Cerca nel blog

venerdì 18 novembre 2016

Adottaunragazzo.it: “I millennials hanno le idee chiare: “gli uomini sono le nuove donne”? Ma figuriamoci!”


Milano, 18 novembre 2016 – Domani è l'International Men's Day, la giornata in cui tutto il mondo è invitato a riflettere sul maschile, in termini di diritti, uguaglianza e salute. 

AdottaUnRagazzo.it, la piattaforma di incontri online dove sono le donne a scegliere, ha colto l'occasione per interrogare le migliaia di ragazzi e ragazze (tra i 18 e i 30 anni) presenti sul sito  per verificare il loro punto di vista sul dibattito secondo cui "gli uomini sono le nuove donne".

Il 58% degli intervistati (con una leggera maggioranza delle donne) considera del tutto naturale, e non una conquista, il fatto che gli uomini non abbiano alcun problema a prendersi cura di sé e a mostrare il proprio lato più emotivo

Per loro non si tratta, infatti, di un problema di identità di genere, ma di una evoluzione di essa. 

Di fronte all'affermazione "la femminilizzazione del maschio è il frutto di decenni di femminismo e la reazione a una maschilizzazione della donna", il risultato non cambia. 

Oltre il 70% degli intervistati dichiara che non bisogna fare confusione tra l'identità di genere e l'abbandono degli stereotipi sessisti. 

Nessuno e nessuna si sente minacciato nella propria identità per il fatto di svolgere compiti o attività tipicamente attribuiti al sesso opposto. 

Credono infatti che questo sia il frutto di una società che è cambiata e che richiede una "condivisione di responsabilità, oneri e onori" equamente bilanciata. 

Insomma, nessun maschietto, ad esempio, si sente minacciato nella sua virilità se tocca a lui andare a prendere i bambini a scuola o stirare le camicie. 

Per il 66% degli intervistati questo fatto è considerato una grande liberazione, oltre che la risposta a un bisogno sociale. 

Perché corrisponde alla rinuncia di "maschere" e di costrizioni dogmatiche a favore di una nuova e più autentica percezione di sé.

Segnali quindi più che chiari, confortati anche dal fatto che non ci sono sostanziali differenze fra gli abitanti dei grandi centri urbani e quelli dei piccoli centri, e neppure tra le aree geografiche del nostro Paese. 

La società quindi si sta rinnovando.  
Ce lo dice oltre il 70% dei nostri millennial, e in virtù di ciò si sta rinnovando anche l'identità di genere. 

Quindi non è vero che gli uomini sono le nuove donne, piuttosto si sta formando un nuovo contesto sociale di nuovi uomini e nuove donne.
A tal proposito, Riccardo Sciaky, psicologo, psicoterapeuta e direttore di SIBiG (Scuola Italiana di BioGestalt), a cui abbiamo chiesto di interpretare i dati emersi, ha dichiarato: "L'aspetto più interessante, al di là degli slogan di facile presa, è che queste risposte mostrano quanto i giovani stiano diventando più consapevoli, rispetto alle generazioni precedenti, circa tematiche quali l'identità di genere e l'orientamento sessuale. Questi, infatti, sono due aspetti della personalità non necessariamente paralleli e soprattutto molto più fluidi di quanto si possa credere. Sicuramente questo è il frutto di un'evoluzione culturale e di una maturazione più veloce della percezione del sé, che si va staccando sempre di più da costrizioni sociali di accettazione acritica e appare maggiormente puntata all'autoidentificazione. Naturalmente è chiaro che l'indagine presenta un quadro parziale rispetto a quanto si potrebbe trarre da un contatto più profondo e allargato con il mondo dei millennial, che sicuramente è meno omogeneo e limpido di quanto si possa pensare. Ma ritengo comunque che i segnali emersi siano molto interessanti e da non sottovalutare".     


Adottaunragazzo.it
AdottaUnRagazzo.it è una vera boutique digitale e una community che raccoglie più di 12 milioni di persone in tutto il mondo. 

Le donne sono regine dello shopping e hanno la possibilità di selezionare gli uomini che preferiscono sulla base di diverse caratteristiche che ne denotano qualità caratteriali, fisiche e gusti, per poi aggiungerli al "carrello". 

Adottaunragazzo.it si diverte, così, a invertire i ruoli nel gioco della seduzione, dove è la donna a fare il primo passo e a decidere con quali uomini parlare, utilizzando un pretesto giocoso come l'adozione dell'uomo per ironizzare sui cliché della società dell'iperconsumo. 

Presente in Italia, Francia, Spagna e Polonia, la community nasce sul sito e si può consultare anche via App scaricabile da Apple Store e Google Store.




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email