Cerca nel blog

lunedì 2 dicembre 2019

L’azienda italiana (di Pordenone) Estrima Birò scelta per la mobilità elettrica di Rotterdam: in due mesi oltre 20mila km percorsi e 2380kg di Co2 risparmiati

GetAround, società Californiana da anni impegnata nel carsharing P2P negli USA sceglie Estrima come partner per il suo primo progetto Europeo. Prodotti 120 Birò per un CarSharing freefloating che in due mesi ha percorso oltre 20.000km e risparmiato 2380kg di CO2 nell’atmosfera.

Estrima nasce a Pordenone nel 2009 per dare un alternativa alla mobilità cittadina, con il motto “I’m Easy” crea Birò il primo veicolo a 4 ruote, 100% Elettrico e con batteria estraibile e che dal 2019 nasce per essere condiviso. Le dimensioni sono esigue, come il peso, meno di due metri di lunghezza per un metro di larghezza, 400kg di peso e un consumo energetico di 4Kw per 100 km (circa 1 € di corrente elettrica), grazie a queste caratteristiche uniche Birò sta diventando poco a poco il compagno di viaggio preferito da molti cittadini Italiani e non.

Dal 2019 Estrima si muove verso il mondo dello sharing, conscia che l’auto di proprietà sta diventando sempre meno interessante per i cittadini che preferiscono rinunciare alla proprietà per avvalersi di servizi on demand, quando servono e dove servono. Nasce così il progetto Birò sharing-buddy ovvero dotare il Birò di tutti quei sistemi di sensoristica e connessione che sono necessari per la condivisione del mezzo, in modo che chiunque possa, in maniera agevole e tramite un app, condividere il proprio veicolo.

Ed ecco che dal 15 Luglio a Rotterdam è possibile scaricare l’app “Lev” (sia per sistemi Ios che Android) che dà accesso in pochissimo tempo ad una flotta di Birò distribuiti lungo le vie della città. Al momento sono disponibili 120 veicoli, ma l’obiettivo è di raddoppiare entro il 2020. Il servizio di car sharing “Lev” è stato sviluppato dalla società GetAround, in collaborazione con Estrima e Vulog. L’azienda californiana ha scelto Birò come partner grazie alle ridotte dimensioni e la possibilità per due persone di viaggiare affiancate.

Al taglio del nastro erano presenti Ytzen Zeilstra Ceo di GetAround, Matteo Maestri Ceo di Estrima e Alderman Judith Bokhove membro del consiglio cittadino deputato ai trasporti e alla mobilità che durante il suo discorso ha dichiarato:

“Vogliamo rendere la città di Rotterdam più accessibili. Per questo motivo diamo a nuove forme di condivisione opportunità di crescere. Lev rappresenta un metodo semplice rimpiazzare le corse in auto. Sempre meno persone a Rotterdam necessitano di un auto che inesorabilmente vengono lasciate parcheggiate per la maggior parte del tempo negli stalli riservati delle aree residenziali. Su quei parcheggi la municipalità preferisce vedere zone verdi o zone dove parcheggiare la propria bici. I veicoli Lev aiutano in questo senso perché uno può essere guidato da molte persone. E sono inoltre elettrici, quindi producono meno rumore, emissione di CO2 e inquinamento dell’aria che respiriamo in città.”

“We want to keep Rotterdam accessible. That is why we give new sharing services a chance. Lev’s cars can easily replace city journeys by car. For example, fewer people in Rotterdam need a car that is only parked in the city centre or residential areas for much of the time. At those parking places, I prefer green or space to park your bike. Lev’s electric vehicles help because one such Lev can be used by many people. And they are also electric, so they produce less noise, CO2 emissions and air pollution in the city”  

Guidare un Birò a Rotterdam da oggi è semplicissimo: si scarica l’app “Lev”, ci si registra ed in pochi minuti si può salire a bordo. Una voce-guida assiste i passeggeri con le info utili per partire e terminare la corsa mentre chi è alla guida deve solo godersi il viaggio. I parcheggi grazie al consiglio cittadino sono agevolati e gratuiti in tutte le aree designate e la ricarica è completamente gestita dal team di “Lev” (in modo che il guidatore non debba preoccuparsi proprio di nulla) che può usufruire sia della ricarica del veicolo tramite una normale presa da 220V oppure tramite la batteria estraibile Re-Move. Un vantaggio non da poco per l’operatore di car sharing californiano.

Il costo del servizio è di 0,40 €/min e 1 € per lo sblocco, i viaggi possono essere anche messi in pausa. Durante questa si può mantenere riservato il Birò per non perderlo e doverne cercare un altro mentre si paga una tariffa agevolata di 0,15€/min.

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *