Cerca nel sito

mercoledì 31 ottobre 2007

Convegno Internazionale. After Incubation: trends and policies in supporting start-ups

Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo: Convegno Internazionale. After Incubation: trends and policies in supporting start-ups

Fiera RhoPero: Centro Congressi, Sala Scorpio (Porta Est/Porta Ovest)

Come creare in Europa e in Italia le condizioni per promuovere con successo la nascita di "born global firms" e delle cosiddette imprese "gazzelle"?

Quali scenari futuri si delineano per il "sistema d'incubazione di impresa" italiano che attualmente supporta la nascita del 34% delle start up?

Che nuovi ruoli possono avere le associazioni e le reti degli operatori dell'innovazione e della creazione d'impresa (parchi scientifici, incubatori, BIC, agenzie di sviluppo…)?


A tutte questi interrogativi cercherà di dare una risposta il Convegno Internazionale "AFTER INCUBATION: TRENDS AND POLICIES IN SUPPORTING START-Ups" - "Dopo l'incubazione; strategie e politiche per supportare la crescita delle imprese innovative", che si terrà a Milano i prossimi 23 e 24 novembre nel contesto della Fiera La Campionaria.

Il Convegno è stato organizzato da Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, dal BIC "La Fucina" e da EBN, la rete europea dei Business & Innovation Centre, nell'ambito del progetto "Networking Incubators" co-finanziato dalla Regione Lombardia, che mira alla diffusione e al trasferimento della ricerca e dell'innovazione tecnologica tra le PMI.

Il Convegno si svilupperà in due giornate. La sessione di venerdì pomeriggio, 23 novembre, avrà un'impronta decisamente internazionale: esperti e operatori europei (Danimarca, UK, Finlandia, Spagna e Francia) offriranno una ricca panoramica delle più importanti esperienze di sostegno alle imprese innovative e approfondiranno il fenomeno delle PMI globali e quelle a crescita rapida in Europa (le cosiddette "born global firms" e "gazzelle).

Nella sessione di sabato mattina, 24 novembre, si discuterà invece del sistema di incubazione in Italia con l'obiettivo di definire priorità e politiche per l'innovazione e per il consolidamento d'impresa al termine del periodo di incubazione.
All'organizzazione di questa sessione hanno partecipato attivamente le più importanti reti di operatori dell'innovazione di impresa di Italia: AIDA, l'Associazione Italiana delle Agenzie di Sviluppo Locale e Marketing Territoriale; APSTI, l'Associazione  Parchi Scientifici Tecnologici Italiani; BIC-Italia Net, la rete italiana dei business innovation centre, e PNICube, il Portale degli Incubatori Universitari.

ISCRIZIONE  e Programma: www.milanomet.it
La partecipazione al convegno è gratuita e aperta al pubblico. Per ragioni organizzative si prega di confermare la propria iscrizione attraverso il sito www.milanomet.it o contattato la segreteria organizzativa.

ABSTRACT DEL PROGRAMMA (aggiornato al 31/10/2007)

Venerdì 23 novembre (Sessione solo in lingua inglese)

EMERGING TRENDS AND APPROACHES: A EUROPEAN PERSPECTIVE

14.30
Welcome and opening remarks
Fabio Terragni – President of AIDA

14.45
Tools for fast growing SMEs in Europe: supporting potential "gazelles"
Uffe Bundgaard-Jorgensen - CEO, InvestorNet – Gate2Growth

15.15
Born Global Firms. The way for success
Erkko Autio - Chair in Technology Transfer and Enterpreneurship Imperial College London

15.45 – Discussion
A plurality of experiences. One sharing vision?
Chairman: Luigi Campitelli – President of EBN Network and CEO of BIC Lazio
Lauri Ylostalo - CEO of Lahti Business & Science Park - The "clean-tech cluster" developed by the Lahti BIC across Finland
Julian Ingleby – Vice Acting Managing Director of Coventry University Enterprise, Trends & Practices of post-incubation
Irene Menéndez – Incubator Manager CEEI Asturias, The "Business angels network" scheme activated by BIC Asturias in Spain
Francis Bécard – President of Retis, and CEO of Technopole de l'Aube en Champagne, the "Plug and Start" training, mentoring and financing platform made (tbc)

18.00 – Conclusion

Sabato 24 novembre (Sessione in lingua italiana)

NUOVE IMPRESE INNOVATIVE E POST-INCUBAZIONE IN ITALIA

9.30
Welcome coffee

10.00
Riepilogo della sessione di venerdì 23 novembre
Fabio Terragni – Presidente di AIDA

10.15
Il concetto e la pratica degli incubatori di impresa in vista delle nuove politiche per l'innovazione
Elisabetta Epifori – Direttore del Polo Tecnologico di Navacchio

10.30 Discussione
Nuove imprese innovative e post-incubazione
Moderatore: Emil Abirashid - Giornalista "Il Sole 24 Ore"
Luigi Nicolais  -  Ministro per le riforme e l'Innovazione nelle P.A. (invitato)
Paola Ghia – Ministero dello Sviluppo Economico, Direzione generale per lo sviluppo produttivo e la competitività
Andrea Vecchia – Direttore Generale di IPI
Gianpio Bracchi – Presidente di AIFI
Peter Harman - Deputy Chief Executive of UKBI
Fabio Terragni – Presidente di AIDA
Vincenzo Pozzolo - Presidente di PNICUBE
Alessandro Giari – Presidente di APSTI

12.30
Considerazioni conclusive

        per maggiori informazioni: Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo
Segreteria organizzativa
rif. Gianluca Sala: sala@milanomet.it
Tel. 02-24126567

Ufficio Stampa
Pilar Sinusia: sinusia@milanomet.it
Tel. 02-24126580

Invito Evento “Marketing e iServizi diventano Mobile!” – 8 Novembre 2007

Desidero invitarvi personalmente al Convegno "Il Marketing e i Servizi diventano Mobile!" che si terrà Giovedì 8 Novembre 2007, dalle ore 15.00 alle ore 18.00, presso il MIC - Milano Convention Centre in via Gattamelata, 2.

Occasione del Convegno è la presentazione dei risultati della prima Ricerca che abbiamo realizzato su Mobile Marketing e Mobile Service Management.
In allegato l'invito con il programma dettagliato.

Per partecipare è necessario iscriversi cliccando qui.

A presto,
Filippo

logo School of Management del Politecnico di Milano FILIPPO RENGA
Osservatori ICT
School of Management - Politecnico di Milano


Via Garofalo 39, 20133 Milano

Phone (Milano): +39 02 2399.9579
Phone (Cremona): +39 0372 56.7741
Email: filippo.renga@polimi.it


www.osservatori.net


Internet Soluzioni lancia eDWEB

Con l'affermarsi dell'utilizzo del web come mezzo di comunicazione e interazione tra cittadino e pubblica amministrazione e, contestualmente, con la sempre più sentita necessità di giungere ad un reale ascolto del cittadino da parte della pubblica amministrazione al fine di svolgere un lavoro mirato sulle reali esigenze dell'utenza, nasce la spinta ad utilizzare il web stesso come strumento per favorire la partecipazione del cittadino alla vita pubblica dell'ente.

eDWEB è la risposta di Internet Soluzioni (http://www.internetsoluzioni.it/) alle esigenze della PA in termini di strumenti e competenze per la democrazia partecipata via internet.

Basata sulla piattaforma software per progetti web accessibili ISWEB (http://www.cmsisweb.it/), ne eredita tutte le caratteristiche.

eDWEB permette all'ente di essere operativo in pochissimi giorni con molteplici strumenti partecipativi, indipendentemente da progetti web preesistenti.

eDWEB offre gli strumenti per importare e pubblicare contenuti provenienti da siti web/portali o database di qualsiasi genere in modo del tutto automatico e trasparente.

eDWEB si caratterizza per essere semplicissimo da utilizzare e gestire e non richiede agli amministratori del sistema competenze informatiche specifiche diverse dalla normale capacità di navigare su internet.

eDWEB è perfettamente compatibile con ambienti server open-source (linux, apache, php, mysql) e quindi non richiede ingenti investimenti.

eDWEB può essere utilizzato da più enti locali associati.

L'implementazione del progetto può essere effettuata in molteplici configurazioni iniziali e ampliata nel tempo in funzione delle reali necessità dell'ente.

La modularità della piattaforma permette l'implementazione di progetti di ogni tipologia, dai più semplici ai più complessi, scalabili nel tempo e continuamente aggiornati dal punto di vista tecnologico, nel rispetto delle normative nazionali e internazionali relative a usabilità e accessibilità, al fine di garantire il coinvolgimento della più ampia utenza possibile.

L'anteprima della piattaforma sarà presentata in occasione del COMPA, il Salone Europeo della Comunicazione Pubblica, che si terrà a Bologna dal dal 6 all'8 ottobre. Maggiori dettagli circa la partecipazione di Internet Soluzioni al COMPA.

Per maggiori informazioni chiama il numero verde 800 13 47 53

http://www.cmsisweb.it/

per maggiori informazioni: Dott. Alessandro Bianchi
tel. +39.0863.441163
mail: a.bianchi@internetsoluzioni.it

Essentia: presentate a Kiev (Ucraina) nuove soluzioni Wifless


Essentia ha partecipato a Kiev (Ucraina), al seminario "Constructing of Broadband Wireless Access Systems Based on the Equipment from Wifless Essentia (Italy)" organizzato dalla società "INVEX Telecom, Ltd."distributore ufficiale delle soluzioni Wifless™ per il mercato Ucraino e membro della associazione "Wireless Ukraine".

Nel corso del seminario sono state presentate al mercato ucraino le ultime novità prodotte nell'ambito delle soluzioni Wifless™: la nuova famiglia di apparecchiature wireless professionali per la realizzazioni di reti di trasporto ed accesso Carrier Grade basate su bande di frequenza non licenziate (HiperLAN, Wi-Fi, ecc...).

Le nuove Soluzioni Wifless™

Wifless™ è la nuova famiglia di apparecchiature wireless professionali outdoor per la realizzazione di reti radio di accesso Carrier Grade basate sull'uso delle bande di frequenza ISM non licenziate, Wi-Fi a 2.4 GHz ed HiperLAN2 a 5.4-5.7 GHz.

La famiglia di prodotti Essentia Wifless™ ESS è pensata per soddisfare tutte le comuni esigenze degli Operatori e dell'Industria ed è realizzata per essere conforme con le più recenti applicazioni per le nuove reti wireless regionali e metropolitane (Wide / Metropolitan Wireless Area Network) per accesso a Internet (WISP) o per reti private, e per le emergenti reti wireless Wi-Fi per l'erogazione di servizi Hot Spot e VoIP Wireless.



Essentia S.p.A

Essentia nasce nel 1996 come impresa di consulenza e progettazione di sistemi evoluti per l'Information & Communication Technology; in particolare Essentia progetta e fornisce Soluzioni Integrate "chiavi in mano" su tutto il territorio nazionale e nelle aree estere limitrofe per lo sviluppo di moderne reti di telecomunicazioni di Accesso e Trasporto Wireless, soluzioni avanzate di Sicurezza Informatica e impianti di Videosorveglianza Wireless.

I prodotti ed i Servizi, come pure le Soluzioni complete, vengono ideati e realizzati da un team di ingegneri specializzati che gestiscono l'intera catena del valore, dall'ideazione, alla progettazione, fino alla realizzazione e messa in servizio, ed alla successiva erogazione dei tipici servizi tecnici post-vendita.

Tale struttura tecnica e commerciale, in perfetta sinergia operativa, garantisce alla società la realizzazione e l'offerta delle migliori soluzioni basate sulle specifiche esigenze di ogni singolo cliente, sia per il mercato Enterprise, che per il mercato della Pubblica Amministrazione che per il mercato degli Operatori di Telecomunicazioni.

        per maggiori informazioni: Per maggiori informazioni potete visitare il sito:
www.essentia.it
www.wifless.com

e-mail: info@essentia.it

Comunicazione al cioccolato allo stand della Provincia di Perugia

 La Provincia di Perugia organizza al COM-PA 2007 una serie di incontri gratuiti dal titolo "Comunicazione al cioccolato".
Allo stand si presenteranno eventi culturali, si parlerà diritti e facoltà dei cittadini e di bilancio sociale, si illustreranno i risultati di un'indagine interna su condizioni di lavoro e pari opportunità.
Il tutto verrà allietato da fumanti tazze di cioccolata calda.

PADIGLIONE 20    STAND B46-C51

Programma incontri

MARTEDÌ 6 NOVEMBRE 2007
Ore 11.30
"Penombre, seduzioni del cinema muto"
Presentazione VIII e IX edizione

MARTEDÌ 6 NOVEMBRE 2007
Ore 15.00
Laboratorio per sopravvivere alla pubblica amministrazione
Progetto per la diffusione della conoscenza dei diritti, delle facoltà e delle tutele per i cittadini: tre esperienze a confronto

MERCOLEDÌ 7 NOVEMBRE 2007
Ore 15.00
Partiamo dall'ascolto
Condizioni di lavoro e aspettative di parità
Indagine promossa dalla Commissione d'ente per le Pari Opportunità tra i dipendenti della Provincia di Perugia

GIOVEDÌ 8 NOVEMBRE 2007
Ore 11.30
Bilancio sociale sotto processo
Considerazioni sulla reale possibilità di utilizzo e di ulteriore sviluppo della rendicontazione sociale in ambito pubblico

        per maggiori informazioni: Per maggiori informazioni è possibile contattare:

Ufficio Comunicazione

Dott.ssa Maria Rita Trinati
tel. 075.3681551

Dott. Simone Pettirossi
tel. 075.3681057

Co.M.Media: Cast.LE, tecnologia RFID al servizio del turismo

 Co.M.Media s.r.l. presenta al COM-PA 2007 "CastLe – Castelli Salentini in Tour", un progetto che nasce e si sviluppa con l'intento di rispondere all'esigenza di diversificare la fruizione del patrimonio storico e architettonico del Salento. Il progetto persegue l'obiettivo del superamento della dimensione locale, avvicinando, per mezzo delle nuove tecnologie, quattro importanti testimonianze storico-architettoniche del Salento: i castelli di Lecce, Copertino, Vaste e Castro.

Il progetto, finanziato dall'ACRI e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e promosso dai Comuni di Lecce, Castro, Poggiardo, dal MIBAC e dall'Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo, ha il pregio di accostare la storia alla modernità, abbinando alle ricchezze storico-culturali del Salento le nuove risorse tecnologiche, al fine di ampliare l'offerta turistica e rispondere alle esigenze di sviluppo territoriale.

Attraverso un portale dedicato al progetto, raggiungibile all'indirizzo www.castlecce.it, al visitatore viene offerta la possibilità di prenotare on line le visite nei castelli o di costruire un percorso personalizzato attraverso le fortezze salentine. La richiesta, presa in esame dal "tour center", viene smistata negli "info point": le postazioni remote munite di chiosco informativo multimediale presenti in ogni castello e collegate costantemente al portale. Qui, a coloro che ne hanno fatto richiesta, viene consegnato un palmare dotato di contenuti multimediali che serve per supportare l'esplorazione del castello in maniera contestuale ed automatica, suggerendo il percorso e segnalando, di volta in volta, caratteristiche e particolarità della costruzione.

L'uso del palmare come guida interattiva è possibile sfruttando il sistema di localizzazione basato sulla tecnologia RFID (Radio Frequency IDentification - Identificazione a radio frequenza), un espediente tecnico, utilizzato con successo a supporto del progetto, grazie alla specializzazione in materia della nostra azienda e che consente il riconoscimento a distanza di qualunque oggetto per mezzo di onde radio.

www.castlecce.it
www.commediasrl.it

        per maggiori informazioni: Co.M.Media s.r.l.
Comunicazione Multimediale
Lecce Tel. 0832.228509 Fax 0832.220867
Email: info@commediasrl.it

SAN CATALDO, CONVEGNO SU MONS. NARO




Comitato ''Riprendiamoci la Città''
  S a n     C a t a l d o
 
www.riprendiamocilacitta.135.it COMUNICATO STAMPA - 31 Ottobre 2007

 

 

SAN CATALDO, CONVEGNO SU MONS. NARO:

QUASI ASSENTE L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

 

Il Comitato "Riprendiamoci la Città": << C'era il gonfalone del Comune di Contessa Entellina ma non quello di San Cataldo!>>

 

 

In merito al recente convegno tenutosi a San Cataldo per l'anniversario della scomparsa di mons. Cataldo Naro, il Comitato civico "Riprendiamoci la Città" ha diffuso la seguente nota:

 

<<C'è chi parla e c'è chi agisce. L'amministrazione di San Cataldo, per esempio, parla ma non agisce. Impegnati in una discussione delicatissima e di cruciale importanza, come quella se debba essere un messo comunale o un vigile urbano a portare il gonfalone della Città, gli amministratori comunali non hanno avuto il tempo di valutare se era il caso o meno di inviarlo alle sessioni del convegno organizzato dal Centro Cammarata in memoria di mons. Cataldo Naro, nostro insigne concittadino, pastore coraggioso e autorevolissimo intellettuale cattolico di levatura nazionale. E dire che al convegno (che ha avuto luogo venerdì e sabato scorsi) ha partecipato il fior fiore della storiografia cattolica italiana, con presenze di studiosi anche dall'estero. Ebbene, la presenza seria e costante delle istituzioni cittadine avrebbe testimoniato, in un contesto del genere, della riconoscenza "ufficiale" della Città nei confronti di chi l'ha amata e portata, con i suoi studi e le sue ricerche, alla ribalta internazionale >>.


Il Comitato, in particolare, stigmatizza l'atteggiamento del Sindaco e dell'on. Pagano: <<Invece il sindaco Giuseppe Di Forti, come sempre (in occasioni come questa) vittima di "impegni precedentemente assunti", ha preferito esibirsi in una sorta di toccata e fuga ad apertura dei lavori. E così pure l' on. Alessandro Pagano - addirittura giungendo in ritardo, com'è suo costume, e andandosene con largo anticipo senza più tornare né il pomeriggio, né l'indomani - e gli assessori, che invece sono soliti schierarsi nelle prime file in occasione di convegni di profilo molto più modesto. Peccato. Anche perché il loro atteggiamento dimostra l'idea asfittica di cultura e di storia "locale" che ispira i loro passi. In compenso, però, il convegno ha registrato la presenza discreta ma assidua del Vicesindaco di Caltanissetta, Fiorella Falci . Per non dire anche della presenza, nell'ultima sessione presieduta dal vescovo mons. Mario Russotto, del sindaco di S. Cristina Gela (PA), dell'assessore regionale Giovanna Candura, del sen. Calogero Mannino , dell'on. Bernardo Alaimo, tutti convenuti a fruire dell'impegno culturale profuso dal Centro Cammarata e ad omaggiare, così, la memoria del presule scomparso>>.


In ultimo, il Comitato civico evidenzia un "particolare" estremamente significativo: <<Senza contare, in ultimo, la presenza del gonfalone del Municipio Contessa Entellina (Palermo) accompagnato dal messo comunale, dott.ssa Musacchia, e da una guardia municipale in alta uniforme.  Appunto, c'è chi parla e c'è chi agisce>>.


--------------------------------------------------------------------

Per ulteriori informazioni alla Stampa:

Cell. 380.7264727 –  Segr. Tel. 178.2773775

 

 

 

--

Postato  IL COMUNICATO STAMPA

Italia leader nella lavorazione dell'acciaio

Il tricolore sventola ancora per una leadership, quella nella piegatura, stampaggio e lavorazione dell'acciaio inox.

In questi termini, infatti, pur subendo la concorrenza dei paesi emergenti come Cina ed India nelle forniture di acciaio lavorato, il prodotto Italiano resta ancora molto appetibile per aziende di tutta Europa perché garantisce elevata qualità a prezzi ancora molto competitivi. Il solito perfetto compromesso fra il prodotto, il suo costo e la sua durata nel tempo.

Questa posizione predominante però, di per se, è molto strana: difatti solitamente si eccelle nelle lavorazioni delle proprie materie prime, che vengono estratte e lavorate direttamente sul suolo del paese leader del settore.

Invece, l'Italia si avvale dei migliori fornitori di acciaio Europei, in primis quelli Svedesi, e trasforma tale acciaio in prodotti unici, sia per il design sia per l'eccezionale qualità.

Al contrario, la concorrenza asiatica, estrae e lavora la propria materia prima con tecnologie inferiori rispetto a quelle Europee ottenendo un semilavorato di inferiore qualità rispetto a quello Italiano. Inoltre, la lavorazione acciaio inox in Asia (soprattutto in Cina) viene ancora eseguita con un forte impiego di manodopera, visti i costi irrisori della stessa, e non si avvale della precisione raggiunta dall'automazione delle aziende Europee specializzate nelle costruzioni in acciaio.

Il miglior acciaio inox, infatti, presenta determinati caratteristiche tecniche come la presenza ad alta lega di contenuti di cromo (fra 11% ed il 30%) ed una buona percentuale di carbonio (0,25%) che evita al acciaio di arrugginire, diventando inossidabile.

Oltre a queste caratteristiche fondamentali della materia prima, la produzione Asiatica punta molto su aspetti ai quali la "Vecchia Europa" non può più concentrarsi per ragioni di competitività:
1) riduzione massima del costo finale del prodotto (a discapito della qualità)
2) produzione di elevata tiratura (meglio avere due prodotti che durano la metà rispetto ad averne solo uno di qualità)

Al contrario, gran parte delle aziende specializzate nello stampaggio lamiera ed acciaio, hanno concentrato le proprie risorse finanziare e umane in:
1) ricerca e sviluppo
2) attenzione ai particolari e gran cura per la qualità del prodotto finito
3) automazione industriale (dovuta anche alla politica precedente di riduzione dei costi di produzioni, dovuto ad un innalzamento dei compensi al personale specializzato)
4) investimenti promozionali mirati al raggiungimento dell'obiettivo
5) affermazione del branding a livello nazionale, europeo ed internazionale

E' proprio in questi termini che le aziende operanti in Europa, in particolar mondo in Italia, si pongono ancora in rilievo rispetto alla frenetica concorrenza asiatica. D'altronde l'esperienza a qualcosa serve, no?

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Web Marketing


--
Postato su IL COMUNICATO STAMPA i

BLOG: ORRORI DI COMUNICAZIONE


Gentili amici, vorrei invitarvi nel visitare il BLOG:  ORRORI DI COMUNICAZIONE

 

http://orroridicomunicazione.blogspot.com/

 

e lasciare in esso, commenti ai vari post inseriti.

 

Per chi fosse, interessato a scrivere su detto, Blog può richiedere l'accredito

rispondendo a questa e- mail indicando i suoi dati.

 

Vi saluto con simpatia

Giuseppe Maria Galliano

 

Hanno scritto di questo blog:

 

Tratto da http://www.telegiornaliste.com

 

Gli orrori della Comunicazione

 di Nicola Pistoia


La comunicazione, si sa, è un elemento importante per conoscere e sapersi confrontare, necessaria per il saper vivere e per il saper comprendere. Si parla molte volte di comunicazione giusta e sbagliata.
Gli errori che la comunicazione commette, che noi commettiamo come artefici di un atto comunicativo, sono tanti. Talvolta simpatici, divertenti e leggeri. Altre volte invece possono generare perplessità in chi ascolta, e diventare, da errori, veri e propri "orrori".


Belli o brutti che siano, gli sbagli della comunicazione vengono resi noti e argomentati, ogni giovedì, da Giuseppe Maria Galliano. Esperto di comunicazione, dal fiuto arguto e disfattista, ideatore e conduttore del programma Orrori di Comunicazione, che va in onda, dalle 20.00, sul sito Make Tv. Una web tv dove ogni telespettatore o internauta, 24 ore su 24, può partecipare alla creazione di un prodotto, modellandolo secondo i propri gusti.


In Orrori di Comunicazione la gente segnala espressioni di giornalisti un po' tarati, immagini assurde che vanno in tv, spot pubblicitari dal significato equivoco o semplicemente insegne di attività commerciali dai nomi buffi e spiritosi.

Di orrori nella comunicazione, soprattutto quella televisiva, ce ne sono tantissimi. Alcuni esempi: le immagini pietose e insulse che arrivano dall'Isola dei Famosi, i bamboccioni di Padoa-Schioppa, i tronisti di Maria De Filippi e l'assurdità di alcuni spot, uno su tutti lo scoiattolo che spegne l'incendio emettendo gas.


E ancora: i litigi pesanti tra politici vogliosi di apparire a tutti i costi nei talk show; i fiumi di lacrime che si spargono nei varietà di tutte le reti. Fino ad arrivare a gaffe simpatiche come la scuola materna dal nome Bulli e Pupe o lo spot delle Poste Italiane che termina con la frase «...su Poste.it» ma che invece si ascolta «Supposte.it». Cento, mille, infiniti errori che ci circondano.


Il programma di Galliano ha un lato comico e divertente e un messaggio concreto: non bisogna lasciarsi imbambolare da certe espressioni o da certi messaggi che, inevitabilmente, tendiamo ad assorbire
La capacità critica e una buona dose di attenzione sono ottimi rimedi agli orrori della comunicazione

 

SEDNA: RICERCA SOTTO ZERO


RICERCA SOTTO ZERO
E' ON LINE IL NUOVO PODCAST DI SEDNA

http://medialab.sissa.it/radiose

  Niente fondi per la ricerca italiana in Antartide.

"Che fine ha fatto Sedna" ne discute con scienziati del PNRA

 
L'Antartide è il motore climatico e la sentinella ambientale del pianeta, uno straordinario laboratorio naturale dove da decenni scienziati di tutto il mondo conducono importanti ricerche: dalla fisica alla biologia, dalla geologia alla climatologia.

Eppure l'Italia, proprio in occasione dell'Anno Polare Internazionale, sembra congelare la ricerca tra i ghiacci. E così gli scienziati "nostrani" del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide , se da un lato ricevono lodi e congratulazioni dal capo del Governo e dal ministro Mussi per il loro contributo che è valso il Premio Nobel per la Pace ad Al Gore e all'Ipcc, dall'altro sono costretti a scendere in piazza per denunciare la mancanza di fondi per la ricerca al Polo Sud. 

Sedna ne discute con Massimo Frezzotti, ricercatore dell'Enea, tra i responsabili del Pnra e tra i promotori della protesta.

Anche Trieste ha avuto finora un ruolo da protagonista in Antartide. L'Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale con la nave oceanografica "OGS-Explora" ha partceipato a 10 campagne di ricerca al Polo Sud. Sedna ha intercettato Laura De Santis, ricercatrice dell'OGS che per ben quattro volte ha navigato fino all'estremo continente.

La rubrica "2 minuti d'autore" questa settimana dà voce ad Andrea Pilastro, autore di Sesso ed evoluzione. La straordinaria storia evolutiva della riproduzione sessuale , Bompiani 2007.

 "Che fine ha fatto Sedna" è il magazine di approfondimento scientifico a cura di Ilenia Picardi, Simona Regina e Federica Sgorbissa.

"Il buco nell'ozono? La colpa è di Toto Cutugno: usa talmente tanta lacca
che ogni volta che si dà un colpo di spazzola si stacca un pezzo di Antartide".

Stefano Benni


Inviato da: Simona Regina  Ufficio Comunicazione  SISSA Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati Via Beirut 2/4 34014 Trieste Phone: +39 040 3787 557 Mobile: +39 320 4314756 Web: http://www.sissa.it/main/?p=PRESS_ROOM
 

La fiera dei corti viventi

 
La notte del 1 novembre vedrà a Catania la seconda edizione della Fiera, non quella dei Morti ma dei "Corti" e Vivi e vegeti: la manifestazione si intitola "La Fiera dei Corti Viventi", una lunga notte al Centro Sociale Auro (Via Santa Maria del Rosario 28) di cinema breve di genere horror con particolari film celebri di autori di genere anni 70 del panorama prettamente italiano.

Il festival si aprirà alle 20:30 con il celebre "IL MOSTRO E' IN TAVOLA…BARONE FRANKESTEIN"  di Antonio Margheriti.

A seguire una lunga notte di breve metraggi italiani "neri" provenienti dall'archivio "I QUATTROCENTO CORTI – PALERMO CINEMA BREVE" di Officina Arte-Cinema per le sue iniziative direttamente promosse: tra i titoli "LOVE CRASH" di Mauro Cozza, thriller mozzafiato basato sugli sguardi freddi di un demolitore diffidente e di un misterioso cliente, "DEAD LINE" il dramma di Massimo Coglitore vincitore al festival di Taormina, "ECO" di Sergio Ruffino basato sulle urla disperate tra la bufera di due personaggi condannati a non trovarsi mai più, e "PASSWORD" un piccolo noir di Pasquale Ruju che enfatizza con una punta di horror la già trappola sempre presente delle key-rete.

E ancora FANTASMI DI LUCE BUIA di Riccardo Caruso omaggio a Jesus Franco, SICK AND TWISTED cyber spleatter di Consuelo Giorgi, DEGENERAZIONE e RIFLESSI rispettivamente di Ivan Zuccon e di Alfonso Balzano, già ospiti nella cinerubrica "Stanotte dei corti viventi" (che si prepara ad una seconda edizione) PORTRAITS di Claudio Dezzi e CLONAZIONI INC fantascientifico di Paolo Vandoni.

Si conclude il cartellone a notte fonda con la proiezione de "L'ALDILA'" di Lucio Fulci.

La rassegna anticiperà il nuovo horror film festival "DAL TRAMONTO  ALL'ALBA" che si terrà prossimamente a Palermo per la notte delle streghe e stabilisce un "ponte" tra  le organizzazioni delle due città per collaborare per entrambe le iniziative.

Inviato da: OFFICINA ARTE-CINEMA

 

Amnesty sul G8 di Genova


Amnesty sul G8 di Genova "Rischio serio che non si faccia luce su quelle drammatiche giornate"

Dopo le polemiche politiche sul G8 di Genova Riccardo Noury portavoce di Amnesty Internatinal Italia ha detto ad Ecoradio "Nel nostro paese sulle violazioni dei diritti umani si indaga con difficoltà e le condanne sono rare. Non andare a fondo significa rinunciare ad un compito importante. La lentezza dei procedimenti su Genova gioca ad una rimozione via via più profonda".

Amnesty aveva chiesto già nel 2002 l'istituzione di una commissione d'inchiesta "Genova non è il nostro passato ma il presente. Avevamo chiesto una commissione indipendente dalla politica che non doveva emettere condanne ma dare indicazioni su quel sistema che aveva permesso che ci fosse Genova e prima Napoli, e dare anche indicazioni sulle leggi - ha proseguito Noury - non abbiamo ad esempio una legge sul reato di tortura, ne una legge che istituisca un meccanismo di identificazione attraverso un codice alfanumerico per i rappresentanti delle forze dell'ordine con lo scopo di impedire che un reato cada nell'impunità perchè non si è individuato".


Ecoradio
Ufficio Stampa
Via XX Settembre, 4 - Roma
Tel. 06 420 45 248 Fax 06 420 45 249
www.ecoradio.it

Le informazioni contenute in questo messaggio ed i relativi allegati sono riservati e confidenziali e ne è vietata la diffusione in qualunque modo eseguita. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi invitiamo ad eliminarlo senza leggerlo, dandocene gentilmente comunicazione ( Info@ecoradio.it). Rif. D.Lgs. 196/2003.
The informations in this e-mail (which includes any files transmitted with it) is confidential and may also be legally privileged. It is intended for the addressee only. Access to this e-mail by anyone else is unauthorised. It is not to be relied upon by any person other than the addressee. If you received this message please send an email to the sender ( Info@ecoradio.it) and delete the e-mail from your system. Rif. D.Lgs. 196/2003.

 

TOURISTECH SUMMIT 2007: TURISMO 2.0 PER CONQUISTARE I NUOVI VIAGGIATORI. ALL'AUTODROMO DI MONZA

E’ il momento di TourisTech Summit 2007: il 15 novembre 2007 all’Autodromo di Monza si terrà l’appuntamento B2B per promuovere le tecnologie al servizio del turismo. Per una clientela sempre più globale e complessa, risposte competitive e innovative. 

 

 

Arriva la seconda edizione di TourisTech Summit 2007 (www.touristech.com), il 15 novembre presso lo Spazio Eventi dell’Autodromo di Monza, evento organizzato da Wireless con il patrocinio del Forum della NetEconomy (www.forumneteconomy.it) istituito da Comune, Provincia e Camera di Commercio di Milano. Location suggestiva e di alto prestigio, dunque, per questo appuntamento di successo con l’innovazione nel turismo, dopo l’esordio nell’ambito del Lugano Communication Forum 2006 (11 aprile) e la successiva tappa nella splendida cornice di Villa Erba a Como (19 maggio).

 

Protagonista del primo evento europeo dedicato all’innovazione applicata al mondo dell’ospitalità sarà lo stato dell’arte delle nuove tecnologie al servizio del turismo. Anche quest’anno Wireless offrirà un evento ricco di interventi di alto livello e di temi all’avanguardia nella nuova frontiera del turismo 2.0.

Un’anteprima della II edizione, con l’anticipazione di alcuni degli argomenti chiave dell’agenda di novembre, ha trovato il suo contesto ideale a Palazzo Affari ai Giureconsulti, a Milano, nell'ambito dell'iniziativa europea Innovation Circus lo scorso 12 ottobre.

 

Nuove prospettive e best practices, grazie al connubio con l’innovazione tecnologica: tra i temi spiccano nuove opportunità come il GPS, i sistemi wireless, l’RFID, la Web TV, Second Life e tutta la dimensione della realtà virtuale. Nuovi e interessanti campi applicativi nel turismo costituiscono, ad oggi, una vera e propria sfida per gli addetti del settore e non solo. La possibilità di gestire contemporaneamente sistemi WiFi, RFID, GPS costituisce un’opportunità per sviluppare nuovi servizi a valore aggiunto, in grado di valorizzare il patrimonio culturale e favorire la visita di musei, siti turistici e parchi archeologici oltre che di aree urbane. Una sfida che l’Italia, in particolare, si trova ad affrontare. A fronte della consapevolezza che cultura, storia e geografia uniche al mondo non bastano più nell’era del turismo di nuova generazione. Per rilanciare finalmente l’Italia sulla scena internazionale.  

 

Turista 2.0, dimensione da scoprire. Spazio allora alle nuove esigenze di marketing degli operatori turistici, che oggi si confrontano con un’utenza sempre più alfabetizzata alle nuove tecnologie e sempre più esigente verso i servizi di ospitalità e intrattenimento. Il turista 2.0, infatti, ha sempre più familiarità con i nuovi dispositivi digitali. Ha nuove, crescenti e sempre più complesse aspettative sul livello di innovazione dei servizi offerti: una realtà che gli operatori del turismo non possono permettersi di ignorare. Un esempio per tutti, emblematico: il mutamento subito della figura dell’agenda di viaggio nell’era del Turismo 2.0, come descrive Amadeus Italia.

Il viaggiatore, nelle sue molteplici identità e peculiarità, fruisce dell'informazione turistica prima, dopo e durante il viaggio. Ecco perché a TourisTech 2007 verranno presentate case history eccellenti di visite virtuali a mostre e musei e di esperienze sempre più immersive ed interattive. Dal punto di vista degli operatori, grande risalto verrà dato alle nuove guide turistiche mobili basate sul posizionamento, e ai benefici ed utilizzi per il business di fenomeni emergenti come Second Life, dando al visitatore, nell’ambito dell’evento, la possibilità di provare la realtà virtuale. Non mancherà il necessario dibattito sull’importanza della qualità video per un buona comunicazione turistica, a testimoniare il protagonismo crescente della Web TV, e sulle strategie migliori per fare web-marketing efficace nel mondo del turismo, in ottica di Web analytics.

 

Sponsor dell’evento saranno i leader del mercato ICT nei rispettivi settori di competenza: Seat Pagine Gialle, che negli ultimi anni si è innovata come editore per valorizzare e promuovere il turismo nazionale, sviluppando per la ricerca geografica i principi del WEB 2.0; Agostini Associati, società specializzata nella traduzione di siti Internet (tra cui Rcs Media Group, Telecom Italia, Vodafone, Altagamma e molti altri), che darà una serie di consigli pratici e culturali per la gestione delle sezioni multilingue dei portali web turistici; e Trackset (CoversionLab) specializzata a sua volta nell’implementazione di tecnologie di web analytics per il business intelligence e che mostrerà come queste possono essere utilizzate dalle imprese turistiche.

 

La partecipazione all’evento è gratuita e riservata agli operatori del settore. Per informazioni e per registrarsi on line: www.touristech.com.

 

 

Informazioni su WIRELESS

Wireless è il punto di riferimento italiano della filiera di operatori nel settore delle tecnologie ICT e multimedia. Wireless anticipa scenari e soluzioni, descrive esperienze e prodotti concreti, offre occasioni di dibattito, confronto, scambio commerciale e networking tra aziende, istituzioni e mercati, realizzando eventi, conferenze, convegni e seminari formativi. Per ulteriori informazioni www.gowireless.it.

 

Informazioni sul FORUM DELLA NET ECONOMY

E’ stato istituito dalla Provincia di Milano, il Comune di Milano e la Camera di Commercio di Milano perseguendo ciascuno, secondo le proprie finalità e competenze istituzionali, obiettivi di sviluppo dell'economia locale. L'obiettivo è approfondire la conoscenza di questo articolato sistema produttivo, cogliere i bisogni e le aspettative degli operatori, elaborare proposte e promuovere interventi utili a creare condizioni favorevoli al suo sviluppo ed alla sua attrattività. (www.forumneteconomy.it).

 

 

Per maggiori informazioni:

 

Michela Gnemmi

Wireless S.r.l.

mgnemmi@gowireless.it   

02 48517925

 

Marisandra Lizzi

Mirandola Comunicazione

marisandra@mirandola.net

0524 574708

348 3615042

Skype: marisandralizzi

FERPI: Newsletter 31 ottobre 2007


FERPI - Federazione Relazioni Pubbliche Italiana


Newsletter - 31 ottobre 2007
 Questa settimana su
www.ferpi.it <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z894e467c39dZ9a3.click>

Segnala questa Newsletter ad un amico ... <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8955467c39dZ9a3.click>
 

In evidenza:
 
 
Quale futuro per le associazioni professionali?  <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8956467c39dZ9a3.click>
Quale sarà il futuro delle associazioni professionali. Non solo quelle di relazioni pubbliche, ma di qualsiasi settore. Se lo chiede una nostra collega americana sul sito prconversation. Ne riproponiamo la riflessione di grande attualità in italiano tradotta da Florence Castiglioni.  

News Mondo RP:
 
 
Melting Box, dove la diversità è diventata un valore <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8957467c39dZ9a3.click>  
Si è conclusa con successo la prima edizione della Fiera Internazionale dei Diritti e delle Pari Opportunità per tutti, un evento promosso dalla Regione Piemonte che si è tenuto a Torino il 22, 23, 24 ottobre.
  
 XIV edizione del COM-PA, il Salone della Comunicazione Pubblica e dei servizi ai cittadini e alle imprese <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z895e467c39dZ9a3.click>
Sarà il Ministro per l'Attuazione del Programma di Governo Giulio Santagata ad inaugurare martedì 6 novembre la XIV edizione del COM-PA il Salone della Comunicazione Pubblica e dei servizi ai cittadini e alle imprese.
 
Social network per over 60, nel nome della digital inclusion <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8958467c39dZ9a3.click>  
Il Dipartimento del lavoro britannico apre un sito web 2.0 dedicato ai più anziani, per lanciare un dibattito sui problemi legati alla terza età. Il sito sarà collegato a Facebook e ad altri pilastri del social network giovanile.
 
 "La comunicazione responsabile: trend o utopia?" <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8959467c39dZ9a3.click>  
Lunedì 5 novembre a Roma presso la Sala delle Conferenze della Camera dei Deputati a Palazzo Marini, Via del Pozzetto 158, si tiene il Forum della Comunicazione Responsabile che quest'anno ha per tema "La comunicazione responsabile: trend o utopia?". Nel corso della giornata saranno assegnati anche i premi Aretê 2007.  
 
Reputazione Gap <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z895a467c39dZ9a3.click>  
Gap fa il mea culpa a proposito di un'indagine sul lavoro minorile nelle sue fabbriche indiane. E ritira tutti i vestiti, nel nome della buona reputazione.
 
Entertainment Roadshow 08 <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z895b467c39dZ9a3.click>   
Dopo il grande successo ottenuto dal Movie RoadShow 07 lo scorso febbraio, Echo e QMI organizzano il nuovo Entertainment RoadShow.
 
 I risultati della ricerca di Online Publishers Association (OPA) sul consumo dei media “At Work”. Internet è ancora il mezzo migliore per comunicare con i consumatori durante la giornata lavorativa  <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z895c467c39dZ9a3.click>

Diagonal marketing talenti, professionalità e tecnologie per il futuro del mondo profit e del mondo non profit  <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z895d467c39dZ9a3.click>
Il Convegno Internazionale si terrà martedì 20 novembre ore 9.00 presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo, Via Romagnosi 6 - Milano.
 
 Al via i lavori della Virtual Global Taskforce (VGT) <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8965467c39dZ9a3.click>  

IAB Forum 2007: al via l’evento italiano della comunicazione interattiva <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8966467c39dZ9a3.click>  



 
 
Naviga su www.ferpi.it per scoprire le altre News Mondo RP <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8967467c39dZ9a3.click>


News FERPI:
 
Grandi novità al master Ferpi-Assorel-IULM in RP d’Impresa  <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8968467c39dZ9a3.click>
di Stefania Romenti
 
 Nuovo seminario di aggiornamento professionale: "Fondamenti di etica. Negli affari, nella comunicazione" <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8969467c39dZ9a3.click>  
Milano, 12 novembre 2007
 
 Mettersi in proprio nelle relazioni pubbliche <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z896a467c39dZ9a3.click>  
FERPI e Formaper organizzano due seminari su come mettersi in proprio nel settore delle relazioni pubbliche e della comunicazione d'impresa. Il primo seminario si terrà a Milano il 14 Novembre. Sono aperte le iscrizioni.  
 
 Ultimi giorni per iscriversi alla III edizione del Corso Ferpi di preparazione alla pratica professionale nelle Relazioni Pubbliche e nella Comunicazione d’Impresa <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z896b467c39dZ9a3.click>  
Il termine per le iscrizioni è fissato per venerdì 9 novembre. Il Corso, in programma a Milano, avrà inizio giovedì 15 novembre.  
 
Due nuove sessioni di colloqui per iscriversi alla FERPI: a Roma il 16 novembre e a Milano il 27 novembre  <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z896c467c39dZ9a3.click>


 

Naviga su www.ferpi.it per scoprire le altre News FERPI <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z896d467c39dZ9a3.click>


 Opinioni e Commenti:
 
Quando il festival diventa scienza <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z896e467c39dZ9a3.click>  
A colloquio con Vittorio Bo, direttore del più importante evento italiano dedicato alla divulgazione scientifica che prende il via oggi a Genova.
 
 La intangibile responsabilità di Brembo <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8975467c39dZ9a3.click>  
di Paolo D'Anselmi
 
 Spin o sostanza? Dov’è la differenza, se spieghiamo ai giovani come difendersi dalle nostre crescenti opacità professionali? <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8977467c39dZ9a3.click>
di Toni Muzi Falconi
 
 Fiamme in California, il primo disastro "Web 2.0" <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8976467c39dZ9a3.click>
 Per la prima volta sono stati utilizzati in maniera massiccia tutti gli strumenti che offre la Rete, dai blog a Twitter, da Google maps a Flickr, con una vastissima partecipazione alla costruzione del flusso di informazioni da parte di cittadini-giornalisti, comunità locali, gruppi non-profit .
 
La medicina oggi, tra il dare i numeri e il raccontare storie  <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8978467c39dZ9a3.click>

 

 


Naviga su www.ferpi.it per scoprire le altre Opinioni e Commenti <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8979467c39dZ9a3.click>

Sito della settimana:
 
 
Quando l'etica si vede dal social network <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z897a467c39dZ9a3.click>
http://www.actics.com/ <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z897b467c39dZ9a3.click>
 

 
Il libro della settimana:
 
 Stili Migranti <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z897c467c39dZ9a3.click>
 
Carla Fiorio, Enzo Mario Napolitano e Luca Massimiliano Visconti
 
 
Cerco/Offro lavoro:


Aziende/Agenzie che segnalano posizioni libere per cui cercano personale.
 
Clicca qui <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z897d467c39dZ9a3.click>


Aziende/Agenzie che segnalano posizioni libere per l'accesso alla professione (stage).
Clicca qui <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z897e467c39dZ9a3.click>


Domande di lavoro e stage.
Clicca qui <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8985467c39dZ9a3.click>


Questo e altro su www.ferpi.it <http://www.sendminer.it/sm/57e7173b9Z8986467c39dZ9a3.click>

ENEA: per lo smaltimento delle acque di vegetazione olearie e per il recupero di molecole antiossidanti terapeutiche


ENEA
Ente per le Nuove tecnologie, l'Energia e l'Ambiente

NEWS


Un brevetto ENEA per lo smaltimento delle acque di vegetazione olearie
e per il recupero di molecole antiossidanti terapeutiche


Le acque di vegetazione olearie costituiscono una risorsa economica e non un problema ambientale per le 6000 aziende molitorie italiane. E’ questo il filo conduttore delle relazioni presentate al Convegno del 23 ottobre nel Centro Ricerche Casaccia dell’ENEA.
 
Nelle acque di vegetazione sono infatti presenti in grandi quantità molecole dall’elevato valore biologico quali le sostanze polifenoliche con spiccate proprietà antiossidanti ed in particolare con effetti cardioprotettivi, antinfiammatori, anticancro, stimolanti del sistema immunitario, etc..
 
Esse sono state caratterizzate dagli studiosi italiani, tra cui il Prof. G.F.Montedoro dell’Università di Perugia, mentre l’ENEA ha sviluppato tecnologie separative mediante membrana e brevettato un processo che permette di recuperare molecole polifenoliche bioattive, in particolare l’idrossitirosolo, che è la molecola più abbondante ed importante per il suo potere antiossidante, quindi per le sue capacità terapeutiche. Non solo è possibile recuperare molecole di interesse biomedico ma anche produrre energia verde e acqua utilizzabile come potabile e curativa.
 
Il processo è stato illustrato dai dottori Massimo Pizzichini e Claudio Russo, autori del brevetto, che hanno riportato anche valutazioni tecnico-economiche per una tipologia di frantoio oleario medio piccolo, che tratta 200 q.li/giorno di olive.
 
Al Convegno, organizzato dall’ENEA, Dip. Biotecnologie, agroindustria e protezione della salute, la dott.ssa Stefania Dalfrà del Ministero della Salute, ha illustrato le procedure per l’autorizzazione alla commercializzazione di integratori e novel foods, mentre i produttori dell’Associazione Italiana Frantoi Oleari (AIFO) e gli industriali interessati all’utilizzo dei principi attivi a base di polifenoli, si sono incontrati con i  ricercatori di varie Università italiane e dell’ENEA.



-----------------------------------------------------
Dott.ssa Elisabetta Pasta
Responsabile Ufficio Stampa e Rapporti con i Media
Ufficio di Presidenza
ENEA
Lungotevere Thaon di Revel, 76
00196 Roma

TEL.06/36272806 - 36272945
FAX 06/36272286
E-MAIL: uffstampa@sede.enea.it
www.enea.it <http://www.enea.it/>  - "PER LA STAMPA"

Consulta la nostra rubrica:
"Qualche spunto su..":
http://titano.sede.enea.it/Stampa
 <http://titano.sede.enea.it/Stampa>


"Bamboccioni e googlizzati" di Alessandro Farulli

Bamboccioni e googlizzati
I trentenni, dice uno studio irlandese, hanno meno memoria dei loro genitori e la loro materia grigia rischia un precoce decadimento. E anche la capacità di critica e di discernimento viene demandata a Google...
di Alessandro Farulli
    
LIVORNO. Cellulari, navigatori satellitari e siti web: sono le moderne scorciatoie che ci aiutano a ricordare numeri di telefono, indirizzi e nozioni senza fare alcuna fatica e soprattutto senza usare la testa. E’ l’estrema sintesi degli studi di Ian Robertson, professore di neuroscienze al Trinity College di Dublino, di cui dà contezza oggi Repubblica. “Macchine che ci mangiano il cervello” (è il titolo forte del pezzo) e severa critica – con fior di argomenti – al web. Anche greenreport, quindi, è parte in causa e non è affatto un caso fortuito che la nostra rubrica Monitor del professor Enrico Falqui questa settimana indaghi proprio il tema in oggetto.

Partiamo da alcuni dati di fatto: da sempre l’uomo costruisce macchine che teoricamente dovrebbero aiutarlo e dopo averle realizzate demanda loro le funzioni per cui appunto le ha realizzate. Parlando di informazione, le macchine sono soprattutto gigantesche banche dati. Impossibili, umanamente parlando, da essere ‘tenute a mente’ da chiunque sia fatto di carne e ossa. Miliardi di miliardi di byte che servono per costruire informazioni. Ma mentre da una parte queste informazioni crescono a livelli supersonici e sono diffuse a grande velocità dai vari media, dall’altra appunto i cervelli si svuotano. Vasi comunicanti. Forbici che si allargano e analfabetismo di ritorno che aumenta.

Gli under 30, dice lo studio, hanno meno memoria dei loro genitori e la loro materia grigia rischia un precoce decadimento. Gli under 30, infatti, stanno togliendo al cervello - non si sa quanto consapevolmente - la funzione di archivio. Perché hanno a disposizione l’hard disk del pc, la pennina, il cd, la rubrica del telefono, il web. Ma come accade per chi smette di camminare, le gambe si atrofizzano e così il cervello se non viene utilizzato per bene, non solo perde la capacità di archiviare ma anche quella ancor più importante di discernere. Di compiere scelte sulla base di un’esperienza archiviata e acquisita. Che non sono quelle dettate dall’istinto (ma una mediazione di questo con la capacità critica) ed è quello che ci differenzia dagli animali.

Non manca dunque affatto l’informazione, semmai ce n´è in sovrabbondanza ma non la si sa decifrare e qui nasce il primo grande problema. Oggi la cultura (nel senso più ampio del termine) è sms. “I googled” è diventata una delle frasi più diffuse in Gran Bretagna e significa “l’ho cercato su google”. Come a dire che è da lì che principalmente ci si abbevera ed è quasi un certificato di veridicità. E lo si fa tra l’altro con quella espressione grammaticale che farebbe inorridire un qualunque insegnante di lingua inglese. Quando si perde la conoscenza della propria lingua o si cerca di semplificarla o di bypassarne sistematicamente le regole (vedi il congiuntivo in italiano) troppo spesso per pigrizia, più che per ragioni linguistiche significative, è sintomo di decadenza.

Non può essere un caso se Cesare De Marchi riflettendo (Corriere della Sera) sul futuro del romanzo sostiene che “le opere che resistono al tempo sono quelle in cui lo scrittore si è impegnato nella lingua”. Dice De Marchi: «Un romanzo come ‘Io non ho paura’ ti prende, indubbiamente, ma non hai voglia di rileggerlo: sono libri divorati senza soffermarsi sui dettagli in cui dovrebbe consistere la vera arte narrativa».

Anche nella letteratura, come nella lingua, come nell’informazione, l’approccio è quello del mordi e fuggi, o del semplifica e dimentica (quando comunque si legge, cosa che sappiamo essere sempre più rara tra i giovani). Così da una quantità di informazioni e fonti assai più vaste rispetto al passato, si arriva ad una confusione mai vista. Perché senza lo stock di conoscenze stratificate in anni di letture, approfondimenti e studi non si è in grado di sfruttare al meglio le macchine ma se ne è succubi. Ci viene tolta la spina dorsale della conoscenza e quindi ‘beviamo’ tutto quello che ci viene detto da un motore di ricerca che seleziona le informazioni in base ad algoritmi complicatissimi ma matematici, semplificando, in base a quante volte sono pubblicate o lette in rete.

Questo flusso di informazione che potrebbe dare – se indagato, approfondito, studiato, archiviato, selezionato, criticato – una fondamentale mano alla sostenibilità ambientale che ha proprio nella conoscenza la sua radice, rischia invece di mandarla in corto circuito. Senza capacità critica si è solo istinto e questo porta a non poter decodificare le complessità della vita di tutti i giorni. Così, non volendo chiamarsi fuori da questa discussione, greenreport non vuole affatto essere l’archivio della mente di nessuno, ma semmai stimolarne le capacità critico/mnemoniche con un punto di osservazione certamente criticabile, senza cioé nascondere che “ogni punto di vista è una……vista da un punto”.

Spegniamo la tv e accendiamo il cervello, dice uno slogan, ma il punto vero è saper usare questi strumenti per approfondire e divulgare le proprie conoscenze e non esserne vittime.

fonte: www.greenreport.it/contenuti/leggi.php?id_cont=10237

CIPSI: RON A ROMATRE IL 5 NOVEMBRE



COMUNICATO STAMPA



ACQUA BENE COMUNE, PATRIMONIO DELL'UMANITA'

UNIVERSITA' DI ROMATRE, FACOLTA' DI ECONOMIA

INCONTRO DIBATTITO  LUNEDI' 5 NOVEMBRE ORE 17,30 CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DEL CANTANTE RON

BARBERA, PRESIDENTE CIPSI: “RINGRAZIO RON PER LA SUA CANZONE DELL’ACQUA.

LA MUSICA COME VEICOLO DI CONOSCENZA PER ATTIRARE L’ATTENZIONE SU QUESTO DRAMMATICO PROBLEMA”.



Roma, 31 ottobre 2007 – "La canzone dell'acqua e il ruolo della musica" è il titolo dell'intervento straordinario del cantante Ron che parteciperà all'incontro-dibattito di lunedì 5 novembre a Roma, con inizio alle ore 17,30, organizzato dall'Università di RomaTre (Master in Human Development and Food Security), insieme al CIPSI - coordinamento di 41 Ong e associazioni di solidarietà internazionale -, al SAL (Solidarietà per l'America latina) e alla rivista Solidarietà Internazionale. L'incontro si svolgerà presso la Facoltà di Economia in via Silvio D'Amico n. 77 , nell'aula 3 della Facoltà di Economia.  
Partecipano:  prof.  PASQUALE DE MURO, professore Università di RomaTre: "Acqua risorsa per lo sviluppo"; Guido Barbera, presidente Cipsi: "L'emergenza Acqua nel mondo: guerre, cooperazione e democrazia; CRISTIANO COLOMBI, economista SAL: "L'acqua in America latina, esperienze concrete". Coordina la giornalista Monica Di Sisto, vicepresidente di Fair.

“Ringrazio Ron per la sua Canzone dell’Acqua. Finalmente un artista che attira l’attenzione sull’Acqua, bene comune e patrimonio dell’umanità: ma oggi nel mondo secondo dati dell’OMS la situazione è drammatica. Un miliardo e mezzo di persone non hanno accesso all’acqua potabile, 2,6 miliardi non hanno accesso a servizi igienico-sanitari, 200 milioni di bambini muoiono ogni anno per aver bevuto acqua contaminata e per le cattive condizioni sanitarie. Questo è uno dei ruoli della musica, della poesia, della canzone, dell’arte: far riflettere su cose che a volte possono apparire scontate, come l’acqua. Essere veicolo di conoscenza che contribuisce alla crescita umana. Ma immaginate se un giorno ci svegliassimo e non ci fosse più acqua?”. E’ la dichiarazione di Guido Barbera, presidente del CIPSI –coordinamento di 41 Ong e associazioni di solidarietà internazionale – nel presentare l'incontro-dibattito che si svolgerà a Roma.
E Barbera ha continuato: “Sottolineo la potente funzione che la musica ha per i giovani per ciò che riguarda la formazione dell’identità culturale a livello individuale e collettivo, per la socializzazione. La ’Canzone dell’acqua’ è un canto a uno dei beni più preziosi dell’intera umanità dal quale Ron prende spunto per sensibilizzare il pubblico sulla questione dell’emergenza dell’acqua, un tema che ormai non tocca solo i Paesi del Sud del mondo, ma l’intero pianeta. La sua canzone è dunque semplice e cantabile, suonabile, generalmente, su pochi e semplici accordi.
L’arte per fortuna a volte affronta temi sociali ed esistenziali che danno una prospettiva unica su alcune delle problematiche fondamentali della “cultura” italiana e internazionale e salvaguardia della musica stessa. Utilizzando melodie arricchite da un'orchestrazione ricca e importante, la musica italiana, cui tutti si ispirano, è la prima a dare libera espressione alle proprie emozioni”.
Insieme alla canzone dell'acqua è uscito un cd-dvd di Ron e a novembre parte un tour di concerti (www.ron.it).
La rivista del Cipsi Solidarietà Internazionale esce in questi giorni con un’intervista all’artista Ron: potete richiedere copie omaggio a promozionerivista@cipsi.it, www.soint.it <http://www.soint.it>

PALOMBA (IDV) SUL NO ALLA COMMISSIONE INCHIESTA G8: "IL VOTO DI IDV NON E' CONTRO IL GOVERNO"

"Si dice erroneamente che Idv ha votato con l'opposizione e contro il governo, quando non c'è nessun vincolo di governo né di coalizione. Da sei mesi diciamo che il testo così com'è non è accettabile, proponendo delle modifiche" così ai microfoni di Ecoradio il deputato Federico Palomba, responsabile giustizia dell'Idv, ha commentato il no della Camera sull'istituzione della commissione sui fatti del 2001.

"Questa commissione non doveva sembrare un processo politico parallelo a quelli che la magistratura di Genova sta mandando avanti indagando sia i devastatori sia le forze di polizia. In questo caso, inoltre, non si indaga su un fenomeno ma solo su fatti storici dai quali la politica deve restare fuori, è la magistratura che deve intervenire. E se qui c'è un fenomeno da indagare è quello dei black bloc. Il testo, dunque, così com'è è anticostituzionale. L'avremmo accettato se fosse stato equanime". Palomba sottolinea, inoltre, le responsabilità della sinistra estrema "Sono stati loro ad imporre questo testo agli altri perché c'è – evidentemente – una paura di tenuta della maggioranza. Si vogliono esclusivamente accertare i comportamento delle forze di polizia perché alcuni gruppo della sinistra sono, notoriamente, contigui a gruppo sociali quali i no global e i disobbedienti organizzati."

"A riprova di questo - conclude Palomba - ci sono le dichiarazione di Casalini che definisce i pubblici ministeri che hanno formulato delle condanne di giusta severità nei confronti dei saccheggiatori terroristi, convocando la piazza il 17 novembre per protestare contro la procura".


Ecoradio
Ufficio Stampa

www.ecoradio.it

Master e corsi VoIP (Voice over IP) e IPTel (IP Telephony) anche finanziati

La trasmissione a pacchetto della voce, VoIP (Voice over IP) e IPTel (IP Telephony), nelle reti aziendali e all’esterno verso Internet è ormai diventata una esigenza primaria in tutte le aziende, piccole medie e grandi. La complessità e la vastità dell'argomento richiedono personale sempre più qualificato in questo specifico ambito del networking. Una ricerca IDC, commisionata da Cisco Systems Inc., rivela che entro il 2008 mancheranno 500.000 professionisti ICT in Euro pa, 20.000 in Italia.
La formazione CNAPONLINE Srl, Cisco Regional Academy e CWNP Academy è la risposta a questa carenza nel mondo del lavoro. Formando personale qualificato in grado di coprire questo divario offriamo l’opportunità di migliorare le proprie prospettive di inserimento, di carriera ed economiche nel mondo del lavoro. Al termine della formazione è anche possibile che i profili migliori vengano segnalati su richiesta ad aziende interessate ad offrire stage, posizioni di lavoro su base occasionale o stabile.

CNAPONLINE Srl, Cisco Regional Academy e CWNP Academy si propone di formare esperti nella progettazione, implementazione e manutenzione di reti VoIP (Voice over IP) e IPTel (IP Telephony) per il trasporto voce con specializzazione Cisco CCNA e Cisco IP Communications Express Specialist, integrazione nelle reti PBX esistenti, utilizzando come strumentazione di laboratorio quella di Cisco Systems Inc., ancora una volta leader in questo settore, configurando il Cisco Unified Call Manager Expres (CCME) e il sistema Cisco Unified IP Phone con infrastruttura di rete basata sui nuovi Router ISR della serie 2800/2811, ponendo particolare attenzione alla segnalazione e ai protocolli SIP, H.323 e MGCP, secondo gli attuali standard in uso, e nel rispetto dei principali meccanismi di Quality of Service.

Sono posti i fondamenti della trasmissione voce a pacchetto, Voice over IP (VoIP) e IP Telephony (IPTel), presentando tecnologie che sono di sicuro interesse tanto per chi lavora sulle reti di Service Provider, quanto per chi interviene su reti private. Verrà insegnato agli allievi come utilizzare al meglio i tool che Cisco mette a disposizione per cercare le informazioni necessarie a svolgere le mansioni giornaliere di gestione e manutenzione. Dal momento che ogni rete ha caratteristiche uniche, questo approccio permette agli allievi di applicare le conoscenze acquisite per risolvere i propri bisogni specifici. Per poter operare correttamente, l'esperto di voce (VoIP) e telefonia su IP (IPTel) deve conoscere approfonditamente i protocolli di comunicazione principali, saper configurare dispostivi di rete quali router e switch, essere in grado di diagnosticare, isolare e risolvere avarie della rete (Network Troubleshooting), analizzare ed incrementare le prestazioni della rete (Network Analisys) e dei suoi sistemi di sicurezza (Network Security).

Il Master e i corsi VoIP (Voice over IP) e IPTel (IP Telephony) sono lo strumento migliore per prepararsi a sostenere gli esami Cisco IP Telephony Express (642-144, IPTX) e Cisco IP Communications Express for Account Managers (646-222, IPCXAM) che uniti ad una valida certificazione Cisco CCNA, Cisco CCDA e Cisco Sales Expert permettono di conseguire rispettivamente le qualifiche di Cisco IP Communications Express Specialist (Field Engineer), Cisco IP Communications Express Specialist (System Engineer) e Cisco IP Communications Express Sales Specialist (Account Manager). Rappresenta inoltre un'ottima opportunità per porre solide basi ai successivi percorsi di alta specializzazione che, sostenuti i relativi esami Cisco Quality of Service (642-642, QoS), Cisco Voice over IP (642-432, CVOICE), Troubleshooting Cisco Unified Communications Systems (642-426, TUC), Cisco IP Telephony (642-455, CIPT) e Cisco Gateway Gatekeeper (642-453, GWGK), uniti ad una valida certificazione Cisco CCNA, porteranno alla qualifica Cisco Certified Voice Professional (CCVP).

Il Master e i corsi VoIP (Voice over IP) e IPTel (IP Telephony) sono anche lo strumento migliore per le aziende che desiderino qualificare i propri dipendenti/collaboratori e vogliano diventare Cisco Specialized Partner, nell'ambito del Channel Partner Program con Cisco, con la qualifica di Cisco Express Unified Communications Specialization.

Mancano veramente pochissimi giorni per avere l'opportunità di ottenere il finanziamento da parte della Regione Veneto, per potersi iscrivere e frequentare il Master e i corsi VoIP (Voice over IP) e IPTel (IP Telephony), in reti IP per il trasporto dati e voce con integrazione IP Telephony (IPTel) e Voice over IP (VoIP) nelle reti PBX esistenti e specializzazione Cisco CCNA e Cisco IP Communications Express Specialist in preparazione agli esami di certificazione Cisco CCNA (640-802), Cisco CCENT (640-822), Interconnecting Cisco Networking Devices Part 1 (640-822, ICND1), Interconnecting Cisco Networking Devices Part 2 (640-816, ICND2) e Cisco IP Telephony Express (642-144, IPTX) che si svolgerà a Padova il sabato e per una durata complessiva di 224 ore. Codice corso: 012/1197-01-38PD

Organizzato da CNAPONLINE Srl, Cisco Regional Academy e CWNP Academy, in collabor azione con KORO Srl ente accreditato, ti offre la possibilità, se sei residente o domiciliato in Regione Veneto e possiedi i necessari requisiti, di poter richiedere un finanziamento (contributo a fondo perduto) per la partecipazione al MASTER, sia come azienda che come persona fisica.
Il finanziamento regionale è del 80% per le persone fisiche e del 70% per le piccole e medie imprese (50% se grandi imprese). Il finanziamento del 100% è previsto esclusivamente per i lavoratori diversamente abili, per le persone in cassa integrazione, in mobilità e sospese dal lavoro.

Ricorda: il termine per la presentazione della domanda è fissato al 5 Novembre 2007 ore 13:00. Non perdere questa opportunità.


Concorda un INCONTRO GRATUITO presso i nostri uffici: CNAPONLINE Srl, Cisco Regional Academy e CWN P Academy e KORO Srl, ente accreditato, ti offrono ASSISTENZA GRATUITA per ricevere maggiori informazioni e consulenza su come compilare la domanda di finanziamento.

Per maggiori informazioni e per ricevere ASSISTENZA GRATUITA alla compilazione della domanda:

I prossimi Master e Corsi finanziati del mese di Novembre 2007 con scadenza 5 Dicembre 2007 ore 13:00:

Distribuzione comunicati stampa internet
Maleva srl
www.maleva. it/marketing/
fabrizio.pivari (at) maleva.it

CS

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI