Cerca nel blog

giovedì 27 giugno 2019

La Dott.ssa Federica Moffa, nuova Direttrice Medica di Fertilab Barcelona e Fertibank

La Dott.ssa Federica Moffa, nota specialista in Procreazione Assistita a livello internazionale, assume la Direzione Medica della Clinica Fertilab Barcelona
La Dott.ssa Federica Moffa è di recente entrata a far parte del progetto Fertilab Barcelona dopo aver dedicato gli ultimi 10 anni della sua carriera professionale a diversi progetti nella città di Barcellona al servizio di donne e coppie che desiderano realizzare il sogno di diventare genitori.

La specialista italiana assume l’incarico di Direttrice Medica della clinica barcellonese e della sua banca di ovuli e sperma, Fertibank. La Dott.ssa Moffa è una professionista con esperienza ed interessi ventennali nella diagnosi e nel trattamento di ogni tipo di casi speciali ed altamente complessi legati alla procreazione assistita nonché una delle maggiori esperte a livello mondiale di preservazione della fertilità. Con circa 20 pubblicazioni scientifiche nel corso della sua carriera, la Dott.ssa Moffa spicca tra gli specialisti in procreazione assistita più rilevanti in Europa. Ha realizzato diversi progetti di ricerca in collaborazione con l’Università di New York NYU, l’Università di Torino, la Ben Guiron Univesity e il Weizmann Institute di Israel e la Carl von Linné Clinic in Svezia, tra tanti altri; è stata anche consulente e responsabile del programma di Preservazione della Fertilità presso l’Ospedale Erasme-ULB di Bruxelles.

Con l’arrivo della Dott.ssa Moffa, Fertilab Barcelona potenzia il talento con l’obiettivo di continuare a fornire una solida base per i suoi servizi di riproduzione assistita focalizzati sull’eccellenza medica, l’orientamento internazionale e la personalizzazione dei trattamenti, grazie a diagnosi precise ed adatte ad ogni singola paziente, a equipe multidisciplinari e ad una visione sempre più umana e ben lontana dai modelli di macro-clinica nelle quali ha preso piede la disumanizzazione. Maggiori informazioni sulla Dott.ssa Moffa La dott.ssa Moffa è Dottore in Scienze Cliniche con Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia (CUM LAUDE) nonché Dottore in Medicina presso l’Università di Torino.  
Maggiori informazioni su Fertilab Barcelona

mercoledì 26 giugno 2019

A Roma la presentazione del libro di Carlo Piola Caselli

Il 27 giugno 2019 Carlo Piola Caselli con la collaborazione di Interno 4 di Chiara Pavoni presenta il suo libro Il giovane cavaliere sul siluro (PandiLettere, 2019). Pagine veraci in grado di “farsi pane per gli esseri umani”.

martedì 25 giugno 2019

"Cercasi scambisti". Pavia e Ansaldo per il servizio di mobilità ‘Popmove’

Pavia e Ansaldo per il servizio di mobilità 'Popmove'

Roma, 25 giugno 2019 - Lo Studio legale Pavia e Ansaldo ha assistito le società Hurry S.r.l e Popmove S.r.l. nell'ideazione, strutturazione e finalizzazione dell'operazione che lancia un nuovo servizio di mobilità denominato "Popmove" e lanciato a Roma con una campagna di affissioni riportanti degli enigmatici cartelloni con la scritta "Cercasi scambisti" che tanto ha incuriosito e fatto discutere la cittadinanza.


Il servizio è avviato in collaborazione con ALD Automotive Italia S.r.l. e presenta un modello innovativo per la condivisione dell'auto. 

Esso consentirà infatti di avvicinare il servizio di noleggio a lungo termine a quello del noleggio a breve termine, ampliando i confini della sharing economy e le potenzialità del settore automotive.


Per lo Studio Pavia e Ansaldo, gli avvocati Nico Moravia e Tommaso Filippo Massari hanno curato gli aspetti dell'operazione relativi ai temi regolatori, amministrativi e contrattuali, mentre gli avvocati Gian Paolo Di Santo e Gabriele Girardello hanno seguito gli aspetti relativi all'intellectual property.


Pavia e Ansaldo è uno studio legale italiano indipendente attivo in Italia e all'estero da oltre 50 anni. Fondato nel 1961, da Enrico L. Pavia e Giuseppe Ansaldo, conta oggi 6 uffici - a Milano, Roma, Barcellona, Mosca, San Pietroburgo e Tokyo - 22 dipartimenti specialistici, 8 desk esteri e oltre 130 professionisti. 

Lo Studio assiste in tutte le aree del diritto d'impresa clienti italiani e internazionali che riconoscono a Pavia e Ansaldo un'eccellenza nei servizi legali per competenza e personalizzazione.



--
www.CorrieredelWeb.it

Analisi idealo: Prodotti per bebè: Risparmio del -42,4% acquistando tutto online (interesse +87,9% rispetto all'anno scorso)

Prodotti per il bebè: risparmio massimo medio del -42,4% acquistando online tutto l'occorrente per il suo primo anno di vita

Considerando i prodotti più importantiper i primi dodici mesi di vita di un bambino, le maggiori possibilità di risparmio si possono avere con i ciucci (-78,0%), i prodotti per la sterilizzazione (-71,7%), scalda biberon (-60,7%) e fasciatoi (-53,1%). Tra i prodotti più cercati dagli e-consumer italiani, invece, vi sono passeggini (42,1%), scarpine (25,2%) e seggiolini per auto (19,5%).

 

25 Giugno 2019 – Secondo le ultime stime di Federconsumatori, il primo anno di vita di un bimbo può arrivare a costare a genitori e famigliari fino a 15mila euro totali con un aumento medio rispettivamente del +0,7% per i costi minimi e del +1,4% per i costi massimi rispetto allo stesso studio effettuato nel 2017. Idealo – portale internazionale leader in Europa nella comparazione prezzi – ha realizzato un'analisi per capire quanto, e per quali categorie di prodotti per l'infanzia – è possibile risparmiare procedendo all'acquisto online. Secondo i dati raccolti, idealo ha evidenziato possibilità di risparmio massimo medio del -42,4% (pari a 937,39 euro) considerando i prodotti più importanti per i primi dodici mesi di vita di un bambino. 

 

L'interesse online nei confronti della categoria 

 

In Italia, nell'ultimo anno, l'interesse online nei confronti della categoria "Bambini & Neonati" è cresciuto del +87,9% e i prodotti maggiormente cercati sono stati passeggini (42,1%), scarpine(25,2%) e seggiolini per auto (19,5%). Al contrario, hanno attirato il minor interesse online le borse fasciatoio, i prodotti per la cameretta dei neonati e i prodotti di sicurezza per i bambini come i baby monitor. 

 

Il necessaire per i bebè e le possibilità di risparmio

 

Considerando i prodotti necessari e per la sicurezza della prima infanzia, le maggiori possibilità di risparmio si possono avere acquistando online ciucci (-78,0%), prodotti per la sterilizzazione(-71,7%), scalda biberon (-60,7%) e fasciatoi (-53,1%). Ancora, biberon (-43,5%), getta pannolini (-40,8%) e infine baby monitor (-40,1%). 

 

Anche i prodotti per l'intrattenimento possono far risparmiare

 

Prodotti per l'intrattenimento, come giochi e palestrine, possono essere acquistati con un risparmio massimo medio fino al -76,0%, come nel caso dei sonagli per neonati. È possibile poi risparmiare con i giochi motori (-73,4%), peluche (-47,9%), giocattoli per varie attività (-47,5%) e giocattoli per il bagnetto (-34,0%). 

 

Abbigliamento per bebè: un'altra categoria importante 

 

Relativamente a questa tipologia di prodotti, invece, le maggiori possibilità di risparmio si possono avere con vestitini (-73,2%), calzine (-71,8%), guantini (-70,8%), t-shirt per bimbi (-67,1%), costumini da bagno (-60,3%), sciarpine (-60,2%) e maglioncini(-57,2%).    

 

I comportamenti di ricerca online degli italiani 

 

Ma chi cerca maggiormente online questi prodotti? Secondo l'analisi, si tratta perlopiù di donne (per il 65,8% delle ricerche) e in generale persone tra i 35 e i 44 anni (37,8%). NovembreMaggio e Settembre i mesi nei quali sono state rilevate maggiori intenzioni di acquisto giornalieri medie. 

 

Infine, la maggior parte delle ricerche via mobile viene effettuata tramite Android (70,7%) mentre la quota relativa al sistema operativo iOS è pari al 28,7%. Ponderando gli abitanti di ogni regione italiana a 100mila, quelle più attive online sono LazioLombardiaEmilia RomagnaTrentino-Alto Adige e Veneto.

 

 

"Il costo di mantenimento di un bebè per il suo primo anno di vita è piuttosto rilevante e spesso è proprio ciò che frena le coppie nel concepimento di un figlio, in particolar modo quelle più giovani  – ha commentato Fabio Plebani, Country Manager di idealo per l'Italia – Diffondendo la consapevolezza che acquistare i prodotti online permette di risparmiare fino al -42,4%, una percentuale di certo non indifferente, speriamo di aiutare ad eliminare un ostacolo nella valutazione di allargamento di una famiglia, o quanto meno di informare sulle possibilità di risparmio che potrebbero aiutare nel processo decisionale".   

 

 

A questo link è disponibile il blog post sul magazine di idealo 

 


 

 

A proposito di idealo

idealo è un comparatore prezzi con oltre 145 milioni di offerte di oltre 30.000 negozi online. 

L'azienda viene fondata a Berlino nel 2000 e da allora è cresciuta costantemente. Dal 2006 entra a far parte del gruppo editoriale Axel Springer SE (editore anche di Bild Zeitung). Attualmente è presente in Germania, Austria, Regno Unito, Francia, Italia, Spagna, con sei portali nazionali. Nel corso dei suoi primi 19 anni di attività ha ricevuto eccellenti recensioni e ha vinto numerosi test condotti da enti autorevoli e indipendenti impegnati nella tutela dei consumatori. Nel 2014 ha ottenuto dall'ente di certificazione tedesco TÜV Saarland il marchio di "comparatore certificato" per la qualità delle informazioni reperibili sul portale e le misure a protezione dei dati degli utenti. idealo mette a disposizione dei propri utenti centinaia di test sui prodotti e opinioni di altri utenti, non limitandosi ad offrire un servizio di comparazione per individuare i prezzi più convenienti, ma ponendosi anche come una guida autorevole e imparziale allo shopping on-line con schede tecniche, filtri di ricerca avanzati e recensioni di esperti. Oltre 800 persone provenienti da quasi 40 nazioni lavorano nella sede di Berlino. 

Per ogni acquisto, idealo.



--
www.CorrieredelWeb.it

REALE MUTUA E TORINO SOCIAL IMPACT PRESENTANO “IMPACT-ABILITY”

REALE MUTUA e torino social impact presentano "impact-ability" 

Il "sistema" Torino per l'innovazione sociale

 

Torino, 25 giugno 2019 – Il 27 giugno, a partire dalle 9, presso l'Auditorium di Reale Group, si terrà l'evento IMPACT-ABILITY. L'iniziativa, organizzata da Reale Mutua e Torino Social Impact, in collaborazione con Il Sole24Ore, Lavazza e Dynamo Academy, si inserisce nel palinsesto di Italian Tech Week e vedrà la partecipazione di rappresentanti del mondo della finanza, dell'imprenditoria e del terzo settore.   

 

L'abilità di produrre intenzionalmente impatti sociali positivi e generare redditività economica e finanziaria sarà il tema della discussione, che intende proporre un momento di confronto e riflessione tra imprese for-profit tradizionali, imprese sociali, innovatori, investitori finanziari e organizzazioni del terzo settore. 

 

L'obiettivo dell'evento è definire, a partire dagli interventi dei relatori, un manifesto della sostenibilità per Torino che possiede tutte le risorse necessarie per agevolare la nascita di un ecosistema attivo e capace di innovare, poiché dotata di un eccellente apparato di competenze scientifiche e tecnologiche, un terzo settore con significative capacità imprenditoriali, una struttura industriale ancora profondamente radicata nella società e una nuova generazione di incubatori e acceleratori sociali. In questo senso agisce Torino Social Impact, la piattaforma di collaborazione tra istituzioni pubbliche e private, che ha messo a fattor comune le caratteristiche della Città, al fine di sperimentare una strategia di sviluppo locale che abbia al proprio centro la nascita di una nuova generazione di imprenditorialità a elevato impatto sociale e intensità tecnologica.

 

 

 

Fondata a Torino nel 1828, la Società Reale Mutua di Assicurazioni è la più importante Compagnia di assicurazioni italiana in forma di mutua. È capofila di Reale Group, un Gruppo internazionale nel quale operano oltre 3.700 dipendenti per tutelare circa 5 milioni di Clienti. Reale Mutua offre una gamma molto ampia di prodotti, sia nei rami Danni sia nei rami Vita. I suoi Soci/assicurati sono quasi 1,4 milioni, facenti capo a 355 agenzie presenti su tutto il territorio italiano. La Società evidenzia un'elevata solidità, testimoniata da un indice di solvibilità (Solvency II), calcolato con il Modello interno Parziale, che si attesta al 370,7% (Year End 2018). www.realemutua.it

 

Torino Social Impact è un'alleanza tra imprese e istituzioni pubbliche e private, nata per sperimentare una strategia di sviluppo dell'imprenditorialità ad elevato impatto sociale ed intensità tecnologica nell'area metropolitana e rendere Torino un luogo nel quale imprese e investitori a impatto sociale trovino le migliori condizioni possibili per operare e svilupparsi. Piattaforma aperta a qualunque organizzazione che operi nel campo dell'innovazione sociale e della finanza a impatto, Torino Social Impact conta oggi circa sessanta firmatari, realtà impegnate nel coniugare la capacità di produrre intenzionalmente impatti sociali positivi con la sostenibilità e la redditività economica e finanziaria delle loro iniziative. 

 

Dynamo Academy eÌ un'Impresa Sociale che si occupa di formazione e consulenza, accompagnando aziende e top manager in percorsi di creazione di valore per affrontare la sfida della Corporate Philanthropy coniugando efficacemente business e social giving. Dynamo Academy è l'unico Global Exchange Partner per l'Italia di CECP (Chief Executives for Corporate Purpose) e opera, in ambito Business For The Common Good, nel contesto speciale del Campus di Limestre. Dal 2010, Dynamo Academy ha supportato oltre 100 aziende clienti e loro 30.000 dipendenti.  

 

Il Gruppo Lavazza. Lavazza, fondata a Torino nel 1895, è un'azienda italiana produttrice di caffè di proprietà dell'omonima famiglia da quattro generazioni. Fra i principali torrefattori mondiali, il Gruppo è oggi presente in oltre 90 Paesi attraverso consociate e distributori, con il 64% dei ricavi realizzato all'estero. Lavazza impiega complessivamente oltre 4 mila persone, con un fatturato di 1,87 miliardi di euro nel 2018. [Con il bilancio al 31/12/2018 il Gruppo Lavazza per la prima volta applica per le proprie rappresentazioni economico-patrimoniali consolidate i principi contabili internazionali IFRS]. Fanno parte del Gruppo Lavazza le aziende francesi Carte Noire ed ESP (acquisite rispettivamente nel 2016 e nel 2017), la danese Merrild (2015), la canadese Kicking Horse Coffee (2017), l'italiana Nims (2017) e il business dell'australiana Blue Pod Coffee Co. (2018). Alla fine del 2018, a seguito di acquisizione, è stata creata la Business Unit Lavazza Professional, che comprende i sistemi Flavia e Klix, attivi nel settore dell'Office Coffee Service (OCS) e del Vending




--
www.CorrieredelWeb.it

Fondazione Pubblicità Progresso: Andrea Farinet nuovo presidente

Fondazione Pubblicità Progresso: Andrea Farinet nuovo presidente

 

Milano, 25 giugno 2019 - Oggi si è tenuto un CdA di grande svolta per la Fondazione Pubblicità Progresso. Come preannunciato, Alberto Contri ha rassegnato le dimissioni dalla presidenza dopo venti anni di mandati ininterrotti, in cui l'Associazione nata nel 1971 è stata trasformata in una Fondazione, Centro Permanente di Formazione alla Comunicazione Sociale particolarmente impegnata nella sostenibilità e con un network di 100 docenti universitari di 85 Facoltà e Master in 45 Atenei di tutta Italia.

 

Nuovo presidente è il Prof. Andrea Farinet, docente di Economia e Gestione delle imprese, presso LIUC – Università Cattaneo, dove insegna Marketing Relazionale e CRM, Psicologia del Consumo e Nuove Piattaforme Digitali. Già docente di marketing per circa vent'anni in Bocconi, dove ha conseguito il PhD in Business Administration, è advisor di importanti realtà culturali e tecnologiche come l'Istituto Italiano di Tecnologia, la Fondazione Bracco, Facility Live e The Ruling Companies. Ha fondato il Socialing Institute, particolarmente impegnato sulle tematiche della CSR.

 

È stato nominato all'unanimità dal Consiglio della Fondazione fra i due nuovi cooptati fra personalità di provata competenza ed esperienza: il secondo è Giangi Milesi, già presidente del Cesvi con grande esperienza nel Terzo Settore. Il nuovo tesoriere è Franco Meroni, presidente di AAPI e già consigliere della Fondazione.

 

Tutto si è svolto all'unanimità, come unanime è stato il caldo applauso che ha salutato il lungo e generoso impegno di Alberto Contri nel fare di Pubblicità Progresso il punto di riferimento per la comunicazione sociale in Italia e non solo. Ricordando che tempo fa il presidente Napolitano aveva dichiarato, ricevendo il CdA della Fondazione al Quirinale: "Pubblicità Progresso è un caso di eccellenza unico al mondo".



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 24 giugno 2019

FB & Associati: Bilancio 2018, un anno di crescita globale per l'azienda ai vertici del mercato italiano delle relazioni istituzionali

PER FB&ASSOCIATI UN 2018 DI SVILUPPO GLOBALE.
Fatturato e personale in crescita, raddoppio della sede romana e trasformazione in SpA, la società di consulenza in relazioni istituzionali e advocacy fondata da Fabio Bistoncini si conferma ai vertici di un mercato italiano in forte dinamismo.



Roma, 24 giugno 2019 –  FB&Associati, la prima società di consulenza fondata in Italia specializzata in public affairs, advocacy e lobbying, chiude un 2108 di crescita globale sotto il profilo dei risultati di bilancio, del numero dei clienti acquisiti, dell'investimento in risorse umane, del potenziamento della struttura societaria e dell'ampliamento dei servizi.

Secondo i dati diffusi, il 2018 registra un fatturato di poco superiore ai 3.500.000 €, segnando un + 5% rispetto al 2017 in un trend costante di sviluppo anno dopo anno (+ 66% sugli ultimi 6).

I dati si riferiscono alle sole attività di lobbying e advocacy svolte da una società che si conferma tra i marchi leader italiani della consulenza strategica in relazioni istituzionali. Tra i clienti – ad oggi oltre 70 - le maggiori aziende multinazionali presenti in Italia, associazioni d'impresa e ordini professionali con nuove acquisizioni nei settori food and beverage, ICT, automotive, farmaceutico.

Una strategia di sviluppo che ha interessato l'azienda su scala globale lungo tutti i suoi asset. 
L'ampliamento dell'organico, grazie a una politica di reinvestimento degli utili che ha portato all'ingresso di 6 nuovi collaboratori, tutte con profilo specialistico e seniority medio-alta, per un totale di oltre 40 risorse. La capacità di innovazione, segnata in particolare dalla nascita di FB Bubbles per la gestione di campagne di formazione delle opinioni e di influenza dell'agenda politico-istituzionale attraverso competenze integrate di advocacy, reputation management e gestione dei media con finalità di public affairs. 

Il rafforzamento del profilo consulenziale e dell'attività di ricerca, che la società, unica realtà del settore, offre anche attraverso un Centro Studi interno, FBLab, specializzato in analisi di scenario e del contesto decisionale, che viene ulteriormente potenziato.

Anche il 2019 si preannuncia come un anno estremamente positivo. Tra le novità, l'apertura di un nuovo ufficio a Roma da affiancare alla sede storica nella capitale e agli uffici di Milano e Bruxelles. Un'espansione che passerà anche attraverso la trasformazione in società per azioni. 
Il capitale societario resterà invariato, detenuto in larga parte dall'AD, Fabio Bistoncini e dai 2 senior partner, Paola Perrotti e Vincenzo Aprile, e in misura minore dai più giovani Adriano Sabene e Luca Gargano.

"Siamo molto soddisfatti di questa crescita che avviene in un mercato che continua a espandersi e in cui meno di 25 anni fa, quando siamo nati, eravamo di fatto gli unici ad operare, ma a cui oggi si rivolge un numero crescente di imprese, associazioni e gruppi di interesse, anche di settori non regolamentati commenta Fabio BistonciniE' il segno della necessità imprescindibile di poter influenzare in modo professionale e trasparente le opinioni e le scelte dell'attore pubblico, obiettivo però che diventa sempre più complesso da ottenere in uno scenario fluido e imprevedibile in cui le dinamiche del web stanno mutando radicalmente il modo di comunicare la politica e con la politica. In questo contesto – conclude Bistoncini – c'è bisogno di consulenti che uniscano un'esperienza consolidata negli anni a competenze di political intelligence con un focus sempre più spiccato anche sull'analisi dei big data a sostegno del processo decisionale, ambito che come FB&Associati già presidiamo e a cui dedicheremo ancora più attenzione in futuro".




FB & Associati viene fondata nel 1996 da Fabio Bistoncini con la mission di affermare una visione della rappresentanza di interessi che punti a fornire al decisore pubblico informazioni tecniche e contenuti di valore per arrivare alla formulazione degli atti in modo trasparente e consapevole. 
E' partner del network Interel Global Partnership attivo in oltre 60 Paesi. 

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *