Cerca nel sito

sabato 25 giugno 2016

BREXIT: GRANDE OPPORTUNITÀ PER CHI FA TRADING SUL FOREX, GUADAGNI FINO AL 200%

"Mercati volatili, ma le conseguenze saranno più psicologiche che economiche. Nuove opportunità immobiliari a Londra anche per gli italiani", dichiara il financial coach Alfio Bardolla

 

Milano, 24 giugno 2016 - "Chi fa trading di professione oggi si è ritrovato molto più ricco", è il commento a caldo di Alfio Bardolla, Financial Coach, imprenditore e fondatore della prima scuola indipendente di finanza personale, la Alfio Bardolla Training Group, che dal 2006 a oggi ha formato circa 25.000 persone. 

"La Brexit è un'opportunità unica per i trader: chi fa Forex ha visto una cosa che può accadere una volta ogni 5 anni, come fu per il cambio del franco svizzero – prosegue, e aggiunge -  Se è una grande notizia per tutti i trader sul Forex, lo è sicuramente un po' meno per i cassettisti che hanno visto i mercati aprire pesantemente al ribasso".

Che cosa cambierà? Nella sostanza poco, sostiene Bardolla, che dal 2015 opera anche sul mercato inglese con una filiale di ABTG proprio a Londra. 

"Per quanto se ne dica, l'Inghilterra non è mai realmente entrata nell'UE: non ha aderito a Schengen, nessuna libera circolazione delle persone, non ha mai cambiato il sistema metrico decimale, ma soprattutto continua ad avere il Pound e la Banca di Inghilterra. Questo però apre la strada a tutta una serie di scenari: di instabilità interne perché chiaramente molti investitori sospenderanno gli investimenti per un po'. I prezzi  degli immobili cominceranno a diventare più interessanti anche per gli italiani perché con questo crollo del Pound chi è in area euro potrà comprare un po' meglio in Inghilterra, soprattutto a Londra, dove le cifre sono molto pesanti".

Bardolla prosegue poi analizzando eventuali conseguenze per l'Italia: "Grandi conseguenze per l'Italia non ce ne saranno, per gli inglesi sicuramente saranno maggiori. Per quanto riguarda il commercio, gli inglesi si dovranno adeguare alle normative europee per arrivare in Europa. Londra in particolare avrà scarsi problemi, tranne un po' di shock immobiliare che durerà qualche mese e che inciderà molto sulle performance di questo semestre poiché parte delle operazioni immobiliari vengono fatte con i bonus che i manager ricevono ogni 6 mesi, quindi presumo che questo crollo pesante taglierà un sacco di bonus a parecchi manager. L'immobiliare inglese avrà ripercussioni almeno fino al prossimo bonus. Per gli italiani costerà meno mandare i figli in vacanza là, mentre chi partirà per andare a lavorare, guadagnerà un po' meno".

Il rischio concreto, sottolinea Bardolla, è quello di un movimento pro uscita: "Cambierà il principio che l'Unione Europea non è inviolabile, e questo metterà più pressione sui governanti. Gli irlandesi vorranno la secessione e la Francia probabilmente comincerà a spingere per uscire dall'UE" .

E in Borsa? "Per le economie degli altri Paesi, una volta sistemata la volatilità sui mercati che durerà ancora qualche giorno, nella sostanza non cambierà niente. Sicuramente i Bond cominceranno a crollare di prezzo e i tassi di interesse a salire, soprattutto per quei bond delle aree periferiche d'Europa che hanno più problemi come Spagna e Grecia. Anche l'Italia si apprezzerà rispetto al Bund. Costi in più per i Paesi che sono già in difficoltà per sostenere il debito nazionale", conclude Bardolla.




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI