Cerca nel blog

mercoledì 20 maggio 2009

Premiata anche l'Italia alla Shell Eco-marathon Europe 2009

Innovazione e avventura i temi pulsanti della manifestazione sponsorizzata da Autodesk all’insegna dell’efficienza energetica

 

Milano, 20 maggio 2009 — Autodesk, Inc. (NASDAQ: ADSK) ha supportato, in qualità di partner, la 25esima edizione della SHELL ECO-MARATHON europea 2009, appuntamento annuale che coinvolge giovani progettisti e studenti nello sviluppo di veicoli ecosostenibili. La gara, svoltasi tra il 7e il 9 maggio presso il circuito automobilistico Eurospeedway di Lausitz in Germania, ha coinvolto oltre 200 squadre provenienti da scuole e università di 29 Paesi europei ed extraeuropei.

 

L’intento alla base dell’iniziativa è quello di riuscire a coinvolgere giovani progettisti e ingegneri di tutto il mondo nello sviluppo di nuovi approcci per una mobilità sostenibile, sfidandoli a progettare, costruire e testare veicoli che impieghino la minor quantità di carburante per percorrere la maggiore distanza possibile, producendo il minor tasso di emissioni.

I veicoli possono essere alimentati con carburanti convenzionali, quali diesel, benzina e GPL (gas propano liquido), oppure con fonti d’energia alternative, quali idrogeno, biocarburanti, GTL (Gas-to-liquid), energia solare o etanolo. In generale, vengono utilizzati tre tipi di motori: a combustione interna, a pila a combustibile e ad energia solare. Purché rispettino le norme di sicurezza, l’unico limite alla progettazione dei veicoli è l’immaginazione dei team.

 

La sfida 2009 ha registrato un totale di sette nuovi e sorprendenti record raggiunti nel corso delle tre giornate della manifestazione, segno non solo di un impegno sempre maggiore da parte degli studenti, ma anche di un progressivo miglioramento nella ricerca di nuovi approcci alla mobilità.

Nella categoria Prototipi, dove il principale interesse di progettazione è ridurre la resistenza e massimizzare l’efficienza, con il risultato di 3.771 km/l, si è aggiudicata la vittoria la Microjoule della scuola francese St. Joseph La Joliverie, che con il suo motore a combustione interna ha saputo superare il precedente record di 3.410 km/l del 2005.

A primeggiare nella classe UrbanConcept, ovvero veicoli progettati per soddisfare le necessità degli automobilisti, la Norvegese NTNU che, grazie alle sue fuel cell ad idrogeno, ha raggiunto i 1.246 km con un litro, totalizzando anche il livello più basso di emissioni, pari a 2.6 g/km.

 

Due riconoscimenti importanti sono andati anche all’Italia: al team H2polit0 – molecole da corsa del Politecnico di Torino è andato il premio “Comunicazione e Marketing” per la vettura Idra09. A convincere la giuria la capacità dimostrata dal progetto italiano nel coinvolgere aziende e istituzioni, trovare finanziamenti e partner tecnici, creare una visibilità e un’immagine forte, non solo del progetto, ma anche della competizione, portando al di fuori della gara i valori della Shell Eco-marathon.

Allo XTEAM della Fondazione Politecnico di Milano, invece, è stato assegnato l’“Autodesk Design Award” per la classe Prototipi: il veicolo messo a punto, A.R.T.E.M.I.D.E, si è distinto per la qualità del progetto, la scelta dei materiali e le soluzioni adottate per sicurezza e manutenzione, piazzandosi inoltre al 5° posto nella classifica della categoria fuel cell con i suoi 2741 km/l, 8° in assoluto e miglior prestazione italiana di sempre.

Paolo Magni, team manager dell’XTEAM ha dichiarato: “Siamo molto felici per la prestazione di ARTEMIDE e molto fieri ed onorati di esserci aggiudicati l’Autodesk Design Award, prevalendo su squadre molto abili e preparate. Questo premio gratifica gli sforzi ed i sacrifici sostenuti, fin da ottobre, dagli studenti e dai docenti del Politecnico di Milano per progettare e realizzare il nuovo veicolo”.

Gli altri team italiani che hanno preso parte alla competizione sono: Energy and Motion di Vicenza, Faenza iti racing, ZERO C di Carpi, Salento Eco Team di Lecce, SENZABENZA di Maranello, Diamond style team di Roma,  m.c. Incombusti di Roma, SPQROAD di Roma, A. Einstein Team di Potenza.

 

Autodesk da sempre incoraggia e promuove le nuove e future generazioni di professionisti nel campo del design e dell’ingegneria e mette a disposizione di studenti e docenti numerosi strumenti didattici, tra cui:

licenze software education multidiciplinari per i laboratori, curriculum didattici tematici (ad esempio per la progettazione sostenibile o la progettazione di un veicolo da corsa), formazione e assistenza ai docenti, licenze gratuite per studenti e docenti tramite la “Student Community di Ingegneria e Architettura” (www.autodesk.com/edcommunity).

Con 570 mila iscritti da quasi 19 mila scuole in 139 Paesi, la Student Community di Autodesk offre agli studenti la possibilità di scaricare versioni gratuite* dei software di progettazione più innovativi e di accedere a importanti risorse didattiche. La community, infine, consente agli studenti di accedere a proposte di lavoro e stage, apprendere da esperti e insegnanti da tutto il mondo, presentare esempi dei loro migliori lavori e partecipare a seminari online.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito Autodesk Education per Europa, Medio Oriente e Africa (www.autodesk.com/education-emea) che include numerose case studies europee, video, downloads ed oltre per una panoramica completa su progetti educativi nella regione.

 

Paolo Zambon, education marketing manager di Autodesk per Europa, Medio-Oriente e Africa, ha commentato: “Oggi l'attenzione per l'ambiente fa parte della nostra cultura e sensibilità, pertanto, unitamente alla delicata situazione economica, il tema di un autoveicolo dai minimi consumi è divenuto l'obiettivo primario dei centri di Ricerca & Sviluppo di tutti i gruppi industriali impegnati nel settore automobilistico, nonché delle iniziative degli enti pubblici locali e nazionali per sviluppare una mobilità eco-sostenibile.

Per questo motivo siamo orgogliosi di supportare la Shell Eco-marathon, che nel suo duplice ruolo di progetto ambientale ed educativo, rappresenta un vero trampolino di lancio per i partecipanti che sperano di eccellere nel campo dell'ingegneria e della progettazione, aumentando la loro consapevolezza riguardo a temi di interesse globale, come la progressiva scarsità di carburante e l’aumento delle emissioni. Offrendo a questi studenti soluzioni software leader del mercato e risorse didattiche veramente multidisciplinari, speriamo di poterli aiutare a realizzare progetti sempre più efficienti e sostenibili.”

 

Le soluzioni tecnologiche Autodesk erano alla base di molti dei veicoli in gara, fornendo numerosi vantaggi. Ad esempio, Autodesk Inventor, riducendo l’esigenza di ricorrere a prototipi fisici e consentendo test rigorosi su prototipi digitali, ha offerto alle squadre un importante vantaggio competitivo nella realizzazione e nella sperimentazione di veicoli in grado di viaggiare più a lungo consumando meno energia. Prodotti come Autodesk AliasStudio, dotato dei migliori strumenti del settore per realizzare schizzi, modellare e visualizzare, aiutano gli studenti a realizzare più velocemente i loro modelli, catturando le idee in modo digitale, dagli schizzi iniziali fino ai modelli concettuali 3D. Questi modelli possono poi essere condivisi con le squadre di ingegneri usando un file comune e le informazioni possono essere incorporate nel prototipo digitale, risparmiando tempo e fatica.

 

 

Guarda le immagini e i video della competizione sul sito ufficiale di Shell al seguente link: http://www.shell.com/home/content2/eco-marathon-en

 

 

Informazioni su Autodesk Education

Autodesk è costantemente impegnata in ambito accademico fornendo a docenti e studenti potenti software di progettazione 2D e 3D, programmi innovativi e risorse pensate per incentivare la nuova generazione di professionisti a sperimentare le proprie idee prima della loro effettiva realizzazione.

Supportando la formazione nelle aree della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria, della matematica e della comunicazione visiva, Autodesk offre agli studenti la possibilità di sviluppare competenze essenziali a livello accademico e professionale. Autodesk supporta scuole e istituzioni in tutto il mondo con offerte, programmi, training, curriculum di sviluppo e risorse disponibili su un portale dedicato (www.autodesk.com/edcommunity).

 

Informazioni su Autodesk

Autodesk Inc. è leader mondiale nella fornitura di 2D e 3D design software per i settori industriale, architettonico ed edilizio, dei mezzi di comunicazione e dello spettacolo. Sin dall’introduzione di AutoCAD nel 1982, Autodesk ha sviluppato la più ampia gamma di soluzioni per la creazione di prototipi digitali all’avanguardia per permettere ai clienti di sperimentare le loro idee prima di metterle in pratica. Le aziende Fortune 1000 si affidano ad Autodesk per gli strumenti di visualizzazione, simulazione e analisi di prestazioni reali nelle prime fasi del processo di progettazione per risparmiare tempo e denaro, migliorare la qualità e favorire le innovazioni.  Per ulteriori informazioni su Autodesk, visitare www.autodesk.it

 

 

* I software gratuiti sono soggetti ai termini e alle condizioni stabilite dagli accordi di licenza per l’utente finale relativi al download del software.

Autodesk e AutoCAD sono marchi o marchi registrati di Autodesk negli Stati Uniti e/o in altri paesi. Tutti gli altri nomi, nomi di prodotto o marchi appartengono ai rispettivi proprietari.

Autodesk si riserva il diritto di modificare la propria offerta di prodotti e le specifiche in ogni momento e senza preavviso e non è responsabile per errori tipografici o grafici che potrebbero apparire in questo documento.

© 2009 Autodesk, Inc. All rights reserved.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *