Cerca nel blog

martedì 7 giugno 2016

Ahec - American Hardwood Export Council: 2015, trend esportazioni in Europa

ANALISI ANNUALE

LEGNO DI LATIFOGLIA AMERICANO: ANDAMENTO E TREND DELLE ESPORTAZIONI IN EUROPA NEL 2015

 

Milano, 7 giugno 2015 - Il valore economico delle esportazioni del segato di legni di latifoglie americani in Europa nel 2015 è diminuito del 9.9%  e si attesta a $ 277.000.000, mentre il volume delle esportazioni è sceso dell'11,1% a quota 348.100m3: questo quanto emerge dall'ultima analisi condotta sul mercato del legno di latifoglia americano con focus sulle esportazioni da American Hardwood Export Council, l'associazione che rappresenta a livello internazionale l'industria statunitense del legno di latifoglia.

 

"Per quanto riguarda i singoli Paesi, – spiega David Venables, European Director di AHEC - l'aumento delle esportazioni verso Spagna e Irlanda è riuscito a compensare il calo di esportazioni verso Regno Unito, Italia, Germania, Portogallo e Svezia. Stesso discorso sul fronte delle diverse specie dove si è registrato un calo di esportazioni per tulipier e frassino vs un leggero aumento delle esportazioni di quercia bianca e quercia rossa. Questi ribassi si sono verificati in un momento in cui le valute europee erano sensibilmente più deboli rispetto al dollaro e alcuni settori economici chiave, come le costruzione e i mobili, iniziavano a registrare una lenta crescita post-recessione."

 

Regno Unito

Il Regno Unito ha guidato le esportazioni del segato di legni di latifoglie americano in Europa nel 2014 e la flessione che, nel 2015, si è attestata a 93.000m3 dai 105.000m3 del 2014. Tuttavia, le esportazioni verso il Regno Unito nel 2015 sono state ancora significativamente alte rispetto ai numeri registrati nel 2013 e hanno contribuito a una generale tendenza al rialzo. La flessione dello scorso anno è stata trasversale alle diverse specie esportate nel Regno Unito, tra cui quercia bianca (che rappresenta oltre la metà del legname venduto nel Regno Unito), tulipier e frassino. Tuttavia, le esportazioni del legno di noce in questo mercato continuano a crescere, rendendo il 2015 il sesto anno consecutivo di aumento delle esportazioni.

 

Italia

Le esportazioni di segato di legni di latifoglie americani in Italia ha raggiunto quota 64.500 m3 nel 2015; 23% in meno rispetto al 2014 e meno della metà del volume del 2010. Il valore delle esportazioni verso l'Italia è sceso del 22% a $ il 43,3 milioni nel 2015.

 

Le misure di austerità del governo, la mancanza di liquidità, gli esigui prestiti bancari a tassi di interesse elevati, la paura della disoccupazione, e la depressione di settori come le costruzioni e il mobile sono tutti fattori che hanno contribuito a rendere l'Italia uno delle economie meno performanti in Europa. Il più grande calo si è registrato nelle esportazioni di tulipier, che rappresenta ancora poco più della metà del volume totale delle esportazioni. Quercia bianca, frassino, ontano rosso sono diminuiti drasticamente, mentre c'è stata una leggera ripresa delle vendite di noce e quercia rossa. "Ciò nonostante – aggiunge Venables – l'Italia rimane un punto di riferimento nel mondo per ciò che concerne il design e l'eccellenza nell'artigianalità, come dimostrato dall'ultima Milan Design Week, immancabile appuntamento per gli addetti ai lavori, che ha catalizzato per l'ennesimo anno consecutivo l'attenzione di architetti, nomi internazionali, giovani designer emergenti, studenti e semplici curiosi provenienti da tutto il mondo."

 

Spagna

Dopo l'aumento del 41% registrato nel 2014, le esportazioni di segato di legni di latifoglia verso la Spagna sono aumentate di un altro 33% fino ad attestarsi a 47.300 m3 nel 2015, mentre il valore è cresciuto del 28% fino a $ 38,5 milioni. La maggior parte di queste esportazioni sono rappresentate dalla quercia bianca, che cuba l'81% del volume totale del legname. Si è registrato anche un aumento delle importazioni spagnole di quercia rossa e frassino nel 2015 (certamente da una base molto bassa) rispettivamente a 2.427 m3 e 1.619 m3, mentre le esportazioni di tulipier e noce sono rimaste stabili a un livello basso. L'aumento delle esportazioni verso la Spagna si è verificato in un contesto di graduale miglioramento delle condizioni economiche.

 

Germania

Calo in vista per la Germania dove, dopo l'aumento nel 2014, l'export di segato di legni di latifoglie americani è diminuito del 14% a 42.800 m3 nel 2015. In parte, ciò è dovuto al rallentamento dell'economi e in particolare del settore legname. Importatori e produttori tedeschi imputano il calo delle importazioni di segato di legni di latifoglia americani nel 2015 alla debolezza dell'euro rispetto al dollaro. La federazione tedesca del commercio di legname, GD Holz, riferisce che le vendite di prodotti in legno in Germania, sono più o meno in ristagno nel 2015. Le vendite di segato hanno subito un calo di circa il 5%. Tuttavia, le vendite di prodotti per l'edilizia e la falegnameria sono cresciute di circa il 5%.

 

Portogallo

Dopo i segnali di ripresa nel 2013, le esportazioni di segato di legni di latifoglie americani in Portogallo sono diminuite nel 2014 e poi di nuovo nel 2015, del 17% a 15.000 m3. L'economia del Portogallo è in crescita, ma lentamente e i settori chiave sono ancora in calo.

 

Svezia

A seguito di un forte aumento nel 2014, le esportazioni verso la Svezia sono leggermente rallentate nel 2015, scendendo del 4% a 14.400 m3. Ciò è probabilmente legato all'indebolimento della corona svedese rispetto all'euro iniziata nei primi mesi del 2015 e rimasta bassa per tutto il resto dell'anno. Tuttavia, le esportazioni di quercia bianca per la Svezia in realtà lo scorso anno sono aumentate e la maggior parte del declino si è concentrato nel frassino, suggerendo che l'incertezza sui nuovi requisiti fitosanitari potrebbe anche essere stato il fattore scatenante.

 

Irlanda

Dopo l'aumento del 28% nel 2014, le esportazioni di segato di legni di latifoglie americani in Irlanda è aumentato di un altro 11% a 14.200 m3 nel 2015. A differenza di altri Paesi europei, lo scorso anno in Irlanda c'è stato un leggero calo delle esportazioni di quercia bianca, mentre i miglioramenti si sono registrati in altre specie, in particolare tulipier, quercia rossa e frassino.

 

*******

American Hardwood Export Council (AHEC)

L'American Hardwood Export Council (AHEC) è l'associazione che rappresenta a livello internazionale l'industria statunitense del legno di latifoglia; ne fanno parte gli esportatori di legno di latifoglia americano e le principali associazioni commerciali di categoria degli Stati Uniti. L'AHEC gestisce un programma mondiale di promozione di tutte le specie di latifoglie americane in oltre 50 mercati di esportazione e produce numerose pubblicazioni tecniche che sono disponibili gratuitamente sul sito:  www.americanhardwood.org




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email