'INTUIZIONE DELL'ARCHITETTO NICOLA BUOGO, È STATA REALIZZATA GRAZIE AL SUPPORTO DI WISE MIND PLACE, IL PRIMO NETWORK DEDICATO AGLI INVENTORI CHE VOGLIONO REALIZZARE, FINANZIARE, CONDIVIDERE E COMMERCIALIZZARE LA PROPRIA IDEA

Bologna, 21 settembre 2020 - Sarà presto disponibile Instafantachampions, la versione social del Fantacalcio che, attraverso una nuova app, unirà il calcio, il Fantacalcio e Instagram: tre delle cose più amate da sportivi ed appassionati.

A comunicarlo, in occasione dell'avvio del Campionato di Serie A 2020/2021 dello scorso 19 settembre, è Wise Mind Place, il primo network dedicato a chi ha un'idea creativa e intende concretizzarla, proteggerla, metterla in vetrina e commercializzarla, che sta seguendo e supportando la realizzazione del progetto.

Grazie all'interazione tra Fantacalcio e Instagram, Instafantachampions coinvolgerà un numero grandissimo di potenziali giocatori: basti pensare, infatti, che Instagram vanta 20 milioni di utenti in Italia (fonte: Report Digital 2020) mentre già nel 2017, il Fantacalcio contava, solo in Italia, oltre 6 milioni di giocatori riconosciuti che generavano oltre 16 milioni di squadre virtuali iscritte a tornei ufficiali e ufficiosi, tra amici e sconosciuti. La app è attualmente in fase di testing e, se le verifiche tecniche saranno positive, sarà disponibile in fase lancio a fine gennaio, in concomitanza con l'inizio del girone di ritorno del Campionato, per entrare a pieno regime nel prossimo anno.

Instafantachampions si basa sulla popolarità dei giocatori di calcio su Instagram e sulle performance di gioco del singolo utente e della sua squadra. Il meccanismo delle scelte è simile a quello del Fantacalcio: ognuno ha nella propria squadra 11 giocatori con visibilità mondiale del loro account Instagram divisi in portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti, con un costo di acquisto che dipende dal numero di follower che hanno in quel momento. Una volta che la formazione viene scelta, l'app rileva il numero di follower iniziali dei giocatori, per ripetere il conteggio dopo un certo periodo di tempo, misurando le variazioni sia dei follower sia delle loro prestazioni attraverso delle apposite tabelle di conversione.

 "È un bellissimo progetto che sta prendendo forma anche grazie alla presenza di tanti di quei requisiti fondamentali perché un'idea abbia successo: l'osservazione della realtà, dei trend del momento, di ciò che le persone amano, insieme agli interessi e alle passioni di chi decide un giorno di dedicare tanto del suo tempo, delle sue risorse ed energie allo sviluppo di un progetto fuori dall'ordinario – dichiara Jessica Abbuonandi, Founder e CEO di Wise Mind Place - Siamo felici di poter ospitare un'idea come questa per tanti motivi, a partire dal fatto che il suo autore, Nicola Buogo, è l'esempio perfetto di chi, credendo in ciò che fa, ha quella dose di determinazione che serve per portare avanti un progetto, un'idea che ha curato e sta curando in ogni dettaglio per rendere concreta un'intuizione che a nostro parere può avere un grande seguito".

 

L'inventore di Instafantachampions è Nicola Buogo, architetto. "L'idea è nata da una intuizione, improvvisa, legata al mondo dei social network, alla loro incredibile capacità di attirare milioni di persone (followers) e alla necessità dei personaggi famosi, tra i quali i calciatori, di essere parte integrante di questo sistema, aumentando esponenzialmente la propria fama tramite la presenza (planetaria per molti!) sui social network – aggiunge Nicola Buogo – In questo percorso Wise Mind Place ha subito costituito un ancoraggio sicuro, una "zona comfort" dove l'idea è potuta crescere in sicurezza, con un apporto professionale costante e qualificato: posso dire che ormai il progetto è pienamente condiviso con loro!".

 

Wise Mind Place ha seguito fin dall'inizio lo sviluppo di Instafantachampions sia tutelando l'idea e la parte grafica con il copyright con la sua speciale marcatura temporale e il deposito del marchio e sia supportando il suo inventore in due fasi molto delicate: la realizzazione del gioco e la creazione di rapporti con partner e realtà selezionate interessate al progetto e disposte ad investire.

 

Wise Mind Place è il primo portale che mette in rete gli inventori di tutto il mondo in cui è possibile condividere, finanziare e mettere in vendita le proprie invenzioni, assicurandosi la tutela della proprietà intellettuale. La piattaforma, nata da un'intuizione della sua giovanissima fondatrice, Jessica Abbuonandi, fornisce tutti i servizi necessari per sviluppare, tutelare e valorizzare le proprietà industriali in Italia e all'estero, creando anche un canale preferenziale di comunicazione tra creativi e acquirenti. Grazie a un team di esperti, composto da consulenti legali, brevettuali, di comunicazione, l'inventore è accompagnato nello sviluppo della sua idea progettuale dalla prima bozza fino alla realizzazione, eventualmente all'ottenimento del brevetto, alla pubblicità e alla vendita.

 

Dopo la registrazione, si può procedere con la creazione di una bacheca personale che permette di presentare la propria idea agli altri utenti, quindi farla conoscere in modo veloce, immediato ed efficace ad un pubblico di settore e a tutti i possibili acquirenti, pur mantenendo la massima tutela della propria proprietà intellettuale. Una delle tante vere novità di Wise Mind Place è, infatti, quella di garantire la sicurezza della proprietà intellettuale sempre, durante tutto il percorso dei propri utenti, tramite una speciale marcatura temporale con riconoscimento dell'autore dell'idea che si attiva legalmente nel momento in cui l'utente la richiede all'interno della sua bacheca. Wise Mind Place è anche rivolto alle aziende di tutto il mondo che sono alla ricerca di nuovi progetti da importare e immettere nel mercato. Nella piattaforma, infatti, gli acquirenti hanno a disposizione una vetrina in cui possono trovare con facilità l'innovazione giusta per la propria azienda e, a loro volta, possono far conoscere i propri prodotti più innovativi o esportarli attraverso cessioni di licenze sui brevetti dell'azienda.

 


Chi è Jessica Abbuonandi

Nata e cresciuta a Bologna, Jessica Abbuonandi è un'imprenditrice trentenne, fondatrice di JAB srl e di WiseMindPlace. Nell'intento di trovare soluzioni commerciali per il primo brevetto "nato in famiglia", si è scontrata con una burocrazia costosa e farraginosa, realizzando quanto sia difficile muoversi nel mercato delle proprietà intellettuali per soggetti diversi dalle grandi imprese. Così, cercando la strada per commercializzare un'idea sfruttando le potenzialità del digitale, è nato il progetto WiseMindPlace.



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 25 settembre 2020

LONGINO & CARDENAL: IL CDA APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2020

LONGINO & CARDENAL: IL CDA APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2020

Avviato il canale e-commerce con i primi risultati positivi nelle vendite. Registrato trend di progressiva ripresa nei mesi successi il lockdown

 

·         Ricavi pari a € 7,3 milioni (1H2019: € 15,7 milioni)

·         EBITDA pari a € -1,3 milioni (1H2019: € 0,6 milioni)

·         PFN (debito) pari a € 1,4 milioni (cassa per € 1,4 milioni al 31/12/2019)

·         Avviato a marzo il canale e-commerce come nuova linea di business

  • Positivi e incoraggianti segnali di ripresa dalla riapertura, confermati anche nei mesi successivi alla chiusura del semestre

 

 

 

Milano, 25 settembre 2020

 

Il Consiglio di Amministrazione di Longino & Cardenal S.p.A. (LON:MI), attiva nella ricerca, selezione e distribuzione di cibi rari e preziosi e punto di riferimento per l'alta ristorazione nazionale ed internazionale, riunitosi in data odierna, ha approvato la Relazione finanziaria consolidata al 30 giugno 2020, sottoposta a revisione contabile limitata.

 

Riccardo Uleri, Amministratore Delegato e socio di maggioranza di L&C, ha commentato: "Nel corso del primo semestre abbiamo prontamente risposto agli impatti negativi della pandemia, che hanno inciso in modo significativo nel business della ristorazione durante il periodo di lockdown, ponendo in essere tutte le leve per garantire la sicurezza e tutela della salute dei dipendenti, contenere i costi, salvaguardare i conti e la solidità patrimoniale. Il nostro approccio tuttavia non è stato esclusivamente "difensivo" ma anzi abbiamo deciso di investire cogliendo la sfida del cambiamento e sviluppando il canale di vendita e-commerce. L'investimento e l'implementazione di una piattaforma per l'acquisto online non solo ci ha permesso di ottimizzare il magazzino, ma ci ha anche dato la possibilità di aprire un canale di vendita diretto al consumatore privato. Abbiamo inoltre allargato la strategia digitale anche in termini organizzativi con un nuovo sistema ERP per l'efficientamento interno e una migliore gestione dei clienti e fornitori. L'allentamento delle restrizioni imposte durante il periodo del lockdown, unito al contributo del canale online sta riportando le vendite progressivamente ai livelli pre-covid, e siamo fiduciosi, in assenza di nuove ricadute della pandemia, che si possa tornare nella seconda metà del 2020 a livelli di profittabilità positivi."


 

 

 

Principali risultati consolidati al 30 giugno 2020

 

I risultati consolidati sono stati impattati dagli effetti economici generati a seguito del diffondersi della pandemia globale Covid-19.

 

I Ricavi sono pari a Euro 7,3 milioni (Euro 15,7 milioni nel primo semestre 2019). L'andamento dei ricavi ha risentito dei blocchi parziali e poi totali delle attività imposti dalle autorità nazionali. Durante il periodo di lockdown, L&C ha deciso di evolvere il proprio business adattandolo al contesto attuale e ha così avviato il progetto digitale dell'e-commerce che ha subito evidenziato una risposta molto positiva in termini di vendite, aprendo inoltre il portafoglio prodotti al consumatore privato.

 

A partire dalla riapertura delle attività il Gruppo ha ripreso progressivamente l'operatività riscontrando un trend incoraggiante di progressiva crescita nei mesi successi il lockdown.

 

L'EBITDA è negativo per Euro 1,3 milioni, rispetto a Euro 0,6 milioni al 30 giugno 2019. A seguito della drastica riduzione dell'attività di vendita, il management ha intrapreso tempestivamente tutte le misure idonee al contenimento dei costi di struttura, intervenendo su tutte le voci per le quali è risultato possibile attuare un saving. La riduzione dei costi del personale è avvenuta tramite un considerevole utilizzo del fondo ferie e il ricorso agli ammortizzatori sociali. I costi commerciali e di marketing sono stati contenuti anche in virtù della mancata organizzazione di attività ed eventi promozionali e per i mancati oneri associati alle trasferte della forza vendita dipendente.

 

L'EBIT è negativo per Euro 1,5 milioni rispetto a Euro 0,5 milioni al 30 giugno 2019, dopo accantonamenti ed ammortamenti pari a circa Euro 0,2 milioni.,

 

Il Risultato netto è negativo per Euro 1,4 milioni (Euro 0,3 milioni nel primo semestre 2019).

 

La PFN è pari a Euro 1,4 milioni di debito (cassa per Euro 1,4 milioni al 31 dicembre 2019). Al fine di rafforzare le disponibilità liquide e far fronte alle proprie obbligazioni, il management ha prontamente fatto ricorso al credito sfruttando gli strumenti agevolati messi a disposizione dal Decreto Liquidità e dal Fondo Centrale di Garanzia, e ha deciso di sospendere la delibera di distribuzione dei dividendi sugli utili 2019.

 

Il Patrimonio netto è pari a Euro 5,8 milioni, in decremento rispetto a Euro 6,6 mln al 30 giugno 2019, a causa del risultato negativo consolidato del periodo.

 

 

Principali eventi nel corso del primo semestre 2020

 

Nel corso del primo semestre 2020 il Gruppo ha prontamente reagito per affrontare e contrastare al meglio gli effetti della pandemia mondiale ponendo in atto azioni concrete volte a salvaguardare la struttura economica, patrimoniale e finanziaria delle società, nonché la salute dei dipendenti.


 

 

Digitalizzazione: In particolare, è stato rafforzato il progetto della digitalizzazione della struttura organizzativa con lo sviluppo del nuovo ERP al fine di efficientare i processi aziendali e, di conseguenza, ridurre i costi, migliorare il servizio al cliente e la relazione con i fornitori, oltre all'attività di pianificazione finanziaria e di gestione del credito, entrambe quanto mai strategiche e cruciali nel prossimo futuro.

 

E-commerce: nel periodo di lockdown la Società ha dimostrato di avere la forza di cogliere l'opportunità di cambiamento sviluppando da zero il canale e-commerce con l'implementazione di una piattaforma per l'acquisto diretto per il consumatore privato, che, grazie ai positivi risultati riscontarti, diverrà una nuova linea di business con l'obiettivo di rafforzarla ulteriormente ed espanderla anche ai mercati esteri.

 

 

Eventi successivi al primo semestre 2020 ed evoluzione prevedibile della gestione

 

Anche se nel corso del primo semestre lo sforzo è stato volto al contenimento dei costi e alla tutela della solidità finanziaria e patrimoniale, non sono mancate le scelte coraggiose del management di investimento in un'ottica di crescita con l'implementazione del canale di vendita e-commerce. Sulla base di ciò, in mancanza di nuovi scenari legati a possibili evoluzioni della pandemia, il Gruppo ritiene che, nel suo complesso, si possa tornare nella seconda metà del 2020 a livelli di profittabilità positivi. Il trend crescente di fatturato realizzato dalla Capogruppo nella prima parte del secondo semestre, il previsto allentamento delle misure restrittive a Hong Kong e New York, oltre alla ripresa già avvenuta a Dubai, consentono di guardare con fiducia al risultato della seconda metà dell'anno.

 

Successivamente ai primi sei mesi del 2020,la Società ha inoltre sottoscritto due contratti di finanziamento erogati nell'ambito del Decreto Liquidità con garanzia di copertura al 90% da parte del Fondo Centrale di Garanzia, il primo con Intesa San Paolo SpA per complessivi Euro 3 milioni dalla durata di 72 mesi e preammortamento di 24 mesi, e il secondo con Deutsche Bank per Euro 1 milione dalla durata di 5 anni e preammortamento di 12 mesi.

 

Investor Relations Manager

 

In ottemperanza alle nuove disposizioni di Borsa Italiana S.p.A. inerenti alle modifiche al Regolamento Emittenti AIM che prevedono la nomina della figura di Investor Relations Manager, il Consiglio di Amministrazione ha nominato per tale ruolo il dott. Paolo Barbieri.

 

Incontro con la comunità finanziaria - AIM Investor Day 1° ottobre 2020

 

Longino & Cardenal comunica che il 1° ottobre 2020 parteciperà alla VII edizione dell'AIM Investor Day, l'evento virtuale dedicato alle società quotate sul mercato AIM Italia, organizzato da IR Top Consulting. L'AD, Riccardo Uleri, illustrerà i risultati economico-finanziari e lo sviluppo strategico del Gruppo. Mission del road-show è offrire a investitori istituzionali italiani ed esteri, professionali e retail, nonché alla stampa economico-finanziaria, l'opportunità di approfondire l'equity story, i risultati e le strategie delle Società AIM Italia.


 

 


Documentazione

La Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2020 sarà messa a disposizione del pubblico sul sito internet della Società, sezione Investor Relations/Bilanci e relazioni, nei termini previsti dai regolamenti vigenti.


 

Longino & Cardenal ricerca, seleziona e distribuisce, da oltre 30 anni, cibi rari e preziosi per la ristorazione di elevata qualità, anticipando i trend gastronomici internazionali. La società ha elaborato una proposta alimentare di eccellenza, con oltre 1.800 prodotti di prim'ordine, distribuiti da una rete commerciale di circa 80 agenti, per ispirare con le migliori materie prime gli operatori del food italiani ed esteri di alto profilo. Il Gruppo, con sede operativa in Italia, è presente ad Hong Kong e Dubai. Conta circa 5.000 clienti, annoverando l'80% dei ristoranti stellati nei mercati di riferimento, e circa 100 fornitori strategici, supportati da una logistica efficiente a garanzia della freschezza e qualità. Le Azioni L&C sono quotate sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. con ISIN IT0005337073.




--
www.CorrieredelWeb.it

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *