Cerca nel blog

lunedì 6 giugno 2016

Imprese. FERPLAST SPA. In 50 anni da produttore di gabbiette per uccelli a multinazionale leader nel pet comfort.


E' un esempio di imprenditoria italiana di successo Ferplast, multinazionale leader nella produzione di accessori per animali domestici nata 50 anni fa per volontà e capacità del suo fondatore e attuale Presidente Carlo Vaccari.

 

Ingegno, tenacia, desiderio di affermazione e tanto spirito di sacrificio gli ingredienti della fortunata storia di Ferplast, iniziata nel seminterrato di casa e arrivata oggi ad occupare oltre 170 mila metri quadri dislocati nelle tre sedi produttive di Italia, Slovacchia e Ucraina. 


Una favola dei giorni nostri che dà lavoro a 1000 persone, che coinvolge 12 filiali commerciali collocate in Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Benelux, Polonia, Ucraina, Slovacchia, Russia, Cina e Sud America (Brasile) e che produce oltre 4000 articoli completamente realizzati internamente che trovano sistemazione nei 30 mila metri quadri adibiti a magazzini prima di essere spediti negli 85 diversi Paesi dei 5 Continenti con un tempo medio di consegna di 3/9 giorni lavorativi in Europa. 


Numeri, numeri che danno un'idea dell'escalation di un'azienda partita nel 1966 dalla costruzione manuale di gabbiette in ferro plastificato per uccellini e che ora riempie 1700 autotreni di merce l'anno.

 

Ferplast è un'azienda di valore, ma soprattutto di valori, di etica, di principi sani. E' un'azienda che investe l'8% del suo fatturato in ricerca per il miglioramento dei suoi prodotti con conseguente 15% di aggiornamento annuo della gamma a catalogo


E' un'azienda che sviluppa soluzioni all'avanguardia per il comfort dell'animale domestico e che ha già registrato oltre 100 brevetti internazionali. 


E' un'azienda attenta all'ambiente al punto da gestire la filiera nei soli 3 stabilimenti di proprietà così da garantire la massima qualità produttiva oltre all'ottemperanza delle rigide norme ecosostenibili autoimposte. 


Un impegno ecologico enorme se si pensa che ogni mese vengono gestite 400 tonnellate di materie prime metalliche, 600 tonnellate di materie plastiche oltre a legno, cuoio e tessuti. 


Ma Ferplast è solo questo: è un'azienda che vive il presente, ma che si prende cura del futuro e delle nuove generazioni. Non stupisce quindi che nel 2008 Carlo Vaccari, di comune accordo con la sorella Caterina da sempre al suo fianco nell'avventura imprenditoriale, abbia affidato la Direzione Generale al figlio Nicola. 


E non stupisce che ancora prima, nel 2005, Ferplast abbia cambiato il suo  playoff in "New Pet Generation" spostando il focus dal conseguimento della notorietà del brand all'esclusivo rapporto tra l'uomo e l'animale, sia esso cane, gatto, pesce, volatile o roditore.

 

Cinquant'anni di storia passati in un lampo. Cinquant'anni di vita proiettati nel domani.

www.ferplast.com

 


Le date

1966. Inizio dell'attività. Si costruiscono gabbiette in ferro plastificato per uccellini.

1972. Ferplast inizia a stampare autonomamente la plastica per costruire fondi, mangiatoie e componentistiche varie. Si amplia la gamma delle linee produttive.

1974. Ferplast trasferisce la produzione, i magazzini e gli headquarter a Castelgomberto.

Anni 80/90. Apertura delle filiali commerciali di proprietà (con uffici, magazzino e rete vendita) in Europa.

2000. Nasce lo stabilimento produttivo Ferplast Ucraina, a Zitomir.

2005. Nasce lo stabilimento produttivo Ferplast Slovacchia, a Nezvady.

2005. Nasce il nuovo logo e il playoff New Pet Generation.

2008. Nicola Vaccari entra in azienda in qualità di Direttore Generale.

2016. 50esimo!



I numeri

1.027 dipendenti dislocati nei 3 stabilimenti produttivi di Italia, Slovacchia e Ucraina.

171.500 i metri quadri dei 3 stabilimenti produttivi.

4.107 le referenze di prodotto.

1.137.000 gabbie prodotte in un anno.

12.830.000 prodotti venduti all'anno.

82 le filiali commerciali in Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Benelux, Polonia, Ucraina, Slovacchia, Russia e Sud America (Brasile) e Cina.

1.700 gli autotreni riempiti ogni anno per la distribuzione.

2600 le tonnellate di materie prime metalliche utilizzate ogni anno.

5300 le tonnellate di materie plastiche utilizzate ogni anno.

5500 metri cubi di legno lavorati ogni anno.

103 i brevetti internazionali già registrati.

8% il fatturato investito ogni anno in ricerca.

15% la percentuale annua di nuovi prodotti a catalogo.

11.153 clienti attivi nel mondo.




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email