Cerca nel blog

sabato 6 aprile 2019

Catawiki - il sito internazionale per oggetti unici e rari: i romani sono i più legati agli oggetti dell'infanzia e ai ricordi che evocano

Oggetti unici dell'infanzia, i romani i più legati ai ricordi che evocano!

 

Un'indagine Catawiki, realizzata da Human Highway, fotografa il legame tra gli abitanti del Belpaese e gli oggetti che considerano 'unici'. Per il 41% dei romani un oggetto è unico se ricorda una persona, mentre il 28% lo conserva per tramandarlo ai figli/nipoti;

 

Il 34% dei capitolini custodisce in casa, in un posto sicuro, l'oggetto legato all'infanzia che considera unico (rispetto alla media nazionale del 35%), mentre per il 21% è parte dell'arredamento della casa in cui abita (il dato nazionale è del 16%);

 

Tra gli oggetti più desiderati libri/fumetti in prima edizione (63,5%), opere d'arte classica/moderna (62%) e cimeli musicali (54%).

 

 

Che i legami con l'infanzia e la famiglia d'origine ricoprano un ruolo fondamentale nella vita di noi italiani è risaputo, del resto nel 1973 su questi valori Federico Fellini costruì uno dei suoi capolavori (Amarcord, vincitore del Premio Oscar nel 1975). E per i romani questo discorso è ancor più vero se si pensa che il 41% di loro considera "unico" un oggetto del passato se ricorda una persona cara. La fotografia la scatta una survey realizzata da Catawiki, il sito internazionale per oggetti unici e rari. Dunque se prima la ricerca di oggetti rari legati al passato era un'attività principalmente praticata da collezionisti, oggi non è più così, e per entrare in possesso di un oggetto che si considera unico si fa di tutto.

 

Gli abitanti della Capitale sono quelli che più di tutti ci tengono a conservare un oggetto per tramandarlo a figli e nipoti (il 28% rispetto al 26% dei napoletani e al 21% dei milanesi),  hanno fatto un'offerta su un sito di aste online (31,5% rispetto al 27,6% dei milanesi e al 26% dei napoletani) e hanno visitato siti web per informarsi su un oggetto particolare (53% rispetto al 47% dei napoletani e al 40% dei milanesi).

 

In merito all'unicità degli oggetti, dalle risposte dei romani è emerso un forte legame con i ricordi evocati dall'oggetto che considerano unico e la volontà di mostrarlo agli altri:

 

  • per il 41% dei romani un oggetto è unico se ricorda una persona cara (il dato a livello nazionale è del 33%);
  • il 14% lo espone in casa affinchè tutti possano vederlo (rispetto alla media nazionale del 12,6%  e al 11% dei milanesi e al 10% dei napoletani), mentre il 26% dichiara di farlo con la volontà di tramandarlo ai figli/nipoti (il dato nazionale è del 24%);

 

L'importanza che i romani attribuiscono all'oggetto dell'infanzia considerato "unico" emerge anche dall'elenco dei fattori considerati molto e abbastanza rilevanti ai fini dell'acquisto dello stesso: a livello nazionale sono coloro che danno più importanza al parere di un esperto che certifica il prodotto (32% contro il 29% dei napoletani e il 27% dei milanesi) e all'affidabilità del negozio/sito web che lo vende (44% contro il 41% dei milanesi e il 40% dei napoletani), mentre volgendo lo sguardo alle categorie di oggetti cui attribuiscono più valore troviamo libri/fumetti in prima edizione (al primo posto per il 63,5%), opere d'arte classica/moderna (62%) e cimeli musicali (54%). Una top 3 diversa rispetto a quella nazionale, che vedeva primeggiare i cimeli musicali (54%) seguiti da auto/moto d'epoca e orologi/gioielli vintage (54%).

 

"Il valore affettivo che i romani attribuiscono agli oggetti che ricordano loro l'infanzia ci conferma come ormai la ricerca di oggetti unici e legati al passato non sia più un'attività ristretta al mondo dei collezionisti, ma rivolta a tutti coloro i quali vogliono mantenere un saldo legame con il proprio passato per tramandarlo anche ai propri figli e nipoti", ha dichiarato Federico Puccioni, Country Manager Italia. "Dare la possibilità ai romani, ma non solo, di entrare in possesso di oggetti che per loro hanno un grande valore affettivo, perchè legati ai loro ricordi, rappresenta per noi un grande motivo di soddisfazione e orgoglio. Il nostro sito permette di farlo in tutta sicurezza grazie ai nostri esperti che garantiscono una selezione di qualità".

Al fine di andare in contro a tutti gli italiani che amano circondarsi di oggetti unici legati alle proprie passioni e caratterizzati da forti legami affettivi, Catawiki si propone come sito ideale per acquistarli rafforzando il legame di ognuno di noi con le passioni che ci contraddistinguono e che ci rendono unici.

 

Informazioni si Catawiki

Catawiki è il sito per oggetti unici e rari. Grazie all'esperienza e la passione di più di 150 esperti, presentiamo ogni settimana una selezione esclusiva di oltre 50.000 oggetti in 80 categorie, dall'arte al design, dagli oggetti da collezione alle auto d'epoca. La nostra piattaforma è seguita da un pubblico di collezionisti ed appassionati da tutto il mondo.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *