Cerca nel sito

giovedì 30 giugno 2016

Il baratto moderno arriva negli autodromi. Il Gruppo Peroni Race entra in iBarter

L'unico player privato italiano nel settore delle competizioni automobilistiche si apre al circuito di scambio. «Un'opportunità per ampliare la nostra rete»

Il baratto arriva in pista. Il Gruppo Peroni Race (www.gruppoperonirace.it), l'unico organizzatore privato nel settore delle competizioni automobilistiche in Italia, è entrato a far parte del circuito di scambio iBarter portando così il baratto moderno negli autodromi.

iBarter, primo circuito italiano per lo scambio multilaterale online, amplia così la propria offerta inserendo un player di primissimo livello che opera nel settore da quasi quarant'anni. «La scelta è stata determinata dalle opportunità che il meccanismo dello scambio offre», precisa Sergio Peroni presidente del Gruppo Peroni Race.

«La passione per le auto e la velocità è una passione trasversale. Chi partecipa ai nostri campionati, che spaziano dalle monoposto alle vettura Gran Turismo passando per le Sport e le Turismo, sono di norma professionisti e imprenditori che coltivano questa passione e cercano di metterla a frutto con una propria scuderia o mettendosi direttamente al volante».

Il Gruppo Peroni Race organizza ogni anno direttamente 15 weekend agonistici su tutti i principali circuiti nazionali. L'offerta è ampliata dal "bouquet 2016" che prevede dieci campionati organizzati dal Gruppo direttamente e sei ospitati all'interno delle proprie manifestazioni. La collaborazione con importanti case automobilistiche come Renault, Lotus, Alfa Romeo, Porsche e Ferrari è una garanzia della professionalità che viene messa in campo.

«Con la nostra adesione ad iBarter - aggiunge Peroni - abbiamo lanciato delle nuove iniziative per avvicinare nuovi appassionati al mondo del motor sport. Iniziative rivolte sia ai privati che vogliono cimentarsi con la propria auto o con vetture di scuderie e driving academy, sia soprattutto alle aziende  che hanno così l'opportunità di creare eventi per clienti e dipendenti unendo l'utile al dilettevole. Non si tratta solamente di mettersi alla prova con un vero circuito automobilistico, ma di poter muoversi in un ambiente dotato di tutti gli standard di sicurezza imposti dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo, nel rispetto delle necessarie norme di sicurezza. Grazie al network di scambio, abbiamo individuato una società alla quale abbiamo affidato la realizzazione del nuovo sito web pagandolo in crediti».

Il sistema del baratto moderno si basa infatti sull'utilizzo dei crediti, ovvero una moneta complementare attraverso la quale sono regolamentati gli scambi.

«Le imprese e i professionisti propongono i loro beni/strumenti e vanno alla ricerca dei servizi e prodotti di cui necessitano. Gli scambi, che non avvengono in modo contestuale, sono regolamentati dalla moneta complementare iBcredit, equiparata in valore all'euro», spiega Massimo Cirio, cofondatore del circuito iBarter. Questo meccanismo non solamente evita di fare ricorso al credito bancario e alla liquidità aziendale, «ma soprattutto si creare una rete di contatti tra imprese».

Precisa Cirio: «Queste si ritrovano su un'unica piattaforma che ha il preciso scopo di creare un network internazionale dedicato allo scambio, permettendo così di diventare fornitori di nuove imprese e di trovare nuovi clienti. Non certo ultimo: la rete stessa funge da canale complementare di marketing promuovendo le iniziative delle aziende scritte».

iBarter – prima piattaforma italiana per il baratto multilaterale online, iBarter nasce dall'intuizione di un gruppo di manager e professionisti nel 2010 per diventare operativa l'anno successivo.
Il portale promuove lo scambio di beni e servizi per imprese e privati attraverso la moneta complementare dell'iBcredits sopperendo la richiesta di liquidità delle aziende e creando una rete di interscambio che favorisce l'acquisizione di nuovi clienti e l'aumento del fatturato. www.ibarter.com



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI