Cerca nel blog

giovedì 14 novembre 2019

Black Friday e Bricolage: 2 italiani su 10 scelgono il fai da te

Black Friday e Bricolage: 2 italiani su 10 scelgono il fai da te
Su BricoBravo.com si inizia da lunedì 25 con la Black Week,
una settimana di promozioni imperdibili
Venerdì 29 novembre torna il Black Friday, la giornata delle promozioni a prezzi incredibili che simbolicamente segna il via allo shopping natalizio. L’assalto ai punti vendita sta man mano lasciando spazio al “refresh compulsivo” delle pagine web per gli acquisti online. Tra i settori più quotati, il Bricolage entra nella Top 5 e gli e-commerce come BricoBravo.com si preparano ad accogliere il forte afflusso di utenti.

Secondo l’ultima ricerca Tiendeo sulle intenzioni e strategie di spesa degli italiani per il ‘venerdì nero’ 2019, oltre alle categorie su cui si spende di più - elettronica e abbigliamento - il Bricolage attrae 2 italiani su 10 per l’acquisto di articoli dedicati al fai da te. Il 18% degli intervistati infatti ha dichiarato che investirà in prodotti di bricolage e un 37% nell’arredo, settore ad esso collegato. In generale, ben 9 italiani su 10 prevedono di fare acquisti nel periodo del Black Friday, stanziando un budget medio di 221 euro, che può arrivare a 300 euro per un 21% del campione.

“Nel 2018 la Black Week ha avuto un’incidenza dell’8% sul fatturato e la previsione è di raddoppiare il risultato con offerte per gli utenti italiani ed esteri - afferma Alessandro Samà, CEO di BricoBravoRealizzare nuovi progetti, apportare cambiamenti o giocare d’anticipo con i regali di Natale, sono i principali motivi che spingono gli utenti ad acquistare sul nostro sito nel corso della Black Week, la settimana che si chiude con il Cyber Monday”.

In attesa del Black Friday, a partire da lunedì 25 novembre, ogni giorno su bricobravo.com si susseguiranno promozioni con sconti variabili su tutti i prodotti del catalogo, che spazieranno tra le tante categorie come arredo casa e giardino, riscaldamento, bricolage, giocattoli e giardinaggio.

Con 10 milioni di utenti unici annui, una media di oltre 1000 ordini giornalieri e un catalogo con oltre 40.000 articoli, BricoBravo.com è leader italiano nella vendita online di prodotti per il fai da te, l’arredo e il giardinaggio, con una crescita media del 30% del fatturato di anno in anno.

Nato nei primissimi anni del 2000, BricoBravo.com è diventato in poco tempo un punto di riferimento per il settore, grazie a scelte innovative che hanno reso il mondo del fai da te qualcosa che va ben oltre la semplice idea di bricolage.
 

About BricoBravo
BricoBravo è l’e-commerce leader italiano nel settore del Bricolage, Home&Garden. Nei primi anni del 2000, ha intrapreso un percorso di sviluppo esponenziale, che ha visto la società crescere progressivamente fino a diventare un punto di riferimento nel settore. L’analisi del mercato internazionale e la curiosità verso le nuove tecnologie hanno portato BricoBravo ad integrare sistemi avanzati in ogni processo, nuove modalità di pagamento e una serie di servizi totalmente orientati al cliente. Dal 2017 BricoBravo ha esteso la sua attività anche al mercato europeo.

Utility Day 2019: più di 450 Manager delle principali Aziende Gas & Power si riuniranno come ogni anno all’unico evento in Italia in cui confrontarsi sull'evoluzione del business e sulla trasformazione in atto nel Settore


Utility Day 2019

Energy Executive Summit - 27 novembre, Hotel Enterprise
Utility Day Conference – 28 novembre Unahotel Expo Fiera Pero


Manca poco alla 5° edizione di UTILITY DAY 2019!
Più di 450 Manager delle principali Aziende Gas & Power si riuniranno come ogni anno
all’unico evento in Italia in cui confrontarsi sull’evoluzione del business
e sulla trasformazione in atto nel Settore


Utility Day quest’anno “raddoppia” e si conferma nuovamente come la grande opportunità annuale di aggiornamento, scambio e confronto sui trend in atto, nonché di networking con i key decision maker del settore:
-          il 27 novembre si terrà l’Energy Executive Summit, un incontro esclusivo Invitation only sulla Vision dei C-Level, in cui I lavori si apriranno con un’intervista a Massimo Ricci, Director-Energy Department di ARERA.
-          Il 28 novembre si svolgerà il convegno: una giornata dedicata allo scambio di esperienze, al confronto su criticità comuni, alle prospettive aperte per il business dall’innovazione tecnologica e all’aggiornamento su temi regolatori e le opportunità aperte dai nuovi scenari di mercato.

Ogni anno l’evento coinvolge una fetta sempre più ampia dell’eco-sistema energetico e sviluppa contenuti dedicati ad assolvere alle specifiche esigenze dei Manager del settore.
Utility Day 2019 non è solo “visione strategica”, ma anche:
-          spunti concreti da progetti avviati
-          stimoli che possono ispirare il cambiamento, la crescita e il continous improvement
-          idee su dove è diretto il mondo delle utility e sul futuro del loro business
-          materiale per identificare le strategie migliori sui cui poter iniziare subito a lavorare in azienda per contribuire alla sua crescita

A UTILITY DAY l’innovazione passa attraverso le lessons learned di ben 13 Progetti concreti realizzati in ambito Customer Engagement, Marketing Intelligence, Data Governance, Process Automation, Tecnologie per la gestione evoluta delle Reti.

Cosa rende quest’anno ancora più grande Utility Day?
Per la sua 5° edizione Utility Day punta su 3 fattori di successo:

1. Innovazione
- Nuovi formati: 2 giornate di confronto e networking, l’Innovation Hub, 9 tavoli interattivi, lo Startup Village
- Nuovi target: CEO a confronto all’Energy Executive Summit, Business Innovator, Sales Strategist, Startup.
- Nuovi temi che delineano lo scenario e le prospettive di evoluzione del Settore: Business Innovation e Sostenibilità, Telco & Connettività

2. Strategia
La vision dei CEO e dei Business Innovation Manager all’Energy Executive Summit del 27 novembre, e nella Plenaria della main Conference con un confronto sull’Utility Reinvention.

4. I numeri
500 partecipanti attesi
300 utility
80 speaker
15 startup
60 partner
13 case history di progetti avviati


People, networking, ideas, experience and lessons learned: il cuore di Utility Day!

Per info e aggiornamenti sul programma: www.utilityday.it

Company Profile
IKN Italy è l’acronimo di:

“I” come INSTITUTE: IKN Italy nasce da Istituto Internazionale di Ricerca. Grazie all’esperienza maturata in oltre 30 anni di attività, si posiziona all'interno di una rete internazionale in grado di proporre sia tematiche di grande attualità e interesse, sia relatori di alto livello. La reale fotografia di IKN la "scattano" i numeri di questi 30 anni: oltre 70.000 partecipanti, 20.000 aziende e 10.000 tra relatori e docenti; numeri che conclamano IKN leader indiscusso nel suo settore.

“K” come KNOWLEDGE: la società lavora in settori strategici. Ricerca continua e ascolto del mercato garantiscono a IKN la messa a punto di una formazione non standardizzata, costituita invece da contenuti unici, esclusivi e non "googlabili". 

I settori sui quali si concentra la società sono: Energy & Utilities, Banca e Assicurazioni, Retail e GDO, Industrial, Logistica, Legale e Fiscale, Marketing e Vendite, Project Management, Farmaceutico e Dispositivi Medici, Sanità

“N” come NETWORKING:  IKN Italy opera all'interno di una rete che le permette di organizzare eventi e iniziative che diventano occasioni di incontro per condividere  esperienze uniche e sviluppare nuove partnership. Le iniziative di IKN Italy generano relazioni ad alto valore aggiunto, attraverso incontri B2B qualificati.

L’Azienda è certificata UNI EN ISO 9001 : 2008 e qualificata per la presentazione di piani formativi a organi istituzionali e fondi interprofessionali che si occupano delle richieste di finanziamento e della gestione dei processi burocratici.

lunedì 11 novembre 2019

NetFoundry - Ottimizzazione della rete con Microsoft Office 365 in NaaS

NetFoundry annuncia una partnership con Microsoft Office 365 focalizzata sull'ottimizzazione della rete

Charlotte (North Carolina), 11 novembre 2019 - NetFoundry è uno dei primi cinque fornitori di networking certificati da Microsoft per fornire una rete Office 365 ottimizzata "per minimizzare la latenza e massimizzare le prestazioni e l'affidabilità della connettività enterprise". Si tratta di un aspetto critico in quanto, secondo Microsoft, uno dei fattori più importanti per la qualità dell'esperienza utente con Office 365 è proprio l'affidabilità della rete.

NetFoundry è l'unica delle cinque aziende a essere una startup NaaS (Network as a Service) Zero Trust, mentre le altre quattro sono partner storici di Microsoft: Citrix, Zscaler, Silverpeak e NTT). Secondo Microsoft, i cinque partner "hanno superato tutti i test, e offrono un'esperienza utente di ottima qualità".

La soluzione NetFoundry per l'ottimizzazione della rete Office 365 è l'unica a consentire una bassissima latenza senza richiedere una soluzione WAN specifica, in quanto si tratta di un NaaS software che si installa su qualsiasi WAN. La piattaforma consente inoltre lo Zero Trust e la connettività privata Azure, e offre opzioni per una Developer Platform.

Galeal Zino, CEO di NetFoundry, ha commentato: "NetFoundry rappresenta la soluzione più semplice per l'ottimizzazione delle reti Office 365 perché non richiede l'implementazione né di una soluzione WAN né di hardware specifico, ma assicura alle aziende una soluzione Zero Trust per la sicurezza senza dover inviare i dati attraverso un'infrastruttura delle terze parti".

Informazioni su NetFoundry

NetFoundry offre alle applicazioni sicurezza Zero Trust e prestazioni avanzate su Internet, con connettività NaaS on demand, basata su software e orchestrata a livello cloud, che permette a ISV e solution provider di integrare funzionalità di networking all'interno delle applicazioni, per eliminare infrastruttura e dipendenze VPN e MPLS, e consentire alle applicazioni di essere private, sicure e performanti indipendentemente da dove vengono impiegate. NetFoundry Inc. ha sede a Charlotte, in North Carolina.



--
www.CorrieredelWeb.it

Contatori di nuova generazione firmati Elgama-Elektronika abilitati con la tecnologia mSure® di Analog Devices

Contatori di nuova generazione firmati Elgama-Elektronika abilitati con la tecnologia mSure® di Analog Devices


I nuovi contatori elettrici di Elgama-Elektronika offrono monitoraggio remoto della precisione e il rilevamento avanzato di manomissioni abilitato da mSure®


Analog Devices ha annunciato la collaborazione con Elgama-Elektronika, un produttore di contatori statici di energia elettrica con sede in Lituania. Elgama progetterà contatori abilitati dalla tecnologia di diagnostica mSure® di ADI per aiutare le utility a monitorare da remoto l'accuratezza di misura dei contatori. Ciò consente di prolungare la vita utile degli apparecchi, riducendo i costi complessivi dei test a campione. Il 10% dell'energia sottratta in tutto il mondo, tra l'altro, deriva dalla manomissione dei contatori: una perdita di entrate di quasi 100 miliardi di dollari solo in Europa. La tecnologia mSure di ADI è in grado di identificare diversi tipi di manomissioni sui contatori. Elgama prevede di immettere sul mercato questi contatori entro la fine del 2020.

"L'informazione basata sulla misura diretta sullo stato di salute dei contatori aiuterà le utility a prendere decisioni rapide e sicure identificando i contatori fuori specifica, rilevando il malfunzionamento, confermando e quantificando più eventi di manomissione. mSure è un'interessante soluzione che permetterà il raggiungimento di questi obiettivi e l'ottimizzazione dei costi di controllo dei contatori", ha affermato Nerijus Kruopis, Chief Technology Officer di Elgama-Elektronika. "ADI ha una vasta esperienza in questo campo e comprende fino in fondo le sfide che dobbiamo affrontare. La verifica dell'accuratezza sul campo è un'operazione costosa e scomoda. Un misuratore abilitato mSure verifica la precisione dell'intera funzione metrologica, sul campo e in piena operatività, portando a una riduzione dei costi diretti e a miglioramenti del servizio clienti. Abbiamo iniziato un confronto a livello tecnico con diverse utility nel nostro mercato per facilitare l'implementazione della tecnologia mSure come pratica standard per garantire una maggiore precisione dei contatori."

Attualmente, quando le utility gestiscono gli asset dei contatori lungo tutto il loro ciclo di vita, controllano i contatori sul campo caso per caso, sostituendoli in base al periodo di utilizzo anziché al bisogno e indagando su falsi allarmi di manomissione. mSure, combinato con un servizio di analisi, monitora direttamente l'accuratezza di misura del contatore e riporta i dati sulle condizioni dei singoli apparecchi contribuendo a identificare sia i dispositivi malfunzionanti che un numero maggiore di casi di manomissione. I dati grezzi, generati dai contatori abilitati da mSure, vengono forniti ed elaborati da un servizio di analisi basato su cloud, consentendo alle utility di eseguire report sull'intera parco contatori a intervalli desiderati.

"Siamo entusiasti di vedere aziende come Elgama adottare la nostra tecnologia di misura dello stato di salute dei contatori per soddisfare le esigenze dei propri clienti. mSure consente alle utility sia di monitorare la precisione del contatore con la specificità del singolo apparecchio che di offrire una migliore protezione contro le perdite grazie al rilevamento avanzato delle manomissioni", ha affermato Vitaly Goltsberg, Director of the Energy business unit di Analog Devices. "La soluzione di Analog Devices per l'analisi dei contatori edge-to-cloud fornisce ai fornitori di energia elettrica informazioni utili che consentono di ridurre sia le spese operative che le spese in conto capitale, ridurre i rischi, proteggere i ricavi e rafforzare la fiducia nel loro brand."

Il dott. Nerijus Kruopis sarà presente allo stand #Q130 di ADI alla European Utility Week, dal 12 al 14 novembre 2019 al Porte de Versailles di Parigi, Francia.

domenica 10 novembre 2019

Ad Interno 4 la premiazione dei film di Optical Theatre Horror Film Festival

Il 15 novembre si terrà a Roma, presso l’associazione culturale INTERNO 4, la proiezione e la premiazione dei film vincitori della quinta edizione dell’Optical Theatre Horror Film Festival, la rassegna cinematografica internazionale che abbraccia i generi horror, bizzarro, fantasy e grottesco.

sabato 9 novembre 2019

Oltre Bibbiano: in futuro tutti i bambini affidati o adottati?

Conclusi gli Stati Generali sulla Tutela dei Minori

Roma 8-9 novembre 2019

 

In futuro tutti i bambini affidati o adottati?

Aiutiamoli a casa loro!

"500.000 bambini affidati ai Servizi Territoriali. 460.000 bambini sono quelli che nascono mediamente ogni anno. Se non freneremo questa espansione, le prossime generazioni saranno tutte affidate e adottate! Oggi non guardiamo solo al futuro della tutela dei bambini ma anche al tipo di governo e di società che vogliamo avere. La risposta sta in questa frase che non è solo uno slogan ma un programma di intenso lavoro tecnico e politico: aiutiamoli a casa loro!" Queste le parole del Presidente INPEF Vincenza Palmieri all'inizio dell'evento nazionale dal titolo "Stati Generali sulla Tutela dei Minori. Oltre Bibbiano. il sistema che attraversa l'Italia e le famiglie: le riforme possibili"

Affrontata, durante l'Evento, una delle più grandi tragedie italiane ma anche uno dei più grandi movimenti popolari degli ultimi 40 anni. Un'analisi del sistema politico ed economico nazionale che ha trovato, da sempre, nella filiera diagnostica, la sua lunga mano. Un castello di fango e business costruito minuziosamente sulla solitudine e sulla fragilità ma anche su un complesso di norme plasmabili approvate spesso per interessi trasversali nelle sedi dei governi centrali o locali.

I temi trattati da più punti di vista, secondo l'esperienza dei relatori e dei convenuti: dal miglior investimento dei fondi fino ad oggi indirizzati alla filiera, alla revisione delle Legge Quadro 328/2000 che ha permesso la creazione della filiera degli affidi illeciti; all'abolizione delle case ad "Alto Contenimento", inaccessibili manicomi per bambini, dove è sequestrato un numero non conosciuto di piccoli cittadini senza tutele.

Gli Stati Generali sono stati voluti per questo, perché l'immensa rete di iniziative, le associazioni ed i Comitati, i professionisti, le brave persone e le famiglie potessero, come un esercito, marciare insieme verso obiettivi comuni.

 

Forte l'accento sul sistema parallelo alla Giustizia, quello delle CTU, dove si analizzano fatti familiari con un approccio patologico invece che pedagogico.

Esistono i processi, le indagini… e poi esistono parallelamente le Consulenze Tecniche che decidono le sentenze. Un mondo oscuro, dove si vuole esaminare con un punto di vista sanitario, psichiatrico e patologico, quello che è un fatto sociale, che attiene alla famiglia, all'educazione. Perché per stabilire con quale genitore debba stare il bambino o se quel bambino debba stare o meno con mamma e papà o con degli estranei, lo deve decidere il dottore, e non gli specialisti della famiglia… o non insieme? Quante sono le CTU in Italia? Quante sono le famiglie che vengono disgregate ed i bambini strappati su una sola base diagnostica? Perché non la progettualità, la formazione genitoriale, la rete, la traduzione sociale, l'approccio familiare multidisciplinare coordinato, come gli Strumenti della Pedagogia Familiare?

 

Raggiunto e superato quindi lo scopo dell'iniziativa che era di quello di affrontare le questioni portate alla luce dallo scandalo di Bibbiano e dall'inchiesta "Angeli e Demoni" al fine di:

-           ottenere la tutela dei diritti delle famiglie all'interno di un sistema privatizzato che strappa i bambini non solo a Bibbiano e

-          raccogliere le diverse forze che si battono per una soluzione istituzionale urgente e condivisa.

 

Durante l'evento sono state raccolte oltre 50 testimonianze di persone e famiglie colpite dal sistema attuale e che andranno a costituire il Dossier Italia. L'evento si è dimostrato essere la massima espressione del popolo dei diritti e della tutela dei bambini con oltre 70 associazioni che hanno partecipato. Forti, commoventi, difficili, le testimonianze di madri e padri che si sono visti strappare i loro bambini o che, loro per primi, sono stati bambini strappati.

 

Le sessioni dell'evento sono state presiedute dalla Presidente Prof.ssa Vincenza Palmieri con gli interventi del Presidente ANPEF Pierluigi Bonici, l'Avvocato Francesco Miraglia, l'Avvocato Francesco Morcavallo, l'Avvocato Carlo Taormina, la Senatrice Enza Blundo, la Consulente ONU Daniela Salvati, il Presidente UPF Italia (Federazione Universale per la Pace) Carlo Zonato, il Presidente della FIDU (Federazione Italiana Diritti Umani) Antonio Stango, il Vice Presidente Nazionale del Moige (Movimento Italiano Genitori) Elisabetta Scala, il Giudice Onorario Prof.ssa Stefania Petrera e la Vice Presidente WFWP (Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo) Maria Gabriella Mieli. Tra i relatori anche il giornalista Francesco Borgonovo che attraverso le pagine de "La Verità" non ha mai spento i riflettori su "Bibbiano -Fabbricanti di Mostri", come dal titolo della sua ultima opera, messa a disposizione durante gli Stati Generali.

(A breve il lancio dei video degli interventi dei relatori.)

Nelle conclusioni:

-          Ripensare la Responsabilità genitoriale con un approccio che non preveda sospensioni ma progetti integrati;

-          Liberare i bambini, in ogni modo, restituire i piccoli alle loro famiglie; aiutare le famiglie, non medicalizzarle, soprattutto, AIUTANDOLE A CASA LORO;

-          Continuare con eventi, seminari, convegni, manifestazioni di piazza, media, TV e formazione degli operatori e dei genitori; migliorare la cultura professionale di tutti gli operatori che orbitano nel sistema della tutela dei bambini e delle loro famiglie (avvocati, educatori, assistenti sociali, ecc.)

-          Riformare le norme esistenti senza crearne di altre non necessarie, rivedere la durata dei processi ed anche quella dei decreti provvisori, sostenendo la cultura dei Diritti Umani e dei Bambini, le Raccomandazioni ONU per i Minori non Accompagnati, l'indirizzo alla Pace e alla Solidarietà che possa attraversare le Istituzioni. L'impegno delle donne per la pace.

-          La costituzione di un tavolo tecnico e d'inchiesta a partire dai Dossier, incontri e restituzione nelle sedi legislative.

 

Al termine delle due giornate di lavoro concluse sabato 9 novembre, con incontri, meeting e presentazione di progetti, appare quanto mai attuale l'impegno verso tempi brevi di verifica delle proposte e che ognuno possa continuare a fare ORA, più che mai, la sua parte. Il Momento è ora!

 

Ufficio stampa INPEF

venerdì 8 novembre 2019

Fake news: WARNING URGENTE: SU DIVERSI SOCIAL NETWORKS CIRCOLA NUOVAMENTE LA TRUFFA CHE PROMETTE, A MENO DI DUE EURO, UNO SMARTPHONE DI ULTIMA GENERAZIONE

WARNING URGENTE

SU DIVERSI SOCIAL NETWORKS CIRCOLA NUOVAMENTE LA TRUFFA CHE PROMETTE, A MENO DI DUE EURO, UNO SMARTPHONE DI ULTIMA GENERAZIONE, DI UNO TRA I PIÙ NOTI BRAND.

QUESTA VOLTA NEL MIRINO UNO TRA I PIÙ IMPORTANTI QUOTIDIANI ONLINE


OPTIME, Osservatorio per la Tutela del Mercato dell'Elettronica in Italia, lancia nuovamente un allarme sulla "bufala" che sta circolando, ormai da un paio di mesi, sui social networks. La storia è sempre la stessa: a causa di un incendio in uno dei suoi più grandi magazzini in territorio nazionale, un noto brand di telefonia pare stia di fatto regalando smartphone di ultima generazione.

 

Dopo il caso della nota agenzia giornalistica segnalato da OPTIME nel mese di settembre, è la volta di uno dei principali quotidiani online.

Il testo è sempre lo stesso, e la truffa è stata ben architettata, infatti il link presente sui social network rimanda a un sito in tutto e per tutto uguale a quello del quotidiano italiano che riporta la notizia, molto ben scritta e strutturata, all'interno della quale si spiega nel dettaglio il motivo di tale svendita, con tanto di dichiarazioni e foto del management della società.

 

All'interno dell'articolo sono presenti, più volte, collegamenti alla pagina sulla quale è possibile ordinare il proprio smartphone a una ridicola cifra che non supera i 2 €. E sembra di essere proprio nel sito di e-commerce del brand.

A un occhio attento, la stringa della URL è immediatamente riconoscibile come falsa, ma, come più volte ribadito, anche nel nostro vademecum contro le truffe online, la somiglianza con siti realmente esistenti è una delle metodologie più utilizzate per catturare la fiducia di potenziali acquirenti.

È quindi necessario prestare la massima attenzione a tutti i dettagli.

 

OPTIME, come per il caso segnalato a settembre, sta indagando.

 

Diversi sono i casi di fake di questo tipo segnalati e sanzionati nell'ultimo periodo: si tratta di pratiche commerciali scorrette ai sensi dell'articolo 21, comma 1, lettere b), c) e d), del Codice del Consumo. Grazie alla credibilità di cui gode il sito contraffatto, viene fatto credere agli incauti utenti che sia possibile acquistare i prodotti ad un prezzo estremamente conveniente, senza evidenziare adeguatamente che si tratta di una mera prenotazione e che l'ottenimento del bene è in realtà subordinato alla circostanza che altri consumatori effettuino una analoga prenotazione con versamento del relativo importo. Oltre ovviamente all'evidente menzogna sulle motivazioni che hanno portato all'offerta, e all'uso fraudolento del nome del brand, quale promotore dell'iniziativa.

 

10 BUONE REGOLE PER EVITARE BRUTTE SORPRESE ACQUISTANDO IN RETE PRODOTTI ELETTRONICI

 

  1. Verifica che siano correttamente riportati i dati della società titolare della attività commerciale (Nome della Società, Numero di Partita IVA, Numero di registrazione al REA e Sede).

  2. Controlla sempre il metodo di pagamento: se sul sito sono stati inseriti i loghi delle principali carte di credito ma poi puoi comprare solo tramite bonifico bancario, questo è certamente un campanello d'allarme.

  3. Presta attenzione alla scontistica: se c'è una differenza enorme (magari di 3 o 4 volte) tra il prezzo di partenza ed il prezzo al quale viene venduto il prodotto ci può essere qualcosa che non va.

  4. Non fidarti mai al 100% delle recensioni: soprattutto quando sono positive. Cerca di capire se l'utente che ha dato 5 Stelle sia una persona reale e verifica l'eventuale esistenza di sue recensioni su altri venditori.

  5. Controlla che le modalità di recesso e ripensamento, così come le condizioni per la garanzia, siano chiare e inequivocabili.

  6. In relazione all'acquisto di materiale elettronico, bada che sia specificato che hai diritto al ritiro del tuo vecchio apparecchio (in ragione del principio Uno-contro-Uno sui RAEE di ogni dimensione) senza costi aggiuntivi.

  7. L'etichetta energetica per alcuni prodotti, come televisori, frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie e aspirapolvere è obbligatoria. Questa indicazione non è invece richiesta per alcune tipologie di prodotti più piccoli, come ad esempio smartphone, tablet, PC e rasoi elettrici.

  8. Dal 1° Ottobre 2017, per legge, ogni televisore deve disporre dello standard tecnico T2 con HEVC. Qualora non fosse specificato, ci troviamo in presenza di un prodotto molto probabilmente non a norma.

  9. Diffida se ti vengono proposti accordi "strani" o formule di marketing piramidali per le quali, a fronte di acquisti di persone da te coinvolte otterrai un bonus, o addirittura un guadagno. Il meccanismo "invita un amico" è, di per sé, legittimo ma spesso non sono chiare le modalità e ci possono essere problemi.

  10. Un campanello d'allarme piuttosto evidente sono le somiglianze, nel nome e nella grafica, con società molto note. Diffida: sono studiate appositamente per sembrare un Brand ben conosciuto e carpire la tua fiducia.


--
www.CorrieredelWeb.it

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *