Cerca nel sito

giovedì 30 aprile 2009

Overbooking aerea. I diritti del passeggero

Overbooking aerea. I diritti del passeggero


"Spiacente non abbiamo posti". E' la ferale notizia che un passeggero, munito di regolare biglietto e prenotazione confermata, in questo lungo fine settimana, puo' sentirsi dire in uno degli aeroporti italiani o dell'Unione europea. Si chiamo overbooking (sovraprenotazione) ed e' un sistema che praticamente tutte le compagnie aeree adottano: vendono cioe' piu' biglietti di quanti siano i posti a disposizione. Saltano viaggio e nervi, percio' abbiamo voluto elencare le opzioni alle quali ha diritto il malcapitato turista (1).

In caso di overbooking la compagnia aerea deve offrire al passeggero una delle seguenti scelte:
* il rimborso del prezzo del biglietto entro 7 giorni in denaro o con buoni di viaggio e/o altri servizi;
* il primo volo possibile fino a destinazione;
* un volo in data successiva, a scelta del passeggero.

In aggiunta la compagnia aerea deve pagare un risarcimento in contanti pari a:
* 250 euro per i voli fino a 1.500 km;
* 400 euro per i voli interni alla Ue oltre 1.500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;
* 600 euro per i voli che non rientrano nei punti precedenti.

La compagnia aerea deve inoltre offrire gratuitamente:
* due telefonate o fax, telex o e-mail;
* pasti o rinfreschi;
* il pernottamento in albergo.

Il passeggero ha diritto alla differenza di prezzo se viaggia in una classe inferiore a quella prenotata. Il passeggero non e' tenuto a chiedere i risarcimenti e i servizi elencati perche' devono essere erogati  dalla compagnia aerea che deve informare i passeggeri dei loro diritti.

Primo Mastrantoni, segretario dell'Aduc

(1) Per approfondimenti si veda:
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/schedapratica/sche_mostra.php?Scheda=79897

FACOLTA' DI AGRARIA A BOLOGNA: NASCE LA CENTRALE SOLARE 'SOLIDALE' PER 'ACCENDERE' LA RICERCA E PORTARE L'ENERGIA RINNOVABILE NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO

FACOLTA' DI AGRARIA A BOLOGNA: NASCE LA CENTRALE SOLARE 'SOLIDALE'

PER 'ACCENDERE' LA RICERCA E PORTARE L'ENERGIA RINNOVABILE

NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO

 

Il risparmio in bolletta finanzierà due assegni di ricerca annuali. L'impianto fotovoltaico è capofila del  progetto di solidarietà FREE  che incentiva fonti energetiche rinnovabili nei paesi in via di sviluppo, promosso dall'associazione Luce&Vitaenergia

e patrocinato dal WWF. 

 

    Sarà il primo impianto solare per l'Università di Bologna quello che verrà installato sui tetti della facoltà di Agraria: la nuova centrale solare della potenza di 150kWp consentirà di  far risparmiare circa 180.000 kWh all'anno di energia elettrica evitando l'emissione di 110 tonnellate di anidride carbonica. Inoltre, il risparmio nella quota di consumi di energia elettrica verrà reinvestito in ricerca: i circa 40.000 euro in meno nella bolletta dell'Ateneo consentiranno, infatti, di finanziare due assegni di ricerca annuali dimostrando come una fonte di energia rinnovabile gratis e democraticamente distribuita possa illuminare la ricerca scientifica.

 

    Con la realizzazione di questo impianto l'Ateneo di Bologna vuole dare un primo contributo alla produzione di energia ecocompatibile e impegnarsi nella lotta ai cambiamenti climatici e l'uso consapevole delle risorse. L'impianto sarà inoltre capofila di una rete virtuale di impianti fotovoltaici per la solidarietà tra i popoli ovvero di impianti in cui ognuno avrà la possibilità di 'adottare' un quadretto di silicio attraverso una piccola donazione economica (maggiori informazioni nel sito: www.luceevitaenergia.it). In questo modo l'impianto diventerà una grande tavola che accoglierà tutti coloro che vogliono partecipare al progetto di solidarietà: il ricavato della vendita dell'energia sarà destinato a sostenere progetti di pianificazione energetica in quei Paesi da cui oggi stiamo sottraendo le fonti energetiche impedendo ed ostacolandone la crescita e la possibilità di garantirsi un futuro migliore. L'energia per la prima volta può diventare solidarietà diretta, utilizzando il Sole come fonte di energia democraticamente distribuita, nel tentativo di alleviare quella trappola energetica che lega il fornitore al consumatore.

     E' questo lo spirito del progetto FREE (Fotovoltaico per la Ricerca Eco ed Equo solidale) promosso 3 anni fa dall'associazione Luce&Vitaenergia in cui l'idea, nata dal Prof. Leonardo Setti del Dipartimento di Chimica Industriale e dei Materiali dell'Università di Bologna, è quella di permettere a tutti, attraverso un piccolo sforzo economico, di contribuire sia a cambiare il perverso sistema che lega i Paesi produttori a quelli consumatori sia a proteggere l'ambiente minacciato dal riscaldamento globale.

    "Stiamo cercando di mettere in atto – ha dichiarato il Preside della Facoltà di Agraria, prof. Andrea Segrè - una politica energetica che porti al contenimento dei costi energetici ma che ha, al contempo, anche rilevanti aspetti etici. Il mio obiettivo è che la nostra Università diventi sostenibile dal punto di vista ambientale, sfruttando le competenze che abbiamo al nostro interno, utilizzando gli incentivi dello Stato e accedendo alle opportunità offerte dalle nuove regole del mercato dell'energia. Abbiamo messo la questione energetica e la diminuzione dell'impatto ambientale al centro del nostro programma di lavoro".

L'idea progettuale è stata valutata positivamente dal WWF Italia che ha deciso di concedere il patrocinio proprio per dimostrare  come l'energia possa essere parte delle iniziative di solidarietà, sulle quali l'Associazione opera con propri progetti in diversi Paesi, compresi tutti gli aspetti educativi e di sensibilizzazione.

 

    Il progetto prevede inoltre una giornata simbolica per l'accensione annuale degli impianti del network e durante la quale realizzare incontri, convegni, meeting,  in tutte le strutture ospitanti gli impianti in cui l'energia, l'ambiente e l'etica possano trovare un luogo comune di ascolto.

 

Roma, 30 aprile 2009

 

Ufficio stampa WWF Italia – tel. 06-84497.377 – 213 – 265 – 463

Responsabile Progetto: Prof. Leonardo Setti – tel. 051 2093672 email: leonardo.setti@unibo.it (per contatti con i media)

 

Il sito della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna : http://www.agraria.unibo.it/Agraria/default.htm



Tele2 e promozioni

TELE2 è l'operatore telefonico alternativo numero uno in Europa, con oltre 28 milioni di abbonati.

Le ragioni di questo successo? Semplicità e convenienza: con TELE2 è facile dare un bel taglio alla bolletta telefonica di casa, per tutti i tipi di telefonate: urbane, interurbane, verso cellulari, internazionali e soprattutto per internet.

TELE2 offre la sicurezza di un grande operatore e la tranquillità di tariffe bassissime per le tue telefonate. Per questo TELE2 non teme di mettere le sue tariffe a confronto di quelle degli altri operatori.

La società si rivolge principalmente alla clientela residenziale e si propone come obiettivo principale di mantenere e rafforzare la price leadership, offrendo le tariffe internet e voce più convenienti possibili sul mercato e garantendo un'elevata qualità del servizio.

TELE2 fonda la propria filosofia su tre valori chiave, convenienza, semplicità e trasparenza, scelti come principi guida sin dalla sua nascita.

Promozioni in corso

Inoltre ti ha riservato una sensationale promozione Tele2.

Tutti gli utenti che attivano online i prodotti TUTTO COMPRESO e TUTTO TELE2 avranno il 60% di sconto fino al 2010 !! Guarda Tele2 nuove promozioni di maggio

Approfitta subito di questa fantastica offerta!

Ti ricordiamo che l'offerta è valida solo per i nuovi clienti.

Sconto immediato del 60% su tutte le offerte per il telefono e l’ADSL.

I piani attivabili sono: Tele2 Tutto Compreso, Tutto Tele2, Tele2 Senza Pensieri, Tele2 Mini.

L’offerta è valida fino al 14/5.

Promo Tratta da promozioni gratis dal web

“Notte delle streghe” in Alto Adige

Streghe e luoghi mistici affascinano da sempre – oggi questi luoghi sono mete “culturali” e “gastronomiche”…

L’ultima strega del Tirolo, la sfortunata “Pachler Zottl” della Val Sarentino è stata bruciata viva nel 1450, dopo un lungo e per la strega doloroso processo, tenutosi nel Castello di Reinegg sopra l’abitato di Sarentino. Di quel processo alcuni decenni fa furono ritrovati tutti gli incartamenti. Una storia tragica, quella di Barbara Pachler, contadina povera di una piccolissima frazione di Sarentino, chiamata Windlahn.

La notte delle streghe
E’ toccato a Santa Valburga o Valpurga, badessa anglosassone del 7° secolo, a diventare la “madrina” di questa notte speciale, suo malgrado. L’origine della notte delle streghe risale ai Celti. La notte tra il 30 aprile e il 1° maggio segnava l’inizio della bella stagione, la fine delle giornate tenebre. Durante la notte, una specie di capodanno, era un susseguirsi di danze e festeggiamenti quasi orgiastici. Il 1° maggio era poi dedicato alla festa di Beltane. La notte era dedicata inoltre alla dea della fertilità. Con la cristianizzazione la notte del 30 aprile divenne invece la notte delle streghe e degli stregoni. Solo grazie all’intercessione di Santa Valburga, la cui festa era fissata proprio il 30 aprile, si potevano espiare tutte le colpe e i peccati. Addirittura si diceva, che dove erano sepolte le ossa della santa, sgorgava un olio miracoloso che proteggeva dalle stregonerie.

Luoghi mistici, fiabe e castelli “incantati”
Le streghe frequentavano, o forse frequentano tuttora, luoghi particolari per le loro feste.


I luoghi delle streghe
Il luogo “cult” delle streghe altoatesine è l’Alpe di Siusi, l’altipiano più esteso d’Europa. Riti propiziatori pagani si svolgevano qui già in tempi preistorici. L’ampiezza dell’altipiano, la natura maestosa incutevano terrore e paura, e gli spiriti della natura dovevano essere invocati per avere raccolti buoni e poche tempeste. Questi riti, dopo la cristianizzazione, vennero considerati diabolici, così come diabolici erano i luoghi di culto. Due sono ancora oggi i luoghi mistici nei dintorni dell’Alpe di Siusi, dove le streghe sono protagoniste. Le sedie o “Hexenstühle” e le panche o “Hexenbänke” sono formazioni rocciose, dove secondo la credenza popolare proprio la notte di Valburga tutte si riunivano. Oggi entrambi i luoghi si raggiungono facilmente lungo passeggiate suggestive.
Uno dei punti d’accusa della sfortunata Pachler Zottl erano i suoi presunti frequenti “viaggi in scopa” agli omini di pietra, i “Stoanerne Mandln”, sopra Sarentino per incontrare altre streghe e stregoni. I cosiddetti “omini di pietra” sono delle colonne di pietre piatte accatastate su un’altipiano a 2003 m s.l.m.. Si presume che gli “omini di pietra” non furono eretti come elementi di orientamento, ma molto più probabilmente come luogo di culto precristiano, dei dolmen preistorici.
Vicino a Terento nella zona del Plan de Corones si trova un segno tangibile, secondo la credenza locale, del passaggio delle streghe, cioè la pietra delle streghe. Si tratta di una pietra a coppelle, come ne esistono molte in tutto l’Alto Adige. L’origine di queste coppelle è avvolta dal mistero. A Terento invece si racconta che le streghe avrebbero danzato col diavolo lasciandovi le impronte dei loro piedi.
A San Michele/Appiano lungo la Strada del Vino è stato invece il diavolo a crearsi un posto, sempre accompagnato dalle streghe. “La sedia del diavolo” è una lastra porfirica di colore rosa. Questa colorazione, secondo la leggenda, è dovuta al sangue di una fanciulla, rapita dal demone e fatta morire in quel punto. Dopo lo scempio il diavolo si è seduto sulla roccia, formando una strana poltrona.
In Val Venosta, e precisamente a Lasa, un’altra testimonianza del passaggio del demonio. “La pietra del diavolo”. Un tempo presso in un maso viveva una domestica di facili costumi che conduceva una vita allegra e spensierata. Una notte, durante la quale aveva ecceduto, il diavolo la prese e la portò in alto sopra le rocce, la spinse con violenza nella pietra e andò con lei all’inferno. Di quest’atto infernale è rimasta l’impronta della zampa del diavolo sulla roccia.
Informazioni sui luoghi mistici dell’Alto Adige: www.suedtirol.info/luoghimistici

I castelli delle streghe
L’Alto Adige è la terra dei castelli. Più di 700 sono i siti storici censiti, dove si trovano castelli, residenze nobiliari, fortificazioni. Alcuni castelli erano anche sede dei tribunali e così nell’epoca buia vi si svolgevano i “processi delle streghe”. Vittima illustre fu la sarentinese Pachler Zottl, processata all’interno delle mura di Castel Reinegg sopra Sarentino.
Altri castelli, dove per certo si sa che furono tenuti dei processi sono Castel Presule/Prösels a Fié sull’Altipiano dello Sciliar e a Castel Rodenegg a Rodengo in Valle Isarco.
Informazioni sui castelli dell’Alto Adige: www.suedtirol.info/castelli

Le leggende
In ogni zona dell’Alto Adige una volta “imperversavano” le streghe. Dalla Val Venosta alle Dolomiti si raccontano un’infinità di leggende.
Sul Salto, l’altipiano tra San Genesio e Avelengo, cioè l’”attico” tra Bolzano e Merano, c’era lo “stregone Manz”. Si racconta che Manz era talvolta cattivo, ma altre volte dava anche una mano ai contadini. Così ad esempio d’estate spesso aiutava durante la fienagione. E da buono stregone riusciva a tagliare benissimo l’erba, ma tagliava anche alberi e addirittura interi sassi. Quando però suonavano le campane della chiesetta di San Giovanni, buttava via la falce e spariva, perché, come raccontava sempre, doveva andare da un “importante Signore” a Innsbruck. Questi viaggi avvenivano con una carrozza che “volava” sopra i dirupi del Monte Ivigna, gridando a tutti “spostatevi, che ho fretta!”.
Informazioni sulle leggende dell’Alto Adige: www.suedtirol.info/leggende

Erbe, orti e giardini
Le “Streghe” a Castel Trauttmansdorff
Piante velenose e magiche sono state raccolte nel piccolo e nuovo “Giardino delle streghe”. Seguendo la credenza popolare, che le streghe conoscevano i segreti delle piante medicinali e di quelle velenose, queste erbe e piante sono state piantate in questo particolare giardino che può essere visitato solo con un’esperta guida.

Orti ed erbe
La storia degli orti dell’Alto Adige/Südtirol ha radici molto lontane. Nel Medioevo, e in particolare con la nascita dei monasteri, si sviluppa il concetto di orto e giardino.
Oggi gli orti e i giardini sono stati riscoperti e rappresentano una componente specifica del paesaggio culturale, creato con un lavoro faticoso e costante attraverso la storia. L’orto altoatesino si trova nelle immediate vicinanze dei masi, perché serve ad approvvigionare la famiglia di verdure, erbe aromatiche, fiori. Un recinto, spesso in legno intrecciato, separa l’orto non solo dal resto dei campi, ma tiene lontano anche gli animali da cortile. La più antica forma di recinto a palizzata altoatesino può essere ammirata nel chiostro del duomo di Bressanone. L’affresco dell’Orto degli Ulivi mostra infatti una serie di pali conficcati nel terreno fittamente intrecciati con rami o verghe. Al suo interno l’orto è sempre diviso in aiuole rettangolari fra cui corrono dei viottoli. Le verdure che non mancano mai in un orto altoatesino sono molte, tra queste cavoli e rape, insalata, spinaci, aglio e cipolla, pomodori, zucche, fagioli, fave e piselli. Oltre alle verdure, in ogni orto crescono, piante ornamentali e importanti erbe aromatiche, spesso con potere medicamentoso. L’orto è sempre stato il regno della padrona di casa, il suo orgoglio, nonché la presentazione del maso. Esso rispecchia la personalità di chi abita la casa che, nella cura dell’orto, esprime le proprie qualità. Gli orti altoatesini sono quindi semplici nella forma e modesti nella struttura, ma nulla manca ad essi in quanto a fascino e poesia.

Erbe, fiori e piante sono al centro dell’attività di Martha Mulser del “Pflegerhof” di Siusi e per Franz Niederkofler del “Bergila” di Falzes. Entrambi hanno fatto della loro passione una professione.
Martha Mulser gestisce l’agriturismo di famiglia e da oltre 20 anni coltiva biologicamente erbe e piante per produrre tisane, creme, oli e sciroppi. Il Pflegerhof può essere visitato. (http://www.pflegerhof.com/)
Franz Niederkofler coltiva le erbe in modo biologico e le raccoglie seguendo le fasi lunari. Le erbe vengono poi essiccate e lavorate per tisane e creme, ma come aromi per cibi (particolarmente buono il sale aromatizzato). Oltre all’orto, al Bergila c’è anche una distilleria di pino mugo e un piccolo museo di famiglia. (http://www.bergila.com/)

Servizio di sostegno psicosociale gratuito rivolto a chi ha perso o sta per perdere il lavoro: PRIMOMAGGIO:

L'ASSOCIAZIONE RIVIVERE

nell'ambito del PROGETTO RIVIVERE

istituisce

 PRIMOMAGGIO
servizio di sostegno psicosociale gratuito rivolto a chi ha perso o sta per perdere il lavoro

 

Comunicato Stampa:1

L'Associazione Rivivere, attiva nell' aiuto gratuito a persone e famiglie che subiscono traumi, grazie al sostegno della Fondazione Isabella Seragnoli, avverte la responsabilità, in una congiuntura difficile come quella che stiamo attraversando, di mettere a disposizione di coloro che perdono il lavoro o lo stanno per perdere le competenze e l'esperienza acquisite nell'ambito del Progetto Rivivere.

 

Nel contesto sociale occidentale, caratterizzato da un prevalere dell' individualismo e da fenomeni di disgregazione sociale, le problematiche psicologiche che sorgono quando si sta per perdere il lavoro o dopo che si è perso sono molto serie. Tra queste emergono: insicurezza grave rispetto al futuro, perdita di autostima, senso di fallimento, senso di isolamento, senso di colpa nei confronti dei familiari  soprattutto dei figli, rabbia patologica verso i "capri espiatori", riattivazione o aggravamento di situazioni di crisi o problemi psicologici precedenti, disperazione e stati di depressione, fino ad arrivare in alcuni casi ad epiloghi tragici, come la cronaca informa.

 

Come recentemente hanno riconosciuto alcune associazioni sindacali, la forzata cassa integrazione porta al lavoratore un "danno biologico" risarcibile con un indennizzo economico, poiché il danno subito lede gravemente la sfera personale. Il servizio Primomaggio, come gli altri già attivati nell'ambito del progetto RIVIVERE, sostegno psicosociale per affrontare  il lutto,  la morte e la perdita, nasce dall'attenta analisi della crisi attuale, caratterizzata da una grave insicurezza sul futuro. Le risposte a questa situazione pertanto non possono essere solo di natura economica, ma devono anche tener conto delle problematiche psicosociali che colpiscono ciascun membro della Società, sia come singolo, sia come appartenente ad una comunità.

Da ciò deriva l'urgenza di un sostegno mirato e professionale che supporti quanti vivono in prima persona la difficile congiuntura economica e la conseguente precarietà lavorativa. L'obiettivo dovrebbe essere fornire ai soggetti colpiti dalla crisi gli strumenti psicologici necessari per uscirne il più possibile integri sia come persone sia come esseri umani.

In questa prospettiva lo staff  di psicologi dell'Associazione Rivivere metterà gratuitamente a disposizione dei lavoratori che ne avranno bisogno le competenze acquisite, come misura concreta di solidarietà umana. Si tenta così di attuare concretamente uno dei principi portanti della letteratura sull'aiuto nelle situazioni di crisi, secondo cui il supporto è tanto più efficace quanto più  è globale e multifattoriale (economico, personale, solidale).

 

A partire dalla significativa data del prossimo 1° Maggio (da cui il Servizio prende il nome) verrà dunque inaugurato il nuovo servizio gratuito per i lavoratori, di cui si potrà usufruire sia individualmente sia partecipando a gruppi di mutuo aiuto. Questa operazione sarà realizzata in collaborazione con i sindacati dei lavoratori, le associazioni dei datori di lavoro, la Caritas, le associazioni governative e non governative che si occupano anche di lavoratori stranieri e tutte le istituzioni pubbliche e private presenti sul territorio.

 

L'ideatore del progetto è il Prof. Francesco Campione, docente dell'Università di Bologna (Dipartimento di Psicologia – Servizio di aiuto psicologico per le situazioni di crisi), coordinatore del Progetto Rivivere e pioniere in Italia degli studi sulla morte e sull'assistenza nelle situazioni di crisi, di separazione e di lutto. Insieme alla sua équipe svolge quotidianamente un importante lavoro di assistenza psicologica gratuita, facendosi portavoce della necessità di quella solidarietà sociale a cui  anche il Servizio Primomaggio risponde.

 

UN'IDEA DI: Prof. Francesco Campione

 

ORGANIZZAZIONE: Equipe del Progetto Rivivere

 

INFO PER IL PUBBLICO: Telefono 051.552314-338/6071342 –

email: progettorivivere@libero.it 

 

UFFICIO STAMPA:          Culturalia di Norma Waltmann

Tel: +39-051-6569105, +39-392-2527126

www.culturaliart.com info@culturaliart.com

 

Dal sito www.culturaliart.com è possibile scaricare le immagini in alta risoluzione e la cartella stampa completa

 

Marche Viaggiare, organizza la tua vacanza nelle Marche

turismo nelle MarcheMarche Viaggiare è un consorzio di operatori del turismo nelle Marche.
L’idea è di offrire una pluralità di proposte di soggiorno al viaggiatore “attento”.
Un unico centro di prenotazione, per organizzare una vacanza in una terra “gentile”, ricca di opportunità, servizi e strutture ricettive.
Mare, monti, città d’arte, con soggiorno in hotel, agriturismo o villaggio turistico per tutto l’anno.
Basta una telefonata, una e-mail e la tua vacanza personalizzata è pronta.

Obiettivo principale del Consorzio, è far emergere la massima conoscenza di una regione non legata esclusivamente al tema balneare ma anche all’ambiente naturale, ai luoghi d’interesse storico-archeologico, all’enogastronomia, alle attività artistiche e artigianali, agli outlet, alle nuove tendenze in fatto di arte, cultura, musica, letteratura e teatro.

Il sito web www.marcheviaggiare.it si presenta, con una veste grafica accattivante, una serie di contenuti pratici e innovativi e un approccio “user friendly” che consente all’utente di organizzare il proprio viaggio nelle Marche, contando su una proposta di altissimo livello e a prezzi competitivi.

Le strutture ricettive ed i servizi aderenti al consorzio (Agriturismo Il Casale, Hotel Recina, Hotel 77, Natural Village, CM Viaggi, Marcheland, Spazio Cultura, Sasp, Contram) sono in grado di rendere sempre più accogliente ed appetibile la regione Marche nel mercato nazionale ed internazionale.

Marche Viaggiare
Piazza Mazzini, 12ª
62100 Macerata
Tel. e Fax 0733 240883
P.Iva 01669560433
www.marcheviaggiare.it
e-mail: segreteria@marcheviaggiare.it

BARTOLINI PROGETTI SPA ANNUNCIA L ACQUISIZIONE DI SCC ITALIA & MULTIVENDOR SERVICE

Milano, 30 aprile 2009

 

 

Il Gruppo Bartolini Progetti annuncia l’acquisizione di SCC - Specialist Computer Company e MVS - Multivendor Service, aziende leader nelle integrazioni tecnologiche, da SCH, Specialist Computer Holdings Plc, uno tra i più grandi gruppi privati tecnologici europei.

 

L’acquisizione di SCC e MVS amplia l’offerta di I.T. per l’Impresa e la Pubblica Amministrazione e rafforza la gamma delle proposte avanzate dalle aziende del Gruppo già specializzate in attività di After Market di eccellenza per prodotti tecnologici.

 

“Siamo molto orgogliosi di annunciare questa acquisizione che permetterà alla Bartolini Progetti di essere ancora più protagonista nel mercato dei servizi tecnologici, in un’ottica di continuità con l’intera offerta del Gruppo”, ha dichiarato Massimo Bartolini, Amministratore Delegato di Bartolini Progetti; “SCC Italia vanta una reputazione consolidata nel mondo dei servizi IT e un grande apprezzamento da parte del mercato, frutto di un’esperienza di oltre 20 anni in Italia e del profondo impegno nei confronti dei propri clienti, nell’ottica del miglioramento continuo dei servizi offerti e della ricerca di soluzioni innovative che le ha garantito la fiducia da parte di moltissime importanti aziende italiane in vari settori merceologici nonché della Pubblica Amministrazione.

L’acquisizione rappresenta per noi una tappa fondamentale per la realizzazione del disegno strategico che porterà all’affermazione di un nuovo importante player sul mercato italiano dei servizi IT”.

 

Il passaggio di SCC al Gruppo Bartolini Progetti avverrà in un’ottica di profonda attenzione alla qualità e al valore aggiunto per il cliente. La nuova società svilupperà ulteriormente le linee di business maggiormente coerenti con le esigenze del mercato italiano e continuerà a ricoprire il ruolo di business partner di riferimento in Italia per il gruppo SCH.

 

Per maggiori informazioni

 

Ufficio stampa SCC

Barbara La Malfa/Ilaria Sala

SEIGRADI

Tel. +39.02.54020230

barbara.lamalfa@seigradi.com/ilaria.sala@seigradi.com

www.seigradi.com

 

Contatto SCC:

Maud Allioux

Marketing Manager

SCC SPA

+39 02-38.035.360

Maud.allioux@it.scc.com

www.scc.com                    

 

 

 

Primo maggio, festa dei lavoratori: su Lulu.com le idee,
anche per chi il lavoro non lo ha


Manuali, guide, corsi: tutto quello che serve, per aiutare nella ricerca del lavoro.
E magari arrotondare vendendo le proprie idee

Milano, 30 aprile 2009 – In un momento di crisi come quello attuale, non è facile celebrare la festa dei lavoratori, soprattutto per quelle persone che sono ancora alla ricerca del lavoro perfetto, o che si accontenterebbero di avere uno stipendio fisso ogni mese.

Per ottimizzare il tempo passato durante la ricerca del lavoro, Lulu.com, il mercato leader per i nuovi contenuti digitali su Internet, consiglia di consultare le proprie pagine, alla ricerca dei libri pubblicati da migliaia di autori italiani, che potrebbero aiutare; Daniele Ficco, ad esempio, propone “10 idee imprenditoriali” (http://www.lulu.com/content/e-book/10-idee-imprenditoriali-la-societ%C3%A0-ripensata/3560367), descritte in maniera dettagliata e assolutamente originali, da valutare per i più coraggiosi.

Per capire e, perché no, ridere dei tanti colloqui di lavoro già sostenuti, “Cerco lavoro” (http://www.lulu.com/content/libro-a-copertina-morbida/cerco-lavoro/891006) di Vito Ferro, nel quale viene narrato come cercare un lavoro sia, a tutti gli effetti, un lavoro vero e proprio, e dove il protagonista di esilaranti colloqui viene esaminato da selezionatori bizzarri, surreali, patetici e crudeli. 50 colloqui che svelano la follia del mondo della ricerca del lavoro, con una inevitabile deriva comica.

Se invece il lavoro c’è, ma ad alto tasso di stress, il manuale “Alta resistenza allo stress” (http://www.lulu.com/content/libro-a-copertina-morbida/alta-resistenza-allo-stress/1506360), potrebbe essere utile per affrontare la giungla quotidiana.

Con o senza lavoro comunque, un modo per arrotondare le entrare durante la crisi, potrebbe essere quello di vendere le proprie opere d’ingegno grazie alla piattaforma e alla distribuzione in 80 paesi del mondo offerte da Lulu. A dare una mano agli autori per la parte della promozione, “Mollo tutto” di Stefano Calicchio (http://www.lulu.com/content/libro-a-copertina-morbida/mollo-tutto-come-guadagnare-scrivendo-libri-per-venderli-on-line-scopri-ora-come-promuovere-un-libro-sul-web/567525), un manuale che spiega le tecniche per dare meritato successo alle proprie fatiche.

Lulu.com (www.lulu.com) è il mercato per i contenuti digitali su Internet, con oltre 1.1 milioni di titoli pubblicati, e oltre 8.000 nuovi titoli aggiunti ogni settimana, creati da persone provenienti da oltre 80 diversi paesi. Con oltre 2 milioni di utenti registrati, e due milioni di visitatori ogni mese, Lulu sta cambiando il panorama editoriale permettendo agli autori di pubblicare i propri lavori in maniera gratuita e con il completo controllo editoriale e dei diritti e permette loro di venderli direttamente ai propri clienti a al resto del mercato globale di Lulu.com. Con Vetrine Virtuali gratuite, offerte di Social Network e servizi di distribuzione, gli autori di Lulu sono pienamente supportati per trarre profitto dai propri lavori. Con uffici a Raleigh (North Carolina), Londra, Toronto e Bangalore, i clienti di Lulu possono raggiungere tutto il mondo.

comunicato stampa: Fairchild Semiconductor al PCIM 2009

Fairchild Semiconductor espone le sue soluzioni ad alta efficienza energetica al PCIM Europe 2009

 

 

San Jose, California, 30 Aprile 2009- Fairchild Semiconductor (NYSE: FCS), leader globale nei prodotti ad alte prestazioni in grado di garantire l'efficienza energetica, presenterà le sue innovative soluzioni ad alta efficienza destinate ad alimentatori, sistemi d'illuminazione, controlli motore e dispositivi per i settori automotive e industriale presso la propria area espositiva (stand 601) all'interno della fiera Power Conversion Intelligent Motion (PCIM) Europe, che si terrà a Norimberga dal 12 al 14 maggio.

 

Fairchild esporrà la sua vasta gamma di soluzioni di azionamento per il pilotaggio di motori a inverter ad alta efficienza, unitamente alla sua linea completa di soluzioni per sistemi d'illuminazione LFL (Linear Fluorescent Lamp), CFL (Compact Fluorescent Lamp), HID e LED HB (High Brightness).

 

Tutte le ultime soluzioni per raggiungere elevati livelli di efficienza nel lighting saranno presentate da Alfred Hesener, Director Marketing & Applications Europe, durante una conferenza stampa che si terrà martedì 12 maggio, alle h 15.30 (CCN West 1° piano, Sala Madrid)

 

Fairchild presenterà inoltre prodotti all'avanguardia che assicurano alti livelli di precisione e consumi di combustibile contenuti nei sistemi automotive, al tempo stesso semplificando in svariati modi le complessità progettuali. Completerà l'insieme di prodotti esposti la suite di robuste soluzioni ad alte prestazioni per il settore industriale. Alla luce del crescente focus globale posto sulle energie alternative, Fairchild esporrà anche convenienti soluzioni ad alta efficienza energetica per inverter fotovoltaici.

 

Nell'occasione gli esperti di Fairchild presenteranno quattro documenti:

 

-         "Current-Sensing Power MOSFETs" (I MOSFET di potenza current-sensing), a cura di Hans-Peter Hoenes

-         "Transfer-Molded Inverter Power Module Design for Automotive Applications" (Progettare moduli di alimentazione a inverter transfer-molded per applicazioni automotive), a cura di Hans-Peter Hoenes

-         "A New Way of Generating Gate Signals for Operating Two-Phase Interleaved Series Resonant Converters" (Nuove tecniche per generare segnali gate per il controllo di convertitori risonanti interleaved bifase in serie), a cura di Markus Hallenberger

-         "Improving PFC Output Ripple to Avoid Flicker Phenomenon for Dimming Lighting Applications" (Come migliorare il ripple di uscita PFC per evitare il fenomeno del flickering nei sistemi d'illuminazione con dimmer), a cura di Michael Weirich

 

Gli ingegneri Fairchild presenteranno anche le seguenti relazioni nel corso dei forum organizzati in occasione del PCIM:

 

-         "Module-Based Solutions for Low Power Pumps and Fans" (Soluzioni basate su moduli per ventole e pompe a bassa potenza), a cura di Ralf Keggenhoff

-         "Improving Efficiency and Reliability using Interleaved Boundary Conduction Mode Power Factor Correction" (Migliorare efficienza ed affidabilità tramite i convertitori PFC (Power Factor Correction) BCM (Boundary Conduction Mode) interleaved), a cura di Jonathan Harper

 

Fairchild, infine, parteciperà al dibattito organizzato da PSDE sul tema: "Power Electronics for Ecological and Economic Success" (L'elettronica di alimentazione quale fattore per il successo economico ed ecologico).

 

 

 

Fairchild Semiconductor

 

Fairchild Semiconductor (NYSE: FCS) è un leader globale nelle tecnologie di potenza discrete e analogiche che forniscono soluzioni ad alta efficienza per ogni genere di sistemi elettronici. Fairchild, “The Power Franchise”, si contraddistingue per le tecnologie al silicio e di packaging all'avanguardia, oltre che per l'expertise nei sistemi e nei processi produttivi. Nel 2007 Fairchild ha festeggiato contemporaneamente i 10 di vita come nuova società e i 50 di attività nel settore. Considerata come “il padre della Silicon Valley”, nel 1958 Fairchild ha sviluppato il transistor planare dando vita a un settore totalmente nuovo. Fairchild è un produttore di semiconduttori application-driven orientati alle soluzioni che, come Global Power Resource, mette a disposizione tool di progettazione online e centri di design in tutto il mondo. La società è raggiungibile sul Web all'indirizzo www.fairchildsemi.com.

 

Contatti Stampa:

Barbara La Malfa/Chiara Carobello

Seigradi

Tel. +39 02 54020230

barbara.lamalfa@seigradi.com/chiara.carobello@seigradi.com

 

 

 

mercoledì 29 aprile 2009

Offerte Mirabilandia

Promozioni Mirabilandia 2009Promozioni Mirabilandia 2009


Vuoi visitare il fantastico Parco Mirabilandia di Ravenna? Abbiamo la soluzione per te... su abcrimini.com trovi tantissimi hotel a Ravenna per una vacanza a Mirabilandia, alberghi convenzionati che propongono pacchetti hotel + ingresso per famiglie e sconti promozionali, lastminute per un wekend di puro divertimento. Sconti speciali per bambini e last minute per visitare l'incredibile parco divertimenti a condizioni davvero vantaggiose...

In fondo alla pagina si possono consultare i più convenienti hotel vicino Mirabilandia, Hotel a Ravenna e in Riviera Romagnola ai quali è possibile richiedere, senza impegno, un preventivo per una vacanza o dove alloggiare per trascorrere un semplice weekend a Mirabilandia con amici.



Ogni anno Mirabilandia si rinnova per offrire sempre nuove ed emozionanti attrazioni ai migliaia di ospiti che durante tutta la stagione estiva visitano il parco.

Mirabilandia ha pensato a chi ama il rischio e l’avventura realizzando le attrazioni Extreme come il Katun, il primo inverted coaster in Europa e il Columbia & Discovery che permettono di raggiungere in pochi secondi i 100 m di altezza.

I gruppi misti, adulti e bambini, trovano a Mirabilandia le attrazioni per tutti: ambienti fantastici che ricreano località lontane e situazioni al limite della realtà. Sarà possibile salvare New York distrutta da un cataclisma con Reset – Anno Zero – o scegliere le avventure in Patagonia per affrontare l’ira di Raratonga e del suo vulcano in Patagonia.

Pochi turbamenti e molto divertimento con le attrazioni per bambini, le montagne russe e l’ottovolante Pakal dedicato alle famiglie. Se vuoi arrivare dall'estero a Mirabilandia puoi utilizzare una delle tante promozioni Voli.

E poi, vorticose rotazioni con le Pentole Stregate e un salto per rapide discese con Niagara. Sarà avventuroso e divertente attraversare discese impetuose con il Rio Bravo, passare attraverso il tempo con Monosaurus, per poi fuggire da città fantasma con Ghostville, la prima dark ride costruita nel parco e inaugurata nel 2006.

Mirabilandia rivede presenti nel suo parco a partire dal 2009 le montagne russe: il nuovo roller coaster Ispeed, giostra sostitutiva alla Sierra Tonante, vi proietterà a una velocità di 100 km/h in meno di 3 secondi!

Una pura scarica di adrenalina per i più temerari che si ritroveranno tra giri della morte e una velocità mozzafiato a vedere un'esperienza unica!

A completare l’offerta estiva di Mirabilandia la riproduzione di una bellissima spiaggia tropicale con Mirabilandia Beach il parco di divertimento ha ricreato una spiaggia tropicale, con sabbia finissima che circonda un limpido specchio d’acqua al centro una piccola isola attrezzata con giochi, scivoli e divertimenti.

Puoi consultare le attrazione e gli spettacoli in programma nella mappa di Mirabilandia: Scuola di Polizia, Blues Brothers e Caos Latino sono solo alcuni degli show presentati a Mirabilandia: musical, tuffi acrobatici, animazioni, balli caraibici, effetti speciali. Queste le tipologie di eventi a cui potrai assistere... una serie di emozionanti show tutti da vivere. Se in un giorno non riuscirai a provare tutte le attrazioni, ad assistere agli eventi, o semplicemente se vorrai ritornare per bissare il giorno seguente a Mirabilandia … il giorno dopo grazie alla promozione biglietto Mirabilandia ENTRI GRATIS!

Guarda anche Mirabilandia: Promozione Hotel e biglietto ingresso

Biglietti Disneyland Parigi gratis da Air France

BIENNALE DEL PAESAGGIO MEDITERRANEO: PRESENTAZIONE VOLUME

 

 

BIENNALE DEL PAESAGGIO MEDITERRAENO

LUNEDÌ 4 MAGGIO 2009 ore 17.00

lunedì 4 maggio 2009 ore 17.00

Auditorium Museo delle Genti d'Abruzzo 

via delle Caserme 22, Pescara

Presentazione del volume

BIENNALE DEL PAESAGGIO MEDITERRANEO

Presentazione di

Franco Farinelli Associazione dei Geografi Italiani

Interventi di

Giuseppe De Dominicis Presidente della Provincia di Pescara

Sante Di Paolo Assessore all'Ambiente e alla Valorizzazione del Territorio della Provincia di Pescara

Pierluigi Della Valle Direttore Servizio Pianificazione del Territorio Provincia di Pescara

Enrico Di Paolo Architetto

Antonio Angelillo ACMA Centro Italiano di Architettura

Al termine

Forum Lineamenti per la ricostruzione del paesaggio aquilano con relatori, partecipanti alla Biennale, rappresentanti di istituzioni, associazioni di categoria, organizzazioni di base, rappresentanti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - direzione PARC

La pubblicazione dei documenti (contribuiti scientifici, interventi, mostra fotografica, mostre di architettura del paesaggio) presentati alla Biennale del Paesaggio Mediterraneo organizzata dalla Provincia di Pescara nel maggio 2005 rappresenta una opportunità non solo per dialogare con gli organizzatori e i protagonisti di quell'evento ma per contribuire - partecipando attivamente al dibattito - alla costruzione di un punto di partenza consapevole e condiviso per una pianificazione maggiormente attenta al paesaggio e ai beni culturali, in un momento così delicato per l'evoluzione del territorio abruzzese. Oggi più che mai il Mediterraneo rappresenta una metafora della transizione verso la dimensione globale, dell'incrocio dei flussi migratori e del relativo recupero delle identità locali, dello scambio inarrestabile di conoscenze e di tecniche, del riversarsi dei processi economici e produttivi sul supporto geografico.

È necessario che l'auspicata partecipazione delle collettività locali alle procedure che sottendono la tutela e la valorizzazione del paesaggio si trasformino in azioni politiche, in progetti concreti che possano coniugare le attese di sviluppo economico con le qualità della vita (ambientali e culturali) che il Mediterraneo ha finora offerto.

 

 

Per informazioni:

ACMA Centro di Architettura

via Antonio Grossich 16, 20131 Milano

Tel. +39 02.70639293 Fax.+39 02. 70639761

acma@acmaweb.com www.acmaweb.com

 

 

 

 

 

K-events firma l’azione non convenzionale per il lancio di Feisbum

K-events firma l’azione non convenzionale per il lancio di Feisbum

Ha fatto scalpore sulla stampa di tutta Italia la storia di Valeria, la ragazza romana che annulla le nozze dopo aver scoperto su Facebook il tradimento del suo futuro sposo Antonio e per vendicarsi tappezza tutta la città di volantini con la prova fotografica dell’accaduto.

Più di un tradimento si è trattato invece di una ben orchestrata operazione di guerriglia marketing per il lancio del film Feisbum.

La Just Us Film Production che ha prodotto il film, ha scelto di utilizzare la strada del non convenzionale per coinvolgere il pubblico direttamente nella trama. La storia di Valeria e Antonio, infatti, prende spunto da uno degli episodi di Feisbum, il primo film dedicato al più famoso dei social network nato da un’idea di Marco Scaffardi con la produzione esecutiva di Mauro Calevi.

Per questo su Facebook sono stati creati i profili dei principali personaggi del film che hanno messo in scena anche on-line amori, timori e piccole vendette legate alla vita virtuale dei social network.

Sfruttando la tecnica del trojan marketing, intrecciando azioni sul web (facebook e video su youtube http://www.youtube.com/watch?v=9R5bxWRNXeg) e sul territorio, la storia di Valeria e Antonio ha animato le pagine dei giornali e dei tg facendo parlare del film fuori dalle pagine dedicate allo spettacolo ed anticipando il lancio e la presentazione ufficiale che avverrà oggi (29 Aprile) presso La Casa del Cinema di Roma.

La campagna è stata ideata e realizzata da Stefano Cicconardi e Marco Diotallevi per una unit anarchica ed extraterrestre in contatto con K-events, Gruppo Filmmaster, diretta da Andrea Natella.




Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI