Cerca nel sito

lunedì 19 settembre 2016

IPHONE 7: OTTIMO NUOTATORE, PESSIMO CASCATORE

Resi noti gli esiti dei test di rottura eseguiti in laboratorio: la resistenza all'acqua funziona, ma se l'iPhone scivola di mano…


Milano, 19 settembre 2016 –  Sistemati brillantemente i problemi legati all'infiltrazione dell'acqua, i costruttori di smartphone dovranno ora concentrare la loro attenzione sulla causa prima di danni accidentali: la fragilità e la rottura dello schermo. 

E' quanto emerge dai consueti test di resistenza condotti in laboratorio da SquareTrade® sul nuovo iPhone 7 e sul suo concorrente Samsung Galaxy Note 7.
La protezione dall'acqua è un dato ormai acquisito. Immersi in un metro d'acqua per trenta minuti, iPhone e Note 7 hanno mantenuto fede alle dichiarazioni dei loro costruttori uscendone funzionanti, seppure con qualche difetto all'audio.

Per misurare la resistenza a tutti gli altri pericoli cui i nostri smartphones sono esposti quotidianamente, Squaretrade ha utilizzato strumenti sofisticati per far cadere, rotolare e piegare i dispositivi.

iPhone più solido senza il Jack audio? No. La rinuncia all'entrata per le cuffie audio non ha reso i nuovi iPhone 7 e 7 Plus più solidi. 


Sottoposti al test di flessibilità, i due nuovi modelli di casa Apple hanno eguagliato i risultati ottenuti dai loro predecessori di sesta generazione, piegandosi sotto il peso di 77 Kg (iPhone 7) e di 81,6 Kg (iPhone 7 Plus). 
In pari condizioni e sotto lo stesso peso, però, il Samsung Note 7 si è anche danneggiato risultando inutilizzabile.
Marciapiede Killer. E' però ancora la caduta accidentale l'evento che determina i danni più ingenti. 


In questo senso anche gli smartphone più avanzati restano tuttora  estremamente vulnerabili.
Simulando con uno strumento di precisione la caduta sul cemento tipica di un marciapiede, iPhone 7, 7 Plus e Galaxy Note 7 hanno riportato gravi danni allo schermo già dal primo impatto. 

Alla seconda caduta, l'iPhone 7 non si è più riacceso.
Alla terza caduta, lo schermo del 7 Plus si è danneggiato irreversibilmente. 

Dopo tre cadute sugli angoli, lo schermo dell' iPhone 7 si è fessurato e rotto sul lato, quello del 7 Plus si e' ridotto in frantumi. 
Il Samsung Galaxy Note 7 presentava il vetro posteriore frantumato.
"Gli iPhone di settima generazione sono gli unici ad eguagliare le prestazioni di resistenza all'acqua dei Samsung", ha detto Steve Abernethy, Direttore Esecutivo di Square Trade. 


"Dopo averli sottoposti ai test e' evidente che gli iPhone 7 e 7 Plus non si lasciano intimidire da una nuotatina". 

Tuttavia le cadute sul marciapiede restano un problema insoluto. La rottura dello schermo continua ad essere la principale causa di danni permanenti negli smartphone ed entrambe, Apple e Samsung, hanno ancora molto lavoro davanti a se'.".




A PROPOSITO DI SQUARETRADE
SquareTrade® è il sistema di assicurazione e protezione dell'acquisto che vanta più di venti milioni di clienti da cui è apprezzato per il servizio rapido e realmente efficace. SquareTrade® protegge i dispositivi mobili, computer portatili, tablet ed altri prodotti di elettronica di consumo da tutti i casi di malfunzionamento, guasto e danno accidentale.

Differenziandosi dalle assicurazioni di tipo tradizionale, SquareTrade® è un servizio in linea con le aspettative del consumatore di oggi che si serve di tecnologie innovative per azzerare fastidi e perdite di tempo nella gestione delle pratiche di gestione dei sinistri.

SquareTrade® nel corso degli anni si è aggiudicata numerosi riconoscimenti per la qualità del suo lavoro, e si è guadagnata ottimi riscontri grazie al suo servizio di assistenza clienti di prim'ordine.


SquareTrade® annovera tra i suoi investitori i fondi di investimento di rilievo internazionale Bain Capital e Bain Capital Ventures.
SquareTrade® ha sede a San Francisco e Londra. 


Per ulteriori informazioni: www.squaretrade.it



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI