Cerca nel sito

lunedì 1 agosto 2016

Le nuove soluzioni hi-tech trasformeranno il mercato della gestione degli edifici nei prossimi 5 anni

Il mercato globale della gestione esternalizzata degli edifici sfiorerà 1 trilione di dollari entro il 2025 e le soluzioni integrate rappresenteranno il segmento in più rapida crescita, secondo Frost & Sullivan


MILANO – 1 agosto 2016 – I prossimi 5 anni saranno fondamentali per la definizione del mercato della gestione degli edifici o facility management

Poiché i servizi maturano e diventano dei beni commerciali, l'innovazione attraverso nuovi modelli di business, l'implementazione tecnologica e le proposizioni di valore più sofisticate avranno un'importanza critica per la crescita. 

Le tecnologie abilitanti come Internet delle cose (IoT), Big Data e connettività avanzata daranno slancio all'efficienza sia per i fornitori che per i clienti, mentre i cambiamenti ai posti di lavoro e alla forza lavoro del futuro creano solide opportunità per le soluzioni integrate per la gestione del cambiamento del posto di lavoro. 

Alleanze, collaborazioni e fusioni e acquisizioni aumenteranno per facilitare l'integrazione dei servizi, la convergenza con i servizi di gestione dell'energia, il miglioramento della produttività aziendale, le tecnologie intelligenti e l'internazionalizzazione dei contratti. 

I fornitori che avranno successo saranno quelli in grado di consigliare i clienti in merito alla produttività aziendale per offrire una proposizione di valore che va oltre la semplice gestione dei costi.

Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata "The Future of Facility Management" (http://www.frost.com/sublib/display-report.do?id=MBEB-01-00-00-00&src=PR), ha rilevato che il mercato raggiungerà quota 945,11 miliardi di dollari entro il 2025 e che la gestione degli edifici integrata rappresenterà il segmento in più rapida crescita. 

Lo studio esamina otto tendenze che stanno trasformando il mercato del facility management e prospetta lo stato del settore tra dieci anni. 

La ricerca offre proiezioni di crescita, una panoramica della concorrenza futura, impatto tecnologico, modelli di business emergenti e descrive in dettaglio le macro tendenze chiave che plasmano il mercato.

"La crescente concorrenza dei prezzi che erode la quota di mercato e i profitti porta i fornitori di servizi di gestione degli edifici a focalizzarsi sul mantenimento e la crescita dei clienti esistenti, sfruttando la tecnologia", afferma John Raspin, Partner del team Energia e Ambiente di Frost & Sullivan. 

"I modelli di business XaaS, ossia la fornitura di qualunque cosa come servizio, consentiranno ai primi operatori che li adotteranno di conquistare e ridefinire le relazioni con i clienti".

Dal punto di vista delle regioni, i mercati del facility management in più rapida crescita saranno la regione APAC e il Medio Oriente, sebbene Nord America ed Europa restino in testa per quanto riguarda l'innovazione. Inoltre:

·        L'Europa registrerà il più alto tasso di fusioni e acquisizioni.
·        In Nord America l'integrazione dei servizi migliorerà l'efficienza e i margini, mentre i mercati dei servizi singoli saranno stagnanti.
·        Il dinamico mercato della gestione degli edifici nella regione APAC sarà guidato dalla crescita economica, dall'edilizia commerciale e da una crescente cultura dell'esternalizzazione dei servizi.
·        Mercati come quelli del Regno Unito e dei Paesi Nordici saranno all'avanguardia per l'ottimizzazione del posto di lavoro e per la produttività aziendale, ora che gli operatori locali guardano all'innovazione per superare la mercificazione del facility management.
·        L'elevata crescita in Medio Oriente sarà alimentata dalle attività edili e da una forte presenza di aziende multinazionali.

"Le normative esigenti e complesse incoraggeranno le aziende più importanti ad esternalizzare la conformità a fornitori di servizi di gestione degli edifici e di servizi per la sostenibilità in grado di occuparsi di questo aspetto", aggiunge Raspin. "Ciò, inoltre, consentirà al mercato del facility management di rappresentare un fattore di traino per la gestione della sostenibilità".

Complessivamente, il mercato globale della gestione esternalizzata degli edifici diventerà un mercato complesso che sfiorerà quota 1 trilione di dollari entro il 2025, e i servizi integrati e i pacchetti di servizi rappresenteranno, insieme, il 35% del totale delle entrate.

Lo studio "The Future of Facility Management" fa parte del programma Home & Buildings Growth Partnership Service. Altri studi di Frost & Sullivan collegati a questo argomento sono: "The Future of Lighting", "2016 Global Homes and Buildings Industry Outlook", "European Energy Savings Contract and Performance Contracting Market", "DC Distribution Opportunities and Impact on Homes and Buildings", "World Voice Alarm Systems Market". 

Tutte le analisi comprese nel servizio in abbonamento forniscono dettagliate opportunità di mercato e tendenze del settore, valutate in seguito ad esaurienti colloqui con gli operatori del mercato. 



Chi siamo
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, collabora con i propri clienti per potenziare una visione innovativa che risponda alle sfide globali e alle opportunità di crescita correlate che faranno la differenza per gli operatori del mercato di oggi. 
Per oltre 50 anni abbiamo sviluppato strategie di crescita per le 1000 aziende più importanti a livello globale, le realtà emergenti, il settore pubblico e la comunità degli investitori. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI