Cerca nel sito

mercoledì 29 giugno 2016

Brexit: moltissime opportunita' interessanti, e buone ragioni per essere pazienti

Paul Casson: moltissime opportunita' interessanti, e buone ragioni per essere pazienti

 

Senza dubbio ci saranno molte novita' nelle prossime settimane. Nel frattempo cerchiamo di interpretare cio' che sappiamo, prevedere cosa accadra' e ricerchiamo le inevitabili e imprevedibili conseguenze. Quello che diro' di seguito avra' dunque una evoluzione in futuro.

 

Prima di tutto, lo shock. Sapevamo che si trattava di una possibilita' ma, certamente, i mercati finanziari e gli scommettitori si erano schierati dalla parte del "Remain". Per questo motivo, parte dei movimenti dei mercati rappresentano un naturale unwinding di quella posizione, in particolare il mercato delle valute dove la sterlina si era rafforzata.

 

Gli shocks dei mercati non sono una novita'. I mercati finanziari reagiscono velocemente e scontano il rischio e la paura. A volte vanno anche troppo oltre. Questa volta e' improbabile che andra' diversamente e, nei prossimi giorni, molti titoli e settori cadranno sotto il valore equo. Tocca a noi sfruttare la situazione al massimo delle nostre potenzialita'. Il panorama short term sara' sicuramente sgradevole. Febbraio 2009 fu esattamente cosi' ma porto' grandi opportunita'. L'Estate del 2011 presento' lo stesso scenario. Noi tutti sappiamo cosa accadde poi.

 

Alcune posizioni short verranno chiuse, guadagnando consistenti profitti.  Aggiungeremo delle posizioni long alla ricerca di nuove opportunita' per gettare le basi di profitti futuri. Nel fare questo abbiamo campo libero. L'esposizione lorda del fondo e' sotto il 100% e questo significa che, in teoria, possiamo raddoppiare il capitale allocato nelle migliori idee che troviamo. In un momento di stress il peggior sentiment sarebbe quello di una impossibilita' di trarre vantaggio dalle opportunita' che si presentano perche' non c'e' il capitale disponibile per farlo. Questa NON e' la posizione del nostro fondo: abbiamo un sacco di "cartucce" da "sparare" nelle prossime settimane.

 

Ed ora alcune osservazioni. Un aumento dei tassi di interesse in Europa e' una prospettiva ancora distante. Questo scenario e' molto negativo per le banche. La pazienza degli investitori sara' poca con le aziende poco robuste, dandoci la possibilita' di capitalizzare sullo short.  La ripresa dei titoli di energia e materie prime, che abbiamo riscontrato fino ad ora nel 2016, ha continuato durante il sell off dello scorso venerdi'. Questi sono i settori nei quali gli investitori hanno scelto la sottoponderazione. Che questi possono sovraperformare in momenti come questi ne e' testimone la ripresa che e' in atto. Inoltre questi settori guadagnano in dollari, un altro punto a favore in questo momento. Noi intendiamo rimanere long e continuare a comprare. Ryair continuera' a "portare" le masse al sole e nelle citta'. Ci sono un sacco di opportunita' attraenti nel mercato cosi' come buone ragioni per essere pazienti. Il fondo generera' capitale un passo alla volta per trarre profitto, ma non prematuramente o in una volta sola.

 

Intanto la politica torna alla ribalta. La Spagna ha avuto le elezioni domenica scorsa e l'Italia ha un referendum in Ottobre. Germania e Francia affronteranno le elezioni nel 2017. In questi ultimi giorni la politica ha avuto raramente un effetto positivo sui mercati, ma non appena si calmeranno le acque, il premio per il rischio azionario cade e i fondamentali dei titoli ritornano di nuovo alla ribalta. Questo scenario si e' ripetuto piu' volte e solleva nuovi dubbi, dubbi che svaniscono non appena la paura si allontana. L'Europa non e' perfetta, ma i mercati volatili sono la fonte delle nostre opportunita', non una causa per arrendersi e "andare a casa".

 

Paul Casson Pan-European Absolute Return




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI