Cerca nel blog

venerdì 17 giugno 2016

#NoCashTrip lascia l'Italia, oggi Vaduz domani Francoforte


[Bergamo 15 giugno - Liverpool 27 giugno]

Italia, Liechtenstein , Germania, Danimarca, Olanda, Belgio, Francia e Inghilterra, i Paesi toccati dal #NoCashTrip Europe, il viaggio di tre italiani in auto senza denaro contante che, per la prima volta, attraversa l'Europa per scoprire i paesi virtuosi in materia di cashless society, le start up innovative nel settore dei pagamenti fintech e l'apporto delle tecnologie epayment come strumento di inclusione finanziaria.

17 giugno 2016 – L'equipaggio del #NoCashTrip Europe si è svegliato questa mattina a Vaduz, nel Liechtenstein dove comincerà a misurare il rapporto dei cittadini di linga tedesca con il cash e gli strumenti digitali di pagamento. 
Il Liechtenstein è un principato dove abitano poco meno di 40mila persone ma con un PIL di quasi 90mila euro procapite, portandolo a essere il terzo paese più ricco al mondo. Praticamente tedeschi, i suoi abitanti non hanno una particolare attrazione per le carte di pagamento, anzi sono legati al contante quasi come gli italiani e il motivo è il profondo senso della privacy, ecco perché è stato fino a poco tempo fa nella black list dei Paesi a regime fiscale privilegiato.

A fine giornata i tre italiani che viaggiano in Europa senza contanti si dirigeranno, in GermaniaFrancoforte, sede della BCE dove cercheranno di capire i reali motivi di questa antipatia tra Tedeschi e moneta elettronica, Paese che però sta covando interessanti realtà Fintech, modello per l'intera Europa.

Il #NoCashTrip Europe comunque ha lasciato l'Italia registrando interessanti esperienze: dopo la partenza da Bergamo lo scorso 15 giugno in compagnia del Sindaco Giorgio Gori e Chicco Testa, hanno fatto tappa a Trento dove hanno scoperto due importanti realtà.

Si tratta di Cinformi, l'ufficio della provincia di Trento che coordina l'attività delle associazioni di volontariato che gestiscono i centri di accoglienza che non eroga più soldi cash ai richiedenti asilo ma intesta loro una carta prepagata su cui versano i 7,66 euro quotidiani del pocket money.

Un'idea che ha risolto tanti problemi come la trasparenza nella gestione di questi soldi e soprattutto avvia i migranti verso una politica di inclusione finanziaria.

Poi l'equipaggio ha incontrato il gruppo di lavoro del dipartimento di matematica dell'Università di Trento impegnata nella crittografia, un'eccellenza assoluta in Italia e tra le più conosciute in Europa.

Una manciata di geni che opera con molte realtà bancarie e finanziarie per la sicurezza nelle transazioni, anche grazie a loro l'Italia è il Paese che registra il più basso numero di frodi nel pagamenti.

Il #NoCashTrip Europe3 persone, 8 Stati in 13 giorni, 0 banconote e monetine. Un percorso di oltre 4mila chilometri in auto per tracciare una mappatura dello stato dell'arte e delle opportunità offerte da quella che si sta sempre più definendo come "cashless society".

Per tutta la durata del #NoCashTrip Europe, all'equipaggio è fatto divieto di utilizzare denaro contante facendo affidamento al proprio kit di viaggio ricco di alternative:
  • Carta di credito emessa da CartaSi, provvista di tecnologia contactless e abbinata all'App MySi.
  • Carta di credito American Express che comprende la piattaforma viaggi offrendo all'equipaggio una linea diretta con i consulenti del servizio clienti, per avere supporto e consigli per le varie esigenze.
  • Il servizio PAyGO di Intesa Sanpaolo che permette di virtualizzare una carta e pagare direttamente con lo smartphone in modalità contactless.
  • L'App Ticket Restaurant® Mobile per il pagamento del pasto in modalità contactless o via codice, funzionante sia nella ristorazione che nei supermercati, permettendo la totale virtualizzazione dei Ticket Restaurant.
Diversi appuntamenti particolari segneranno le tappe del #NoCashTrip Europe, come il convegno a Copenhagen organizzato da Copenhagen Fintech and Innovation Research presso l'Associazione Bancaria Danese per accogliere la tappa del viaggio in Danimarca (vedi programma)
L'equipaggio ufficiale è composto da Geronimo Emili (presidente CashlessWay), Gianluigi De Stefano (giornalista e autore TV), Nicola Cavalazzi e Fred Portelli (movie-maker).


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email