Cerca nel blog

mercoledì 9 ottobre 2019

Grifal per l’e-commerce: protezione garantita anche dai nuovi criteri green di Amazon

Grifal per l'e-commerce: 

protezione garantita anche dai nuovi criteri green di Amazon 

 

Cologno al Serio (BG) – Le aziende che utilizzano Amazon come canale diretto per il servizio e-commerce hanno tempo fino al 1° ottobre 2019 per adeguarsi all'utilizzo di imballaggi conformi ai criteri di Frustration Free Packaging SIOCpena l'applicazione di una penale.

L'obiettivo del colosso dell'e-commerce è quello di diffondere e mettere in pratica i principi della sostenibilità anche nel settore dell'imballaggiosempre più centrale per il commercio globale, come dimostrano i soli dati italiani del 2018: 38 milioni di consumatori20.100 aziende32.577 addetti230 milioni di spedizioni nel 2018, di cui circa 30 nella sola Milano. Un mercato da 41 miliardi di euro, con una crescita rispetto al 2017 del 18%*.

Grifal, azienda tecnologica che opera nel mercato del packaging industriale sostenibile, è stata la prima società in Italia arientrare nel network APASS, costituito da 100 aziende selezionate da Amazon per la corrispondenza ai requisiti ora definiti come indispensabili, fra i quali gli standard FrustrationFree Packaging (FFP) (imballaggio senza frustrazioni) e Shipsin Own Container (SIOC). Tale riconoscimento dimostra come l'Azienda di Cologno al Serio sia sempre un passo in avanti in materia di sostenibilità ambientale e innovazione, grazie allacontinua ricerca di soluzioni eco-compatibili e resistenti.

Fiore all'occhiello dell'offerta Grifal è infatti cArtùla "reinvenzione" del cartone ondulato, che grazie all'omonima tecnologia offre una valida alternativa ecologica a plastiche e altri prodotti chimici da imballo. Abbandonando il semplice ruolo di "materiale da imballaggio" cArtù diventa ambasciatore del suo contenuto, conferendovi esso stesso un valore aggiunto senza precedenti in termini di sostenibilità ambientale, economica, di design e di tecnologia applicata.

Un'azienda che sceglie Grifal per confezionare e quindi proteggere i propri prodotti destinati al commercio online, quindi, sceglie di affidarsi all'esperienza di chi da cinquant'anni studia il mercato e investe per proporre soluzioni sempre all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, nella piena convinzione che il packaging non sia solo una commodity, ma, se viene concepito seguendo specifici criteri come quelli definiti da Amazon - può diventare un elemento che valorizzi realmente il prodotto che contiene

"Una scatola è solo una scatola fino a che non si guarda il mondo che contiene e il mondo di Grifal è fatto di passione per la ricerca, per il lavoro e per l'ambiente", afferma Giulia Gritti, direttrice marketing di Grifal spa"Quando un'azienda sceglie noi, sceglie di aderire a tutti i nostri valori, avvolgendoli letteralmente attorno ai suoi prodotti che noi siamo onorati di proteggere, aiutando a spedirli in tutto il mondo".

 

* dati tratti dal rapporto E-Commerce in Italia 2019, Casaleggio Associati e dall'Osservatorio E-Commerce BtoC, Politecnico di Milano

 

 

Grifal S.p.A. è un'azienda tecnologica, attiva dal 1969 nel mercato del packaging industriale, che progetta e produce imballaggi performanti ed eco-compatibili.

Grazie ai costanti investimenti in R&D, dedicati sia ai prodotti sia ai processi produttivi brevettati e realizzati in house, Grifal ha arricchito negli anni la propria offerta con prodotti innovativi, tra cui Mondaplen® e cArtù® (2017); quest'ultimo è un rivoluzionario cartone ondulato in grado di sostituire le plastiche e gli altri prodotti chimici per l'imballo.

Grifal è attiva anche nella progettazione e produzione di macchine per l'ondulazione.

La Società dispone al suo interno di un Laboratorio di Test Certificato ISTA, dove vengono effettuate prove di resistenza e prove climatiche in base a standard internazionali.

La strategia di Grifal prevede l'affermazione di cArtù® come nuovo standard di imballaggio eco-compatibile grazie alla realizzazione di una rete internazionale di siti di produzione in partnership con aziende che oggi già producono imballaggi in cartone o di clienti grandi utilizzatori di cArtù® e attraverso lo sviluppo del canale di vendita on-line.

I codici alfanumerici sono rispettivamente "GRAL" e "WGRA21". Il codice ISIN delle azioni ordinarie è IT0005332595, delle Azioni ordinarie cum bonus share è IT0005332728 e del Warrant GRIFAL 2018-2021 è IT0005332678.

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *