Cerca nel blog

venerdì 24 agosto 2018

CASTELLABATE - IL CESTINO DELLA DISCORDIA E IL RISPETTO NEGATO



CASTELLABATE - Nella settimana più “calda” dell’anno per Castellabate , sui social i tanti concittadini , ma anche molti turisti , hanno assistito all’ennesima “tarantella” tutta locale . Il botta e risposta si è consumato come abbiamo in apertura citato  , prima durate e dopo il 15 Agosto, periodo della stagione più caotica rispetto a tutti i restanti giorni dell’anno . Tutto è iniziato dalla pubblicazione del post del consigliere di minoranza Luigi Maurano che munito di foto 
( che noi ripubblichiamo anche in foto a corredo di questo pezzo ) ritrae un cestino traboccante di rifiuti sul lungomare di Santa Maria Di Castellabate , e scrive il testuale commento sul proprio profilo Facebook :  

“ ALLE PAROLE NON SEGUONO I FATTI!! Era il 6 Aprile scorso quando l’Amministrazione, nell’illustrare i miglioramenti che si sarebbero ottenuti con l’affidamento del servizio spazzamento alla Castellabate Servizi, assicurava che le aree pedonali del territorio avrebbero avuto una pulizia mattutina, pomeridiana e soprattutto serale, perché << il decoro passa attraverso la pulizia del centro>> (parole testuali). 

A Luglio e ad Agosto, invece, ogni sera sul Lungomare Perrotti e nel Corso Matarazzo la scena che si presenta è stata ed è quella delle foto: cestini stracolmi, piccoli cumoli di bottiglie, bicchieri e quant’altro nelle loro vicinanze. Per non parlare di quanta roba finisce sugli scogli e di quante bottiglie si rompono, in quanto basta  poggiare un bicchiere di plastica su di un cestino stracolmo ed ecco che la montagnella viene giù. 

I centri storici dell’intero territorio si presentano in condizioni non ottimali. Questo dipende dall’organizzazione e dalla gestione. Molte volte vengono rivolte attenzioni ad una parte invece che ad un’altra ed il criterio non è oggettivo e funzionale ma soggettivo e opportunistico o per essere più espliciti a seconda delle indicazioni dell’Amministratore di turno. 

Allora, perché non dare seguito alle proprie parole? Perché non organizzare in maniera più efficace il servizio?Perché non installare dei cestini più capienti?

Questa è l’ennesima prova di come alle parole non seguano i fatti e che le prime servono solo per giustificare maggiori spese e per prendersi i complimenti istantanei di quei pochi masochisti che ancora credono e aspettano che il meglio debba ancora venire.

Poi a distanza di qualche ora arriva a giro di Facebook dell’assessore Domenico Di Luccia che di certo non le manda a dire , infatti ecco cosa dice nella risposta a Maurano : 

È lui, sempre lui, l’uomo che il popolo acclama come il “nuovo”salvatore di questo disastrato Comune a dispensare l’ennesima ricetta salvifica.
E allora noi , semplici e umili amministratori ci rimettiamo ai suoi  profetici insegnamenti.
In questi giorni, assistiamo sbigottiti, quasi a voler dimostrare che Castellabate versa ormai in uno stato comatoso, al duro lavoro dei tanti fotoreporter che armati del loro magico “giocattolino” evidenziano le tantissime criticità che questa  amministrazione volutamente crea, e il loro incessante e inutile sforzo nel mantenere il giusto decoro!!!(siate seri)
Oggi addirittura, il “Messia” con un atteggiamento quanto mai pretestuoso e strumentale arriva ad affermare che la colpa di questo disastro appartiene all’amministratore di turno, che vieterebbe categoricamente la pulizia di Corso Matarazzo e Lungomare Perrotti.( sii credibile per il ruolo che ricopri)
Non oso immaginare, se tali affermazioni possano essere supportate dal lume della ragione, oppure trattasi  semplicemente di pura follia!!!
Nell’intendo di gettare fango sull’operato di chi, con passione, sacrificio, senso del dovere lavora per questa terra, per la sua crescita e il suo progresso, si finisce per far del male al proprio paese.
Oggi Castellabate, al di là del colore politico è un esempio in tutto, nei servizi, nella cura del territorio, nel rispetto dell’ambiente, nell’ordine, nella pulizia.
E allora con la consapevolezza che tutto può migliorare, si può migliorare smettiamola di mistificare la realtà, e tutti insieme, maggioranza e minoranza, cittadini e villeggianti, commercianti e imprenditori, ognuno per la sua parte, facciamo il nostro dovere fino in fondo solo ed esclusivamente per Castellabate.
I masochisti sapranno aspettare... dell’ambiente, nell’ordine, nella pulizia.
E allora con la consapevolezza che tutto può migliorare, si può migliorare smettiamola di mistificare la realtà, e tutti insieme, maggioranza e minoranza, cittadini e villeggianti, commercianti e imprenditori, ognuno per la sua parte, facciamo il nostro dovere fino in fondo solo ed esclusivamente per Castellabate.
I masochisti sapranno aspettare... “ 

Adesso c’è però da dire una cosa , va fatto un enorme plauso al lavoro svolto dall’assessore Di Luccia e lo sappiamo tutti cosa significa da decenni l’emergenza rifiuti qui a Castellabate, vi ricordate quando la notte dovevamo chiudere balconi e finestre perché davano fuoco ai cassonetti della spazzatura?  Meglio ieri o oggi ? Ma ovviamente per questo o quello schieramento politico la risposta sarà sempre di parte ma noi siamo neutri e ovvi . Meglio mille volte meglio oggi ! Le strade sono curate , pulite e gli spazi verdi sono facilmente accessibili e vivibili , qualche attenzione in più dovrebbe esserci per le poche spiagge libere questo si.  
Il però dei però che voglio muovere e con cui chiudere è il succo di questo articolo che state leggendo , il rispetto ! Si RISPETTO ! 
Perché nelle parole ad uso politico ed è ovvio che sia così perché le  “opere pie” le si fanno in chiesa , del consigliere Maurano  mortifica e vaneggia il lavoro di decine di operatori ecologici alle direttive del comune , ragazzi e padri di famiglie che non vedono uno stipendio da mesi , esseri umani che molti di noi stanno con le chiappe al fresco si spaccano la schiena correndo dietro le varie chiamate di emergenza. 
“Tu” non puoi pubblicare un cestino di spazzatura zeppo a fine giornata ! E dire “ecco non puliscono”  ! PERCHÉ È FALSO ! 
Anche a casa nostra , di tutti noi , se passi dopo pranzo trovi il contenitore zeppo ,  magari se dai il tempo al povero cristo di alzarsi dal letto di prendere il mezzo sgangherato e di iniziare il servizio quel cestino , e anche il post inutile è deleterio per tutti NOI sarebbe stato evitato . 
Passi tutto , ma questo modo di “fare politica” non ci deve appartenere più . Castellabate è pulita , e chi dice il contrario , e anche network che pubblicano urlando questi post sono solo “manovre di casata” amici degli amici . Trattandosi di due uomini politici con incarichi pubblici abbiamo riportato i loro post liberamente . 

Marco Nicoletti 
@castellabatelive24 / Pagina Facebook 

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *