Cerca nel blog

lunedì 5 dicembre 2022

Tra un fiore colto e l'altro donato


Venerdì 9 dicembre alle ore 19 in via della Lungara 44 a Roma nel salotto culturale di Chiara Pavoni, Interno 4, a conclusione del ciclo di reading mensili ideati da Chiara Pavoni in collaborazione con Michela Zanarella, che si sono susseguiti nel corso dell’anno, i poeti leggeranno testi dedicati al dono.

domenica 4 dicembre 2022

CASTELLABATE - NASCE “ IN SIEME PER OGLIASTRO “


 CASTELLABATE -  “ Da soli si va più veloci , ma insieme si va più lontano “ .  Nasce sotto questo motto una nuova realtà associativa del comune di Castellabate.  Ad Ogliastro Marina ancora non era realtà dino ad ieri , ma oggi si inizia a scrivere una nuova storia . 

Giuseppe Pascale è il presidente di “Insieme per Ogliastro “ la cui foto ufficiale è presente sotto ( vedi foto ) . 


Il primo evento non poteva che essere l’addobbo dell’albero di Natale con inaugurazione del presepe nella favolosa location della baia di Ogliastro Marina centro nevralgico (assieme a Santa Maria di Castellabate ) del turismo estivo del comune di “ Benvenuti Al Sud “  . 

Seguiranno altri eventi . 

Vi segnaliamo anche il link della pagina ufficiale di Facebook 

https://www.facebook.com/profile.php?id=100087600172610



Marco Nicoletti 

@castellabatelive24 / Pagina Facebook copyright ©️ 2022 

sabato 26 novembre 2022

CASTELLABATE - “TRA VASCI E VICHI” IL BORGO SI VESTE DI NATALE


CASTELLABATE -  Un vero e proprio viaggio nel passato, tra antiche tradizioni, mestieri, musica popolare, piatti tipici e sapori di un tempo tra gli scorci più suggestivi ed incantevoli del borgo. Dopo il lungo stop ( causa Covid e relative restrizioni ) finalmente la manifestazione dell’associazione “Paesanamente” è giunta alla sua terza edizione!  Il borgo medievale di Castellabate è pronto ad illuminarsi di luci di Natale, un’atmosfera unica in un viaggio tra passato e presente da vivere intensamente . 

Il 22-23-26-27 dicembre dalle ore 19:30 un viaggio unico nella Castellabate di un tempo! 


Marco Nicoletti 

@castellabatelive24 / Pagina Facebook 


venerdì 25 novembre 2022

Sinfonie di novembre


Domenica 27 novembre alle ore 19 a Interno 4 in via della Lungara 44 a Roma appuntamento con ESPERART di 
Flora Rucco che presenta "Sinfonie di Novembre" serata artistica della rassegna di arte e cultura "Trascendenze". 

giovedì 24 novembre 2022

Teatro Sistina: 50mila biglietti già venduti - proroga repliche e apertura nuove date


 

Il Sistina riparte ed è un successo: già venduti 50mila biglietti  


Aggiunte nuove date de "Il Marchese del Grillo" a maggio e di "Cats" a gennaio


Ad appena un mese dall'apertura della nuova stagione, il Teatro Sistina diretto da Massimo Romeo Piparo conferma di essere un punto di riferimento per chi ama lo spettacolo dal vivo: da ottobre a oggi, è stata infatti già venduta la cifra record di 50mila biglietti. 


Un obiettivo raggiunto con l'impegno di tanti professionisti, con la scelta di titoli di qualità e con produzioni di livello internazionale.

 

Proprio per rispondere all'entusiasmo e alla fiducia degli spettatori e accontentare le richieste sempre crescenti di biglietti, la direzione del Sistina ha deciso di aprire a maggio nuove date per "Il Marchese del Grillo" con Max Giusti protagonista, le cui repliche previste fino a domenica prossima, 20 novembre, sono già praticamente esaurite. 


Anche per il Musical "Cats", per la prima volta al mondo ambientato a Roma e con protagonista Malika Ayane, il cui debutto è atteso per il 7 dicembre, le repliche sono state prorogate fino al 22 gennaio. 

 

Fedele alla propria storia di successi, il Sistina - uno dei teatri italiani più importanti e più amati - prosegue dunque sulla strada di un consenso conquistato giorno dopo giorno, nel rispetto della sua lunga tradizione di grandi spettacoli, tra musical, commedie brillanti e titoli innovativi.



Via Sistina 129, 00187 Roma

FB: Teatro Sistina

IG: teatrosistina

Twitter: @TeatroSistina




--
www.CorrieredelWeb.it

A Napoli ci si potrà immergere nel presepe con i visori VR: torna NAtivity

A Napoli ci si potrà "immergere" nel presepe con i visori VR. Torna NAtivity, l'esperienza in realtà virtuale che divulga la tradizione artigianale partenopea

Il 26 novembre 2022 inaugurazione nella chiesa di San Biagio Maggiore, in via San Biagio dei Librai.

 

.***

NAPOLI – "Entrare" nel presepe in prima persona, attraverso l'utilizzo di tecnologie attualmente sulla bocca di tutti grazie alla rincorsa al Metaverso come i visori VR. È NAtivity Experience, l'esperienza che riproduce fedelmente il presepe napoletano tradizionale e lo divulga in tutta la sua ricchezza, ma per farlo permette al visitatore di "immergersi" all'interno del presepe grazie alla realtà virtuale.

 

Giunto alla terza edizione, quest'anno la NAtivity Experience torna nel ventre di Napoli, confondendosi tra le botteghe e i maestri artigiani del centro storico. L'esperienza sarà fruibile a partire dal 26 novembre 2022 (alle 18.00 l'inaugurazione) e fino al 6 gennaio 2023 nella chiesa di San Biagio Maggiore in via San Biagio dei Librai.

 

Ma in cosa consiste l'esperienza? "L'utente – spiega Enrico Napolitano, ideatore e sviluppatore del format NAtivity – si accomoderà su uno sgabello girevole e indosserà un visore professionale che, a differenza di altre mostre multimediali, sarà collegato a un pc ad alte prestazioni che consentirà di essere letteralmente immersi all'interno del sogno di Benino, che da tradizione è il pastore più rappresentativo del presepe partenopeo. È dal suo sogno infatti che prende vita il presepe e sarà lui stesso ad accompagnare l'utente a conoscere i suoi amici pastori e bottegai. Il tutto tenendo fede alle peculiarità del vero presepe napoletano, trasformando così l'esperienza immersiva in un modo per tramandare una tradizione secolare vanto della nostra terra e della nostra città".

 

La NAtivity Experience, progetto tutto made in Napoli, è accessibile lunedì dalle 15.00 alle 19.00; dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 19.00; il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 20.00. Info e prenotazioni sul sito ETES.

 

Quest'anno NAtivity Experience gode, oltre del supporto della Fondazione Vico, del patrocinio morale del Comune di Napoli, che condivide le finalità divulgative e di recupero della tradizione dell'iniziativa. Sarà inoltre supportata dalle associazioni Storie di Napoli e Storie Campane e rientrerà nell'offerta turistica di Vascitour e InsolitArt Tour. A partire dal 4 dicembre e fino all'8 gennaio 2023, inoltre, la NAtivity Experience verrà replicata anche a Sorrento, all'Igloo Village, con il sostegno del Comune di Sorrento.

 




--
www.CorrieredelWeb.it

Guerra Ucraina-Russia: "La Pace è un impegno condiviso !! O l'Illusione di una diversa Realtà !!"

Partendo da un concetto manifestato da Papa Francesco « La Pace è un dono che proviene da qualcosa di superiore ed è frutto di un impegno condiviso», solo poche parole per accorgerci come nella realta viviamo in un mondo di parolai e guerrafondai basato su interessi economici ma non umanitari. Ci chiediamo se il subdolo impegno di creare un umus fondante per la Pace esista ancora. La società oggi ci impone una guerra di potere per il controllo dell›umanità fatta di belle parole e di pochi fatti. Guardando però con la lente del qualunquismo e dei valori legati all› umana società che cambia basata sull›egoismo degli stati guerrafondai ,dobbiamo oggi dare identità a quello che la guerra ha prodotto basandoci sui fatti e non sulle parole. Ben 7.865,619 sono i profughi ucraini che oggi hanno chiesto protezione nei paesi europei da fonte ONU si parla di circa 14,03 milioni di sfollati dall›inizio della guerra. La guerra oggi ha distrutto in Ucraina circa 130 mila edifici creando un rischio concreto per 3,2 milioni di bambini oggi possono morire di fame e di freddo. Il parallelismo con il Covid passa in secondo piano infettando in Ucraina solo 5583,411 persone e falciando 117,684 persone. Arriviamo ai morti dovuti alla guerra che da parte russa sembrano essere 85.000 e parimenti per le truppe Ucraine ,oltre al consumo imprecisato di armi e mezzi. Certamente un grande impegno condiviso da parte dei Poteri Forti uiti nella lotta ma divisi per la pace ,nel continuo alimentare una guerra attraverso la fornitura di armi di distruzione. Analizziamo ora gli stanziamenti attuati in armi dagli stati a difesa dell›invasione Russa dell›ucraina. Solo gli Stati Uniti hanno finanziato aiuti militari per 18,2 miliardi di dollari in coda l›Unione Europea con soli 3,3 miliardi di euro. Per quanto riguarda l›Unione Europea i soldi saranno forse finanziati a fondo perduto in quanto le armi fornite rappresentano il più delle volte giacenze di magazzino . In tutto questo una verità di fondo è basata su un› opportunità unica per gli stati per favorire la modernizzazione degli armamenti e porre tutti gli stati compresa l›Italia di fronte al diktat di aumentare la spesa militare . Il bel paese,infatti, da soli 13 miliardi di euro passerà a 38 miliardi di euro con il bene placido della Nato ed il grande sorriso delle fabbriche di armi. Tornando ai rimborsi alcuni stati hanno già chiesto 3.3 miliardi di euro all›Unione Europea ed al suo fondo particolareggiato per la guerra in Ucraina «Found Peace Facility›› che ad oggi è solo di soli 2,5 miliardi di euro. Ritornando agli Stati Uniti bonari protettori dell›Ucraina ma grandi affaristi sono riusciti a vendere i loro prodotti bellici all›Ucraina, l›ultima visita Blinken è servita anche a questo, infatti , parte delle armi saranno a fondo perdute ma altre sono date sotto forma di prestiti del Fondo Monetario Internazionale. Un fiume di denaro che dovrà pagare proprio l›Ucraina ed il suo Presidente Zelensky. Solo all›unione europea dovrà dare 9 miliardi di euro . Naturalmente la guerra ha anche provocato il crollo del Pil dell›Ucraina del 35% ed il passo collegato al default ormai è vicino. Ci chiediamo chi ripagherà tutti questi debiti ? Forse sarebbe stato utile fare un passo indietro? E creare le condizioni per la pace, evitando una catastrofe economica oltre che umanitaria dell›Ucraina. Una vana gloria che ha arricchito solo pochi potenti ed impoverito il popolo. Quel qualcosa di superiore dettato da Papa Francesco non esiste perché sarà proprio l›Uomo nella sua bramosia di Potere a distruggere la Terra.
                                                                                                             MCV 

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *