Cerca nel blog

venerdì 25 settembre 2020

LONGINO & CARDENAL: IL CDA APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2020

LONGINO & CARDENAL: IL CDA APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2020

Avviato il canale e-commerce con i primi risultati positivi nelle vendite. Registrato trend di progressiva ripresa nei mesi successi il lockdown

 

·         Ricavi pari a € 7,3 milioni (1H2019: € 15,7 milioni)

·         EBITDA pari a € -1,3 milioni (1H2019: € 0,6 milioni)

·         PFN (debito) pari a € 1,4 milioni (cassa per € 1,4 milioni al 31/12/2019)

·         Avviato a marzo il canale e-commerce come nuova linea di business

  • Positivi e incoraggianti segnali di ripresa dalla riapertura, confermati anche nei mesi successivi alla chiusura del semestre

 

 

 

Milano, 25 settembre 2020

 

Il Consiglio di Amministrazione di Longino & Cardenal S.p.A. (LON:MI), attiva nella ricerca, selezione e distribuzione di cibi rari e preziosi e punto di riferimento per l'alta ristorazione nazionale ed internazionale, riunitosi in data odierna, ha approvato la Relazione finanziaria consolidata al 30 giugno 2020, sottoposta a revisione contabile limitata.

 

Riccardo Uleri, Amministratore Delegato e socio di maggioranza di L&C, ha commentato: "Nel corso del primo semestre abbiamo prontamente risposto agli impatti negativi della pandemia, che hanno inciso in modo significativo nel business della ristorazione durante il periodo di lockdown, ponendo in essere tutte le leve per garantire la sicurezza e tutela della salute dei dipendenti, contenere i costi, salvaguardare i conti e la solidità patrimoniale. Il nostro approccio tuttavia non è stato esclusivamente "difensivo" ma anzi abbiamo deciso di investire cogliendo la sfida del cambiamento e sviluppando il canale di vendita e-commerce. L'investimento e l'implementazione di una piattaforma per l'acquisto online non solo ci ha permesso di ottimizzare il magazzino, ma ci ha anche dato la possibilità di aprire un canale di vendita diretto al consumatore privato. Abbiamo inoltre allargato la strategia digitale anche in termini organizzativi con un nuovo sistema ERP per l'efficientamento interno e una migliore gestione dei clienti e fornitori. L'allentamento delle restrizioni imposte durante il periodo del lockdown, unito al contributo del canale online sta riportando le vendite progressivamente ai livelli pre-covid, e siamo fiduciosi, in assenza di nuove ricadute della pandemia, che si possa tornare nella seconda metà del 2020 a livelli di profittabilità positivi."


 

 

 

Principali risultati consolidati al 30 giugno 2020

 

I risultati consolidati sono stati impattati dagli effetti economici generati a seguito del diffondersi della pandemia globale Covid-19.

 

I Ricavi sono pari a Euro 7,3 milioni (Euro 15,7 milioni nel primo semestre 2019). L'andamento dei ricavi ha risentito dei blocchi parziali e poi totali delle attività imposti dalle autorità nazionali. Durante il periodo di lockdown, L&C ha deciso di evolvere il proprio business adattandolo al contesto attuale e ha così avviato il progetto digitale dell'e-commerce che ha subito evidenziato una risposta molto positiva in termini di vendite, aprendo inoltre il portafoglio prodotti al consumatore privato.

 

A partire dalla riapertura delle attività il Gruppo ha ripreso progressivamente l'operatività riscontrando un trend incoraggiante di progressiva crescita nei mesi successi il lockdown.

 

L'EBITDA è negativo per Euro 1,3 milioni, rispetto a Euro 0,6 milioni al 30 giugno 2019. A seguito della drastica riduzione dell'attività di vendita, il management ha intrapreso tempestivamente tutte le misure idonee al contenimento dei costi di struttura, intervenendo su tutte le voci per le quali è risultato possibile attuare un saving. La riduzione dei costi del personale è avvenuta tramite un considerevole utilizzo del fondo ferie e il ricorso agli ammortizzatori sociali. I costi commerciali e di marketing sono stati contenuti anche in virtù della mancata organizzazione di attività ed eventi promozionali e per i mancati oneri associati alle trasferte della forza vendita dipendente.

 

L'EBIT è negativo per Euro 1,5 milioni rispetto a Euro 0,5 milioni al 30 giugno 2019, dopo accantonamenti ed ammortamenti pari a circa Euro 0,2 milioni.,

 

Il Risultato netto è negativo per Euro 1,4 milioni (Euro 0,3 milioni nel primo semestre 2019).

 

La PFN è pari a Euro 1,4 milioni di debito (cassa per Euro 1,4 milioni al 31 dicembre 2019). Al fine di rafforzare le disponibilità liquide e far fronte alle proprie obbligazioni, il management ha prontamente fatto ricorso al credito sfruttando gli strumenti agevolati messi a disposizione dal Decreto Liquidità e dal Fondo Centrale di Garanzia, e ha deciso di sospendere la delibera di distribuzione dei dividendi sugli utili 2019.

 

Il Patrimonio netto è pari a Euro 5,8 milioni, in decremento rispetto a Euro 6,6 mln al 30 giugno 2019, a causa del risultato negativo consolidato del periodo.

 

 

Principali eventi nel corso del primo semestre 2020

 

Nel corso del primo semestre 2020 il Gruppo ha prontamente reagito per affrontare e contrastare al meglio gli effetti della pandemia mondiale ponendo in atto azioni concrete volte a salvaguardare la struttura economica, patrimoniale e finanziaria delle società, nonché la salute dei dipendenti.


 

 

Digitalizzazione: In particolare, è stato rafforzato il progetto della digitalizzazione della struttura organizzativa con lo sviluppo del nuovo ERP al fine di efficientare i processi aziendali e, di conseguenza, ridurre i costi, migliorare il servizio al cliente e la relazione con i fornitori, oltre all'attività di pianificazione finanziaria e di gestione del credito, entrambe quanto mai strategiche e cruciali nel prossimo futuro.

 

E-commerce: nel periodo di lockdown la Società ha dimostrato di avere la forza di cogliere l'opportunità di cambiamento sviluppando da zero il canale e-commerce con l'implementazione di una piattaforma per l'acquisto diretto per il consumatore privato, che, grazie ai positivi risultati riscontarti, diverrà una nuova linea di business con l'obiettivo di rafforzarla ulteriormente ed espanderla anche ai mercati esteri.

 

 

Eventi successivi al primo semestre 2020 ed evoluzione prevedibile della gestione

 

Anche se nel corso del primo semestre lo sforzo è stato volto al contenimento dei costi e alla tutela della solidità finanziaria e patrimoniale, non sono mancate le scelte coraggiose del management di investimento in un'ottica di crescita con l'implementazione del canale di vendita e-commerce. Sulla base di ciò, in mancanza di nuovi scenari legati a possibili evoluzioni della pandemia, il Gruppo ritiene che, nel suo complesso, si possa tornare nella seconda metà del 2020 a livelli di profittabilità positivi. Il trend crescente di fatturato realizzato dalla Capogruppo nella prima parte del secondo semestre, il previsto allentamento delle misure restrittive a Hong Kong e New York, oltre alla ripresa già avvenuta a Dubai, consentono di guardare con fiducia al risultato della seconda metà dell'anno.

 

Successivamente ai primi sei mesi del 2020,la Società ha inoltre sottoscritto due contratti di finanziamento erogati nell'ambito del Decreto Liquidità con garanzia di copertura al 90% da parte del Fondo Centrale di Garanzia, il primo con Intesa San Paolo SpA per complessivi Euro 3 milioni dalla durata di 72 mesi e preammortamento di 24 mesi, e il secondo con Deutsche Bank per Euro 1 milione dalla durata di 5 anni e preammortamento di 12 mesi.

 

Investor Relations Manager

 

In ottemperanza alle nuove disposizioni di Borsa Italiana S.p.A. inerenti alle modifiche al Regolamento Emittenti AIM che prevedono la nomina della figura di Investor Relations Manager, il Consiglio di Amministrazione ha nominato per tale ruolo il dott. Paolo Barbieri.

 

Incontro con la comunità finanziaria - AIM Investor Day 1° ottobre 2020

 

Longino & Cardenal comunica che il 1° ottobre 2020 parteciperà alla VII edizione dell'AIM Investor Day, l'evento virtuale dedicato alle società quotate sul mercato AIM Italia, organizzato da IR Top Consulting. L'AD, Riccardo Uleri, illustrerà i risultati economico-finanziari e lo sviluppo strategico del Gruppo. Mission del road-show è offrire a investitori istituzionali italiani ed esteri, professionali e retail, nonché alla stampa economico-finanziaria, l'opportunità di approfondire l'equity story, i risultati e le strategie delle Società AIM Italia.


 

 


Documentazione

La Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2020 sarà messa a disposizione del pubblico sul sito internet della Società, sezione Investor Relations/Bilanci e relazioni, nei termini previsti dai regolamenti vigenti.


 

Longino & Cardenal ricerca, seleziona e distribuisce, da oltre 30 anni, cibi rari e preziosi per la ristorazione di elevata qualità, anticipando i trend gastronomici internazionali. La società ha elaborato una proposta alimentare di eccellenza, con oltre 1.800 prodotti di prim'ordine, distribuiti da una rete commerciale di circa 80 agenti, per ispirare con le migliori materie prime gli operatori del food italiani ed esteri di alto profilo. Il Gruppo, con sede operativa in Italia, è presente ad Hong Kong e Dubai. Conta circa 5.000 clienti, annoverando l'80% dei ristoranti stellati nei mercati di riferimento, e circa 100 fornitori strategici, supportati da una logistica efficiente a garanzia della freschezza e qualità. Le Azioni L&C sono quotate sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. con ISIN IT0005337073.




--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 23 settembre 2020

Analog Devices e Microsoft insieme per l’imaging 3D


Analog Devices e Microsoft insieme per l'imaging 3D 

ADI e Microsoft collaborano per la realizzazione di prodotti e soluzioni all'avanguardia nel settore dell'imaging 3D


Analog Devices annuncia oggi una collaborazione strategica con Microsoft per valorizzare la tecnologia dei sensori per il Time of Flight 3D (ToF) di Microsoft, consentendo ai clienti di creare facilmente applicazioni 3D ad alte prestazioni con un maggiore grado di precisione e che lavorino indipendentemente dalle condizioni ambientali del contesto. La competenza tecnica di ADI combinata con la tecnologia Microsoft Azure Kinect fornirà soluzioni leader ToF a un pubblico molto più ampio in settori quali industria 4.0, automotive, videogiochi, realtà aumentata, fotografia computazionale e videografia.

Attualmente, il mercato industriale sta registrando una crescita per i sistemi di imaging 3D che possono essere utilizzati in ambienti critici e che richiedono applicazioni all'avanguardia, ad esempio cobot, mappatura degli ambienti e sistemi di gestione dell'inventario per accelerare la transizione verso l'industria 4.0. Le applicazioni ToF sono necessarie anche per poter creare una migliore esperienza di guida sulle vetture di nuova generazione, più sicure per il conducente e i passeggeri, equipaggiando i veicoli con capacità di rilevamento di presenza e monitoraggio del conducente.

"I nostri clienti richiedono un'acquisizione della profondità dell'immagine che "funzioni e basta" e sia facile come scattare una foto", ha dichiarato Duncan Bosworth, General Manager, Consumer Business Unit, Analog Devices. "La tecnologia dei sensori ToF 3D di Microsoft utilizzata nei dispositivi HoloLens a realtà mista e nel kit di sviluppo Azure Kinect è considerata lo standard di riferimento per le tecnologie ToF. Combinando questa tecnologia con le soluzioni personalizzate di ADI, i nostri clienti potranno facilmente implementare e rendere scalabile la nuova generazione di applicazioni ad alte prestazioni, pronte all'uso".

Analog Devices sta progettando, producendo e commercializzando una nuova serie di registratori di immagine ToF 3D, laser driver, sistemi basati su software e hardware per la misura della profondità, che forniranno la migliore risoluzione sul mercato con una precisione inferiore al millimetro. ADI inizierà a realizzare sistemi completi basati su sensori d'immagine CMOS per fornire immagini 3D altamente dettagliate, operanti a distanze maggiori e con prestazioni robuste indipendentemente da ciò che si trova nel campo visivo. Questa piattaforma fornirà ai clienti funzionalità plug and play per un'implementazione rapida e su larga scala.

"Analog Devices è un'azienda all'avanguardia nella traduzione di fenomeni fisici in informazioni digitali", ha dichiarato Cyrus Bamji, Microsoft Partner Hardware Architect, Microsoft. "Questa collaborazione amplierà la presenza sul mercato della tecnologia dei nostri sensori ToF e permetterà lo sviluppo di sensori 3D commerciali, telecamere e soluzioni correlate, che saranno compatibili con un ecosistema Microsoft costruito su piattaforme Microsoft depth, Intelligent Cloud e Intelligent Edge".

La tecnologia dei sensori 3D ToF proietta una luce laser controllata con precisione della durata di nanosecondi, che viene riflessa dalla scena su di un sensore di immagine ad alta risoluzione che fornisce una stima della profondità per ogni pixel dell'array di immagine. I nuovi prodotti CMOS ToF di ADI, basati sulla tecnologia Microsoft, consentiranno una misura molto accurata della profondità, un basso rumore, un'elevata robustezza all'interferenza multipath oltre a soluzioni di calibrazione per una produzione semplificata. I prodotti e le soluzioni ADI sono già in fase di campionamento e si prevede che i primi prodotti per l'imaging 3D con tecnologia Microsoft verranno rilasciati entro la fine del 2020.


Il volto disumano della globalizzazione: Mario Hubler incontra l’ex presidente brasiliano Lula

Il volto disumano della globalizzazione: Mario Hubler incontra l’ex presidente brasiliano Luiz Inácio "Lula" da Silva


La Fondazione Italiani Europei ha intervistato, nel marzo 2020, l’ex presidente brasiliano Luiz Inácio "Lula" da Silva riguardo al tema della globalizzazione, in un momento antecedente alla diffusione della pandemia COVID19.

L’intervista, dal titolo “Il volto umano della globalizzazione” è stata pubblicata sul numero 2/2020 dalla rivista della Fondazione, ed è disponibile online a questo link: https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/item/4326-%E2%80%9Cil-volto-disumano-della-globalizzazione-italianieuropei-2/2020.html

In occasione dell’intervista, Mario Hubler, segretario generale della Fondazione Italiani Europei, ha incontrato il presidente Lula ed in  merito a questo incontro ha dichiarato: "Una straordinaria capacità di analisi della situazione geopolitica. Una grande attenzione ai bisogni della società brasiliana, in particolare alle fasce più deboli della popolazione alle quali ha indirizzato maggiormente il suo impegno politico e istituzionale. È stato un grande onore incontrare il presidente Lula e avere la sua disponibilità ad una intervista, pubblicata sul numero 2/2020 della rivista Italianieuropei, il cui tema centrale è la lotta alle disuguaglianze generate dal capitalismo e alla povertà crescente in Occidente, in America Latina e in particolare in Brasile."

Per ulteriori informazioni su Mario Hubler è possibile consultare i seguenti link:

Profilo Linkedin ufficiale: https://www.linkedin.com/in/mario-hubler  
Sito ufficiale Fondazione Italiani Europei: www.italianieuropei.it

 

martedì 22 settembre 2020

MONNALISA si aggiudica il premio "Welfare Champion 2020"

MONNALISA si aggiudica il premio "Welfare Champion 2020"

Premiata la costante attenzione di Monnalisa per il welfare aziendale, che da sempre pone la sicurezza, la salute, la formazione delle risorse umane al centro della cultura del Gruppo

 

Arezzo, 22 settembre 2020

Monnalisa, leader nel settore childrenswear di alta gamma, quotata sul mercato AIM Italia, si è aggiudicata il premio "Welfare Champion 2020", quale azienda che si distingue nel panorama italiano in termini di welfare aziendale. Monnalisa è stata premiata dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso dell'evento "Welfare Index PMI: Presentazione del Rapporto 2020" che si è tenuto a Roma in data odierna.

A ritirare il premio è stato il Presidente di Monnalisa, Piero Iacomoni, che ha commentato: "Siamo molto orgogliosi di essere stati selezionati nel ristretto gruppo di aziende che si contraddistinguono in tema di welfare aziendale, tanto più in un momento storico come quello attuale. Desideriamo ringraziare Welfare Index PMI e il Premier Conte per averci onorato di questo riconoscimento a conferma della nostra costante attenzione verso il tema del welfare che sin dalla nostra nascita è parte del nostro DNA ed elemento distintivo del Gruppo. Alla luce della pandemia, ci siamo interrogati su quali fossero le priorità per le persone in un'ottica win-win per l'azienda e per i suoi collaboratori. Abbiamo perciò momentaneamente accantonato alcune iniziative, per privilegiarne altre più cogenti. E' stato cosi deciso di anticipare la cassa integrazione a tutti i dipendenti, abbiamo introdotto una polizza sanitaria Covid-19 a beneficio dei collaboratori ed è stato promosso ed incentivato il ricorso allo smart working per tutte le mansioni compatibili, con possibilità di andare ben oltre il termine attualmente previsto per lo stato di emergenza. Fin dal mese di febbraio Monnalisa si è attivata con prontezza per limitare il rischio di contagio, sia in Italia che presso tutte le consociate estere, garantendo tuttavia la continuità operativa. Abbiamo provveduto a porre in essere tutte le misure volte a contrastare la diffusione del virus, aggiornate ed integrate a seguito dell'evolversi della situazione.

Il nostro impegno si estende ogni anno, non solo nel Sociale ma anche nelle politiche Green e nella Governance, nell'ampio rispetto delle tematiche ESG che guidano le nostre scelte strategiche nel rispetto di tutti gli stakeholders. Ad oggi siamo la prima Società quotata sul mercato AIM Italia ad aver approvato un Bilancio Integrato; continuiamo a rispettare questo impegno anche nell'anno in corso caratterizzato dalle difficoltà della crisi pandemica generata dal COVID19. Riteniamo che, soprattutto nelle condizioni attuali, l'approccio al welfare aziendale si rivelerà un fattore distintivo per le aziende".

 

La metodologia di ricerca e di costruzione dell'indice sono sottoposte al controllo del Comitato Guida, costituito da Generali Italia, Confindustria, Confagricoltura, Confartigianato, Confprofessioni e da esperti dell'industria e del mondo accademico. La valutazione del Welfare Index PMI rivolta a tutte le imprese fino a 1.000 addetti tiene conto di tre fattori: 1) l'ampiezza e il contenuto delle iniziative attuate per ognuna delle 12 aree del Welfare Aziendale che vertono sui temi di sicurezza, assistenza e previdenza integrativa, formazione e cultura dei dipendenti, 2) il modo con cui l'azienda coinvolge i lavoratori e gestisce le proprie scelte di Welfare, 3) l'originalità delle iniziative e la loro distintività nel panorama italiano.

Monnalisa SpA (Aim Italia -Ticker MNL), quotata su listino AIM Italia dal 12 luglio 2018 e attiva nel settore del childrenswear di fascia alta, nasce ad Arezzo nel 1968. Distribuisce in oltre 60 Paesi, sia in flagship store diretti che nei più prestigiosi Department Store del mondo e in più di 700 punti vendita multibrand. Alla elevata qualità e stile made in Italy, si affiancano gli investimenti in ricerca e sviluppo, con grande attenzione ai temi della sostenibilità. Conforme alla norma SA8000 e alla certificazione ambientale ISO 14001.



--
www.CorrieredelWeb.it

ANTARES VISION: IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020


ANTARES VISION: IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020

 

       Valore della Produzione: 63,3 mln euro (1H 2019: 63,0 mln euro)

       EBITDA: 15,3 mln euro (1H 2019: 19,0 mln euro)

       EBIT: 13,8 mln euro (1H 2019: 18,3 mln euro)

       Utile Netto Adjusted: 10,3 mln euro (1H 2019: 12,3 mln euro)

       Utile Netto: 4,6 mln euro (1H 2019: 10,6 mln euro)

       PFN*: positiva per 7,6 mln euro (FY2019: positiva per 14,7 mln euro)

* normalizzata dell'effetto derivante dalla valorizzazione a valori di mercato dei warrant ed esclusa la valorizzazione al fair value dei derivati

 

Travagliato (BS), 21 settembre 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Antares Vision ha approvato in data odierna la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2020.

 

Emidio Zorzella, Presidente e CEO di Antares Vision: "Il corso del primo semestre è stato segnato dall'emergenza sanitaria Covid -19 , che ha impattato su tutti i settori, e sicuramente anche per noi ha causato un rallentamento. Il nostro business ha in ogni caso dimostrato un buon grado di resilienza: i risultati sono superiori alle aspettative, a conferma della solidità della nostra value proposition e della forza della nostra visione.

Il nostro percorso industriale sta continuando senza esitazioni: è stata costituita una nuova filiale in Germania, abbiamo acquisito due aziende strategiche nel nostro business (Tradeticity nella tracciatura e Convel nelle tecnologie di ispezione) e abbiamo sottoscritto una partnership importante con IMA. La complessità dell'attuale scenario resta comunque elevata e, pur rimanendo le incertezze nel breve periodo, accresciamo la consapevolezza della nostra flessibilità e della capacità di essere responsive ai cambiamenti e vediamo delinearsi con sempre più concretezza il percorso per lo sviluppo del nostro piano industriale".

 

Massimo Bonardi, CEO e Technical director di Antares Vision: "L'emergenza Covid ha segnato l'economia mondiale e ha fatto emergere nuove priorità come la salute e la sicurezza delle persone, dando, di conseguenza, un nuovo ruolo alla tecnologia, come nuova risposta per affrontare e supportare queste nuove esigenze. La nostra mission di proteggere prodotti, persone e brands è, quindi, assolutamente coerente con il bisogno di sicurezza, integrità, trasparenza e sostenibilità. Pertanto, siamo pronti ad affrontare qualsiasi evoluzione con la passione e l'entusiasmo che ci contraddistinguono, auspicando il ritorno graduale ad una nuova normalità".

 

Principali risultati consolidati al 30 giugno 2020

 

Il Bilancio intermedio consolidato è stato redatto secondo i principi contabili internazionali e presenta un Valore della Produzione pari a 63,3 milioni di euro, sostanzialmente in linea con il primo semestre 2019 (63,0 milioni di euro). I Ricavi sono pari a 58,3 milioni di euro, anche grazie al contributo di FT System (rivelatasi un'acquisizione di successo, eseguita al momento giusto), e si confrontano con 59,2 milioni di euro nel primo semestre 2019.

 

 

Il Primo Margine, che si attesta a 46,9 milioni di euro, +5,3% rispetto a 44,5 milioni di euro nel primo semestre 2019, conferma il trend di miglioramento, mostrando un'incidenza sul fatturato pari all'80,3% (75,2% nel primo semestre 2019). Il significativo miglioramento della marginalità (+5,1 p.p.) è legato alla crescente e maggiore incidenza della componente di servizi post-vendita e ad una riduzione delle commissioni e dell'utilizzo nei processi di installazione di risorse esterne a vantaggio di quelle interne. Ciò si è reso possibile grazie al lungimirante processo di internalizzazione delle risorse avviato lo scorso anno come consapevole investimento per affrontare la crescita attesa nei prossimi anni, e che ha quindi consentito di affrontare e sopperire parzialmente alle restrizioni nella mobilità delle persone.

 

Ciò si è positivamente riflesso anche nel Valore Aggiunto (pari a 36,7 milioni di euro, +4,6% rispetto a 35,1 milioni di euro nel primo semestre 2019) che similarmente migliora la propria incidenza sul fatturato di 3,8 p.p. passando dal 59,2% nel primo semestre 2019 al 63,0% nel primo semestre 2020.

 

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) si è attestato a 15,3 milioni di euro rispetto a 19,0 milioni di euro nel primo semestre 2019, con un'incidenza sul fatturato pari al 26,3% (32,0% nel primo semestre 2019). Tale dinamica può essere meglio compresa se si considera l'eccezionalità del 2019 (evidenziata anche dall'elevata marginalità), che aveva beneficiato della intensa attività di installazione delle soluzioni di tracciatura per contrastare la contraffazione dei farmaci a seguito dell'entrata in vigore in Europa della normativa EU-FMD (9 febbraio 2019). Si può, infatti, riscontrare una crescita pari al 22% dell'EBITDA del primo semestre 2020, se lo si confronta al dato del secondo semestre 2019 (12,6 milioni di euro), che esclude l'effetto indotto dalla normativa europea e che, parimenti, include il contributo positivo di FT System a partire dall'ultimo trimestre dell'anno.

 

Il Risultato Operativo (EBIT) è pari a 13,8 milioni di euro rispetto a 18,3 milioni di euro nel primo semestre 2019, con un'incidenza sul fatturato pari al 23,6% (30,8% nel primo semestre 2019). Analogamente, il confronto con l'EBIT del secondo semestre 2019 (11,3 milioni di euro), mostra un una crescita del 22%, pur il primo semestre 2020 scontando maggiori ammortamenti legati alla capitalizzazione dei costi di sviluppo e ai beni detenuti in leasing contabilizzati secondo il metodo finanziario.

 

I dati sopra presentati sono stati depurati da alcune poste straordinarie, riclassificate al di sotto dell'EBIT e costituite dai costi sostenuti per operazioni straordinarie di acquisizione (0,3 milioni di euro), dai costi straordinari di riorganizzazione (0,3 milioni di euro) da sopravvenienze passive contrattuali (0,9 milioni di euro), oltre che dagli ammortamenti derivanti dalla Purchase Price Allocation (PPA) effettuata in relazione all'acquisizione di FT System (0,7 milioni di euro)

 

Il Risultato ante Imposte Adjusted si attesta a 13,0 milioni di euro, rispetto a 17,3 milioni di euro nel primo semestre 2019, con un'incidenza sul fatturato pari al 22,3% (29,2% nel primo semestre 2019).

 

Il Risultato Netto Adjusted si attesta a 10,3 milioni di euro rispetto a 12,3 milioni di euro nel primo semestre 2019, con un'incidenza sul fatturato pari al 17,7% (20,8% nel primo semestre 2019).

 

Il Risultato ante Imposte ed il Risultato Netto si attestano, rispettivamente a 6,2 milioni di euro (15,2 milioni di euro nel primo semestre 2019) e 4,6 milioni di euro (10,6 milioni di euro nel primo semestre 2019). Tali risultati, rispetto agli omologhi adjusted, oltre alle poste straordinarie sopra descritte, scontano anche poste non monetarie rappresentate dall'effetto della valorizzazione a fair value dei warrant emessi nel 2019 in occasione dell'aggregazione aziendale con Alp.I (IAS 32) per un valore negativo di 2,0 milioni di euro, dalle perdite nette non realizzate su cambi per 1,4 milioni di euro, dalle svalutazioni di strumenti finanziari derivati per 1,0 milioni di euro e dalle svalutazioni in imprese collegate per 0,2 milioni di euro. La medesima tipologia di aggiustamenti è stata riportata ai risultati del primo semestre 2019.

 

Il Patrimonio Netto è pari a 122,0 milioni di euro, in aumento rispetto a 117,6 milioni di euro nel 2019 e beneficia dell'utile di esercizio.

 

La Posizione Finanziaria Netta (esclusi gli effetti derivanti dalla contabilizzazione a valori di mercato dei warrant, e dalla valorizzazione al fair value dei derivati) risulta positiva per 9,0 milioni di euro, rispetto al valore positivo di 15,3 milioni di euro del 31 dicembre 2019.

La variazione della Posizione Finanziaria Netta normalizzata di 6,3 milioni di euro risulta essere la combinazione di un free cash flow operativo positivo di quasi 13 milioni di euro che ha finanziato buona parte dell'esborso (esclusa la cassa acquisita) di 14,2 milioni di euro, legato alle acquisizioni di Tradeticity e di Convel, oltre che gli investimenti in immobilizzazioni, gli oneri finanziari e gli oneri straordinari monetari.

 

Il consistente free cash flow operativo si deve all'EBITDA e alla dinamica positiva del circolante che ha beneficiato dell'attenta attività di incasso dei crediti commerciali.

È stata poi raccolta nuova liquidità per circa 65 milioni di euro attraverso l'ottenimento di finanziamenti a medio-lungo termine, negoziati con primari istituti di credito a condizioni particolarmente favorevoli grazie all'ottimo rating creditizio di cui gode Antares Vision, senza garanzie e con covenant minimali tutti ampiamente rispettati. Tale liquidità è stata raccolta per dotarsi di una riserva utile a possibili future operazioni rilevanti di acquisizione.

 

Fatti di rilievo successivi alla chiusura del semestre ed evoluzione prevedibile della gestione

Come già evidenziato, nei mesi scorsi si è dovuto affrontare un'emergenza sanitaria senza precedenti con la rapida e globale diffusione del Covid-19 e dei dirompenti impatti sulla vita delle persone e delle imprese. Ciò ha inevitabilmente causato un rallentamento e un allungamento delle tempistiche, ma non ci sono state cancellazioni.

Antares Vision sta continuando il suo piano di sviluppo: a riprova di ciò, dopo la fine del semestre non si sono fermati gli investimenti.

Il 30 luglio 2020 Antares Vision ha reso noto l'investimento in Neurala (US$ 290 mila), startup innovativa nell'intelligenza artificiale applicata alla tecnologia di visione per l'ispezione, con sede a Boston. Il percorso di Antares Vision nell'Artificial Intelligence è iniziato lo scorso anno con l'acquisizione di una partecipazione di minoranza in Orobix, società fondata a Bergamo nel 2009, di cui Antares Vision detiene il 37,5%. L'investimento nell'Intelligenza Artificiale si conferma assolutamente in linea con i megatrend di sviluppo tecnologico; la strategia è di potenziare le attuali soluzioni di ispezione e gestione dei dati attraverso l'intelligenza artificiale con modelli di apprendimento in grado di aggiungere valore in termini predittivi.

Inoltre, per rafforzare i mercati emergenti, lo scorso 17 agosto 2020 è stata costituita una nuova filiale a Shenzhen, in Cina, che si aggiunge alla filiale di Hong Kong, operativa già dal 2019, rafforzando ulteriormente il presidio diretto sul mercato cinese, molto sensibile al tema della qualità e dell'anticontraffazione soprattutto nel settore farmaceutico e nei beni di largo consumo.

 

Investor Relations Manager

 

In ottemperanza alle nuove disposizioni di Borsa Italiana inerenti alle modifiche al Regolamento Emittenti AIM e che prevedono la nomina della figura di Investor Relations Manager, si ricorda che in data 8 aprile 2019 il Consiglio di Amministrazione aveva nominato Alioscia Berto nel suddetto ruolo. Antares Vision è assistita da IR Top Consulting in qualità di IR Advisor.

 

 

Pubblicazione della Relazione Finanziaria Semestrale

 

Antares Vision comunica che la Relazione Finanziaria Semestrale consolidata al 30 giugno 2020 è a disposizione del pubblico presso la sede della Società in Travagliato (BS), Via del Ferro 16, nonché pubblicata sul sito internet della Società.



--
www.CorrieredelWeb.it

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *