Cerca nel blog

sabato 13 agosto 2016

Unione Nazionale Consumatori: Istat conferma stangata su vacanze e record deflazione a Milano

Prezzi. Record della deflazione a Milano: il motore economico d'Italia si è inceppato. 

Risparmio di 308 euro per una famiglia di quattro persone. 

L'Istat ha confermato nei dati definitivi di luglio gli aumenti dei prezzi legati alle vacanze degli italiani.

In un solo mese, i prezzi del Trasporto aereo passeggeri sono saliti del 21,3%, il Trasporto marittimo del 26,5%, il Trasporto ferroviario passeggeri dell'1,7%, i Villaggi vacanza e campeggi del 19,4%, i Pacchetti vacanza dell'11,1%. Solo la voce Alberghi, motel, pensioni segna un calo dell'1,3% su base mensile. 

Si tratta dell'unica voce in controtendenza, ma solo perché nel campione d'indagine dell'Istat prevalgono i comuni che non sono mete turistiche.

"Si tratta di una speculazione bella e buona. Aumenti intollerabili, specie in quei settori, come nel trasporto marittimo, dove in molti casi mancano reali alternative ed il consumatore non ha possibilità di scelta" afferma Massimiliano Dona, Segretario dell'Unione Nazionale Consumatori

Per quanto riguarda i capoluoghi delle regioni e delle province autonome, prosegue anche a luglio il record della deflazione per Milano (-0,6%), in passato tra le città più care d'Italia.

"Un fatto molto grave, il motore economico dell'Italia si è inceppato. Segno che la crisi ed il calo della domanda non ha risparmiato nessuno" prosegue Dona.

In ogni caso, grazie alla deflazione, una famiglia milanese di 4 persone risparmierà 308 euro su base annua in termini di riduzione del costo della vita. 

Al secondo posto della classifica dove si risparmia di più, Ancona, dove grazie alla deflazione dello 0,5% vi sarà una minor spesa di 187 euro. 

Al terzo posto  Bari, dove una tradizionale famiglia di 4 componenti risparmierà 165 euro (-0,5%).

In testa alla classifica delle città più care d'Italia torna Bolzano, dove l'inflazione dello 0,4% si traduce in un aggravio di spesa, per una famiglia di 4 persone, pari a 216 euro su base annua. 

Seguono, sempre in termini di aumento del costo della vita, Trieste, dove l'inflazione dello 0,4% determina un aumento del costo della vita pari a 161 euro e Bologna (inflazione +0,3%, + 128 euro).

Tra la città meno cara, Milano, e quella più cara, Bolzano, si determina una differenza annua, in termini di spesa, pari a 524 euro (308+ 216).

 

Tabella: spesa aggiuntiva per famiglia di 4 persone nelle città capoluogo (in ordine crescente di spesa)

Città capoluogo

Spesa aggiuntiva per una famiglia di 4 persone (*)

Inflazione

Milano

-308

-0,6

Ancona

-187

-0,5

Bari

-165

-0,5

Potenza

-159

-0,5

Palermo

-123

-0,4

Torino

-95

-0,2

Firenze

-87

-0,2

Roma

-82

-0,2

Catanzaro

-81

-0,3

Genova

-64

-0,2

Cagliari

-37

-0,1

Aosta

0

0

Trento

41

0,1

Venezia

81

0,2

Napoli

98

0,3

Perugia

112

0,3

Bologna

128

0,3

Trieste

161

0,4

Bolzano

216

0,4

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat (aggiornati alla nuova indagine sui consumi)




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email