Cerca nel blog

giovedì 20 giugno 2024

"Condotta antisindacale", Cisl FP ricorre al Tribunale del lavoro per le promozioni al Policli-nico – San Marco

"Dopo il nostro ricorso per condotta antisindacale l’Azienda Policlinico - San Marco ha revocato in autotutela le delibere da noi contestate: è la conferma che avevamo ragione": è il com-mento del segretario generale Cisl FP Catania Danilo Sottile alla decisione del Policlinico di Catania di revocare le delibere con cui aveva dato avvio alle promozioni del personale da un'area inferiore a un'area superiore .

La segnalazione per condotta antisindacale è l'ultimo atto della vicenda delle progressioni verticali, a cui l’Azienda Policlinico Rodolico - San Marco di Catania aveva dato avvio con una delibera che è stata impugnata da Cisl FP Catania. Dopo che l'udienza pubblica sull'impugnativa è stata fissata per il prossimo mese di gennaio, il Policlinico ha modificato la dotazione organica in funzione della pro-cedura avviata.  Anche le delibere di modifica della dotazione organica e del piano triennale dei fab-bisogni però sono state impugnate al Tar. In questo contesto la Cisl Fp Catania, assistita dall’avvocato Dino Caudullo, ha sottoposto la questione al Tribunale del lavoro ritenendo che l’Azienda Poli-clinico – San Marco abbia posto in essere una condotta contraria alle proprie prerogative sindacali.

La deliberazione di modifica della dotazione organica e la modifica del Piano triennale dei fabbisogni, sono infatti state poste in essere dall’Azienda sanitaria senza alcuna preventiva informazione alle Organizzazioni Sindacali, sebbene ciò sia espressamente previsto dal contratto collettivo. La Cisl FP ha però già incassato un primo punto a favore, considerato che prima ancora dell’udienza innanzi al Giudice del lavoro, prevista per il prossimo 4 luglio, dopo la notifica del ricorso per condotta anti-sindacale l’Azienda Policlinico – San Marco ha revocato in autotutela le due delibere contestate.

"La revoca delle delibere da parte dell’Azienda all’indomani della notifica del ricorso per condotta antisindacale conferma che avevamo ragione – afferma Danilo Sottile, segretario generale della Cisl Fp Catania – in quanto nessuna informazione preventiva era stata resa alle organizzazioni sindacali da parte dell’Azienda Policlinico. Era infatti stata di fatto impedita la possibilità ai soggetti sindacali di presentare le proprie osservazioni prima che l’amministrazione procedesse all’adozione della de-libera di modifica della dotazione organica".

La vicenda che oppone il sindacato maggiormente rappresentativo nel pubblico impiego a livello nazionale e l’Azienda Policlinico – San Marco tuttavia continua: la parola passa al Tribunale ammi-nistrativo che nel gennaio 2025

dovrà decidere nel merito.

Cambium Networks: il nuovo switch di aggregazione in fibra.

Cambium ONE Network for Enterprise: si amplia il portafoglio di switch cnMatrix.


Semplificazione della gestione di tutto lo stack di rete, dal dispositivo finale al WAN Edge, grazie ad automazione della rete ed efficienza economica.

Milano, 20 Giugno 2024 - Cambium Networks, fornitore globale di soluzioni di rete, ha annunciato oggi l'ampliamento del proprio portafoglio di switch cnMatrix con una maggiore automazione di rete e un nuovo switch di aggregazione in fibra. 

Questi nuova offerta amplia la soluzione ONE Network di Cambium Networks, che semplifica l'implementazione e il funzionamento delle tecnologie LAN e a banda larga cablate e wireless. Questo approccio a soluzione unica, che va dal WAN Edge ai dispositivi finali, riduce i costi e aumenta l'affidabilità e la sicurezza grazie all'automazione e all'analisi basata sull'intelligenza artificiale.

Un unico approccio alla rete: soluzioni complete per tutto lo stack

La piattaforma ONE Network di Cambium Networks offre una perfetta integrazione e gestione dell'intero stack di rete: includendo Wi-Fi, switching, sicurezza, servizi di rete e SD-WAN, ONE Network affronta ogni aspetto del networking aziendale, garantendo gestione, sicurezza e automazione unificate.

Gli switch cnMatrix si integrano completamente con ONE Network, consentendo una gestione centralizzata attraverso il sistema cnMaestro™ di Cambium. Ciò consente ai solution provider di gestire tutti i componenti della rete da un unico pannello di controllo, riducendo i costi e migliorando l'efficienza.

L'implementazione zero-touch di ONE Network semplifica l'installazione e riduce gli errori di configurazione, con controllo e auditing centralizzati per garantire operazioni affidabili su tutta la rete. Sicurezza completa: le policy comuni impongono misure di sicurezza coerenti in tutto lo stack, supportate da un monitoraggio della vulnerabilità 24/7 della LAN e della WAN. Questo approccio unificato riduce al minimo le lacune e rafforza la sicurezza complessiva della rete.

Il nuovo switch di aggregazione in fibra

cnMatrix EX3024F amplia la serie di switch EX3000 di Cambium con una serie di funzionalità avanzate, tra cui:

- Architettura ad alte prestazioni: lo switch EX3024F offre 24 porte in fibra SFP+ da 10 Gbps, doppio alimentatore interno e funzionalità avanzate di commutazione L2/L3, garantendo prestazioni robuste e consentendo la crescita delle moderne reti aziendali.
- Aggregazione scalabile: L'EX3024F è progettato per aggregare più di 20 switch Cambium serie EX o TX, server o altri sistemi di rete, fornendo uplink e downlink fino a 80 Gbps. Questa capacità offre scalabilità e flessibilità per diversi scenari di implementazione, tra cui campus aziendali, istruzione, hospitality, servizi pubblici e altro ancora.
- Automazione della rete: cnMatrix offre una potente automazione out-of-box per configurare una rete Cambium end-to-end con il minimo sforzo. L'automazione basata su policy (Policy Based Automation) offre un efficace sistema basato su regole per automatizzare i continui spostamenti, aggiunte e modifiche senza dover intervenire sulla rete. Il PBA previene anche le violazioni della sicurezza sulle porte inutilizzate, garantendo l'accesso alla rete solo ai dispositivi autorizzati.

"Gli switch cnMatrix di Cambium semplificano in modo significativo le nostre implementazioni di rete, lavorando senza problemi insieme al fixed wireless e al Wi-Fi di Cambium al'interno di un'unica dashboard cnMaestro", ha dichiarato Dustin Jurman, CEO del partner di Cambium Rapid Systems. "Abbiamo applicazioni per il nuovo switch di aggregazione in fibra nel backhaul dei campus, nella sicurezza pubblica e nella nostra attività di ISP wireless. La soluzione è molto interessante anche dal punto di vista economico rispetto alle comuni alternative presenti sul mercato".




--
www.CorrieredelWeb.it

Novità ILIAD propone IPHONE rigenerati

NOVITÀ ILIAD SMARTPHONE: TRASPARENZA, QUALITÀ E ATTENZIONE ALL'AMBIENTE CON IPHONE RIGENERATI


Il mercato degli smartphone rigenerati sta diventando più popolare e cresce rapidamente, spinto soprattutto da consumatori che sono sempre più attenti a coniugare innovazione e sostenibilità. Per questo motivo, chi cerca il suo prossimo smartphone valuta i rigenerati come una valida alternativa al nuovo.  iliad, che ha innovato il mercato italiano con le proprie offerte e messo al centro le esigenze degli utenti, annuncia oggi il lancio della vendita di iPhone rigenerati sul sito di iliad. Gli smartphone sono disponibili per tutti gli utenti iliad anche solo da un minuto. Una nuova opportunità per chi desidera acquistare un iPhone a un prezzo più contenuto, senza rinunciare alla qualità e alle prestazioni di un prodotto Apple. L'operatore, infatti, ha scelto di proporre ai propri utenti solo prodotti paragonabili al nuovo. Acquistare un dispositivo rigenerato significa dare una nuova vita a uno smartphone già esistente, contribuendo a ridurre l'impatto ambientale. È una scelta ecologica e sostenibile che favorisce il riutilizzo dei materiali elettronici e l'estensione del ciclo di vita dei prodottiGli iPhone rigenerati iliad sono disponibili all'acquisto online sul sito web di iliad nella sezione "Smartphone rigenerati".

Gli utenti iliad potranno scegliere tra una vasta gamma di modelli di iPhone rigenerati, come:

    iPhone 13 Pro rigenerato - 256GB

    iPhone 12 Pro rigenerato -  256GB

    iPhone 13 Mini rigenerato - 128GB

    iPhone 12 rigenerato - 128GB

    iPhone 11 rigenerato - 128GB

    iPhone SE 2020 rigenerato - 128GB

Ogni smartphone rigenerato è stato sottoposto a interventi di aggiornamento, pulizia ed eventuali riparazioni oltre a scrupolosi test di controllo e qualità, che garantiscono la massima affidabilità e sicurezza nell'utilizzo del prodotto.

Tutti gli smartphone vengono venduti con una garanzia di 12 mesi, in caso di malfunzionamenti causati da difetti di conformità, garantendo agli utenti la possibilità di richiedere gratuitamente la riparazione o la sostituzione del device.



--
www.CorrieredelWeb.it

SAN MARCO DI CASTELLABATE - IL PRIMO PORTO DEL CILENTO CON UN SITO INTERNET DEDICATO

CASTELLABATE - Il Comune di Castellabate continua ad investire sul porto di San Marco. Grazie alla sinergica collaborazione con la Castellabate Servizi, sono tante le novità messe in atto per la stagione estiva 2024. La più importante è legata al lancio del primo sito web interamente dedicato al noto approdo turistico. Accedendo al portale, sarà possibile prenotare comodamente da remoto il proprio punto d’ormeggio, facilitando l’attracco presso il porto soprattutto per quei diportisti che vorranno visitare Castellabate. Il sito mette a disposizione un’ampia panoramica di quelli che sono i principali luoghi da scoprire del territorio, le destinazioni da poter raggiungere e tutti i servizi portuali garantiti: dalla piena assistenza nell’area, ai rifornimenti di carburante, passando per i bagni pubblici, la fermata dei bus e i servizi di lavanderia e cambusa. Il prossimo step sarà l’installazione di una rete WiFi completamente gratuita che ricoprirà l’intera area portuale. Un’altra sostanziale novità è la messa in dotazione di un piccolo natante, completamente a disposizione degli operatori portuali della Castellabate Servizi per intervenire in maniera celere ed efficace in tutte le attività necessarie.

“Il porto di San Marco di Castellabate per noi rappresenta un fondamentale approdo turistico. In tal senso vogliamo continuare ad investire su di esso per incentivarne la crescita e favorirne lo sviluppo. Il porto, ad oggi, si presenta davvero come un luogo sicuro e attraente. Dopo la recente installazione di un’innovativa isola ecologica automatizzata, abbiamo pensato anche di predisporre un sito web ad hoc per migliorare la fruizione del porto anche per i diportisti e le imbarcazioni che scelgono Castellabate come meta da visitare. Grazie alla Castellabate Servizi, per tutta l’estate, il nostro approdo sarà un luogo da vivere in completa armonia”, sostiene il Sindaco di Castellabate, Marco Rizzo.

“Siamo felici di introdurre quest’ulteriore novità per il porto di San Marco. Con un semplice click sul proprio smartphone sarà facilissimo prenotare un proprio punto d’ormeggio e usufruire dei servizi che abbiamo messo a disposizione. Anno dopo anno stiamo progredendo sotto quest’aspetto e vogliamo perseguire la strada intrapresa, specialmente per incrementare il flusso turistico sul nostro territorio”, dichiara l’Assessore al Porto, Antonio Florio

“Le potenzialità del porto di San Marco sono infinite a livello turistico. Il nostro obiettivo è quello di valorizzarlo il più possibile, rendendolo un punto di riferimento per i diportisti, locali e non. Oltre al sito web, sono tanti gli interventi e i servizi che abbiamo appositamente implementato con la costante collaborazione della Castellabate Servizi ed ora la sua veste è quella di un porto moderno e facilmente fruibile”, afferma il Consigliere, Gianmarco Rodio.

 


Marco Nicoletti 

@castellabatelive24 / Pagina Facebook 

martedì 18 giugno 2024

E-Gaming: la nuova frontiera della ricerca di talenti per le aziende

Grazie alle skills sviluppate nel contesto competitivo dei videogiochi, le aziende possono trovare nei gamer i candidati ideali per rispondere alle proprie esigenze

Milano, 18 giugno 2024 Il mondo dell'e-gaming rappresenta un'importante leva per le aziende alla ricerca di nuovi talenti e, in particolare di quelli più giovani. Difatti, questo settore non solo rappresenta una fonte di intrattenimento per gli appassionasti di videogiochi, ma un vero e proprio bacino di competenze trasferibili al mondo del lavoro.

In primo luogo, tra gli e-gamer spicca la capacità di complex problem solving, un'abilità che viene costantemente esercitata nel corso dei giochi, dove i giocatori imparano a gestire le problematiche in modo attivo, trovando soluzioni rapide ed efficienti anche considerando le informazioni in possesso sotto prospettive differenti. Segue uno spiccato orientamento al risultato, che anche di fronte situazioni stressanti e di fronte incertezza, porta il giocatore a definire traguardi e obiettivi impegnativi e mantenere performance ottimali.

I gamer, inoltre, si distinguono per visione strategica e rapidità decisionale nell'affrontare la complessità del contesto con curiosità e versatilità, adattando rapidamente il proprio comportamento alle diverse situazioni, cambiamenti, ambienti e persone, mantenendo i livelli di efficienza ed efficacia richiesti per il ruolo intrapreso.

I giocatori di videogiochi, infine, si contraddistinguono per elevati livelli di lucidità, impegno e concentrazione, anche di fronte ad un contesto mutevole e forti pressioni, ed empatia grazie alla capacità di sviluppare proattivamente cooperazione e integrazione con gli altri membri del team.

Tutte competenze, queste elencate, di cui oltre 256 appassionati di videogame hanno potuto effettivamente dare prova nel corso di Play2Work, un torneo di Forntnite organizzato da Adecco, società specializzata di The Adecco Group che sviluppa e valorizza il capitale umano, e Confindustria Bergamo

L'iniziativa ha rappresentato un'occasione per evidenziare il potenziale dei gamer, che nel contesto competitivo del gioco sviluppano abilità in grado di tradursi in capacità operative e strategiche nel mondo del lavoro, permettendo di affermarsi come candidati preziosi per le organizzazioni. 

Ma non solo: in un'epoca di rapide trasformazioni digitali, il campionato ha permesso di intercettare giovani talenti spesso non reperibili attraverso i tradizionali canali di comunicazione, oltre a sperimentare un nuovo approccio per la valutazione di questi profili potenzialmente interessanti per le aziende.

lunedì 17 giugno 2024

CASTELLABATE - MINORANZA , SI DIMETTE LUISA MAIURI



CASTELLABATE - Arrivano come un fulmine a ciel sereno le dimissioni della consigliera di minoranza Luisa Maiuri . Ex assessore nell’amministrazione Spinelli e in fine sindaco Facente Funzione nel post-Covid . 

Poco fa ha reso nota la sua decisione sul suo account Facebook con questo comunicato . 


“ Buongiorno!

Ho da poco formalizzato,con una lettera indirizzata al Sindaco e al Consiglio Comunale,le mie dimissioni da Consigliere Comunale di minoranza .

E’ una scelta che avevo maturato da un po’ ma che ho rinviato per essere presente al Consiglio Comunale di alcuni giorni fa per la discussione del Rendiconto di gestione ma anche per lo svolgimento della campagna elettorale per le Elezioni Europee nella quale mi sono impegnata per il mio Partito di sempre Fratelli d’Italia, risultato primo a Castellabate.Questa mia scelta ,considerato che sono già trascorsi quasi tre anni di questo mandato elettorale,nasce soprattutto da un impegno e dalla volontà di consentire al primo dei non eletti della Lista “Castellabate nel cuore “di completare la consiliatura.

A ciò va aggiunto la ferma intenzione di dedicarmi al recente incarico di Componente del Consiglio Direttivo del Parco nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni ricevuto su indicazione del Ministro dell’Agricoltura e Sovranità alimentare. Un incarico che sono pronta ad onorare in pieno e che mi impedirebbe di svolgere compiutamente il delicato ed importante ruolo di Consigliere Comunale. Ho la consapevolezza di aver servito le Istituzioni con rispetto, senso di responsabilità , correttezza amministrativa.

Sono certa che chi prenderà il mio posto le saprà onorare allo stesso modo. Ringrazio l’intero Consiglio Comunale per i tanti momenti di confronto ma anche di aspro scontro sempre per il bene della nostra Comunità. Ringrazio i dipendenti comunali per la loro professionalità , capacità e competenza.

Ringrazio coloro che nel 2021 hanno creduto in me e i miei compagni della Lista “Castellabate nel cuore”. Oggi è così…domani si vedrà!

Buon lavoro al Consiglio e grazie a tutti “ 


Marco Nicoletti 

@castellabatelive24 / Pagina Facebook 

domenica 16 giugno 2024

Ragusa: Convegno Scientifico sulle Migrazioni e le lunghe vie della storia

Si è svolto a Ragusa il 15 e 16 giugno 2024 presso il Laboratorio degli Annali, il convegno internazionale Universitario sulle “Migrazioni nella Storia: i mari, i deserti, i ghiacci ed i deserti “. L’evento è stato organizzato dal Prof. Carlo Ruta storico delle Civilizzazioni e reggente del laboratorio di via Pezza 108 in Ragusa. La kermesse Universitaria ha visto la collaborazione dell'Università Sorbona di Parigi, L’Università degli Studi di Genova, L’Università di Siena, Il Centre National de la Recherche Scientifique di Francia, l’Unitelma Sapienza Università degli Studi di Roma e il Laboratorio di Storia Marittima e Navale Fernand Braudel di Genova (UNIGE). Nella giornata del 15 Giugno ha Iniziato i lavori Il Prof. Carlo Ruta che, come direttore del convegno, ha dato con la sua relazione introduttiva e di base sul tema delle migrazioni della storia. Lo storico dice: “Il tema deve essere visto nella sua visione globale, inter e multi disciplinare in cui la storia viene associata ad altri studi e si deve creare un processo di osmosi e di sinergie, che vedono la presenza della Geografia, dalla Glottogia, dall’Antropologia ed Epistemologia. Il mio percorso è sulla lunga distanza prima della storia e nella storia tra scenari di bisogni e risorse scoperte materiali tecnologie e sistemi orientativi. Occorre fare una premessa importante, esistono delle metodologie di base nelle scienze fisico matematiche che si chiamano principi nell’ambito del quale vengono inquadrati i fenomeni che si intersecano con la geografia con l’antropologia, in questa sede sono importanti gli elementi di base che vanno oltre alle teorie della falsificazione di Popper delle scienze sociali. La storia non va collegata ad un processo di matematizzazione., continua il Prof. Ruta: “Ma dobbiamo partire dal concetto di Braudel e cioè della storia di lunga durata che ci permette di capire una determinata fase storica nella sua evoluzione, partendo da questo concetto possiamo parlare della dimensione di lunga distanza che ci permette di capire una determinata fase storica ed il substrato delle epoche umane , la storia a miglio 0 non è inquadrabile nella lunga distanza che rappresenta il paradigma di questo convegno scientifico”. Dopo la relazione del Prof. Ruta è susseguita la relazione scientifica del Prof. Alberto Cazzella e di Giulia Recchia del Dipartimento di scienze dell’Antichità della sapienza di Roma che ha parlato delle Migrazioni Mediterranee del III Millennio a.C. nella sua relazione ha parlato di:” spostamenti avvenuti in questo periodo via mare e specie nel mediterraneo provenienti dal Marocco attraverso lo stretto di Gibilterra che interesso la penisola iberica e la Sicilia occidentale dove sono state trovati manufatti in avorio di origine asiatico. Inoltre, spostamenti sempre via mare sono avvenuti in questo periodo dalle regioni della penisola balcanica verso l’Italia meridionale dove sono stati trovati manufatti in ceramica a cordicella e ceramiche campaniforme caratteristiche delle zone. Importante, inoltre, l’insediamento delle isole eolie e di malta che rappresentavano il centro dei commerci nel mediterraneo e dove sono state trovate asce a martello e manufatti metallurgici in lapislazzulo. Non si capisce quali sono stati le navi utilizzate e le caratteristiche oltre che i sistemi di riferimento geografici”. A seguire la relazione della Prof. Michele Longo, glottologo e filologo dell’Università degli Studi di Palermo che ha parlato di Migrazioni indoeuropee tra linguistica e archeologia. Secondo il Prof. Longo: la migrazione è un movimento di genti non necessariamente omogenee da un punto di vista etnico religioso e linguistico che si spostano da un luogo all'altro con l'intenzione di stabilirsi in maniera stabile. Il tratto linguistico ha una notevole rilevanza e si basa sulla lingua indoeuropea è un aggettivo che identifica una famiglia linguistica ovvero l'insieme di lingue di cui si è mostrata la derivazione da un'unica lingua. Si pensa che questa lingua derivi dal sanscrito indiano oggi non più parlato”. A seguire la relazione della Prof.ssa Sandra Origone, storica del Medioevo, Università degli Studi di Genova. Che ha parlato di Viaggiatori. notizie e racconti di viaggi medievali ai limiti dell'Europa. La stessa nella sua relazione ha detto: “La prima cosa da tener presente nel medioevo è la mappa mundi descritto da Isidoro che si chiama OT e risalente al 1300 che raffigura una rappresentazione piana dell'ecumene e circolare con interno il mediterraneo e da una parte il Tanet dall’altra. Negli spostamenti del tempo sono importanti i resoconti di viaggio specie del settore settentrionale dove l’Asia si congiunge con L’Europa che possiamo trovare nel libro IV del testo di Adamo di Brema gester morgens ecclesiae pontificum” a cui ho fatto riferimento nella mia relazione “. A seguire la relazione della Prof.ssa Annalisa Di Nuzzo, antropologa, Università S.O. Benincasa di Napoli. Sul tema “Tra mari, deserti e piazze. Antiche e nuove rotte di trasmigrazioni. La Prof.ssa nella sua relazione ha detto: “Faccio riferimento anche a collegamenti di geopolitica ma voglio puntualizzare il mio pensiero sul concetto di animali nomadi volevo partire da una frase M.O. siamo divisi tra la nostalgia del focolare con ciò che ha di rassicurante di matriarcale, ma anche l’attrazione per la vita avventurosa, vita aperta sull’infinito e l’indefinito con tutto quello che comporta nella profondità dell’inconscio collettivo durante tutto il corso della storia umana. I migranti di oggi convivono con la paura e l’insicurezza”. Altra relazione quella de Prof. Giuseppe Bettoni, Geografo, dell’Università Tor Vergata che ha parlato di migrazioni come fenomeno geopolitico. Secondo il Prof. Bettoni:” Io mi occupo di conflitti e quindi di antagonismi per il controllo di un territorio, tutte le migrazioni sono caratterizzate da un antagonismo che nasce alla partenza ma che non finisce nei luoghi di arrivo. Nella storia ci sono state grandi migrazioni geografiche e una che voglio puntualizzare e lo spostamento dei popoli mongoli attraverso lo stretto di Bering verso il sud America. Nota avvalorata dallo studio dei cromosomi di quelle popolazioni in quanto non si capiva come visto che lo stretto di Bering oggi non esiste più”. Ultima relazione del pomeriggio del 15 Giugno quella del Prof. Gianclaudio Civale, storico dell’età moderna dell’Universita’ degli Studi Statale di Milano che ha relazionato su: “Una frontiera dimenticata? La presenza militare spagnola e gli abortiti progetti di ripopolamento nell’Africa barbaresca (1504-1574)” nella sua relazione ha come storico dettagliato la conquista di Tunisi da parte del regno spagnolo castigliano – aragonese che volle la città a tutti i costi con conseguenza disastrose visto l’epilogo nel 1574 con la conquista dei Turchi. Ma il Prof.re ha ben dettagliato l’organizzazione interna della città che venne divisa fisicamente con delle mura dividendo di fatto gli spagnoli dai moreschi. Un tentativo che si rivelò fatale nella a parte finale di conquista dei Turchi, infatti mancò il concetto di solidarietà che avrebbe permesso di accaparrarsi la benevolenza dei moreschi. Il convegno ha continuato il suo percorso scientifico il 16 di giugno con le relazioni del Prof. Juan Carlos Moreno Garcia, egittologo, direttore CNRS francese e Sorbone Universite' di Parigi, che ha parlato di Migrazioni, popolazioni mobili e conflitti. Impatto sul Faraonico. Altro intervento del 16 giugno quello del Prof. Claudio Giardino, Archeologo , Università del Salento di lecce su : L’asia centrale ,interconnessione di commerci e culture attraverso steppe e deserti . Sempre nella stessa giornata l’Intervento del Prof. Giuseppe Varnier, Epistemologo, Università di Siena che ha parlato di Migrazioni di Homo Sapiens. Lo sviluppo della cultura e del linguaggio. Segue la relazione del Prof. Lucio Russo -Matematico, Storico della scienza e scrittore dell’università di Venezia che ha parlato di Oceani prima dell’età moderna, una barriera invalicabile o una via di comunicazione? Altra relazione quella del Prof. Folco Biagini, storico, Università di Roma sul tema: geografia, antropologia della storia. L’approccio alla mobilità Umana. Dall’altro capo del mondo è intervenuta la Prof.ssa Pamela Kile Crossley, sinologa, storica, teorica History, Usa che ha parlato di Grandi Migrazioni attraverso l’Eurasia durante l’era della conquista mongola. Finisce la seconda giornata del 16 giugno di studi il Prof. Emiliano Beri, storico della modernità dell’Università di Genova che ha parlato di migrazioni militari. Il traffico dei disertori nelle guerre di Corsica (1729-1768). L’Importante evento termina alle ore 20.00 con i saluti del Prof. Carlo Ruta che annuncia la pubblicazione di un libro dove si troveranno tutte le relazioni dell’evento nei prossimi mesi. Ogni approfondimento sul sito laboratoriodegliannalidistoria.it

                                                                                                           
                                                                                                                   Di Maurizio Cirignotta

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *