Cerca nel blog

sabato 23 maggio 2009

Spiagge pulite - Aria buona - Agrivillaggio Happy Family

 

    La congiuntura economica, la ricerca di spiagge pulite e angoli confortevoli, la scelta degli oltre due milioni di turisti che si presume trascorreranno le vacanze estive negli agriturismo italiani.      

     Natura e buona tavola binomio inscindibile, secondo la Coldiretti che ha dirottato carovane di vacanzieri verso queste oasi di verde attrezzate per bambini e meno dotati, e prevede per i prossimi anni un notevole incremento di presenze.

    New entry nel panorama turistico il Molise, cuore pulito d'Italia, come amano definire la loro terra gli amministratori regionali che ogni anno organizzano un educational nell'Agrivillaggio Happy Family. Culla d'incontro di beni ambientali, storici e archeologici, la ventesima regione d'Italia con una popolazione che non supera i 330 mila abitanti, scende in campo con i suoi tesori. Testimonianze monumentali, natura incontaminata, mare pulito, montagne vergini ma anche ospitalità, tradizioni e gastronomia.

    "Il governo regionale – ha dichiarato il presidente Michele Iorio - sta attuando un programma di sviluppo che annovera nei suoi cardini essenziali anche il turismo come volano di crescita del comparto e dell'economia in generale. Nell'ultimo anno il Molise è stato presente con i suoi stands su molti mercati europei e dei Paesi dell'Est con offerte che hanno destato interesse tra i tour operators".

     "Il turista sceglie sempre più le oasi di verde – ha dichiarato l'ing. Enzo Marotta, titolare della struttura ospitante - di mare pulito, di spiagge meno affollate, ma per poter crescere concretamente occorre uno sforzo comune di tutti gli operatori del settore"

    Con i suoi pianori e distese di verde, fiumi, laghi, castelli, siti archeologici, il Molise, offre al villeggiante un mare incontaminato sui 35 chilometri di spiagge libere, con sabbia bianca e finissima. Poco più di trecentomila abitanti, sparsi nei 5000 kmq di territorio, il Molise, d'estate propone agli amanti della natura un'oasi di distensione e tranquillità e, nell'arco dell'anno, caratteristiche feste folkloristiche.
       L'acqua limpida del mare Adriatico e le spiagge più pulite e attrezzate d'Italia, costellate di dune e pinete sono state più volte insignite della Bandiera Blu della Comunità Europea.

      "Le bellezze paesaggistiche dei cento paesini – ha aggiunto la press agent Gabriella Serra - aggrappati alle falde dei monti, una grande terrazza panoramica sull'Adriatico con le sue morbide colline di grano e girasole e il gusto della buona cucina sono i puntelli di una realtà che combina i suoi valori".

       L'Agrivillaggio Happy Family, nel comune di Campomarino, raggiungibile facilmente dagli Abruzzi, dal Lazio, dalla Campania e dalla Puglia, è uno dei villaggi meglio attrezzati del centro Sud. Dotato di parco giochi per i più piccoli, campo da tennis, calcetto, green volley, tiro con l'arco, ping-pong, bocce, piscina, discoteca, un moderno anfiteatro e orto biologico.  Da Termoli, la possibilità d'imbarco per le isole Tremiti e la Croazia.
       Il Molise è attraversato dai tratturi, antiche strade utilizzate dalle greggi transumanti che, nel periodo invernale, erano condotte dai pastori in Puglia. Per chi ama le passeggiate a piedi o in sella ai cavalli, i tratturi sono lunghe piste erbose in un paesaggio di montagne, colline e valli intercalate da fiumi e laghi. Nei borghi antichi di Portocannone, Ururi, Campomarino, Montecilfone, non è difficile imbattersi in popolazioni arbereshe, croati e albanesi cattolici perseguitati dai turchi nel 1400 e rifugiatisi in Molise, dove conservano lingua, costumi e tradizioni.

 

mario carillo - napoli-news.net

3 commenti:

  1. Quest’anno sono state assegnate più bandiere blu all’Italia rispetto agli anni passati, ma è vero anche che le spiagge più vicine alle grandi città, solitamente dedicate ai vacanzieri della domenica sono in condizioni pessime. Segnalo questa iniziativa – Corona Save the Beach – volta a riqualificare le spiagge europee danneggiate dall’erosione delle coste o dall’incuria dell’uomo. Visto che gli enti preposti non provvedono mi sembra una buona idea quella di far intervenire i privati, tanto più che sarà il voto degli utenti a decidere quali spiagge salvare.

    RispondiElimina
  2. Ho visto il sito di Corona save the beach che è stato segnalato. nella gallery ho notato che le spiagge messe peggio sono quelle italiane! nel resto d'Europa non c'è questo schifo.
    cmq spero che il progetto vada in porto (io ho votato questa)

    RispondiElimina
  3. Bisognerebbe prendere esempio dalla Corona che grazie ad un concorso è riuscita a far pulire la spiaggia di Capocotta (vicino Roma)
    C'è anche un video e delle foto a testimonianza
    http://www.flickr.com/photos/coronasavethebeach/3748991469/
    http://www.flickr.com/photos/coronasavethebeach/sets/72157621667178431/

    RispondiElimina

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *