Cerca nel blog

venerdì 22 novembre 2019

Digital Day 2019, i Commercialisti italiani premiati a Bruxelles

Digital Day 2019, i Commercialisti italiani premiati a Bruxelles


Il Consiglio nazionale della categoria ha ritirato il primo premio per il miglior progetto di digitalizzazione realizzato con la piattaforma per la fatturazione elettronica "HUB B2B" a favore degli iscritti

 

Roma, 21 novembre 2019 - Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha vinto ieri a Bruxelles il primo premio nell'ambito del Digital Day 2019 "What Does Innovation Cost?" per aver realizzato il portale della categoria "HUB B2B" dedicato alla fatturazione elettronica, definito come la migliore iniziativa di digitalizzazione tra i membri di Accountancy Europe, la più grande associazione europea di professionisti economici, che raggruppa 51 associazioni nazionali di 36 Paesi e 1 milione di professionisti economici qualificati.

 

La piattaforma, che gestisce i cicli attivi e passivi delle fatture per gli studi professionali e i loro clienti, è stata realizzata dai commercialisti in vista del passaggio obbligatorio alla fatturazione elettronica tra privati, avvenuto a gennaio di quest'anno. Dal processo della fatturazione elettronica, il Consiglio nazionale ha voluto cogliere l'opportunità di orientare la professione al futuro con i commercialisti sempre più presenti sui temi legati al mondo digitale.

 

A ritirare il premio è stato Maurizio Grosso, consigliere nazionale dei commercialisti delegato a Innovazione e Organizzazione degli studi professionali, che lo ha ricevuto direttamente dalle mani di Eva Kaili, membro del Parlamento europeo. In totale, ad essere valutate sono state 17 iniziative tecnologiche divise in due categorie: "Member Services" per il passaggio al digitale finalizzato ad assistere meglio i propri iscritti e "SME tools", all'interno della quale rientra il CNDCEC, un supporto digitale pratico per i professionisti contabili al fine di servire meglio le piccole e medie imprese.

 

"Malgrado il ritardo con cui è arrivata a compimento e i problemi registrati nella sua fase di avvio, la piattaforma si è ora stabilizzata, offrendo un servizio affidabile agli oltre 9mila commercialisti e alle 61mila aziende clienti dei commercialisti che la utilizzano – ha affermato il presidente del CNDCEC Massimo Miani –. Il progetto è nato dalla volontà del Consiglio nazionale di aiutare gli studi dei commercialisti e degli esperti contabili italiani, soprattutto quelli di minori dimensioni, già messi a dura prova negli ultimi anni dal notevole aumento dei costi legati al proliferare di nuovi adempimenti fiscali e fortemente condizionati nelle scelte di mercato dai comportamenti dei più rilevanti operatori informatici. L'idea di fornire ai nostri iscritti una piattaforma dai costi calmierati si è rivelata alla fine vincente. Accountacy Europe ha voluto premiare sia la capacità del Consiglio nazionale di mettere in campo in pochissimi mesi la piattaforma, sia la reattività del Consiglio come di tutta la categoria in un passaggio epocale quale quello alla fatturazione elettronica tra privati, un unicum perlomeno in Europa, un'accelerazione discutibile e clamorosa alla quale abbiamo saputo rispondere".

 

 stato un onore ritirare il primo premio per il miglior progetto di digitalizzazione a favore dei propri iscritti tra gli organismi professionali europei – ha commentato Maurizio Grosso –.  Abbiamo sostenuto con forza questo progetto e il riconoscimento di Accountancy Europe ci ha dato ragione".  "Questo premio – ha proseguito Grosso - fa emergere quella italiana come una professione di primo livello in termini di competenze professionali e propensione all'innovazione. Il processo di digitalizzazione in corso nella professione mondiale impatta profondamente sui professionisti contabili e sui loro clienti.

Nella nostra realtà nazionale tutto ciò si trasforma troppo spesso in un aggravio di costi e di adempimenti che denunciamo da tempo con forza. Eppure la digitalizzazione del fisco, che ha visto la nostra categoria protagonista assoluta negli ultimi lustri, va anche gestita come un'opportunità di crescita".

 

"Speriamo che il nostro progetto – ha affermato il Consigliere nazionale dei commercialisti e vicepresidente di Accountancy Europe, Alessandro Solidoro - premiato come una best practice europea, possa ispirare gli altri organismi dei professionisti economici continentali a innovare e sostenere la transizione digitale".



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *