Cerca nel blog

lunedì 28 dicembre 2009

Gela:Vincoli Sic e Zps nascondono discariche industriali


Ancora una volta,Gela,grosso centro industriale della Sicilia, è, in primo piano nel processo di degrado ambientale del suo territorio nei mesi scorsi infatti alcuni cittadini hanno scoperto delle pericolose discariche a cielo aperto. Il sospetto che sia la stessa politica ad avere nascosto per circa venti anni tale scempio con un atto di vero connubio con l’industria permettendo nel tempo e sotto l’egidia dei vincoli ambientali SIC e ZPS di creare vere e proprie discariche di materiali industriali chimici pericolosi in questo territorio. Le discariche dislocate in più punti sono pienamente accessibili a tutti e contengono catrame , amianto e forse anche materiali radioattivi che nel tempo hanno inquinato le falde profonde determinando in alcuni casi l’inquinamento dello stesso ciclo biologico con il fondato sospetto che tumori, arsenico nel sangue e malformazioni a Gela non sono certo piovuti dal cielo. Alcune di queste aree protette dai vincoli ambientali e faunistici inoltre sono state coperte da circa un metro di terra, ma nel tempo non hanno potuto nascondere la loro realtà che oggi riaffiora con materiali catramosi e liquidi misconosciuti. Sembra di essere sotto i riflettori di un film a filone mafioso,dove attraverso fiumi di denaro si sono potuti acquisire diritti impossibili a discapito dello stesso territorio e dell’ambiente. Chi abbia goduto di tutto questo per chiudere un’occhio forse due sulla questione questo sembra essere plausibile ma certamente non dichiarabile visto che si và a cozzare con la stessa politica che negli anni ha governato la città. Ma ad allarmare i cittadini ora costituitisi in comitato spontaneo è la piena condizione di mancato controllo, specie per quanto riguarda la problematica faunistica, da parte della (LIPU) unico ente di salvaguardia della fauna selvatica della zona che secondo il comitato spontaneo deve essere rimossa nel suo incarico di controllo . Della grave situazione ambientale sono stati informati il Ministero dell’Ambiente, La Procura della Repubblica di Palermo e di Gela oltre che il competente ufficio Europeo. Previsto inoltre per giorno 5 pomeriggio e 6 Gennaio 2010 un sit-in di protesta di varie associazioni e comitati spontanei della città presso i locali identificati Nord2 dell’A.S.I. di Gela.
M.C.

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *