Cerca nel sito

mercoledì 29 giugno 2016

Banca Etica sale al 51% del capitale di Etica sgr. Luca Mattiazzi nominato consigliere delegato


 


29 giugno 2016_Banca popolare Etica ha acquisito la maggioranza azionaria della società di gestione del risparmio del Gruppo, Etica sgr, passando dal 46,47% al 51,47% delle azioni.

L'operazione è stata concordata con tutti i soci per consolidare l'appartenenza di Etica Sgr al Gruppo Banca Etica, fino ad oggi possibile grazie a specifici patti para sociali.

Le azioni necessarie a raggiungere il 51,47% sono state acquisite dalla Banca popolare di Milano, che continua ad essere il secondo socio, con il 19,44% del capitale sociale. 

Restano invariate le quote degli altri soci: BpER Banca (10%); Banca popolare di Sondrio (9,87%); Cassa Centrale Banca (9,22%).

"Banca Etica continua nel suo lavoro pionieristico di innovazione del mercato finanziario. Etica SGR è stata una novità assoluta per l'Italia quando è partita, tredici anni fa, introducendo nel nostro paese i fondi di investimento responsabili, che adattano ai mercati borsistici il principio fondante della finanza etica: rendere pienamente consapevoli i risparmiatori sull'uso che si fa del loro denaro. Oggi Etica SGR è leader per i fondi sostenibili in Italia e tra i principali player del mercato europeo. Vogliamo continuare a crescere, ma sempre con una forte attenzione alla coerenza tra mission e operatività. Per questo Banca Etica ha deciso di salire al 51% di Etica SGR: per sancire anche in termini azionari la leadership del progetto, che molto deve agli altri soci BPM, BPER, Popolare di Sondrio e Cassa Centrale, ma che nasce e si caratterizza, e si svilupperà, per l'azione guida del Gruppo Banca Popolare Etica", spiega il direttore generale di Banca Etica, Alessandro Messina.

Il Consiglio di Amministrazione di Etica Sgr ha inoltre nominato Luca Mattiazzi Consigliere Delegato della società

Entrato nel CdA della Sgr nell'aprile 2015, Mattiazzi è già stato Direttore di Etica sgr dal 2002 al 2006, guidando la società durante la fase di start-up e consolidamento. 

Mattiazzi è socio fondatore di Banca Etica, dove lavora dal 2006. Prima di entrare nel Gruppo Banca Etica ha maturato importanti esperienze nel settore finanziario in Italia e all'estero.

Etica Sgr ha chiuso il Bilancio 2015 con un utile netto di 3,4 milioni di euro (+90% rispetto al 2014) e commissioni attive pari a 25 milioni di euro (+83%). 

Anche nel primo trimestre 2016 la società si è confermata leader di mercato nel settore dei fondi etici, con una quota pari al 49% (elaborazione su dati Assogestioni). 

A maggio 2016 il patrimonio in gestione dei fondi Valori Responsabili ha superato i 2,4 miliardi di euro (+16% rispetto a fine 2015), mentre la raccolta netta da inizio anno ha oltrepassato i 316 milioni di euro. 

Il numero di clienti ha raggiunto la soglia dei 139.000, registrando una crescita netta del 20% nei primi cinque mesi dell'anno.


Banca Etica è la prima e tutt'ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, opera su tutto il territorio nazionale attraverso una rete di filiali, banchieri ambulanti e grazie ai servizi di home e mobile banking. 

Banca Etica raccoglie il risparmio di organizzazioni e cittadini responsabili e lo utilizza interamente per finanziare progetti finalizzati al benessere collettivo. 

Dalla nascita nel 1999 a oggi Banca Etica ha erogato finanziamenti per circa 30 milioni a favore di oltre 25 mila iniziative di organizzazioni, famiglie e imprese nei settori della cooperazione sociale, cooperazione internazionale, cultura e qualità della vita, tutela dell'ambiente, diritto alla casa, legalità. 

Nel 2014 Banca Etica ha aperto la sua prima filiale all'estero, a Bilbao in Spagna.  




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI