Cerca nel sito

venerdì 28 aprile 2017

FESTA DEI FIORI ACIREALE, DOMANI LA PRIMA GIORNATA


Sabato 29 aprile: parata dei carri infiorati, sfilate in maschera e performance di danza

"FESTA DEI FIORI" AD ACIREALE: DOMANI LA PRIMA GIORNATA

Alle 9.30 in Piazza Vigo via alla "Caccia al Tesoro" del Gruppo Fai Giovani Catania

ACIREALE – Anche in primavera le strade della «città dai cento campanili» saranno gremite di visitatori e turisti che prenderanno parte alla seconda edizione della "Festa dei Fiori", l'evento organizzato dalla Fondazione Carnevale Acireale – presieduta da Antonio Belcuore – insieme all'Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Roberto Barbagallo.

Si comincia domani pomeriggio, sabato 29 aprile, con l'inaugurazione delle mostre collaterali e l'apertura (alle 16.30) di "Fiori in Fiera", il mercato d'artigianato che si snoderà nelle vie del centro storico, tra la Cattedrale e la Basilica di San Sebastiano, in via Ruggero Settimo e piazza Lionardo Vigo: un percorso tra bancarelle folcloristiche e i loro prodotti naturali.

Alle 17.30 appuntamento con la prima sfilata lungo il circuito tradizionale di Piazza Duomo, Corso Umberto, Via Paolo Vasta, Corso Savoia: saranno protagonisti i gruppi mascherati scolastici di Acireale, e direttamente dal Carnevale di Malta gruppi e scuole di danza in maschera, accompagnati dalle due bande musicali Guggen Band Draufgaenger-guggis – German e Guggen Musik "Big Friends" Malta.

A seguire, dalle 18.00 in Piazza Duomo, le iniziative curate dall'associazione Danz@M.E. per celebrare la Giornata Internazionale della Danza promossa dall'International Dance Council dell'Unesco: il flash mob "PrimaVeraDanza" e il percorso di performance artistiche tra l'architettura della città.

Il momento più atteso arriverà alle 18.30, quando i sette carri infiorati faranno finalmente mostra di sé per la parata di presentazione. Sarà festa fino a tarda sera: alle 21.30 sul palco di Piazza Duomo i riflettori saranno puntati sullo spettacolo di varietà "Che Fantastica Serata", con Vincenzo Canzone, Alessandro Gandolfo e la Fantastica Orchestra; mentre in Piazza Indirizzo si accenderà l'atmosfera da discoteca a cura di VivAci.

Tra gli eventi clou della giornata di domani è in programma anche la "Caccia al Tesoro tra le suggestive vie di Acireale" organizzata dal Gruppo Giovani Fai (Fondo ambiente italiano) di Catania insieme alla Delegazione etnea e al Gruppo di Acireale: alle 9.30 dal chiosco ligneo di Piazza Vigo, si darà il via a una passeggiata-gioco all'insegna dell'arte e del divertimento in una progressiva immersione tra luoghi "misteriosi" e ricchi di fascino, alcuni non sempre accessibili. La competizione, aperta a tutti, si concluderà con la premiazione floreale dei vincitori.

Intanto a Villa Belvedere è già aperto al pubblico – dopo il taglio del nastro inaugurale avvenuto questa mattina (28 aprile) – il Green Village Sicilia, promosso da MeetingCo Events. Oltre 200 bambini, pronti a giocare e studiare divertendosi, hanno inaugurato le attività, insieme a loro anche gli organizzatori, gli assessori comunali Antonio Coniglio (Turismo) e Francesco Fichera (Ambiente), il deputato Ars Nicola D'Agostino e il consigliere comunale Silvestro Torrisi.

Il calendario completo della "Festa dei Fiori 2017", con tutte le iniziative collaterali e le mostre visitabili, è disponibile su www.fondazionecarnevaleacireale.it e sugli spazi social del Carnevale di Acireale.

·         Lunedì 1 maggio, a partire dalle 17.00, sul sito della Fondazione Carnevale Acireale sarà trasmessa da Piazza Duomo la diretta streaming della "Festa dei Fiori", a cura di Mandarin.
·         Le pagine social Facebook (@CarnevaleAcireale), Twitter (@Acicarnevale), Instagram (@carnevaleacireale) e You Tube (Carnevale Acireale), sono già attive per tenere informati, anche in tempo reale, coloro che vogliono "connettersi" alla manifestazione. Hashtag ufficiali #festadeifiori e #acicarnevale;
·         Torna la "Lotteria del Carnevale": per chi acquista i biglietti in palio una Lancia Nuova Y, uno scooter Keeway Logik e una crociera per due persone. L'estrazione finale è fissata per il 13 maggio;
·         Oltre al media partner RDS 100% Grandi Successi, la Fondazione Carnevale di Acireale ringrazia gli sponsor: Credito Siciliano, Decò – Gruppo Arena, Input – Comunicazione ed Eventi, McDonald's, Ulisse Acireale, SAC – Società Aeroporto Catania; e i partner tecnici: AdvMaiora, Mandarin, Vision Sicily.


--
www.CorrieredelWeb.it

Romaest compie 10 anni e festeggia con il grande concorso 'Vinci Dubai'. Domenica 30 aprile l'attore Salvatore Esposito premierà il vincitore

Il 30 aprile l'attore Salvatore Esposito premierà il vincitore
Pioggia di premi, coupons e omaggi per valorizzare i clienti più affezionati. 

Un esempio virtuoso di co-marketing per le aziende

Torresan: la ricetta del successo? 
Promuovere eventi che rendano Romaest un luogo di aggregazione


Quest'anno Romaest per il suo 10° Anniversario festeggia premiando i suoi clienti più affezionati. 

Fino al 30 aprile sarà possibile partecipare al grande concorso 'Vinci Dubai', ogni giorno premi speciali con estrazione finale che prevede un primo premio da sogno, un viaggio per due con destinazione Dubai. 

Il 30 Aprile, alle ore 18:00, Salvatore Esposito, l'attore italiano tra i protagonisti della serie tv Gomorra, testimonial del concorso, premierà il vincitore e incontrerà i fan per firmare le copie del suo libro 'Non volevo diventare un boss'.

Come funziona il concorso?
I clienti in possesso di almeno uno scontrino di acquisto in uno dei negozi del Centro, si possono recare presso l'area accrediti con la propria Welcome Card, se non si è in possesso della carta, è possibile riceverla al momento della registrazione gratuitamente. 

Con i punti caricati sulla Card i clienti potranno recarsi all'area gioco dove utilizzeranno i punti per tentare la fortuna presso i totem interattivi. Potranno vincere, così, dei premi immediati e in ogni caso partecipare alle estrazioni finali. 

Ogni giorno, inoltre, per tutto il mese, almeno 1 cliente vincerà un premio speciale, diventando il "supercliente del giorno" e, in quanto tale, verrà fatto salire su una golf car guidata da un autista in livrea, che lo accompagnerà in un tour prestabilito tra i negozi di Romaest, raccogliendo premi, coupons e omaggi, fino a raggiungere nuovamente l'area accrediti per salire su un trono e venire insignito di una Gift Card.

L'iniziativa 'Vinci Dubai' del Centro Commerciale di Via Collatina, 858, è un interessante esempio di co-marketing. Romaest fa sapere, infatti, che con le aziende partner si è creata una collaborazione proficua con numerose proposte messe in campo dal Centro Commerciale, come ad esempio, il premio del giorno da mettere in palio per il "SuperCliente", da ritirare subito (anche Gift Card o Buono Spesa). 

Un'ottima opportunità per le aziende che intendono promuoversi.

"I 10 anni di Romaest sono un piccolo grande traguardo che abbiamo voluto festeggiare con tutti coloro che hanno reso possibile questa realtà, ossia i nostri clienti. Abbiamo pensato al concorso che vuole essere il nostro regalo a loro e il nostro ringraziamento - ha commentato Marco Torresan, Direttore del Centro Commerciale Romaest. - Siamo molto orgogliosi di poter dire che in questi anni Romaest da Centro commerciale per un bacino d'utenza importante si è evoluto, diventando un vero e proprio punto di aggregazione e d'incontro per il territorio, una "piazza" di quartiere, dove non mancano iniziative sociali e culturali, un luogo di socializzazione oltre che ovviamente di shopping."

Romaest ogni giorno è vicina concretamente ai suoi clienti per questo da tempo ha messo a disposizione lo shuttle bus che agevola notevolmente il trasporto. 

Il servizio è gratuito dal lunedì al sabato e attivo dalle 11:00 alle 20:00. La prima corsa con partenza da Fs Ponte di Nona è alle ore 11:00, mentre l'ultima corsa, con partenza da Romaest, è alle ore 19:40.


Romaest
GRA uscita 14 - 15 - Autostrada A24 uscita Ponte di Nona - Roma Lunghezza




--
www.CorrieredelWeb.it

NASCE ELETTRICITÀ FUTURA


Presentata oggi a Roma l'Associazione nata dall'unione fra Assoelettrica e assoRinnovabili che, per la prima volta, unisce il mondo elettrico italiano, convenzionale e rinnovabile.

Roma, 28 aprile 2017 – Si è tenuta oggi presso il "Centro Congressi Roma eventi" la prima Assemblea di Elettricità Futura, nuova Associazione costituita dall'integrazione fra Assoelettrica e assoRinnovabili. 
Elettricità Futura nasce con l'ambizione di rappresentare le imprese impegnate a promuovere la transizione energetica verso un mercato sempre più sostenibile, innovativo e concorrenziale. La creazione di un soggetto che rappresenti l'intera filiera elettrica, caso pressoché unico fra i grandi Paesi europei, ha l'obiettivo di rispondere alle sfide della decarbonizzazione, dell'integrazione dei mercati e della centralità del consumatore in un contesto di grande sviluppo tecnologico.
Il nuovo Presidente dell'Associazione Simone Mori ha dichiarato: "Elettricità Futura costituisce un passo importante, che porterà le imprese del settore elettrico, indipendentemente dalle tecnologie e filiere di appartenenza, ad acquisire una voce più forte e autorevole e così contribuire alla trasformazione dello scenario energetico italiano ed europeo".
"Questa fusione conferma come il mondo delle rinnovabili sia parte integrante del sistema energetico italiano, pronto ad affrontare le sfide poste dalla transizione energetica – ha commentato il Presidente di assoRinnovabili Agostino Re Rebaudengo –Sono certo che la nuova Associazione saprà interpretare e tutelare al meglio gli interessi di tutta la filiera elettrica italiana".
Vicepresidenti designati sono Valerio Camerano (produzione convenzionale) e Agostino Re Rebaudengo (generazione distribuita ed efficienza energetica) - da formalizzare nel primo Consiglio Generale di Elettricità Futura - i quali affiancheranno gli attuali Vicepresidenti Lucia Bormida (produzione da fonti rinnovabili) e Roberto Potì (mercato).
La decarbonizzazione, l'efficienza energetica, l'elettrificazione dei consumi finali, l'innovazione tecnologica e la mobilità elettrica sono i temi chiave sui quali Elettricità Futura intende sviluppare la sua azione.
Nel presentare la prima assemblea di Elettricità Futura il Presidente Mori afferma: "Siamo nati oggi ma stiamo lavorando insieme già da tempo, attraverso l'elaborazione di proposte condivise per contribuire allo sviluppo della strategia energetica nazionale e al dibattito europeo per la creazione del mercato elettrico del futuro".

--
www.CorrieredelWeb.it

Fondazione Enasarco: l'assemblea dei delegati ha approvato il Bilancio consuntivo e il Codice etico

Il 2016 si chiude con un avanzo economico di 119 milioni di euro, in crescita dell'11 per cento rispetto al 2015. 

La gestione previdenziale presenta un saldo positivo di ben 43 milioni di euro. 

"I risultati del bilancio consuntivo della Fondazione Enasarco – ha dichiarato il Presidente Gianroberto Costa - sono la più evidente e netta prova della solidità finanziaria e patrimoniale della Cassa e, dunque, della sicurezza presente e futura delle pensioni e del welfare degli agenti di commercio e dei consulenti finanziari. 

L'assemblea dei delegati della Fondazione, eletta per la prima volta lo scorso anno, rappresenta, a sua volta, il motore del rinnovamento in atto. Una innovazione vitale nella governance di Enasarco. E abbiamo avuto modo di constatarlo proprio in occasione della riunione che si è svolta per l'approvazione del bilancio, oltre che del nuovo Codice etico della Fondazione". 

La Fondazione Enasarco prosegue il suo percorso di rinnovamento e conferma il suo ottimo stato di salute finanziario.

L'Assemblea dei delegati ha approvato tre snodi centrali per il futuro della Fondazione, già precedentemente deliberati dal CdA:
  • Bilancio consuntivo 2016
  • Codice etico
  • Modifiche agli articoli 13, 25, 29, 44, 46 e introduzione dell'articolo 5 bis del Regolamento delle attività istituzionali.

Il Bilancio consuntivo 2016 si chiude con un avanzo economico pari a 119 milioni di euro, in crescita rispetto al 2015 di 12 milioni (+11%) di euro. L'avanzo del 2016 è già diminuito di euro 7 milioni che costituiscono la somma destinata preventivamente al Fondo Firr, il trattamento di fine rapporto degli iscritti. 

Positivi i risultati conseguiti nella gestione istituzionale che evidenzia complessivamente un saldo di +138,3 milioni di euro, a fronte dell'avanzo di +86,6 milioni di euro del 2015 e di quello del bilancio tecnico 2014 previsto in euro +82 milioni.

Ma il risultato più importante è rappresentato dal saldo della gestione previdenziale (+43 milioni di euro), con entrate previdenziali che finanziano la spesa per prestazioni. Perseguendo il generale principio dell'economicità, le spese di funzionamento rimangono sostanzialmente invariate e sono totalmente coperte dal saldo della gestione istituzionale, con un avanzo operativo di +99,3 milioni di euro, contro 47 milioni di euro del 2015. 

I risparmi realizzati non hanno intaccato l'efficacia dei servizi all'utenza, comunque migliorati, come dimostrano i nuovi servizi disponibili nell'area riservata. Positivi i risultati nell'ambito della gestione del patrimonio. 

I proventi finanziari lordi sono passati dagli euro 61 milioni del 2015 agli oltre euro 73 milioni del 2016, Il patrimonio liquido è passato dal +5% del 2011 al +35,5% del 2016, mentre il valore complessivo del patrimonio della Fondazione espresso al fair value è cresciuto di oltre il 9,6% rispetto al 2012. 

Per ciò che riguarda la gestione della dismissione immobiliare nel 2016, sono state dismesse oltre 1.083 unità immobiliari, per un valore di bilancio pari a circa 136 milioni di euro, mentre la plusvalenza realizzata sulle vendite è pari a 28 milioni.

Il Codice etico indica i principi generali e le regole comportamentali, alle quali devono conformarsi tutti coloro che operano nella Fondazione o hanno rapporti con la Fondazione (amministratori, sindaci, dirigenti, dipendenti e collaboratori esterni). 

Si tratta di uno strumento-chiave per la trasparenza e la garanzia dell'effettivo accertamento delle responsabilità nella gestione della Cassa; esso inoltre completa un processo per l'adozione di un sistema di governance aziendale orientato al rispetto più rigido e attento di tutte le normative esistenti.

Tra le modifiche regolamentari è particolarmente rilevante l'introduzione dell'art.5 bis che riguarda l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, un tema caro alla nuova amministrazione della Cassa. La norma prevede, per gli agenti iscritti per la prima volta alla Fondazione negli anni 2018, 2019 e 2020, un regime contributivo agevolato per tre anni consecutivi dal conferimento del primo incarico.


--
www.CorrieredelWeb.it

ZANARDO: UNA ZES PER IL PORTO DI VENEZIA SIGNIFICHEREBBE TRAINARE L'ECONOMIA DELL'INTERO PAESE

"L'ampliamento dell'attuale porto franco o la creazione di una zona franca speciale può determinare le condizioni per un notevole sviluppo del porto di Venezia nei prossimi dieci anni, con ricadute positive per l'intero Paese.

In particolare, la possibilità di ampliare il perimetro della Zona Franca Doganale di Venezia ad aree ricomprese in ambito portuale non contigue potrebbe essere la premessa per un secondo upgrade quello del riconoscimento di Zona Economica Speciale".

Nel Patto per lo sviluppo di Venezia, Governo e Municipalità avevano già concordato questa prima fase di sviluppo; ora è il momento di agire".


Lo sottolinea Damaso Zanardo, Coordinatore della Commissione Città Metropolitana della Camera di Commercio Venezia Rovigo D.L., tra i protagonisti del convegno "La portualità veneziana: scenari e opzioni strategiche", promosso da Prodemos, Associazione di cultura politica e di governo presso l'Hotel Bologna di Venezia Mestre con il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio Angelo Rughetti, e il Presidente Autorità di Sistema Portuale del mare Adriatico Settentrionale Pino Musolino.

Nel contesto del Piano Nazionale Strategico della Portualita' e della Logistica, il Convegno si pone l'obiettivo da fare il punto sui diversi progetti che disegneranno il futuro del porto di Venezia, e conseguentemente la sua potenzialità di generare valore economico e sociale per il territorio e per l'intera comunità nazionale. 


"Nell'annuale rapporto sulle economie del BOAO FORUM for Asia 2017 – rimarca Zanardo - è stato detto che una stima degli investimenti che affluiranno in Europa in termini di PIL generato nei prossimi 15 anni, è di circa 250 trilioni di dollari perché lungo la nuova via della seta saranno costruiti parchi industriali, zone economiche speciali ed iniziative varie interessanti per le imprese italiane ed europee"

A tale proposito, Zanardo ricorda che: "Un autorevole studioso di questi fenomeni ha di recente detto che il progetto delle due vie della seta destinato a cambiare radicalmente sia il panorama logistico che quello delle relazioni geo-politiche, economiche e commerciali, rappresenta un'opportunità unica per l'Europa, per l'Italia e per Venezia che sarà terminale di una di queste: o prendiamo questo treno oppure se lo perdiamo rischiamo di rimanere marginalizzati, non solo a livello italiano ma anche europeo".


Inoltre, per Zanardo, l'individuazione del territorio del Comune di Venezia come "area di crisi industriale" va visto come una occasione per attuare la reindustrializzazione e riconversione di Marghera proprio in quella chiave.

 "Venezia – ricorda – è il primo porto europeo in base al  Port Manufacturing Accessibility Index, che misura l'efficienza del sistema portuale rispetto alla geografia della manifattura. Ampliando l'offerta del porto attraverso la creazione di una Zes intra e retroportuale, gli insediamenti produttivi dediti alla fase di lavorazione packaging, personalizzazione e distribuzione potrebbero crescere esponenzialmente. L'Italia potrebbe davvero candidarsi ad essere la porta marittima dell'Asia in un Mediterraneo che non è più periferico e Venezia potrebbe esserne uno degli attori principali di questa trasformazione".




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI